Infiammazione della cornea

Infiammazione della cornea

L'infiammazione della cornea dell'occhio o della cheratite è una patologia che rischia di perdere la vista a causa della opacizzazione della membrana.

Si sviluppa come conseguenza di cause traumatiche e infettive. Accompagnato da forti dolori, sindrome corneale, diminuzione della vista. Diagnosi e terapia coinvolte in un oftalmologo.

Eziologia della malattia

L'infiammazione sviluppata nella cornea dell'occhio può svilupparsi in seguito a:

  1. contatto con il guscio dell'infezione:
    • batterica: cocchi, Pseudomonas aeruginosa, treponema pallido, micobatterio tubercolosi;
    • virale: virus dell'adenovirus, della varicella-zoster, del morbillo e dell'herpes simplex;
    • fungine,
    • Chlamydia,
    • parassita: toxoplasma, amebiasis, platelminti, leishmania;
  2. lesioni corneali da lenti a contatto, corpi estranei;
  3. bruciature di conchiglie;
  4. infiammazione autoimmune nell'artrite reumatoide, periarterite nodosa, sindrome di Sjogren;
  5. avitaminosi A, C, B1 e B2;
  6. allergia: polline, peli di animali, medicine;
  7. deterioramento dell'innervazione dell'occhio a causa del danno al nervo trigemino;
  8. disturbi alimentari della cornea dovuti a diabete mellito, gotta, psoriasi.

Classificazione della malattia

Il decorso della malattia nei bambini

Esistono diversi criteri in base ai quali viene fatta la classificazione dell'infiammazione della cornea.

Per localizzazione di siti di infiammazione

  • superficiale, quando è interessato solo lo strato epiteliale superiore della membrana. Tale infiammazione si sviluppa come complicanza della congiuntivite o della dacriocistite, guarisce senza formazione di cataratta o cicatrici;
  • profondo, localizzato negli strati profondi. È accompagnato da cicatrici della cornea.

A seconda del fattore eziologico

Ci sono questi tipi di infiammazione corneale:

  1. Cheratite batterica Solitamente si sviluppa con una ferita infetta o usando lenti a contatto contaminate.
  2. L'infiammazione amebica è causata dal più semplice chiamato acanthameb. Spesso si sviluppa nelle persone che correggono la visione con le lenti a contatto.
  3. Cheratocongiuntivite primaverile - il processo si sviluppa non solo nella cornea, ma anche nella congiuntiva. È causato da una reazione allergica al polline.
  4. L'infiammazione erpetica della cornea è una malattia grave causata dal virus dell'herpes.
  5. L'infiammazione fungina colpisce solitamente sia gli strati superficiali che quelli profondi della membrana. È abbastanza difficile da riconoscere visivamente.
  6. La fotocheratite è un'infiammazione che si sviluppa quando una conchiglia brucia per raggi ultravioletti. Accade quando si lavora con la saldatura, a lungo stare al sole o lunghe transizioni su terreni innevati.
  7. La cheratite neuroparalitica si sviluppa nel danno infiammatorio, chimico o da radiazioni del nervo trigemino.
  8. Infiammazione traumatica - si verifica quando un danno meccanico, chimico o l'irradiazione del guscio.
  9. La cheratite con gonoblyone si sviluppa con lesioni gonococciche della cornea. Si verifica principalmente nei neonati nati da parto naturale da madri con gonorrea.
  10. Infiammazione della cornea di eziologia inspiegata (idiopatica).

Inoltre, a seconda del motivo, ci sono due grandi gruppi di cheratite:

  1. Endogeno (sviluppato a causa di fattori interni). Questi includono:
    • infiammazione con mancanza di vitamine;
    • rami del nervo trigemino, che innervano il bulbo oculare;
    • infiammazione autoimmune;
    • causato da infezioni croniche: tubercolosi, herpes, sifilide;
    • cheratite allergica;
    • causato da patologie reumatiche;
    • eziologia poco chiara.
  2. Sviluppato a causa di cause esterne:
    • batterica;
    • lievito di birra;
    • virale;
    • traumi;
    • quando la congiuntivite, la blefarite, l'infiammazione delle ghiandole di Meibomio divennero la causa dell'infiammazione della cornea.

Indipendentemente dalla causa della patologia, nella cornea compaiono edemi e accumuli di cellule del sistema immunitario che distruggono non solo i microrganismi e le cellule morte della cornea, ma anche i tessuti sani.

Come risultato di questo lavoro di immunità, i difetti del suo strato superficiale, l'erosione, si formano nel guscio, che lo rende ruvido e non lucido. Se il processo infiammatorio è limitato allo strato superiore del guscio, i difetti si epitelizzano senza lasciare traccia. Se l'infiammazione raggiunge gli strati più profondi (cioè un'ulcera si forma), allora si formano cicatrici sulla leucemia cornea.

Manifestazioni di cheratite

Grave dolore agli occhi

I principali sintomi di infiammazione della cornea possono essere combinati in diverse sindromi:

  1. Sindrome corneale È caratterizzato da:
    • lacrimazione abbondante;
    • dolore nel bulbo oculare quando la luce lo colpisce;
    • chiusura involontaria della palpebra dell'occhio malato (non può essere aperto)
  2. Grave dolore agli occhi, sensazione di presenza di un corpo estraneo in esso.
  3. Rossore dell'occhio visualizzato dalla persona stessa.
  4. Visione ridotta
  5. Torbidità e rugosità del guscio anteriore dell'occhio, che può essere notato anche dal paziente o da altri.
  6. Si possono vedere vasi simili ad alberi o pennacchi che si ramificano lungo la superficie anteriore dell'occhio.

Nell'infiammazione neuroparalitica, la sindrome corneale è assente, ma la persona avverte forti dolori di bruciore, come se fosse nella profondità dell'occhio; possono diffondersi alle mascelle superiore e inferiore, essere attivati ​​dalla pressione su determinate aree del viso.

Con una carenza di vitamine B1, B6 e PP nel corpo, si osserva un'infiammazione corneale bilaterale.

Complicazioni del processo

La cheratite può essere complicata da:

  • la formazione di ulcere corneali, seguita dalla formazione di un muro;
  • ascesso della cornea (caratteristica della sconfitta del bastone pus blu-verde);
  • accumulo di pus nella camera anteriore dell'occhio;
  • infiammazione associata della congiuntiva, dell'iride, del corpo ciliare, della sclera;
  • fusione purulenta di tutte le strutture del bulbo oculare;
  • ernia della membrana della cornea Descemet;
  • glaucoma secondario.

Diagnosi della malattia

La diagnosi di infiammazione della cornea viene stabilita da un oftalmologo sulla base di tali esami (vengono eseguiti dopo l'instillazione di gocce di anestetico nell'occhio, poiché altrimenti le palpebre non possono essere aperte):

  1. ispezione generale;
  2. biomicroscopia: ispezione con lampada a fessura;
  3. oftalmoscopia - uno studio che aiuterà a valutare la profondità della lesione del bulbo oculare;
  4. ispezione dopo instillazione di fluorescenza nell'occhio;
  5. determinare l'acuità visiva;
  6. Ultrasuoni delle strutture del bulbo oculare;
  7. determinare la sensibilità al dolore della cornea;
  8. ispezione delle palpebre dal loro lato interno.

Affinché il trattamento sia prescritto correttamente, è necessario stabilire la causa della cheratite. Per questo:

  1. condurre uno studio sulla PCR del sangue per i virus dell'herpes simplex di entrambi i tipi;
  2. esaminare lo striscio corneale con metodo batteriologico;
  3. sangue per anticorpi contro treponema pallido;
  4. determinare i test reumatici;
  5. produrre test allergologici.

Un paziente con cheratite viene esaminato da specialisti correlati: medico generico o pediatra, ginecologo (urologo), specialista in tubercolosi, venereologo, allergologo.

Terapia della malattia

Il trattamento con cheratite deve essere locale e generale. Viene effettuato in ospedale (con un'infiammazione superficiale da 3-5 giorni, se il processo non progredisce, è possibile avere un follow-up a domicilio).

Terapia sistemica

Consiste nell'appuntamento di:

  1. Terapia di disintossicazione: sotto forma di contagocce con soluzioni saline e "Reosorbilact", così come sotto forma di abbondanti bevute.
  2. A seconda della causa dell'infiammazione della cornea, sia gli antibiotici (per l'infiammazione purulenta), o "Acyclovir" (per cheratite erpetica), o farmaci antifungini sono prescritti per via orale o come iniezioni. Possono anche essere prescritti farmaci antiparassitari, antitubercolari o farmaci contro i parassiti intracellulari come la clamidia.
  3. Farmaci la cui azione è volta a ridurre la reazione allergica che accompagna lo sviluppo della cheratite di qualsiasi eziologia.
  4. Per migliorare il riassorbimento della torbidezza applicare "Estratto di Aloe", "FiB" sotto forma di iniezioni.
  5. Preparati multivitaminici.

Trattamento locale

  1. Gocce antibatteriche (Floxal, Tobrex, Levomitsetina) o gocce con anestetici (Oftahmyrin) - per qualsiasi eziologia della cheratite. In caso di infiammazione batterica, il farmaco distruggerà localmente la flora patogena, mentre altre cause del processo antisettico serviranno come prevenzione dell'adesione di un'infezione batterica secondaria.
  2. Per la prevenzione delle lesioni corneali profonde (solo nel caso di cheratite superficiale), vengono prescritte gocce con ormoni glucocorticoidi: "Desametasone", "Maxidex", "Oftan-Dexamethasone". Non possono essere usati se la causa dell'infiammazione è un virus herpetico.
  3. La cheratite virale viene inoltre trattata con instillazioni contenenti interferone - la principale sostanza antivirale prodotta nel nostro corpo quando il virus entra in esso. Questo è "Okoferon", "Oftan-IMU").
  4. Se l'infiammazione è causata da un virus dell'herpes o dalla varicella, applicare Zovirax Eye Unguento.
  5. Per prevenire la formazione di aderenze tra la cornea e le altre membrane, vengono prescritte le gocce che dilatano la pupilla: "Tropicamide", "Midriacil", "Atropine". L'ultimo farmaco può essere iniettato - o in fibra peri-orbica, o sotto la congiuntiva.
  6. Per accelerare la guarigione applicata "Korneregel", "Solcoseryl - eye gel".
  7. Se la cheratite è causata da un danno al nervo trigemino, si consiglia di posizionare frequentemente unguenti antibatterici (tetraciclina, floxal, eritromicina) sotto la palpebra inferiore.

fisioterapia

Procedure come: accelerare la guarigione della cornea;

  • terapia magnetica;
  • fonoforesi;
  • elettroforesi con ioduro di potassio.

Terapie aggiuntive

Se l'infiammazione è causata dal virus dell'herpes e ha un decorso cronico, applicare sulle aree danneggiate della cornea:

  • cryoapplication (esposizione a temperature ultra basse);
  • coagulazione laser;
  • corrente di cauterizzazione (diatermocoagulazione).

Assicurati di trattare quelle malattie dell'occhio, che hanno causato o complicato il corso dell'infiammazione della cornea.

Prognosi della malattia

Dipende da diversi fattori:

  • cause di patologia;
  • tempestività della terapia;
  • posizione di infiltrati;
  • la natura dell'infiammazione;
  • complicazioni.

Più profonda è l'infiammazione, maggiore è la probabilità di ridotta acuità visiva, fino alla sua completa perdita.

prevenzione

La cheratite può essere evitata se:

  • osservare l'igiene degli occhi;
  • indossare, indossare e conservare le lenti a contatto correttamente;
  • utilizzare dispositivi di protezione individuale quando si lavora con polvere o trucioli;
  • trattamento tempestivo della malattia dell'occhio;
  • trattamento delle malattie croniche degli organi interni.

Quindi, l'infiammazione della cornea è una patologia grave che può essere causata da un gran numero di cause. È accompagnato da manifestazioni pronunciate e può portare a una significativa riduzione della vista. Il trattamento della patologia dovrebbe essere tempestivo e completo.

Infiammazione della cornea o cheratite - definizione della malattia e trattamento

L'infiammazione corneale è una malattia grave che può minacciare la completa perdita della vista. Il processo infiammatorio deriva sia da un effetto traumatico che da varie infezioni. La diagnosi e la prescrizione del trattamento vengono eseguite da un oftalmologo. Per evitare le ricadute, il trattamento deve essere completo.

Tipi di cheratite

Con una sensazione di bruciore o prurito agli occhi, è imperativo apparire all'oftalmologo.

In oftalmologia, sono definiti due tipi di infiammazione della cornea:

  • Cheratite superficiale;
  • Cheratite profonda

La cheratite superficiale colpisce solo lo strato superiore della mucosa. Questa malattia non lascia cicatrici e viene trattata abbastanza bene. La cheratite profonda è molto più difficile da trattare e forma cicatrici sulla cornea, che riducono la visione.

cause di

L'infiammazione della cornea può essere causata da un gran numero di cause. Le cause possono essere sia esterne che interne. In oftalmologia c'è anche una definizione - keratit di eziologia poco chiara. Ciò significa che c'è un'infiammazione della cornea e il motivo che lo ha causato non è stato stabilito. Ci sono un certo numero di cause esterne che possono causare la cheratite. I tipi di cheratite esterna sono come segue:

  • batterica;
  • virale;
  • fungine;
  • traumatica;
  • Allergiche.

La cheratite batterica è considerata il tipo più comune di malattia. Le cause di questa malattia sono i microrganismi patogeni.

Questo è principalmente:

  • stafilococchi;
  • pneumococchi;
  • Pseudomonas aeruginosa.

Meno comunemente, gli agenti causali della gonorrea e della meningite sono la causa della cheratite batterica. Particolarmente difficile è la cheratite pseudomuscolare, perché l'infiammazione passa rapidamente al rivestimento interno dell'occhio. La microflora patogena può entrare negli occhi con ferite o nel periodo postoperatorio. Non è raro che microrganismi entrino negli occhi con le mani sporche del paziente. Spesso, la cheratite si verifica in individui che usano le lenti a contatto. Abbastanza per nuotare nell'acqua non abbastanza pulita o risciacquare il contenitore con acqua di rubinetto.

La causa della cheratite virale può essere una comune malattia del corpo quando il virus di altri organi colpiti entra negli occhi. Questa infezione colpisce più spesso bambini e giovani. Molto spesso, questa patologia è causata dal virus dell'herpes, che in una forma inattiva è presente in quasi tutti. Malattie come il morbillo o la varicella possono anche scatenare l'infiammazione virale della cornea. La cheratite virale può essere innescata non solo da fattori esterni, ma anche da cause interne.

La cheratite fungina è causata da alcuni tipi di funghi miceliali e lieviti. Questa malattia si verifica più spesso nei lavoratori agricoli, quando, con le lesioni, i componenti vegetali cadono nella zona interessata.

Le cause della cheratite traumatica sono molte:

  • Impatto meccanico di un corpo estraneo;
  • Lesioni agli occhi con contusione;
  • Bruciatura radiante con radiazioni ionizzanti;
  • L'azione di un forte ultravioletto;
  • Bruciature termiche;
  • Contatto con sostanze chimiche attive.

Il pericolo di tale cheratite è che con lesioni e ustioni si verifica un danno irreversibile all'occhio, quindi anche dopo una cura completa il paziente avrà problemi alla vista. L'infiammazione allergica della cornea può essere stagionale, poiché è causata dal polline.

La cheratite interna è il risultato di una grave malattia o disturbo nel corpo. Nella pratica oftalmica, i seguenti tipi di cheratite si verificano a causa di cause interne:

  • Avitaminozny;
  • tubercolare;
  • sifilitico;
  • Neuroparalitical.

In alcuni casi, l'infiammazione della cornea può essere causata da una malattia metabolica nel corpo.

Al minimo sospetto di infiammazione della cornea, contattare un oftalmologo. Una malattia progressiva può portare alla perdita della vista.

I sintomi della malattia

A seconda del fattore dannoso e della causa della malattia, i sintomi possono essere piuttosto specifici. Ma ci sono segni comuni che dicono che la patologia è solo la cheratite e non un'altra malattia. L'elenco dei sintomi è piuttosto ampio. I principali sintomi della cheratite includono le seguenti manifestazioni:

  • Sensazione costante di crampi dolorosi negli occhi;
  • L'effetto della luce intensa è percepito negativamente;
  • Strappo spontaneo;
  • Sentirsi negli occhi di un corpo estraneo;
  • È difficile aprire gli occhi a causa di uno spasmo delle palpebre;
  • Frequenti mal di testa;
  • Grave perdita della vista.

Una visita medica professionale può rivelare i seguenti segni della malattia:

  • Ulcerazione corneale;
  • Gonfiore e dilatazione evidenti dei vasi sanguigni dell'occhio;
  • Opacità corneale.

I sintomi della cheratite e della congiuntivite sono molto simili, ma il trattamento di queste malattie è completamente diverso, quindi solo un medico può fare la diagnosi corretta.

Possibili complicazioni

L'infiammazione della cornea è caratterizzata da un piccolo numero di complicazioni, ma sono tutte piuttosto gravi. Come risultato del processo infiammatorio, cicatrici e opacità rimangono sulla cornea, riducendo l'acuità visiva. Il trattamento della cheratite causata da amebe o funghi è più difficile da trattare. Con questa patologia, il processo colpisce non solo la cornea, ma anche gli elementi interni dell'occhio, che possono portare alla completa cecità. Spesso, l'infiammazione della cornea termina con la formazione di una cataratta o glaucoma.

Solo una diagnosi tempestiva, la determinazione della causa della cheratite e un trattamento adeguato eviteranno le conseguenze più gravi.

trattamento

Nella nomina del trattamento, il medico è guidato dalla causa della malattia. Il trattamento deve essere effettuato in un ospedale specializzato. La durata del corso dipende dalla gravità della malattia e può durare da due a quattro settimane. Il trattamento è principalmente medicamentoso e solo per le ulcere è l'intervento chirurgico o la correzione della cornea con un laser indicato.

Per ridurre le sensazioni dolorose, gli alunni sono abituati a dilatare la pupilla e i farmaci che abbassano la pressione intraoculare, nonché gli anestetici locali. In cheratite infettiva, gli antibiotici sono mostrati sotto forma di gocce e unguenti, così come i farmaci sulfa. Se il processo è andato troppo lontano, gli antimicrobici possono essere prescritti per l'ingestione o l'iniezione. Viene anche mostrata l'introduzione di farmaci nella congiuntiva. Nel trattamento dell'infiammazione corneale, senza esito negativo, utilizzare le vitamine del gruppo "B" e "PP". In caso di infiammazione virale, il medico prescrive il trattamento con preparati speciali contenenti interferone.

La forma allergica della cheratite è trattata con antistaminici in combinazione con farmaci anti-infiammatori. Se l'infiammazione della cornea è una conseguenza della tubercolosi o dell'epatite, allora un trattamento complesso viene applicato sotto la supervisione di un medico di adeguata specializzazione.

Nel trattamento dell'infiammazione corneale viene utilizzata la fisioterapia. L'elettroforesi con antibiotici su palpebre chiuse o con bagni oculari contribuisce alla distruzione della microflora patogena. Il corso del trattamento può durare 15-30 procedure. Oltre all'elettroforesi, nel trattamento della cheratite si usano la magnetoterapia e l'UHF. La fisioterapia non è utilizzata per la cheratite purulenta e per controindicazioni generali. Come rimedi popolari usavano olio di olivello spinoso, celidonia e aloe. Il succo di queste piante, quando viene instillato negli occhi, allevia il gonfiore e riduce il dolore.

Se la malattia viene trascurata e l'ulcera appare sulla cornea, i medici ricorrono alla cheratoplastica. Questo intervento ti consente di ripristinare una ridotta funzione visiva.

L'uso di rimedi popolari a casa è permesso solo dopo aver consultato un oculista. L'automedicazione può portare a conseguenze negative.

prevenzione

Se si osservano determinate misure preventive, il rischio di infiammazione della cornea è ridotto al minimo. Prima di tutto, dovresti seguire le regole dell'igiene personale. La cheratite infettiva nei bambini spesso deriva dal fatto che il bambino tocca gli occhi con le mani sporche. Chi indossa lenti a contatto deve essere consapevole del fatto che si consiglia di risciacquare il contenitore con una soluzione speciale e, in casi estremi, con acqua bollita.

Quando si lavora in condizioni di elevata polverosità, è necessario utilizzare occhiali speciali. I rimedi sono necessari quando si lavora con prodotti chimici. A rischio sono le persone che lavorano costantemente alla luce intensa. La percentuale di cheratite traumatica è molto alta e solo l'osservanza di tutte le misure di sicurezza può salvare una persona da lesioni agli occhi.

Dopo la correzione della vista, quali restrizioni sono prescritte dal medico dirà questo articolo.

video

risultati

L'infiammazione corneale è una malattia grave, quindi se si verificano sintomi negativi, si dovrebbe assolutamente contattare un oculista. L'efficacia del trattamento dipende da quanto tempo è iniziato. Le misure prese in una fase precoce della malattia, eliminano quasi completamente la possibilità di complicanze.

Leggi anche su malattie infettive come congiuntivite e dacriocistite.

I sintomi della cheratite, la prevenzione e il regime di trattamento

La cheratite è chiamata il processo infiammatorio della cornea. Questa malattia colpisce la parte anteriore del bulbo oculare più spesso e alla fine provoca disabilità visive nell'uomo. Se una persona sviluppa cheratite, i sintomi di questa malattia si verificano a seguito di infezioni. Questa potrebbe essere un'infezione di origine virale, microbica e fungina.

Inoltre, questa malattia è spesso il risultato di danni termici, meccanici, chimici, nonché il risultato di una violazione dell'innervazione della cornea. La cheratite può anche svilupparsi in persone che soffrono di disturbi metabolici, manifestazioni allergiche, ipersecrezione delle ghiandole di Meibomio. Tuttavia, in alcuni casi esiste un'eziologia inspiegabile.

Cos'è?

Cheratite - infiammazione della cornea dell'occhio, manifestata principalmente dal suo annebbiamento, ulcerazione, dolore e arrossamento dell'occhio. Può essere di origine traumatica o infettiva (influenza, tubercolosi, ecc.).

Lacerazione osservata, fotofobia, blefarospasmo, ridotta trasparenza e lucentezza della cornea, seguita da ulcerazione e sviluppo di gravi complicanze. L'esito possibile della cheratite è un pugno nell'occhio, una diminuzione della vista.

cause di

Le cause della cheratite sono molte. Sono di natura esogena ed endogena. A volte non è possibile scoprire la causa di questa malattia.

Le cause endogene (azione dall'interno) includono:

  • violazione dell'innervazione;
  • disordini metabolici;
  • rottura delle ghiandole lacrimali;
  • malattie delle palpebre e della congiuntiva;
  • beri-beri;
  • le allergie;
  • virus (herpes);
  • erosione corneale;
  • lagoftalmo (chiusura incompleta delle palpebre).

Le ragioni esogene (azione dall'esterno) includono:

  • infezioni (tubercolosi, cheratite sifilitica);
  • lesioni fungine;
  • batteri (staphylococcus, bastone pyocyanic);
  • danno meccanico;
  • esposizione chimica;
  • effetti termici;
  • lenti a contatto;

La cheratite è una malattia professionale dei saldatori: quando lavorano, i loro occhi sono esposti a radiazioni UV artificiali, che spesso diventano la causa della malattia. Con un trattamento tempestivo e opportunamente selezionato, l'esito della malattia è abbastanza favorevole, ma nei casi più avanzati si può sviluppare una persistente riduzione irreversibile della vista, inclusa la cecità.

classificazione

Questi tipi di malattie si distinguono:

  • Cheratite batterica L'infezione batterica della cornea può verificarsi a seguito di lesioni o uso di lenti a contatto. Di regola, la cheratite batterica è causata da batteri come Staphylococcus aureus e Pseudomonas aeruginosa (spesso in quelli che portano lenti a contatto).
  • Cheratocongiuntivite primaverile. La causa dell'infiammazione e dell'ulcerazione della cornea è una grave reazione allergica.

L'infezione amebica (cheratite amebica) è una delle infezioni più gravi che causano la cheratite batterica. Di solito si verifica nelle persone che indossano lenti a contatto. Di regola, la malattia causa la più semplice Acanthamoeba. A lungo termine, la cheratite amebica può portare alla cecità.

  • Cheratite virale Causato da virus, nel 70% dei casi di virus herpes simplex o herpes zoster (Herpes zoster).
  • Cheratite fungina Causato da funghi parassiti. La malattia è accompagnata da una grave sindrome corneale, dolore e iperemia mista dell'occhio. In questo tipo di cheratite, sia la superficie e gli strati profondi della ulcera cornea, fino alla sua perforazione. La coroide è spesso coinvolta nel processo infiammatorio. Spesso, la cheratite fungina porta alla comparsa di una cataratta e una significativa riduzione della vista. La diagnosi di cheratite fungina è spesso difficile, portando a errori di trattamento.

Dopo che la cheratite erpetica spesso rimane la cosiddetta "ulcera dendritica", la malattia può essere ricorrente in natura. La cheratite erpetica può essere superficiale o profonda. La forma superficiale ha la forma di nuvola di punti, scorre senza una clinica pronunciata - questa forma è rara. Forme profonde afferrano gli strati interni della cornea, accompagnati da un'estesa ulcera e dalla formazione di un ruvido glaucoma.

  • Cheratite oncocercica Le reazioni allergiche svolgono il ruolo principale nello sviluppo della cheratite da oncocercosi. Ci sono lesioni dell'occhio anteriore e posteriore. Il processo essudativo-proliferativo termina con la sclerosi delle membrane oculari.

Un primo segno di cheratite da oncocercosi è la sindrome corneale congiuntivale: prurito, lacrimazione, fotofobia, blefarospasmo. L'iperemia e l'edema della congiuntiva con la formazione di un cuscino attorno al limbus (limbit) sono caratteristici. Spesso questa malattia porta a una significativa riduzione della vista o cecità.

  • Fotokeratite - infiammazione della cornea, risultante da ustioni della cornea e della congiuntiva a seguito di una intensa esposizione alla radiazione ultravioletta (naturale - con una lunga permanenza al sole, o artificiale - dalla saldatrice).
  • Ulcera corneale strisciante. Si verifica più spesso dopo lesioni superficiali della cornea da piccoli corpi estranei. Lo sviluppo del processo contribuisce alla dacriocistite (infiammazione purulenta del sacco lacrimale). Il flusso è solitamente pesante. In assenza di trattamento tempestivo, sono possibili complicanze fino alla perforazione della cornea.
  • Cheratite non ulcerosa. In questa forma, c'è un gonfiore dell'epitelio senza ulcerazione della cornea. Di norma, si verifica a causa dell'ingresso di batteri gram-negativi nell'occhio (il più delle volte attraverso le lenti a contatto).

Sintomi della cheratite, foto

La malattia inizia a manifestarsi con dolore nell'occhio affetto. Tra i primi sintomi della cheratite (vedi foto) - lacrimazione, fotofobia, visione offuscata. Questo è accompagnato da contrazioni involontarie dei muscoli degli occhi, dilatazione dei vasi del bulbo oculare. Se l'infiltrato si trova negli strati frontali della cornea, i vasi superficiali di colore rosso vivo si sviluppano sotto forma di un albero ramificato.

I vasi profondi si sviluppano da vasi episclerali, sono più scuri e hanno la forma di brevi rami retti - "spazzole" o "scope". La cornea perde sensibilità, un'ulcera si sviluppa su di esso a causa della localizzazione di infiltrati di varie dimensioni e forme. Il colore dell'infiltrato può essere grigio se sono presenti cellule linfoidi e giallo, se la causa dell'infiltrazione è l'accumulo di leucociti. La cornea si gonfia e diventa torbida. Di solito, la cheratite è accompagnata da malattie come l'infiammazione dell'iride, la congiuntiva e la sclera.

Per la corretta diagnosi della cheratite si fa infiltrare il raschiamento, in cui l'esame microscopico determina la microflora patogena. Poiché nella maggior parte dei casi la cheratite è una malattia concomitante di altri organi, vengono condotti vari test generali e di laboratorio e viene condotto uno studio approfondito dei risultati. Si consiglia di condurre biomicroscopia oculare utilizzando una lampada a fessura.

diagnostica

La diagnosi di cheratite e il suo aspetto sono stabiliti sulla base delle caratteristiche del quadro clinico e dei dati sull'anamnesi. Il principale metodo di ricerca per la cheratite è un'ispezione con lampada a fessura - biomicroscopia oculare, che può essere utilizzata per determinare la dimensione dell'infiltrato, la profondità e la natura della lesione.

Per confermare l'ulcerazione, viene utilizzato un campione con fluoresceina - durante l'instillazione nel sacco congiuntivale di una soluzione all'1% di fluoresceina, l'area dell'ulcerazione è colorata in verde.

La ricerca batteriologica svolge un ruolo importante nel determinare le tattiche di trattamento. Il materiale viene prelevato dai bordi e dal fondo dell'ulcera, quindi viene seminato su appropriati terreni, viene determinato il tipo di agente patogeno e la sua sensibilità agli antibiotici.

Come trattare la cheratite?

Un regime di trattamento della cheratite efficace dovrebbe includere la terapia locale e generale, il più delle volte viene eseguita in un ospedale. Forse trattamento ambulatoriale sotto la supervisione di un medico e soggetto a tutte le raccomandazioni, ma solo se l'infiammazione è superficiale. L'automedicazione porta a complicazioni.

Comune a tutte le cheratiti:

  • antibiotici interni o parenterali, farmaci antivirali e antimicotici, a seconda del tipo e della sensibilità,
  • terapia di disintossicazione (reosorbilact 200.0 per flebo endovenoso),
  • terapia di desensibilizzazione (il gluconato di calcio al 10% è aggiunto al contagocce),
  • Multivitaminici 1 compressa 1-2 volte al giorno.

Trattamento locale della cheratite:

  • Se l'epitelio non è danneggiato, le gocce contenenti ormoni (Oftan-Dexamethasone, Maxidex) vengono instillate 2 volte al giorno.
  • Instillazione di disinfettanti (sulfacil sodico 20%, miramistina) e antibatterici (Floxal, Tobrex, Oftakviks) prima ogni 2 ore, poi 4 volte al giorno.
  • Gocce antinfiammatorie (Naklof, Indokollir) ogni 4-6 ore.
  • Per cheratite virale, gocce contenenti interferone (Okoferon) 5 volte al giorno o Oftan-go (prima ogni ora, riducendo la dose fino a 3 volte al giorno).
  • Buon effetto da iniezioni sottocongiuntivali (midriatiche - mezaton) e parabulbar (antibiotici - gentamicina, cefazolina e ormoni - dexon).
  • Midriatici (dilata la pupilla per prevenire la formazione di aderenze) - tropicamide, mezaton, atropina. Deve esserci un intervallo di almeno 5-10 minuti tra l'instillazione di gocce diverse.
  • Unguento Zovirax 5 volte al giorno per cheratite erpetica. In caso di cheratite erpetica, prendono anche aciclovir per via orale 200 mg 5 volte al giorno per 7-10 giorni.
  • Korneregel 2-3 volte al giorno aiuta ad accelerare l'epitelizzazione corneale.
  • Se il tratto lacrimale è infetto, viene lavato giornalmente con una soluzione allo 0,25% di levomicetina, 0,01% di Miramistina o furacilina 1: 5000.

Per accelerare l'epitelizzazione e il riassorbimento delle cicatrici, viene prescritta la fisioterapia: elettrofonoforesi, magnetoterapia.

Con un lungo corso di cheratite erpetica, è possibile utilizzare tali metodi di trattamento come crioterapia, coagulazione laser o diatermocoagulazione delle aree danneggiate.

Terapia dietetica raccomandata con un alto contenuto di proteine, vitamine e minerali, restrizione di grassi e carboidrati.

prevenzione

Per prevenire la manifestazione di questa malattia, è importante prevenire le lesioni agli occhi, trattare tempestivamente congiuntivite, blefarite, dacriocistite e anche malattie comuni che predispongono allo sviluppo della cheratite.

Quando si lavora, pericoloso dal punto di vista di lesioni agli occhi, si consiglia di indossare occhiali speciali per la protezione. Se una persona usa le lenti a contatto, deve seguire rigorosamente tutte le regole d'igiene. Non permettere ustioni alla mucosa degli occhi e alla cornea. Se il paziente mostra solo i primi segni di cheratite, è importante consultare immediatamente un medico e seguire scrupolosamente le sue istruzioni.

Perché si sviluppa la cheratite e come può essere curata questa malattia

L'infiammazione della cornea è chiamata cheratite. I cambiamenti sono espressi sotto forma di torbidità, un netto calo della vista e persino la sua perdita. La malattia è pericolosa nello sviluppo di gravi complicanze e necessita di cure urgenti. L'infiammazione dell'occhio della cornea viene spesso confusa con la congiuntivite, perché è necessario conoscere i suoi primi sintomi e in tempo per cercare un aiuto medico.

Infiammazione corneale

La malattia si verifica per diversi motivi, ma ogni persona in assenza del trattamento corretto ha il rischio di cecità. La cornea è la parte anteriore del guscio esterno dell'occhio umano, svolge molte funzioni importanti. La visione normale dipende in gran parte dallo stato del guscio trasparente, poiché ogni opacità, i cambiamenti nella sua struttura dovuti alla cheratite portano a processi irreversibili.

L'infiammazione può essere di origine infettiva e traumatica.

Il processo infiammatorio penetra facilmente all'interno dell'occhio, lasciandosi dietro una macchia o cicatrici. La malattia si manifesta con dolore nell'occhio affetto, ulcerazione e arrossamento. I vasi sanguigni crescono nella cornea durante il processo infiammatorio, che lo fa appannare. Normalmente, la cornea è pulita, ma tale fenomeno è necessario durante la malattia per il riassorbimento precoce dell'infiltrato.

La cheratite in una fase precoce può essere curata, evitando gravi conseguenze per gli occhi. A seconda del grado di lesioni corneali, si può distinguere la cheratite superficiale e profonda. Con una visione superficiale della malattia, le cicatrici non rimangono.

I sintomi della malattia

La cheratite ha diverse forme e segni, ma ci sono anche sintomi generali, la cui presenza dovrebbe essere un motivo urgente per andare dal medico:

  • aumento della lacrimazione;
  • ridotta trasparenza della cornea;
  • riduzione del gloss;
  • paura della luce;
  • le palpebre si gonfiano a causa del gonfiore della cornea;
  • vari infiltrati;
  • blefarospasmo.

Nell'occhio del paziente c'è sempre la sensazione di un corpo estraneo e i vasi sanguigni sono infiammati. Nella fase successiva, piccole ulcere compaiono nei tessuti e una spina nella membrana trasparente. L'infiammazione della cornea senza trattamento penetra facilmente in tutte le altre parti dell'organo visivo sano.

Cause di infiammazione della cornea

Varie infezioni spesso causano grave infiammazione della cornea. Tra le più comuni malattie causate dal virus dell'herpes, funghi, protozoi, infezioni da clamidia e parassitarie. Le ragioni per le quali il processo infiammatorio può svilupparsi sono le seguenti:

  • debole immunità;
  • raffreddori frequenti;
  • la presenza di adenovirus nel corpo;
  • funghi parassitari;
  • vari batteri, tra cui lo Staphylococcus aureus;
  • ustioni;
  • lesioni e ottenere un corpo estraneo negli occhi.

Lenti e cura impropria per loro possono anche portare allo sviluppo del processo infiammatorio. La cattiva alimentazione, la mancanza di vitamine e minerali nel corpo provoca la malattia. La cheratite traumatica si verifica a causa di varie lesioni. L'allergia colpisce anche l'insorgenza della malattia. Inoltre, alcune malattie, ad esempio il diabete, la gotta provocano l'infiammazione della cornea.

Tipi di cheratite

La malattia oculare descritta ha diverse forme a seconda dell'agente causale della malattia.

Cheratite fungina

Una delle forme più complesse di cheratite è un'infezione fungina, dal momento che è difficile da diagnosticare e curare nel tempo. A causa di un trattamento errato, questo tipo di infiammazione della cornea porta spesso a gravi problemi alla vista. L'infezione fungina penetra in profondità nell'occhio, dove è molto più difficile toccarla con l'aiuto delle solite medicine. La malattia è innescata da oggetti esterni nell'occhio o da un intervento chirurgico.

Primavera keratoconjunkit

In primavera, con la sconfitta della congiuntiva dell'occhio e della cornea, si verifica cheratocongiuntivite. La causa della malattia può essere una tendenza alle allergie a causa di irritanti esterni.

Cheratite batterica

Un altro tipo acuto di lesione corneale è la cheratite batterica. Questa forma della malattia si verifica più spesso ed è superficiale e profonda. Quando i microbi penetrano nell'occhio, si formano ulcere e cicatrici. Con questo tipo di cheratite è impossibile lavorare e condurre una vita normale, e il trattamento tardivo porterà alla parziale o completa perdita della vista. Molto spesso, varie lesioni dell'organo visivo e l'uso quotidiano delle lenti a contatto portano a questo stato.

Cheratite da oncocercosi

La sconfitta della parte anteriore e posteriore dell'occhio a causa di una reazione allergica nel corpo provoca la cheratite da oncocercosi. In futuro, la malattia porta alla sclerosi dell'occhio.

Ulcera corneale strisciante

Nella grave ulcerazione della cornea, l'ulcera strisciante si forma a causa di lesioni dello strato superficiale. Questo tipo di cheratite è preceduta da infiammazione purulenta. La malattia è molto pericolosa, caratterizzata da un forte dolore agli occhi, gonfiore e arrossamento e forme infiltrate sulla superficie della cornea. Alto rischio di rottura del guscio esterno danneggiato. Anche con un trattamento efficace negli occhi, il paziente rimane torbido.

Cheratite non ulcerosa

Con il contatto costante con le lenti e i microbi nell'occhio, si sviluppa la forma non ulcerata di cheratite. Tra i sintomi emettono gonfiore, arrossamento.

fotocheratite

Le persone che sono a contatto con radiazioni naturali o artificiali per lungo tempo, come i saldatori, hanno il rischio di sviluppare un processo infiammatorio nella cornea a causa di una grave ustione. I primi segni di fotocheratite appaiono sotto forma di ritagli e disagio agli occhi. Poiché il guscio superiore chiamato cornea non è protetto da nulla, è principalmente influenzato dai raggi nocivi.

Metodi di trattamento della malattia

Nella maggior parte dei casi, un paziente con cheratite è ricoverato in ospedale. Le opzioni di trattamento dipendono dalla causa e dalla forma della malattia. Il corso della terapia è spesso lungo e non è sempre possibile ottenere risultati positivi. Cheratite è una malattia così grave che spesso anche con un trattamento tempestivo sulla cornea rimane una spina.

Per infiammazioni infettive della cornea, sarà necessario assumere sostanze antibatteriche ad ampio spettro (gatifloxacina, levofloxacina, moxifloxacina, ofloxacina), agenti antivirali e antifungini. Nella forma erpetica della malattia prescritta gocce Ophthalmoferon con una lacrima artificiale. Tutti i farmaci vengono prima prescritti sotto forma di collirio, compresse e unguenti, ma se non vi è alcun effetto dalla terapia, la sostanza viene somministrata per iniezione e per via endovenosa.

Nel trattamento della cheratite non può fare a meno di farmaci anti-infiammatori, disinfezione oculare e farmaci per alleviare il dolore con l'azione locale.

Applicare gocce di Tobrex contro la cheratite batterica per adulti e bambini. L'infiammazione e il dolore possono essere alleviati da Indocallir, che appartiene al gruppo di farmaci anti-infiammatori non steroidei. Si adatta bene alla cheratite ulcerativa Lamifaren-gel a base di alghe di alghe.

Sarà necessario uno strappo artificiale se si sente un corpo estraneo negli occhi. Inoltre, Korneregel affronta bene il disagio, è spesso utilizzato dai saldatori nel loro lavoro. Gli agenti ormonali sono prescritti quando non ci sono danni meccanici e lesioni alla cornea. Se la causa del processo infiammatorio è un'allergia, è sufficiente assumere antistaminici.

La cheratite è una malattia molto complessa che non è sempre suscettibile di trattamento tradizionale. Se i farmaci non danno l'effetto desiderato, la medicina moderna offre cheratoplastica o rimozione della cornea con la sua sostituzione con artificiale. Molti tipi di malattie ricompaiono, distruggendo sempre più il guscio esterno dell'occhio. Con un trattamento tempestivo da parte del medico, è possibile evitare molte complicazioni e salvare una visione preziosa.

Infiammazione della cornea o cheratite: trattamento e prevenzione di ogni tipo di malattia

La cheratite è una delle malattie oftalmiche comuni, che si manifesta nell'infiammazione della cornea.

Il più delle volte, la cheratite si verifica a causa di danni agli organi della vista da batteri o infezioni, meno spesso da funghi.

Inoltre, la malattia può verificarsi a causa di varie lesioni dell'occhio.

Cheratite dell'occhio e dei suoi sintomi

Il principale sintomo della cheratite è la comparsa di infiltrazioni (formazioni purulente composte da leucociti, secrezioni plasmatiche e liquido linfatico).

Abbastanza spesso, la cheratite dell'occhio è accompagnata dalla diffusione di processi infiammatori in profondità nella cornea, ma più spesso coprono solo il terzo superiore della cornea.

In una forma trascurata, questo strato della cornea comincia a spegnersi e su di esso si formano ascessi, cicatrici e piaghe.

I sintomi principali includono:

  • paura della luce intensa;
  • lacrimazione;
  • dolore nell'occhio affetto;
  • visione offuscata;
  • possibili mal di testa dagli occhi irritati;
  • chiusura involontaria delle palpebre (blefarospasmo);
  • diminuzione della sensibilità corneale (se la causa della malattia è una lesione).

Trattamento di cheratite di diversi tipi

Esistono diversi tipi principali di cheratite:

  1. Viral. Nella maggior parte dei casi, è causato dal virus dell'herpes che entra nell'occhio. È caratterizzato dall'apparizione di tutti i sintomi tipici in una forma pronunciata.
  2. Batterica. Questa specie non è così evidente nelle prime fasi di sviluppo, ma è più comune, specialmente tra coloro che usano le lenti a contatto (a causa della non conformità con le misure preventive e l'igiene).
  3. Fungine. Una delle forme più pericolose in cui vi è perforazione e ulcerazione della cornea.
  4. Amebica. Chiamato dal più semplice organismo Acanthamoeba e richiede un trattamento immediato, come nella sua forma avanzata può portare alla perdita della vista. È caratterizzato da una grande quantità di infiltrazioni.
  5. Inoltre, una grande quantità di infiltrazione è osservata con cheratite purulenta. Il trattamento di questo tipo di malattia è lungo e severo, tutti i sintomi della malattia appaiono più chiaramente.

A volte l'infiammazione della cornea si verifica a causa dell'esposizione alla luce solare. Questa fotocheratite, in cui la secrezione purulenta può essere presente in piccole quantità.

Trattamento della cheratite erpetica

Fondamentalmente, il trattamento di questa forma si verifica in un ospedale, in quanto queste procedure richiedono il monitoraggio da parte dei medici.

I farmaci di natura antivirale (Valaciclovir, Aciclovir, Idoxuridine) sono comunemente usati.

La cheratite erpetica viene trattata mediante elettroforesi. Sotto l'azione della corrente, i processi di distruzione corneale vengono fermati. La procedura viene eseguita in diverse sessioni fino a quando un nuovo strato di epitelio appare sulla cornea.

Trattamento della cheratite virale

In questi casi, il trattamento mira a eliminare il virus che causa processi infiammatori. Viene utilizzata una terapia complessa antibatterica e antivirale. La base del trattamento è l'instillazione di gocce antivirali nell'occhio affetto, così come le iniezioni, alcuni tipi di farmaci sono assunti per via orale dai pazienti.

La cheratite virale viene trattata con i seguenti farmaci: gatifloxacina, ofloxacina, levofloxacina, moxifloxacina.

Trattamento della cheratite fungina

La cheratite fungina è causata dalla microflora patogena, che in determinate condizioni porta allo sviluppo di processi infiammatori.

In una fase precoce, una tale malattia può essere asintomatica, ma se si perde l'opportunità di trattare la cheratite subito, potrebbe esserci il rischio di perdita della vista.

I seguenti farmaci antifungini sono usati nel trattamento di questa malattia:

  • Amfotericina B;
  • polieni;
  • natamicina;
  • imidazoli;
  • triazoli;
  • fluconazolo o ketoconazolo (per uso interno).

Trattamento della cheratite batterica

Questa malattia si diffonde più velocemente di altre forme e pertanto richiede un trattamento intensivo in ospedale. Viene utilizzata la terapia antibatterica, in cui vengono utilizzati farmaci del gruppo di aminoglicosidi, fluorochinoloni, cefalosporine.

Inoltre, vengono utilizzati farmaci antinfiammatori non steroidei e antisettici. Alcuni farmaci vengono iniettati per iniezione sotto il bulbo oculare.

Trattamento della cheratite marginale

La cheratite regionale viene trattata con antibiotici e collirio idratante.

Nel caso di una malattia dovuta all'entrata di un corpo estraneo nell'occhio, tale oggetto viene rimosso prima di tutto, anche prima dell'inizio delle cure mediche.
Con un'abbondante distribuzione di cheratite regionale e grave infiammazione, vengono prescritti colliri steroidei. Tali farmaci richiedono una stretta osservanza del dosaggio, quindi il trattamento è spesso sotto il controllo di un oftalmologo in condizioni di degenza.

Trattamento della cheratite akantamebnogo

Nelle fasi iniziali, la cheratite acantamica viene curata in ospedale. Vengono utilizzati farmaci come soluzione di isamide di propamidina allo 0,1%, soluzione di polihexametil biguanide allo 0,02%, Itraconazolo.

Di solito, passano diversi mesi prima di tale intervento: è necessario assicurarsi che non vi sia alcun effetto del trattamento con metodi medici.

Rimedi popolari per il trattamento della cheratite

La cheratite è una malattia che, con il giusto approccio nelle fasi iniziali, è facilmente trattata con rimedi popolari a casa.

Esistono diverse ricette popolari efficaci.

Brodo di edera eretta

Tre cucchiai di questa pianta versano 0,5 litri di acqua bollente e ne permettono l'infusione per sei ore, dopo di che il mezzo viene filtrato e la composizione finita viene utilizzata internamente tre volte al giorno (mezza tazza).

Le gocce oculari possono essere preparate dall'occhio dell'occhio: l'erba viene versata con duecento grammi di acqua (l'estratto viene preso nella quantità di un cucchiaino), dopo di che la miscela viene fatta bollire per tre minuti.

Il prodotto viene infuso e si raffredda per tre ore, dopo di che può essere instillato negli occhi (le gocce vengono instillate durante la notte, sono sufficienti tre gocce).

Decotto di fiori di trifoglio

Come comprime, è possibile utilizzare un decotto di fiori di trifoglio. Duecento grammi della pianta essiccata vengono versati con cento grammi di acqua, il mezzo viene portato ad ebollizione sul fuoco per 15 minuti.

Successivamente, lo strumento viene filtrato e deve essere raffreddato a temperatura ambiente. In questo brodo inumidire una garza o un tovagliolo di cotone: un impacco simile viene applicato agli occhi colpiti per mezz'ora al mattino e alla sera. Il trattamento viene effettuato per 14 giorni senza interruzione.

Calendula secca

Un cucchiaino di calendula essiccata viene versato con un bicchiere di acqua bollente e messo a fuoco lento per cinque minuti.

Lo strumento raffreddato viene filtrato e utilizzato per lozioni.

Devono essere applicati agli occhi per 10-15 minuti due volte al giorno.

Lo strumento viene applicato quotidianamente fino al completo recupero.

Il miele può essere mescolato con acqua in rapporto 1: 3 fino a completa dissoluzione. Il rimedio risultante viene instillato negli occhi malati al mattino e alla sera, due gocce. Inoltre, questo significa che puoi lavarti gli occhi due volte al giorno.

Un grande bulbo viene tagliato in quattro pezzi e si versano 0,5 litri di acqua bollente, quindi si mettono i piatti con questo strumento sul fuoco finché le cipolle non sono piene. Quindi lo strumento viene raffreddato a temperatura ambiente e filtrato.

Due cucchiaini di miele sono aggiunti al brodo, dopo di che la miscela viene agitata fino a quando il miele è completamente sciolto.

camomilla

Anche il trattamento con la camomilla è efficace: due cucchiai di questa pianta essiccata vengono versati con 500 ml di acqua bollente e dopo essersi raffreddati con un mezzo per lavare gli occhi infiammati tre volte al giorno.

Al momento di coricarsi, un panno immerso nel brodo viene applicato agli occhi per mezz'ora (al posto del tessuto possono essere usati panni di cotone o cotton fioc).

Prevenzione delle malattie

Il principale mezzo per prevenire la cheratite è proteggere gli occhi dagli effetti di infezioni e lesioni.

Inoltre, gli occhi devono essere protetti dalla polvere e dallo sporco, specialmente durante il lavoro fisico.

Basta usare occhiali di sicurezza.

L'ottica di protezione solare può anche servire come mezzo di prevenzione: questi occhiali devono essere usati con esposizione costante al sole.

Video utile

Da questo video imparerai di più su come curare questa malattia oftalmologica:

Non iniziare il trattamento della cheratite e trascurare i farmaci prescritti. La cheratite nelle persone in forma avanzata può portare alla distruzione della cornea, e questo spesso richiede il trapianto di questo elemento degli organi visivi.

Nonostante il fatto che non sia facile riconoscere alcuni tipi di cheratite nelle fasi iniziali, è necessario monitorare attentamente la salute dei tuoi occhi e rivolgersi agli specialisti ai primi segni di infiammazione. Questo è il caso in cui è meglio fare un errore piuttosto che non notare la malattia nel tempo.

Google+ Linkedin Pinterest