Sostituzione della lente dell'occhio con la cataratta

La cataratta è una malattia legata all'età che si sviluppa a seguito della opacizzazione del cristallino. A seconda dello stadio e della progressione della malattia, il trattamento può essere effettuato con metodi conservativi. Tuttavia, solo la sostituzione chirurgica della lente dell'occhio con una cataratta è una soluzione veramente efficace per eliminare completamente il problema. Questa operazione viene eseguita con il metodo della facoemulsificazione ad ultrasuoni, la cui essenza è quella di rimuovere la lente danneggiata dalla patologia e sostituirla con una lente polimerica. La procedura stessa richiede non troppo tempo e viene eseguita su base ambulatoriale. Tuttavia, per un esito positivo, il periodo di recupero dopo l'intervento chirurgico dopo la sostituzione della lente dell'occhio, che richiede da 1 a 3 mesi, è molto importante.

Riabilitazione dopo la sostituzione della lente dell'occhio

Dopo l'intervento, i pazienti lamentano spesso gonfiore della cornea o che dopo aver sostituito la lente, l'occhio non vede bene gli oggetti a varie distanze. Questi sintomi sono considerati normali: il gonfiore di solito si abbassa durante il giorno e, per la normale visione degli oggetti, il paziente può aver bisogno di occhiali speciali.

Se ci sono sintomi più gravi, come annebbiamento della capsula, emorragia, aumento della pressione intraoculare, segni di infezione, si deve contattare immediatamente il medico. Tuttavia, di regola, tali complicanze si verificano abbastanza raramente e, dopo l'intervento chirurgico, i pazienti riferiscono un recupero della vista fino al 98-100%.

Il restauro dell'occhio dopo la sostituzione della lente dell'occhio richiede al paziente di seguire attentamente le raccomandazioni prescritte dal medico. Includono un regime di sonno rigoroso, l'evitamento di carichi sugli occhi, il rifiuto di sollevare pesi (non più di 3 kg), un'attenta protezione degli occhi dall'acqua, soluzioni di sapone, polvere e sostanze estranee. È necessario nel periodo postoperatorio (almeno 30 giorni) rifiutare di visitare la piscina, il bagno o la sauna, l'alcol e le bevande gassate, così come il fumo, poiché tutti questi fattori possono provocare lo sviluppo di complicazioni.

Fasi del periodo di riabilitazione

Condizionatamente, la riabilitazione dopo l'intervento chirurgico per sostituire l'obiettivo è divisa in tre fasi:

  • Fase 1 (la prima settimana dopo l'intervento chirurgico) - si nota immediatamente un miglioramento della vista, tuttavia sono possibili sensazioni dolorose, per le quali il medico prescrive rimedi speciali;
  • Stadio 2 (da 8 a 30 giorni dopo l'intervento chirurgico) - caratterizzato da vista instabile, è durante questo periodo che è molto importante trattare gli occhi con attenzione ed evitare complicazioni;
  • Fase 3 (da 1 mese a 6 mesi dopo l'operazione) - il massimo recupero della vista si verifica, è possibile scegliere mezzi di correzione permanenti (occhiali o lenti a contatto), ma si deve comunque evitare l'affaticamento degli occhi e osservare la restrizione sul sollevamento pesi.

Consulenza postoperatoria del paziente

Al fine di prevenire la comparsa di edema all'inizio del periodo di riabilitazione, è necessario non dormire sul lato dell'occhio operato per i primi tre o quattro giorni. In nessun caso non è necessario strofinare l'occhio e fare pressione su di lui. Per proteggere gli occhi da polvere e sostanze estranee, si consiglia di indossare occhiali da sole per strada nei primi giorni. Non è consigliabile lavare i capelli o fare la doccia durante la prima settimana dopo l'intervento. Inoltre, devono essere usati i colliri antinfiammatori e disinfettanti prescritti dal medico.

A partire dalla seconda settimana è consentito leggere, ma solo in buona luce. Puoi iniziare a guardare gradualmente la TV e lavorare con un computer, evitando allo stesso tempo l'affaticamento della vista. Con il rigoroso rispetto di tutte le raccomandazioni, il ripristino della vista dopo la sostituzione della lente dell'occhio, di regola, è fatto meglio senza complicazioni.

Dove viene eseguita la chirurgia della cataratta?

Ci sono molte cliniche in cui viene proposta un'operazione così difficile, come la sostituzione della lente dell'occhio a Mosca, i cui prezzi sono molto alti. Tuttavia, è tutt'altro che ovunque per i soldi che il paziente può ottenere un trattamento veramente competente e un buon risultato senza complicazioni.

Se hai bisogno di un intervento chirurgico per la cataratta, puoi usare la clinica moderna per la sostituzione della lente dell'occhio ARTOKS con quella del sud-ovest. Qui troverete specialisti altamente qualificati nell'esecuzione di questa operazione, oltre a prezzi eccellenti per la sostituzione della lente dell'occhio, che si confrontano favorevolmente con la disponibilità e la democrazia. Molti anni di esperienza di medici e tecnologie avanzate della nostra clinica ti aiuteranno a risolvere il problema ea godere di una visione eccellente.

Sostituzione della lente con gli occhi di cataratta. Periodo postoperatorio, recensioni

Quando l'operazione è finita e la visione inizia a tornare, può sembrare che tutto sia passato e puoi rilassarti.

In che modo un occhio sano differisce da un paziente affetto da cataratta?

Tutto il più difficile è davvero finito, ma il periodo postoperatorio è un passo molto importante nel trattamento di qualsiasi malattia, che mostra l'operazione. In questo momento è importante rispettare le prescrizioni e il rispetto per la loro condizione.

Quanto dura la riabilitazione dopo la sostituzione della lente con la cataratta

La durata del periodo di recupero dipende da diversi fattori. Questi includono le caratteristiche individuali dell'organismo, la gravità del suo stato di salute, la complessità della patologia su cui è stata eseguita la chirurgia, così come il metodo chirurgico stesso.

Il periodo postoperatorio dopo l'intervento chirurgico per sostituire l'obiettivo con una cataratta può essere suddiviso in più fasi. Durante la prima settimana dopo l'intervento, il paziente avverte disagio e dolore. Per il loro sollievo sono prescritti farmaci analgesici. La visione è notevolmente migliorata già durante questo periodo.

Dopo che la lente della cataratta è stata sostituita, il periodo postoperatorio (recensioni confermate) effettuato secondo tutte le regole, consente di ripristinare l'acuità visiva in media entro sei mesi

Durante il mese dopo l'operazione, viene mostrato un trattamento delicato. Durante questo periodo, è necessario seguire rigorosamente le raccomandazioni del medico curante, non sovraccaricare gli occhi e usare i farmaci prescritti.

Dopo che la lente della cataratta è stata sostituita, il periodo postoperatorio (recensioni confermate) effettuato secondo tutte le regole, consente di ripristinare l'acuità visiva in media entro sei mesi.

In questo momento, è anche necessario seguire il consiglio del medico, anche se implicano l'abbandono delle preferenze personali o di eventuali abitudini preferite.

Regole di base per la riabilitazione dopo l'intervento chirurgico

La regola principale nel periodo postoperatorio dopo l'intervento chirurgico per sostituire l'obiettivo con una cataratta, secondo le recensioni è l'inammissibilità di un grande carico sugli occhi. Nel primo mese è meglio abbandonare la guida.

Inoltre, non si dovrebbero fare passeggiate nei primi giorni per evitare che particelle di sporco entrino negli occhi e prevenire l'infezione dell'intero organismo indebolito dall'operazione. Dovrebbe eliminare completamente il fumo e l'alcol.

Conformità con la modalità di recupero

Il riposo a letto dopo l'intervento è facoltativo. È necessario evitare la mancanza di sonno. Idealmente, la durata del sonno dovrebbe essere di dieci ore. È necessario per il recupero. Dormire è meglio sulla schiena, su un cuscino piuttosto alto.

Nei primi giorni dopo l'intervento chirurgico, è necessario rispettare una certa dieta.

Il corpo dopo l'intervento chirurgico è indebolito, è necessario alleviare al massimo il suo dispendio energetico sul processo digestivo, in modo che rimangano più forze in fase di recupero.

Ecco perché è necessario seguire una dieta nel periodo postoperatorio, tra cui porridge liquidi, brodo di pollo, piatti ben strizzati. In futuro, assicurati di includere nella dieta più alimenti contenenti vitamine A, C, E e D, acidi grassi insaturi.

Procedure di igiene

Sostituzione dell'obiettivo con una cataratta: il periodo postoperatorio (le revisioni sono fornite alla fine dell'articolo) implica procedure di igiene. Si raccomanda di rispettare questa regola: la testa non deve essere inclinata in avanti, ma, al contrario, inclinata all'indietro.

Le procedure di igiene devono essere eseguite con attenzione, evitando che acqua, sapone, shampoo, gel e altri detergenti siano comunemente usati per penetrare negli occhi.

Il primo giorno o due dopo l'operazione, si dovrebbe astenersi dal lavare. In futuro, se il medico lo consente, puoi lavarlo, ma questo dovrebbe essere fatto non più di una o due volte al giorno.

Se c'è uno strappo incontrollabile, strofinare gli occhi con le mani è inaccettabile. Per bagnare gli occhi acquosi, dovresti usare i mezzi di materiali sterili.

Uso di una medicazione speciale

La benda per gli occhi deve essere indossata per 3-5 giorni dopo l'intervento. La benda deve essere rimossa periodicamente, per il trattamento delle palpebre (non degli occhi!). Soluzione antisettica prescritta.

Per la prima volta questa procedura viene eseguita il giorno successivo all'intervento. Si consiglia di indossare un bendaggio a pressione nei primi giorni della casa e in seguito utilizzato per le escursioni in strada.

È necessario proteggere gli occhi, non affaticare la vista nei primi giorni dopo l'intervento.

A casa, è meglio usare una fasciatura libera di diversi strati di garza.

Applicazione di collirio

Dopo l'intervento chirurgico, è necessario utilizzare collirio prescritto dal medico curante. Sono necessari farmaci locali per rendere più veloce il processo di recupero, nonché per prevenire l'infezione e lo sviluppo di pericolose complicanze.

Il medico può prescrivere l'uso di soluzioni antisettiche, farmaci anti-infiammatori, possono essere usati farmaci corticosteroidi. È inaccettabile prescrivere farmaci da soli, poiché i farmaci hanno effetti collaterali. Inoltre, è necessario tenere conto delle caratteristiche individuali dell'organismo e del possibile sviluppo di una reazione allergica.

Le gocce oculari più comunemente usate sono:

  • antinfiammatorio: Naklov, Indocollir, Diclofenac;
  • antibatterico: Dilaterol, Tobrex, Levomitsetin, Tsiprolet, Tsiloksan, Floksal;
  • antisettico: Miramistin, Vitabact;
  • combinato: Sofradex, Maksitrol, Tobradex.

Visita al medico curante

L'esame da un oftalmologo viene effettuato il giorno dopo l'operazione. Ulteriori ispezioni vengono eseguite regolarmente. Mentre il paziente è in ospedale sotto la supervisione del personale medico, gli esami sono condotti in conformità con i regolamenti dell'istituzione.

Dopo la dimissione, è necessario visitare regolarmente un oculista.

Il medico prescriverà la frequenza delle visite su base individuale. Se si verificano dolore o altri sintomi di disturbo, consultare immediatamente un medico.

Come seppellire gli occhi durante il periodo di riabilitazione

Prima di seppellire gli occhi, devi trattare le mani con una soluzione disinfettante. Per comodità, puoi prendere una posizione supina, ma puoi semplicemente inclinare leggermente la testa.

Portano un contenitore con gocce per gli occhi e facilmente estrae la palpebra inferiore, dirigendo l'occhio verso l'alto. Premere sulla pipetta, indirizzandola verso l'area della sclera dell'occhio. Allo stesso tempo, si dovrebbe cercare di mantenere la fiala il più vicino possibile agli occhi, ma senza toccare l'area trattata, al fine di prevenire l'infezione nella soluzione.

Per evitare che la soluzione esca, è necessario premere la palpebra inferiore con un dito con un vello sterile o strizzare gli occhi.

Il corso del trattamento può avvenire in due schemi. Se si utilizza il primo schema, è necessario seppellire gli occhi in questo modo: nella prima settimana dopo l'intervento, la procedura viene eseguita quattro volte al giorno, ogni settimana successiva il numero di procedure è ridotto di uno.

Nella quarta settimana, la procedura verrà eseguita 1 volta al giorno. Nella quinta settimana, l'uso di gocce si interrompe, se non è necessario continuare il corso a causa dello sviluppo di complicanze.

Il secondo schema prevede un corso più lungo. È simile al primo, ma inizia con una procedura di instillazione di cinque volte al giorno. Di conseguenza, nella quinta settimana del corso, la procedura si svolgerà una volta al giorno, e nella sesta settimana, il corso verrà terminato.

Cosa non fare durante il periodo di riabilitazione

Dopo l'intervento chirurgico per la sostituzione dell'obiettivo con una cataratta nel periodo postoperatorio, secondo le raccomandazioni e il feedback dei medici, non è possibile:

  • dormire dal lato operato per almeno un mese;
  • usare cosmetici;
  • sovraccaricare gli occhi con la lettura, guardare la TV, lavorare al computer e altre attività che contribuiscono alla tensione degli organi della visione;
  • consentire l'esposizione a fattori potenzialmente traumatici;
  • adottare procedure igieniche con acqua molto calda, utilizzare il bagno turco;
  • visitare il solarium, consentire l'esposizione agli occhi dei raggi ultravioletti diretti, stare al sole senza occhiali;
  • in alcun modo influenzare meccanicamente la zona degli occhi con le sue mani;
  • fare movimenti bruschi della testa, e anche inclinare fortemente la testa in avanti per prevenire il flusso di sangue e aumentare la pressione intraoculare.

Cosa fare se hai complicazioni

In circa il 15% dei pazienti operati, la malattia si ripresenta. Ciò è dovuto al fatto che, anche con l'attuale livello della tecnologia medica, è impossibile eliminare completamente tutte le strutture cellulari della lente interessata dalla cavità oculare. In questi casi, è necessario un intervento re-chirurgico. Il tempo di riabilitazione aumenta in modo significativo.

Che aspetto ha l'edema maculare?

A causa della non osservanza di tutte le regole di comportamento prescritte nel periodo postoperatorio, può essere osservato un sintomo come un aumento della pressione intraoculare. Questa condizione porta allo sviluppo del glaucoma. Richiede farmaci.

In rari casi, il distacco della retina si verifica dopo l'intervento chirurgico per sostituire l'obiettivo. In questo caso è necessaria un'operazione urgente, poiché questa condizione patologica porta alla cecità.

In alcuni casi, è possibile la dislocazione o la perdita dell'impianto. Molto spesso, le dimensioni sbagliate di una lente artificiale o lesioni agli occhi portano a questo. È necessario un intervento ripetuto e una corretta selezione dell'impianto.

Sono possibili complicazioni come edema retinico o edema maculare ed emorragia nell'area retinale. La mancata osservanza delle raccomandazioni del medico, l'esercizio eccessivo, il danno meccanico all'occhio durante il periodo postoperatorio, il glaucoma progressivo e il diabete mellito possono provocare queste conseguenze. In questi casi è necessario un farmaco.

Per massicce emorragie, può essere necessario un intervento chirurgico.

Quale ulteriore cura per gli occhi dopo aver sostituito la lente con la cataratta

Dopo aver subito un intervento chirurgico per sostituire l'obiettivo con una cataratta, secondo le revisioni nel periodo postoperatorio, si dovrebbe essere attenti alle condizioni degli occhi, seguire i cambiamenti delle sensazioni e consultare il medico se si verificano sintomi di ansia. C'è il rischio di complicazioni ritardate, quindi non si può mai perdere la vigilanza.

Quando stai al sole, assicurati di usare occhiali di sicurezza. Evitare situazioni potenzialmente traumatiche in cui l'occhio operato può essere danneggiato. Assicurati anche di seguire il programma di visita del medico che sarà nominato.

Dopo aver sostituito l'obiettivo con una cateratta, il periodo postin vigore, secondo revisioni, procede senza complicazioni, soggetto a tutte le raccomandazioni del dottore. Grazie ai metodi della medicina moderna, l'operazione di sostituzione dell'obiettivo è oggi considerata una delle più sicure.

Video utili sulla sostituzione dell'obiettivo con gli occhi della cataratta

Video reale che mostra la chirurgia per la sostituzione della cataratta dell'obiettivo:

Feedback video da una persona nel periodo postoperatorio che ha subito con successo la rimozione della cataratta:

Riabilitazione dopo rimozione della cataratta e sostituzione della lente

Rimuovere la cataratta e sostituire l'obiettivo è una procedura medica molto seria, seguita da un lungo periodo di riabilitazione. È necessario seguire tutte le regole e le raccomandazioni dei medici per prevenire lo sviluppo di complicanze.

Per prima cosa, capiamo cos'è una cataratta.

È importante capire che una cataratta è un annebbiamento parziale o completo della lente che si trova tra l'iride e il corpo vitreo. L'obiettivo serve come una sorta di lente attraverso la quale la luce passa e rifrange. L'obiettivo opacizzato non è in grado di svolgere questa funzione e il paziente affetto da cataratta presenta una perdita della vista, persino una perdita.

Il trattamento viene effettuato prontamente, phacoemulsification ad ultrasuoni o laser con l'introduzione di una lente finta. L'operazione è praticamente il più sicuro di tutti gli interventi chirurgici, ma è molto importante sostenere il restauro dell'occhio.

Recupero dopo la rimozione della cataratta

La riabilitazione dopo l'intervento richiede molto tempo (può durare fino a sei mesi). Convenzionalmente, può essere diviso in tre fasi:

  1. La prima fase è la più difficile, nel tempo impiega la prima settimana dopo l'operazione. Durante questo periodo possono verificarsi dolore e gonfiore nella zona degli occhi. Tali manifestazioni sono la risposta abituale del corpo all'intervento. Durante la prima settimana, il paziente nota un miglioramento della vista.
  2. Il secondo stadio - dall'ottavo al trentesimo. Durante questo periodo, la qualità della visione non è stabile. È necessario non sovraccaricare gli occhi. È necessario limitare la visione della TV, leggere libri, lavorare al computer. Potresti aver bisogno di occhiali per questo.
  3. Il terzo stadio sono i prossimi 4-5 mesi.

Caratteristiche del periodo postoperatorio

Nel periodo postoperatorio ha le sue caratteristiche. Diamo un'occhiata a loro:

  • Dopo l'operazione, viene solitamente applicata una benda, che non è consigliabile rimuovere entro mezz'ora dopo l'operazione. Questa benda protegge gli occhi da polvere, fumo e altre sostanze aggressive, nonché da luce intensa.
  • Dopo aver rimosso la benda, trattare con una soluzione antisettica (furatsillinom, clorexedina).
  • Nelle prime settimane, devi gocciolare gocce anti-infiammatorie nei tuoi occhi. Per non partecipare a un'infezione secondaria.
  • Durante la prima settimana, i medici non consigliano di lasciare la casa senza alcuna necessità urgente.
  • Dopo che il dolore negli occhi passa (di solito durano da tre a quattro giorni), puoi leggere o guardare la TV, ma il tempo per tali eventi dovrebbe essere limitato al minimo.

Cosa determina la durata del periodo di riabilitazione?

I pazienti sono spesso preoccupati per quanto dura il periodo di recupero. E perché alcuni dura più a lungo di altri. Quindi cerchiamo di capire da cosa dipende il termine di ripresa.

  1. Prima di tutto, ovviamente, dalle condizioni del paziente all'operazione. Lo schema è semplice: peggiore è la condizione del paziente, più a lungo si verificherà il recupero.
  2. Inoltre, la durata della riabilitazione dipende dal tipo di intervento. Un grande ruolo è giocato da come è stata fatta esattamente la rimozione della cataratta: con il metodo ad ultrasuoni o laser.

Quali raccomandazioni dovrebbero essere seguite?

Dopo aver sostituito l'obiettivo, devi prenderti cura delle tue condizioni. Raccomandazioni generali:

  • Evitare l'affaticamento degli occhi. Questa è forse la regola più importante. L'affaticamento degli occhi deve essere evitato per tutto il periodo di riabilitazione. Se lo desideri, puoi leggere un libro un po ', guardare la TV o lavorare al computer uno o due giorni dopo la dimissione. Ma se hai gli occhi stanchi, allora devi immediatamente interrompere il carico.
  • Non guidare durante il primo mese. Poiché questo sovraccarico gli occhi e può provocare lo sviluppo di complicazioni.
  • Osserva i modelli del sonno. Nel primo mese non dovrebbe essere abbastanza sonno. Gli esperti nel periodo postoperatorio raccomandano un sonno di dieci ore. Ci sono anche restrizioni sulla posizione durante il sonno. È inaccettabile dormire sullo stomaco e sul lato da cui è stato operato l'occhio. La migliore postura è supina.
  • Seguire le regole di igiene. Dopo l'intervento, le difese del corpo locale sono indebolite, quindi dovresti stare particolarmente attento con le procedure igieniche. Durante le prime due settimane, i medici hanno consigliato di eliminare l'uso di cosmetici, acqua, sapone e polvere negli occhi. Il lavaggio della testa deve essere inclinato all'indietro, non in avanti.
  • Evitare lo sforzo fisico è raccomandato per il primo mese. Escludere tutti i tipi di sport: ginnastica, ginnastica, yoga, sport equestri, salto ostacoli, nuoto. È anche necessario limitare il sollevamento pesi, non è consigliabile sollevare più di tre chilogrammi. È inoltre severamente vietato trovarsi in posizione capovolta. Un'eccessiva attività fisica ti minaccia con gravi complicazioni: la pressione aumenta, incluso l'intraoculare e le navi non possono resistere e si formano emorragie.
  • Vietato l'uso di alte temperature. Può anche contribuire allo sviluppo dell'emorragia oculare. Nel primo mese è vietato andare al bagno, nella sauna o essere sotto l'azione diretta dei raggi del sole, e si dovrebbe anche posticipare i viaggi al solarium.
  • Astenersi dall'alcol e dalla nicotina. Influenzano negativamente lo stato delle navi. Soprattutto riguarda l'alcol, il suo uso dovrebbe essere escluso nel primo mese. Cerca di limitare il fumo al minimo.

Quali possono essere le complicazioni dopo la chirurgia della cataratta?

Nonostante il fatto che questa operazione sia considerata una delle più sicure, potrebbe avere le sue complicazioni. Nella maggior parte dei casi, si verificano complicazioni a causa della non conformità con le raccomandazioni mediche.

  1. Cataratta secondaria Può apparire in qualsiasi momento, in pochi mesi e forse in pochi anni. La ragione di ciò è che spesso è difficile rimuovere tutte le celle della lente interessata.
  2. Distacco della retina
  3. Aumento della pressione intraoculare. Una causa frequente di questa complicanza non è il rispetto delle raccomandazioni durante il periodo di riabilitazione, vale a dire: sollevamento pesi, esercizio eccessivo e altro. A volte un aumento della pressione intraoculare è causato da malattie esistenti e da una predisposizione genetica.
  4. Lo spostamento dell'obiettivo. Nella maggior parte dei casi, si verifica quando un'operazione eseguita in modo errato. In questo caso è necessario un intervento re-chirurgico.
  5. Edema retinico Si sviluppa come complicazione in presenza di malattie concomitanti.
  6. Emorragia nella camera anteriore. Appare come conseguenza di un errore medico o durante uno sforzo fisico eccessivo. I trattamenti vengono effettuati con farmaci, in rari casi ricorrono all'uso di interventi chirurgici.

Vale la pena notare che il disagio nella zona degli occhi dopo l'intervento di cataratta è normale, in quanto il corpo reagisce all'intervento esterno. Ma se stai vivendo un grave disagio, dovresti consultare un medico.

Come comportarsi dopo aver sostituito la lente dell'occhio (dopo l'intervento chirurgico per rimuovere una cataratta con impianto di IOL)

Dopo l'operazione di sostituzione dell'obiettivo, al medico curante sarà richiesto di spiegare come completare con successo il periodo di recupero e riabilitazione per i migliori risultati del trattamento chirurgico. Il paziente deve sapere:

  • Immediatamente dopo l'operazione, l'occhio sarà chiuso con una benda per proteggere dalla contaminazione accidentale con la polvere. La mattina successiva, rimuovendo il bendaggio necessariamente pulire le palpebre (senza occhi!) Con un tampone di cotone sterile, con una soluzione acquosa di soluzione furatsilina 0,02% o 0,25% cloramfenicolo. Nel primo giorno postoperatorio e oltre, non è pratico chiudere l'occhio con una benda che impedisce la sua libera circolazione. È meglio applicare una benda sterile al momento di uscire, specialmente in condizioni di tempo freddo. All'interno, è meglio usare una benda "a tendina", che può essere fatta da 2 strati di garza. È attaccato alla fronte sopra l'occhio per mezzo di un cerotto appiccicoso che non interferisce con i movimenti oculari.
  • Come nel giorno dell'operazione, e più tardi nel periodo di recupero, il dolore può verificarsi negli occhi e nelle aree circostanti (sopracciglio, tempia). In caso di dolore, è necessario prendere un antidolorifico: compresse Ketanov, Ketorol, Analgin, ecc. (In conformità con le istruzioni del farmaco) e chiedere consiglio al proprio medico.

Raccomandazioni al paziente durante il periodo di riabilitazione

Le raccomandazioni seguenti sono generiche e progettate per il numero principale di pazienti. In caso di periodo postoperatorio non standard, il medico deve offrire un regime di trattamento scelto individualmente, nonché un programma di esami pianificati del paziente. È meglio specificare le raccomandazioni ricevute in precedenza ad ogni esame del medico!

  • Modalità. Dopo aver sostituito la lente dell'occhio con l'impianto di IOL, non è necessario osservare il riposo a letto o il riposo a semi-letto. Tuttavia, vale la pena di eseguire alcune istruzioni relative alla modalità di sospensione: non è consigliabile dormire sul lato dell'occhio operato e dell'addome, i primi giorni dopo l'intervento.
  • Igiene. Lavare il viso e lavare la testa durante il periodo di riabilitazione dovrebbe essere estremamente attento. È necessario essere attento a colpire l'occhio di sapone operato, e anche l'acqua. Per lavare la testa, è meglio scegliere una posa con la testa inclinata all'indietro. In una situazione in cui l'acqua penetra nell'occhio operato, è necessario lavarlo con una soluzione acquosa allo 0,02% di furatsilina o una soluzione acquosa di levomicetina allo 0,25%.
  • La ricezione nominata dal medico generico essente presente non può essere superata!
  • La benda Il primo giorno postoperatorio, si consiglia di indossare una medicazione sterile sull'occhio, che diventerà per la sua protezione dalla luce intensa e dalle particelle di polvere disperse nell'aria. La medicazione è fatta indipendentemente dalla garza a due strati, dopo di che viene fissata alla fronte con del nastro adesivo, come una tenda.
  • Collirio Ai fini della pronta guarigione della ferita chirurgica e della prevenzione dell'infezione che complica il periodo postoperatorio, si raccomanda l'uso di alcuni colliri. Questo generalmente diversi farmaci: con proprietà disinfettanti (Floksal, ciprofloxacina, Tobrex), azione antinfiammatoria (Naklof, Indokollir) o goccioline combinate (maksitrol, Tobradeks). Tali farmaci sono solitamente prescritti per l'uso in modo decrescente: nella prima settimana - quattro volte al giorno, nella seconda settimana - tre volte al giorno, nella terza settimana - due volte al giorno, tutta la quarta settimana - ogni giorno, una volta. In futuro, seguito dalla completa abolizione delle droghe. Queste raccomandazioni dovrebbero essere chiarite con ogni ispezione di routine da parte di uno specialista!

Acuità visiva del paziente e selezione dei punti

Al termine dell'operazione di sostituzione dell'obiettivo, la visione migliora in modo significativo immediatamente e questo processo continua durante i giorni di riabilitazione, tuttavia, i risultati finali del trattamento chirurgico saranno discussi solo 1 mese dopo l'intervento. Durante il periodo di riabilitazione, l'acuità visiva in entrambi gli occhi, di regola, è molto diversa. A questo proposito, i pazienti spesso hanno bisogno di occhiali temporanei o lenti a contatto per correggere la situazione. Dopo un mese dall'intervento, quando l'occhio diventa sano e la vista si stabilizza, vengono scritti nuovi occhiali per la distanza o la lettura.

Ulteriori raccomandazioni

Restrizioni che sono state imposte nel periodo postoperatorio saranno gradualmente rimosse. Quella che segue è una serie di suggerimenti per il paziente che aiutano a preservare la vista dopo l'intervento chirurgico per sostituire l'obiettivo con l'impianto di IOL:

  • Non è necessario toccare l'occhio operato e sfregarlo.
  • Assicurati di indossare occhiali da sole che proteggono i tuoi occhi dai raggi UV.
  • Per osservare rigorosamente il programma di visite stabilito dal medico.

Informazioni necessarie

Alcune settimane dopo l'intervento di cataratta, o diversi anni dopo, la capsula del cristallino posteriore (rimanente) può diventare annebbiata. Questa condizione è chiamata cataratta secondaria. Quando si verifica, l'acuità visiva di solito diminuisce. L'eliminazione di tale difetto viene eseguita chirurgicamente utilizzando un laser Nd YAG per diversi minuti. Dopo la procedura, la visione è completamente ripristinata.

Regole di caduta

  • Lavati le mani con prodotti per l'igiene.
  • Apri la bottiglia di soluzione.
  • Sdraiati sulla schiena o inclina la testa all'indietro, alzando lo sguardo.
  • Senza toccare la superficie dell'occhio o delle ciglia, posizionare la bottiglia capovolta con il distributore con gocce sopra l'occhio.
  • Dito abbassa un po 'la palpebra inferiore.
  • Arrotolare gli occhi e premere delicatamente la fiala in modo che la goccia estratta cada nella cavità congiuntivale tra la palpebra e il bulbo oculare.
  • Palpebre somkite.
  • Al fine di migliorare l'effetto dell'agente applicato e minimizzare i suoi effetti collaterali sistemici, premere l'angolo interno dell'occhio con un dito (usando un tovagliolo sterile).
  • Quando vengono prescritti diversi farmaci diversi, assicurarsi di osservare l'intervallo tra la loro introduzione per almeno cinque minuti.
  • Tappare bene la bottiglia, conservare la soluzione secondo le istruzioni allegate.

Cliniche di cataratta raccomandate

La "Clinica oculistica del dott. Shilova" è uno dei principali centri oftalmologici di Mosca in cui sono disponibili tutti i moderni metodi di trattamento chirurgico della cataratta. Le attrezzature più recenti e gli esperti riconosciuti garantiscono risultati elevati. Vai alla pagina dell'organizzazione nella directory >>>

"MNTK im.Svyatoslav Fyodorova" - un importante complesso oftalmologico "Mychosurgery of the eye" con 10 filiali in varie città della Federazione Russa, fondato da Svyatoslav Nikolaevich Fedorov. Nel corso degli anni del suo lavoro, oltre 5 milioni di persone hanno ricevuto assistenza. Vai alla pagina dell'organizzazione nella directory >>>

"Helmholtz Institute of Eye Diseases" è la più antica istituzione di stato e trattamento dell'oftalmologia. Impiega oltre 600 persone che forniscono assistenza a persone con una vasta gamma di malattie. Vai alla pagina dell'organizzazione nella directory >>>

Trattamento chirurgico della cataratta - sostituzione della lente

Una cataratta è una malattia oftalmologica, caratterizzata da opacizzazione completa o parziale della lente, che riduce l'acuità visiva fino alla cecità.

Una cataratta può essere curata senza chirurgia? Il trattamento di questa patologia viene eseguito solo chirurgicamente.

Tipi di chirurgia, controindicazioni, periodo di riabilitazione - su questo più tardi.

Che cos'è una cataratta e come si manifesta la malattia

L'obiettivo è una parte importante del sistema ottico dell'occhio, è responsabile della messa a fuoco dell'immagine sulla retina. Quando questa lente naturale è annebbiata, le immagini diventano sfocate.

Una cataratta si sviluppa gradualmente, prima colpisce un occhio e poi il secondo. Questa è una malattia comune che si verifica in più del 50% delle persone.

A seconda dello stadio della malattia, la cataratta può essere matura, acerba, matura e troppo matura. Inoltre, la malattia è congenita e secondaria.

A causa dell'invecchiamento naturale, si verifica una cataratta nucleare, che si verifica al centro della lente. Danneggia la vista, contribuisce allo sviluppo della miopia, il paziente difficilmente riesce a distinguere le sfumature. L'obiettivo diventa giallo, la sua consistenza diventa densa.

La cataratta nucleare ha le seguenti caratteristiche:

La cataratta congenita viene diagnosticata in un bambino subito dopo la nascita, questo disturbo presenta i seguenti sintomi:

La cataratta secondaria è una conseguenza della chirurgia non riuscita sugli occhi, ha i seguenti sintomi:

  • Visione offuscata;
  • La mancanza di chiarezza e luminosità dell'immagine;
  • Diplopia.

Una cataratta immatura è una malattia senile della visione, che si manifesta con i seguenti sintomi:

  • Cambiamenti nella struttura e proprietà ottiche della lente;
  • Velo davanti agli occhi;
  • Diminuzione dell'acuità visiva.

Metodi di chirurgia

Una cataratta può essere trattata solo chirurgicamente. Tipi di chirurgia:

  • L'estrazione intracapsulare è una procedura durante la quale il medico rimuove l'obiettivo e la sua capsula. L'indicazione principale è la cataratta post-traumatica. Il criostruttore (strumento criochirurgico) elimina l'obiettivo e installa invece una lente artificiale. La chirurgia della cataratta è vietata per i pazienti di età inferiore a 17 anni a causa della natura dell'occhio;
  • La facoemulsificazione è una procedura chirurgica durante la quale la lente danneggiata viene sostituita con una artificiale. Usando una sonda a ultrasuoni, la lente danneggiata viene rotta in piccole particelle e aspirata. Vantaggi: la procedura è indolore, senza punti, a basso rischio di infezione. La chirurgia della cataratta con sostituzione della lente deve essere eseguita in pazienti con diabete mellito, distrofia corneale, congiuntivite;
  • L'estrazione extracapsulare è un'operazione durante la quale il nucleo dell'obiettivo viene rimosso e la capsula viene lasciata. Viene praticata un'incisione nell'occhio, la lente viene completamente rimossa e alla fine il medico ricama. Svantaggi: a causa di punti, possono apparire problemi alla vista, il paziente si sta riprendendo da molto tempo, c'è il rischio di divergenza della cucitura L'operazione è vietata ai bambini, in presenza di processi infettivi e infiammatori, cancro;
  • Laser a femtosecondi: la lente danneggiata viene rotta utilizzando un laser a femtosecondi. Vantaggi: la cornea non è danneggiata, bassa probabilità di complicanze. Controindicazioni all'operazione: annebbiamento della cornea, eccessiva cataratta.

Il medico seleziona il tipo di operazione in base al tipo di malattia e all'età del paziente. Come trattare la cataratta senza chirurgia può essere trovato qui.

Preparazione del paziente

Affinché l'operazione e il periodo di riabilitazione abbiano successo, il paziente deve prepararsi adeguatamente alla procedura. 8 ore prima dell'operazione non è raccomandato mangiare e bere. In caso contrario, possono verificarsi nausea, vomito, dispepsia. Prima di andare a dormire, puoi prendere un sedativo naturale, come l'erba del mattino, che ti aiuterà a rilassarti e distenderti.

Aspirina e Coumadina sono vietati per l'uso prima della procedura, in quanto questi farmaci riducono il sangue e possono causare sanguinamento intraoculare.

Se hai malattie croniche, assicurati di parlarne con il tuo medico.

Nell'ospedale, non puoi fare a meno di scarpe rimovibili, calze, accappatoi. Avrete anche bisogno di documenti (passaporto e accordo di pagamento delle transazioni).

Prima dell'operazione, l'occhio affetto viene trattato con gocce anestetiche che espandono la pupilla. Questo farmaco innesca una leggera diminuzione della visibilità e una sensazione di leggero intorpidimento negli occhi.

2-3 giorni prima della procedura, l'oftalmologo descriverà il piano dell'operazione, selezionerà l'obiettivo più adatto a te. Prima di un intervento chirurgico, si consiglia di consultare un anestesista per scegliere un metodo per alleviare il dolore.

Dopo l'intervento chirurgico per rimuovere una cataratta, il paziente può andare a casa, e quindi è necessario invitare in anticipo la persona che vi accompagnerà.

Esecuzione di un'operazione

La facoemulsificazione è l'operazione più popolare, efficace e affidabile per rimuovere un obiettivo attenuato. Questa procedura può essere eseguita in qualsiasi momento e non è necessario attendere che la cataratta sia "matura".

Dopotutto, questo è un processo piuttosto lungo che sconvolge il solito ritmo della vita: a causa della cataratta, molte persone hanno perso il lavoro, si sono rifiutate di guidare automobili, hanno provato disagio in condizioni di scarsa luce.

Facoemulsificazione senza ultrasuoni avviene in più fasi:

  1. Uno speciale coltello a diamante esegue un'incisione sulla cornea (alla base), la cui dimensione non supera i 2,5 mm. Attraverso questa incisione, l'oftalmologo ottiene l'accesso alla lente;
  2. Una viscoelastica (sostanza medica di consistenza gelatinosa) viene introdotta nella camera oculare anteriore con l'aiuto di un tubo, che protegge l'occhio dall'interno dalla penetrazione dei raggi ultravioletti. Con l'aiuto di viscoelastico, il medico esegue le seguenti procedure;
  3. Attraverso un'incisione, una sonda ultrasonica viene introdotta nell'occhio, che rompe la lente, trasformandola in una sostanza liquida. Quindi i suoi resti vengono pompati fuori dagli occhi;
  4. Attraverso la stessa incisione, una lente intraoculare piegata (lente artificiale) viene introdotta nell'occhio. Quindi la lente artificiale si dispiega e si ripara al posto del vecchio;
  5. Viscoelastico con soluzione di irrigazione viene lavato fuori dagli occhi.

Ora sai come va la chirurgia della cataratta. Dopo l'intervento chirurgico, non è necessario cucire, poiché l'incisione è molto piccola e guarisce da sola. Una buona visibilità appare immediatamente dopo la procedura e l'acuità visiva viene ripristinata dopo 7 giorni.

Riabilitazione dopo chirurgia della cataratta

Il periodo postoperatorio quando si sostituisce la lente dell'occhio quando si rimuove una cataratta comporta l'uso di una benda sull'occhio, che svolge una funzione protettiva. La maggior parte dei pazienti si sente bene e torna a casa subito dopo la procedura. Ma prima di questo, un oftalmologo ti esaminerà e ti darà consigli. Se c'è il rischio di complicanze, il paziente viene lasciato durante la notte in ospedale.

Durante il periodo di recupero dopo l'intervento di cataratta, l'occhio deve essere trattato con gocce che accelerano la guarigione. Inclinare la testa all'indietro, tirare indietro la palpebra inferiore, rilasciare 2 gocce, chiudere l'occhio e ruotare la pupilla per alcuni secondi per distribuire il prodotto in modo uniforme. Pizzicare l'angolo interno dell'occhio in modo che il medicinale non trapelasse.

Quali colliri sono meglio dopo l'intervento di cataratta - il medico determinerà. Se il medico le ha prescritto diversi farmaci, l'intervallo tra il loro uso dovrebbe essere di almeno 5 minuti. Per evitare l'infezione negli occhi, non toccare l'occhio con un contagocce.

Gli oftalmologi raccomandano fortemente di indossare medicazioni per proteggere l'occhio dalla luce intensa, da varie lesioni. Puoi farlo con medicazioni monouso. Puoi anche creare una benda simile con le tue mani.

Per fare questo, prendi una benda e patch, attaccalo sulla benda orizzontalmente. Dall'alto metti una benda da un tessuto più rigido e fissalo sulla testa.

Dopo l'intervento, il medico ti dirà quando il paziente ha bisogno di venire per un esame. Dopo un po 'di tempo, tutte le restrizioni vengono rimosse. L'impianto nella maggior parte dei casi rimane trasparente per sempre. Se la sua parete posteriore comincia a diventare torbida, cosa che accade molto raramente, allora la funzione visiva viene ripristinata chirurgicamente.

14 giorni dopo la procedura, il paziente deve visitare un oftalmologo, che valuterà le condizioni dell'occhio. Durante il periodo di guarigione, è necessario utilizzare costantemente colliri per evitare malattie infettive e infiammatorie. La funzione visiva viene ripristinata in una settimana, dopo di che il paziente ha bisogno di prendere gli occhiali correttivi.

A proposito di farmaci per il trattamento della cataratta può essere trovato qui.

Raccomandazioni sulla modalità di vita e comportamento dopo la chirurgia della cataratta

Affinché la funzione visiva si riprenda più velocemente, il paziente deve osservare le raccomandazioni e i limiti dopo l'operazione per rimuovere la cataratta degli occhi:

  • È vietato sollevare pesi di peso superiore a 5 kg, in quanto la pressione intraoculare (IOP) può aumentare, e ciò minaccia il rigonfiamento, il sanguinamento o il distacco della retina;
  • Per evitare un aumento della PIO, è categoricamente sconsigliato abbassare la testa bruscamente o rimanere in questa posizione per un lungo periodo;
  • Evitare bagni, saune, lungo riposo nel caldo, docce calde. La febbre alta può causare sanguinamento negli occhi;
  • E 'vietato praticare sport accompagnati da scosse: corsa, ciclismo, equitazione, salto, ecc. Scuotere è un fattore che provoca il distacco della retina;
  • Dopo l'intervento chirurgico, è possibile un eccessivo rilascio di liquido lacrimale. Pulisci gli occhi solo con tamponi sterili immersi in acqua bollita. Puoi asciugare con cotone solo sotto gli occhi, non con gli occhi o le ciglia;
  • Evitare alcol e sigarette. Bere meno liquido, eliminare spezie, sale, cibi grassi e fritti, altrimenti potrebbe verificarsi gonfiore;
  • Al momento del recupero, abbandonare il trucco;
  • Riposa sul lato opposto all'occhio operato;
  • Nelle prime settimane dopo l'operazione, è vietato sovraccaricare gli occhi: guidare una macchina, guardare la TV a lungo o lavorare al computer;
  • È severamente vietato lavare durante la settimana. Se l'acqua penetra negli occhi, lavarla immediatamente con furatsilinom o chloramphenicol (soluzione).

Cataratta secondaria e altre complicanze

La condizione del paziente dopo l'intervento chirurgico per sostituire l'obiettivo con una cataratta deve essere costantemente monitorata. Altrimenti, possono verificarsi le seguenti complicanze dopo l'intervento di cataratta:

  • Una cataratta secondaria si verifica pochi mesi o anni dopo l'intervento chirurgico. La ragione è che l'occhio ha cellule difettose e danneggiate della lente danneggiata, che sono completamente difficili da rimuovere;
  • La PIO è aumentata a causa di lesioni agli occhi durante la procedura, malattia, predisposizione genetica o eccessivo sforzo fisico;
  • Il distacco della retina avviene perché il medico non sta attento. Inoltre, questa complicanza può essere scatenata da danni agli occhi prima dell'operazione o dalla presenza di alcune malattie nel paziente;
  • L'obiettivo si sposta a causa di un errore medico o di una lente artificiale di dimensioni inadeguate;
  • Il sanguinamento nella camera anteriore si verifica a causa di azioni improprie del medico, installazione dell'impianto di scarsa qualità, eccessivo sforzo fisico;
  • La retina si gonfia a causa della non conformità con le regole della cura degli occhi dopo l'intervento chirurgico, lesioni agli occhi del passato o altre malattie.

Riabilitazione, complicazioni e limitazioni dopo l'intervento chirurgico per sostituire la lente dell'occhio

Importante sapere! Se la visione ha cominciato a fallire, aggiungi immediatamente questo professionista alla tua dieta. Leggi di più >>

Con l'aspetto e la progressione della cataratta, i medici consigliano di eseguire immediatamente l'operazione, durante la quale l'obiettivo verrà sostituito. Anziani o persone che hanno malattie croniche possono affrontare questo problema. Se non cerchi prontamente assistenza qualificata, c'è il rischio di perdere definitivamente la vista.

L'operazione di sostituzione della lente dell'occhio richiede il rispetto di determinate condizioni durante il periodo di riabilitazione, che può richiedere diversi mesi. Questo articolo descrive come comportarsi in questo momento e cosa può risultare dal mancato rispetto delle regole stabilite.

Ogni operazione è un intervento chirurgico tecnicamente difficile. Se stiamo parlando di sostituire l'obiettivo, il paziente avrà bisogno di una facoemulsificazione - una tecnica high-tech di chirurgia senza cuciture, in cui la lente viene posizionata nel bulbo oculare usando una microincisione, e la cataratta viene schiacciata da un laser.

Sostituire l'obiettivo è più spesso richiesto per una persona anziana la cui visione è diventata confusa e poco chiara. Inoltre, il paziente può sviluppare e progredire l'ipermetropia o la miopia.

C'è un certo schema di azioni a cui i medici aderiscono durante l'operazione. Consiste dei seguenti passaggi:

  • Attraverso un'incisione autosigillante, il laser converte la lente danneggiata in un'emulsione con un laser.
  • I resti della lente vengono rimossi mediante aspirazione.
  • Una lente artificiale elastica è posizionata nel bulbo oculare, che a sua volta si diffonde sull'occhio.
  • La procedura viene eseguita in anestesia locale in un ospedale. Non dura più di un'ora, a seconda di quanto la cataratta è in funzione e di quanto l'obiettivo sia oscurato.

L'operazione ha un gran numero di vantaggi. Ecco alcuni di loro:

  • Ben tollerato a qualsiasi età.
  • Non dà dolore al paziente.
  • Non richiede alcuna seria limitazione nel periodo di riabilitazione.
  • Non lascia punti.
  • Ciò implica l'uso di materiali sicuri e strumenti di alta qualità.

Tutti questi vantaggi rispetto ai metodi obsoleti consentono di eseguire un'operazione chiamata facoemulsificazione il più presto possibile con un minimo di complicazioni.

Nonostante l'uso di nuove tecnologie, la procedura ha diverse controindicazioni:

  • Processo infiammatorio agli occhi.
  • La camera anteriore del bulbo oculare è troppo piccola.
  • Patologia della retina: distruzione o distacco.
  • Recentemente ha sofferto di ictus o infarto.

La riabilitazione dopo la sostituzione dell'obiettivo può avvenire nel più breve tempo possibile e potrebbe richiedere molto tempo. Tutto dipende dal paziente e dalle qualifiche del medico curante.

Dopo che si esegue la facoemulsificazione - un'operazione per sostituire l'obiettivo in caso di cataratta - la persona deve essere sotto il controllo del medico curante per qualche tempo. Il processo è abbastanza veloce, quindi al paziente è permesso di muoversi e alzarsi dal letto dopo 20-40 minuti, e se non ci sono segni di complicazioni, dopo 2 ore può andare a casa.

Una seconda visita a uno specialista dovrebbe essere effettuata un giorno dopo l'operazione. Inoltre, tali esami vengono eseguiti ogni giorno per circa due settimane.

Dopo aver sostituito l'obiettivo in una cataratta, una persona viene messa su una fascia protettiva che impedisce la contaminazione che porta all'infezione dall'occhio. Per rimuovere tale benda è permesso solo un giorno dopo l'intervento. Successivamente, l'occhio deve essere trattato con un tampone di cotone imbevuto di una soluzione di levomicetina o furatsilina, senza sollevare la palpebra.

I primi giorni una persona non dovrebbe, senza necessità estrema, lasciare la casa. Se non è possibile rispettare questa condizione, dovresti ricoprire gli occhi con una benda che elimina gli intermittenti. Nel caso in cui il processo di guarigione sia attivo, è possibile utilizzare occhiali protettivi anziché una medicazione.

L'incisione negli occhi guarisce finalmente in 7 giorni. Durante questa settimana, una persona non può lavarsi i capelli e fare una doccia. Inoltre, è vietato bere alcolici e bevande gassate. Dopo che gli occhi cessano di ferire e l'opacità scompare, puoi guardare la TV e leggere i giornali. Ma dovresti smettere se i tuoi occhi iniziano a stancarsi. Per ridurre il carico, i medici prescrivono gocce speciali, che hanno un'azione disinfettante e antinfiammatoria.

Sebbene i pazienti notino un immediato miglioramento della vista dopo l'intervento chirurgico per sostituire l'obiettivo, gli occhi vengono completamente ripristinati solo dopo 2 o 3 mesi.

Durante questo periodo, è molto importante non affaticare la vista ed evitare carichi pesanti. Se segui tutte le prescrizioni del medico, allora non puoi aver paura delle possibili complicazioni e molto presto tornare alla vita preoperatoria.

I tempi della riabilitazione dipendono direttamente dal tipo di intervento. Le persone che eseguivano la facoemulsificazione a ultrasuoni o laser sono i più veloci a tornare alla normalità.

Il periodo di riabilitazione consiste di diverse fasi. Vale la pena considerare ciascuno di loro.

  • Prima fase: 1 - 7 giorni dopo l'intervento.

Questo stadio è caratterizzato da dolori di diversa natura sia nell'occhio stesso che attorno ad esso. Questo sintomo è alleviato con un farmaco antinfiammatorio non steroideo nel dosaggio prescritto dal medico curante. Possibile ricevere antidolorifici.

Oltre al dolore, i pazienti presentano edema palpebrale. Questo fenomeno non richiede farmaci e viene rimosso limitando il bere, la postura corretta durante il sonno e la revisione della dieta.

Durante questo periodo, l'acuità visiva diventa instabile quando si cambia l'illuminazione. Se il paziente ha bisogno di leggere, guardare la TV o lavorare al computer, allora deve indossare gli occhiali.

A partire dalla seconda settimana dopo l'intervento chirurgico per sostituire la lente dell'occhio con una cataratta, una persona utilizza le gocce secondo lo schema sviluppato dagli specialisti. Di solito, queste sono soluzioni con azione antinfiammatoria e disinfettante. Il dosaggio di questi farmaci dovrebbe essere gradualmente ridotto.

  • vista
  • La terza fase: 31 - 180 giorni.

Lo stadio finale dura più a lungo dei precedenti e per tutto il tempo il paziente dovrà seguire il regime prescritto. Nel caso in cui un'operazione di rimozione della cataratta con sostituzione della lente sia stata eseguita con un laser o un'ecografia, allora in questa fase la persona già vede completamente. Ma se si presenta la necessità, puoi indossare occhiali o lenti.

Dopo l'estrazione extracapsulare o intracapsulare della cataratta, la visione viene ripristinata solo alla fine della terza fase, dopo la rimozione della sutura finale.

Come con qualsiasi intervento chirurgico, dopo la rimozione di una cataratta, è possibile la manifestazione di complicanze. Tali spiacevoli conseguenze sono spiegate dalla caratteristica individuale di un particolare organismo, dall'inosservanza della raccomandazione dei medici o dall'errore del medico durante l'operazione.

Gli esperti identificano diversi tipi principali di complicanze che si verificano più spesso:

  • Cataratta secondaria (15 - 40%). Il problema si sviluppa dopo che il paziente ha subito un'estrazione extracapsulare della cataratta, ecografia o facoemulsificazione laser. Il rischio di tali complicanze si riduce nel caso in cui i medici utilizzassero la più recente tecnologia in microchirurgia. Inoltre, il materiale da cui è costituito Iol, una lente intraoculare, è molto importante. La complicazione è eliminata mediante capsulotomia chirurgica o laser.
  • Aumento della pressione intraoculare (1-4%). Questo sintomo si verifica quando il bulbo oculare è danneggiato, a causa della predisposizione ereditaria del paziente o per l'eccessivo affaticamento della vista.
  • Distacco retinico (0,3-5,6%). La natura del danno è determinata dalla limitatezza del campo visivo. Molto spesso il problema si verifica in pazienti con diabete mellito o miopia. Per correggere la situazione, avrai bisogno di un'altra operazione.
  • Edema maculare (1 - 6%). La regione maculare può gonfiarsi dopo l'estrazione extracapsulare. Il rischio di una tale complicazione dopo la rimozione della cataratta aumenta la presenza di diabete e glaucoma.
  • Displacement iol (1 - 1,4%). La lente artificiale può essere spostata dopo azioni non qualificate dell'oculista. Anche con un piccolo spostamento del paziente, è necessario operare di nuovo con urgenza.
  • Emorragia nella camera anteriore dell'occhio (0,6 - 1,5%). Qui può essere la causa dell'installazione errata dell'obiettivo o di grandi carichi nel periodo postoperatorio. Il problema è trattato con farmaci o interventi chirurgici ripetuti.
  • Perdita di iris (0,5 -1%). Se gli specialisti eseguivano l'operazione con una piccola incisione, si può verificare una tale complicazione. Il problema si manifesta come cicatrici irregolari della ferita, astigmatismo, gonfiore e crescita della pelle. Il piano di trattamento per la complicanza dipende dal periodo in cui si è manifestato: se l'iride si è staccata 2 settimane dopo l'operazione e la ferita non è infetta, il medico imporrà semplicemente punti aggiuntivi. E se l'intervento è stato eseguito molto tempo fa, l'escissione che ne è uscita è stata eliminata.

Immediatamente dopo l'intervento chirurgico, una persona può avere un dolore agli occhi, alle sopracciglia o alle tempie. Non devi aver paura di questo, perché questa è una normale reazione del corpo a una lesione all'occhio. Ma al fine di eliminare il rischio di complicazioni dopo la sostituzione della lente dell'occhio, vale la pena di dire al medico il problema che è apparso. Solo il rigoroso rispetto delle prescrizioni del medico e l'uso di colliri aiuterà a prevenire spiacevoli conseguenze dell'intervento chirurgico.

Le azioni terapeutiche volte a liberare il paziente dalle complicanze dovrebbero essere effettuate tenendo conto della causa dello sviluppo della patologia e del grado della sua negligenza. Alcune complicazioni scompaiono da sole e richiedono solo una piccola correzione, mentre altre richiedono un intervento chirurgico.

La rimozione della cataratta con la sostituzione dell'obiettivo è definita un'operazione complessa, sebbene il periodo di riabilitazione non sia ritardato per un lungo periodo. A causa del fatto che l'occhio è ferito, è necessario cercare di fare tutto il possibile per la sua rapida guarigione. Ecco alcuni dei limiti che ogni paziente che ha subito un intervento chirurgico dovrebbe rispettare:

  • Ridurre l'affaticamento degli occhi. Durante tutto il periodo di riabilitazione, una persona a cui è stata inserita una lente artificiale dovrebbe evitare di sovrallenare la vista.
  • Conformità con i modelli di sonno. Ciò include la corretta postura del dormiente: i medici non consigliano di dormire sullo stomaco e sul lato in cui si trova l'occhio del problema.
  • Inoltre, il sonno dovrebbe essere dato almeno 9 ore al giorno. Solo in questo modo sarà possibile ottenere il pieno ripristino della vista.
  • Igiene adeguata Sostituire la lente dell'occhio implica l'adempimento di certe condizioni durante il lavaggio: non usare sapone, gel o cosmetici per il viso. È meglio semplicemente pulire il viso con salviettine umidificate e lavarsi gli occhi con furatsilinom o chloramphenicol.
  • Esercizio moderato Vale la pena considerare che un carico eccessivo può portare ad un aumento della pressione intraoculare, spostamento della lente o emorragia. È vietato muoversi bruscamente durante il mese dopo l'intervento.
  • Alcuni sport dovranno essere dimenticati per sempre: il ciclismo, le immersioni e gli sport equestri non sono i benvenuti. Inoltre, non è possibile eseguire la ricarica attiva.
  • Il sollevamento pesi dovrebbe essere limitato. I primi 30 giorni una persona può sollevare non più di 3 chilogrammi.
  • Durante il mese non puoi andare al bagno, la sauna, prendere il sole e lavarti i capelli con acqua troppo calda. Se ignori queste limitazioni, si può sviluppare un sanguinamento improvviso.
  • L'uso di cosmetici. Il trucco applicato sul viso pochi giorni dopo l'operazione può causare spiacevoli complicazioni. È permesso usare cosmetici solo dopo 5 settimane, quando la visione è quasi ripristinata.
  • Restrizione in nutrizione e fluidi. Dopo l'intervento chirurgico per sostituire l'obiettivo non si può mangiare molto sale, spezie e grassi animali. Per evitare gonfiore, bere meno acqua e tè.
  • L'alcol e il fumo dovranno essere abbandonati per molto tempo. Almeno un mese non può nemmeno essere nella stessa stanza con i fumatori.
  • Guardare la TV e sedersi al computer è permesso il 3 ° giorno del periodo postoperatorio. L'unica condizione: affatica gli occhi per non più di 30 minuti.
  • Per evitare complicazioni dopo l'intervento chirurgico, dovresti leggere alla luce del giorno. Se avverti disagio da parte degli occhi, l'esercizio dovrebbe essere immediatamente interrotto e riprendere dopo un po '.
  • Gli specialisti sono autorizzati a guidare un'auto solo 1 - 1, 5 mesi dopo che la lente dell'occhio è stata sostituita.
  • Assicurati accuratamente che nessuna infezione o corpo estraneo entri negli occhi. Se ciò accade, lavarsi delicatamente gli occhi o consultare un medico.
  • Abbandonare temporaneamente il contatto con sostanze chimiche e sostanze tossiche. Se ciò è richiesto dal lavoro, è imperativo osservare le norme di sicurezza e utilizzare tute protettive e dispositivi di protezione individuale.

Per monitorare il processo di ripristino della salute, dovresti visitare regolarmente il medico, che prescriverà l'uso di collirio. Quali gocce di preferenza possono scegliere il paziente stesso o il medico. Tutto dipende dalla tolleranza e dalla presenza di allergie negli esseri umani. Il primo mese di visite dal medico deve essere effettuato ogni settimana, in casi problematici, tutti i giorni. Le consultazioni successive dovrebbero aver luogo secondo un programma precedentemente elaborato. Poiché la riabilitazione procede dopo l'operazione, le restrizioni possono essere revocate o estese. In alcuni casi, potrebbe esserci molto di più, perché le conseguenze dell'operazione non possono essere previste.

Una lente artificiale che sostituisce l'obiettivo naturale aiuta una persona a vedere normalmente ed evitare la cecità totale. Per evitare che una cataratta possa causare complicazioni e la riabilitazione sia finita il prima possibile, devi scegliere un oculista qualificato e attenersi rigorosamente a tutti i suoi consigli.

Ad oggi, i medici non hanno stabilito i fattori esatti che provocano la comparsa della malattia. L'ereditarietà e l'età avanzata possono essere chiamate le cause più comuni per lo sviluppo della cataratta. Una persona non può avere alcuna influenza su questi parametri. Ma ci sono alcuni punti che possono essere evitati e proteggere la vista:

  • Esposizione agli occhi delle radiazioni ultraviolette. La luce solare è un fattore che influisce negativamente sulle capacità visive. Ciò è dovuto al fatto che lo spettro della luce proveniente dal sole è leggermente più ampio dello spettro di lampade ad incandescenza che le persone usano quotidianamente. Se l'abbronzatura fa bene alla pelle, è pericoloso per gli occhi, perché la visione non è in grado di recuperare da sola, quindi è consigliabile indossare occhiali da sole.
  • Le persone che soffrono di diabete dovrebbero, anche in giovane età, pensare a come prevenire la cataratta. Tali pazienti sono molto importanti per ottenere la compensazione del metabolismo dei carboidrati. Questo processo riduce significativamente il rischio di opacizzazione del cristallino.
  • Per evitare cataratte causate da lesioni agli occhi, non è necessario praticare sport estremi, durante i quali è possibile cadere e colpire la testa.
  • È possibile rilevare un cambiamento della vista in una fase precoce e diagnosticare una cataratta solo se una persona visita regolarmente un oculista e controlla da vicino la propria salute. Se le persone sono consapevoli di problemi di vista e indossano occhiali o lenti tutto il tempo, gli esperti consigliano di acquistare occhiali speciali con un obiettivo fotocromatico, chiamati "camaleonti". La loro particolarità sta nel fatto che, all'interno e all'esterno, cambiano le loro proprietà: diventano luce nella stanza e si scuriscono al sole.

Dopo che la chirurgia della cataratta è stata eseguita, gli occhi si riprendono gradualmente e la vista migliora. Ma una operazione non è sufficiente: mantenere l'acutezza visiva e accelerare il processo di riabilitazione sarà aiutato aderendo alle regole di base che riguardano il periodo postoperatorio.

E un po 'sui segreti.

Hai mai sofferto di problemi con EYES? A giudicare dal fatto che stai leggendo questo articolo, la vittoria non è stata dalla tua parte. E ovviamente stai ancora cercando un buon modo per ripristinare la vista!

Poi leggi cosa ne dice Elena Malysheva nella sua intervista sui modi efficaci per ripristinare la vista.

Google+ Linkedin Pinterest