Occhi PCDD: qual è il pericolo, come trattare?

La distrofia corioretinica periferica della retina è una malattia molto comune degli organi visivi. Per diagnosticare questa violazione è molto problematico, dal momento che la retina si trova in profondità all'interno del bulbo oculare. È quasi impossibile identificare la PCDD nella fase iniziale, poiché la malattia non si manifesta. Come trattare la distrofia retinica? Di cosa hai bisogno per prestare attenzione al paziente?

Definizione della malattia

Occhi PCDD - una delle varietà di malattie distrofiche della retina. Questa è una patologia piuttosto pericolosa, poiché causa cambiamenti al fondo del fondo, portando alla rottura e al distacco della retina.

Esistono 2 tipi di distrofia retinica:

La prima variante della distrofia è associata a danno alla coroide e alla retina e la seconda a danneggiare la coroide, il corpo vitreo e la retina.

Tipi di distrofia retinica:

  • ethmoid;
  • "Sottile sentiero";
  • "Ponte";
  • Ineepodobnaya;
  • Piccola cistica;
  • Retinoschisi.

cause di

Ad oggi, le cause dei cambiamenti periferici distrofici della retina non sono completamente comprese. La distrofia può iniziare a qualsiasi età sia nelle donne che negli uomini.

Si presume che i cambiamenti nella retina comportino fattori di rischio quali:

  • Miopia in qualsiasi momento;
  • Predisposizione ereditaria;
  • Lesioni agli organi visivi;
  • Lesione cerebrale traumatica;
  • Malattie infiammatorie dell'occhio;
  • Malattie comuni:
  • aterosclerosi;
  • ipertensione;
  • Infezioni passate;
  • ebbrezza;
  • Il diabete mellito.

Il deterioramento della circolazione sanguigna porta all'interruzione dei processi metabolici nella retina e alla formazione di aree locali alterate in cui la retina si assottiglia. Sotto l'influenza di carichi significativi, il lavoro associato all'immersione sott'acqua o al sollevamento in altezza, la vibrazione, il trasferimento del peso, l'accelerazione, le rotture in luoghi modificati distrofici possono apparire.

È stato dimostrato che le persone con miopia hanno patologie degenerative periferiche molto più spesso, perché con la miopia aumenta la lunghezza dell'occhio, a seguito della quale inizia la retina e l'assottigliamento delle membrane alla periferia.

sintomi

Nelle fasi iniziali della distrofia, il paziente non ha lamentele, il che rende la malattia particolarmente pericolosa. Una persona nota cambiamenti con la visione solo quando sorgono complicazioni - lacerazione e distacco della retina. Lampi improvvisi, fulmini, le cosiddette "mosche" (sintomatologia presunta di rottura della retina) possono comparire davanti ai vostri occhi. Un sintomo di sviluppo di distrofia è anche una forte diminuzione dell'acuità visiva con la comparsa di un punto ingombrante davanti agli occhi. Tutti questi segnali di avvertimento richiedono un rapido accesso a un oftalmologo, altrimenti il ​​paziente deve affrontare la cecità completa.

Possibili complicazioni

La PCDD dell'occhio è una malattia molto pericolosa perché provoca alterazioni periferiche nel fondo dell'occhio, portando alla rottura e al distacco della retina. Da qui - un passo alla perdita della vista.

trattamento

Laser, farmaci e tecniche chirurgiche sono usati per trattare varie distrofie dell'occhio.

In caso di distrofia, non ci si dovrebbe aspettare un recupero completo della vista dopo il trattamento. L'obiettivo della terapia è di stabilizzare e compensare il processo distrofico, nonché di adottare le misure necessarie per prevenire una rottura completa della retina.

Metodo di medicazione

Il trattamento conservativo della distrofia retinica comporta l'uso dei seguenti gruppi di farmaci:

  • Agenti antipiastrinici - farmaci che riducono i coaguli di sangue nei vasi sanguigni (ticlopidina, clopidogrel, acido acetilsalicilico). Sono assunti per via orale sotto forma di compresse o somministrati per via endovenosa.
  • Vasodilatatori e angioprotettori - farmaci che dilatano e rinforzano i vasi sanguigni (No-spa, papaverina, ascorutina, Complamin, ecc.).
  • Farmaci ipolipidemici - farmaci che riducono i livelli di colesterolo nel sangue (metionina, simvastatina, atorvastatina, ecc.). Questi farmaci sono usati solo nelle persone che soffrono di aterosclerosi.
  • Complessi vitaminici (Okyuvayt-luteina, mirtillo forte, ecc.)
  • Vitamine del gruppo B.
  • Farmaci che migliorano la microcircolazione, per esempio, Pentoxifylline. Entra direttamente nella struttura dell'occhio.
  • Polipeptidi derivati ​​dalla retina del bestiame (ad esempio, retinolammina).
  • Colliri contenenti vitamine e sostanze biologiche che contribuiscono al ripristino e al miglioramento del metabolismo (Taufon, Emoksipin, Oftalm-Katahrom, ecc.).
  • Lucentis - un farmaco che impedisce la crescita di vasi sanguigni anormali.

Il ricevimento delle medicine elencate è effettuato da corsi (2 volte) tra un anno. Inoltre, l'eparina, l'etamzilat, l'acido aminocaproico o la prourokinasi vengono iniettati nell'occhio durante lo sviluppo dell'emorragia. Per alleviare il gonfiore in qualsiasi forma di distrofia della retina, il triamcinolone viene iniettato negli occhi.

Trattamento laser

La terapia laser è la tecnica più efficace utilizzata nel trattamento di vari tipi di distrofie. Un raggio laser direzionale ad alta energia agisce direttamente sulle aree interessate senza influire sulle parti normali della retina.

Il trattamento laser della PCDD richiede necessariamente una coagulazione vascolare. In questo caso, il raggio laser viene diretto alle aree interessate della retina dell'occhio e, sotto l'influenza dell'energia termica rilasciata, si attacca e sigilla il tessuto, delimitando quindi l'area trattata. Di conseguenza, la parte distrofica della retina è isolata da altre parti, il che rende possibile interrompere la progressione della malattia.

Intervento chirurgico

Le operazioni chirurgiche vengono eseguite solo con grave decorso della distrofia, quando la terapia laser e il trattamento farmacologico sono inefficaci. Tutte le operazioni eseguite per le distrofie retiniche sono suddivise in 2 categorie:

  • rivascolarizzazione;
  • Vazorekonstruktivnye.

Quando si esegue un intervento di rivascolarizzazione, il medico distrugge i vasi anormali e apre quelli normali il più possibile. Vasoreconstruction è un'operazione durante la quale il medico ripristina la normale attività del letto microvascolare dell'occhio con l'aiuto di trapianti.

Tutte le operazioni vengono eseguite in ospedale con oculisti esperti.

fisioterapia

I seguenti metodi di fisioterapia sono usati per trattare i percorsi della distrofia retinica:

  • Elettroforesi con eparina, No-Spa e acido nicotinico;
  • Terapia magnetica;
  • Fotostimolazione retinica;
  • Stimolazione della retina mediante radiazione laser a bassa energia;
  • Elettrostimolazione retinica;
  • Irradiazione del sangue del laser per via endovenosa (VLOK).

Terapia vitaminica

Con PCDD e altre distrofie retiniche, è richiesto l'assunzione di vitamine A, E e gruppo B, in quanto forniscono il normale funzionamento dell'organo della vista. Queste vitamine migliorano la nutrizione dei tessuti oculari e, con l'uso a lungo termine, aiutano a fermare la progressione dei cambiamenti distrofici nella retina.

Le vitamine per la distrofia della retina dovrebbero essere assunte in speciali compresse o complessi multivitaminici, nonché sotto forma di alimenti ricchi di essi (verdure fresche e frutta, cereali, noci, ecc.).

Rimedi popolari

Le ricette popolari della distrofia retinica possono essere utilizzate come metodi aggiuntivi insieme ai metodi della medicina tradizionale, poiché questa malattia è molto insidiosa.

Ai metodi popolari di trattamento della distrofia retinica includono l'uso di varie miscele di vitamine, che forniscono all'organo della vista le necessarie vitamine e oligoelementi. Migliorare la potenza dell'occhio inibisce la progressione del PCDD.

Le ricette più efficaci per la distrofia retinica:

  • Risciacquare i chicchi di grano e stenderli in uno strato sottile sul fondo della nave, versando un po 'd'acqua in cima. Metti il ​​grano in un luogo caldo e ben illuminato per la germinazione. Quando i chicchi germinano, lavarli di nuovo e tritare. Conservare la miscela in frigorifero e consumare 14 cucchiai ogni mattina.
  • Mangiare prezzemolo, aneto, sedano, spinaci, cavoli, pomodori, ortiche e mirtilli il più spesso possibile.
  • Sciogliere 50 g di mummia in 10 ml di succo di aloe. La soluzione risultante viene conservata in frigorifero e seppellita negli occhi 2 volte al giorno - al mattino e alla sera. Prima dell'instillazione negli occhi, la soluzione deve essere riscaldata a temperatura ambiente. Il corso del trattamento dura 9 giorni. Possono essere ripetuti ad intervalli di 30 giorni.

Orzo sull'occhio: le cause dell'apparenza e del trattamento sono descritte qui.

prevenzione

La prevenzione della PCDD, come altri tipi di distrofia retinica, consiste nel seguire una serie di semplici regole:

  • Non sovraccaricare gli occhi, lasciali riposare.
  • Non lavorare senza proteggere gli occhi dalle varie radiazioni dannose.
  • Fai esercizi speciali per gli occhi.
  • Mangia bene, anche nella dieta frutta e verdura fresche: contengono una grande quantità di vitamine e oligoelementi necessari per il normale funzionamento degli organi visivi.
  • Assumere vitamine A, E e gruppo B.
  • Prendere integratori alimentari con zinco.

La migliore prevenzione della distrofia della retina dell'occhio si trova nella dieta fortificata a tutti gli efetti, che assicura l'apporto di vitamine e minerali necessari al corpo umano, e quindi il normale funzionamento e la salute degli occhi. Includere frutta e verdura fresche ogni giorno nella dieta e questa sarà una prevenzione affidabile della distrofia retinica.

video

risultati

La PCDD è una patologia che può svilupparsi sia negli adulti che nei bambini. Se c'è un fattore ereditario, dovresti controllare regolarmente la vista. Non mettere in pericolo i tuoi occhi: è meglio diagnosticare tempestivamente l'insorgenza di disturbi pericolosi e contattare un oculista, che prescriverà un ciclo di trattamento per fermare il processo distruttivo e ripristinare la vista.

Il successo nel trattamento di questa PCDD è quello di prevenire un'ulteriore progressione della distrofia retinica e del distacco della retina. Nel caso di un tempestivo rinvio a un oftalmologo, questi compiti vengono risolti con successo nella maggior parte dei casi.

Leggi anche su malattie come la corioretinite dell'occhio e la chemosi congiuntivale.

Distrofia corioretinica periferica (PCDD)
cause, diagnosi e trattamento

Lo studio delle aree periferiche della retina è un processo complesso, che spesso causa alcune difficoltà. Ciò è dovuto alla sua posizione - in profondità negli occhi, ma è lì che può svilupparsi una malattia oftalmologica abbastanza comune, chiamata distrofia corioretinica periferica. Con esso, le aree colpite della retina diventano molto più sottili, si formano delle lacune, che comportano una complicanza molto grave - il distacco della retina.

Di solito, questa malattia colpisce spesso le persone affette da miopia, perché l'allungamento longitudinale dell'occhio può provocare gravi cambiamenti alla retina, come altri tessuti dell'organo della vista. È stato stabilito che le persone con un grado più elevato di miopia hanno una maggiore probabilità di distrofia retinica.

Classificazione PCDD

La distrofia periferica della retina può essere acquisita e ereditaria. Con la stessa frequenza, viene rilevato in giovani e anziani. L'area di localizzazione della malattia è decisiva per il suo tipo. Così preso per allocare:

• distrofia corioretinica - con coinvolgimento della retina e della coroide;

• Distrofia vitreoretinica - con coinvolgimento della retina e del corpo vitreo.

Allo stesso tempo, la distrofia periferica è suddivisa in: etmoide, cistica, non simili.

Segni di malattia

Lo stadio iniziale della distrofia è asintomatico senza lamentele da parte del paziente, il che rende la malattia particolarmente pericolosa. Dopo tutto, una persona presta attenzione ai cambiamenti con la visione solo nel periodo di insorgenza di complicazioni - rotture e distacco della retina. Il processo di distacco, mentre accompagnato dall'apparizione davanti agli occhi di lampi inaspettati, lampi, svolazzanti "mosche" Inoltre, un segno della malattia sviluppata diventa un forte calo dell'acuità visiva e un punto del volume che è apparso davanti agli occhi. Con queste manifestazioni, è necessario contattare immediatamente un oculista, altrimenti potrebbe verificarsi una cecità irreversibile.

Video specialista PCRP

Diagnosi della distrofia periferica della retina

Nella diagnosi di distrofia periferica, viene utilizzato l'obiettivo a tre specchi di Goldman, che consente di esaminare aree della retina invisibili mediante un oftalmoscopio convenzionale, che rivela i disturbi più pericolosi. L'ispezione viene eseguita con una pupilla espansa. Spesso, per uno studio più dettagliato dell'area interessata, viene utilizzata la sclero-depressione, un metodo che prevede il ritiro a metà, che consente di ispezionare le aree periferiche.

Con le modifiche iniziali della retina, il trattamento non è necessario, ma questo periodo richiede un follow-up regolare del paziente e una fotografia periodica della periferia del fondo usando una lampada a fessura.

Trattamento e prevenzione delle distrofie periferiche

La diagnosi di distrofia periferica della retina comporta l'osservazione a lungo termine della malattia o il trattamento laser. Nel caso del trattamento laser, le aree colpite della retina sono recintate dal centro da una barriera artificiale che impedisce un ulteriore distacco. Questo metodo è considerato particolarmente efficace, perché consente di non applicare un intervento chirurgico. Il trattamento laser, nella sua essenza, è un'efficace prevenzione del distacco della retina. Questa procedura non causa dolore, è facilmente tollerabile, richiede meno di 15 minuti. È tenuto su base ambulatoriale e non causa alcun danno alla vista del paziente. Negli ultimi stadi della malattia è richiesto un intervento chirurgico complesso, che nei casi avanzati spesso non dà il risultato atteso e non è possibile ripristinare completamente la visione.

La prevenzione di questa malattia è obbligatoria per i pazienti affetti da miopia; diabete; bambini nati in parto difficile; individui con una predisposizione genetica alla distrofia periferica.

PCDD e gravidanza

La distrofia periferica della retina può essere una controindicazione al parto in modo naturale. Per prevenire il distacco della retina nel periodo di bisogno (o nella vita di tutti i giorni), viene eseguita la PPLC - coagulazione laser periferica profilattica o coagulazione laser di confine della retina (a seconda dell'intensità dei cambiamenti nel fondo oculare). Possono essere eseguiti durante la gravidanza - nessuna controindicazione.

Dovrebbe essere chiaro che la conclusione di un oftalmologo è solo uno dei fattori che l'ostetrico prende per decidere sul metodo di consegna (insieme alla dimensione della pelvi, del feto, ecc.).

Dove andare per il trattamento

Il trattamento laser delle distrofie della retina periferica è disponibile oggi in molti importanti centri oftalmologici. Eppure, la scelta di una clinica per te è un momento cruciale, perché la prognosi per il recupero, così come il risultato del trattamento, dipenderà in gran parte dalla qualità dell'esame e dalle capacità professionali del medico curante.

Rivolgendosi a una delle cliniche oculistiche più famose di Mosca, si è sicuri di arrivare agli eccellenti medici e, secondo le indicazioni, sarete indirizzati a uno specialista altamente qualificato in chirurgia laser. Solo i migliori professionisti con una vasta esperienza nella pratica clinica lavorano nei centri oftalmologici. Un equipaggiamento tecnico della clinica consente di garantire risultati eccellenti anche nei casi più difficili di malattie degli occhi.

Danno tissutale irreversibile - distrofia vitreo-ortoretinica periferica della retina: che cos'è?

La retina è uno degli elementi chiave del sistema visivo, che assicura la formazione dell'immagine degli oggetti circostanti.

Di conseguenza, qualsiasi processo patologico che si verifica in questa parte dell'occhio può portare a problemi seri.

Una delle malattie, che è caratterizzata da danni ai tessuti della retina e una diminuzione graduale dell'acuità visiva, è chiamata degenerazione corioretinica della retina. Può presentarsi in diverse forme, ma in ogni caso richiede una diagnosi e un trattamento tempestivi.

Distrofia centrale della retina corio-retorica: di cosa si tratta

CHRD - una malattia localizzata nelle aree centrali della retina e causa danni irreversibili nei tessuti. Il processo distrofico coinvolge gli strati vascolari e pigmentari dell'occhio, così come la piastra vitreale situata tra di loro.

Foto 1. Il fondo dell'occhio con distrofia corioretinica centrale. Circonferenza e frecce indicano l'area dei cambiamenti patologici.

Nel corso del tempo, i tessuti sani sono sostituiti da fibrosi, le cicatrici appaiono sulla superficie, il che porta al deterioramento della funzione retinica.

È importante! La distrofia corioretinica porta raramente alla completa cecità, poiché il paziente mantiene una visione centrale o periferica (a seconda della posizione della patologia), ma altera significativamente la qualità della vita.

Cause e sintomi

Il più delle volte, la malattia viene rilevata negli anziani (oltre 50 anni), cioè la causa principale dei CDS sono i cambiamenti legati all'età nei tessuti, ma la sua esatta eziologia non è stata chiarita. Oltre all'età matura, i fattori di rischio per lo sviluppo della distrofia corioretinica centrale includono:

  • ereditarietà gravata;
  • microcircolazione compromessa nei vasi della retina;
  • miopia media e alta;
  • disturbi del sistema endocrino e del sistema immunitario;
  • varie lesioni agli occhi (infezioni, lesioni meccaniche, effetti tossici);
  • stile di vita improprio, fumo, cattiva alimentazione;
  • trattamento chirurgico della cataratta.

La malattia colpisce entrambi gli occhi allo stesso tempo, ma a volte inizia su uno di essi, dopo di che si diffonde all'altro.

Nelle fasi iniziali, il CRHD può essere asintomatico, quindi compaiono disturbi oftalmologici minori (mosche, distorsione delle immagini, perdita di certe aree, ecc.).

Man mano che il processo patologico si sviluppa, la visione centrale diminuisce significativamente e alla fine scompare completamente.

Aiuto. Secondo le statistiche, le donne e le persone con iride luminosa sono maggiormente a rischio di sviluppare patologie.

Moduli CRD

La distrofia corioretinica centrale può presentarsi in due forme: non esudativa e umida (essudativa), la prima è più comune nel 90% dei casi, mentre la seconda è caratterizzata da un decorso grave e una prognosi sfavorevole.

La forma non exudativa è caratterizzata da processi metabolici compromessi tra lo strato vascolare e la retina. I segni si sviluppano lentamente, l'acuità visiva rimane soddisfacente per lungo tempo, dopo di che si verifica una leggera torbidità dell'immagine, distorsione delle linee rette e deterioramento della funzione degli occhi.

Il CRRD bagnato è accompagnato dalla comparsa di vasi anormali e dall'accumulo di liquidi sotto la retina, la formazione di cicatrici. I segni compaiono entro poche settimane dopo l'inizio del processo patologico - la visione del paziente diminuisce bruscamente, la formazione dell'immagine viene disturbata, le linee si spezzano e si curvano.

Foto 2. Il fondo del paziente con la forma umida del CHRD. Nella zona centrale della retina si può vedere un edema rossastro.

Nel decorso clinico di questa forma della malattia, si distinguono quattro fasi di sviluppo:

  1. Distacco epiteliale dello strato di pigmento. La qualità della visione rimane invariata, sono possibili lievi disturbi visivi - presbiopia, astigmatismo, nebbia o macchie davanti agli occhi.
  2. Distacco del neuroepitelio. È caratterizzato da edema nelle aree di distacco, germinazione di vasi anormali, segni - una brusca diminuzione della vista fino alla perdita della capacità di leggere ed eseguire lavori minori.
  3. Distacco epiteliale emorragico. La vista si deteriora e, se osservata sulla retina, si può vedere un centro pigmentato rosato-rosato. A volte ci sono rotture di vasi sanguigni ed emorragie.
  4. Formazione di cicatrici Il tessuto sano è sostituito da fibroso, che è accompagnato da cicatrici.

Attenzione! Nei primi stadi della forma umida del CHRD, il processo patologico può essere interrotto, ma i cambiamenti del tessuto sono irreversibili e non possono essere trattati.

Distrofia retinica periferica: corioretinale e vitreo-ororetinico

A differenza della distrofia centrale, il tipo periferico della malattia non interessa la parte centrale della retina, ma i suoi margini, cioè la periferia. Può essere ereditario o acquisito, ei principali fattori di rischio sono la presenza di miopia, malattie infiammatorie, lesioni agli occhi e al cranio e patologia degli organi interni. A seconda della localizzazione della lesione e della sua profondità, la violazione di solito è suddivisa in forme periferiche corioretiniche e vitreo-retiniche.

  1. La distrofia corioretinica periferica (PCDD) colpisce solo la retina e la coroide: le aree colpite diventano più sottili e possono rompersi nel tempo. Nelle fasi iniziali, non ci sono manifestazioni, dopo le quali i disturbi visivi appaiono sotto forma di mosche, lampi, lampi, ecc. Un sintomo caratteristico è una forte diminuzione dell'acuità visiva con la formazione di un punto.

Foto 3. L'immagine del fondo nella distrofia corioretinica periferica. La lesione si trova ai margini della retina.

  1. La forma periferica vitreo-ortoretinica (PWHT) della malattia coinvolge non solo la retina e i vasi, ma anche il corpo vitreo nel processo degenerativo. Appaiono degli adesivi tra gli strati, chiamati vitreochorioretinal, che causano distruzione tissutale, lacrime e distacco della retina. Inizialmente, la patologia è asintomatica e il deterioramento si osserva solo con lo sviluppo di complicanze.

La seconda variante del corso è più pericolosa per il paziente rispetto alla prima e può portare alla completa perdita della vista.

È importante! È piuttosto difficile distinguere la PCDD dal PVRHD anche con l'uso di moderni metodi diagnostici, che complicano il trattamento della malattia e peggiorano la prognosi.

diagnostica

La diagnosi di distrofia corioretinica viene effettuata sulla base dei reclami del paziente, dell'anamnesi e della diagnostica complessa utilizzando diversi metodi:

  • esame dell'acuità visiva e esame del fondo per identificare violazioni della funzione visiva e strutture degli occhi;
  • Test di Amsler, che consente di rilevare problemi nella parte centrale della retina;
  • campimetria, o lo studio del campo visivo centrale per la perdita di certe aree;
  • perimetria informatica - esame oculare con l'uso di attrezzature e software speciali, che consente di identificare le violazioni della visione periferica e dei suoi campi;
  • la tomografia a scansione laser della retina viene eseguita per determinare le caratteristiche anatomiche della retina e del nervo ottico e identificare possibili patologie;
  • elettroretinografia: un metodo per studiare lo stato funzionale della retina;
  • L'angiografia fluorescente del fondo valuta i vasi del fondo e rivela i disturbi del flusso sanguigno.

Inoltre, gli studi possono essere utilizzati per verificare la percezione del colore, il contrasto della visione e le sue altre caratteristiche.

Aiuto. La distrofia corioretinica centrale è abbastanza facilmente diagnosticata, a volte quando si esamina il fondo dell'occhio, mentre è necessaria una diagnosi completa per identificare la forma periferica.

Trattamento per gli occhi

La terapia per questa patologia ha lo scopo di fermare il processo anormale e la distruzione dei tessuti, nonché la prevenzione delle complicanze.

La forma non escludente della malattia è più facile da trattare, quindi, nelle prime fasi della distrofia corioretinica, è possibile un trattamento conservativo con l'uso di anticoagulanti, angioprotettori, antiossidanti e altri farmaci.

  1. Disagregazione o farmaci che riducono il sangue e impediscono lo sviluppo di coaguli di sangue ("Aspirina", "Clopidogrel", "Tiklopidin").
  2. Farmaci vasodilatatori per migliorare i processi metabolici nei tessuti ("Kavinton", "Ascorutin").
  3. Antiossidanti che riducono gli effetti dei radicali liberi sul tessuto oculare (Emoxipina, Vixipina).
  4. Preparati per aumentare il metabolismo nei tessuti della retina e migliorare la microcircolazione nei vasi.
  5. Multivitaminici e oligoelementi che migliorano l'immunità locale e generale.

Il trattamento deve essere effettuato continuamente, due volte l'anno, di solito in primavera e autunno. A volte è necessaria la stimolazione laser dei tessuti per fermare i danni alla retina e prevenire le complicanze.

Oltre a prendere farmaci (per via orale o per iniezione), i pazienti devono abbandonare cattive abitudini e mangiare bene.

La distrofia essudativa di solito richiede un intervento chirurgico - la coagulazione laser della retina e le membrane vengono eseguite, che "attacca" i tessuti danneggiati, arresta il sanguinamento, previene lacerazioni e distacchi. Insieme alla correzione laser, si raccomanda la terapia di disidratazione per rimuovere il liquido in eccesso (farmaci diuretici, dieta priva di sale, ecc.), Prendendo vitamine e microelementi.

Attenzione! Il trattamento con le ricette popolari per la distrofia retinica corioretinica non è raccomandato, in quanto può portare allo sviluppo di complicanze e completa cecità.

Video utile

Guarda il video, che descrive cos'è la distrofia della retina, i suoi tipi: centrale e periferico.

È possibile curare la malattia?

La distrofia retinica corioretinica è un processo patologico complesso che distrugge il tessuto oculare e può comportare gravi problemi alla vista o completa cecità.

Sfortunatamente, i cambiamenti nelle strutture degli occhi in questa malattia sono irreversibili, quindi, è impossibile migliorare la funzione visiva.

Con una diagnosi tempestiva e un trattamento adeguato, lo sviluppo della distrofia corioretinica può essere interrotto, mantenendo così un'acuità visiva sufficiente ei pazienti possono condurre una vita normale.

Distrofia retinica periferica

La distrofia periferica della retina è una malattia caratterizzata da assottigliamento del rivestimento interno dell'occhio nelle regioni periferiche. Per lungo tempo, la patologia ha un decorso asintomatico. Con una lesione pronunciata della retina, le "mosche" compaiono davanti agli occhi, la funzione della visione periferica viene disturbata. La diagnosi comprende oftalmoscopia, perimetria, ecografia degli occhi, visometria e rifrattometria. Nelle manifestazioni iniziali della distrofia, è indicata la terapia conservativa (angioprotectors, agenti antipiastrinici, antihypoxants). I cambiamenti degenerativi pronunciati richiedono tattiche chirurgiche (coagulazione laser nelle aree colpite dalla retina).

Distrofia retinica periferica

La distrofia retinica periferica è una patologia comune nell'oftalmologia moderna. Nel periodo dal 1991 al 2010, il numero di pazienti è aumentato del 18,2%. Nel 50-55% dei casi, la malattia si sviluppa nelle persone con errori di rifrazione, tra cui il 40% sono pazienti con miopia. La probabilità di alterazioni distrofiche con acuità visiva normale è del 2-5%. I primi sintomi della patologia possono verificarsi a qualsiasi età. Nosologia con la stessa frequenza si trova tra maschi e femmine, tuttavia, gli uomini sono più suscettibili alla distrofia reticolazione, a causa delle caratteristiche genetiche dell'ereditarietà.

Cause della distrofia periferica

La patologia può svilupparsi in individui con tipo miopico o ipermetropico di rifrazione, meno spesso - in assenza di disturbi della funzione visiva. I malati di miopia sono più a rischio. L'eziologia della malattia non è completamente compresa. La distrofia del reticolo è ereditata in un tipo legato all'X. Altre principali cause di distrofia retinica sono:

  • Malattie infiammatorie dell'occhio. Le lesioni retiniche locali causate da un prolungato decorso di retinite o corioretinite, sono alla base dei cambiamenti degenerativi-distrofici nelle divisioni periferiche della membrana.
  • Violazione dell'afflusso di sangue locale. I cambiamenti regionali nel flusso sanguigno portano a disturbi trofici e assottigliamento del rivestimento interno del bulbo oculare. I fattori predisponenti sono l'ipertensione arteriosa, la malattia vascolare aterosclerotica.
  • Lesioni traumatiche Grave lesione cerebrale traumatica e danni alle pareti ossee dell'orbita portano alla distrofia periferica.
  • Influenza iatrogena I cambiamenti nel rivestimento interno si sviluppano dopo operazioni vitreoretiniche o quando viene superata la potenza di esposizione durante la coagulazione laser della retina.

patogenesi

Il fattore di partenza per lo sviluppo della distrofia periferica sono i disturbi emodinamici locali. Le parti periferiche della membrana sono più sensibili alla mancanza di ossigeno. Con una violazione a lungo termine della retina trofica si assottiglia intorno alla periferia, che è spesso impercettibile quando si esamina il fondo. Le prime manifestazioni si verificano sullo sfondo di una malattia infettiva, intossicazione o diabete nella fase di scompenso. Potenzia la progressione della distrofia miopica tipo di rifrazione. Ciò è dovuto al fatto che con un aumento dell'asse longitudinale del bulbo oculare, il rivestimento interno dell'occhio si presta anche a un leggero stiramento, che porta ad un ulteriore assottigliamento lungo la periferia. Un ruolo preciso nel meccanismo dello sviluppo della malattia è assegnato ai cambiamenti degenerativi del corpo vitreo, in cui vi sono trazioni e danno secondario alla retina.

classificazione

A seconda del quadro morfologico, la patologia è classificata in tipi reticolari, simili al gelo e ai tipi racemoidali. Le varianti individuali dei cambiamenti distrofici nell'aspetto ricordano la "traccia di chiocciola" e la "pavimentazione di ciottoli". Da un punto di vista clinico, si distinguono le seguenti forme di malattia:

  • Distrofia corioretinica periferica (PCDD). In questa variante della nosologia, la retina e la coroide sono coinvolte nel processo patologico.
  • Distrofia periferica vitreo-ortoretinica (PWHT). È caratterizzato da lesioni del corpo vitreo, reticolare e coroide.

Classificazione della distrofia vitreo-ortoretinica per localizzazione:

  • Equatore. Questa è l'area più comune di danno alla retina, poiché l'area del diradamento si trova intorno alla circonferenza dell'occhio nel piano frontale.
  • Paraoralnye. Con questo tipo di cambiamenti degenerativi sono localizzati sulla linea dentata.
  • Misto. La forma è associata al maggior rischio di rottura dovuto alla presenza di variazioni diffuse su tutta la superficie della retina.

Sintomi della distrofia periferica della retina

Per lungo tempo, la sconfitta della retina avviene senza manifestazioni cliniche. La patologia è caratterizzata da una diminuzione della visione periferica, che porta all'orientamento ostruito nello spazio. A causa del fatto che il campo visivo si restringe in un tipo concentrico, i pazienti possono eseguire solo determinati tipi di lavoro visivo (leggere, disegnare). La funzione della visione centrale in assenza di errori di rifrazione non ne risente. In rari casi, i pazienti lamentano la comparsa di mosche volanti davanti ai loro occhi o difetti nel campo visivo sotto forma di bestiame. Sintomi come lampi o lampi di luce intensa indicano una rottura della retina e richiedono un intervento immediato. La distrofia periferica è caratterizzata da un corso unilaterale, ma con la variante del reticolo, nella maggior parte dei casi entrambi gli occhi sono interessati.

complicazioni

La complicazione più comune della distrofia periferica è la lacrimazione della retina. Il danno al guscio interno si verifica in aree di massimo diradamento quando esposto a fattori quali vibrazioni, immersioni, intenso sforzo fisico. Il corpo vitreo è spesso fissato al bordo della distrofia, che porta a un'ulteriore occorrenza di trazione. I pazienti con cambiamenti nella periferia della retina hanno anche un alto rischio di distacco della retina. I pazienti sono più inclini a emorragie nella cavità vitrea, meno spesso nella camera anteriore dell'occhio.

diagnostica

A causa del fatto che un corso asintomatico è spesso caratteristico di questa patologia, un paziente accuratamente esaminato svolge un ruolo di primo piano nella diagnosi. Per visualizzare la distrofia lungo la periferia della retina, sono necessari i seguenti esami oftalmologici:

  • Oftalmoscopia. La zona di danno sotto forma di reticolo e distrofia del tipo "traccia di lumaca" è localizzata nel quadrante superiore-esterno all'equatore dell'occhio. A causa delle zone di obliterazione dei vasi sanguigni sulla retina, vengono formate macchie scure e chiare simili a un reticolo o linee spezzate, che sono chiamate "tracce di lumaca". La distrofia degli inettiidi ha l'aspetto di inclusioni giallo-bianche situate sopra la superficie della retina.
  • Perimetria. La tecnica consente di rivelare il restringimento concentrico dei campi visivi. Se si sospetta che il paziente abbia le manifestazioni iniziali della malattia, si consiglia di applicare il metodo quantitativo di perimetria.
  • Visometry. Lo studio offre l'opportunità di diagnosticare la normale visione centrale riducendo le periferiche. L'acuità visiva diminuisce in caso di patologia sullo sfondo della miopia.
  • Rifrattometria. La tecnica viene utilizzata per studiare la rifrazione clinica al fine di identificare i pazienti a rischio.
  • Ultrasuoni degli occhi. Ti permette di visualizzare le manifestazioni iniziali della patologia. In caso di piccola distrofia cistica, vengono determinate diverse formazioni rotonde di diversi diametri. L'ultrasuono viene utilizzato per diagnosticare i cambiamenti nel corpo vitreo, identificare le aderenze e la trazione, valutare la dimensione dell'asse longitudinale dell'occhio.

Trattamento della distrofia periferica

La scelta delle tattiche terapeutiche dipende dalla natura della patologia. Prima del trattamento, il fondo dell'occhio viene esaminato in condizioni di massima midriasi. Per eliminare le manifestazioni di distrofia periferica si applicano:

  • Terapia conservativa Utilizzato solo nella diagnosi delle manifestazioni minime della malattia. I pazienti vengono mostrati farmaci orali dal gruppo di agenti antipiastrinici, angioprotectors e antihypoxants. Come farmaci ausiliari utilizzati integratori bioattivi, vitamine C, B.
  • Intervento chirurgico Il trattamento chirurgico della forma periferica della malattia si riduce alla realizzazione della coagulazione vascolare laser nelle zone di maggiore diradamento. L'obiettivo dell'intervento è prevenire possibili rotture. L'operazione viene eseguita su base ambulatoriale. Nel periodo postoperatorio, è necessaria una terapia conservativa, inclusi agenti metabolici, antihypoxants e angioprotectors.

Prognosi e prevenzione

La prognosi per la vita e la funzione visiva è favorevole. I pazienti a rischio necessitano di 1-2 volte l'anno, così come la comparsa di nuovi sintomi di patologia da esaminare da un oftalmologo. Le misure preventive non specifiche sono ridotte al controllo della glicemia, della pressione arteriosa e intraoculare. Quando la rifrazione miopica richiede la correzione dell'acuità visiva con occhiali o lenti a contatto. L'identificazione di segni oggettivi di distrofia in un paziente richiede l'esclusione di sport estremi e di uno sforzo fisico intenso.

Diagnosi e trattamento della PWID retinica - prevenire complicazioni pericolose

La distrofia retinica è una delle più gravi patologie oculari che possono portare alla cecità. La causa di questo processo sono disturbi nel sistema vascolare dell'occhio. La zona periferica della retina è nascosta dietro il bulbo oculare, il che lo rende invisibile quando esamina il fondo dell'occhio.

Per determinare la distrofia vitreo-ortoretinica periferica (PWHT), è necessario uno studio speciale. La possibilità di cecità, sintomi lievi e la necessità di diagnosi speciali rendono PWHT della retina una malattia molto pericolosa e insidiosa.

sintomi

La malattia non ha sintomi che caratterizzano pienamente questo tipo di patologia. Quando si osservano i PWHT:

  • perdita di acuità visiva;
  • macchie pop-up, mosche, macchie davanti a entrambi gli occhi.

I pazienti in modi diversi caratterizzano i disturbi che compaiono e chiudono il campo visivo. La presenza di tali problemi richiede un appello a un oculista.

motivi

La distrofia retinica provoca disturbi vascolari dell'occhio e mancanza di afflusso di sangue. La degenerazione può spingere:

  • lesioni agli occhi e cranici;
  • diverse forme di diabete;
  • malattie infettive;
  • miopia;
  • malattie infiammatorie degli occhi.

I cambiamenti patologici possono verificarsi in entrambi gli occhi contemporaneamente o possono interessare solo l'occhio sinistro o destro.

PVCRD retinico può interessare solo un occhio o svilupparsi in due contemporaneamente.

Ci sono molte ragioni che contribuiscono allo sviluppo della distrofia periferica della retina vitreo-ortoretinica. La base della loro azione è il deterioramento della circolazione sanguigna nei vasi della retina, che successivamente modifica i processi biochimici che si verificano in esso, così come nelle parti vicine del corpo vitreo. Come risultato di questi disturbi, si verifica l'adesione della retina e del corpo vitreale. Tali processi possono verificarsi in persone con acuità visiva emmetrope.

Con la miopia c'è un aumento della dimensione antero-posteriore del bulbo oculare, a seguito del quale si osserva un allungamento delle strutture oculari. La retina diventa più sottile, l'angiopatia si sviluppa, l'afflusso di sangue è disturbato, le parti periferiche sono particolarmente colpite e se c'è un ormeggio vitreo-retinico è possibile una rottura.

L'insufficiente apporto di sangue causa un assottigliamento distrofico dello strato retinico, che può portare a rottura e perdita della vista. Gli spazi si verificano a causa di sforzi fisici eccessivi, sollevamento pesi, risalita all'altezza o discese sott'acqua in luoghi con i maggiori cambiamenti distrofici nei tessuti.

La miopia è un serio fattore provocatorio nello sviluppo della degenerazione retinica. La miopia porta allo stiramento del bulbo oculare. Questo porta a un cambiamento dell'intera struttura dell'organo ottico - la periferia della retina diventa più sottile, il flusso sanguigno peggiora.

L'alto grado di miopia dovrebbe essere la causa delle visite regolari all'oculista per diagnosticare tempestivamente la distrofia periferica della retina vitreo-ortoretinica.

Tuttavia, la maggior parte degli oftalmologi considera l'ereditarietà il principale fattore nello sviluppo del PWHT. Le patologie oculari sono spesso familiari e trasmesse dai genitori ai bambini.

L'ereditarietà è uno dei fattori che provocano il PWHT.

Il significato della differenza PCDD e PWRT

Entrambi i tipi di patologia - chorioretinal e vitreochorioretinal - sono associati a disturbi dell'occhio vascolare che portano allo sviluppo della degenerazione retinica.

La distrofia vitreo-corioretinica periferica è un tipo di malattia più pericolosa, poiché i cambiamenti degenerativi colpiscono anche il corpo vitreo dell'occhio. Vitreo - vitreo agg - dal latino glass, vitreous.

Il secondo tipo di malattia, il PRCD, colpisce solo la retina stessa e le navi.

Il primo tipo di malattia è meno comune, ma richiede maggiore attenzione da parte del medico e del paziente, perché minaccia con il distacco della retina e la perdita della vista. Le aderenze vitreo-retiniche del corpo vitreo con la retina provocano la distruzione del suo strato e la rottura.

Non confondere PWHT e PCDD: si tratta di due diverse patologie.

Classificazione (tipi e tipi di rottura della retina)

Il decorso della distrofia vitreo-ortoretinica periferica è:

    1. Con un corso benigno:
      • La degenerazione del tipo "cobblestone" è una zona bianca dell'atrofia. Quando è attraverso la retina colpita, i vasi coroidali sono visti sullo sfondo della sclera. La ragione dello sviluppo è l'occlusione dei vasi coroidali, che porta all'atrofia post-ischemica dell'epitelio pigmentato e degli strati esterni della retina. Trovato nella metà inferiore del fondo dell'occhio tra la linea dentata e l'equatore. Non complicato da rotture o distacchi.
      • Druze equatoriali. Formazioni pallide di piccole dimensioni possono presentare pigmentazione lungo il contorno. Si trovano lungo la linea del cambio.
      • Degenerazione del pigmento oroparallelico. Cambiamento legato all'età, manifestato da una maggiore pigmentazione lungo la linea "frastagliata".
      • Degenerazione a nido d'ape. Compare negli anziani. Presentato dalla pigmentazione perivascolare, può raggiungere l'equatore.
    2. Con scarsa qualità su:
      • Distrofia "reticolo". Il "reticolo" in oftalmoscopia è visibile come strisce sottili di bianco, che formano i contorni, simili al reticolo. Erosione, cisti e micro-fratture, zone di ipopigmentazione o iperpigmentazione compaiono tra queste bande, potrebbe esserci anche una pigmentazione diffusa. Il corpo vitreale sull'area del "reticolo" è liquefatto, e lungo il contorno, al contrario, è sigillato e saldato ai bordi. Di conseguenza, appaiono gli ormeggi vitreochorrheta dal, che contribuiscono alla formazione di lacune retiniche valvolari.
      • Distrofia di tipo "lumaca". La patologia si sviluppa a causa di lesioni vascolari e si manifesta con la comparsa di inclusioni biancastre costituite da microglia e astrociti. Con la presenza di erosione puntuale e difetti perforati. I fuochi degenerativi possono fondersi e formare difetti di grandi dimensioni. Ha un alto rischio di sviluppo del distacco.
      • La degenerazione "inepoid" è una malattia retinica ereditaria. Le manifestazioni sulla retina, di regola, sono disposte simmetricamente e interessano entrambi gli occhi. Oftalmoscopicamente si manifesta sotto forma di grandi formazioni di colore bianco-giallastro, simili ai "fiocchi di neve". Progredire lentamente e non così spesso porta a complicazioni.

PWHT è classificato in base al flusso e al tipo di gap.

In base al tipo di ripartizione della retina, sono disponibili i seguenti tipi:

      • Perforato - parte della retina è completamente staccata a causa di ZOST. Si verifica con la distrofia lattice.
      • Valvola: il punto di rottura è parzialmente coperto, si forma una valvola. Formata in presenza di adesione vitreo-retinica.
      • Per tipo di dialisi - la retina è rotta lungo la linea dentata. La dialisi si sviluppa con la contusione degli occhi.

Le fasi della malattia indicano la gravità, il grado e il tipo di rotture e trazioni, e vanno da I a V. A partire dalla fase IV, la coagulazione laser è sempre mostrata. Un grado o stadio di PVCRD 2I, ad esempio, non ha indicazioni assolute e la decisione sull'ulteriore trattamento viene presa individualmente.

PWHT durante la gravidanza

Secondo le organizzazioni mediche, all'inizio del periodo riproduttivo, più del 25% delle donne ha la miopia, più del 7% di esse ha un alto grado. Sullo sfondo del normale corso della gravidanza nelle donne con miopia, si nota il restringimento dei vasi retinici.

Ciò è dovuto all'aumento del carico sul sistema cardiovascolare e alla necessità di un'ulteriore circolazione sanguigna per il nascituro. Pertanto, durante la gravidanza, i pazienti vengono esaminati due volte da un oculista con un esame completo del fondo.

Nel caso dello sviluppo di PWHT durante la gravidanza, è indicata la coagulazione laser. Può essere effettuato fino a 32 settimane. Dopo un'operazione riuscita, una donna può partorire da sola.

La necessità di taglio cesareo durante la gravidanza di una donna con PWID della retina viene rilevata un mese prima della data approssimativa di consegna.

La decisione sulla necessità di taglio cesareo in relazione alle condizioni distrofiche della retina viene presa un mese prima della consegna. Un alto grado di miopia (più di 6,0 diottrie) non è indicativo per la chirurgia.

Gli oftalmologi raccomandano il taglio cesareo dopo la coagulazione laser per un periodo di oltre 32 settimane o se c'è un PWHT su un occhio a vista.

diagnostica

Lo stadio iniziale della degenerazione vitreo-boreale e periferica procede senza sintomi, l'indebolimento della vista e l'apparizione del rumore davanti agli occhi inizia quando lo strato viene distrutto. All'esame usuale del fondo dell'occhio, le aree periferiche sono nascoste dal bulbo oculare.

I pazienti con un alto grado di miopia hanno più probabilità di essere esaminati da un oculista, in quanto appartengono a un gruppo a rischio. Il PWHT si trova spesso in molti pazienti quando inizia il processo di peeling. Pertanto, con un grado di miopia debole e moderato, con evidente e costante deterioramento dell'acuità visiva, vale la pena sottoporsi a diagnosi.

Per diagnosticare la malattia vengono eseguiti:

      • studio del fondo dell'occhio con la lente di Goldman con l'uso di medicine che espandono la pupilla;
      • determinazione dei campi visivi;
      • Ultrasuoni, tomografia ottica e ricerca elettrofisiologica;
      • sklerokompressiya.

Con l'aiuto dei moderni dispositivi digitali, è possibile ottenere un'immagine a colori della parte periferica della retina e valutare l'estensione e l'area del danno.

Lo studio del fondo dell'occhio con la lente di Goldman aiuta a diagnosticare il PWHT.

L'esame oftalmologico comprende la diagnosi di PWHT prima della stesura. A seconda del grado e della natura della malattia viene dato un ritardo per la coagulazione laser.

trattamento

La degenerazione retinica è un processo irreversibile, non sarà possibile tornare al tessuto normale. Il trattamento è volto a rallentare la distruzione e migliorare la visione.

Metodi medicinali

Quando PWHT nella fase iniziale, vengono utilizzati metodi di trattamento conservativi - farmaci. Visualizzazione:

      • Multivitaminici e oligoelementi, tessuto nutriente, fermano il processo di degenerazione. Una dieta sana dovrebbe essere seguita, dando la preferenza a noci, pesce, verdure e frutta.
      • Farmaci che bloccano lo sviluppo di coaguli di sangue nei vasi (Aspirina, Tiklopidina).
      • Vasodilatatori (No-shpa, Askorutin).
      • Colliri che migliorano il metabolismo.
      • Iniezioni oculari per migliorare la microcircolazione.

Questi strumenti aiutano a fermare il processo di distruzione dei tessuti. L'amministrazione completa dei farmaci viene eseguita due volte l'anno.

L'ascorutina è prescritta come vasodilatatore.

fisioterapia

Le procedure contribuiscono alla sospensione della degenerazione del tessuto. Elettroforesi prescritta, elettro-o fotostimolazione della retina, laser. Il trattamento è effettuato da corsi.

Procedura laser

Al fine di prevenire il distacco della retina, viene utilizzata la coagulazione laser, questo è il metodo più efficace che ha dimostrato la sua efficacia. Il raggio laser incolla la retina in punti di tensione con il fondo vascolare dell'organo ottico, impedendo la delaminazione.

La coagulazione della barriera (BLK) viene eseguita in anestesia locale, la procedura richiede 10-20 minuti. Il paziente è autorizzato a tornare a casa immediatamente dopo la manipolazione. Nella medicina moderna, questo è il modo migliore per prevenire le gravi conseguenze del PWHT e dell'angiopatia.

Trattamento chirurgico

Le operazioni in caso di distrofia vitreo-ortoretinica periferica vengono eseguite nei casi più gravi, quando non hanno effetto né il trattamento farmacologico né la coagulazione laser.

L'operazione viene eseguita solo se falliscono altri metodi di trattamento.

prevenzione

Quando viene rilevata una malattia, la prevenzione è volta a prevenire un ulteriore sviluppo del processo patologico e prevenire la rottura della retina.
I pazienti con PWHT dovrebbero ricordare - solo un'attenta attitudine alla salute, la stretta osservanza delle misure preventive e le prescrizioni del medico aiuteranno ad evitare complicazioni terribili.

È necessario evitare lo sforzo fisico, condurre uno stile di vita sano, visitare un oftalmologo due volte l'anno e condurre corsi di trattamento.

Le persone a rischio dovrebbero essere attente e sottoporsi a visita medica in tempo utile. È necessario rifiutare l'hobby eccessivo per il computer, fare ginnastica per occhi, prendere vitamine.

Una corretta alimentazione, evitando cattive abitudini aiuterà a minimizzare il rischio di fattori ereditari della malattia ed evitare PWHT.

Google+ Linkedin Pinterest