Conduzione della coagulazione laser della retina e dell'efficacia dell'operazione

Oggi, la coagulazione retinica laser è considerata l'intervento più efficace che viene utilizzato per il trattamento delle malattie degenerative-distrofiche della retina.

Questo metodo mostra anche buoni risultati nella complessa terapia delle malattie vascolari della membrana retinica (in caso di ipertensione arteriosa e diabete mellito).

Indicazioni e controindicazioni per la chirurgia

  • Lesione distrofica dei vasi retinici;
  • Angiopatia diabetica e ipertensiva;
  • Trombosi (blocco) della vena retinica;
  • Miopia grave, in cui il bulbo oculare è deformato e si verifica una sovradistensione della retina;
  • Distacco della retina;
  • Angiomatosi (proliferazione patologica dei vasi della retina);
  • Distrofia maculare progressiva legata all'età;
  • Alto rischio di distacco di retina nelle donne durante la gravidanza;
  • Alcuni tipi di escrescenze tumorali;
  • Rottura della retina.

La coagulazione retinica laser è controindicata nelle seguenti situazioni:

  • Gliosi gravi (una condizione che è accompagnata da un pronunciato annebbiamento del corpo vitreo);
  • Acuità visiva inferiore a 0,1 diottrie;
  • Opacità corneale;
  • Emorragia estesa nel fondo.

Pro e contro delle interferenze laser

  • La velocità di esecuzione (in media, la coagulazione laser è effettuata in 20 minuti);
  • L'operazione viene eseguita su base ambulatoriale, quindi non è necessario il ricovero in ospedale;
  • Sanguinamento e indolenzimento del metodo;
  • L'intervento viene eseguito in anestesia locale;
  • La possibilità di coagulazione laser in donne in gravidanza. Questo è un vantaggio molto importante, poiché le donne in gravidanza spesso hanno bisogno di un rafforzamento profilattico dei vasi retinici.
  • Il risultato raggiunto non è stabile e diminuisce costantemente;
  • Forse un forte aumento della pressione intraoculare subito dopo la procedura o nel periodo postoperatorio con edema infiammatorio sulla retina;
  • Il laser può danneggiare i capillari dell'iride, le cellule epiteliali o la membrana basale;
  • Al sito dell'impatto del laser può essere formata adesione:
  • Ha un limite di età;
  • Non corregge l'ipermetropia.

La coagulazione laser della retina aiuta a ottenere i seguenti effetti:

  • Protegge la retina dai danni;
  • Migliora la circolazione sanguigna e, di conseguenza, la nutrizione della retina;
  • Migliora il rilievo del fondo;
  • Aiuta ad eliminare le neoplasie tumorali;
  • Elimina la deformazione del bulbo oculare.

La rottura e il distacco della retina richiedono un intervento urgente da parte del chirurgo. Tuttavia, i tempi dell'operazione dipendono dal grado e dal tipo di danno alla retina:

  • Se c'è una pausa locale senza distacco, la coagulazione laser deve essere effettuata entro e non oltre una settimana più tardi. Più velocemente l'operazione è completata, meno complicazioni si presenteranno in futuro.
  • Se il divario è accompagnato da un distacco anche minimo, la coagulazione laser deve essere eseguita in ordine urgente (di emergenza).
  • Se non c'è lacerazione della retina, ma c'è la sua trazione (tensione), allora l'operazione viene eseguita in modo pianificato.

Come viene eseguita l'operazione?

All'inizio, al paziente viene somministrata cicloplegia - l'espansione della pupilla mediante instillazione di gocce speciali nell'occhio. Questa è una condizione importante che rende l'operazione più confortevole. Dopo che l'uso cade con un effetto anestetico.

Il principio del laser

Coagulazione laser, che ha la proprietà di aumentare bruscamente la temperatura nel sito di esposizione. Quando ciò accade, si verifica la denaturazione delle proteine ​​e il tessuto viene piegato (coagulato). A causa di questo effetto si ottiene una saldatura densa della coroide e della retina.

L'installazione stessa consiste di due laser. Uno (rosso) ha una potenza ridotta ed è progettato per un puntamento accurato. Il secondo laser è molto più potente ed è progettato direttamente per la coagulazione.

Coagulazione laser della retina durante la gravidanza

In caso di assottigliamento o rischio di rottura della retina in una paziente gravida, il medico prescrive la coagulazione del laser periferico profilattico. La retina è fusa con laser alla cornea in punti di possibile rottura.

Il tessuto nelle aree interessate dal laser è cicatrizzato e la retina è fissata saldamente alla cornea. La procedura non causa alcun dolore e in pochi minuti il ​​paziente può tornare a casa.

La chirurgia laser viene eseguita nei primi due trimestri, è vietata nell'ultimo trimestre. Il restauro di un occhio danneggiato dopo la procedura richiede 60-120 minuti.

Se non ci sono ripetuti cambiamenti distrofici sulla retina, il medico consente al paziente di partorire naturalmente.

Questa operazione consente di rafforzare la connessione della retina con la cornea, ma non aiuta a far fronte a un fondo troppo allungato oa un bulbo oculare ingrandito. La decisione sul parto indipendente è presa dal medico, mentre tiene conto dello stato della retina e delle sue parti recettoriali.

Molte donne non sanno come spingere correttamente, per questo aumenta il rischio di distacco della retina. Una donna dovrebbe imparare a spingere non "negli occhi o nella faccia", ma "nel cavallo", per questo è necessario sforzare i muscoli addominali, non i tuoi occhi. Altrimenti, una donna in travaglio può danneggiare i vasi oculari.

Posso rieseguire

Dopo il rafforzamento della retina laser, si possono sviluppare nuovi focolai di distrofia e distacco della retina. Al fine di evitare rischi visivi, il paziente deve seguire rigorosamente le raccomandazioni del medico.

Dopo l'operazione, sono severamente vietati carichi fisici e visivi eccessivi, a causa dei quali le membrane oculari possono rompersi o staccarsi. In questi casi, sarà necessaria la coagulazione re-laser.

La procedura ripetuta è necessaria se la prima operazione non ha dato il risultato desiderato a causa della vastità e della gravità della malattia. Il medico prescrive una seconda coagulazione laser in caso di rischio di recidiva.

In ogni caso, dopo la prima operazione, è necessario consultare periodicamente l'oftalmologo e seguire scrupolosamente le sue raccomandazioni.

Caratteristiche del periodo postoperatorio

Il paziente può tornare a casa già diverse ore dopo l'operazione. All'inizio l'acuità visiva può essere molto bassa, quindi gli sembrerà di guardare attraverso la fitta nebbia. Tuttavia, nel tempo, questo fenomeno scompare e la visione viene ripristinata.

Limitazioni dopo la coagulazione laser della retina, raccomandazioni del medico:

  • Indossare occhiali da sole quando si esce.
  • Mantenere livelli ottimali di pressione sanguigna e glicemia.
  • Evitare cambiamenti improvvisi nella posizione del corpo e movimenti veloci.
  • Durante il mese per evitare sovratensioni visive.
  • Non strofinare gli occhi con le mani.
  • Dopo la coagulazione laser della retina è impossibile sollevare qualcosa di più pesante di 2 chilogrammi.
  • Nei primi sei mesi dopo l'operazione, è necessario visitare un oftalmologo almeno una volta al mese.

Possibili conseguenze e complicanze dopo la coagulazione laser della retina

Nonostante le attrezzature di alta qualità e l'alto livello di abilità del chirurgo, nessun paziente è immune dalle complicazioni che possono insorgere dopo la coagulazione laser:

  • Cataratta. Può verificarsi a causa di danni alla lente da parte di un raggio laser.
  • Gonfiore della cornea. Questa è una reazione passeggera, che è accompagnata da una diminuzione dell'acuità visiva.
  • Il verificarsi di glaucoma. A volte, a causa dell'edema dei tessuti, l'apertura della camera anteriore dell'occhio può sovrapporsi, attraverso il quale il fluido intraoculare entra nella circolazione sistemica. Di conseguenza, la pressione intraoculare aumenta e può verificarsi un attacco acuto di glaucoma.
  • Diminuzione dell'acuità visiva all'ora del tramonto.
  • Curvatura dei contorni della pupilla.
  • Danno al nervo ottico.
  • Distacco vitreo
  • Emorragia retinica

Recensioni di pazienti sottoposti a intervento chirurgico

Secondo la maggior parte dei pazienti, la coagulazione laser è una procedura efficace e sicura che aiuta a preservare la vista. La cosa principale è trovare un buon specialista con un alto livello di qualificazione.

La procedura è facilmente tollerabile, dura circa 30 minuti. A differenza della chirurgia tradizionale, dopo la coagulazione laser, la vista viene ripristinata dopo 1-2 ore.

Leggero arrossamento e irritazione degli occhi è un fenomeno normale che scompare da solo dopo un paio d'ore. Le recidive si sono verificate solo in caso di non conformità con le raccomandazioni del medico da parte del paziente.

Secondo le pazienti incinte, la coagulazione laser è un modo indolore e veloce per rafforzare la retina e ripristinare la visione normale.

Molte future mamme normalmente subiscono un intervento chirurgico e si riprendono rapidamente. Inoltre, molti di loro hanno partorito da soli dopo aver frequentato corsi speciali. Non sono stati osservati problemi alla vista dopo la nascita. Tuttavia, per evitare ricadute e complicazioni, le giovani madri raccomandano sistematicamente di visitare un oculista.

I pazienti con diabete sono anche contenti dei risultati della chirurgia laser. Gli esami programmati consentono di identificare tempestivamente nuove aree di degenerazione della retina e di condurre una coagulazione laser preventiva.

Pertanto, la maggior parte delle revisioni della coagulazione laser della retina sono positive. È più probabile che le recensioni negative siano associate alla non conformità a semplici raccomandazioni dopo l'intervento, sebbene le qualifiche di un medico siano anche un aspetto importante da considerare.

Se hai sperimentato la coagulazione laser, lascia un feedback nei commenti, la tua opinione è importante per noi.

Coagulazione laser della retina: opportunità, chirurgia, riabilitazione

La coagulazione laser della retina è un'operazione eseguita in anestesia locale e facilmente tollerata dai pazienti. Le moderne attrezzature ti consentono di dirigere il raggio esattamente sul luogo dei cambiamenti patologici. Come risultato dell'esposizione al laser, si verifica la coagulazione (distruzione parziale) delle proteine ​​retiniche. Ciò causa la "saldatura" dell'area problematica e arresta la progressione della malattia, e in alcuni casi porta alla sua cura.

Indicazioni per la chirurgia

La coagulazione laser viene effettuata con le seguenti malattie degli occhi:

  • Distrofia retinica. La malattia può essere ereditaria o acquisita. È espresso nella sconfitta delle cellule dei fotorecettori. Una delle opzioni per lo sviluppo della malattia è retinoschisi - distacco della retina periferica. È con questa patologia che la più promettente "saldatura" delle aree problematiche.
  • Malattie vascolari del corpo. La coagulazione laser può essere utilizzata solo in alcuni casi, ad esempio per prevenire la neovascolarizzazione (proliferazione vascolare).
  • La retinopatia è un'area locale di assottigliamento dello strato retinico. Si verificano per vari motivi e, di regola, non si manifestano negli adulti. Tuttavia, tali affinamenti possono successivamente causare rotture, quindi, in alcuni casi, il rinforzo della retina è prescritto dalla coagulazione laser.
  • Distacco della retina. Sebbene sia spesso il risultato di determinati processi, è generalmente considerato come una malattia separata. Una delle manifestazioni frequenti del distacco è la distrofia reticiforme, in cui le rotture e il diradamento della retina avvengono tra vasi intrecciati (riempiti) obliterati. Gli dà l'aspetto di una rete, un reticolo.

Controindicazioni alla coagulazione laser della retina

L'operazione non è effettuata nelle seguenti patologie:

  1. Malattie che portano a una violazione della trasparenza dell'occhio, ad esempio una cataratta. Il chirurgo semplicemente non sarà in grado di vedere le aree problematiche abbastanza chiaramente. Per condurre la coagulazione laser, è necessario prima curare la malattia di base.
  2. Alto grado di distacco della retina. In questo caso, la coagulazione laser non porterà a un risultato positivo.
  3. L'emorragia. Le emorragie possono anche interferire con l'imaging chiaro. Se questo è un evento una tantum, allora è meglio aspettare che il sangue si sia risolto.
  4. Gliosi di III grado e oltre. Questa malattia è la sostituzione delle cellule fotosensibili della retina con elementi del tessuto connettivo. La coagulazione laser in questo caso non può aiutare.

È importante! La gravidanza non è una controindicazione per la chirurgia. La coagulazione laser può essere effettuata fino a 35-36 settimane. Alcune donne hanno bisogno di esercitarsi per consentire il parto naturale. Il rischio di rotture retiniche aumenta con i capricci, quindi se c'è una tale probabilità, il medico raccomanda di ricorrere al taglio cesareo. Per effettuare la coagulazione, è necessario non solo un riferimento da un oftalmologo, ma anche un permesso da un ginecologo.

Corso di operazione

L'intervento viene eseguito in anestesia locale. Un anestetico viene instillato nell'occhio del paziente, che inizia ad agire immediatamente. La procedura in sé è indolore, tuttavia, indossare un obiettivo speciale può causare disagio.

Il corso dell'operazione raramente supera i 15 minuti. In primo luogo, il medico esaminerà nuovamente il paziente, avendo precedentemente espanso le sue pupille con atropina. Dopo di ciò, l'antidolorifico cadrà e metterà una lente sull'occhio. Sembra un oculare al microscopio. Ciò eviterà movimenti involontari degli occhi e consentirà di focalizzare con precisione il raggio laser sull'area problematica.

Il paziente vedrà l'azione del laser come lampi di luce intensa. Di norma, non causano alcun disagio, ma alcuni pazienti notano un leggero formicolio, vertigini o nausea. L'operazione si svolge in posizione seduta. Il medico è di fronte al paziente e dirige il laser verso le aree problematiche. L'occhio stesso è fissato saldamente e il raggio sulla retina sana è escluso.

Dopo l'operazione, il medico rimuove l'obiettivo. Il paziente è invitato a sedersi per alcuni minuti per tornare in sé. Dopodiché, viene portato in reparto.

Periodo postoperatorio

Dopo l'operazione, rimarrà l'azione delle gocce della pupilla dilatante. Se la procedura è stata eseguita solo su un occhio, questo non influirà sulla visione del paziente. Tuttavia, non è ancora raccomandato di mettersi al volante in questo stato.

A seconda che un'operazione venga eseguita in un istituto medico privato o pubblico, il paziente può lasciare l'ospedale il giorno stesso della sua attività o in 3-5 giorni. Quest'ultima opzione, sebbene richieda del tempo, è preferibile, perché durante il periodo postoperatorio il medico controllerà quotidianamente come la retina guarisce e l'infermiera seppellirà tutti i preparativi necessari.

Se in una clinica privata ti è permesso di partire immediatamente dopo l'intervento, non dovresti fare in fretta. Vale la pena aspettare 2-3 ore finché l'effetto dei preparati instillati non termina e la solita chiarezza della vista ritorna. E in ogni caso, è meglio chiedere a qualcuno di parenti o amici di venirti a prendere dalla clinica e portarti a casa.

Durante le prime ore dopo l'intervento chirurgico, un leggero gonfiore e arrossamento possono svilupparsi normalmente. Questi sintomi di solito vanno via da soli. Il processo di recupero della retina dura circa 2 settimane. In questo momento, è auspicabile abbandonare:

  • Attività legate a cadute, agitazione, vibrazioni;
  • Forti carichi visivi, lavoro al computer;
  • Uso di alcool, fumo;
  • Sollevamento pesi, sforzo fisico;
  • Appoggiarsi o dormire in una posizione in cui la testa è al di sotto delle gambe.

È importante evitare il raffreddore perché l'occhio operato è suscettibile all'infiammazione. È meglio durante il periodo di recupero rifiutare di visitare grandi folle di persone, in particolare gruppi di bambini.

Possibili complicazioni dopo la coagulazione laser

La conseguenza più frequente dell'operazione è l'infiammazione congiuntivale. Per la profilassi, il medico prescrive le gocce (ad esempio, Tobrex): se il paziente è in ospedale, gli specialisti controlleranno la loro ammissione e le condizioni degli occhi. Se l'infiammazione è ancora iniziata, è possibile utilizzare bagni speciali, antibiotici all'interno.

Anche l'esfoliazione ripetuta è abbastanza comune. Ciò si verifica quando la causa sottostante della malattia non viene eliminata o non può essere eliminata in linea di principio. La recidiva viene trattata con lo stesso metodo: la coagulazione laser della retina.

A volte dopo l'intervento si verificano disturbi visivi. Possono svilupparsi immediatamente e passare dopo la scomparsa dell'edema o iniziare qualche tempo dopo. Il paziente può essere disturbato dal restringimento dei campi visivi, dall'aspetto di punti luminosi o punti prima degli occhi. Ogni caso è esaminato separatamente dal medico, i singoli consigli sono assegnati. È importante! Se ti trovi in ​​tali sintomi, dovresti consultare immediatamente uno specialista.

Alcuni pazienti sperimentano il fenomeno del sidro dell'occhio secco dopo l'intervento chirurgico. È collegato al fatto che non viene prodotta una quantità sufficiente di liquido lacrimale, di conseguenza, ci sono sensazioni di bruciore, disagio, che passano, se sbadigli. Questo sintomo è facilmente interrotto da gocce speciali, in particolare, Systane Balance, che aiuta a ripristinare lo strato lipidico protettivo.

Altri cambiamenti sono rari e spesso sono il risultato non dell'azione del laser, ma della progressione della malattia sottostante. Per prevenirli, si raccomanda di visitare un oftalmologo almeno una volta all'anno e di condurre uno studio sul fondo.

Prezzo, operazione sotto la politica OMS

Il costo della coagulazione laser è in media di 7.000 - 10.000 rubli per il rafforzamento della retina in un occhio. Il prezzo non include la degenza ospedaliera e i farmaci. Il costo influenza la posizione della clinica, l'attrezzatura utilizzata.

Quando si contatta un'istituzione medica pubblica, è possibile eseguire l'operazione gratuitamente. Per ricevere questo tipo di aiuto, il paziente deve venire dal suo oftalmologo per un esame e ricevere un rimando a un ospedale che esegue la coagulazione laser. Dopo, puoi fissare un appuntamento con il chirurgo. Condurrà un'altra ispezione e fisserà una data per l'operazione.

Potrebbe essere necessario attendere 1-2 mesi, il servizio viene eseguito a turno. Durante questo periodo, il paziente dovrà superare tutti i test necessari e ottenere i risultati nel giorno stabilito. Nelle organizzazioni private, di norma, il paziente sceglie il tempo e non sono richiesti esami.

Recensioni dei pazienti

La maggior parte dei pazienti apprezza il livello dell'operazione e le conseguenze. Le complicazioni si verificano quando la non conformità con le prescrizioni mediche, ritardando la procedura.

Entro poche ore dall'intervento, la vista viene ripristinata, il paziente può tornare alla vita normale, tenendo conto delle restrizioni raccomandate dal medico. È molto conveniente per i pazienti. Nelle recensioni, ringraziano i loro medici, sono soddisfatti dei miglioramenti apportati.

Alcune donne si sottopongono alla procedura essendo in posizione. Lo fanno con lo scopo di partorire in modo indipendente, senza ricorrere al taglio cesareo. I problemi con una retina, di regola, vengono alla luce solo su controllo pianificato. Per le donne che non hanno notato nessun sintomo spiacevole associato alla vista, questo è uno shock. Pertanto, considerano l'opportunità di rafforzare rapidamente e indolore la retina come una vera panacea.

È importante non posticipare l'operazione fino all'ultimo trimestre. Inoltre, il più delle volte parliamo di coagulazione laser periferica della retina (è retinochisis che ha scarso effetto sulla visione e viene spesso diagnosticata per caso). L'azione del laser è limitata dai campi estremi delle cellule fotosensibili, che influisce minimamente sulla capacità di vedere e sulle condizioni del paziente.

La coagulazione laser della retina è un'operazione semplice, che ha un importante valore terapeutico e profilattico. Le complicazioni dopo che sono rari e se si rispettano tutte le raccomandazioni del medico, possono essere ridotte al minimo.

Coagulazione laser della retina

Cause del distacco della retina

Il distacco della retina si verifica a seguito di traumi smussati, retinopatia diabetica, miopia, presenza di tumori intraoculari e malnutrizione della retina in lesioni infiammatorie (retinite, corioretinite). Come risultato di queste malattie, si verifica uno stiramento della retina, compaiono lacune attraverso le quali il fluido vitreo penetra e si accumula sotto la membrana reticolare. Il distacco dalla coroide porta a una riduzione dell'apporto di sangue alla retina.

Indicazioni per la coagulazione

La coagulazione retinica è prescritta per eliminare le seguenti malattie:

  • retinopatia dovuta a ipertensione o diabete;
  • cambiamenti vascolari distrofici;
  • angiomatosi (eccessiva proliferazione dei vasi sanguigni);
  • distrofia maculare progressiva legata all'età;
  • alcuni tipi di tumori;
  • trombosi della vena retinica principale;
  • distacco parziale e rottura della retina.

Controindicazioni


Nonostante la minima invasività del metodo, ci sono limitazioni all'implementazione, come ad esempio:

  • cambiamento e torbidità dell'occhio;
  • grave emorragia nel fondo;
  • gradi gravi di gliosi (annebbiamento del corpo vitreo);
  • proliferazione di navi dell'iride;
  • bassa acuità visiva con un valore di 0,1 diottrie.

Vantaggi del metodo

L'uso di un laser consente di rafforzare la retina in modo senza contatto, senza sangue e senza dolore. Per l'operazione non è richiesto di essere molto tempo in ospedale, dal momento che la coagulazione viene eseguita in regime ambulatoriale e dura 20-30 minuti. La procedura viene eseguita in anestesia locale, che consente di evitare molte complicazioni dell'anestesia generale e di applicare il metodo a qualsiasi età. A seconda delle indicazioni, viene eseguita la coagulazione laser restrittiva o terapeutica periferica. La coagulazione laser restrittiva della retina è prescritta a scopo profilattico, per prevenire il distacco della retina, per le persone che soffrono di miopia di grado medio-alto.

Questo metodo è particolarmente raccomandato durante la gravidanza. Dal momento che il parto naturale esercita un enorme carico sul corpo, la presenza di cambiamenti nei vasi del fondo oculare, un grave grado di miopia, può provocare una brusca diminuzione della vista dopo la nascita. Le donne incinte dovrebbero essere esaminate da un oftalmologo nel primo trimestre, secondo le indicazioni, è prescritta un'operazione, che può essere eseguita prima delle 35 settimane di gravidanza. Questa procedura preventiva aiuta a rafforzare le aree della retina diradate, aiuta ad aumentare l'afflusso di sangue e la nutrizione delle aree colpite, previene lo sviluppo di complicanze.

Fasi di coagulazione laser

Prima di iniziare la procedura, le gocce vengono sepolte nell'occhio per la dilatazione della pupilla e l'anestesia locale. Quindi la testa viene fissata al dispositivo con un obiettivo a tre specchi, che viene alimentato direttamente alla parete anteriore dell'occhio per un contatto completo. Con l'aiuto di mirare e cauterizzare il laser puntato su un punto patologico, viene eseguita la cauterizzazione. Quando si esegue la procedura, il paziente deve guardare avanti e non muovere l'occhio.

Sotto l'influenza di un laser, c'è un forte aumento della temperatura insieme all'esposizione, che causa la coagulazione, l'adesione della retina alla coroide e il graduale ripristino del normale flusso sanguigno. Con le rotture retiniche, il laser consente di incollare insieme frammenti del guscio interno. Il paziente non avverte dolore durante la procedura, ma può sentire la pressione dall'obiettivo e vedere la luce proveniente dal raggio laser.

Periodo postoperatorio

È possibile valutare l'efficacia dell'operazione eseguita solo dopo 14 giorni, questo tempo è dedicato alla completa guarigione dei coagulanti e alla formazione di forti aderenze corioretiniche. Per evitare complicazioni nel paziente postoperatorio, si raccomanda di:

  • abbandonare temporaneamente gli sport, non sollevare pesi;
  • Non affaticare gli occhi per molto tempo lavorando al computer, leggendo, guardando la TV;
  • indossare occhiali da sole;
  • evitare qualsiasi lesione alla testa e soprattutto all'occhio;
  • persone che soffrono di ipertensione, per controllare la pressione sanguigna;
  • i pazienti con diabete devono mantenere livelli ottimali di zucchero nel sangue.

I primi sei mesi devono essere visitati mensilmente da un oftalmologo per gli esami preventivi. Quindi sottoporsi all'osservazione dispensaria una volta ogni 6-12 mesi.

complicazioni

Dopo la coagulazione laser possono apparire alcune delle complicazioni:

  1. Edema corneale - si verifica poco dopo l'intervento chirurgico ed è accompagnato da una diminuzione dell'acuità visiva, dopo aver ridotto l'edema, la visione è ripristinata.
  2. La deformazione del contorno della pupilla come risultato della formazione della sinechia posteriore si verifica quando viene applicata una grande quantità di coagulante.
  3. L'esposizione laser alla lente può innescare lo sviluppo della cataratta.
  4. Visione notturna ridotta, comparsa di macchie scure nel campo visivo.
  5. Aumento della pressione intraoculare a seguito di gonfiore del corpo ciliare e chiusura dell'angolo della camera anteriore.

L'applicazione scorretta dei coagulanti in rari casi può portare alla comparsa di emorragie nella retina, compromissione del nervo ottico, distacco del vitreo. A volte, quando è necessaria la coagulazione della vasta area della retina, la procedura viene eseguita in più fasi per prevenire complicanze.

Coagulazione laser della retina: prezzo, periodo post-operatorio, effetti

La coagulazione laser è un trattamento professionale senza contatto della retina. Il metodo consente di ottenere risultati positivi nel diradamento centrale e periferico della retina, delle lesioni vascolari e della presenza di tumori.

La coagulazione laser previene un ulteriore distacco e lacerazione della retina, una buona prevenzione dei possibili cambiamenti patologici nel fondo e nelle neoplasie. Questa procedura è l'unico trattamento per la miopia e la retinopatia diabetica, la distrofia retinica correlata all'età, la trombosi, l'angiomatosi e altri cambiamenti progressivi degenerativi.

Cos'è?

Il rafforzamento della retina viene eseguito utilizzando un apparecchio speciale: un coagulatore laser.

L'uso di un laser consente la manipolazione del sangue senza intoppi e confortevole per il paziente, inoltre esegue l'anestesia locale.

La tecnica di trattamento si basa sulla corretta applicazione di un laser ad argon. La coagulazione si ottiene localmente cauterizzando la coroide della retina usando un fascio di hardware.

Grazie a una lente speciale, la radiazione laser penetra in profondità nel bulbo oculare, raggiungendo aree della retina difficili da raggiungere e limitate.

La qualità del risultato dipende in gran parte dalla professionalità del chirurgo che esegue tutte le manipolazioni necessarie.

Descrizione della procedura

La coagulazione laser della retina viene eseguita su base ambulatoriale utilizzando anestesia locale a goccia sulla pupilla dilatata.

La procedura dura 20-30 minuti, durante i quali la retina oculare viene trattata con i raggi di un laser medicale a bassa frequenza. Le sensazioni dolorose sono escluse, il paziente sente solo un tocco dell'obiettivo e vede lampi di luce.

L'aumento dei tessuti danneggiati è ottenuto dall'aumento della temperatura locale sulla retina. I posti di rotture retiniche sono collegati da enzimi speciali. Dopo la coagulazione, si consiglia al paziente di rimanere sotto controllo medico per qualche tempo.

Il costo della procedura di coagulazione laser dipende dal grado di disturbi circolatori e dalla natura dei cambiamenti sulla retina.

Il prezzo medio a Mosca varia da 5.000 a 30.000 rubli, a seconda del livello della clinica e della qualità delle attrezzature utilizzate.

Le recensioni di coloro che hanno subito una coagulazione con un laser puntano al raggiungimento di un risultato positivo stabile anche nelle situazioni più difficili - con ampio distacco di retina, grave retinopatia e ipovisione. Questa tecnica ha aiutato molti durante la gravidanza - dopo la procedura, alle donne è stato permesso di parto naturale.

Vantaggi del metodo

Per ottenere un'elevata efficienza della coagulazione laser dell'occhio, il medico deve condurre uno studio approfondito della storia clinica del paziente e dello stato attuale della sua vista. Nel periodo postoperatorio, la retina è sensibile allo stress, quindi è necessario dargli il tempo di rigenerare e ripristinare completamente.

Foto prima e dopo la procedura

Vantaggi della coagulazione laser della retina:

  1. Efficienza. La procedura è semplice e rapida nel tempo, non richiede una preparazione preliminare.
  2. Disponibilità. Molte cliniche acquisiscono coagulanti laser di alta qualità, con i quali i chirurghi oftalmologici trattano.
  3. Minimi effetti collaterali. Secondo le statistiche, il 90% delle coagulazioni viene eseguito con il massimo successo ed efficienza.

Il paziente trascorre in ospedale solo un giorno, dopo di che può tornare a casa. Durante il periodo postoperatorio di recupero, è fondamentale osservare le regole e le raccomandazioni del medico.

Effetti collaterali

Gli effetti negativi della coagulazione possono verificarsi quando non vengono seguite numerose controindicazioni alla procedura laser.

  • il processo di crescita anormale dei vasi sanguigni nell'iride dell'occhio - rubeosi retinica;
  • vasta attività emorragica del fondo;
  • scarsa trasparenza dei supporti durante la manipolazione laser;
  • alto grado di distacco della retina oculare;
  • ridotta acuità visiva inferiore a 0,1 diottrie;
  • lyoses gradi 3 e 4.

Per la corretta nomina della coagulazione laser, è obbligatoria la consultazione preventiva di un retinologo qualificato. Lo specialista esamina attentamente il paziente - conduce uno studio hardware del fondo, valuta la profondità e la dimensione delle aree delle lesioni vascolari. I pazienti a rischio dovrebbero regolarmente sottoporsi a monitoraggio oftalmologico della retina.

Periodo postoperatorio

Dopo l'operazione, per diversi giorni il paziente può essere disturbato dal disagio degli occhi - sensazione di bruciore e sabbia, lacrimazione e fotofobia, visione offuscata e altri.

Il periodo di recupero dura circa 10-14 giorni, durante i quali si raccomanda l'uso di terapia anti-infiammatoria sintomatica.

  • consentire la luce solare diretta negli occhi;
  • guardare la tv;
  • lavorare al computer;
  • indossare lenti e occhiali;
  • andare in sauna;
  • fare una doccia calda;
  • succede sulla spiaggia.

Durante il periodo postoperatorio, nessuna attività fisica è vietata, durante questo periodo è necessario rilassarsi di più e monitorare la pressione. Si consiglia ai pazienti di indossare occhiali da sole scuri, mangiare bene, consumare meno liquidi e sale, smettere di bere e fumare.

La perdita della vista è una diagnosi terribile e metodi tecnologicamente avanzati e convenienti ti aiuteranno a evitare questo, uno dei quali è la coagulazione dell'occhio.

Metodo di trattamento della retina con coagulazione laser

La visione ti consente di godere appieno della bellezza del mondo circostante, di ricevere piacere estetico, di vedere i tuoi cari, di vivere pienamente. È estremamente spiacevole e offensivo perdere la vista, e questo può portare ad alcune deviazioni nelle condizioni degli occhi.

La malattia oftalmologica più pericolosa è il distacco della retina, che richiede un intervento chirurgico urgente senza garanzie del ripristino della funzione visiva.

La coagulazione laser della retina è un metodo di trattamento e prevenzione delle malattie dell'occhio associate a cambiamenti distrofici dei vasi sanguigni o alle loro rotture. Dopo anestesia locale con gocce, la procedura viene eseguita direttamente, ci vogliono 15-30 minuti.

I pazienti non avvertono sensazioni dolorose, a volte si avverte il contatto diretto della superficie oculare con la lente. L'operazione non richiede l'osservazione stazionaria: una persona può quasi immediatamente tornare a casa.

Dopo la procedura, l'effetto del flash può rimanere per un breve periodo, tuttavia, la luce si spegne entro pochi minuti.

L'essenza del metodo è la seguente: aree con vasi difettosi sono separate da coagulanti laser (coagulati a causa del tessuto ad alta temperatura) e prevengono il loro impatto negativo sulla retina in futuro.

Questo metodo è applicabile anche al distacco retinico piatto già esistente.

Indicazioni per la coagulazione

L'operazione nella maggior parte dei casi viene effettuata per eliminare i difetti vascolari e prevenire malattie oftalmiche gravi e complesse - distacco di retina.

Nominato nei seguenti casi:

  • degenerazione dei vasi della retina;
  • retinopatia ipertensiva e diabetica;
  • cambiamenti vascolari, presenza di tumori;
  • angiomatosi;
  • deterioramento correlato all'età della retina;
  • rottura dei vasi sanguigni, penetrazione del fluido vitreo sotto la retina, che minaccia con il suo distacco.

Caratteristiche dell'uso di lenti a contatto notturne per la correzione della vista con un piccolo grado di miopia.

Guarda i nostri consigli su come raccogliere occhiali da sole sportivi con diottrie.

Se c'è una piccola area di distacco, è possibile delimitare questa area usando la coagulazione laser.

A volte la procedura viene nominata dopo l'operazione per rimuovere il distacco per formare connessioni più affidabili dopo le interruzioni nell'area chirurgica.

I medici consigliano alle donne incinte di condurre un esame approfondito da parte di un oftalmologo (incluso il fondo dell'occhio) alla fine del primo trimestre di gravidanza. Se ci sono prove, il medico prescrive la coagulazione, che può essere effettuata fino a 35 settimane dopo il concepimento.

Parto naturale - stress e un carico enorme su tutto il corpo, quindi rotture o pareti deboli dei vasi sanguigni possono portare a gravi problemi alla vista in futuro. La prevenzione tempestiva è sicura e aiuterà a evitare complicazioni agli occhi.

Fasi dell'operazione

  1. Dopo l'anestesia, una lente a tre specchi viene installata sull'occhio.
  2. Con l'aiuto di un laser che crea una temperatura elevata sulla superficie trattata, i vasi o le formazioni interessati sono saldati o delimitati.

Una lente speciale fornisce piena penetrazione del flusso del laser in qualsiasi area dell'occhio e il laser stesso ha un raggio sottile che consente manipolazioni precise. Il medico controlla la procedura attraverso un microscopio.

I coagulanti che formano "punti" legano saldamente la retina con le membrane oculari adiacenti, che aiuta a ripristinare il normale apporto di sangue agli occhi. La delimitazione della zona a rischio con i coagulanti riduce al minimo il rischio di distacco di retina in quest'area.

  • prevenzione dello sviluppo di malattie che possono portare ad una diminuzione dell'acuità e completa perdita della vista;
  • l'operazione viene eseguita rapidamente e non richiede il ricovero in ospedale;
  • mancanza di perdita di sangue e dolore;
  • grado estremamente basso di infezione dell'occhio (non c'è contatto dei tessuti del bulbo oculare con lo strumento);
  • possibilità di utilizzo a qualsiasi età, oltre che incinta.

Nel diabete, gravi malattie cardiovascolari e in numerosi altri casi in cui non è possibile eseguire operazioni complesse o anestesia generale, la coagulazione laser è l'unico modo per trattare la retina.

Controindicazioni

L'operazione deve essere trasferita o esclusa nei seguenti casi:

  • grave opacizzazione e arrossamento del corpo dell'occhio (alto rischio di esposizione laser nel bulbo oculare);
  • bassa acuità visiva (meno di 0,1 diottrie), la procedura è possibile solo in casi estremamente gravi dopo un esame scrupoloso;
  • ricca di iris di vasi di nuova formazione;
  • fondo con grave emorragia;
  • 3 e 4 gradi di gliosi (annebbiamento del corpo vitreo posteriore).

L'approccio giusto e un esame approfondito ti aiuteranno a scegliere il giusto metodo di trattamento.

Con una significativa opacizzazione del corpo vitreo, viene eseguita la vitrectomia, che consente al paziente di restituire la vista.

Perché i vasi negli occhi scoppiano e come rafforzare i capillari, leggi il nostro articolo.

Possibili complicazioni

La procedura per esporre un laser a una retina può avere le seguenti spiacevoli conseguenze:

  • edema corneale a breve termine (la vista diminuisce per diversi giorni, quindi viene ripristinata la nitidezza);
  • esposizione alla lente, che può portare allo sviluppo della cataratta;
  • infiammazione dell'iride (può influenzare il laser);
  • il deterioramento della visione notturna, l'aspetto nel campo visivo delle macchie scure.

Oltre al primo oggetto (edema corneale), la probabilità di complicanze è trascurabile. Se hai bisogno di una coagulazione estesa per evitare spiacevoli conseguenze, è meglio dividere la procedura in più fasi.

Periodo postoperatorio

L'operazione per eliminare le formazioni vascolari difettose procede rapidamente e non provoca disagio al paziente. Tuttavia, l'intervento laser impone determinati doveri a una persona:

  • sport e carichi pesanti sono controindicati;
  • le lesioni alla testa e in particolare agli occhi sono estremamente indesiderabili;
  • non può sollevare pesi

Gli esperti non consigliano di apparire sotto il sole senza occhiali oscuranti, e anche di astenersi dalla guida con il trasporto, prima della formazione di forti aderenze corioretiniche.

Fino a 2 settimane, i coagulanti sono completamente guariti e cicatrizzati.

Persone con predisposizione ereditaria alle malattie degli occhi o già sofferenti, dopo aver subito lesioni agli occhi e alla testa, è consigliabile esaminare periodicamente il fondo dell'occhio.
È più opportuno rimuovere il difetto rilevato in modo tempestivo piuttosto che soffrire tutto il tempo o eseguire le operazioni più difficili.

Dopo la coagulazione laser, in particolare nel diabete mellito, sono talvolta possibili ricadute e l'emergere di nuove aree con vasi distrofici o un distacco incipiente.

Pertanto, dopo la procedura, si consiglia vivamente di visitare l'oftalmologo per un'ispezione mensile fino a sei mesi, ridurre gradualmente la frequenza delle visite a 1 volta in 3 mesi, poi 6 mesi e 1 volta all'anno.

La coagulazione laser della retina è un modo abbastanza semplice, non traumatico ed efficace per prevenire il distacco della retina. La percentuale estremamente bassa di complicazioni, la riabilitazione rapida dopo la procedura e la facile trasportabilità giustificano l'uso diffuso di questo metodo in oftalmologia.

Metodo di coagulazione laser della retina

Importante sapere! Se la visione ha cominciato a fallire, aggiungi immediatamente questo professionista alla tua dieta. Leggi di più >>

La coagulazione laser della retina è un intervento oftalmologico minimamente invasivo, che viene eseguito su base ambulatoriale e richiede poco tempo. In molti casi, questa procedura è l'unico modo per ridurre il rischio o evitare completamente il distacco della retina, nonché il successivo intervento chirurgico per ripristinare la vista. Lei ha controindicazioni. Alcune raccomandazioni dovrebbero essere seguite prima e dopo la coagulazione.

La retina consente a una persona di percepire gli oggetti visivi, la loro forma e il loro colore. Le sue patologie influenzano significativamente la visione. La coagulazione laser è il trattamento principale per le malattie retiniche nella moderna oftalmologia. In presenza di danni al laser "attacca" i bordi della zona staccata, provocando una serie di scottature microscopiche. Ciò impedisce la penetrazione del liquido oculare sotto la retina e lo sviluppo di una tale patologia come il suo distacco, dopo il quale è quasi impossibile ripristinare la vista.

Per il trattamento vengono utilizzati laser a stato solido, argon, kripton e diodo. Le tecniche standard di coagulazione laser della retina forniscono un'applicazione coerente di microburn in una singola modalità. Ci sono anche installazioni "multifocali" più moderne, che consentono di eseguire un effetto a impulsi con una doppia frequenza. Questa tecnologia viene utilizzata per eseguire un trattamento laser massiccio nella retinopatia diabetica o post-trombotica. In 2-3 sessioni di trattamento, è possibile applicare fino a 2500 micro-bruciature sulla retina, la cui dimensione media è di 0,2-0,5 mm. Per 1 secondo vengono eseguite contemporaneamente 90 ustioni laser, riducendo il tempo della procedura e il suo dolore per il paziente. Le moderne impostazioni di coagulazione consentono di "programmare" la posizione dei coaguli e visualizzarli sullo schermo del dispositivo.

A seconda della gravità della malattia, può essere necessario più di una sessione della procedura, che può essere mantenuta tra 1 e alcune settimane tra di loro. I coagulanti vengono applicati nei seguenti modi:

Scegliere i colliri!

Malysheva: "Quanto è facile ripristinare la vista, un modo comprovato è scrivere una ricetta." Per saperne di più >>

  • sul bordo della macula in diverse file;
  • lungo il confine del distacco di retina;
  • localmente in quelle aree in cui la sostanza fluorescente è traslucida dopo la sua iniezione preliminare;
  • su tutta l'area della retina.

Le indicazioni per la chirurgia sono le seguenti patologie:

  • distrofia maculare;
  • retinopatia della prematurità;
  • Malattia di Ilsa (infiammazione dei vasi della retina con emorragie ricorrenti);
  • retinopatia diabetica;
  • malattie della retina a causa di anomalie dell'ostruzione della vena centrale;
  • lesioni delle macule di varie origini;
  • neovascolarizzazione (proliferazione patologica dei vasi sanguigni) della testa del nervo ottico e della retina;
  • distacco e rottura della retina locale;
  • distrofia periferica vitreo-ortoretinica (danno alla retina, alla coroide e al corpo vitreo).

Poiché il distacco della retina è una controindicazione per il parto naturale nelle donne in gravidanza, la coagulazione laser può rafforzarla ed evitare il taglio cesareo.

Tutti i pazienti con miopia moderata e alta sono sottoposti a regolare esame da un oftalmologo e controllando lo stato della retina per i cambiamenti distrofici. Per prevenire il suo distacco, viene eseguita la coagulazione laser retinica profilattica della retina (PPLC, o coagulazione laser restrittiva, rafforzamento della retina con un laser), il cui principio non è diverso da quello medico. Le ustioni sono applicate in questo caso lungo il bordo della distrofia o area di rottura.

10-14 giorni dopo la procedura, si forma una saldatura retinica, fissandola saldamente ai tessuti circostanti. Dopo questo è necessario fare un'ispezione all'oftalmologo Se il grado di adesione è insufficiente, viene eseguita una sessione PPLK aggiuntiva. Con alta miopia, più della metà dei pazienti ha bisogno di una PPLK prima della correzione della visione laser. Questa procedura è prescritta solo per quei pazienti con distrofia o rotture retiniche. Tale rafforzamento può essere effettuato durante la gravidanza, ma non è consigliabile eseguire PPLC prima della 12a settimana e oltre il 35.

La coagulazione laser ha le seguenti controindicazioni:

  • emorragie nel fondo;
  • la crescita del tessuto fibroso lungo la superficie posteriore del corpo vitreo;
  • ridotta trasparenza dell'occhio (distruzione del corpo vitreo, cataratta, annebbiamento della cornea).

Le relative controindicazioni includono l'acuità visiva inferiore a 0,1.

La coagulazione laser viene eseguita dopo una diagnosi accurata. Immediatamente prima dell'operazione, i midriatici vengono instillati negli occhi - medicinali destinati all'espansione della pupilla e all'anestesia. Il paziente viene messo su una sedia di fronte al laser, il mento e la fronte sono applicati al telaio del dispositivo.

Un'attrezzatura speciale produce un impulso fotonico di una certa frequenza e intensità, che sono selezionati individualmente. Il medico con una lente spessa applicata all'occhio del paziente, lo dirige verso l'area danneggiata del tessuto. Quando viene applicato un raggio laser alla retina, l'energia viene convertita in calore, che causa la cauterizzazione locale e l'aspetto dei coaguli laser che impediscono la diffusione della patologia.

Durante l'operazione non può lampeggiare e fare altri movimenti. Il medico spiega in che direzione cercare il miglior accesso alle varie parti della retina e avverte l'inizio della fornitura di impulsi laser agli occhi. La coagulazione laser può causare disagio, dolore lieve e lampi di luce verde. Se le terminazioni nervose si trovano vicino alla superficie della retina, il paziente avverte sensazioni di formicolio. Il dolore dipende dalla sensibilità individuale della persona. Il numero di impulsi è determinato dal grado di danno all'occhio.

  • vista

La durata della procedura è di 5-15 minuti. Viene eseguito in anestesia locale negli adulti e in anestesia generale nei neonati. Dal momento che dopo l'operazione, può verificarsi un danno visivo, è meglio venire con un accompagnatore. Dopo la coagulazione, il paziente può procedere immediatamente alla sua attività quotidiana.

A pochi giorni prima dell'operazione, così come dopo di esso dovrebbe essere seguito le seguenti raccomandazioni:

  • evitare pesanti sforzi fisici, saltare;
  • non piegare la testa bruscamente;
  • non appendere a testa in giù;
  • non sollevare oggetti più pesanti di 5 kg;
  • tieni la testa lontana dai colpi;
  • evitare lo stress.

Le conseguenze dopo la coagulazione laser nella maggior parte dei pazienti sono le seguenti:

  • sensazione di accecamento dalla luce intensa subito dopo l'operazione (dura alcuni minuti);
  • deterioramento dell'acuità visiva nei primi giorni dopo la coagulazione laser;
  • aumento della lacrimazione;
  • sensazioni sgradevoli agli occhi, affaticamento dovuto alla pressione della lente durante la procedura;
  • mal di testa;
  • distorsioni percettive di colore che passano in pochi minuti;
  • arrossamento degli occhi.

In rari casi, sorgono complicazioni:

  • infiammazione congiuntivale;
  • edema corneale;
  • dolore severo con massicci interventi laser;
  • deterioramento dell'acuità visiva o sua completa perdita;
  • disturbi circolatori nella testa del nervo ottico;
  • deformità della pupilla;
  • aumento della pressione intraoculare;
  • emorragie nella retina e nel corpo vitreo;
  • cicatrici, che porta alla perdita della zona centrale di visione (nell'8% dei casi di complicanze);
  • visione offuscata di notte;
  • comparsa di difetti del campo visivo.

Per evitarli, è necessario seguire le raccomandazioni postin vigore del medico generico essente presente:

  • se possibile, trascorri qualche giorno a casa;
  • utilizzare gocce oculari antibiotiche per 2 settimane per prevenire lo sviluppo di processi infiammatori (Tobrex, Tobi, Bramitob e altri);
  • limitare il carico visivo per 7-10 giorni;
  • usare occhiali da sole;
  • Limitare i trattamenti dell'acqua, la vasca idromassaggio e la sauna sono controindicati.

Successivamente, è necessario almeno una volta all'anno sottoporsi a un esame da un oftalmologo.

E un po 'sui segreti.

Hai mai sofferto di problemi con EYES? A giudicare dal fatto che stai leggendo questo articolo, la vittoria non è stata dalla tua parte. E ovviamente stai ancora cercando un buon modo per ripristinare la vista!

Poi leggi cosa ne dice Elena Malysheva nella sua intervista sui modi efficaci per ripristinare la vista.

Coagulazione laser della retina, PPLC

La coagulazione laser della retina viene utilizzata nelle distrofie periferiche e centrali della retina, nelle lesioni vascolari e in alcuni tipi di tumori. Inoltre, la coagulazione laser della retina impedisce lo sviluppo di distrofie e previene il distacco della retina, efficace come prevenzione della progressione dei cambiamenti nel fondo.

Questo tipo di trattamento è l'unico e incontestato con cambiamenti sulla retina, degenerazione retinica "reticolare", distrofia ("traccia cocleare"), malattie degli occhi vascolari, come alterazioni retiniche diabetiche associate a diabete mellito, trombosi della vena centrale della retina, angiomatosi, distrofia maculare senile, patologia vascolare delle vene (AHP, trombosi).

La coagulazione laser della retina è una procedura ambulatoriale. Nel corso del trattamento, viene applicata l'anestesia locale. È facilmente tollerabile da pazienti di età diverse e non esercita alcuna pressione sul cuore, sui vasi sanguigni e su altri organi. La coagulazione laser della retina richiede circa 15-20 minuti. Dopo una breve pausa e un esame dal medico, il paziente ritorna a casa, continuando a mantenere la sua vita normale.

Il principio del trattamento con coagulazione laser si basa sul fatto che l'irradiazione laser porta ad un forte aumento della temperatura, che provoca la coagulazione (coagulazione) del tessuto. A causa di ciò, l'operazione è esangue. Il laser ha una precisione molto elevata e viene utilizzato per creare aderenze tra la retina e l'involucro vascolare. Nel corso della coagulazione laser, una lente speciale viene posizionata sull'occhio del paziente. Permette alle radiazioni di penetrare completamente nell'occhio. Il chirurgo ha la capacità di controllare il corso dell'operazione attraverso un microscopio.

Vantaggi della coagulazione laser

  • Rafforzando la retina con un laser si evita l'apertura del bulbo oculare e si verifica senza contatto, che elimina la possibilità di infezione.
  • A causa delle caratteristiche speciali del trattamento laser, l'intervento è esangue.
  • Tale trattamento non richiede anestesia generale, il che significa che il corpo evita stress inutili.
  • Il trattamento laser avviene nella modalità "un giorno", non esiste un periodo di recupero di per sé.

Coagulazione retinica retinica laser periferica

La coagulazione periferica del laser della profilassi della retina è una procedura per rafforzare la zona periferica della retina, finalizzata a prevenire il verificarsi del distacco della retina. La distrofia retinica spesso porta a micro-break in queste aree e alla comparsa del distacco della retina, che è difficile da trattare e può portare a una perdita della vista irreversibile. PPLK aiuta a prevenire il distacco della retina, preservando così la vista.

Il metodo di coagulazione del laser profilattico periferico si basa sul trattamento laser delle aree diluite della retina. Con l'aiuto della radiazione laser, viene eseguito il cosiddetto "paring" della retina in punti deboli e le aderenze ai tessuti sottostanti si formano attorno agli spazi vuoti.

L'obiettivo principale del PPLC è la prevenzione: ridurre il rischio di complicanze e non migliorare la vista. Come esattamente la visione sarà dopo l'intervento chirurgico dipende in gran parte se ci sono malattie concomitanti dell'occhio che influenzano la capacità di vedere bene.

PPLK migliora la circolazione sanguigna, aumenta la velocità del flusso sanguigno, migliora la nutrizione dell'area interessata della retina, previene la penetrazione di liquidi sotto la retina e, di conseguenza, la sua esfoliazione.

Questa procedura viene eseguita per 1 sessione, senza ricovero ospedaliero e nella modalità "un giorno", in anestesia locale a goccia. Lo stesso giorno, il paziente ritorna a casa, continuando a condurre il suo solito stile di vita.

Indicazioni per PPLC

Secondo le statistiche dei chirurghi oculistici, circa il 60% dei pazienti deve rafforzare la retina prima di eseguire la correzione della visione laser. Il metodo PPLC è stato usato in medicina per più di 40 anni e ora gli oftalmologi non hanno idea di come fare a meno di questo metodo unico.

La distrofia periferica della retina è una delle principali cause di rigetto nelle donne in gravidanza durante il parto naturale e le raccomandazioni per il taglio cesareo. Con livelli medi e alti di miopia, la retina è diluita e tesa. A questo proposito, il rischio di rottura e distacco della retina durante gli aumenti del parto.

Tuttavia, ora questo problema viene risolto rinforzando la retina prima del parto usando il metodo PPLC. Dopo tale procedura, la retina viene rinforzata, la tensione e il distacco vengono preservati. Una procedura PPLC eseguita tempestivamente offre alle donne con un problema retina la possibilità di una risoluzione radio indipendente. I medici raccomandano la coagulazione del laser profilattico periferico prima della 35a settimana di gravidanza.

Google+ Linkedin Pinterest