Coagulazione laser della retina: gli effetti di PPLK

La coagulazione laser della retina è un'operazione eseguita in anestesia locale. Il 90% dei pazienti può vantarsi che questa manipolazione è calma. La moderna tecnologia medica è in grado di raggiungere con la massima accuratezza le aree interessate. Come risultato di questa operazione, c'è una leggera distruzione della proteina della retina, che porta ulteriormente alla sigillatura della zona interessata.

Con la conduzione tempestiva della procedura, la malattia cessa di progredire.

La coagulazione laser restrittiva della retina del bulbo oculare viene eseguita presso il centro medico e la durata dell'operazione non supera i venti minuti. Sul paziente viene indossata una lente speciale, il cui scopo è quello di dirigere i raggi laser nello strato richiesto del fondo. Le aree colpite sono fissate con coagulanti. Il periodo di recupero e la creazione di una certa forza della connessione richiede circa due settimane. Durante questo periodo di tempo, qualsiasi attività fisica è vietata, in quanto potrebbe interrompere i processi di recupero.

L'esposizione al laser porta ad un forte aumento della temperatura, che causa la coagulazione

Coagulazione laser della retina

Coagulazione laser della retina, che cos'è? La coagulazione profilattica laser periferica (PPLC) è un effetto volto a rafforzare le zone situate alla periferia. Inoltre, la procedura può essere utilizzata come ostacolo per la formazione di distacchi della mesh del bulbo oculare. La tecnica stessa è basata su un certo effetto sulle aree assottigliate della retina. Il laser esegue la saldatura della retina nelle aree problematiche. Il compito principale della coagulazione è di normalizzare la circolazione sanguigna degli organi visivi e migliorare il processo di dotare la retina di sostanze nutritive.

Esperti in questo campo affermano che questa misura è necessaria nel 60% dei casi. La mancata esecuzione di misure preventive può portare a conseguenze irreversibili. PPLC è una misura preventiva progettata per preservare la salute degli organi visivi.

Quando serve un'esposizione laser

Va notato che la coagulazione laser della retina è l'unica misura preventiva progettata per preservare l'acuità visiva. Sfortunatamente, non ci sono analoghi di questa tecnica oggi. Per eseguire l'operazione dovrebbe essere nei seguenti casi:

  • diagnosi di anomalie delle vene dell'occhio;
  • trombosi della vena centrale della retina;
  • educazione sulla retina del bulbo oculare;
  • distacco della retina;
  • malattie associate alla crescita eccessiva dei vasi sanguigni;
  • taglio del nervo ottico.

Prima di contattare gli esperti, vale la pena conoscere alcune controindicazioni. Quindi, l'intervento laser non è raccomandato per le persone con le seguenti diagnosi;

  • emorragie nel fondo;
  • opacità del cristallino;
  • neovascolarizzazione dell'iride;
  • eccessivo distacco della retina;
  • la gravidanza.
Il laser ha una precisione molto elevata e viene utilizzato per creare aderenze tra la retina e la coroide

Cause del distacco della retina

Le seguenti cause possono causare il distacco della retina: miopia, comparsa di vari tumori, sostanze nutritive compromesse e danni meccanici. Di conseguenza, la tensione del reticolo si verifica e lo spazio viene eseguito. Attraverso le rotture formate, il fluido nel corpo vitreo cade sotto la retina, dove inizia ad accumularsi. Tale distacco può portare all'interruzione dell'afflusso di sangue al bulbo oculare.

Metodo di operazione

Il trattamento della retina con un laser può essere fatto con diversi metodi. Il metodo finale dipende dalla localizzazione della patologia. Il principio della coagulazione focale basato su una singola esposizione laser alla lesione. Al contrario, il metodo di coagulazione restrittiva è che i coagulanti vengono applicati a stadi, creando un certo cerchio del centro della griglia. L'esposizione a Panretinal viene eseguita in diversi punti.

Per condurre la coagulazione laser oggi può essere in molti centri medici. Prima dell'operazione, il paziente viene gocciolato negli occhi di una composizione speciale che promuove l'espansione della pupilla e che ha nella sua composizione anestetica. Dopo che l'anestetico inizia ad agire, il paziente viene posto di fronte al dispositivo laser e premuto con forza la testa in un posto speciale. L'occhio dovrebbe essere focalizzato su un certo punto, dopo di che l'attrezzatura viene regolata.

Le fasi di funzionamento sono completamente tracciate su uno schermo speciale. Durante l'operazione, molti pazienti hanno lamentato lampi di luce intensa, ma ciò non ha influito sul loro futuro benessere. La durata media di tale operazione richiede in media circa trenta minuti. Al suo completamento, lo specialista può immediatamente valutare il risultato. Dopo la diagnosi, il paziente viene rimandato a casa.

I processi degenerativi nella retina sono più spesso osservati in pazienti con miopia alta e moderata.

Ci sono alcune limitazioni dopo la coagulazione laser della retina. Ad esempio, gli esperti raccomandano nei primi giorni di abbandonare l'uso di lenti e occhiali ottici, nonché qualsiasi azione correlata al voltaggio degli organi visivi. Il trattamento laser delle malattie degli organi visivi è uno dei metodi migliori per migliorare la vista e ripristinare la circolazione sanguigna.

Vantaggi del metodo

Il metodo di coagulazione laser presenta i seguenti vantaggi:

  1. Nessun rischio di infezione e varie lesioni, a causa del fatto che la procedura viene eseguita senza contatto diretto con il fondo.
  2. Indolore della tecnica, così come l'assenza di lividi sia durante l'operazione stessa che durante il periodo di riabilitazione.
  3. Durante la procedura viene utilizzata l'anestesia locale, che riduce al minimo le conseguenze associate al sistema cardiovascolare.
  4. Per eseguire questa procedura può essere nelle prime fasi della gravidanza, ma se si presenta tale necessità, è necessario consultare il medico di supervisione.
  5. L'operazione viene eseguita su base ambulatoriale, il che significa che, dopo aver preso tutte le misure necessarie, è possibile tornare immediatamente a casa.

La bruciatura della retina con un laser è un'operazione il cui esito, nel 90% dei casi, ha esito positivo. Ma a volte i pazienti si rivolgono agli specialisti solo negli stadi estremi dell'esacerbazione.

È anche molto importante che un singolo intervento non sia sempre sufficiente per ottenere un certo effetto. Un altro fattore che potrebbe portare a un nuovo intervento è il sospetto di una possibile ricaduta.

Possibili complicazioni

Gli effetti negativi della retina PPLK del bulbo oculare sono quasi nulli. In rari casi, la presenza di congiuntivite e opacità nell'ambiente degli occhi. Le complicazioni rimanenti possono causare disagio, che si esprime bruciando e arrossamento negli occhi, ma questi effetti non sono pericolosi.

La coagulazione laser degli occhi è esangue e dura solo poco, fino a 20 minuti.

La congiuntivite è uno dei rari fenomeni che si verificano dopo la coagulazione laser della retina oculare. È un'infiammazione della mucosa dell'occhio. È espresso da una forte sensazione di bruciore, gonfiore delle palpebre e lacrimazione. Nella fase avanzata o dopo l'infezione, la comparsa di pus. In caso di malattia, è necessario contattare immediatamente un oculista per ottenere le raccomandazioni e la prescrizione necessarie dei medicinali.

Gli effetti pericolosi includono opacità nel mezzo ottico del bulbo oculare. Questo problema richiede un approccio e una diagnosi approfonditi. Le conseguenze che la patologia può causare sono la perdita della vista. Pertanto, è importante iniziare il trattamento in modo tempestivo.

Periodo di riabilitazione

Nonostante il fatto che non ci sia un periodo di riabilitazione dopo la coagulazione retinica laser, ci sono una serie di raccomandazioni che richiedono un'implementazione impeccabile. Dopo alcune ore, dopo la procedura, l'azione della composizione, che espande l'alunno, termina. Dopo di ciò, la visione inizia il suo recupero e acquisisce la sua precedente nitidezza. Questo momento può essere accompagnato da irritazione e arrossamento del bulbo oculare. I sintomi scompaiono da soli dopo un certo tempo e non richiedono alcuna misura.

È vietato guidare veicoli durante il periodo di riabilitazione, poiché quando gli occhi sono tesi, possono formarsi delle lacune nelle aderenze. Mettiti al volante è solo due settimane dopo l'operazione. Gli occhiali da sole sono raccomandati per tutto questo periodo.

Dopo che è stata eseguita la coagulazione laser della retina, il periodo postoperatorio è di due settimane, in cui è necessario astenersi dalle seguenti azioni:

  • Esercizi in palestra e centri fitness;
  • sollevamento pesi e carichi;
  • Gli impatti che causano cadute, vibrazioni e tremori sono severamente proibiti;
  • i carichi visivi non sono raccomandati (lavorare al computer, guardare la TV, usare telefoni e tablet);
  • è necessario astenersi dall'uso di alcol, alimenti ad alto contenuto di sale e grandi volumi di liquidi;
  • visitare spiagge, stagni aperti, piscine, bagni e saune.

Dopo l'implementazione della procedura di coagulazione del bulbo oculare, vi è un piccolo rischio associato alla comparsa di altre localizzazioni, con vasi distrofici e probabili rotture. Persone con diagnosi di diabete, si raccomanda di monitorare attentamente la salute dei loro occhi dopo la procedura.

Al fine di evitare la necessità di visitare l'oftalmologo su base mensile. Il monitoraggio preventivo deve essere effettuato per un periodo di tempo fino a sei mesi. In futuro, puoi limitare la tua visita all'ufficio di un oftalmologo fino a una volta al trimestre. La prevenzione del fondo oculare, svolge un ruolo significativo nell'identificazione di nuovi siti con la degenerazione dei tessuti dell'area reticolare, così come il suo assottigliamento e rottura. Questa misura è progettata per prevenire tempestivamente le possibili conseguenze della chirurgia.

La coagulazione laser della retina aiuta a migliorare e preservare la vista, migliora il flusso sanguigno, previene il distacco della retina

conclusione

Oggi, nell'era della tecnologia informatica e del progresso costante, gli organi umani sono particolarmente soggetti a varie malattie. Quindi, passare il tempo dietro gli schermi di telefoni e computer portatili ha un effetto dannoso sugli organi visivi.

Rappresentanti leader della medicina, raccomandano fortemente di prestare più attenzione al proprio corpo. Al minimo sospetto di qualsiasi patologia nel corpo, si dovrebbe immediatamente cercare assistenza medica qualificata.

La coagulazione laser è l'unico e il metodo più efficace per gestire numerosi cambiamenti patologici nel bulbo oculare. Ma ricorda che il risultato che hai ottenuto non è stabile. La qualità della visione può significativamente peggiorare se trascuriamo le semplici regole preventive e l'esame specialistico annuale.

Cauterizzazione della retina laser

Cauterizzazione della retina con un laser utilizzato in oftalmologia quando degenerazione maculare nelle zone centrali o periferiche di alterazioni vascolari della retina, così come alcuni tipi di cancro. Inoltre, coagulazione laser può essere usato per la profilassi ad alto rischio di distacco della retina e per limitare l'ambito della distrofia retinica.

Retinica moxibustion laser occhio è l'unico metodo di trattamento per etmoide distrofia retinica, alterazioni del fondo oculare della pista tipo coclea in caso di cambiamenti vascolari gas, tra cui la retinopatia diabetica, trombosi delle vene centrali, degenerazione maculare correlata all'età, angiomatosi.

Quando si esegue la cauterizzazione della retina con un laser, non è necessario il ricovero in quanto la procedura viene eseguita in regime ambulatoriale. Utilizza l'anestesia locale con colliri, quindi l'operazione è adatta a pazienti di qualsiasi età, così come per malattie del cuore, vasi sanguigni e altri organi. La durata della coagulazione laser è di 15-20 minuti per ciascun occhio. Dopo la fine della manipolazione, il paziente riposa per un breve periodo, quindi il medico esamina di nuovo gli occhi. Quindi il paziente può andare a casa e fare le solite cose.

Durante la cauterizzazione della retina con un laser, si verifica un brusco aumento della temperatura locale, con conseguente coagulazione dei tessuti. L'operazione è senza sangue e, data l'elevata precisione dell'esposizione laser, si forma un'adesione molto forte tra la retina e la membrana vascolare sottostante. Durante l'operazione, una lente speciale viene applicata sull'occhio del paziente, che consente di dirigere accuratamente il raggio laser direttamente sull'area della retina. Il chirurgo oftalmico controlla l'intero processo attraverso un ingranditore del microscopio.

I vantaggi del cauterio laser della retina includono:

  • L'intera operazione procede completamente senza sangue, perché il tessuto oculare si coagula sotto l'influenza di un raggio laser.
  • Quando si esegue la coagulazione laser non è necessario per aprire il bulbo oculare. L'intera procedura avviene senza contatto, il che riduce al minimo il rischio di infezione del campo operatorio.
  • L'intervento chirurgico non richiede l'anestesia, ma viene eseguito in anestesia locale. Ciò evita stress inutili.
  • A causa del fatto che la procedura viene eseguita su una base ambulatoriale, il paziente non è ricoverato in ospedale, e può tornare alla normale attività lo stesso giorno.

Coagulazione laser della retina

Cause del distacco della retina

Il distacco della retina si verifica a seguito di traumi smussati, retinopatia diabetica, miopia, presenza di tumori intraoculari e malnutrizione della retina in lesioni infiammatorie (retinite, corioretinite). Come risultato di queste malattie, si verifica uno stiramento della retina, compaiono lacune attraverso le quali il fluido vitreo penetra e si accumula sotto la membrana reticolare. Il distacco dalla coroide porta a una riduzione dell'apporto di sangue alla retina.

Indicazioni per la coagulazione

La coagulazione retinica è prescritta per eliminare le seguenti malattie:

  • retinopatia dovuta a ipertensione o diabete;
  • cambiamenti vascolari distrofici;
  • angiomatosi (eccessiva proliferazione dei vasi sanguigni);
  • distrofia maculare progressiva legata all'età;
  • alcuni tipi di tumori;
  • trombosi della vena retinica principale;
  • distacco parziale e rottura della retina.

Controindicazioni


Nonostante la minima invasività del metodo, ci sono limitazioni all'implementazione, come ad esempio:

  • cambiamento e torbidità dell'occhio;
  • grave emorragia nel fondo;
  • gradi gravi di gliosi (annebbiamento del corpo vitreo);
  • proliferazione di navi dell'iride;
  • bassa acuità visiva con un valore di 0,1 diottrie.

Vantaggi del metodo

L'uso di un laser consente di rafforzare la retina in modo senza contatto, senza sangue e senza dolore. Per l'operazione non è richiesto di essere molto tempo in ospedale, dal momento che la coagulazione viene eseguita in regime ambulatoriale e dura 20-30 minuti. La procedura viene eseguita in anestesia locale, che consente di evitare molte complicazioni dell'anestesia generale e di applicare il metodo a qualsiasi età. A seconda delle indicazioni, viene eseguita la coagulazione laser restrittiva o terapeutica periferica. La coagulazione laser restrittiva della retina è prescritta a scopo profilattico, per prevenire il distacco della retina, per le persone che soffrono di miopia di grado medio-alto.

Questo metodo è particolarmente raccomandato durante la gravidanza. Dal momento che il parto naturale esercita un enorme carico sul corpo, la presenza di cambiamenti nei vasi del fondo oculare, un grave grado di miopia, può provocare una brusca diminuzione della vista dopo la nascita. Le donne incinte dovrebbero essere esaminate da un oftalmologo nel primo trimestre, secondo le indicazioni, è prescritta un'operazione, che può essere eseguita prima delle 35 settimane di gravidanza. Questa procedura preventiva aiuta a rafforzare le aree della retina diradate, aiuta ad aumentare l'afflusso di sangue e la nutrizione delle aree colpite, previene lo sviluppo di complicanze.

Fasi di coagulazione laser

Prima di iniziare la procedura, le gocce vengono sepolte nell'occhio per la dilatazione della pupilla e l'anestesia locale. Quindi la testa viene fissata al dispositivo con un obiettivo a tre specchi, che viene alimentato direttamente alla parete anteriore dell'occhio per un contatto completo. Con l'aiuto di mirare e cauterizzare il laser puntato su un punto patologico, viene eseguita la cauterizzazione. Quando si esegue la procedura, il paziente deve guardare avanti e non muovere l'occhio.

Sotto l'influenza di un laser, c'è un forte aumento della temperatura insieme all'esposizione, che causa la coagulazione, l'adesione della retina alla coroide e il graduale ripristino del normale flusso sanguigno. Con le rotture retiniche, il laser consente di incollare insieme frammenti del guscio interno. Il paziente non avverte dolore durante la procedura, ma può sentire la pressione dall'obiettivo e vedere la luce proveniente dal raggio laser.

Periodo postoperatorio

È possibile valutare l'efficacia dell'operazione eseguita solo dopo 14 giorni, questo tempo è dedicato alla completa guarigione dei coagulanti e alla formazione di forti aderenze corioretiniche. Per evitare complicazioni nel paziente postoperatorio, si raccomanda di:

  • abbandonare temporaneamente gli sport, non sollevare pesi;
  • Non affaticare gli occhi per molto tempo lavorando al computer, leggendo, guardando la TV;
  • indossare occhiali da sole;
  • evitare qualsiasi lesione alla testa e soprattutto all'occhio;
  • persone che soffrono di ipertensione, per controllare la pressione sanguigna;
  • i pazienti con diabete devono mantenere livelli ottimali di zucchero nel sangue.

I primi sei mesi devono essere visitati mensilmente da un oftalmologo per gli esami preventivi. Quindi sottoporsi all'osservazione dispensaria una volta ogni 6-12 mesi.

complicazioni

Dopo la coagulazione laser possono apparire alcune delle complicazioni:

  1. Edema corneale - si verifica poco dopo l'intervento chirurgico ed è accompagnato da una diminuzione dell'acuità visiva, dopo aver ridotto l'edema, la visione è ripristinata.
  2. La deformazione del contorno della pupilla come risultato della formazione della sinechia posteriore si verifica quando viene applicata una grande quantità di coagulante.
  3. L'esposizione laser alla lente può innescare lo sviluppo della cataratta.
  4. Visione notturna ridotta, comparsa di macchie scure nel campo visivo.
  5. Aumento della pressione intraoculare a seguito di gonfiore del corpo ciliare e chiusura dell'angolo della camera anteriore.

L'applicazione scorretta dei coagulanti in rari casi può portare alla comparsa di emorragie nella retina, compromissione del nervo ottico, distacco del vitreo. A volte, quando è necessaria la coagulazione della vasta area della retina, la procedura viene eseguita in più fasi per prevenire complicanze.

Perché hai bisogno e in che modo viene eseguita la coagulazione laser della retina?

La coagulazione restrittiva della retina viene eseguita con rotture retiniche. In queste malattie, un difetto appare nella retina, che aumenta di dimensioni nel tempo e, se non trattato, porta al distacco. Saldare la retina con la coroide ai bordi della fessura crea una limitazione che impedisce l'aumento del difetto. Tale operazione spesso evita complicazioni minacciose e salva la visione di una persona.

Cause del distacco della retina

La minaccia del distacco di retina è una delle indicazioni più frequenti per l'endolaseragulazione. La coagulazione preventiva viene eseguita per lesioni e malattie che violano l'integrità della retina. Inoltre, la procedura è efficace con i distacchi retinici esistenti di piccole dimensioni.

Le cause più comuni di distacco della retina sono:

  • retinopatia diabetica e ipertensiva;
  • contusioni e lesioni penetranti dell'occhio;
  • retinopatia sierosa centrale;
  • retinite e corioretinite;
  • distrofia corioretinica;
  • alta miopia e miopia maligna;
  • gravidanza e chirurgia oculare.

Va notato che la coagulazione è inefficace con il massiccio distacco della retina. In questo caso, il paziente è la vitrectomia: rimozione chirurgica del corpo vitreo, seguita dalla pressatura della retina con composti perfluororganici e dall'introduzione di olio di silicone.

Indicazioni e controindicazioni per la chirurgia

La coagulazione della retina viene effettuata in presenza di alterazioni patologiche nel fondo. La procedura è efficace per rotture, assottigliamento, degenerazione della retina, proliferazione nel suo spessore dei vasi patologici, che normalmente non dovrebbero esserci. Il trattamento laser migliora le condizioni della retina e aiuta a evitare ulteriori danni.

Indicazioni per il rafforzamento della retina laser:

  • angiopatia diabetica dei vasi retinici;
  • rotture della retina periferiche (la vitrectomia viene eseguita con quelle centrali);
  • distrofia come pavimentazione di ciottoli o scia di lumache;
  • varie angiomatosi (difetti dei piccoli vasi) della retina;
  • distacco di retina di piccole dimensioni (la questione del metodo di trattamento è decisa individualmente in ogni singolo caso).
  • emorragia retinica, preretinale o intravitreale;
  • opacizzazione del mezzo ottico del bulbo oculare (cornea, cristallino, corpo vitreo);
  • crescita anormale dei vasi dell'iride;
  • emoftalmo - emorragia del corpo vitreo dai vasi retinici;
  • acuità visiva inferiore a 0,1 - è una controindicazione relativa.

La correzione laser dei difetti retinici non viene eseguita con cataratta, cataratta, distrofia corneale e degrado vitreo. Poiché l'operazione viene eseguita sotto la supervisione visiva di un medico (guarda il fondo attraverso la pupilla), una violazione della trasparenza dei supporti ottici è un problema serio.

Lacerazioni e distacchi della retina si verificano spesso nelle donne in gravidanza con miopia. La coagulazione laser della retina è una vera salvezza durante la gravidanza, quando la gestante non può subire un intervento chirurgico. La procedura aiuta a preservare la visione di una donna e, dopo di essa, i medici spesso permettono il parto in modo naturale. La fotocoagulazione viene eseguita in anestesia locale, quindi assolutamente non nuoce al bambino.

Vantaggi e svantaggi della procedura

I vantaggi della tecnica includono velocità, completa assenza di dolore, mancanza di sangue, mancanza di necessità di anestesia generale e ospedalizzazione. Il paziente non ha bisogno di andare in vacanza o cambiare il suo solito stile di vita. Tutto ciò di cui ha bisogno è di mettere da parte un giorno per visitare la clinica. Il recupero avviene molto rapidamente e senza alcun disagio.

Gli svantaggi del trattamento laser della retina includono l'alto costo. Tuttavia, il prezzo della procedura è pienamente giustificato. Va notato che un buon metodo per trattare la retinopatia diabetica è la terapia anti-VEGF - somministrazione intravitreale di farmaci come Lucentis e Aili.

Corso di operazione

Prima della procedura, il paziente comunica con il medico, è sottoposto a un esame completo e a test. La procedura stessa viene eseguita su base ambulatoriale. L'anestetico viene lasciato cadere negli occhi di una persona e dopo 10-15 minuti iniziano a rinforzare la retina con un laser. Il medico può saldare la retina in diversi punti. Durante la procedura, il paziente deve rimanere fermo e guardare un punto. Guidati attraverso gli occhi è severamente proibito.

Esistono questi tipi di coagulazione:

La coagulazione laser centrale o periferica della retina può essere eseguita. Va notato che le manipolazioni nella regione centrale (zona della macula) sono piuttosto pericolose, dal momento che la membrana reticolare in questa parte dell'occhio è molto sottile ed è facilmente strappabile.

Periodo postoperatorio

Molti pazienti sono interessati a come comportarsi, cosa può e non può essere fatto nei primi giorni e periodi più lontani dopo l'intervento. In un primo momento, è necessario gocciolare nelle gocce oculari, prescritte da un medico e regolarmente venire all'oftalmologo per gli esami.

Nel periodo postoperatorio dopo la coagulazione laser della retina, si raccomanda di proteggere gli occhi dalle radiazioni ultraviolette e da carichi visivi eccessivi. Gli occhiali da sole dovrebbero essere indossati prima di uscire. Per alcune settimane è meglio rifiutarsi di lavorare al computer e limitare la visione di programmi televisivi.

In un secondo momento, si raccomanda di evitare di sollevare pesi, attività fisica eccessiva e fare sport duri. Le persone con diabete devono monitorare attentamente i livelli di glucosio nel sangue, pazienti ipertesi, per monitorare la loro pressione sanguigna.

Possibili complicazioni

Immediatamente dopo l'intervento chirurgico, il paziente può manifestare edema corneale, causando un deficit visivo temporaneo. È anche possibile la violazione del deflusso del fluido intraoculare a causa dell'edema del corpo ciliare e la chiusura dell'angolo della camera anteriore. In alcuni casi, il paziente richiede l'aiuto di un medico.

Le conseguenze spiacevoli possono verificarsi in un periodo più remoto. Alcune persone possono sviluppare cataratta da radiazioni, peggiorare la visione notturna e apparire difetti nel campo visivo. È anche possibile la deformazione della pupilla e anche la formazione di sinechia posteriore - aderenze tra l'iride e la lente.

Le più comuni patologie della retina sono la retinopatia, l'angiomatosi, la retinite, le lacrime e il distacco. Uno dei metodi più moderni ed efficaci per la loro prevenzione e trattamento è di rafforzare la retina con un laser. La procedura è assolutamente indolore, viene eseguita su base ambulatoriale e dà buoni risultati. Puoi farlo in molte cliniche moderne.

Limitazioni dopo la chirurgia laser sulla retina

La coagulazione laser è un'operazione che elimina le rotture retiniche. Inoltre, questo metodo di trattamento contribuisce alla sua forza. Durante la procedura, una cauterizzazione viene eseguita con un laser, a seguito del quale il tessuto oculare si coagula (che garantisce l'assenza di sanguinamento). Questo tipo di chirurgia è il metodo di trattamento più efficace ed è anche facilmente tollerabile dai pazienti. Tuttavia, nonostante tutti i vantaggi di questa operazione, il rafforzamento della retina laser ha i suoi limiti. Di loro saranno discussi nel nostro articolo.

Limitazioni nel periodo postoperatorio

Il periodo di recupero dopo l'intervento chirurgico di solito dura due settimane (questo periodo dipende dalle caratteristiche individuali del corpo umano).

I medici avvertono che il seguente non può essere fatto dopo la coagulazione laser della retina:

  • visitare la sauna, fare il bagno o fare bagni caldi;
  • passa molto tempo davanti alla TV e lavora anche al computer;
  • sovraccaricare gli occhi usando occhiali o lenti a contatto;
  • visitare la spiaggia;
  • consumare bevande alcoliche;
  • fumare;
  • eseguire lavori associati a vibrazione, agitazione, caduta;
  • sollevare oggetti pesanti (di peso superiore a due chilogrammi);
  • svolgere attività fisiche;
  • strofina gli occhi con le tue mani;
  • piegare o altrimenti agire come risultato di cui la testa si trova sotto le gambe;
  • guidare il veicolo immediatamente dopo l'operazione;
  • consumare grandi quantità di liquido.

Oltre a questi limiti, gli esperti consigliano ai pazienti di attenersi a determinate raccomandazioni:

  • proteggere gli occhi dall'esposizione ai raggi ultravioletti (per questo è possibile utilizzare gli occhiali da sole quando si è fuori);
  • seppellire le gocce oculari (ricorda solo che devi usare i farmaci prescritti da un medico);
  • controllare la glicemia (si applica ai pazienti che hanno il diabete);
  • controllare la pressione sanguigna (per pazienti con problemi vascolari);
  • visitare un oftalmologo (ogni mese per sei mesi dopo l'intervento chirurgico, dopo di che il numero di visite può essere ridotto).

Possibili complicazioni

A volte è molto difficile per i pazienti dopo l'intervento chirurgico attenersi alle limitazioni di cui sopra. Pertanto, ci possono essere alcune complicazioni, che includono:

  • processo infiammatorio della congiuntiva (ai pazienti con profilassi vengono prescritti colliri speciali);
  • ripetuto distacco di retina;
  • la comparsa di problemi visivi, in particolare: il verificarsi di macchie, mosche, punti nel campo visivo;
  • sensazione di bruciore agli occhi, disagio associato alla sindrome dell'occhio secco.

Quando compaiono tali segni e sintomi, prima di tutto, dovresti iniziare ad aderire a tutte le limitazioni di cui sopra. E, naturalmente, devi immediatamente chiedere consiglio ad un oftalmologo.

Coagulazione laser della retina

Ad oggi, la coagulazione laser della retina viene eseguita in anestesia locale. In oltre il 90% dei casi, questa operazione può essere considerata valida. Come risultato della coagulazione laser della retina, si verifica una parziale distruzione della proteina retinica, che porta alla saldatura dell'area interessata.

Coagulazione laser della retina

Se la procedura viene eseguita in tempo, la malattia smetterà di progredire. La coagulazione laser restrittiva della retina del bulbo oculare dovrebbe essere eseguita in centri medici specializzati. I medici metteranno una lente speciale sul paziente, che dirigerà i raggi laser nello strato desiderato del bulbo oculare. Immediatamente dopo l'operazione è vietata l'attività fisica.

Indicazioni e controindicazioni

la chirurgia per rafforzare la retina può essere necessaria nei seguenti casi:

  • lesione degenerativa dei vasi retinici;
  • trombosi;
  • distacco della retina;
  • angiomatosi;
  • alcuni tipi di escrescenze tumorali;
  • rottura della retina.

Ora è tempo di considerare quando la coagulazione retinica sarà controindicata:

  • gliosi severa;
  • se l'acuità visiva è inferiore a 0,1 diottrie;
  • opacità corneale;
  • emorragia significativa nel fondo.

Cos'è?

Coagulazione laser della retina di cosa si tratta? Molte persone oggi non sanno nemmeno perché è necessaria questa operazione. PPLK è un impatto che mira a rafforzare alcune zone. L'essenza della tecnica è di influenzare le aree assottigliate della retina. Grazie al laser si può fare per saldare la retina nelle aree problematiche.

Con il distacco della retina, la chirurgia è urgentemente necessaria.

Molti esperti in questo campo affermano che tale misura può essere richiesta nel 60% dei casi. Se si abbandonano le misure preventive, in futuro ciò può portare a conseguenze irreversibili che saranno difficili da risolvere. Di seguito abbiamo inserito un tavolo in cui è possibile vedere i pro ei contro della coagulazione dell'occhio.

Subito dopo questa procedura, sarai in grado di ottenere i seguenti effetti:

  • proteggere la retina dai danni;
  • migliorare la circolazione sanguigna;
  • eliminare i tumori;
  • migliorare il sollievo del fondo.

Cause del distacco della retina

Molto spesso, le seguenti cause influenzano il distacco della retina: miopia, comparsa di una varietà di tumori, sostanze nutritive compromesse, danni meccanici. Come risultato di tali problemi, si verificherà la tensione retinica e la sua ulteriore rottura. La rottura porta all'interruzione dell'afflusso di sangue al bulbo oculare.

Fasi dell'operazione

Prima viene somministrata la cicloplegia al paziente. Questa è un'espansione della pupilla, che si verifica con l'aiuto di gocce speciali per l'espansione della pupilla. Per rendere l'operazione più confortevole, possono prescrivere gocce con effetto anestetico. Dopo il completamento della preparazione del paziente viene posizionato sul tavolo.

Collirio Cyclomed ti consente di espandere la pupilla dell'occhio

Durante questa operazione, il paziente non deve muovere gli occhi. Altrimenti, l'effetto potrebbe non essere pienamente raggiunto.

Come funziona il laser

La coagulazione viene effettuata utilizzando un raggio laser. La sua proprietà è un forte aumento della temperatura nel sito di esposizione. A temperature elevate, pieghe di tessuto e proteine. Questo difetto consente di saldare la membrana vascolare dell'occhio.

L'installazione consiste di due laser. Il colore rosso ha bassa potenza ed è inteso per un puntamento accurato. Il secondo laser è più potente e viene utilizzato per la coagulazione.

Coagulazione laser durante la gravidanza

Se una ragazza incinta è minacciata da una rottura della retina, il medico può prescrivere la coagulazione laser periferica della retina. La saldatura si verificherà in quei luoghi in cui vi è un'alta probabilità di rottura. Il tessuto nei siti di attacco è cicatrizzato e ciò consente alla retina di essere fissata saldamente all'occhio. La procedura non è dolorosa e dopo pochi minuti il ​​paziente può tornare a casa. Effettuare la cauterizzazione laser della retina per le donne incinte è possibile solo nei primi due trimestri. Nell'ultimo trimestre è proibito.

Nelle donne in gravidanza, la coagulazione viene eseguita in casi speciali.

Se viene prevenuta la possibilità di esfoliazione, lo specialista consente il parto naturale.

Importante sapere! Le ragazze incinte che hanno malattie oftalmiche devono frequentare regolarmente corsi di respirazione adeguata.

Molte ragazze semplicemente non sanno come spingere correttamente e per questo motivo, il rischio di distacco della retina aumenta in modo significativo.

Possibili complicazioni

Grazie alla tecnologia moderna, gli effetti negativi dell'operazione sono stati ridotti quasi a zero. A volte può causare congiuntivite e piccole opacità nell'ambiente degli occhi. Le restanti complicazioni nella maggior parte dei casi causano semplicemente disagio, che alla fine passa.

La congiuntivite è un evento raro che si verifica dopo la coagulazione. Nella fase avanzata può apparire pus. Se noti le manifestazioni di questa malattia, dovresti consultare immediatamente un medico. A volte questa patologia può portare alla perdita della vista. Pertanto, il trattamento deve essere eseguito in modo tempestivo.

Caratteristiche del periodo postoperatorio

Il periodo postoperatorio dopo la coagulazione laser della retina ha alcune caratteristiche. All'inizio, l'acutezza visiva sarà piuttosto bassa e quindi potrebbe sembrare che tu stia attraversando una fitta nebbia. Le limitazioni dopo la coagulazione laser possono essere le seguenti:

  1. Gli occhiali da sole dovrebbero essere indossati quando si va fuori.
  2. Dovresti monitorare la pressione sanguigna.
  3. È necessario evitare movimenti improvvisi.
  4. Entro un mese la sovratensione visiva dovrebbe essere assente.
  5. È vietato strofinare gli occhi con le mani.
  6. Il peso massimo che può essere sollevato dopo l'operazione è di 2 chilogrammi.
  7. Nei primi sei mesi è necessario visitare regolarmente un oculista.

Queste sono le limitazioni più comuni. A seconda della situazione, il medico può prescrivere e limiti individuali. È possibile testimoniare sulla qualità dell'operazione eseguita solo in due settimane. Speriamo che questa informazione sia stata utile e interessante.

Coagulazione laser della retina: prezzo, periodo post-operatorio, effetti

La coagulazione laser è un trattamento professionale senza contatto della retina. Il metodo consente di ottenere risultati positivi nel diradamento centrale e periferico della retina, delle lesioni vascolari e della presenza di tumori.

La coagulazione laser previene un ulteriore distacco e lacerazione della retina, una buona prevenzione dei possibili cambiamenti patologici nel fondo e nelle neoplasie. Questa procedura è l'unico trattamento per la miopia e la retinopatia diabetica, la distrofia retinica correlata all'età, la trombosi, l'angiomatosi e altri cambiamenti progressivi degenerativi.

Cos'è?

Il rafforzamento della retina viene eseguito utilizzando un apparecchio speciale: un coagulatore laser.

L'uso di un laser consente la manipolazione del sangue senza intoppi e confortevole per il paziente, inoltre esegue l'anestesia locale.

La tecnica di trattamento si basa sulla corretta applicazione di un laser ad argon. La coagulazione si ottiene localmente cauterizzando la coroide della retina usando un fascio di hardware.

Grazie a una lente speciale, la radiazione laser penetra in profondità nel bulbo oculare, raggiungendo aree della retina difficili da raggiungere e limitate.

La qualità del risultato dipende in gran parte dalla professionalità del chirurgo che esegue tutte le manipolazioni necessarie.

Descrizione della procedura

La coagulazione laser della retina viene eseguita su base ambulatoriale utilizzando anestesia locale a goccia sulla pupilla dilatata.

La procedura dura 20-30 minuti, durante i quali la retina oculare viene trattata con i raggi di un laser medicale a bassa frequenza. Le sensazioni dolorose sono escluse, il paziente sente solo un tocco dell'obiettivo e vede lampi di luce.

L'aumento dei tessuti danneggiati è ottenuto dall'aumento della temperatura locale sulla retina. I posti di rotture retiniche sono collegati da enzimi speciali. Dopo la coagulazione, si consiglia al paziente di rimanere sotto controllo medico per qualche tempo.

Il costo della procedura di coagulazione laser dipende dal grado di disturbi circolatori e dalla natura dei cambiamenti sulla retina.

Il prezzo medio a Mosca varia da 5.000 a 30.000 rubli, a seconda del livello della clinica e della qualità delle attrezzature utilizzate.

Le recensioni di coloro che hanno subito una coagulazione con un laser puntano al raggiungimento di un risultato positivo stabile anche nelle situazioni più difficili - con ampio distacco di retina, grave retinopatia e ipovisione. Questa tecnica ha aiutato molti durante la gravidanza - dopo la procedura, alle donne è stato permesso di parto naturale.

Vantaggi del metodo

Per ottenere un'elevata efficienza della coagulazione laser dell'occhio, il medico deve condurre uno studio approfondito della storia clinica del paziente e dello stato attuale della sua vista. Nel periodo postoperatorio, la retina è sensibile allo stress, quindi è necessario dargli il tempo di rigenerare e ripristinare completamente.

Foto prima e dopo la procedura

Vantaggi della coagulazione laser della retina:

  1. Efficienza. La procedura è semplice e rapida nel tempo, non richiede una preparazione preliminare.
  2. Disponibilità. Molte cliniche acquisiscono coagulanti laser di alta qualità, con i quali i chirurghi oftalmologici trattano.
  3. Minimi effetti collaterali. Secondo le statistiche, il 90% delle coagulazioni viene eseguito con il massimo successo ed efficienza.

Il paziente trascorre in ospedale solo un giorno, dopo di che può tornare a casa. Durante il periodo postoperatorio di recupero, è fondamentale osservare le regole e le raccomandazioni del medico.

Effetti collaterali

Gli effetti negativi della coagulazione possono verificarsi quando non vengono seguite numerose controindicazioni alla procedura laser.

  • il processo di crescita anormale dei vasi sanguigni nell'iride dell'occhio - rubeosi retinica;
  • vasta attività emorragica del fondo;
  • scarsa trasparenza dei supporti durante la manipolazione laser;
  • alto grado di distacco della retina oculare;
  • ridotta acuità visiva inferiore a 0,1 diottrie;
  • lyoses gradi 3 e 4.

Per la corretta nomina della coagulazione laser, è obbligatoria la consultazione preventiva di un retinologo qualificato. Lo specialista esamina attentamente il paziente - conduce uno studio hardware del fondo, valuta la profondità e la dimensione delle aree delle lesioni vascolari. I pazienti a rischio dovrebbero regolarmente sottoporsi a monitoraggio oftalmologico della retina.

Periodo postoperatorio

Dopo l'operazione, per diversi giorni il paziente può essere disturbato dal disagio degli occhi - sensazione di bruciore e sabbia, lacrimazione e fotofobia, visione offuscata e altri.

Il periodo di recupero dura circa 10-14 giorni, durante i quali si raccomanda l'uso di terapia anti-infiammatoria sintomatica.

  • consentire la luce solare diretta negli occhi;
  • guardare la tv;
  • lavorare al computer;
  • indossare lenti e occhiali;
  • andare in sauna;
  • fare una doccia calda;
  • succede sulla spiaggia.

Durante il periodo postoperatorio, nessuna attività fisica è vietata, durante questo periodo è necessario rilassarsi di più e monitorare la pressione. Si consiglia ai pazienti di indossare occhiali da sole scuri, mangiare bene, consumare meno liquidi e sale, smettere di bere e fumare.

La perdita della vista è una diagnosi terribile e metodi tecnologicamente avanzati e convenienti ti aiuteranno a evitare questo, uno dei quali è la coagulazione dell'occhio.

Caratteristiche della coagulazione laser della retina

La coagulazione laser della retina è una procedura che aiuta ad eliminare le patologie di natura distrofica e degenerativa che si estendono a questo elemento dell'occhio.

Questo tipo di chirurgia può essere eseguita prima della correzione della visione laser ed essere di natura preparatoria.

In gravidanza, la coagulazione laser può essere un'operazione pianificata che riduce il rischio di distacco e di rottura della retina durante il parto, se questo è suscettibile.

Cos'è questa operazione?

La coagulazione laser (rinforzo laser della retina) è un intervento minimamente invasivo e viene eseguita in anestesia locale.

La procedura su entrambi gli occhi dura non più di mezz'ora e nella maggior parte dei casi non è accompagnata da sensazioni dolorose.

Come conseguenza della coagulazione nei pazienti, la visione cessa di deteriorarsi (se è associata al distacco della retina) e il distacco stesso smette di progredire.

Vantaggi e svantaggi della procedura

Questo tipo di chirurgia presenta i seguenti vantaggi:

  • non c'è bisogno di anestesia generale;
  • nessun sanguinamento durante la procedura;
  • durante l'uso del laser, sono escluse ulteriori lesioni, poiché non si verifica il contatto fisico con gli strumenti;
  • il periodo di riabilitazione dura un giorno (anche se sono previste ulteriori restrizioni per qualche altra settimana);
  • il paziente non ha bisogno di stare in una struttura medica per cure ospedaliere - può lasciare la clinica immediatamente dopo la procedura;
  • La procedura può essere eseguita (e anche mostrata) durante la gravidanza.

Indicazioni per

La coagulazione laser è indicata per tali condizioni patologiche e malattie:

  • rotture e distacco della retina;
  • distrofia maculare;
  • danno alla retina, alla coroide e al corpo vitreo;
  • retinopatia diabetica o congenita che si verifica nei neonati prematuri;
  • proliferazione patologica dei vasi della retina e della testa del nervo ottico;
  • infiammazione del sistema vascolare della retina, accompagnata da emorragia;
  • lesioni della macula;
  • malattie della retina che si verificano quando l'ostruzione della vena oftalmica centrale.

Un'altra indicazione è il distacco della retina locale durante la gravidanza.

Durante il parto, tale violazione può evolvere da una forma locale a un distacco completo, pertanto è necessario rafforzarla.

Contemporaneamente, viene eseguita la cauterizzazione dei vasi retinici danneggiati.

Controindicazioni

  1. Gliosi dal terzo grado.
    In questa malattia, le cellule fotosensibili della retina sono sostituite con tessuto connettivo, con conseguente deterioramento della vista.
  2. Emorragie nel bulbo oculare.
    Questa è una controindicazione relativa: se l'emorragia si risolve nel tempo, l'operazione può essere eseguita.
    In caso contrario, è necessario un trattamento complesso di tale sintomo e la rimozione della causa principale.
  3. Distacco della retina in misura elevata.
  4. Trasparenza offuscata e compromessa della lente, del corpo vitreo e di altri ambienti degli organi di visione a causa di varie patologie, tra cui la cataratta.
    Con l'eliminazione della malattia primaria che causa tali disturbi, la coagulazione laser è consentita dopo l'eliminazione delle opacità.

Preparazione del paziente

Prima dell'operazione, il paziente viene sottoposto a una diagnosi, durante la quale vengono rilevate malattie oftalmiche che richiedono la coagulazione laser.

Prima dell'operazione, la soluzione oftalmica anestetica e le gocce per la dilatazione della pupilla sono sepolte negli occhi del paziente.

Successivamente, la testa del paziente viene fissata e una lente a specchio tridimensionale Goldman viene inserita nell'occhio operato, mediante il quale il laser viene guidato e il fondo viene visualizzato.

Com'è fatta la coagulazione?

Dopo che l'obiettivo a tre specchi viene installato sull'occhio attraverso di esso, il raggio laser agisce sulla retina e sui suoi vasi.

Allo stesso tempo, il paziente ha raramente dolori che sono più come formicolio.

Allo stesso tempo, il sistema visivo percepisce il laser quando lampeggia una luce intensa.

La direzione del raggio laser è controllata da un medico, che siede di fronte al paziente.

Da un occhio può richiedere fino a 15 minuti, dopodiché l'obiettivo viene rimosso e installato sul secondo occhio.

Alla fine dell'operazione, il paziente può abituarsi alle nuove sensazioni ottiche e riposare in aree appositamente designate.

Oppure può tornare immediatamente a casa, dal momento che non è previsto un ulteriore periodo di riabilitazione in ospedale dopo tali operazioni.

Periodo postoperatorio e limitazioni

Nel periodo postin vigore tra due settimane (e particolarmente durante i primi 2-3 giorni) è necessario limitare completamente:

  • uso di alcol;
  • qualsiasi movimento e azione accompagnata da tremori, vibrazioni o stress fisico;
  • guidare una macchina;
  • guardare la TV, leggere e usare un computer o altri dispositivi elettronici;
  • si piega in avanti e resta in piedi per molto tempo.

Nelle prossime settimane, il paziente dovrà sottoporsi a diversi controlli presso la stessa clinica in cui è stata eseguita l'operazione.

Durante questo periodo, sarà necessario seppellire diversi tipi di gocce oftalmiche per vari scopi (antidolorifici, antisettici, cheratoprotettori).

Entro 2-3 settimane è meglio evitare di camminare per strada, specialmente se l'operazione è stata eseguita durante la stagione fredda.

Questo può essere irto di sviluppo di raffreddori e le infiammazioni degli occhi delle mucose che si verificano su questo sfondo possono rallentare il processo di guarigione o portare a ulteriori conseguenze negative.

Questo vale anche per le malattie degli occhi infettive, in particolare la congiuntivite, che possono essere facilmente trasmesse da una persona all'altra.

Pertanto, durante il recupero dopo la coagulazione, è meglio astenersi dal visitare luoghi affollati.

Possibili complicazioni

  1. Infiammazione della congiuntiva.
    Per prevenire tali conseguenze, gocce anti-infiammatorie e antibiotici sono prescritti come profilassi per prevenire l'infiammazione sullo sfondo dell'attività dei batteri patogeni.
  2. Lo sviluppo della sindrome dell'occhio secco.
    Tale violazione si verifica a causa di violazioni dello strato lacrimale durante l'operazione, gocce idratanti aiutano ad evitare tali conseguenze.
  3. Ripetuto distacco della retina.
    Si verifica nei casi di forte distacco iniziale o quando è impossibile stabilire ed eliminare la causa principale del distacco.
    In questi casi può essere necessaria la ricombinazione.
  4. Diminuzione dell'acuità visiva, soprattutto al buio.
    Un tale sintomo è osservato come uno dei primi, ma può anche svilupparsi alcuni giorni dopo, quando l'edema postoperatorio inizia a diminuire.
  5. Lo sviluppo dell'iglaukoma della cataratta.
    Si verifica una cataratta quando il danno è causato dal raggio laser della lente: il glaucoma può comparire se c'è un edema forte dei tessuti, che allo stesso tempo blocca i percorsi di deflusso del fluido intraoculare.
  6. Violazione del contorno della pupilla.

In rari casi possono verificarsi emorragie retiniche, distacco del vitreo e danni al nervo ottico. In questi casi è necessario un trattamento aggiuntivo.

Costo del funzionamento in Russia

Il prezzo medio di tale procedura per un occhio è da 6.000 a 8.000 rubli.

Con distaccamenti locali in diversi siti, il costo dell'operazione può aumentare fino a 15.000 rubli.

In alcune cliniche, la coagulazione laser può costare diverse decine di migliaia di rubli.

Pertanto, in tali casi, ha sempre senso soffermarsi su offerte meno costose.

In Russia, è possibile condurre una tale operazione gratuitamente. Per fare questo, è necessario essere esaminati da un oftalmologo nella clinica, dove il paziente viene rilasciato un rinvio per un intervento chirurgico.

Lo svantaggio principale di questo servizio è il tempo di attesa: a volte la coda può arrivare da mezzo a due mesi dopo il sondaggio.

Pertanto, in caso di violazioni gravi, quando è necessario eseguire un'operazione il prima possibile, questa opzione non funzionerà.

Recensioni dei pazienti

"Mi sono trovato di fronte alla necessità di una coagulazione laser quando sono stato esaminato prima della correzione della vista.

Lo specialista ha detto che prima di questo è necessario eliminare i piccoli distacchi di retina, e poiché questa procedura non è molto costosa rispetto alla correzione, ho deciso di sottopormi a tale trattamento senza indugio.

L'operazione in sé è stata piuttosto dolorosa, dal momento che ho una maggiore sensibilità agli occhi a tali manipolazioni.

La riabilitazione è andata senza troppe difficoltà e un mese dopo ero pronto per l'operazione principale. "

Polina Vnukova, Korolev.

"Ho dovuto eseguire la coagulazione laser nel quarto mese di gravidanza, quando si è scoperto per caso che avevo un leggero distacco da un occhio.

All'inizio mi è stata offerta un'opzione gratuita, ma c'era la possibilità che avrei dovuto aspettare più di un mese, ma non volevo eseguire l'operazione in un secondo momento, quindi ho scelto una clinica a pagamento.

Le sensazioni durante la procedura erano sgradevoli, ma non c'era dolore e l'occhio si riprese rapidamente. "

Elena Karbysheva, Angarsk.

Video utile

Questo video presenta il processo di coagulazione laser della retina e la revisione del paziente dell'operazione:

La coagulazione laser della retina viene eseguita secondo le indicazioni e non richiede una preparazione seria, e il periodo di riabilitazione è piuttosto breve e nella maggior parte dei casi i pazienti non sviluppano complicanze.

In alcuni casi, la chirurgia può essere rinominata, ma ciò non si verifica sullo sfondo di errori medici.

Molto spesso ciò è dovuto alla mancanza di efficacia della procedura primaria, che viene facilmente corretta nella successiva fase di correzione.

Google+ Linkedin Pinterest