Sindrome dell'occhio secco: sintomi e trattamento, rimedi popolari

La sindrome descritta è una patologia in cui la produzione di lacrime diminuisce o la composizione del liquido lacrimale cambia. Per questo motivo, la cornea non riceve l'umidità necessaria. Questo crea un serio disagio per la persona e, in assenza del trattamento e dell'idratazione necessari, diventa sempre la causa della lesione corneale. Di conseguenza, gravi problemi di visione.

In medicina, il nome "sindrome dell'occhio secco" è apparso non molto tempo fa. Prima di questo, insufficiente lacrimazione era associata alla sindrome di Sjogren. Questo disturbo autoimmune è raramente visto solo nel funzionamento della ghiandola lacrimale, spesso è uno dei segni di altre malattie. Molti pazienti con artrite reumatoide lamentavano secchezza e bruciore agli occhi.

Cos'è?

La sindrome dell'occhio secco è una malattia complessa basata sull'invecchiamento della cornea, che causa la sua secchezza e il funzionamento alterato. Questo riduce la qualità o la quantità del liquido lacrimale, che forma un film lacrimale sulla superficie della congiuntiva, che svolge una funzione protettiva.

cause di

Tra le condizioni che causano una diminuzione della composizione qualitativa e della quantità di liquido lacrimale prodotto, gli esperti identificano le seguenti cause della sindrome dell'occhio secco:

  1. Mancanza di vitamine nella dieta;
  2. Violazione del regime di riposo e sonno (lavoro al computer, con piccoli oggetti, lunga lettura);
  3. Fattori ambientali (aria inquinata, vento forte, aria secca);
  4. Indossare lenti a contatto che sono fuori misura e di scarsa qualità;
  5. Disturbi endocrini che si verificano nelle donne durante la menopausa e la menopausa, oftalmopatia endocrina;
  6. Qualsiasi condizione del corpo che non permette all'occhio di chiudersi completamente è un fattore che provoca lo sviluppo di occhi asciutti, poiché l'occhio viene lavato dal liquido lacrimale solo quando è completamente chiuso;
  7. Condizioni autoimmuni, malattie del tessuto connettivo. La crescita incontrollata del tessuto connettivo nel corpo può portare al blocco completo dei dotti lacrimali, rispettivamente, c'è una produzione insufficiente di liquido lacrimale, interrotto il processo della sua distribuzione sulla superficie della cornea;
  8. Il morbo di Parkinson, le malattie infettive e cutanee, le malattie renali, la gravidanza, la disfunzione della ghiandola lacrimale, la congiuntivite cronica, le malattie infiammatorie degli occhi, gravi malattie neurologiche e una grave deplezione del corpo possono causare lo sviluppo della sindrome dell'occhio secco;
  9. La terapia a lungo termine con alcuni farmaci (antiaritmici, antipertensivi) porta ad una diminuzione della produzione di fluido e alla disidratazione, rispettivamente, aumenta la viscosità delle lacrime e il loro numero diminuisce. L'uso a lungo termine di antistaminici, corticosteroidi, contraccettivi orali, uso incontrollato di pomate per gli occhi, così come gocce con anticolinergici, beta-bloccanti, anestetici porta ad una diminuzione della produzione di liquido lacrimale.

A seconda della patogenesi (meccanismo di sviluppo), si verifica la sindrome dell'occhio secco:

  • A causa della ridotta secrezione di liquido lacrimale;
  • A causa della maggiore evaporazione del liquido lacrimale;
  • Combinato.

A seconda dell'eziologia (origine) della sindrome è diviso in:

  • Sintomatico, cioè, che sorge sullo sfondo di una malattia;
  • Sindromico, cioè, che sorge indipendentemente;
  • Artefatto, cioè sviluppato a causa di condizioni ambientali avverse (aria secca, ecc.).

Ci sono tre gravità della sindrome: lieve, moderata e grave.

Meccanismo di sviluppo

L'idratazione dell'occhio si verifica a causa del film protettivo sull'occhio che copre la cornea e il liquido lacrimale prodotto, che lo bagna costantemente.

Il film protettivo è composto da tre strati:

  1. Lo strato di mucina è prodotto dalle cellule caliciformi della congiuntiva e copre la cornea, rendendo la sua superficie liscia e uniforme; la sua funzione è di tenere il film lacrimale sull'epitelio corneale; lo spessore di questo strato è 0,02-0,05 μm, questo è solo lo 0,5% dello spessore del film;
  2. Lo strato acquoso (acquoso) è prodotto dalle ghiandole lacrimali e consiste di sostanze biologicamente attive e elettroliti disciolti; rinnova continuamente e fornisce l'epitelio della cornea e della congiuntiva con sostanze nutritive e ossigeno, e assicura anche la rimozione di molecole di anidride carbonica, prodotti di scarto del metabolismo e cellule epiteliali morte. Lo spessore di questo strato è di circa 7 micron, che è più del 90% del film lacrimale;
  3. Strato lipidico - copre l'esterno dello strato d'acqua ed è prodotto dalle ghiandole di Meibomio; responsabile della planata della palpebra superiore e della protezione del bulbo oculare, impedisce l'evaporazione dello strato d'acqua e l'eccessivo trasferimento di calore del suo epitelio.

Inoltre, un occhio sano contiene sempre una piccola quantità di liquido lacrimale, che lava quando lampeggia. Il liquido lacrimale ha una composizione complessa, prodotta da un intero gruppo di ghiandole, 2 ml al giorno in uno stato emotivo calmo, perché, come sapete, nel caso del tumulto emotivo, la produzione di liquido lacrimale aumenta drammaticamente.

Oltre al sistema di produzione del liquido lacrimale, vi è un sistema di deflusso dell'umidità in eccesso dall'occhio. Con l'aiuto del canale lacrimale, le lacrime in eccesso scorrono nella cavità nasale, che diventa molto evidente quando una persona piange - ha sempre la secrezione nasale. Inoltre, il sistema di deflusso consente di aggiornare il fluido lacrimale e svolgere la funzione di alimentazione della cornea.

Questa sindrome viene diagnosticata nel 10-20% della popolazione ed è più frequente nelle donne (70% dei casi). La frequenza della malattia dipende direttamente dall'età: all'età di 50 anni, rappresenta solo il 12% dei casi. Il 42-43% delle persone affette da questa sindrome presenta un significativo deficit visivo, ha difficoltà a leggere.

Sintomi della sindrome dell'occhio secco

La gravità dei sintomi clinici (vedi foto) dipende in gran parte dalla gravità della malattia. Come correttamente, una persona si lamenta di secchezza oculare. Inoltre, non tollera il vento, l'aria dal condizionatore, il fumo. Di norma, in risposta all'azione di fattori irritanti, il paziente ha una forte lacrimazione.

I sintomi possono essere indicati sulla sindrome dell'occhio secco:

  • paura della luce intensa;
  • diminuzione dell'acuità visiva alla fine della giornata lavorativa;
  • crampi, bruciore, fastidio agli occhi;
  • sensazione di sabbia nella cavità congiuntivale;
  • arrossamento e gonfiore della congiuntiva, l'aspetto della secrezione mucosa.

A causa della secchezza a lungo termine della parte anteriore del bulbo oculare, la cornea è danneggiata in una persona. Forse l'aspetto della cheratite filamentosa, l'erosione della cornea, la cheratocongiuntivite secca. In alcuni pazienti, si forma congiuntivocalcea: la congiuntiva si insinua fino al margine inferiore della palpebra.

effetti

Anche una forma lieve di sindrome dell'occhio secco richiede un trattamento medico adeguato per prevenire effetti gravi e irreversibili, che possono essere i seguenti:

  • Infezione del tessuto oculare;
  • Danno corneale;
  • La formazione di varie erosioni;
  • Perdita di visione parziale o totale.

Le misure preventive sono volte a limitare l'impatto dei fattori negativi esterni, il trattamento tempestivo delle malattie interne, una dieta equilibrata e l'uso di una quantità sufficiente di liquidi.

diagnostica

La diagnosi della sindrome dell'occhio secco viene eseguita in un ospedale, inizia con lo studio dei disturbi umani, la raccolta di dati sull'anamnesi.

Sono anche necessari altri metodi di esame clinico, tra cui:

  • Test di Schirmer per determinare il tasso di formazione del liquido lacrimale;
  • Il test di Norn per determinare il tasso di evaporazione;
  • test di laboratorio;
  • la biomicroscopia oculare valuta lo stato della cornea, il film lacrimale, la congiuntiva;
  • test di instillazione con fluoresceina per determinare il tempo di lacerazione del film lacrimale.

Prima di acquistare collirio in farmacia e automedicazione, devi fare tutto ciò che l'oftalmologo consiglia di identificare la causa alla radice della malattia caratteristica.

trattamento

Le misure terapeutiche nel trattamento della sindrome dell'occhio secco mirano a raggiungere i seguenti obiettivi:

  1. Eliminazione della malattia che ha portato alla xerosi congiuntivale corneale (correzione del livello di glucosio nel diabete, eliminazione dei disturbi ormonali, sollievo dall'infiammazione reumatoide, ecc.);
  2. Aumento della stabilità del film lacrimale, che porta ad un'adeguata idratazione del bulbo oculare;
  3. Eliminazione dei cambiamenti xerotici nella cornea e nella congiuntiva;
  4. Prevenzione delle complicanze corneali (annebbiamento, ulcerazione).

Per la maggior parte, i pazienti con sindrome dell'occhio secco vengono trattati in regime ambulatoriale. Ricovero in ospedale solo per il trattamento chirurgico.

Collirio

I farmaci più usati, chiamati "lacrime artificiali". Tra i colliri e gel ci sono farmaci con bassa, media e alta viscosità:

  • Per la sindrome dell'occhio secco, il trattamento con gocce inizia con l'uso di farmaci a bassa viscosità (Lacrisifi 250 rub., Lacrima naturale (350-400 sfregamento), sillabazione (40 sfregamenti)). Prima di lasciar cadere le gocce, le lenti a contatto devono essere rimosse.
  • Nelle lesioni gravi e gravi compromesse, i farmaci sono prescritti in media (Lacrisin).
  • E alta viscosità (gel Vidisik 200 rubli., Oftagel 180 rubli., Lakropos 150 rubli).

In questo caso, i gel con alta viscosità tendono a passare nella fase liquida quando si effettuano movimenti lampeggianti. Ciò garantisce un sufficiente inumidimento della cornea nei pazienti con produzione insufficiente e cambiamenti nella composizione del liquido lacrimale.

Rimedi popolari per il trattamento

Come sbarazzarsi degli occhi secchi a casa: per il trattamento, è possibile utilizzare i seguenti rimedi popolari:

  1. Brodo di una farmaceutica di camomilla per l'instillazione. 2 g di fiori essiccati versare 200 ml di acqua e mettere a fuoco lento. Far bollire per 5 minuti, quindi lasciare raffreddare. Il pre-decotto deve essere accuratamente filtrato per evitare piccole particelle negli occhi. Gocciolare con una pipetta sterile, 1-2 gocce in un occhio secco;
  2. Olio di olivello spinoso. Per la sua preparazione, un cucchiaio di bacche di olivello spinoso tritato deve essere mescolato con la stessa quantità di olio d'oliva e lasciato fermentare per una settimana in un contenitore sigillato. Filtrare e applicare sulle palpebre superiori quotidianamente, finché la condizione non migliora;
  3. Il tè verde è una cura per gli occhi asciutti. Sacchetti di tè preparato vengono applicati agli occhi per 5 minuti. In precedenza possono essere collocati nel congelatore per 5 minuti.
  4. Bene stimola la produzione di olio di canfora fluido lacrimale, miscelato con olio d'oliva. Prendi 25 gocce di ciascuna, mescola. Inumidire i tamponi di cotone e applicare sulle palpebre: è irritante e causa uno strappo.
  5. Foglia di cavolo Lenisce, allevia il prurito e il rossore, riduce il gonfiore. Per ottenere l'effetto, basta appoggiare un foglio sulla palpebra senza premere sull'occhio.

ginnastica

Per eliminare il rossore degli occhi, è necessario ogni mezz'ora interrompere il lavoro al computer o leggere un libro ed eseguire esercizi di prevenzione. Gli occhi dovrebbero essere chiusi e diverse volte le pupille si muovono in senso orario e contro di essa. Quindi, senza aprire gli occhi, dovresti sollevare le pupille su e giù, dirette a destra e a sinistra.

Dopo aver completato queste semplici manipolazioni, dovresti premere i palmi delle mani per un minuto, in modo che il calore delle mani possa essere trasferito su di loro. Quindi devi aprire gli occhi e guardare l'oggetto più distante, quindi dirigere gli occhi verso il dito della tua mano. Questo esercizio deve essere ripetuto più volte.

Con la minima sensazione di affaticamento degli occhi, si consiglia di lampeggiare rapidamente per un breve periodo o chiudere gli occhi strettamente più volte di seguito. Puoi semplicemente chiudere gli occhi e rilassarti per quindici secondi.

Prevenzione degli occhi asciutti

Poiché la sindrome dell'occhio secco si verifica raramente a causa di anomalie congenite, la prevenzione tempestiva dell'essiccazione corneale è del tutto possibile. Inoltre, ogni misura per prevenire la secchezza degli occhi allo stesso tempo lavora per proteggere da molte malattie infettive e conseguenze negative, preservando l'acuità visiva dei pazienti.

È possibile evitare che la cornea si secchi in diverse situazioni con l'aiuto di gocce idratanti che imitano le lacrime, ma in alcuni casi saranno necessarie misure protettive aggiuntive. Quindi, con venti forti e sole splendente, si consiglia di indossare occhiali con filtri UV e, quando si nuota in acque pubbliche e piscine, utilizzare maschere protettive aderenti alla pelle. Tali misure aiutano ad evitare il contatto diretto di batteri e funghi sulla cornea e prevenire lo sviluppo di malattie per le quali l'aridità dell'occhio è un sintomo.

Protezione degli occhi quando si lavora in ufficio e le aree climatizzate hanno le proprie caratteristiche. Il problema principale qui è la bassa umidità, quindi dovresti pensare a installare un evaporatore, o anche solo ad organizzare i contenitori con acqua. Quando si lavora al computer, è necessario lampeggiare più spesso, effettuare regolarmente il riscaldamento degli occhi e il massaggio delle palpebre. Le gocce idratanti sono importanti da utilizzare non appena si verificano disagio, bruciore e fastidio.

Sintomi e trattamento della sindrome dell'occhio secco

La sindrome dell'occhio secco è un problema abbastanza comune in oftalmologia associata a secchezza oculare. A causa del fatto che la sensazione di secchezza negli occhi si sviluppa in quasi tutte le persone il cui lavoro è associato a una permanenza permanente sul monitor, questa sindrome è chiamata congiuntivite da ufficio.

Meccanismo idratante del bulbo oculare

Sulla superficie dell'occhio c'è una pellicola protettiva trasparente che copre la cornea e si compone di tre strati:

  • Il primo, formato da grassi. Evita che il film si secchi. Inoltre, la secrezione oleosa prodotta dalle ghiandole di Meibomio permette alla palpebra di scivolare facilmente;
  • Il secondo, composto da liquido lacrimale. Nutre la cornea e svolge una funzione protettiva, lavando i corpi estranei. Inoltre, lo strato è coinvolto nella rifrazione della luce;
  • Il terzo, adiacente alla cornea. Questo è lo strato mucoso che rende liscia la superficie della cornea e assicura la sua stretta adesione con il film lacrimale.

Lo spessore del film lacrimale non supera i 10 micrometri. Circa ogni 10 s. viene aggiornato di nuovo e inizia a lampeggiare le palpebre. Sono violazioni nel film lacrimale che causano la sindrome dell'occhio secco.

Cause degli occhi asciutti

Spesso le cause della sindrome dell'occhio secco sono:

  • Mancanza di vitamine nella dieta;
  • Lavoro regolare al computer, visione prolungata di programmi televisivi;
  • Fattori ambientali: aria troppo secca e calda, vento forte, ecc.;
  • Sonno e veglia sbagliati;
  • Lenti a contatto Occhi asciutti quando si indossano le lenti è una lamentela molto tipica;
  • Rara palpebra delle palpebre. Questo può essere quando si riduce la sensibilità della cornea;
  • Malattie dell'occhio di natura infiammatoria (blefarite, congiuntivite e altri);

Ma a volte, le ragioni possono essere più serie:

  • Interruzioni del sistema endocrino, accompagnate da una diminuzione della produzione di estrogeni. Questo accade più spesso durante la menopausa o durante la menopausa;
  • Morbo di Parkinson;
  • Malattie autoimmuni quando il corpo inizia a produrre anticorpi contro le proprie cellule e tessuti (sindrome di Sjogren);
  • Malattie del tessuto connettivo, come lo scleroderma. Questa condizione è caratterizzata da una proliferazione incontrollata di tessuto connettivo denso. Allo stesso tempo, i dotti escretori di tutte le ghiandole, comprese le ghiandole lacrimali, sono bloccati. Di conseguenza, il liquido lacrimale viene prodotto in quantità insufficiente e distribuito in modo non uniforme sulla superficie dell'occhio;
  • Malattie dei reni e del sistema urinario;
  • Lesioni e qualsiasi altra condizione in cui la palpebra non possa chiudersi completamente;
  • Grave esaurimento;
  • Malattie infettive della pelle (ad esempio, un pemfigo epidemico);
  • Assunzione regolare di contraccettivi orali, antistaminici e corticosteroidi. Per ridurre la produzione di lacrime possono anche gocce di vasocostrittore;
  • Predisposizione genetica;
  • Intervento chirurgico agli occhi e alle palpebre (blefaroplastica, cheratotomia anteriore, cheratoplastica, fotoablazione corneale e molti altri).

Il gruppo di rischio comprende le seguenti categorie di persone:

  • Impiegati che restano al monitor per più di 6 ore al giorno;
  • Residenti di città e altre aree popolate con aria inquinata;
  • Abitanti di montagna;
  • Persone oltre i quaranta;
  • Le donne durante la gravidanza e la menopausa.

classificazione

A seconda della patogenesi (meccanismo di sviluppo), si verifica la sindrome dell'occhio secco:

  • A causa della ridotta secrezione di liquido lacrimale;
  • A causa della maggiore evaporazione del liquido lacrimale;
  • Combinato.

A seconda dell'eziologia (origine) della sindrome è diviso in:

  • Sintomatico, cioè, che sorge sullo sfondo di una malattia;
  • Sindromico, cioè, che sorge indipendentemente;
  • Artefatto, cioè sviluppato a causa di condizioni ambientali avverse (aria secca, ecc.).

Ci sono tre gravità della sindrome: lieve, moderata e grave.

Sintomi della sindrome dell'occhio secco

I sintomi della sindrome dell'occhio secco possono manifestarsi in diversi modi:

  • Agglomerazione delle palpebre subito dopo il risveglio;
  • La sensazione di secchezza negli occhi è il sintomo principale;
  • Prurito. Si verifica a causa del fatto che a causa della secchezza della cornea diventa molto sensibile a tutti gli stimoli. La seconda ragione per prurito sta prendendo antistaminici;
  • Sensazione di bruciore Normalmente, ci sono molte terminazioni nervose sensoriali sulla cornea. Quando l'integrità del film lacrimale si rompe, le terminazioni nervose sono irritate e c'è una sensazione di bruciore;
  • Sentirsi come se qualcosa fosse nei tuoi occhi. Questo è un sintomo molto tipico della sindrome dell'occhio secco. Appare a causa di un inumidimento insufficiente del bulbo oculare;
  • Visione offuscata, che scompare dopo frequenti lampeggiamenti. Come già accennato, il film lacrimale, o meglio il suo secondo strato, è coinvolto nella rifrazione della luce. Quando si assottiglia, il sistema ottico dell'occhio soffre, che si manifesta con la sfocatura dell'immagine visibile;
  • Rossore congiuntivale È un segno di un incipiente processo infiammatorio. Quando il film lacrimale viene rotto, l'occhio diventa molto accessibile a vari agenti infettivi;
  • Lacrimazione. Diversi pazienti possono essere espressi in modo diverso. Si sviluppa nelle fasi iniziali come meccanismo compensativo per il restauro del film lacrimale;
  • Aumento dei sintomi dopo affaticamento degli occhi, ad esempio, dopo aver letto o guardato la televisione. Queste attività richiedono la concentrazione della vista. La velocità di intermittenza è ridotta e il film lacrimale viene aggiornato meno frequentemente;
  • Aumento della sensibilità alla luce (fotofobia);
  • Sensazioni di dolore.

Nel corso del tempo, una persona sviluppa xerosi congiuntivale corneale (essiccamento della congiuntiva e della cornea). Il suo corso può essere diviso in tre manifestazioni:

  1. Flusso facile. Caratterizzato da iperlacriemia, cioè aumento della produzione di liquido lacrimale;
  2. Flusso moderato La produzione di liquido lacrimale è completamente interrotta. Gli occhi si prosciugano, la congiuntiva si gonfia e può "strisciare" fino al margine libero della palpebra inferiore. Dopo un po 'si attacca alla palpebra e si sposta durante le lampeggi;
  3. Corrente pesante. Caratterizzato dall'aggiunta delle seguenti complicazioni:
  • Cheratocongiuntivite secca. Quando viene osservato cambiamenti profondi dei tessuti organici. Nel tempo, gli occhi perdono la loro lucentezza, la palpebra si attacca ancora di più insieme alla congiuntiva;
  • Cheratite filamentosa Caratterizzato da molteplici crescite epiteliali sulla cornea. Il processo infiammatorio non è sviluppato molto;
  • Erosione corneale ricorrente. Manifestato da ulcere microscopiche sulla superficie della cornea. Dopo la loro guarigione, restano aree dense dell'epitelio, portando ulteriore disagio alla persona.

Questi sintomi diventano più pronunciati la sera, così come durante il raffreddore, nel vento o in una stanza asciutta.

Diagnosi della malattia

Spesso, un singolo esame è sufficiente per la diagnosi, durante il quale il medico valuta la condizione delle palpebre, delle mucose, della velocità di battito e della densità delle palpebre.

La biomicroscopia dei bulbi oculari consente di analizzare lo stato del film lacrimale, della congiuntiva e della cornea.

Ci sono diversi test funzionali che aiutano a valutare lo stato del film lacrimale:

  • Test di Schirmer. Con esso, puoi esplorare la velocità con cui si forma un liquido lacrimale;
  • Il test di Norn. Consente di valutare il tasso di evaporazione del film lacrimale;
  • Test di instillazione fluorescente. Hai bisogno di determinare il tempo di rottura del film. L'uso di un colorante speciale consente di identificare con precisione le lesioni secche sul bulbo oculare.

Inoltre, ci sono metodi di laboratorio per diagnosticare la sindrome dell'occhio secco. Fanno sbavature del liquido lacrimale, eseguono la sua cristallografia e determinano l'osmolarità.

Trattamento per gli occhi secchi

Il trattamento dell'occhio secco ha diversi obiettivi:

  • Ripristinare artificialmente le riserve di liquido lacrimale;
  • Stimolare la produzione di liquido lacrimale;
  • Ridurre l'evaporazione dalla superficie del film lacrimale;
  • Ripristina la pervietà dei condotti lacrimali.

Per inumidire il bulbo oculare e ripristinare il film lacrimale, vengono utilizzati sostituti lacrimali (preparati lacrimali artificiali). Influenzano gli strati mucosi e acquosi del film lacrimale.

A seconda della viscosità, tutti i colliri degli occhi asciutti (con sindrome dell'occhio secco) sono suddivisi in tre gruppi:

  • Preparazioni per gli occhi asciutti a bassa viscosità: lacrisifi, lacrima naturale, ossea, sillabazione, hylokomod;
  • Farmaci a media viscosità: Lacrisina;
  • Preparazioni ad alta viscosità: Vidisik, Sisteyn, oftagel.

La scelta del farmaco dipende dalla gravità della malattia. In caso di decorso lieve, sono limitati a gocce a bassa viscosità e, in caso di decorso moderato e grave, è necessario utilizzare preparati ad alta viscosità sotto forma di gel agli occhi per la secchezza. Sono posizionati dietro la palpebra inferiore e, grazie ai movimenti lampeggianti, sono distribuiti uniformemente su tutta la superficie dell'occhio. Prima di usare droghe, assicurarsi di rimuovere le lenti a contatto.

Come trattare la sindrome dell'occhio secco se è complicata dall'aggiunta di un'infezione batterica: usare un unguento oculare con tetraciclina o eritromicina. Devono posare la palpebra prima di coricarsi.

Trattamento chirurgico della sindrome dell'occhio secco

In questo caso, il liquido si accumula nella zona dell'angolo esterno dell'occhio e idrata adeguatamente l'occhio. Il blocco è fatto da spine speciali, che possono essere facilmente rimosse. Nonostante la sua semplicità, questa procedura può migliorare significativamente le condizioni del paziente.

Oltre al blocco degli ingorghi, è possibile utilizzare questi tipi di interventi:

  • diatermia;
  • Coagulazione laser;
  • Punti lacrimali di plastica o congiuntiva;
  • Tarsorrafia laterale (mostrata con chiusura incompleta delle palpebre e ampia fessura palpebrale);
  • Trapianto delle ghiandole salivari nella cavità congiuntivale.

Queste tecniche aumentano l'afflusso di liquido lacrimale, ne limitano il deflusso e l'evaporazione e aiutano anche a far fronte a possibili complicazioni - perforazione e ulcera cornea xerotica.

Trattamento dei rimedi popolari della sindrome dell'occhio secco

Come sbarazzarsi degli occhi secchi a casa: per il trattamento, è possibile utilizzare i seguenti rimedi popolari:

  • Il tè verde è una cura per gli occhi asciutti. Sacchetti di tè preparato vengono applicati agli occhi per 5 minuti. In precedenza possono essere collocati nel congelatore per 5 minuti.
  • Brodo di una farmaceutica di camomilla per l'instillazione. 2 g di fiori essiccati versare 200 ml di acqua e mettere a fuoco lento. Far bollire per 5 minuti, quindi lasciare raffreddare. Il pre-decotto deve essere accuratamente filtrato per evitare piccole particelle negli occhi. Gocciolare con una pipetta sterile, 1-2 gocce in un occhio secco;
  • Med. Un cucchiaio di miele sciolto in 100 ml di acqua bollita e raffreddata. Inumidire i tamponi di cotone in soluzione e applicare sugli occhi per 5 minuti. La procedura viene ripetuta ogni 4 ore;
  • Zucca. Grattugiare una piccola quantità di zucca su una grattugia fine, applicare la pappa agli occhi. La procedura viene ripetuta ogni giorno due volte al giorno per 2 settimane;
  • Euphrasia. 5 g di erboristeria alle erbe versare 200 ml di acqua bollente e lasciare in infusione per 40 minuti. Filtrare e applicare 50 ml 4 volte al giorno per il lavaggio o l'impacco;
  • Olio di olivello spinoso. Per la sua preparazione, un cucchiaio di bacche di olivello spinoso tritato deve essere mescolato con la stessa quantità di olio d'oliva e lasciato fermentare per una settimana in un contenitore sigillato. Filtrare e applicare sulle palpebre superiori quotidianamente, finché la condizione non migliora;
  • Cipolle. Il bulbo deve essere tagliato e annusato, il suo odore stimola la lacrimazione;
  • Mint. 3 g di foglie di menta versare 500 ml di acqua bollente e, dopo aver infuso il brodo, filtrare. Lo strumento risultante viene utilizzato per il lavaggio o l'impacco. Nell'infusione è necessario immergere i tamponi di cotone, metterli nel congelatore per 2 minuti e quindi applicare agli occhi.

prevenzione

Ora sai come curare la sindrome dell'occhio secco. Ma come ogni malattia, gli occhi asciutti sono più facili da prevenire che curare. Le misure preventive comprendono i seguenti componenti:

  • Assicurati che l'aria nella stanza non sia troppo asciutta. Per fare questo, è possibile utilizzare idratanti speciali;
  • Se il tuo lavoro è associato a una permanenza permanente sul monitor, non dimenticare di fare pause ogni 30-40 minuti. Durante le pause si consiglia di fare esercizi per gli occhi;
  • Durante l'affaticamento degli occhi, non dimenticare di battere spesso le palpebre. Questo protegge il film lacrimale dall'essiccamento e dall'ulteriore distruzione;
  • Non strofinare gli occhi con le mani;
  • Scegli le lenti a contatto solo nei centri oculistici professionali. La preferenza dovrebbe essere data a quelle lenti che sono fatte di materiale ipergel;
  • Non indossare le lenti a contatto più a lungo del previsto;
  • Bere molta acqua potabile ogni giorno;
  • Visita regolarmente l'ufficio dell'oculista (almeno una volta all'anno).

Secchezza della cornea

La sindrome dell'occhio secco (sin - xeroftalmia, occhio secco) è una malattia caratterizzata da una mancanza di umidità nelle membrane cornee e congiuntivali del bulbo oculare. Questa condizione si verifica a causa della ridotta produzione del liquido lacrimale o dell'eccessiva evaporazione. Nella classificazione internazionale delle malattie (ICD-10), alla sindrome dell'occhio secco è assegnato il codice H04.1.

Oggi la xeroftalmia è una delle malattie oftalmiche più comuni. Secondo le statistiche, soffrono di circa il 7-17% delle persone nei paesi sviluppati. Va notato che la sindrome dell'occhio secco è più comune nelle donne, nel 69,7% dei casi si trova nelle donne. Particolarmente suscettibile per le persone oltre i 50 anni.

La composizione e la funzione del film lacrimale

Normalmente, l'intera superficie anteriore del bulbo oculare è coperta da un film lacrimale pre-corneale. Leviga i difetti ottici minori della cornea, protegge la cornea e la congiuntiva dalla traumatizzazione meccanica e dagli effetti dannosi di determinati fattori ambientali. I componenti del film lacrimale sono formati da piccole ghiandole situate ai bordi delle palpebre. Il liquido lacrimale scorre attraverso i percorsi speciali lacrima.

Il film lacrimale precorneale è costituito dai seguenti strati:

  • Lipidi esterni. Contiene una grande quantità di grasso che svolge una funzione protettiva. Questo strato impedisce l'evaporazione dell'umidità e protegge gli occhi dall'asciugarsi.
  • L'acqua media Fornisce ossigeno e sostanze nutritive alla cornea. Rimuove anche i prodotti metabolici dannosi e le cellule morte dalla superficie del bulbo oculare.
  • Mucina interna. Ha proprietà idrofile, che consente di mantenere il film lacrimale sulla superficie della cornea.

La rottura della normale struttura del film lacrimale porta alla comparsa della sindrome dell'occhio secco. Congiuntiva e cornea si prosciugano, a causa di ciò che una persona inizia a provare un sacco di disagio. Nel tempo, a causa della mancanza di ossigeno e di sostanze nutritive in un paziente, la cornea e la congiuntiva del bulbo oculare possono essere danneggiate.

Cause di xeroftalmia

L'occhio secco iposecretorio è causato da una violazione della produzione lacrimale di base. Nell'85% dei casi, la causa del suo sviluppo è una violazione della stabilità del film lacrimale dovuta alla patologia del suo strato lipidico o mucinico. Più raramente (solo nel 15% dei casi) la xeroftalmia è una conseguenza della ridotta produzione del componente acquoso del liquido lacrimale.

Possibili cause della sindrome dell'occhio secco:

  • congiuntivite cronica e blefarite;
  • cheratite neuropalolitica e neurotrofica;
  • intervento chirurgico sulla cornea o sulle palpebre;
  • lagoftalmo - una condizione in cui le palpebre non si chiudono e non forniscono l'idratazione necessaria del bulbo oculare.
  • predisposizione genetica;
  • lavorare a lungo al computer, leggere o guardare la televisione;
  • aria secca nei locali nel periodo autunno-inverno;
  • lunga permanenza in una camera con aria condizionata inclusa;
  • inosservanza delle regole di conservazione e uso delle lenti a contatto;
  • vivere in una grande metropoli;
  • mancanza di vitamina A nella dieta;
  • uso a lungo termine di contraccettivi ormonali, corticosteroidi, antipertensivi o antistaminici.

Inoltre, la xeroftalmia può verificarsi in un certo numero di malattie autoimmuni, endocrine e neurologiche (sindrome di Sjogren, diabete, morbo di Parkinson). La sindrome dell'occhio secco può essere uno dei sintomi del pemfigo, del linfoma maligno e di alcune altre malattie.

Fattori che contribuiscono allo sviluppo della xeroftalmia:

Va notato che la sindrome dell'occhio secco può svilupparsi a causa della contemporanea interruzione della produzione del liquido lacrimale e della destabilizzazione del film lacrimale. In questo caso, una persona produce lacrime troppo piccole e evapora troppo rapidamente.

Sintomi della sindrome dell'occhio secco

La gravità dei sintomi clinici dipende in gran parte dalla gravità della malattia. Come correttamente, una persona si lamenta di secchezza oculare. Inoltre, non tollera il vento, l'aria dal condizionatore, il fumo. Di norma, in risposta all'azione di fattori irritanti, il paziente ha una forte lacrimazione.

I sintomi possono essere indicati sulla sindrome dell'occhio secco:

  • crampi, bruciore, fastidio agli occhi;
  • sensazione di sabbia nella cavità congiuntivale;
  • paura della luce intensa;
  • diminuzione dell'acuità visiva alla fine della giornata lavorativa;
  • arrossamento e gonfiore della congiuntiva, l'aspetto della secrezione mucosa.

A causa della secchezza a lungo termine della parte anteriore del bulbo oculare, la cornea è danneggiata in una persona. Forse l'aspetto della cheratite filamentosa, l'erosione della cornea, la cheratocongiuntivite secca. In alcuni pazienti, si forma congiuntivocalcea: la congiuntiva si insinua fino al margine inferiore della palpebra.

Metodi per la diagnosi di xeroftalmia

Durante la biomicroscopia, un oftalmologo può valutare lo stato del film lacrimale, i punti lacrimale, la cornea, la sclerale e la congiuntiva palpebrale. Inoltre, questo studio consente di determinare l'altezza della posizione del menisco lacrimale e la presenza di iperemi congiuntivali. Per identificare le aree erose della cornea, vengono colorate con una soluzione di florexina rosa o 0,2% di fluoresceina.

Per valutare il tasso di produzione del liquido lacrimale, viene eseguito un test di Schirmer. Per la palpebra inferiore stendi una speciale striscia reattiva e vedi quanto è impregnata di liquido lacrimale. In caso di violazione della produzione lacrimale, il tasso di bagnatura della striscia reattiva è inferiore a 1 mm / min.

Per valutare la pervietà dei condotti lacrimali, eseguire un test con fluoresceina. Per fare questo, mettere un turunda di cotone nella cavità nasale e una soluzione speciale viene instillata nella cavità congiuntivale. Normalmente, la tintura dovrebbe penetrare nella cavità nasale e macchiare il cotone. In caso di violazione della pervietà dei dotti lacrimali, la fluoresceina rimane a lungo sulla congiuntiva e non appare nella nuova cavità.

Inoltre, il tempo di strappo del film lacrimale può essere stimato e l'osmolarità del liquido lacrimale può essere misurata. Per valutare la struttura del film lacrimale e lo spessore dei suoi strati, viene eseguita una thioscopy.

Trattamento per gli occhi secchi

Per rallentare l'evaporazione delle lacrime, è necessario monitorare la temperatura e l'umidità nel soggiorno. È necessario che la temperatura nell'appartamento non fosse troppo alta. Anche a casa è possibile installare umidificatori d'aria. Per proteggere gli occhi, puoi usare occhiali speciali.

Dei farmaci per la sindrome dell'occhio secco, i sostituti lacrimali sono ampiamente usati. Questi farmaci sono disponibili sotto forma di gocce, gel e unguenti. Idrizzano perfettamente l'occhio, ripristinano la struttura del film lacrimale e rimuovono i sintomi sgradevoli della xeroftalmia. Sfortunatamente, con l'uso a lungo termine di questi strumenti è possibile inibire la produzione delle proprie lacrime.

La scelta di un farmaco lacrime artificiali, si dovrebbe prestare attenzione alla sua viscosità e alla presenza di conservanti nella composizione. Nel caso della sindrome dell'occhio secco lieve, vengono utilizzati agenti con bassa viscosità, rispettivamente di media e pesantezza, con viscosità media e alta. Va notato che le gocce hanno una durata d'azione più breve di unguenti e gel, quindi dovrebbero essere usate molto più spesso.

  • bassa viscosità - gocce Tears Natural, collirio Lakrisifi;
  • preparati a media viscosità - gocce azione combinata Lakrisin;
  • ad alta viscosità - gel Vidisik, gel semiliquido Oftagel.

Per alleviare l'infiammazione, i preparati di ciclosporina sono ampiamente utilizzati. Inoltre, possono essere prescritte vitamine, agenti metabolici, antinfiammatori, antiallergici, glucocorticoidi. Per la sindrome dell'occhio secco grave o lo sviluppo di complicanze (ulcera corneale), è indicato un trattamento chirurgico.

Ai primi segni di xeroftalmia, dovresti consultare immediatamente un medico. L'oftalmologo identificherà la causa degli occhi asciutti e prescriverà il trattamento necessario. È altamente indesiderabile usare qualsiasi farmaco senza prima consultare uno specialista.

Sindrome dell'occhio secco

Sindrome dell'occhio secco (xeroftalmia) - uno stato di insufficiente umidità della superficie della cornea e della congiuntiva a causa della qualità alterata e della quantità del liquido lacrimale e dell'instabilità del film lacrimale. Manifestazioni della sindrome dell'occhio secco sono bruciore e pizzicore, sensazione di sabbia negli occhi, lacrimazione, fotofobia, rapida stanchezza durante il lavoro visivo, intolleranza all'aria secca e polverosa. La sindrome dell'occhio secco viene diagnosticata in base ai risultati di biomicroscopia, test di Schirmer e Norn, test di instillazione della fluoresceina, tiascopia, osmometria, cristallografia del liquido lacrimale, esame citologico di uno striscio congiuntivale. Come trattamento per la sindrome dell'occhio secco, vengono mostrati i preparati di lacrime artificiali, l'otturazione dei dotti lacrimali, la tarsorrafia, la cheratoplastica, il trapianto di ghiandole salivari.

Sindrome dell'occhio secco

La sindrome dell'occhio secco è una condizione abbastanza comune in oftalmologia, che è caratterizzata da una mancanza di umidità nella superficie della cornea e congiuntiva dell'occhio e lo sviluppo di segni di xerosi. La sindrome dell'occhio secco si verifica nel 9-18% della popolazione, più spesso nelle donne (quasi il 70% dei casi), l'incidenza della malattia aumenta significativamente con l'età: fino a 50 anni - 12%, dopo il 50 - 67%.

Normalmente, la superficie anteriore del bulbo oculare è ricoperta da un film lacrimale continuo (circa 10 μm) con una struttura a tre strati. Lo strato lipidico esterno - la secrezione oleosa delle ghiandole di Meibomio assicura che la palpebra superiore scivoli lungo la superficie del bulbo oculare e rallenti l'evaporazione del film lacrimale. Lo strato acquoso con elettroliti disciolti e composti organici lava via corpi estranei dall'occhio, fornisce alla cornea sostanze nutritive e ossigeno e crea protezione immunitaria. Lo strato di mucina - la secrezione mucosa del calice e delle cellule epiteliali è in contatto diretto con la cornea: rende la sua superficie uniforme e liscia, associando il film lacrimale con esso e garantendo un'alta qualità della visione.

Circa ogni 10 secondi, il film lacrimale si rompe, iniziando un movimento intermittente delle palpebre e rinnovando il liquido lacrimale, ripristinando la sua integrità. La violazione della stabilità del film lacrimale lacrimale porta a frequenti rotture, secchezza della superficie corneale e congiuntiva e allo sviluppo della sindrome dell'occhio secco.

Cause della sindrome dell'occhio secco

Quantità insufficiente e qualità del liquido lacrimale, così come eccessiva evaporazione del film lacrimale pre-corneale, riducendo il tempo o il volume di conservazione, porta alla sindrome dell'occhio secco.

Le cause della sindrome dell'occhio secco possono essere malattie interne e sindromi associate alla produzione diminuita lacrimale: autoimmune (sindrome di Sjogren), malattie del sistema ematopoietico e reticoloendoteliale (sindrome Felty, linfoma maligno), disfunzione endocrina (endocrina ophthalmopathy, menopausa), insufficienza renale, il corpo esaurimento e malattie infettive, malattie della pelle (pemfigo), gravidanza.

Alla sindrome dell'occhio secco può causare patologie dell'occhio (congiuntivite cronica, cicatrizzazione della cornea e della congiuntiva, cheratite neuroparalitica, lagoftalmo, disfunzione delle ghiandole lacrimali) ed interventi oftalmici operativi film lacrimale destabilizzante (cheratotomia radiale anteriore, fotoablazione della cornea, cheratoplastica, congiuntiva plastica correzione ptosi ).

Ci artefitsialnye fattori che causano la violazione della stabilità del film lacrimale - l'aria secca dei condizionatori d'aria e riscaldatori, duro lavoro con un PC, guardare la TV, errori di scelta e l'uso di lenti a contatto, problemi ecologici.

Riduce la produzione di lacrime e causa l'uso a lungo termine della sindrome dell'occhio secco di farmaci oftalmici contenenti beta-bloccanti, anticolinergici, anestetici; alcuni farmaci sistemici (contraccettivi ormonali, antistaminici, antipertensivi).

La comparsa della sindrome dell'occhio secco contribuiscono a infrequente lampeggiante movimento, beri-beri al metabolismo delle vitamine liposolubili, predisposizione genetica, età, dopo 40 anni, il sesso femminile. Ridurre la frequenza dei movimenti intermittenti può essere causato da una diminuita sensibilità funzionale o organico cornea natura.

Classificazione della sindrome dell'occhio secco

Secondo la classificazione nazionale, secondo la patogenesi della sindrome dell'occhio secco, sviluppata a causa di una diminuzione del volume di secrezione del liquido lacrimale, dell'aumento dell'evaporazione del film lacrimale, nonché dei loro effetti combinati; secondo l'eziologia, c'è un occhio secco sindromico, sintomatico, artificialmente.

La sindrome dell'occhio secco può essere espressa in varie forme cliniche: macro e microerosioni ricorrenti della cornea o della congiuntiva del bulbo oculare; cheratocongiuntivite secca, cheratite filamentosa.

Per gravità distinguere la forma lieve, moderata, grave e molto grave della sindrome dell'occhio secco.

Sintomi della sindrome dell'occhio secco

Le manifestazioni cliniche della sindrome dell'occhio secco sono molto diverse e sono in gran parte determinate dalla gravità della malattia. I sintomi soggettivi della sindrome dell'occhio secco comprendono la sensazione di un corpo estraneo (sabbia) nella cavità congiuntivale, arrossamento, bruciore e bruciore agli occhi; lacrimazione, aumento della sensibilità alla luce, stanchezza; visione offuscata, dolore durante l'instillazione di colliri.

I sintomi della sindrome dell'occhio secco è di solito più pronunciato in serata, così come quando in un ambiente asciutto o contaminati, freddo, vento, dopo il prolungato o lavoro visivo faticoso.

I segni oggettivi della sindrome dell'occhio secco sono i cambiamenti xerotici nella cornea e nella congiuntiva di diversa gravità (xerosi corneale-congiuntivale). Con un leggero decorso della xerosi congiuntivale corneale, si sviluppa un aumento compensatorio della produzione lacrimale (iperlacrimia) e un aumento dell'altezza del menisco lacrimale inferiore. Con la xerosi moderata, la lacrimazione riflessa diminuisce, il menisco lacrimale diminuisce o è completamente assente, c'è una sensazione di "secchezza" negli occhi, gonfiore della congiuntiva gonfia sul margine libero della palpebra inferiore e il suo spostamento con la palpebra aderente durante i movimenti intermittenti. La grave xerosi congiuntivale corneale si manifesta nelle seguenti forme cliniche: cheratite filamentosa, cheratocongiuntivite secca e erosione cutanea ricorrente che si verificano sullo sfondo delle attuali manifestazioni della sindrome dell'occhio secco.

Quando la cheratite filamentosa sulla cornea, ci sono molteplici crescite epiteliali, manifestazioni di sindrome corneale moderatamente pronunciata senza cambiamenti infiammatori nella congiuntiva.

Nella cheratocongiuntivite secca, si notano marcati cambiamenti corneali-congiuntivali di natura infiammatoria e degenerativa..

Con l'erosione corneale ricorrente, periodicamente appaiono microdifessi dell'epitelio superficiale, che persistono per 3-5 giorni o più e si osserva disagio a lungo termine dopo l'epitelizzazione.

La xerosi congiuntivale corneale particolarmente grave si sviluppa in genere con la disconnessione totale o parziale della fessura palpebrale. La sindrome dell'occhio secco con una pronunciata mancanza di vitamina A si manifesta con metaplasia epiteliale squamosa e cheratinizzazione della congiuntiva.

La sindrome dell'occhio secco è spesso associata a blefarite. La sindrome dell'occhio secco può portare a cambiamenti xerotici gravi e irreversibili e persino alla perforazione della cornea.

Diagnosi della sindrome dell'occhio secco

L'esame diagnostico del paziente con sindrome dell'occhio secco inizia con la raccolta di reclami, la storia e la valutazione dei sintomi clinici, al fine di identificare e segni patognomonici indiretti xerosi cheratocongiuntivale.

All'esame fisico, sindrome dell'occhio secco circa eseguito un esame esterno, durante il quale l'oftalmologo determina lo stato della pelle delle palpebre, l'adeguatezza della loro chiusura, la natura e la frequenza dei movimenti intermittenti. Biomicroscopia occhio esamina lo stato del film lacrimale, cornea, congiuntiva del bulbo oculare e delle palpebre, lacrimale altezza menisco.

Per sospetta sindrome dell'occhio secco operare campione instillazione di fluoresceina usando una soluzione colorante, permette di definire il gap mentre il film lacrimale e per rivelare la presenza di foci secca - porzioni di cornea privati ​​dell'epitelio. Con il tasso campioni testati speciali di fluido lacrimale - produzione lacrimale totale (test di Schirmer), la qualità e la velocità di evaporazione del film lacrimale (sonda Norn). valutazione non invasiva della lacerazione prerogovichnoy forza pellicola eseguita utilizzando tiaskopii (esame sotto luce polarizzata) e misurando lo spessore dello strato lipidico.

Completo esame oftalmico con la sindrome dell'occhio secco coinvolge anche esami di laboratorio e osmolarità cristallografia lacrimali fluidi prelievi citologici congiuntiva (tra cui IMPRESSIONE). In malattie sistemiche o endocrini in un paziente con una storia di sindrome dell'occhio secco effettuato adeguati immunologici ed endocrinologici indagini.

Trattamento per gli occhi secchi

Il trattamento dell'occhio secco si concentra sull'eliminazione dei fattori eziologici della xerosi; idratazione completa della superficie oculare e aumento della stabilità del film lacrimale prenegativo; sollievo dei cambiamenti patologici corneali e congiuntivali e prevenzione delle complicanze.

Il più diffuso nella sindrome di secca instillazione dell'occhio uso regolare di preparati artificiali strappo (tear naturale, gel e carbomer Dexpantenolo) che permette di recuperare sulla superficie del bulbo oculare sufficientemente stabile film lacrimale. In meno gravi farmaco sindrome dell'occhio secco prescritto bassa viscosità a forme moderate e gravi - media ed alta viscosità (gel), nei casi più gravi, xerosi - preparazioni a bassa viscosità senza conservanti.

Inoltre, nella sindrome dell'occhio secco, vengono mostrate instillazioni di farmaci antinfiammatori e immunotropici e in presenza di alterazioni degenerative della cherotide della cornea, farmaci metabolici. Inoltre, sono prescritti antistaminici, stabilizzatori della membrana dei mastociti e stabilizzanti della membrana lisosomiale dei macrofagi.

Il trattamento chirurgico della sindrome dell'occhio secco viene effettuato, se necessario, per limitare il deflusso e l'evaporazione delle lacrime native o artificiali dalla cavità congiuntivale, per aumentare il flusso del liquido lacrimale, per eliminare le complicanze che si sono manifestate (ulcera xerotica, perforazione della cornea). La chiusura dei dotti lacrimali dell'occhio viene eseguita con i seguenti metodi: mediante l'otturazione dei punti lacrimali con l'aiuto di speciali tappi; chirurgia plastica della congiuntiva lacrimale punteggiata o pelle; diatermocoagulazione, coagulazione laser o sutura chirurgica.

Otturazione lacrimale canaliculus tappi silicone miniatura e congiuntivale copre il punto strappo nella sindrome dell'occhio secco sono preferiti perché sono meno invasivi, più efficaci e non causano alterazioni irreversibili.

In xerosi segnato corneale (xerotica ulcera cheratomalacia) e l'assenza di effetti di percorsi terapia farmacologica e otturazione lacrimali con occhio secco prodotti sindrome di cheratoplastica. I pazienti con incompleto, chiudendo le palpebre, occhio larga fessura e raro lampeggiante mostra tarsoraffia laterale.

Metodi innovativi per il trattamento della sindrome dell'occhio secco è il trapianto di ghiandole salivari dalla bocca nella cavità congiuntivale dakriorezervuarov impianto nel tessuto molle di un paziente con tubi speciali nel dedurre cavità congiuntiva.

Prognosi e prevenzione della sindrome dell'occhio secco

Anche con un decorso lieve, la sindrome dell'occhio secco richiede un trattamento completo e adeguato per evitare lo sviluppo di gravi malattie della congiuntiva e della cornea con possibile perdita della vista.

È possibile prevenire la sindrome dell'occhio secco riducendo l'effetto sugli occhi dei fattori artefatti, conducendo il trattamento profilattico di malattie interne, tra cui patologie degli organi visivi, consumo di una quantità sufficiente di liquidi, consumo razionale, spesso con movimenti intermittenti sotto carico visivo.

Sindrome dell'occhio secco: sintomi, trattamento, gocce migliori

I problemi associati a un inumidimento inadeguato della cornea sono noti a molti. Occhi secchi, prurito, disagio - ogni anno sempre più persone si lamentano di sintomi simili. E, sebbene i giovani trascorrano più tempo sugli schermi dei gadget rispetto agli anziani, il rischio di affrontare sensazioni spiacevoli con l'età aumenta solo - dal 12-13% a 40 anni al 65-67% dopo.

Qual è la sindrome?

La sindrome dell'occhio secco è una patologia in cui la produzione lacrimale è ridotta o la composizione del liquido lacrimale cambia. Di conseguenza, la cornea dell'occhio non riceve sufficiente umidità, il che crea disagio e, se non trattata o con ulteriore umidità, può causare lesioni alla cornea e gravi problemi alla vista.

Il nome stesso della sindrome appariva relativamente recente, perché inizialmente la secrezione insufficiente del liquido lacrimale era associata esclusivamente alla malattia o alla sindrome di Sjogren (Sjogren). Poiché la sindrome stessa si manifestava raramente solo nelle ghiandole lacrimali e spesso accompagnata da malattie gravi come l'artrite reumatoide, un paziente che lamentava secchezza e bruciore agli occhi fu inviato per un esame completo. Nel frattempo, i cambiamenti causati dalla sindrome dell'occhio secco possono essere molto diversi dai sintomi della malattia di Sjögren. Ad esempio, nella sindrome dell'occhio secco, la composizione e la viscosità di una lacrima spesso persiste, così come le proprietà battericide del liquido lacrimale, non sempre si verificano malattie infiammatorie della cornea e la quantità di lacrime secrete potrebbe persino essere maggiore del normale.

Come distinguere?

I sintomi della sindrome dell'occhio secco sono molto diversi. Ma la prima cosa che tutti i pazienti notano è una sensazione di bruciore e una sensazione di "sabbia" quando lampeggia. Spesso, la sensazione di un corpo estraneo sotto le palpebre è accompagnata da una rezu, "sfocatura" dell'immagine, una diminuzione della chiarezza della percezione. Molti lamentano le lettere "fluttuanti" nel testo, la necessità di fare sforzi quando leggono e lavorano al computer. Lo sviluppo della sindrome porta a prurito e bruciore sotto le palpebre, arrossamento della cornea, una "rete" ben visibile di capillari. Spesso c'è una reazione compensatoria - al fine di ripristinare il livello di umidità richiesto, inizia la lacrimazione spontanea. A volte la lacrimazione è accompagnata da un naso che cola a causa di un piccolo gonfiore della mucosa nasofaringea. Gli occhi lacrimanti e arrossati sono una seria ragione per rivolgersi a un oftalmologo, poiché nella fase successiva della sindrome compaiono cambiamenti patologici nei tessuti della cornea e della congiuntiva. L'idratazione inadeguata e una moltitudine di micro-break aprono la strada a infezioni, cheratiti, blefariti, erosione e ulcere corneali. In questa fase, il disagio è sostituito da sensazioni dolorose.

Perché appare la secchezza?

Le cause dell'essiccamento della cornea sono diverse, tuttavia è possibile identificare i principali problemi che portano alla comparsa della sindrome. Prima di tutto, la sindrome dell'occhio secco si nota quando si indossano lenti, specialmente quelle vecchie, il cui uso è prossimo alla sua fine o è scaduto. Se gli obiettivi non vengono curati, è possibile che si verifichino degli occhi asciutti per 3-4 giorni di utilizzo a causa dell'accumulo di polvere sulla superficie dell'obiettivo. Le moderne lenti in idrogel e silicone idrogel con cura adeguata praticamente non asciugano la cornea, tuttavia, se la superficie del materiale è eccessivamente "asciugata" da polvere, vento o freddo, è semplicemente necessario un ulteriore inumidimento.

Il secondo punto importante in cui la sindrome dell'occhio secco è inevitabile è la chiusura incompleta delle palpebre. Un problema che è piuttosto raro e richiede una correzione chirurgica. La blefaroplastica (cambiando la forma della palpebra) consente di correggere il difetto naturale e ripristinare gradualmente l'umidità necessaria della cornea durante il sonno. Inoltre, la chiusura incompleta delle palpebre durante il sonno può essere causata da alcuni problemi neurologici o essere il risultato di ferite e ustioni.

I fattori esterni, come la terza causa di secchezza corneale, sono la sezione più estesa. Poiché il film lacrimale evapora dalla superficie dell'occhio a diverse velocità in caldo e freddo, con vento umido e secco, in una stanza con aria condizionata o soffocante, e la frequenza di battito non sempre corrisponde a condizioni esterne, la sindrome dell'occhio secco può svilupparsi cambiando le stagioni, andando in vacanza, anche solo quando si esce dalla stanza. Se dopo qualche tempo gli occhi si adattano, e i segni di secchezza corneale scompaiono, non ti preoccupare. L'aumento del disagio nel cambiare le condizioni esterne, al contrario, la ragione per contattare uno specialista.

L'assunzione di determinati farmaci, i cambiamenti ormonali e la mancanza di vitamina A contribuiscono anche allo sviluppo della secchezza della cornea. Il fumo, l'alcol, la mancanza di sonno, lo stress costante, il lavoro ridotto, l'illuminazione insufficiente del posto di lavoro e il lavoro con i gadget nell'oscurità rimangono anche fattori di rischio per gli occhi asciutti.

Come nasce la secchezza?

Fisiologicamente, la sindrome dell'occhio secco è la seguente: è normale inumidire l'occhio con abbastanza liquido prodotto dalle ghiandole lacrimali aggiuntive. Ogni battito d'occhi distribuisce il liquido in uno strato sottile sulla superficie della cornea, idratando l'occhio e riducendo il disagio. Un sottile film lacrimale inizia ad evaporare, si copre con micro-break, ma non ha il tempo di asciugarsi completamente, come si verifica nel prossimo batter d'occhio. Pertanto, un occhio sano è sempre sotto uno strato protettivo con proprietà idratanti e battericide.

La violazione del meccanismo di bagnamento della cornea con una lacrima può essere accidentale: basta guardare lo schermo del laptop o passare sotto il getto di aria gelida del condizionatore o sistematico. Nel primo caso, è possibile collegare le ghiandole lacrimali principali per idratazione immediata. Molte persone sanno che con un forte vento gli occhi iniziano ad annaffiare: è così che funziona il meccanismo dell'umidificazione di emergenza.

L'essiccazione sistematica della cornea, ad esempio, quando si lavora continuamente dietro il monitor o nel vento, porta al fatto che il normale intervallo tra i lampeggiamenti diventa troppo lungo, e la lacrima evapora completamente, insieme all'umidità dello strato superiore della cornea. È la perdita di umidità delle cellule dell'occhio che causa successive erosioni e ulcere. L'aumento dell'evaporazione del liquido lacrimale può essere causato da cause interne: lo strato lipidico del film lacrimale diventa più sottile sotto l'influenza di alcuni antistaminici, antidolorifici potenti e ormonali, che accelerano l'essiccazione dell'occhio. Succede raramente che la produzione di lacrime diminuisca e diventi insufficiente per inumidire l'intera superficie della cornea.

Come diagnosticare la secchezza corneale?

Il trattamento della sindrome dell'occhio secco richiede una diagnosi accurata e accurata delle sue cause. Prima di tutto, è necessario escludere la malattia di Sjogren e il cambiamento patologico della viscosità di una lacrima. La determinazione della qualità del film lacrimale viene effettuata testando Norn - l'instillazione di un colorante speciale, che consente di stimare la quantità di liquido lacrimale, la velocità di evaporazione e l'aspetto delle rotture sul film, nonché il momento in cui si verifica l'intermittenza ripetuta. Con l'aiuto di questo test, è possibile stabilire se c'è abbastanza liquido lacrimale rilasciato per mantenere il livello richiesto di inumidimento della cornea in condizioni normali.

Il secondo test diagnostico importante viene eseguito per determinare il numero totale di lacrime e viene chiamato il test di Schimmer. Il tasso di bagnatura della striscia di filtro posta dietro la palpebra indica la quantità di liquido lacrimale prodotto, ed è ugualmente importante notare sia la mancanza che l'eccesso di lacrime, poiché compensare l'insufficienza di umidità attraverso il lavoro delle ghiandole lacrimali principali dà un risultato così aumentato rispetto alla norma.

Inoltre condotto esame biomicroscopico, che ci permette di valutare lo stato attuale della cornea e delle mucose. Nel processo di ispezione con una lampada a fessura, la microerosione, i punti iniziali di infiammazione, i cambiamenti patologici impercettibili possono essere identificati.

Come trattare?

L'attenta raccolta e analisi dei dati su ciascun caso di secchezza corneale consente di sviluppare un regime di trattamento ottimale. Le gocce oculari per la sindrome dell'occhio secco sono quasi sempre prescritte, ma la composizione delle gocce può variare in modo molto evidente. Per la prima fase della sindrome, quando la secchezza e il bruciore sono rari e non portano a un'essiccazione pericolosa della cornea, di solito viene prescritto un sostituto lacrimale. Quando si indossano lenti a contatto, scegliere le gocce raccomandate dal produttore. Ad esempio, BaushLomb consiglia l'uso di gocce spray Artelak per l'inumidimento di emergenza per tutto il giorno.

Molti pazienti, credendo di sapere come trattare la sindrome dell'occhio secco, scelgono gocce idratanti per conto proprio. Nel caso di lacrime artificiali, questo approccio non è troppo pericoloso. Il massimo che può accadere è che le gocce non aiutano a superare il problema e dovrete comunque acquistare i mezzi prescritti dall'oculista.

Problemi molto più seri sorgono se si tenta di cavarsela con gocce per infezioni oculari, lesioni corneali o perturbazioni delle ghiandole lacrimali. Il sollievo temporaneo può essere fuorviante e il paziente salterà la fase in cui devono essere usati unguenti e gel curativi, come Korneregel o Vidisik, per il trattamento.

Infezioni e stadi avanzati della sindrome dell'occhio secco

Ignorato o mancati a causa di gocce riumidificazione, l'inizio delle malattie infettive degli occhi, il paziente può scoprire che il liquido lacrimale è diventato torbido, nel pus mattina si accumula negli angoli degli occhi, si sviluppa fotofobia e la visione si deteriora progressivamente. A questo punto, porre la domanda "che cosa fare" troppo tardi: è necessario affrontare con urgenza al oculista. Molte malattie dell'occhio portano a cambiamenti irreversibili nel tessuto oculare, e prima si inizia il trattamento antimicrobico, meglio è. malattie degli occhi causate da funghi, virus e batteri, sono trattati con differenti pomate oculari additivi fungicide, antivirali o antibatterici.

Spesso è necessaria l'instillazione di antibiotici negli occhi e questo dovrebbe essere fatto rigorosamente entro l'ora per mantenere la concentrazione del farmaco a un livello costante. Al momento del trattamento, al paziente è vietato guardare la TV, leggere, usare computer e gadget mobili, in modo da non affaticare gli occhi. Dopo una vittoria completa sull'infezione, sarà necessario un periodo di riabilitazione, quando la visione tornerà gradualmente, o un intervento chirurgico, se i cambiamenti causati dalla malattia sono incurabili con metodi conservativi.

Principali malattie della cornea

Le relazioni causali in caso di malattie degli occhi possono essere sfocate. Cioè, in alcuni casi, la sindrome dell'occhio secco apre la via dell'infezione e provoca un generale declino dell'immunità, e in altre situazioni la secchezza stessa appare come una conseguenza di un'infezione batterica o fungina. Solo un oftalmologo può capire quale sia diventato il problema principale, ma nella maggior parte dei casi la sequenza di problemi ha un ruolo minore rispetto alle conseguenze generali della malattia.

Tra le malattie più sgradevoli e comuni, si possono notare in un modo o nell'altro la sindrome dell'occhio secco, la blefarite, la cheratite, la cheratocongiuntivite e la congiuntivite. Le lesioni erosive della cornea hanno maggiori probabilità di essere le conseguenze della malattia, ma occasionalmente accade il contrario.

blefarite

Una malattia delle palpebre associata all'infiammazione della ghiandola Moll, situata tra le ciglia. Manifestato sotto forma di piccolo rigonfiamento rossastro sulla palpebra superiore e inferiore, evidenziando il segreto schiumoso, perdita o assottigliamento delle ciglia, attaccamento delle ciglia dopo il sonno, la formazione di croste sulle palpebre. La blefarite compare spesso nella vecchiaia ed è accompagnata da prurito, bruciore, dolore, visione offuscata. Più della metà dei pazienti che soffrono di blefarite hanno anche la sindrome dell'occhio secco, perché i dotti delle ghiandole che producono il liquido lacrimale sono danneggiati a causa del gonfiore.

La malattia è curabile, a seconda della forma della malattia, può essere necessaria una terapia antibatterica a lungo termine, antifungina (con blefarite seborroica) o antiparassitaria (con blefarite demodex).

La correzione della sindrome dell'occhio secco causata da blefarite è solitamente limitata alla nomina di una lesione artificiale, tuttavia, nei casi in cui la malattia viene trascurata, potrebbe essere necessario chiudere il condotto lacrimale che drena il liquido in eccesso dagli occhi.

cheratite

L'opacizzazione corneale è chiamata cheratite ed è più spesso associata alla sindrome dell'occhio secco o ad azioni che indirettamente portano alla sua insorgenza. Il caratteristico appannamento e sbiadimento della lucentezza della cornea, il rossore della sclera, il cambiamento del colore dell'iride sembra piuttosto terribile e, che è particolarmente spiacevole, può portare a una perdita irreversibile della vista.

Di norma, lo sviluppo della malattia inizia sotto una lente a contatto. Inumidimento insufficiente, microtraumi della cornea, il contatto con particelle estranee dalla superficie di lenti scarsamente pulite assicura lo sviluppo di cheratite infettiva. La presenza del virus dell'herpes o candidosi non cicatrizzata nel corpo può innescare cheratite acuta e danni ad altri tessuti oculari, che possono trasformarsi in cheratocongiuntivite o cheratouveite.

Ignorare la cheratite, oltre al processo doloroso, può causare cecità corneale. Per il trattamento della malattia deve essere rimosso dal corpo estraneo occhio (se presente), un ciclo completo di terapia antibiotica (protivogribkoyvoy, antivirale, antiparassitaria) per ripristinare i normali livelli di idratazione della cornea e smettere di indossare lenti a contatto fino alla guarigione.

Cheratite ulcerosa

Oltre cheratite filamentosa, che sono formate sulla filettatura più fine attaccata ad un'estremità alla cornea e la sua irritante durante l'ammiccamento, cheratite ulcerosa manifesta come erosioni distruggendo strati superficiali e profondi della cornea. Di norma, lo sviluppo delle ulcere avviene gradualmente e, a seconda delle cause della malattia, può portare alla completa cecità.

Le ulcere superficiali, in cui una parte dell'epitelio viene distrutta, sono curabili e completamente serrate a causa della migrazione delle cellule vicine per divisione. Con tale erosione, i nuovi capillari non si formano, quindi un tale meccanismo di auto-guarigione è inutile per lesioni più profonde.

Le ulcere che colpiscono gli strati inferiori della cornea, di norma, sono molto dolorose e sensibili anche a gocce idratanti neutre, pertanto il trattamento e la prevenzione delle infezioni durante la guarigione delle erosioni profonde sono accompagnate da un significativo disagio. Il completo restauro dell'epitelio danneggiato in questo caso si verifica a causa dell'introduzione di capillari dalla congiuntiva e richiede molto più tempo.

Poiché l'occhio umano è adattato per l'auto-guarigione delle lesioni fisiche, il compito dell'oftalmologo è di fornire una terapia antivirale, antibatterica e antifungina durante il recupero della cornea. Non solo la visione del paziente, ma anche la salute di tutti i tessuti circostanti spesso dipende dalla diagnosi corretta e tempestiva.

congiuntivite

La superficie interna delle palpebre e la superficie visibile della sclera sono coperte con il tessuto trasparente più sottile: la congiuntiva. Virus, batteri, funghi e effetti fisici negativi possono causare infiammazione e arrossamento, che si chiama congiuntivite.

Spesso la causa della congiuntivite è l'essiccazione della cornea dovuta alla sindrome dell'occhio secco. La riduzione della protezione antimicrobica, che fornisce liquido lacrimale, apre la strada alle infezioni e una pulizia insufficientemente rapida delle particelle di polvere e particelle di polline catturate negli occhi provoca una reazione allergica. Il trattamento della congiuntivite causata dalla sindrome dell'occhio secco inizia con la determinazione della causa dell'infiammazione. Se il problema si trova a contatto con gli allergeni sulla congiuntiva, vengono eseguiti farmaci antistaminici e idratazione regolare degli occhi con lacrime artificiali e integratori anti-infiammatori. Se la causa della malattia è un'infezione tissutale, viene sviluppato un piano per l'uso di antibiotici generali e locali in combinazione con gocce idratanti e cicatrizzanti.

Prevenzione degli occhi asciutti

Poiché la sindrome dell'occhio secco si verifica raramente a causa di anomalie congenite, la prevenzione tempestiva dell'essiccazione corneale è del tutto possibile. Inoltre, ogni misura per prevenire la secchezza degli occhi allo stesso tempo lavora per proteggere da molte malattie infettive e conseguenze negative, preservando l'acuità visiva dei pazienti.

È possibile evitare che la cornea si secchi in diverse situazioni con l'aiuto di gocce idratanti che imitano le lacrime, ma in alcuni casi saranno necessarie misure protettive aggiuntive. Quindi, con venti forti e sole splendente, si consiglia di indossare occhiali con filtri UV e, quando si nuota in acque pubbliche e piscine, utilizzare maschere protettive aderenti alla pelle. Tali misure aiutano ad evitare il contatto diretto di batteri e funghi sulla cornea e prevenire lo sviluppo di malattie per le quali l'aridità dell'occhio è un sintomo.

Protezione degli occhi quando si lavora in ufficio e le aree climatizzate hanno le proprie caratteristiche. Il problema principale qui è la bassa umidità, quindi dovresti pensare a installare un evaporatore, o anche solo ad organizzare i contenitori con acqua. Quando si lavora al computer, è necessario lampeggiare più spesso, effettuare regolarmente il riscaldamento degli occhi e il massaggio delle palpebre. Le gocce idratanti sono importanti da utilizzare non appena si verificano disagio, bruciore e fastidio.

Quando si indossano lenti a contatto è necessario seguire tutte le regole di cura e umidità per un particolare modello e materiale per lenti.

Come nascondere le manifestazioni della cornea secca?

Gli occhi lacrimanti, arrossati e gonfi causano un sacco di sospetti tra i superiori, i colleghi e le forze dell'ordine, poiché tali segni possono indicare intossicazione da alcol o intossicazione da droghe. È piuttosto spiacevole per ogni persona curiosa spiegare la sua condizione e molte persone vogliono proteggersi da domande immodeste. Tuttavia, se la sindrome dell'occhio secco si è sviluppata, allora nella realtà e nella foto sarà molto difficile nascondere l'aspetto malsano. Puoi sempre indossare occhiali con occhiali colorati in estate, ma questo trucco non ti salverà da tutte le domande.

Abbastanza efficacemente nascondere il problema dei moisturizers con un effetto vasocostrittore, per esempio, Vizin, Naphthyzinum o Ocmetil. Le gocce aiutano a rimuovere brevemente gonfiore e arrossamento, ma non è sempre possibile usare questi farmaci. Innanzitutto, a causa di controindicazioni, che includono molte infezioni, e in secondo luogo, a causa della probabile incompatibilità con pomate e applicazioni terapeutiche. E anche se tali problemi non si verificano, le gocce di vasocostrittore non possono essere utilizzate per più di quattro giorni.

I rimedi popolari per la rimozione dell'edema possono essere usati più a lungo, ma l'effetto sarà inferiore e dovresti consultare il tuo medico circa la fattibilità di tale decisione. Tuttavia, se l'oftalmologo approva la decisione sull'uso delle tecniche di mascheramento popolare, è possibile ricorrere a ricette comprovate.

1. Foglia di cavolo. Lenisce, allevia il prurito e il rossore, riduce il gonfiore. Per ottenere l'effetto, basta appoggiare un foglio sulla palpebra senza premere sull'occhio.

2. Cetriolo Ha un effetto antinfiammatorio e lenitivo, aiuta a rimuovere rapidamente il gonfiore. È possibile applicare la gruel sottilmente affettato o grattugiato finemente di cetriolo fresco.

3. Camomilla brodo. Lenisce, allevia il prurito. Per l'applicazione è necessario inumidire due tamponi di cotone in brodo e metterli sulle palpebre.

Rischi di autotrattamento

In precedenza si è notato che la mancanza di trattamento tempestivo e l'uso indipendente di colliri può peggiorare e quasi sempre peggiorare la condizione, ma vale la pena considerare questo problema in modo più dettagliato. L'autotrattamento non è indicato nemmeno per gli oftalmologi, poiché è estremamente problematico esaminare in modo indipendente i propri occhi. Un non specialista non determinerà il motivo della secchezza dell'occhio e può mascherare solo temporaneamente i sintomi della malattia.

Puoi scegliere da solo il collirio idratante per tutti i giorni, soprattutto se problemi come la sindrome dell'occhio secco non si sono manifestati prima. Quando scegli le lenti a contatto, tieni presente l'opinione di un oftalmologo, che ti aiuterà a navigare tra i materiali e la compatibilità di lenti, soluzioni e gocce.

Se si tratta di trattamenti e gocce profilattiche, non si può fare a meno del consiglio di un medico. La ragione è semplice: a seconda dello stadio di secchezza dell'occhio, le gocce vengono selezionate con diversi componenti additivi: antimicrobico, antiedematoso, sedativo e anestetico. Spesso è necessario seppellire diversi tipi di gocce in un determinato ordine, con una pausa di 4-6 ore.

È impossibile sviluppare in modo indipendente un tale regime di trattamento, quindi il paziente è solitamente limitato all'unguento tetraciclina e alle eventuali gocce lenitive. Di conseguenza, l'infiammazione distrugge gradualmente la cornea e colpisce i tessuti più sensibili dell'occhio. Se il processo si verifica sotto una lente a contatto, può verificarsi dolore intenso e la lente stessa può diventare torbida e sporcarsi rapidamente.

Nella fase in cui il dolore non può essere soppresso, anche gli aderenti alla medicina tradizionale si rivolgono a un oftalmologo. Sfortunatamente, il medico in una tale situazione è costretto ad agire rapidamente per, se possibile, fermare la diffusione dell'infezione al cervello, e solo allora - per salvare l'occhio. A seguito di cure di emergenza dopo un lungo autotrattamento, la vista può essere parzialmente o completamente persa.

Come non peggiorare la condizione della cornea?

Insieme a metodi popolari utili e relativamente sicuri di proteggere gli occhi dalla secchezza e dalle malattie, esistono ricette dannose e pericolose. Ad esempio, lavare gli occhi con vecchie foglie di tè, soprattutto da bustine di tè, è considerato da molti come una panacea per la cheratite, ma in realtà tutto accade al contrario. Il lavaggio degli occhi purulenti e gonfi con una tazza di tè irrita la cornea danneggiata e l'uso di bustine di tè con contenuti sconosciuti per un impacco spesso porta all'introduzione di un'infezione batterica e fungina alle membrane mucose inizialmente indebolite dell'occhio.

Succo di limone diluito, raccomandato da alcuni "guaritori" in caso di arrossamento e bruciore agli occhi, provoca irritazione e in presenza di microerosie può corrodere il tessuto corneale, causando gravi ustioni. L'acqua utilizzata per la soluzione può contenere molti sali, sospensioni, composti e microrganismi diversi, che, una volta sulla congiuntiva irritata, possono causare un sacco di complicanze.

Oltre ai suggerimenti e alle ricette che è meglio non applicare, comprendendo le possibili conseguenze, ci sono un certo numero di azioni istintive che vale la pena controllare. Prima di tutto, è sul desiderio di grattarsi gli occhi mentre si sente asciutto. Generalmente, lo sfregamento degli occhi fornisce una rapida idratazione e micromassaggio degli occhi, e quando il braccio si sposta sul naso rimuove i moti intrappolati. Sembrerebbe che la natura stessa offra protezione per gli occhi. Tuttavia, le conseguenze negative sotto forma di lesioni e micro-lacrime della cornea o dei fragili capillari, l'infezione e l'essiccazione del liquido lacrimale rilasciato superano di gran lunga i possibili benefici. Ecco perché gli oftalmologi vietano di toccare gli occhi con le mani non lavate e consigliano di sviluppare un'abitudine alternativa: idratare gli occhi con le gocce ogni volta che si desidera strofinare le palpebre.

risultati

Poiché la sindrome dell'occhio secco può svilupparsi a qualsiasi età, le misure di prevenzione devono essere applicate fin dall'infanzia. Quindi, è molto importante insegnare al bambino a lavarsi le mani dopo aver camminato e usando il bagno, per spiegare che non è necessario strofinare gli occhi. È anche utile spiegare che con un forte vento è necessario proteggere gli occhi con palme o occhiali speciali e, quando si visitano le piscine e gli stagni, seguire le regole del nuoto. A temperature estreme, è preferibile utilizzare bandane speciali in modo che il sudore caustico non inonda gli occhi.

Poiché alcuni tipi di infezioni possono essere trasmessi attraverso articoli per l'igiene personale, è necessario evitare lo scambio di asciugamani, sapone e accessori per il lavaggio. Alcune malattie, ad esempio la demodicosi, possono essere trasmesse da uno stretto contatto, quindi vale la pena evitare forti abbracci in alcune società con persone non familiari o chiaramente malsane.

Il minimo problema alla vista, ad esempio, il prurito o l'attaccamento delle ciglia al mattino è un motivo serio per visitare un oftalmologo. L'espressione "andare via da sola" in relazione alle malattie degli occhi è inaccettabile perché, anche se la visione non si deteriora di conseguenza, l'infezione può penetrare nel cervello e portare a gravi anomalie neurologiche o mentali e persino alla morte.

È indesiderabile scegliere idratanti e, soprattutto, medicinali per gli occhi, concentrandosi sul prezzo, sugli slogan pubblicitari o sull'opinione del dipendente della farmacia. Di norma, 10 gocce esternamente indistinguibili hanno, rispettivamente, 10 funzioni importanti che correggono i vari problemi agli occhi. Ad esempio, alcune gocce hanno un effetto rilassante e vengono utilizzate con un carico costante sugli occhi, altre - formano un film idratante più denso e stabile, proteggendo l'occhio con forte freddo e vento. Esistono rimedi speciali per gli occhi con effetto antibatterico, usati nei paesi caldi, gocce con vitamina A per compensare il beriberi e così via. La scelta senza comprendere le differenze è priva di significato e, soprattutto, inefficace.

Inoltre, non è consigliabile fare una diagnosi di sindrome dell'occhio secco da solo. È probabile che la causa del prurito e della combustione risieda nel danno alla cornea o nella superficie interna delle palpebre, e gli occhi sono come se fossero cosparsi di sabbia dalla costante mancanza di sonno e allergie ai fiori di betulla fuori dalla finestra. Oppure, al contrario, la cheratite filamentosa si è sviluppata sulla cornea, provocata dall'ingresso di sabbia negli occhi, ma lo stadio iniziale è simile nella sensazione alla sindrome dell'occhio secco, e un trattamento adeguato è ritardato.

Per evitare spiacevoli e rischiosi errori aiuterà la prevenzione competente e l'appello tempestivo a un oftalmologo, come, in effetti, in qualsiasi situazione relativa alla salute.

Google+ Linkedin Pinterest