Trattamento della malattia corneale

Opacizzazione della cornea nella gente è spesso chiamata una spina. Questa è una patologia pericolosa, che in assenza di un trattamento adeguato può portare alla completa perdita della vista.

Le cause della torbidità possono essere vari fattori, che vanno dalle malattie degli organi visivi alle lesioni meccaniche.

Quando diagnosticato nelle fasi iniziali, questo fenomeno può essere curato senza conseguenze e il rispetto delle misure preventive consente di evitarlo completamente e preservare la salute degli occhi per un lungo periodo.

Per identificare la malattia nel tempo, è importante che ognuno di noi conosca i fattori di rischio e i sintomi di annebbiamento della cornea.

Cheratocono - una descrizione della malattia, fasi, fasi del trattamento

Informazioni su malattie comuni dell'occhio, come miopia, ipermetropia, glaucoma, congiuntivite, è noto a tutti.

Ma tra le malattie dell'organo della vista ci sono rare patologie che, sfortunatamente, possono verificarsi in ciascuna persona.

E la maggior parte di loro può fare molti danni e causare molti problemi, che influenzano negativamente la vista.

Uno di questi è il cheratocono - alterazioni degenerative della cornea, che portano al suo assottigliamento e al cambiamento di forma.

Le principali cause e metodi di trattamento di esoftalmo

Sfortunatamente ci sono un sacco di varie malattie degli occhi: alcune di esse possono essere identificate solo su speciali apparecchiature oftalmologiche, mentre altre sono chiaramente distinte a causa di cambiamenti fisici nell'organo della vista.

L'esoftalmo è una patologia che può essere vista ad occhio nudo. Quando si verifica, la sporgenza del bulbo oculare in avanti, possibilmente il suo spostamento in uno dei lati.

La malattia è un sintomo secondario di alcune malattie degli organi interni o di un individuo, caratteristica innata dell'organismo.

Una malattia oculare pericolosa è la cheratite.

Una delle malattie oculari più pericolose è la cheratite, una malattia infiammatoria della cornea.

Può essere di natura diversa, in cui la cornea diventa torbida, il che porta a un danno visivo o addirittura alla completa cecità.

La natura del decorso della malattia e la gravità degli effetti della cheratite dipendono dall'immunità generale del paziente.

In questo articolo esamineremo i sintomi e i metodi di trattamento di questa malattia.

CAPITOLO 9. MALATTIE DEL CORNO

• Informazioni generali sulla cheratite

■ Cambiamenti nella forma e nella dimensione della cornea

■ Trattamento chirurgico delle malattie della cornea

La cornea è la parte anteriore del guscio esterno dell'occhio, che possiede proprietà come trasparenza, brillantezza, alta sensibilità, forma sferica e ha alcune dimensioni. Le malattie corneali rappresentano almeno il 25% di tutte le patologie oculari; gli effetti delle malattie della cornea causano fino al 50% di riduzione persistente della vista e cecità.

Informazioni generali sulla cheratite

La cheratite si verifica a causa della penetrazione esogena dell'infezione nel tessuto corneale (in caso di lesione o deterioramento dell'umidità), nonché a causa di cause endogene (che trasportano l'infezione da altri focolai, nei processi allergici, ecc.).

Ci sono diverse classificazioni di cheratite, le più importanti delle quali sono etiologiche e anatomiche.

Secondo l'eziologia, si distinguono le seguenti forme di cheratite:

• esogeno (batterico, fungino, parassitario);

• endogeno (tubercolosi, sifilitico, erpetico, neuroparalitico, ipovitaminico);

• eziologia della cheratite non chiara.

La classificazione anatomica prende in considerazione la profondità della lesione (forme superficiali e profonde), la presenza di un difetto dell'epitelio (con e senza ulcerazione), la vascolarizzazione, l'infiammazione simultanea della coroide e una serie di altri criteri.

Per la maggior parte delle cheratiti si osserva la sindrome corneale: fotofobia, lacrimazione, blefarospasmo, sensazione di corpo estraneo negli occhi. I reclami di dolore nel bulbo oculare compaiono con ulcerazione della cornea. L'esame rivela una violazione della trasparenza, lucentezza e sensibilità della cornea, così come l'iniezione pericorneale del bulbo oculare. Trasparenza compromessa della cornea centrale porta a visione ridotta. Nello sviluppo della cheratite ci sono quattro fasi: infiltrazione, ulcerazione (disintegrazione dell'infiltrato), pulizia dell'ulcera, cicatrice.

Il trattamento della cheratite viene effettuato in ospedale. La fasciatura è proibita, poiché aggrava l'ipossia e la malnutrizione della cornea. Condurre terapia etiologica locale e sistemica. Per ridurre la gravità dell'infiammazione, una soluzione allo 0,1% di diclofenac sodico viene instillata nella cavità congiuntivale 3-4 volte al giorno. La limitazione dell'ulcera si ottiene estinguendo meccanicamente l'ulcera con una soluzione alcolica all'1% di verde brillante e, in alcuni casi, si esegue la crio-termocoagulazione dei bordi e del fondo dell'ulcera. Con la minaccia di perforazione della cornea eseguire cheratoplastica terapeutica. Nella fase di pulizia delle ulcere si usano farmaci che migliorano la rigenerazione della cornea (ad esempio il 20% di gel di solcoseryl?). Per cicatrici più dolci utilizzando glucocorticoidi locali.

Spesso la cheratite si presenta con complicanze. A causa della malnutrizione della cornea, i vasi dei tessuti circostanti si sviluppano con la formazione di una superficiale (Fig. 9.1), profonda (Fig. 9.2) o di una vascolarizzazione mista (Fig. 9.3). Complicazione terribile della cheratite - perforazione della cornea e sviluppo di endoftalmite. Dopo la perforazione della cornea rimangono le sinechie anteriori (fusione dell'iride con la cornea). La sinechia impedisce il deflusso del fluido intraoculare all'angolo della camera anteriore, che porta allo sviluppo del glaucoma secondario. Alla violazione dell'iride, si forma una fistola corneale nel foro della perforazione.

Nel risultato della cheratite si forma opacità corneale, che può avere gravità diversa:

• Cloudlet: una sottile opacità traslucida e limitata di un colore grigiastro, invisibile a occhio nudo. Quando posizionato nella zona ottica, la visione è leggermente ridotta.

• Sfocatura: uno sbiancamento più denso e limitato di un colore biancastro, determinato da un esame esterno. Una volta posizionato nella zona ottica, la visione viene significativamente ridotta.

Fig. 9.1. Vascolarizzazione superficiale della cornea. Opacità corneale (spot)

Fig. 9.2. Vascolarizzazione della cornea profonda Cheratite metaherpetica

Fig. 9.3. Vascolarizzazione mista della cornea Cheratite tubercolare profonda e diffusa

Fig. 9.4. Cornea belmo

• Belmo - persistente, grigio chiaro o bianco, opacizzazione densa della cornea, che occupa l'intera o quasi l'intera cornea (Fig. 9.4). Provoca la perdita della vista significativa o completa.

Ulcera corneale strisciante

Gli agenti causali della malattia sono cocchi e un bacillo pseudo-pus. Infiltrare appare nella cornea centrale, che si diffonde rapidamente. Ha le caratteristiche: un bordo dell'infiltrato è minato, rialzato, a forma di mezzaluna, bruscamente infiltrato. Il bordo opposto dell'ulcera si purifica gradualmente, viene epitelizzato e i vasi crescono dentro di esso. Già all'inizio della malattia

rilevare i segni di iridociclite (Fig. 9.5). Il trattamento viene effettuato secondo i principi sopra descritti.

Ulcera corneale catarrale (cheratite regionale)

In congiuntivite infettiva o blefarite, infiltrazioni puntiformi possono formarsi lungo la periferia della cornea. Gli infiltrati possono fondersi e ulcerarsi. La malattia è un corso torpido particolare. Il trattamento ha lo scopo di eliminare il processo causale (congiuntivite o blefarite) e il trattamento delle ulcere corneali.

Fig. 9.5. Ulcera corneale strisciante

La malattia è causata da virus dell'herpes simplex o dell'herpes zoster. Le lesioni erpetiche della cornea sono le varianti più comuni della cheratite. Ci sono primaria (si verificano durante l'infezione iniziale del virus) e post-primaria (si verificano sullo sfondo di infezione virale latente) cheratite herpetic.

La cheratite primaria è combinata con danni alla pelle, congiuntiva e mucosa di altre aree del corpo. C'è una diminuzione pronunciata della sensibilità della cornea. Caratteristica è la vascolarizzazione corneale precoce abbondante.

La cheratite post-primaria si sviluppa dopo il superraffreddamento del corpo, gravi malattie comuni, sullo sfondo di una ridotta immunità. Di regola, un occhio è interessato. Non caratterizzato da danni alla mucosa e alla pelle delle palpebre, la crescita dei vasi sanguigni nella cornea. Quando il primo attacco di solito sviluppa forme superficiali di cheratite e con ricadute profonde.

• Le forme superficiali sono caratterizzate da infiltrati di punti subepiteliali e vescicole che si aprono con la formazione di erosione sotto forma di rametto di una cheratite ad albero (Figura 9.6).

• Le forme profonde sono combinate con iridociclite e possono presentarsi in due varianti. La cheratite metaherpetica è caratterizzata da

l'impostazione di un'ulcera ampia con bordi lankartoobnymi. La cheratite discoide si presenta con un infiltrato grigiastro-biancastro negli strati profondi della cornea con contorni chiari. La terapia etiotrope comprende l'uso locale e sistemico di farmaci antivirali: antimetaboliti (3% acyclovir unguento), interferone e interferonogeni.

Fig. 9.6. Cheratite erpetica ad albero

Cheratite sifilitica (parenchimale)

La malattia è causata da sifilide congenita o acquisita. Nella sifilide congenita, entrambi gli occhi sono colpiti, con la sifilide acquisita, di solito l'infiammazione si verifica in un occhio e procede più facilmente. In casi tipici, il decorso ciclico della cheratite è caratteristico: infiltrazione, vascolarizzazione, riassorbimento. Il periodo di infiltrazione inizia con la comparsa di lesioni puntiformi nel parenchima della cornea alla periferia. A poco a poco, gli infiltrati occupano l'intero parenchima, appare una profonda vascolarizzazione, compaiono i sintomi dell'iridociclite. La malattia progredisce per un periodo di 2-3 mesi, quindi inizia un periodo di riassorbimento che dura 1-2 anni. In casi favorevoli, l'acuità visiva viene ripristinata a 0.4-1.0.

Il trattamento viene effettuato in collaborazione con il venereologo secondo gli schemi stabiliti. Il trattamento topico è mirato al riassorbimento degli infiltrati e alla riduzione dell'iridociclite. Con bassa acuità visiva, è indicata la cheratoplastica penetrante.

Sviluppato con metastasi ematogene di Mycobacterium tuberculosis o a causa di una reazione allergica a loro.

La cheratite da tubercolosi metastatica è lenta, i periodi di remissione si alternano a periodi di esacerbazione. Un occhio è interessato Alla fine della vera cheratite tubercolare si forma un vampiro vascolarizzato persistente.

• La cheratite diffusa profonda è caratterizzata da una diffusa infiltrazione degli strati medi e profondi della cornea.

• Cheratite limitata profonda. Gli infiltrati si trovano negli strati posteriori della cornea vicino alla membrana di Descemet.

• La cheratite sclerosante si sviluppa con sclerite profonda. Gli infiltrati giallo-bianchi si sono lentamente diffusi dal limbus al centro della cornea.

La cheratite allergica tubercolare inizia in modo acuto, quindi prende un decorso prolungato con ricadute. La malattia è più comune tra i 3-15 anni. È caratterizzato da un'eruzione di piccoli flakten multipli (bilioni) o più grandi (solitari) sulla cornea. Accompagnato da una marcata iniezione pericorneale e vascolarizzazione superficiale sotto forma di raggi.

La scelta della terapia generale per la tubercolosi è determinata dal medico della tubercolosi. Il trattamento locale ha lo scopo di sopprimere il processo infiammatorio nell'occhio, il riassorbimento degli infiltrati, riducendo gli effetti dell'iridociclite.

CAMBIAMENTI NELLA FORMA E QUANTITÀ DI CORNO

Un aumento del diametro della cornea è di natura genetica. Il tipo di ereditarietà è autosomica recessiva. La malattia è caratterizzata da un grande diametro della cornea (più di 11 mm), una camera anteriore profonda, ipoplasia dell'iride, iridio, una sublussazione della lente. Spesso combinato con le manifestazioni epiche e comuni: ritardo mentale, microcefalia, bassa statura, sviluppo motorio ritardato, ipotensione muscolare.

La riduzione congenita del diametro della cornea si verifica spesso sullo sfondo del microftalmo, tuttavia, è possibile ridurre il diametro della cornea con le dimensioni normali del bulbo oculare. La piccola cornea congenita (diametro della cornea inferiore a 9 mm) può essere patologia singola o bilaterale, spesso associata a astigmatismo e cataratta.

Cornea sferica (cheratoglobus)

Cornea sferica - protrusione sferica congenita e assottigliamento della cornea a causa dello sviluppo compromesso del tessuto mesodermico (Fig. 9.7). La malattia inizia nell'infanzia, combinata con miopia e astigmatismo. La cornea ha una forma convessa dappertutto, spesso rivela un aumento del suo diametro.

Cornea conica (cheratocono)

La malattia è associata al sottosviluppo del tessuto mesodermico, il tipo di eredità è autosomica recessiva. Il cambiamento della forma della cornea è bilaterale. Inizia all'età di 10-18 anni e di solito progredisce per un periodo di 5 anni. I pazienti lamentano una diminuzione graduale della vista, una distorsione della forma degli oggetti, frequenti cambi di punti e la difficoltà della loro selezione. Un esame rivela un aumento della capacità rifrattiva della cornea, astigmatismo anormale e un cambiamento nella forma della cornea. Il centro della cornea agisce su un'area limitata. Quando la biomicroscopia richiama l'attenzione sull'approfondimento della camera anteriore, riducendo lo spessore della cornea e l'aspetto di sottili strisce verticali sulla superficie posteriore della cornea (incrina la membrana di Descemet). Con la comparsa di grandi crepe, si sviluppa una complicazione del cheratocono - cheratocono acuto, che è caratterizzato da un forte rigonfiamento della cornea, dal suo annebbiamento, da una significativa diminuzione della vista. Nell'esito del cheratocono acuto rimane una opacizzazione corneale persistente.

Trattamento. I cambiamenti delle dimensioni della cornea non richiedono un trattamento speciale. Nel cheratoglobus e cheratocono grave viene utilizzata la cheratoplastica di salvataggio. Lo sviluppo dell'ametropia viene eliminato con l'aiuto dello spettacolo o della correzione del contatto.

Fig. 9.7. cheratoglobo

TRATTAMENTO CHIRURGICO DELLE MALATTIE DELL'OCCHIO

Cheratectomia - rimozione di piccole opacità superficiali della cornea centrale. Prodotto chirurgicamente o utilizzando un laser ad eccimeri. Il difetto formato dopo l'operazione si chiude dopo l'operazione. Nel periodo postoperatorio, i preparati riparativi, i farmaci antinfiammatori antibatterici e non steroidei sono usati localmente.

Cheratoplastica (trapianto di cornea). Il cadavere del donatore della cornea umana, conservato in vari modi (congelamento, essiccamento, conservazione in supporti speciali), viene utilizzato come innesto. Requisiti per la cornea del donatore con cheratoplastica passiva più rigorosa. Cercano di usare un cadavere della cornea, conservato per non più di 1 giorno dopo la morte del donatore senza conservazione. Nel periodo postoperatorio, i glucocorticoidi e talvolta i citostatici sono ampiamente utilizzati per ridurre il rischio di rigetto del trapianto.

A seconda dello scopo dell'operazione, si distinguono i seguenti tipi di cheratoplastica:

- la cheratoplastica ottica viene utilizzata per ripristinare la trasparenza della cornea;

- cheratoplastica terapeutica viene eseguita in pazienti con malattie corneali acute (con cheratite, cheratocono acuto, lesioni) per salvare l'occhio. In questo caso, l'innesto trasparente dell'innesto è raro, quindi il secondo stadio viene eseguito con cheratoplastica ottica;

- la cheratoplastica migliorativa ha lo scopo di rafforzare i tessuti corneali e migliorare le condizioni per la successiva cheratoplastica ottica;

- la cheratoplastica refrattiva aiuta a correggere l'ametropia modificando il potere ottico della cornea.

Esistono due metodi di cheratoplastica: stratificati e trasversali.

- la cheratoplastica stratificata viene eseguita con opacità corneali superficiali. Tecnica di operazione: la parte superficiale della cornea torbida viene tagliata e sostituita con un innesto di forma, dimensione e spessore simili;

- la cheratoplastica penetrante consiste nell'asportazione e nella sostituzione di tutti gli strati della cornea (Fig. 9.8). A seconda dell'area di escissione, si distinguono un parziale (sostituire una sezione con un diametro di 2-4 mm), subtotale (più di 5 mm) e totale (sostituire l'intera cornea) cheratoplastica penetrante. Assegna biologico

e risultati funzionali

• Il risultato biologico è determinato dalla trasparenza dell'innesto trapiantato.

• Risultato funzionale: il grado di ripristino delle funzioni visive. Dipende non solo dalla trasparenza dell'innesto, ma anche dalla sicurezza della funzione della retina e del nervo ottico.

Keratoprosthetics - sostituzione di una cornea torbida con un materiale plastico biologicamente inerte. Le cheratoprotesi possono essere passanti e non attraverso (figura 9.9). Questo metodo viene utilizzato quando il rischio di sopravvivenza del trapianto opaco è elevato (in caso di distrofia bollosa, scariche vascolarizzate post-ustione).

Fig. 9.8. Immagine biomicroscopica della cornea dopo la penetrazione della cheratoplastica

Fig. 9.9. Immagine biomicroscopica della cornea dopo cheratoprotesici

Perché si sviluppa la cheratite e come può essere curata questa malattia

L'infiammazione della cornea è chiamata cheratite. I cambiamenti sono espressi sotto forma di torbidità, un netto calo della vista e persino la sua perdita. La malattia è pericolosa nello sviluppo di gravi complicanze e necessita di cure urgenti. L'infiammazione dell'occhio della cornea viene spesso confusa con la congiuntivite, perché è necessario conoscere i suoi primi sintomi e in tempo per cercare un aiuto medico.

Infiammazione corneale

La malattia si verifica per diversi motivi, ma ogni persona in assenza del trattamento corretto ha il rischio di cecità. La cornea è la parte anteriore del guscio esterno dell'occhio umano, svolge molte funzioni importanti. La visione normale dipende in gran parte dallo stato del guscio trasparente, poiché ogni opacità, i cambiamenti nella sua struttura dovuti alla cheratite portano a processi irreversibili.

L'infiammazione può essere di origine infettiva e traumatica.

Il processo infiammatorio penetra facilmente all'interno dell'occhio, lasciandosi dietro una macchia o cicatrici. La malattia si manifesta con dolore nell'occhio affetto, ulcerazione e arrossamento. I vasi sanguigni crescono nella cornea durante il processo infiammatorio, che lo fa appannare. Normalmente, la cornea è pulita, ma tale fenomeno è necessario durante la malattia per il riassorbimento precoce dell'infiltrato.

La cheratite in una fase precoce può essere curata, evitando gravi conseguenze per gli occhi. A seconda del grado di lesioni corneali, si può distinguere la cheratite superficiale e profonda. Con una visione superficiale della malattia, le cicatrici non rimangono.

I sintomi della malattia

La cheratite ha diverse forme e segni, ma ci sono anche sintomi generali, la cui presenza dovrebbe essere un motivo urgente per andare dal medico:

  • aumento della lacrimazione;
  • ridotta trasparenza della cornea;
  • riduzione del gloss;
  • paura della luce;
  • le palpebre si gonfiano a causa del gonfiore della cornea;
  • vari infiltrati;
  • blefarospasmo.

Nell'occhio del paziente c'è sempre la sensazione di un corpo estraneo e i vasi sanguigni sono infiammati. Nella fase successiva, piccole ulcere compaiono nei tessuti e una spina nella membrana trasparente. L'infiammazione della cornea senza trattamento penetra facilmente in tutte le altre parti dell'organo visivo sano.

Cause di infiammazione della cornea

Varie infezioni spesso causano grave infiammazione della cornea. Tra le più comuni malattie causate dal virus dell'herpes, funghi, protozoi, infezioni da clamidia e parassitarie. Le ragioni per le quali il processo infiammatorio può svilupparsi sono le seguenti:

  • debole immunità;
  • raffreddori frequenti;
  • la presenza di adenovirus nel corpo;
  • funghi parassitari;
  • vari batteri, tra cui lo Staphylococcus aureus;
  • ustioni;
  • lesioni e ottenere un corpo estraneo negli occhi.

Lenti e cura impropria per loro possono anche portare allo sviluppo del processo infiammatorio. La cattiva alimentazione, la mancanza di vitamine e minerali nel corpo provoca la malattia. La cheratite traumatica si verifica a causa di varie lesioni. L'allergia colpisce anche l'insorgenza della malattia. Inoltre, alcune malattie, ad esempio il diabete, la gotta provocano l'infiammazione della cornea.

Tipi di cheratite

La malattia oculare descritta ha diverse forme a seconda dell'agente causale della malattia.

Cheratite fungina

Una delle forme più complesse di cheratite è un'infezione fungina, dal momento che è difficile da diagnosticare e curare nel tempo. A causa di un trattamento errato, questo tipo di infiammazione della cornea porta spesso a gravi problemi alla vista. L'infezione fungina penetra in profondità nell'occhio, dove è molto più difficile toccarla con l'aiuto delle solite medicine. La malattia è innescata da oggetti esterni nell'occhio o da un intervento chirurgico.

Primavera keratoconjunkit

In primavera, con la sconfitta della congiuntiva dell'occhio e della cornea, si verifica cheratocongiuntivite. La causa della malattia può essere una tendenza alle allergie a causa di irritanti esterni.

Cheratite batterica

Un altro tipo acuto di lesione corneale è la cheratite batterica. Questa forma della malattia si verifica più spesso ed è superficiale e profonda. Quando i microbi penetrano nell'occhio, si formano ulcere e cicatrici. Con questo tipo di cheratite è impossibile lavorare e condurre una vita normale, e il trattamento tardivo porterà alla parziale o completa perdita della vista. Molto spesso, varie lesioni dell'organo visivo e l'uso quotidiano delle lenti a contatto portano a questo stato.

Cheratite da oncocercosi

La sconfitta della parte anteriore e posteriore dell'occhio a causa di una reazione allergica nel corpo provoca la cheratite da oncocercosi. In futuro, la malattia porta alla sclerosi dell'occhio.

Ulcera corneale strisciante

Nella grave ulcerazione della cornea, l'ulcera strisciante si forma a causa di lesioni dello strato superficiale. Questo tipo di cheratite è preceduta da infiammazione purulenta. La malattia è molto pericolosa, caratterizzata da un forte dolore agli occhi, gonfiore e arrossamento e forme infiltrate sulla superficie della cornea. Alto rischio di rottura del guscio esterno danneggiato. Anche con un trattamento efficace negli occhi, il paziente rimane torbido.

Cheratite non ulcerosa

Con il contatto costante con le lenti e i microbi nell'occhio, si sviluppa la forma non ulcerata di cheratite. Tra i sintomi emettono gonfiore, arrossamento.

fotocheratite

Le persone che sono a contatto con radiazioni naturali o artificiali per lungo tempo, come i saldatori, hanno il rischio di sviluppare un processo infiammatorio nella cornea a causa di una grave ustione. I primi segni di fotocheratite appaiono sotto forma di ritagli e disagio agli occhi. Poiché il guscio superiore chiamato cornea non è protetto da nulla, è principalmente influenzato dai raggi nocivi.

Metodi di trattamento della malattia

Nella maggior parte dei casi, un paziente con cheratite è ricoverato in ospedale. Le opzioni di trattamento dipendono dalla causa e dalla forma della malattia. Il corso della terapia è spesso lungo e non è sempre possibile ottenere risultati positivi. Cheratite è una malattia così grave che spesso anche con un trattamento tempestivo sulla cornea rimane una spina.

Per infiammazioni infettive della cornea, sarà necessario assumere sostanze antibatteriche ad ampio spettro (gatifloxacina, levofloxacina, moxifloxacina, ofloxacina), agenti antivirali e antifungini. Nella forma erpetica della malattia prescritta gocce Ophthalmoferon con una lacrima artificiale. Tutti i farmaci vengono prima prescritti sotto forma di collirio, compresse e unguenti, ma se non vi è alcun effetto dalla terapia, la sostanza viene somministrata per iniezione e per via endovenosa.

Nel trattamento della cheratite non può fare a meno di farmaci anti-infiammatori, disinfezione oculare e farmaci per alleviare il dolore con l'azione locale.

Applicare gocce di Tobrex contro la cheratite batterica per adulti e bambini. L'infiammazione e il dolore possono essere alleviati da Indocallir, che appartiene al gruppo di farmaci anti-infiammatori non steroidei. Si adatta bene alla cheratite ulcerativa Lamifaren-gel a base di alghe di alghe.

Sarà necessario uno strappo artificiale se si sente un corpo estraneo negli occhi. Inoltre, Korneregel affronta bene il disagio, è spesso utilizzato dai saldatori nel loro lavoro. Gli agenti ormonali sono prescritti quando non ci sono danni meccanici e lesioni alla cornea. Se la causa del processo infiammatorio è un'allergia, è sufficiente assumere antistaminici.

La cheratite è una malattia molto complessa che non è sempre suscettibile di trattamento tradizionale. Se i farmaci non danno l'effetto desiderato, la medicina moderna offre cheratoplastica o rimozione della cornea con la sua sostituzione con artificiale. Molti tipi di malattie ricompaiono, distruggendo sempre più il guscio esterno dell'occhio. Con un trattamento tempestivo da parte del medico, è possibile evitare molte complicazioni e salvare una visione preziosa.

Malattie corneali. Diagnosi e trattamento

La cornea è una conchiglia trasparente e avascolare del bulbo oculare, che è una continuazione della sclera. Grazie a lei, la luce può cadere negli strati più profondi dell'occhio.

La cornea sembra una lente concava-convessa con un diametro di circa 10 millimetri. Differisce in bassa temperatura, ma alta sensibilità tattile e al dolore.

Le malattie della cornea rappresentano un quarto di tutte le malattie degli occhi. Il pericolo di malattie della cornea è che senza un trattamento adeguato una persona può perdere rapidamente la vista!

La cornea è composta da 5 strati:

  • lo strato superficiale è costituito da cellule epiteliali squamose, che è una continuazione della congiuntiva (è altamente vulnerabile);
  • la placca marginale anteriore è attaccata vagamente all'epitelio, quindi, con le più piccole deviazioni, viene rapidamente respinta. A danno di gabbie non è restaurato, e rapidamente cresce torbido;
  • stroma - il guscio più spesso della cornea, contiene circa 200 strati di fibrille di collagene, tra le quali è il componente di collegamento della mucoproteina;
  • Membrana di Descemet - placca di confine posteriore (strato esente da cellule), dalla quale si formano tutte le cellule della cornea;
  • endotelio - la parte interna del guscio che protegge lo stroma dall'umidità negli occhi.

Funzioni corneali:

  • protezione degli occhi (la cornea è abbastanza forte e può recuperare rapidamente);
  • la rifrazione della luce (la cornea fa parte del sistema ottico dell'occhio, grazie alla sua sfericità e trasparenza, conduce e rifrange i raggi di luce);
  • mantenendo la forma dell'occhio

Se danneggiata, la cornea inizia a diventare torbida, causando una diminuzione della vista. Nella cornea, i processi infiammatori iniziano e continuano per molto tempo.

Malattie corneali

Le malattie corneali dell'occhio possono essere acquisite e congenite.

Tipi di malattie corneali:

  • traumi;
  • cheratite;
  • violazioni delle dimensioni e della forma del guscio della cornea;
  • lesioni degenerative e distrofiche, ecc.

lesioni

Il danno alla cornea può verificarsi nel processo di ottenere un oggetto estraneo negli occhi.

Questi possono essere granelli di sabbia, trucioli di metallo, trucioli di legno. Secondo il grado di penetrazione ci sono ferite profonde e superficiali.

Con una ferita superficiale, oggetti estranei si trovano negli strati esterni dell'occhio e della cornea, e per ferite profonde - nella profondità del bulbo oculare. In alcuni casi, quando l'occhio è ferito, si sviluppa l'erosione della cornea.

Sul nostro sito web è possibile trovare informazioni più complete sulla diagnosi di lesioni oculari e metodi di rimozione di un corpo estraneo.

cheratite

La cheratite è una delle malattie più comuni della cornea, che porta ad un annebbiamento della cornea e alla compromissione della vista. La cheratite causa infezioni da conchiglie vicine. I medici distinguono i seguenti tipi di questa patologia:

  • cheratite endogena (che si sviluppa sullo sfondo di malattie infettive e sistemiche);
  • cheratite esogena (infezioni, ustioni, lesioni).

Quando la cheratite può essere osservata i seguenti sintomi: grave lacrimazione, intolleranza alla luce intensa, blefarospasmo, sensazione di corpo estraneo negli occhi.

Leggi di più sulla cheratite qui.

Violazione delle dimensioni e della forma della conchiglia

Si possono distinguere le seguenti malattie della cornea associate a cambiamenti nella sua forma e dimensione.

La megacornea è una malattia genetica in cui la cornea diventa più grande del normale, le sue dimensioni raggiungono i 10 mm.

Microcornea - la cornea, al contrario, è troppo piccola, circa 5 mm, in termini di dimensioni. Ciò porta ad una diminuzione del bulbo oculare. In questa condizione si sviluppano opacità corneali e glaucoma.

Cheratoglobus - protrusione sferica congenita della cornea dovuta alla rottura dello sviluppo del tessuto mesodermico. L'infiammazione inizia a manifestarsi durante l'infanzia, combinata con miopia e astigmatismo. La cornea diventa convessa dappertutto, si osserva un aumento del suo diametro.

Il cheratocono è una malattia ereditaria in cui la forma della cornea cambia, diventa conica. Ciò è dovuto al diradamento del centro della membrana corneale e alla perdita di elasticità della camera anteriore dell'occhio.

La patologia si verifica a 11-12 anni di età ed è accompagnata da astigmatismo, che non è curabile. Con questa malattia, il grado e l'asse dell'astigmatismo cambiano continuamente, quindi è necessario regolare nuovamente le lenti ogni volta. Con il forte sviluppo del cheratocono, la lente non può più essere trattenuta sulla cornea.

Nel caso di un forte grado di cheratocono e cheratoglobus, è indicato il trattamento chirurgico per la rimozione di una parte della cornea - la cheratoplastica subtotale penetrante.

Distrofia della cornea

La distrofia corneale è una malattia congenita, accompagnata da un rapido sviluppo e da un annebbiamento corneale. I medici identificano diverse forme: chiazzate, nodulari, reticolari, distrofie miste, ecc.

La distrofia corneale può essere primaria e secondaria. Nella distrofia primaria, la malattia di solito cattura entrambi gli occhi, si sviluppa piuttosto lentamente ed è quindi difficile da rilevare.

La distrofia secondaria è solitamente unilaterale e si sviluppa sullo sfondo di lesioni, malattie o operazioni oftalmologiche.

Con questa patologia, la sensibilità della cornea dell'occhio si deteriora.

La diagnosi microscopica della cornea nel mezzo della cornea può mostrare leggera torbidità sotto forma di strisce e piccole macchie. Gli strati profondi dell'epitelio non sono interessati.

Se la patologia si manifesta nell'adolescenza, all'età di 40 anni, si verificano miopia, blefarospasmo e fotofobia.

Diagnosi di patologia corneale

La diagnosi delle malattie della cornea include i seguenti metodi:

  • biomicroscopia oculare;
  • keratopografiya;
  • microscopia confocale.

Trattamento chirurgico delle malattie della cornea

Il trattamento chirurgico della cornea può avvenire utilizzando diversi metodi, che descriviamo in maggior dettaglio.

La reticolazione corneale è un'operazione progettata per trattare il cheratonus. Con questa manipolazione, lo strato superiore della cornea viene tagliato, quindi gli occhi vengono irradiati con luce ultravioletta, trattati con gocce antibatteriche. Entro 3 giorni dall'intervento, devi sempre indossare lenti speciali.

Cheratectomia - rimozione di piccole opacità superficiali della parte centrale della cornea. Viene eseguita un'operazione chirurgica, probabilmente un trattamento laser dell'erosione corneale. Il difetto risultante dopo l'operazione cresce indipendentemente.

Cheratoplastica (trapianto di cornea) viene utilizzata nei seguenti casi:

  • in violazione della trasparenza della cornea;
  • con astigmatismo;
  • in caso di lesioni agli occhi, cheratocono acuto, cheratite, ecc.;
  • rafforzare il tessuto corneale e migliorare le condizioni per la successiva cheratoplastica ottica.

Esistono 2 metodi di cheratoplastica: stratificati e trasversali.

La cheratoplastica stratificata viene eseguita con opacità corneali superficiali. La superficie della cornea viene tagliata e sostituita con un innesto di forma, dimensioni e spessore simili.

Attraverso la cheratoplastica consiste nell'asportazione e nella sostituzione di tutti gli strati della cornea. A seconda dell'asportazione, un'escissione parziale è divisa (l'area è inferiore a 2-4 mm), la cheratoplastica subtotale (più di 5 mm) e la chirurgia totale (l'intera cornea).

Keratoprosthetics - sostituzione di una cornea torbida con un materiale plastico biologicamente inerte.

Gli oftalmologi della clinica medica sono sempre felici di aiutarti con la cornea e altre malattie degli occhi.

Ricorda che la diagnosi precoce di qualsiasi patologia degli occhi è una garanzia di rapido recupero e conservazione della buona visione!

Se avete domande, chiamateci per telefono:

+7 (495) 604-12-12

Gli operatori del contact center ti forniranno le informazioni necessarie su tutte le domande che ti interessano.

È inoltre possibile utilizzare i moduli seguenti per porre una domanda al nostro specialista, fissare un appuntamento presso la clinica o ordinare una richiamata. Fai una domanda o indica un problema con il quale desideri contattarci, e ti contatteremo per chiarire le informazioni il prima possibile.

Occhi cheratite

La cheratite dell'occhio è una malattia oftalmologica comune che è accompagnata da un'infiammazione della cornea degli organi della vista. Il pericolo di cheratite è che un decorso prolungato della malattia può compromettere la visione del paziente e portare ad un annebbiamento della cornea oculare. Secondo le statistiche, la quota di cheratite tra tutte le patologie infiammatorie oculari è del 5-6%.

cause di

Ci sono molti fattori in grado di provocare lo sviluppo della cheratite e tutti sono diversi. Ad esempio, vari fattori esterni o fisici, danni meccanici alla testa e agli organi visivi, penetrazione di microrganismi patogeni nella cornea possono causare infiammazioni della cornea. Spesso lo sviluppo della malattia porta a una reazione allergica del corpo o alla carenza di vitamine. Cheratite può anche verificarsi sullo sfondo di uso a lungo termine di alcuni potenti farmaci.

Sulla base di quanto sopra, possiamo identificare le cause più comuni di cheratite dell'occhio:

  • lo sviluppo di infezioni (fungine, batteriche, virali o protozoi);
  • penetrazione del corpo alieno nella congiuntiva;
  • impatto negativo sulla cornea di una fonte di luce molto luminosa. Di regola, questo succede con i saldatori;
  • mancato rispetto dell'igiene personale quando si indossano lenti a contatto;
  • danno meccanico alla cornea a causa di lesioni;
  • sviluppo della sindrome dell'occhio secco, in cui gli organi della vista del paziente perdono la capacità di produrre una lacrima naturale.

Suggerimento: Non è sempre possibile per i medici determinare la causa esatta dello sviluppo della cheratite. In tali casi, anche le procedure diagnostiche eseguite con l'uso di moderne apparecchiature mediche non consentono ai medici di determinare in modo affidabile la causa.

Forme della malattia

Esistono diversi tipi di cheratite dell'occhio, che differiscono tra loro per le loro cause e caratteristiche. Tipi di cheratite:

  • superficiale;
  • fungine;
  • eretico virale;
  • batterica;
  • virale (comune).

Tutti questi tipi di patologia possono essere profondi o superficiali. Ora considera ciascuno di loro separatamente.

superficie

Di norma, l'aspetto superficiale della cheratite si sviluppa sullo sfondo dell'infiammazione della mucosa degli occhi o delle palpebre del paziente e agisce come una complicazione di queste malattie. In rari casi, la cheratite superficiale si verifica con lo sviluppo di meibomite - una malattia oftalmologica acuta, accompagnata da infiammazione delle ghiandole di Meibomio, che sono nello spessore di un secolo. Di solito questa forma è abbastanza difficile da trattare.

fungine

Molto spesso, questa forma di cheratite si verifica a seguito dell'uso a lungo termine di potenti farmaci che appartengono al gruppo delle penicilline. Lo sviluppo di patologie può indicare arrossamento dell'occhio del paziente, comparsa di dolore acuto, ecc. Ignorare questi segni può portare a una diminuzione dell'acuità visiva o alla comparsa di un pugno nell'occhio.

Herpes virale

Questo tipo di cheratite nelle persone viene anche chiamato albero. La ragione principale del suo sviluppo è il virus dell'herpes, che ha contagiato tutte le persone sul pianeta, ma solo dopo l'attivazione del virus, il paziente sviluppa sintomi. La patologia colpisce la maggior parte degli strati della cornea del paziente, che richiede un trattamento lungo e complesso. Secondo le statistiche, tra tutte le lesioni dell'occhio erpetico, la cheratite da herpes è diagnosticata in quasi l'80% dei pazienti. Di norma, la malattia colpisce gli organi visivi di persone di 5 anni.

Cheratite erpetica primaria

batterico

Lo sviluppo della forma batterica della cheratite è influenzato da microrganismi patogeni, in particolare i batteri della spirocheta pallida, la pylori della pidosi e lo stafilococco aureo. Ma oltre ai batteri, una banale inosservanza dell'igiene personale può portare al verificarsi di patologie. Prima di tutto, riguarda le persone che indossano lenti a contatto.

globale

Un altro tipo di infiammazione della cornea, noto come cheratite virale. Ci sono molti fattori diversi che contribuiscono al suo sviluppo. I più comuni sono una diminuzione del sistema immunitario del paziente e l'infezione da adenovirus, che si verifica più spesso con ODS, morbillo o varicella.

Sintomi caratteristici

Indipendentemente dalla forma o dalla causa dello sviluppo, la cheratite ha sintomi standard che si verificano in tutti i pazienti. Questi includono:

  • sensibilizzazione della cornea (quelle aree che non sono state danneggiate);

Sintomi soggettivi di cheratite

  • ulcere corneali;
  • ridotta acuità visiva o altri problemi agli occhi;
  • il pus o il muco inizia a fluire dal sacco congiuntivale;
  • arrossamento del guscio oculare (iperemia);
  • opacizzazione corneale (può essere superficiale o grossolana);
  • lo sviluppo della sindrome corneale, che è accompagnata da dolore nell'occhio colpito, spasmodica spremitura delle palpebre e aumento della lacrimazione.

Ulteriori segni di cheratite

La cheratite è una malattia grave che non può essere ignorata o lanciata in alcun modo, in quanto ciò può portare a gravi complicazioni. Se notate in voi stessi o nei vostri cari l'aspetto dei sintomi di cui sopra, dovreste immediatamente cercare l'aiuto di un medico. Solo un oftalmologo qualificato, dopo aver effettuato un esame diagnostico, sarà in grado di fare una diagnosi accurata e di prescrivere il trattamento appropriato.

Funzioni diagnostiche

La diagnostica gioca un ruolo importante nel processo di trattamento, poiché se è stata eseguita in modo errato e il medico ha fatto una diagnosi sbagliata, al paziente verranno prescritti farmaci sbagliati. Questo rallenterà il processo di terapia. Pertanto, la diagnosi dovrebbe essere effettuata da uno specialista qualificato. I metodi di ricerca più comuni ed efficaci includono la biomicroscopia oculare - una procedura diagnostica con la quale è possibile determinare il grado di danno alla cornea dell'occhio. Condurre biomicroscopia consente di identificare i sintomi della cheratite oculare in una fase precoce dello sviluppo della patologia.

Inoltre, il medico può prescrivere altre procedure diagnostiche al paziente, tra cui:

  • metodo di microscopia a specchio;
  • analisi del sangue di laboratorio;
  • metodi di ricerca immunologica (condotti per identificare patogeni di patologie infettive);
  • esame citologico del tessuto epiteliale della cornea.

Sulla base dei dati ottenuti, il medico sarà in grado di fare una diagnosi accurata e di prescrivere un corso di terapia. Solo così possiamo procedere alla fase successiva sulla strada del recupero - trattamento.

Come trattare

A seconda della gravità, delle cause dello sviluppo e del tipo di malattia, il corso della terapia può variare. Ad esempio, se c'è una leggera patologia, il trattamento della cheratite dell'occhio può essere eseguito a casa, ma a condizione che durante l'intero processo il medico curante monitorerà il processo. Lo sviluppo di una forma grave della malattia richiede un trattamento in un ospedale. Per ottenere il massimo effetto, i medici prescrivono un trattamento complesso, che include l'assunzione di diversi tipi di farmaci, la fisioterapia e l'uso della medicina tradizionale. Ora su ciascuno dei metodi in modo più dettagliato.

Trattamento farmacologico

Se la causa della patologia era un virus, il medico prescrive farmaci antivirali, il più efficace dei quali è Immunoglobulin, un medicinale prodotto sotto forma di colliri. Inoltre, la terapia complessa può includere immunomodulatori, il cui compito principale è quello di rafforzare le proprietà immunitarie del paziente.

Suggerimento: La causa della cheratite può essere un herpevirus. In questo caso, il paziente non è strettamente raccomandato farmaci corticosteroidi. Altrimenti, c'è la probabilità di gravi complicazioni.

Applicazione di collirio

In rari casi, quando la terapia farmacologica è impotente, al paziente viene prescritto un intervento chirurgico di trapianto di cornea. Per prevenire possibili ricadute dopo l'intervento chirurgico, il medico introduce un vaccino antiherpetico. La terapia della forma batterica della cheratite dell'occhio consiste nel prendere farmaci antibatterici e unguenti speciali. Inoltre, se il trattamento è inefficace, può essere prescritto un intervento chirurgico.

Punti dopo trapianto di cornea

Oltre ai suddetti metodi di terapia farmacologica, il paziente può essere prescritto:

  • cheratoplastica;
  • stimolanti biogenici;
  • l'introduzione di soluzioni antisettiche;
  • blocco di novocaina, ecc.

Vale la pena notare che ci sono alcuni fattori sui quali dipende la prognosi del successo del recupero del paziente e la prevenzione di una possibile recidiva. Questi includono:

  • zona di infiltrazione (accumulo di elementi cellulari nei tessuti del corpo);
  • caratteristiche e natura dell'infiltrazione (presenza di impurità di linfa e sangue);
  • lo sviluppo di ulteriori complicanze della malattia o malattie correlate.

A condizione che le cure mediche siano fornite al paziente correttamente e in modo tempestivo, gli infiltrati risultanti vengono persi completamente. Poiché la cheratite si sviluppa negli strati profondi della cornea dell'occhio, la malattia spesso porta a un deterioramento della vista e, in rari casi, alla sua completa perdita.

Rimedi popolari

Spesso le persone usano la medicina tradizionale per integrare la terapia tradizionale. La corretta combinazione di tali metodi accelera il processo di recupero, ma se si utilizzano rimedi popolari, ciò non significa che si può rifiutare il trattamento farmacologico. Inoltre, tutte le azioni devono essere coordinate con il medico.

Tabella. Ricette della medicina tradizionale per gli occhi della cheratite.

Suggerimento: Nonostante la composizione utile di rimedi popolari e prodotti rispettosi dell'ambiente, si raccomanda di usarli per il trattamento della cheratite e di altre malattie dell'occhio solo dopo aver consultato un oculista. L'automedicazione (soprattutto se non si conosce la diagnosi esatta) può portare a gravi conseguenze.

Altri metodi

In rari casi, la cheratite può essere accompagnata da ulcerazione, che richiede un trattamento aggiuntivo:

  • cryoapplication dell'ulcera;
  • coagulazione laser;
  • diatermia;
  • elettroforesi;
  • fonoforesi.

Quando l'elettroforesi, i medici prescrivono vari dispositivi medici, tra cui enzimi, farmaci antibatterici e altri. Come supplemento alla terapia tradizionale, i medici spesso prescrivono farmaci ai pazienti che migliorano l'epitelizzazione della cornea. Di norma, tali fondi sono disponibili sotto forma di unguenti o gel. La composizione del corso terapeutico per gli occhi della cheratite può anche includere stimolanti biogenici, il cui compito principale è quello di rafforzare il sistema immunitario del paziente e normalizzare le funzioni rigenerative del corpo.

I medici, di regola, fanno ricorso a cornea di plastica alla presenza di un difetto cosmetico, una diminuzione affilata di acutezza visiva, così come nell'evento di una minaccia di perforazione. Ma se la malattia è stata identificata in modo tempestivo e il trattamento è stato prescritto correttamente, allora non è necessario ricorrere a tali metodi radicali di trattamento. Il trattamento farmacologico di solito è sufficiente.

Misure preventive

Per prevenire lo sviluppo di cheratite o altri problemi con gli organi della vista, è necessario attuare misure preventive. Prima di tutto, la prevenzione mira a salvare gli occhi da ogni tipo di lesioni e ferite, così come il trattamento tempestivo al medico se si sospetta lo sviluppo di qualsiasi malattia dell'occhio. Questo rivelerà la patologia in una fase iniziale di sviluppo, che accelererà significativamente il processo di guarigione.

Se si indossano lenti a contatto, le regole di igiene personale in questo caso devono essere rigorosamente rispettate. Cerca di evitare il contatto con vari prodotti chimici per evitare ustioni. In inverno e in primavera, devi rafforzare il tuo sistema immunitario. Questo eviterà molte malattie, inclusa la cheratite. In inverno, le infezioni virali sono piuttosto attive, perché durante questo periodo si consiglia di assumere complessi vitaminici, praticare sport e svolgere altre attività per rafforzare il sistema immunitario.

Prenditi cura della salute degli occhi, visita regolarmente un oftalmologo a scopo preventivo.

La cornea dell'occhio è una parte importante del sistema di visione, grazie alla quale una persona può vedere oggetti a diverse distanze. Se ignori i segni delle malattie degli occhi e non chiedi aiuto all'oculista in tempo, le conseguenze possono essere molto gravi, che vanno da una minorazione della funzione visiva ad una completa perdita della vista.

Cornea of ​​the eye: malattie, sintomi, trattamento. Infiammazione della cornea

La membrana avascolare trasparente del bulbo oculare è chiamata cornea. È una continuazione della sclera e sembra una lente concava convessa.

Caratteristiche strutturali

È interessante notare che in tutte le persone la cornea dell'occhio ha approssimativamente lo stesso diametro. È 10 mm, le tolleranze non superano 0,56 mm. Allo stesso tempo, non è rotondo, ma leggermente allungato in larghezza - la dimensione orizzontale di tutti è 0,5-1 mm più piccola di quella verticale.

La cornea dell'occhio è caratterizzata da dolore alto e tattile, ma allo stesso tempo bassa sensibilità alla temperatura. Consiste di cinque strati:

  1. La parte superficiale è rappresentata dall'epitelio piatto, che è una continuazione della congiuntiva. Se danneggiato, questo strato è facilmente ripristinato.
  2. Frontale di frontiera. Questo guscio è attaccato liberamente all'epitelio, quindi può essere facilmente respinto alla minima patologia. Non è rigenerato e in caso di danno diventa nuvoloso.
  3. Sostanza corneale - stroma. La parte più spessa del guscio, costituita da 200 strati di piastre contenenti fibrille di collagene. Tra loro c'è un componente di collegamento - le mucoproteine.
  4. La piastra del bordo posteriore è chiamata membrana di Descemet. Questo strato privo di cellule è la membrana basale per l'endotelio corneale. È da questa parte che si formano tutte le cellule.
  5. La parte interna della cornea è chiamata endotelio. È responsabile dei processi metabolici e protegge lo stroma dall'azione dell'umidità negli occhi.

Funzioni corneali

Per capire quanto siano pericolose le malattie di questo guscio oculare, è necessario sapere a cosa serve ea cosa è responsabile. Prima di tutto, la cornea dell'occhio svolge una funzione protettiva e di supporto. Ciò è possibile grazie all'elevata resistenza e alla capacità di ripristinare rapidamente il suo strato esterno. Ha anche un'alta sensibilità. Ciò è assicurato dalla rapida reazione delle fibre dei nervi parasimpatico e simpatico a qualsiasi irritazione.

Oltre alla funzione protettiva, fornisce anche la conduzione della luce e la rifrazione della luce negli occhi. Ciò è facilitato dalla sua caratteristica forma convessa-concava e dalla trasparenza assoluta.

Malattie corneali

Sapendo quanto sia necessario il guscio protettivo dell'occhio, le persone iniziano a monitorare più da vicino lo stato del loro apparato visivo. Ma subito si deve notare che ci sono sia malattie acquisite che anomalie del suo sviluppo. Se stiamo parlando di alcune caratteristiche congenite, nella maggior parte dei casi non richiedono cure.

Le malattie acquisite della cornea, a loro volta, si dividono in infiammatorie e distrofiche. Il trattamento della cornea inizia non prima di un'accurata diagnosi.

Anomalie dello sviluppo che non richiedono trattamento

Alcune persone hanno una predisposizione genetica ai cambiamenti nella forma e nella dimensione della cornea. L'aumento del diametro di questo guscio è chiamato megalocorne. Allo stesso tempo, le sue dimensioni superano gli 11 mm. Ma una tale anomalia può essere non solo congenita - a volte appare come il risultato di un glaucoma non compensato, che si è sviluppato in età abbastanza giovane.

Microcornea è una condizione in cui la dimensione di una cornea umana non supera i 9 mm. Nella maggior parte dei casi, è accompagnato da una diminuzione delle dimensioni del bulbo oculare. Questa patologia può essere acquisita come conseguenza della subatrofia del bulbo oculare, mentre la cornea diventa opaca.

Anche questo guscio esterno può essere piatto. Allo stesso tempo, la sua rifrazione è significativamente ridotta. Le persone con tali problemi hanno una propensione ad aumentare la pressione intraoculare.

Alcune persone hanno una condizione simile a una malattia chiamata arco senile. I medici chiamano questa opacizzazione a forma di anello dell'embrione tossico della cornea dell'occhio.

Anomalie dello sviluppo da correggere

Una delle caratteristiche della struttura della cornea è la sua forma conica. Questa patologia è considerata genetica e si chiama cheratocono. In questa condizione, il centro della cornea viene tirato in avanti. La ragione è il sottosviluppo del tessuto mesenchimale che forma questa membrana. Il danno corneale indicato non si manifesta dalla nascita - si sviluppa dall'età di 10-18 anni. È possibile sbarazzarsi del problema solo con l'aiuto della chirurgia.

Nell'infanzia si manifesta anche un'altra patologia dello sviluppo dell'occhio, cheratoglobus. La cosiddetta cornea sferica. In questo caso, non è la parte centrale della shell che viene allungata, ma le sue parti periferiche. Gonfiore acuto della cornea è anche chiamato edema degli occhi. In questo caso, la chirurgia è spesso raccomandata.

Malattie infiammatorie

Quando ci sono molti problemi con la cornea, la gente si lamenta di fotofobia, blefarospasmo, caratterizzato da battito di palpebre involontario e sensazione di corpo estraneo sotto le palpebre. Ad esempio, l'erosione della cornea è accompagnata da dolore che può diffondersi alla metà della testa in cui si trova l'occhio danneggiato. Dopotutto, qualsiasi danno all'integrità dell'epitelio sarà sentito come un corpo estraneo. Tutte le malattie infiammatorie sono chiamate cheratiti. I sintomi principali del loro aspetto includono arrossamento dell'occhio, alterazioni delle proprietà della cornea e persino ingrowth di vasi appena formati.

Classificazione della cheratite

A seconda delle cause dei problemi, ci sono diversi tipi di processi infiammatori che causano danni alla cornea dell'occhio. Il trattamento dipenderà esclusivamente da ciò che ha causato esattamente l'infiammazione.

I fattori esogeni includono tali lesioni fungine come l'actinomicosi e l'aspergillosi, le malattie batteriche delle appendici oculari e una serie di problemi virali.

Le cause endogene della cheratite comprendono carenza neurogena, carenza di vitamine e vitamine. Sono anche causati da infezioni specifiche: sifilide, brucellosi, tubercolosi, malaria e altri. Ma ci sono anche cause atipiche: cheratite filamentosa, erosione ricorrente, rosaceakeratite.

Fasi di cheratite

Il primo segno dell'inizio del processo infiammatorio è la comparsa di infiltrati. Trasparente e liscio nel normale guscio diventa ruvido e torbido. Allo stesso tempo diminuisce la sua sensibilità. Entro pochi giorni, le navi crescono nell'infiltrato che si è formato.

Nella seconda fase inizia l'erosione della cornea e inizia la necrosi del tessuto nella parte centrale dell'infiltrato. Un'ulcera può essere solo nella zona della lesione primaria, ma ci sono situazioni in cui può danneggiare l'intera membrana protettiva in poche ore.

Passando al terzo stadio, l'infiammazione della cornea inizia a regredire. Nel processo, l'ulcera viene pulita, i bordi sono levigati e il fondo è rivestito di tessuto cicatriziale bianco.

Gli effetti dei processi infiammatori

Se gli infiltrati e l'erosione formatisi durante la cheratite non hanno raggiunto la cosiddetta membrana di Bowman, allora non ci sarà traccia di danni. Le lesioni più profonde lasciano segni. Di conseguenza, possono verificarsi una nuvola, una macchia o una spina. Si distinguono in base al grado di danno.

La nube non è visibile ad occhio nudo: si tratta di un annebbiamento traslucido grigiastro. Colpisce l'acuità visiva solo quando si trova nel centro della cornea. I punti sono visibili durante l'ispezione normale, sembrano aree bianche densi. Con la loro educazione, la vista si deteriora notevolmente. Un sacco, a seconda delle sue dimensioni, può causare cecità parziale. Questa è una cicatrice opaca bianca.

Diagnosi del problema

Nella maggior parte dei casi, determinare la cheratite è abbastanza semplice. Oltre ad avere sintomi evidenti che indicano che l'infiammazione della cornea dell'occhio è iniziata, il medico può vedere la lesione durante un esame di routine. Ma per determinare la causa e la prescrizione di un trattamento adeguato, è necessario utilizzare metodi di laboratorio speciali. L'oftalmologo non deve solo condurre un esame, ma anche controllare la sensibilità della cornea.

Inoltre, il medico deve determinare se l'infiammazione è causata da fattori esogeni o endogeni. Ulteriori azioni dipenderanno da questo.

Trattamento di processi infiammatori

Se l'occhio è affetto da cheratite superficiale (esogena), il paziente necessita di cure di emergenza. Gli vengono prescritti agenti antimicrobici locali: "Levomitsetina", "Okatsin", "Tsipromed", "Kanamicina", "Neomicina". Nel periodo di riassorbimento infiltrato gli strumenti streroidi prescritti. Anche prescritti immunomodulatori, vitamine. Farmaci consigliati progettati per stimolare il processo di epitelizzazione corneale. Per questi scopi vengono utilizzati "Ataden", "Solcoseryl" e altri farmaci. Se la cheratite è causata da cause batteriche, anche con un trattamento tempestivo e adeguato, potrebbe esserci un annebbiamento della cornea dell'occhio.

Il trattamento chirurgico ricostruttivo può essere effettuato non prima di un anno dopo la guarigione delle ulcere.

Danno corneale

Ma spesso, i problemi con il guscio esterno dell'occhio si verificano non solo a causa di infezioni, batteri o funghi. La causa della lesione è la lesione della cornea. Si verifica a causa dell'ingresso di corpi estranei sotto la palpebra, ferite e ustioni. Vale la pena notare che eventuali lesioni traumatiche possono portare allo sviluppo della cheratite. Un tale scenario non può essere escluso anche se qualche mote o ciglia colpiscono l'occhio. È meglio iniziare subito un trattamento antibatterico profilattico per proteggersi da possibili infezioni.

Le conseguenze più gravi causano ustioni della cornea. Infatti, in quasi il 40% dei casi provoca perdita della vista. Le ustioni sono divise in quattro gradi:

  • danno superficiale;
  • annebbiamento corneale dell'occhio;
  • danno profondo - il guscio esterno dell'occhio diventa simile al vetro smerigliato;
  • la cornea è gravemente danneggiata, assomiglia alla porcellana.

Le ustioni possono essere causate da sostanze chimiche, alte temperature, bagliori luminosi o una combinazione di cause. In ogni caso, è necessario il prima possibile per vedere uno specialista in grado di valutare i danni alla cornea dell'occhio. Il trattamento deve essere prescritto solo da un oftalmologo. In tali casi, l'occhio dovrebbe essere lavato, attaccare una benda con un antisettico. Le azioni dovrebbero mirare a ripristinare la funzione visiva e prevenire lo sviluppo di tutti i tipi di complicazioni, inclusa la cheratite.

Google+ Linkedin Pinterest