I sintomi della cheratite, la prevenzione e il regime di trattamento

La cheratite è chiamata il processo infiammatorio della cornea. Questa malattia colpisce la parte anteriore del bulbo oculare più spesso e alla fine provoca disabilità visive nell'uomo. Se una persona sviluppa cheratite, i sintomi di questa malattia si verificano a seguito di infezioni. Questa potrebbe essere un'infezione di origine virale, microbica e fungina.

Inoltre, questa malattia è spesso il risultato di danni termici, meccanici, chimici, nonché il risultato di una violazione dell'innervazione della cornea. La cheratite può anche svilupparsi in persone che soffrono di disturbi metabolici, manifestazioni allergiche, ipersecrezione delle ghiandole di Meibomio. Tuttavia, in alcuni casi esiste un'eziologia inspiegabile.

Cos'è?

Cheratite - infiammazione della cornea dell'occhio, manifestata principalmente dal suo annebbiamento, ulcerazione, dolore e arrossamento dell'occhio. Può essere di origine traumatica o infettiva (influenza, tubercolosi, ecc.).

Lacerazione osservata, fotofobia, blefarospasmo, ridotta trasparenza e lucentezza della cornea, seguita da ulcerazione e sviluppo di gravi complicanze. L'esito possibile della cheratite è un pugno nell'occhio, una diminuzione della vista.

cause di

Le cause della cheratite sono molte. Sono di natura esogena ed endogena. A volte non è possibile scoprire la causa di questa malattia.

Le cause endogene (azione dall'interno) includono:

  • violazione dell'innervazione;
  • disordini metabolici;
  • rottura delle ghiandole lacrimali;
  • malattie delle palpebre e della congiuntiva;
  • beri-beri;
  • le allergie;
  • virus (herpes);
  • erosione corneale;
  • lagoftalmo (chiusura incompleta delle palpebre).

Le ragioni esogene (azione dall'esterno) includono:

  • infezioni (tubercolosi, cheratite sifilitica);
  • lesioni fungine;
  • batteri (staphylococcus, bastone pyocyanic);
  • danno meccanico;
  • esposizione chimica;
  • effetti termici;
  • lenti a contatto;

La cheratite è una malattia professionale dei saldatori: quando lavorano, i loro occhi sono esposti a radiazioni UV artificiali, che spesso diventano la causa della malattia. Con un trattamento tempestivo e opportunamente selezionato, l'esito della malattia è abbastanza favorevole, ma nei casi più avanzati si può sviluppare una persistente riduzione irreversibile della vista, inclusa la cecità.

classificazione

Questi tipi di malattie si distinguono:

  • Cheratite batterica L'infezione batterica della cornea può verificarsi a seguito di lesioni o uso di lenti a contatto. Di regola, la cheratite batterica è causata da batteri come Staphylococcus aureus e Pseudomonas aeruginosa (spesso in quelli che portano lenti a contatto).
  • Cheratocongiuntivite primaverile. La causa dell'infiammazione e dell'ulcerazione della cornea è una grave reazione allergica.

L'infezione amebica (cheratite amebica) è una delle infezioni più gravi che causano la cheratite batterica. Di solito si verifica nelle persone che indossano lenti a contatto. Di regola, la malattia causa la più semplice Acanthamoeba. A lungo termine, la cheratite amebica può portare alla cecità.

  • Cheratite virale Causato da virus, nel 70% dei casi di virus herpes simplex o herpes zoster (Herpes zoster).
  • Cheratite fungina Causato da funghi parassiti. La malattia è accompagnata da una grave sindrome corneale, dolore e iperemia mista dell'occhio. In questo tipo di cheratite, sia la superficie e gli strati profondi della ulcera cornea, fino alla sua perforazione. La coroide è spesso coinvolta nel processo infiammatorio. Spesso, la cheratite fungina porta alla comparsa di una cataratta e una significativa riduzione della vista. La diagnosi di cheratite fungina è spesso difficile, portando a errori di trattamento.

Dopo che la cheratite erpetica spesso rimane la cosiddetta "ulcera dendritica", la malattia può essere ricorrente in natura. La cheratite erpetica può essere superficiale o profonda. La forma superficiale ha la forma di nuvola di punti, scorre senza una clinica pronunciata - questa forma è rara. Forme profonde afferrano gli strati interni della cornea, accompagnati da un'estesa ulcera e dalla formazione di un ruvido glaucoma.

  • Cheratite oncocercica Le reazioni allergiche svolgono il ruolo principale nello sviluppo della cheratite da oncocercosi. Ci sono lesioni dell'occhio anteriore e posteriore. Il processo essudativo-proliferativo termina con la sclerosi delle membrane oculari.

Un primo segno di cheratite da oncocercosi è la sindrome corneale congiuntivale: prurito, lacrimazione, fotofobia, blefarospasmo. L'iperemia e l'edema della congiuntiva con la formazione di un cuscino attorno al limbus (limbit) sono caratteristici. Spesso questa malattia porta a una significativa riduzione della vista o cecità.

  • Fotokeratite - infiammazione della cornea, risultante da ustioni della cornea e della congiuntiva a seguito di una intensa esposizione alla radiazione ultravioletta (naturale - con una lunga permanenza al sole, o artificiale - dalla saldatrice).
  • Ulcera corneale strisciante. Si verifica più spesso dopo lesioni superficiali della cornea da piccoli corpi estranei. Lo sviluppo del processo contribuisce alla dacriocistite (infiammazione purulenta del sacco lacrimale). Il flusso è solitamente pesante. In assenza di trattamento tempestivo, sono possibili complicanze fino alla perforazione della cornea.
  • Cheratite non ulcerosa. In questa forma, c'è un gonfiore dell'epitelio senza ulcerazione della cornea. Di norma, si verifica a causa dell'ingresso di batteri gram-negativi nell'occhio (il più delle volte attraverso le lenti a contatto).

Sintomi della cheratite, foto

La malattia inizia a manifestarsi con dolore nell'occhio affetto. Tra i primi sintomi della cheratite (vedi foto) - lacrimazione, fotofobia, visione offuscata. Questo è accompagnato da contrazioni involontarie dei muscoli degli occhi, dilatazione dei vasi del bulbo oculare. Se l'infiltrato si trova negli strati frontali della cornea, i vasi superficiali di colore rosso vivo si sviluppano sotto forma di un albero ramificato.

I vasi profondi si sviluppano da vasi episclerali, sono più scuri e hanno la forma di brevi rami retti - "spazzole" o "scope". La cornea perde sensibilità, un'ulcera si sviluppa su di esso a causa della localizzazione di infiltrati di varie dimensioni e forme. Il colore dell'infiltrato può essere grigio se sono presenti cellule linfoidi e giallo, se la causa dell'infiltrazione è l'accumulo di leucociti. La cornea si gonfia e diventa torbida. Di solito, la cheratite è accompagnata da malattie come l'infiammazione dell'iride, la congiuntiva e la sclera.

Per la corretta diagnosi della cheratite si fa infiltrare il raschiamento, in cui l'esame microscopico determina la microflora patogena. Poiché nella maggior parte dei casi la cheratite è una malattia concomitante di altri organi, vengono condotti vari test generali e di laboratorio e viene condotto uno studio approfondito dei risultati. Si consiglia di condurre biomicroscopia oculare utilizzando una lampada a fessura.

diagnostica

La diagnosi di cheratite e il suo aspetto sono stabiliti sulla base delle caratteristiche del quadro clinico e dei dati sull'anamnesi. Il principale metodo di ricerca per la cheratite è un'ispezione con lampada a fessura - biomicroscopia oculare, che può essere utilizzata per determinare la dimensione dell'infiltrato, la profondità e la natura della lesione.

Per confermare l'ulcerazione, viene utilizzato un campione con fluoresceina - durante l'instillazione nel sacco congiuntivale di una soluzione all'1% di fluoresceina, l'area dell'ulcerazione è colorata in verde.

La ricerca batteriologica svolge un ruolo importante nel determinare le tattiche di trattamento. Il materiale viene prelevato dai bordi e dal fondo dell'ulcera, quindi viene seminato su appropriati terreni, viene determinato il tipo di agente patogeno e la sua sensibilità agli antibiotici.

Come trattare la cheratite?

Un regime di trattamento della cheratite efficace dovrebbe includere la terapia locale e generale, il più delle volte viene eseguita in un ospedale. Forse trattamento ambulatoriale sotto la supervisione di un medico e soggetto a tutte le raccomandazioni, ma solo se l'infiammazione è superficiale. L'automedicazione porta a complicazioni.

Comune a tutte le cheratiti:

  • antibiotici interni o parenterali, farmaci antivirali e antimicotici, a seconda del tipo e della sensibilità,
  • terapia di disintossicazione (reosorbilact 200.0 per flebo endovenoso),
  • terapia di desensibilizzazione (il gluconato di calcio al 10% è aggiunto al contagocce),
  • Multivitaminici 1 compressa 1-2 volte al giorno.

Trattamento locale della cheratite:

  • Se l'epitelio non è danneggiato, le gocce contenenti ormoni (Oftan-Dexamethasone, Maxidex) vengono instillate 2 volte al giorno.
  • Instillazione di disinfettanti (sulfacil sodico 20%, miramistina) e antibatterici (Floxal, Tobrex, Oftakviks) prima ogni 2 ore, poi 4 volte al giorno.
  • Gocce antinfiammatorie (Naklof, Indokollir) ogni 4-6 ore.
  • Per cheratite virale, gocce contenenti interferone (Okoferon) 5 volte al giorno o Oftan-go (prima ogni ora, riducendo la dose fino a 3 volte al giorno).
  • Buon effetto da iniezioni sottocongiuntivali (midriatiche - mezaton) e parabulbar (antibiotici - gentamicina, cefazolina e ormoni - dexon).
  • Midriatici (dilata la pupilla per prevenire la formazione di aderenze) - tropicamide, mezaton, atropina. Deve esserci un intervallo di almeno 5-10 minuti tra l'instillazione di gocce diverse.
  • Unguento Zovirax 5 volte al giorno per cheratite erpetica. In caso di cheratite erpetica, prendono anche aciclovir per via orale 200 mg 5 volte al giorno per 7-10 giorni.
  • Korneregel 2-3 volte al giorno aiuta ad accelerare l'epitelizzazione corneale.
  • Se il tratto lacrimale è infetto, viene lavato giornalmente con una soluzione allo 0,25% di levomicetina, 0,01% di Miramistina o furacilina 1: 5000.

Per accelerare l'epitelizzazione e il riassorbimento delle cicatrici, viene prescritta la fisioterapia: elettrofonoforesi, magnetoterapia.

Con un lungo corso di cheratite erpetica, è possibile utilizzare tali metodi di trattamento come crioterapia, coagulazione laser o diatermocoagulazione delle aree danneggiate.

Terapia dietetica raccomandata con un alto contenuto di proteine, vitamine e minerali, restrizione di grassi e carboidrati.

prevenzione

Per prevenire la manifestazione di questa malattia, è importante prevenire le lesioni agli occhi, trattare tempestivamente congiuntivite, blefarite, dacriocistite e anche malattie comuni che predispongono allo sviluppo della cheratite.

Quando si lavora, pericoloso dal punto di vista di lesioni agli occhi, si consiglia di indossare occhiali speciali per la protezione. Se una persona usa le lenti a contatto, deve seguire rigorosamente tutte le regole d'igiene. Non permettere ustioni alla mucosa degli occhi e alla cornea. Se il paziente mostra solo i primi segni di cheratite, è importante consultare immediatamente un medico e seguire scrupolosamente le sue istruzioni.

Infiammazione della cornea o cheratite: trattamento e prevenzione di ogni tipo di malattia

La cheratite è una delle malattie oftalmiche comuni, che si manifesta nell'infiammazione della cornea.

Il più delle volte, la cheratite si verifica a causa di danni agli organi della vista da batteri o infezioni, meno spesso da funghi.

Inoltre, la malattia può verificarsi a causa di varie lesioni dell'occhio.

Cheratite dell'occhio e dei suoi sintomi

Il principale sintomo della cheratite è la comparsa di infiltrazioni (formazioni purulente composte da leucociti, secrezioni plasmatiche e liquido linfatico).

Abbastanza spesso, la cheratite dell'occhio è accompagnata dalla diffusione di processi infiammatori in profondità nella cornea, ma più spesso coprono solo il terzo superiore della cornea.

In una forma trascurata, questo strato della cornea comincia a spegnersi e su di esso si formano ascessi, cicatrici e piaghe.

I sintomi principali includono:

  • paura della luce intensa;
  • lacrimazione;
  • dolore nell'occhio affetto;
  • visione offuscata;
  • possibili mal di testa dagli occhi irritati;
  • chiusura involontaria delle palpebre (blefarospasmo);
  • diminuzione della sensibilità corneale (se la causa della malattia è una lesione).

Trattamento di cheratite di diversi tipi

Esistono diversi tipi principali di cheratite:

  1. Viral. Nella maggior parte dei casi, è causato dal virus dell'herpes che entra nell'occhio. È caratterizzato dall'apparizione di tutti i sintomi tipici in una forma pronunciata.
  2. Batterica. Questa specie non è così evidente nelle prime fasi di sviluppo, ma è più comune, specialmente tra coloro che usano le lenti a contatto (a causa della non conformità con le misure preventive e l'igiene).
  3. Fungine. Una delle forme più pericolose in cui vi è perforazione e ulcerazione della cornea.
  4. Amebica. Chiamato dal più semplice organismo Acanthamoeba e richiede un trattamento immediato, come nella sua forma avanzata può portare alla perdita della vista. È caratterizzato da una grande quantità di infiltrazioni.
  5. Inoltre, una grande quantità di infiltrazione è osservata con cheratite purulenta. Il trattamento di questo tipo di malattia è lungo e severo, tutti i sintomi della malattia appaiono più chiaramente.

A volte l'infiammazione della cornea si verifica a causa dell'esposizione alla luce solare. Questa fotocheratite, in cui la secrezione purulenta può essere presente in piccole quantità.

Trattamento della cheratite erpetica

Fondamentalmente, il trattamento di questa forma si verifica in un ospedale, in quanto queste procedure richiedono il monitoraggio da parte dei medici.

I farmaci di natura antivirale (Valaciclovir, Aciclovir, Idoxuridine) sono comunemente usati.

La cheratite erpetica viene trattata mediante elettroforesi. Sotto l'azione della corrente, i processi di distruzione corneale vengono fermati. La procedura viene eseguita in diverse sessioni fino a quando un nuovo strato di epitelio appare sulla cornea.

Trattamento della cheratite virale

In questi casi, il trattamento mira a eliminare il virus che causa processi infiammatori. Viene utilizzata una terapia complessa antibatterica e antivirale. La base del trattamento è l'instillazione di gocce antivirali nell'occhio affetto, così come le iniezioni, alcuni tipi di farmaci sono assunti per via orale dai pazienti.

La cheratite virale viene trattata con i seguenti farmaci: gatifloxacina, ofloxacina, levofloxacina, moxifloxacina.

Trattamento della cheratite fungina

La cheratite fungina è causata dalla microflora patogena, che in determinate condizioni porta allo sviluppo di processi infiammatori.

In una fase precoce, una tale malattia può essere asintomatica, ma se si perde l'opportunità di trattare la cheratite subito, potrebbe esserci il rischio di perdita della vista.

I seguenti farmaci antifungini sono usati nel trattamento di questa malattia:

  • Amfotericina B;
  • polieni;
  • natamicina;
  • imidazoli;
  • triazoli;
  • fluconazolo o ketoconazolo (per uso interno).

Trattamento della cheratite batterica

Questa malattia si diffonde più velocemente di altre forme e pertanto richiede un trattamento intensivo in ospedale. Viene utilizzata la terapia antibatterica, in cui vengono utilizzati farmaci del gruppo di aminoglicosidi, fluorochinoloni, cefalosporine.

Inoltre, vengono utilizzati farmaci antinfiammatori non steroidei e antisettici. Alcuni farmaci vengono iniettati per iniezione sotto il bulbo oculare.

Trattamento della cheratite marginale

La cheratite regionale viene trattata con antibiotici e collirio idratante.

Nel caso di una malattia dovuta all'entrata di un corpo estraneo nell'occhio, tale oggetto viene rimosso prima di tutto, anche prima dell'inizio delle cure mediche.
Con un'abbondante distribuzione di cheratite regionale e grave infiammazione, vengono prescritti colliri steroidei. Tali farmaci richiedono una stretta osservanza del dosaggio, quindi il trattamento è spesso sotto il controllo di un oftalmologo in condizioni di degenza.

Trattamento della cheratite akantamebnogo

Nelle fasi iniziali, la cheratite acantamica viene curata in ospedale. Vengono utilizzati farmaci come soluzione di isamide di propamidina allo 0,1%, soluzione di polihexametil biguanide allo 0,02%, Itraconazolo.

Di solito, passano diversi mesi prima di tale intervento: è necessario assicurarsi che non vi sia alcun effetto del trattamento con metodi medici.

Rimedi popolari per il trattamento della cheratite

La cheratite è una malattia che, con il giusto approccio nelle fasi iniziali, è facilmente trattata con rimedi popolari a casa.

Esistono diverse ricette popolari efficaci.

Brodo di edera eretta

Tre cucchiai di questa pianta versano 0,5 litri di acqua bollente e ne permettono l'infusione per sei ore, dopo di che il mezzo viene filtrato e la composizione finita viene utilizzata internamente tre volte al giorno (mezza tazza).

Le gocce oculari possono essere preparate dall'occhio dell'occhio: l'erba viene versata con duecento grammi di acqua (l'estratto viene preso nella quantità di un cucchiaino), dopo di che la miscela viene fatta bollire per tre minuti.

Il prodotto viene infuso e si raffredda per tre ore, dopo di che può essere instillato negli occhi (le gocce vengono instillate durante la notte, sono sufficienti tre gocce).

Decotto di fiori di trifoglio

Come comprime, è possibile utilizzare un decotto di fiori di trifoglio. Duecento grammi della pianta essiccata vengono versati con cento grammi di acqua, il mezzo viene portato ad ebollizione sul fuoco per 15 minuti.

Successivamente, lo strumento viene filtrato e deve essere raffreddato a temperatura ambiente. In questo brodo inumidire una garza o un tovagliolo di cotone: un impacco simile viene applicato agli occhi colpiti per mezz'ora al mattino e alla sera. Il trattamento viene effettuato per 14 giorni senza interruzione.

Calendula secca

Un cucchiaino di calendula essiccata viene versato con un bicchiere di acqua bollente e messo a fuoco lento per cinque minuti.

Lo strumento raffreddato viene filtrato e utilizzato per lozioni.

Devono essere applicati agli occhi per 10-15 minuti due volte al giorno.

Lo strumento viene applicato quotidianamente fino al completo recupero.

Il miele può essere mescolato con acqua in rapporto 1: 3 fino a completa dissoluzione. Il rimedio risultante viene instillato negli occhi malati al mattino e alla sera, due gocce. Inoltre, questo significa che puoi lavarti gli occhi due volte al giorno.

Un grande bulbo viene tagliato in quattro pezzi e si versano 0,5 litri di acqua bollente, quindi si mettono i piatti con questo strumento sul fuoco finché le cipolle non sono piene. Quindi lo strumento viene raffreddato a temperatura ambiente e filtrato.

Due cucchiaini di miele sono aggiunti al brodo, dopo di che la miscela viene agitata fino a quando il miele è completamente sciolto.

camomilla

Anche il trattamento con la camomilla è efficace: due cucchiai di questa pianta essiccata vengono versati con 500 ml di acqua bollente e dopo essersi raffreddati con un mezzo per lavare gli occhi infiammati tre volte al giorno.

Al momento di coricarsi, un panno immerso nel brodo viene applicato agli occhi per mezz'ora (al posto del tessuto possono essere usati panni di cotone o cotton fioc).

Prevenzione delle malattie

Il principale mezzo per prevenire la cheratite è proteggere gli occhi dagli effetti di infezioni e lesioni.

Inoltre, gli occhi devono essere protetti dalla polvere e dallo sporco, specialmente durante il lavoro fisico.

Basta usare occhiali di sicurezza.

L'ottica di protezione solare può anche servire come mezzo di prevenzione: questi occhiali devono essere usati con esposizione costante al sole.

Video utile

Da questo video imparerai di più su come curare questa malattia oftalmologica:

Non iniziare il trattamento della cheratite e trascurare i farmaci prescritti. La cheratite nelle persone in forma avanzata può portare alla distruzione della cornea, e questo spesso richiede il trapianto di questo elemento degli organi visivi.

Nonostante il fatto che non sia facile riconoscere alcuni tipi di cheratite nelle fasi iniziali, è necessario monitorare attentamente la salute dei tuoi occhi e rivolgersi agli specialisti ai primi segni di infiammazione. Questo è il caso in cui è meglio fare un errore piuttosto che non notare la malattia nel tempo.

Occhi cheratite

La cheratite dell'occhio è una malattia oftalmologica comune che è accompagnata da un'infiammazione della cornea degli organi della vista. Il pericolo di cheratite è che un decorso prolungato della malattia può compromettere la visione del paziente e portare ad un annebbiamento della cornea oculare. Secondo le statistiche, la quota di cheratite tra tutte le patologie infiammatorie oculari è del 5-6%.

cause di

Ci sono molti fattori in grado di provocare lo sviluppo della cheratite e tutti sono diversi. Ad esempio, vari fattori esterni o fisici, danni meccanici alla testa e agli organi visivi, penetrazione di microrganismi patogeni nella cornea possono causare infiammazioni della cornea. Spesso lo sviluppo della malattia porta a una reazione allergica del corpo o alla carenza di vitamine. Cheratite può anche verificarsi sullo sfondo di uso a lungo termine di alcuni potenti farmaci.

Sulla base di quanto sopra, possiamo identificare le cause più comuni di cheratite dell'occhio:

  • lo sviluppo di infezioni (fungine, batteriche, virali o protozoi);
  • penetrazione del corpo alieno nella congiuntiva;
  • impatto negativo sulla cornea di una fonte di luce molto luminosa. Di regola, questo succede con i saldatori;
  • mancato rispetto dell'igiene personale quando si indossano lenti a contatto;
  • danno meccanico alla cornea a causa di lesioni;
  • sviluppo della sindrome dell'occhio secco, in cui gli organi della vista del paziente perdono la capacità di produrre una lacrima naturale.

Suggerimento: Non è sempre possibile per i medici determinare la causa esatta dello sviluppo della cheratite. In tali casi, anche le procedure diagnostiche eseguite con l'uso di moderne apparecchiature mediche non consentono ai medici di determinare in modo affidabile la causa.

Forme della malattia

Esistono diversi tipi di cheratite dell'occhio, che differiscono tra loro per le loro cause e caratteristiche. Tipi di cheratite:

  • superficiale;
  • fungine;
  • eretico virale;
  • batterica;
  • virale (comune).

Tutti questi tipi di patologia possono essere profondi o superficiali. Ora considera ciascuno di loro separatamente.

superficie

Di norma, l'aspetto superficiale della cheratite si sviluppa sullo sfondo dell'infiammazione della mucosa degli occhi o delle palpebre del paziente e agisce come una complicazione di queste malattie. In rari casi, la cheratite superficiale si verifica con lo sviluppo di meibomite - una malattia oftalmologica acuta, accompagnata da infiammazione delle ghiandole di Meibomio, che sono nello spessore di un secolo. Di solito questa forma è abbastanza difficile da trattare.

fungine

Molto spesso, questa forma di cheratite si verifica a seguito dell'uso a lungo termine di potenti farmaci che appartengono al gruppo delle penicilline. Lo sviluppo di patologie può indicare arrossamento dell'occhio del paziente, comparsa di dolore acuto, ecc. Ignorare questi segni può portare a una diminuzione dell'acuità visiva o alla comparsa di un pugno nell'occhio.

Herpes virale

Questo tipo di cheratite nelle persone viene anche chiamato albero. La ragione principale del suo sviluppo è il virus dell'herpes, che ha contagiato tutte le persone sul pianeta, ma solo dopo l'attivazione del virus, il paziente sviluppa sintomi. La patologia colpisce la maggior parte degli strati della cornea del paziente, che richiede un trattamento lungo e complesso. Secondo le statistiche, tra tutte le lesioni dell'occhio erpetico, la cheratite da herpes è diagnosticata in quasi l'80% dei pazienti. Di norma, la malattia colpisce gli organi visivi di persone di 5 anni.

Cheratite erpetica primaria

batterico

Lo sviluppo della forma batterica della cheratite è influenzato da microrganismi patogeni, in particolare i batteri della spirocheta pallida, la pylori della pidosi e lo stafilococco aureo. Ma oltre ai batteri, una banale inosservanza dell'igiene personale può portare al verificarsi di patologie. Prima di tutto, riguarda le persone che indossano lenti a contatto.

globale

Un altro tipo di infiammazione della cornea, noto come cheratite virale. Ci sono molti fattori diversi che contribuiscono al suo sviluppo. I più comuni sono una diminuzione del sistema immunitario del paziente e l'infezione da adenovirus, che si verifica più spesso con ODS, morbillo o varicella.

Sintomi caratteristici

Indipendentemente dalla forma o dalla causa dello sviluppo, la cheratite ha sintomi standard che si verificano in tutti i pazienti. Questi includono:

  • sensibilizzazione della cornea (quelle aree che non sono state danneggiate);

Sintomi soggettivi di cheratite

  • ulcere corneali;
  • ridotta acuità visiva o altri problemi agli occhi;
  • il pus o il muco inizia a fluire dal sacco congiuntivale;
  • arrossamento del guscio oculare (iperemia);
  • opacizzazione corneale (può essere superficiale o grossolana);
  • lo sviluppo della sindrome corneale, che è accompagnata da dolore nell'occhio colpito, spasmodica spremitura delle palpebre e aumento della lacrimazione.

Ulteriori segni di cheratite

La cheratite è una malattia grave che non può essere ignorata o lanciata in alcun modo, in quanto ciò può portare a gravi complicazioni. Se notate in voi stessi o nei vostri cari l'aspetto dei sintomi di cui sopra, dovreste immediatamente cercare l'aiuto di un medico. Solo un oftalmologo qualificato, dopo aver effettuato un esame diagnostico, sarà in grado di fare una diagnosi accurata e di prescrivere il trattamento appropriato.

Funzioni diagnostiche

La diagnostica gioca un ruolo importante nel processo di trattamento, poiché se è stata eseguita in modo errato e il medico ha fatto una diagnosi sbagliata, al paziente verranno prescritti farmaci sbagliati. Questo rallenterà il processo di terapia. Pertanto, la diagnosi dovrebbe essere effettuata da uno specialista qualificato. I metodi di ricerca più comuni ed efficaci includono la biomicroscopia oculare - una procedura diagnostica con la quale è possibile determinare il grado di danno alla cornea dell'occhio. Condurre biomicroscopia consente di identificare i sintomi della cheratite oculare in una fase precoce dello sviluppo della patologia.

Inoltre, il medico può prescrivere altre procedure diagnostiche al paziente, tra cui:

  • metodo di microscopia a specchio;
  • analisi del sangue di laboratorio;
  • metodi di ricerca immunologica (condotti per identificare patogeni di patologie infettive);
  • esame citologico del tessuto epiteliale della cornea.

Sulla base dei dati ottenuti, il medico sarà in grado di fare una diagnosi accurata e di prescrivere un corso di terapia. Solo così possiamo procedere alla fase successiva sulla strada del recupero - trattamento.

Come trattare

A seconda della gravità, delle cause dello sviluppo e del tipo di malattia, il corso della terapia può variare. Ad esempio, se c'è una leggera patologia, il trattamento della cheratite dell'occhio può essere eseguito a casa, ma a condizione che durante l'intero processo il medico curante monitorerà il processo. Lo sviluppo di una forma grave della malattia richiede un trattamento in un ospedale. Per ottenere il massimo effetto, i medici prescrivono un trattamento complesso, che include l'assunzione di diversi tipi di farmaci, la fisioterapia e l'uso della medicina tradizionale. Ora su ciascuno dei metodi in modo più dettagliato.

Trattamento farmacologico

Se la causa della patologia era un virus, il medico prescrive farmaci antivirali, il più efficace dei quali è Immunoglobulin, un medicinale prodotto sotto forma di colliri. Inoltre, la terapia complessa può includere immunomodulatori, il cui compito principale è quello di rafforzare le proprietà immunitarie del paziente.

Suggerimento: La causa della cheratite può essere un herpevirus. In questo caso, il paziente non è strettamente raccomandato farmaci corticosteroidi. Altrimenti, c'è la probabilità di gravi complicazioni.

Applicazione di collirio

In rari casi, quando la terapia farmacologica è impotente, al paziente viene prescritto un intervento chirurgico di trapianto di cornea. Per prevenire possibili ricadute dopo l'intervento chirurgico, il medico introduce un vaccino antiherpetico. La terapia della forma batterica della cheratite dell'occhio consiste nel prendere farmaci antibatterici e unguenti speciali. Inoltre, se il trattamento è inefficace, può essere prescritto un intervento chirurgico.

Punti dopo trapianto di cornea

Oltre ai suddetti metodi di terapia farmacologica, il paziente può essere prescritto:

  • cheratoplastica;
  • stimolanti biogenici;
  • l'introduzione di soluzioni antisettiche;
  • blocco di novocaina, ecc.

Vale la pena notare che ci sono alcuni fattori sui quali dipende la prognosi del successo del recupero del paziente e la prevenzione di una possibile recidiva. Questi includono:

  • zona di infiltrazione (accumulo di elementi cellulari nei tessuti del corpo);
  • caratteristiche e natura dell'infiltrazione (presenza di impurità di linfa e sangue);
  • lo sviluppo di ulteriori complicanze della malattia o malattie correlate.

A condizione che le cure mediche siano fornite al paziente correttamente e in modo tempestivo, gli infiltrati risultanti vengono persi completamente. Poiché la cheratite si sviluppa negli strati profondi della cornea dell'occhio, la malattia spesso porta a un deterioramento della vista e, in rari casi, alla sua completa perdita.

Rimedi popolari

Spesso le persone usano la medicina tradizionale per integrare la terapia tradizionale. La corretta combinazione di tali metodi accelera il processo di recupero, ma se si utilizzano rimedi popolari, ciò non significa che si può rifiutare il trattamento farmacologico. Inoltre, tutte le azioni devono essere coordinate con il medico.

Tabella. Ricette della medicina tradizionale per gli occhi della cheratite.

Suggerimento: Nonostante la composizione utile di rimedi popolari e prodotti rispettosi dell'ambiente, si raccomanda di usarli per il trattamento della cheratite e di altre malattie dell'occhio solo dopo aver consultato un oculista. L'automedicazione (soprattutto se non si conosce la diagnosi esatta) può portare a gravi conseguenze.

Altri metodi

In rari casi, la cheratite può essere accompagnata da ulcerazione, che richiede un trattamento aggiuntivo:

  • cryoapplication dell'ulcera;
  • coagulazione laser;
  • diatermia;
  • elettroforesi;
  • fonoforesi.

Quando l'elettroforesi, i medici prescrivono vari dispositivi medici, tra cui enzimi, farmaci antibatterici e altri. Come supplemento alla terapia tradizionale, i medici spesso prescrivono farmaci ai pazienti che migliorano l'epitelizzazione della cornea. Di norma, tali fondi sono disponibili sotto forma di unguenti o gel. La composizione del corso terapeutico per gli occhi della cheratite può anche includere stimolanti biogenici, il cui compito principale è quello di rafforzare il sistema immunitario del paziente e normalizzare le funzioni rigenerative del corpo.

I medici, di regola, fanno ricorso a cornea di plastica alla presenza di un difetto cosmetico, una diminuzione affilata di acutezza visiva, così come nell'evento di una minaccia di perforazione. Ma se la malattia è stata identificata in modo tempestivo e il trattamento è stato prescritto correttamente, allora non è necessario ricorrere a tali metodi radicali di trattamento. Il trattamento farmacologico di solito è sufficiente.

Misure preventive

Per prevenire lo sviluppo di cheratite o altri problemi con gli organi della vista, è necessario attuare misure preventive. Prima di tutto, la prevenzione mira a salvare gli occhi da ogni tipo di lesioni e ferite, così come il trattamento tempestivo al medico se si sospetta lo sviluppo di qualsiasi malattia dell'occhio. Questo rivelerà la patologia in una fase iniziale di sviluppo, che accelererà significativamente il processo di guarigione.

Se si indossano lenti a contatto, le regole di igiene personale in questo caso devono essere rigorosamente rispettate. Cerca di evitare il contatto con vari prodotti chimici per evitare ustioni. In inverno e in primavera, devi rafforzare il tuo sistema immunitario. Questo eviterà molte malattie, inclusa la cheratite. In inverno, le infezioni virali sono piuttosto attive, perché durante questo periodo si consiglia di assumere complessi vitaminici, praticare sport e svolgere altre attività per rafforzare il sistema immunitario.

Prenditi cura della salute degli occhi, visita regolarmente un oftalmologo a scopo preventivo.

La cornea dell'occhio è una parte importante del sistema di visione, grazie alla quale una persona può vedere oggetti a diverse distanze. Se ignori i segni delle malattie degli occhi e non chiedi aiuto all'oculista in tempo, le conseguenze possono essere molto gravi, che vanno da una minorazione della funzione visiva ad una completa perdita della vista.

Cheratite agli occhi

Gli occhi di una persona, essendo in costante contatto con l'ambiente, sono spesso influenzati da fattori negativi. Di conseguenza, si sviluppano varie malattie, come la cheratite. E quindi vediamo che tipo di malattia e quanto sia pericoloso.

La cheratite dell'occhio è un'infiammazione della cornea, che porta a un annebbiamento e anche a una diminuzione dell'acuità visiva, anche alla sua completa perdita.

sintomi

I principali sintomi della malattia:

  • Opacità corneale.
  • fotofobia
  • lacrimazione
  • Dolore oculare di vari punti di forza e manifestazioni
  • Sensazione di corpo estraneo ("sabbia negli occhi")
  • Visione offuscata
  • Blefarospasmo (le palpebre si aprono con difficoltà)
  • Mal di testa sul lato dell'occhio colpito

Ma è importante notare che con questa malattia il dolore, che è la ragione principale per andare da un medico, può essere assente o manifestarsi in una fase avanzata. Qui e diagnosticata la cheratite in una forma molto trascurata, quando si forma un ascesso.

Cause di cheratite agli occhi

Le ragioni per il verificarsi della cheratite possono essere diverse. A seconda di loro, condividono:

  • Infettivo (virale, batterico, clamidico, fungino e parassitario)
  • traumatico
  • Cheratite immuno genesi
  • allergico
  • neuroparalitical
  • Cheratite causata da disturbi metabolici
  • superficie
  • Ulcera strisciante
  • Cheratite Flictena

Esaminiamoli più in dettaglio.
La cheratite virale, che si trova più spesso, è causata da virus adenovirus o herpes simplex. Può anche svilupparsi a seguito di varicella o morbillo. Questa malattia è ricorrente in natura, dal momento che è impossibile eliminare completamente il virus e, con una diminuzione dell'immunità, la cheratite ritorna di nuovo.

I principali patogeni della cheratite batterica sono la flora coccal, lo Staphylococcus aureus, la Pseudomonas aeruginosa e altri batteri che entrano nel corpo. Inoltre, il motivo del suo sviluppo potrebbe essere il solito uso di lenti.

La cheratite fungina è causata da vari tipi di funghi e si verifica in uno sfondo di ridotta immunità. Accompagnato dalla malattia ha chiaramente espresso dolore e arrossamento dell'occhio.

La cheratite traumatica si verifica dall'esposizione meccanica, termica, chimica e alle radiazioni negative.

La cheratite della genesi immunitaria comprende l'ulcera corneale corneale corrosiva, la sclerocheratite, il pemfigo corneale, la cheratocongiuntivite secca nella sindrome di Sjogren.

La cheratite allergica può verificarsi in primavera catarro, pollinosi e sviluppo neuroparalitico a causa della sconfitta del nervo trigemino. Le cause dell'infiammazione della cornea possono anche essere disturbi metabolici (diabete, carenze vitaminiche).

La cheratite superficiale si verifica a seguito di congiuntivite o altre malattie dell'occhio. Sul bordo della cornea appare una patina grigia, che poi rinasce in ferite.

L'ulcera strisciante si verifica a causa di piccoli oggetti appuntiti negli occhi ed è sempre accompagnata da suppurazione. Questa è una forma grave di questa malattia, in quanto l'ascesso penetra in profondità nell'occhio, il che aggrava notevolmente il processo di trattamento.

La cheratite critenica si verifica nelle persone con tubercolosi linfonodale. Procede e viene trattato molto duramente.

Come si sviluppa l'ambliopia nei bambini, cause e metodi di trattamento.

Puoi leggere su trattamenti efficaci per la distrofia maculare della retina in questo articolo.

Come trattare adeguatamente il secolo demodekoz, impari leggendo la pubblicazione su: https://viewangle.net/bol/demodekoz-vek/demodekoz-vek.html

Diagnosi della malattia

La cheratite viene diagnosticata solo da un oftalmologo sulla base dei risultati dell'esame e dell'analisi. Diagnosticare e prescrivere in modo indipendente un trattamento adeguato è impossibile, dal momento che ogni tipo di questa malattia viene trattato a modo suo.

Inizialmente, è necessario conoscere esattamente l'agente eziologico della cheratite, e quindi iniziare a combattere con esso. Le forme profonde di infiammazione della cornea vengono trattate solo in ospedale sotto la costante supervisione di un medico.

Trattamento della cheratite agli occhi


Il trattamento della cheratite infettiva richiede una terapia antifungina o antibatterica o antivirale, che consiste nella prescrizione di colliri, unguenti, compresse e nella somministrazione di farmaci per via endovenosa.

Nella cheratite virale, è importante rafforzare l'immunità del paziente. Pertanto, il medico prescrive un'immunoglobulina che è sepolta nel sacco congiuntivale, nonché vari immunomodulatori che vengono utilizzati per via orale e parenterale.

Inoltre, la terapia antivirale deve essere combinata con interventi microchirurgici (coagulazione laser, crioapplicazione).

La cheratite batterica tratta le sulfonamidi e gli antibiotici ad ampio spettro. Se l'agente causale è Staphylococcus aureus e Pseudomonas aeruginosa, gli antibiotici vengono somministrati per via intramuscolare, per via endovenosa e le iniezioni vengono somministrate sotto la congiuntiva.

Nel trattamento della cheratite allergica, è molto importante liberarsi dell'allergene che provoca il suo sviluppo. Altrimenti, le recidive non sono escluse. Se durante il mese la terapia non dà risultati positivi e l'acuità visiva diminuisce bruscamente, viene eseguito un trapianto di cornea.

È molto importante consultare immediatamente un medico ai primi sintomi, in quanto la cheratite tardiva può portare a cicatrici sulla cornea, riduzione dell'acuità visiva e completa cecità.

Che cosa sono gli occhi della cheratite: sintomi e metodi di trattamento

La cheratite oculare non è solo un'infiammazione corneale, ma una condizione formidabile che senza trattamento porterà alla completa cecità. I sintomi della patologia dipendono dalle cause, ma ci sono segni comuni di nosologia, per i quali un medico ambulatoriale può suggerire una diagnosi.

Solo un oftalmologo sarà in grado di effettuare una diagnosi qualificata di cheratite. La verifica viene effettuata solo con l'uso di attrezzature speciali che consentono di ispezionare i supporti ottici, per determinare il livello di pressione.

Cheratite: cos'è e quali sono i sintomi dell'infiammazione corneale

Per ragioni, si distinguono alcuni tipi di malattia:

  1. amebic;
  2. herpes;
  3. virale;
  4. fungine;
  5. batterica;
  6. Traumatico.

La cheratite amebica è una nosologia provocata dal parassita più semplice, l'ameba della famiglia Acanthamoeba. Il microrganismo vive nell'acqua di corpi idrici, fiumi, che sono fonti di approvvigionamento idrico centralizzato. Quando fa il bagno, entra negli occhi, ma in una persona sana non provoca cambiamenti patologici, poiché viene eliminato dal liquido lacrimale. In caso di violazione del processo di lacerazione, viene designata una "lacrima artificiale" per lavare corpi estranei, agenti dalla cornea e dalla congiuntiva.

La cheratite amebica si sviluppa nelle persone che indossano le lenti a contatto. Quando il colpo più semplice tra le lenti e la cornea, si verifica un processo infiammatorio.

Il meccanismo di neutralizzazione del microbo con liquido lacrimale quando si indossano lenti intraoculari non funziona. Quando si formano batteri, virus, funghi, microrganismi protozoi, si forma un'infiammazione specifica o non specifica.

Una forma allergica si verifica quando sostanze estranee che sono il fattore scatenante del meccanismo di ipersensibilità colpiscono le membrane oculari. Il decorso acuto è osservato fino a quando l'antigene estraneo rimane all'interno dell'occhio.

Una tale nosologia come la cheratite batterica è abbastanza comune. La ragione - batteri specifici e non specifici che cadono dall'ambiente esterno. Gli studi hanno identificato patogeni comuni della malattia - il bastone piocianico, lo stafilococco. I batteri provocano cambiamenti infiammatori in vari tessuti intraoculari. Nella cheratite infettiva, il trattamento con gocce antibatteriche inizia in una fase precoce.

I batteri sono residenti permanenti della pelle umana. Riducendo l'attività dell'immunità locale, gli agenti patogeni possono provocare un processo infiammatorio. La trascuratezza dell'igiene nella cura delle lenti a contatto crea la possibilità di infezione dei tessuti oculari da parte di microrganismi.

La cheratite traumatica può essere chimica, meccanica, temperatura. Il danno corneale durante la lesione è combinato con altre forme, poiché i difetti rappresentano un'opportunità per i batteri di penetrare nei tessuti.

La cheratite fungina è una patologia pericolosa che può essere curata solo con l'uso a lungo termine di farmaci antimicotici.

Quando la forma traumatica aumenta la probabilità di attaccamento di virus patogeni, batteri, funghi al sito della lesione. L'infiammazione combinata della cornea è spesso accompagnata da un profondo danneggiamento del tessuto oculare con complicazioni pronunciate (cataratta, glaucoma).

Le forme virali di cheratite provocano adeno-o enterovirus. L'attività dei patogeni può essere rintracciata sullo sfondo di raffreddori (ARVI), intossicazione intestinale.

Nei bambini, la cheratite fungina si sviluppa assumendo antibiotici per il trattamento della disbatteriosi e delle infezioni intestinali. Quando si usano agenti antibatterici, la flora saprofitica viene distrutta, il che impedisce fisiologicamente la riproduzione di tutti gli agenti patogeni.

Ustioni corneali, infezioni, lesioni, uso di lenti a contatto, ingestione di corpi estranei provocano fattori di cheratite.

Gli studi scientifici non hanno rivelato la dipendenza genetica dalla cheratite, ma in pratica le malattie degli occhi si verificano spesso nei bambini i cui genitori soffrono di glaucoma e cataratta.

Occhi di cheratite - principi di classificazione

Secondo la localizzazione di agenti infettivi emettono forme profonde e superficiali. Quest'ultima specie è acuta con abbondante lacrimazione. L'infiammazione corneale interna si verifica quando i microbi penetrano in tutti gli strati dell'occhio umano.

A seconda della classificazione, tutta la cheratite è suddivisa nelle seguenti forme:

L'ultima nosologia è accompagnata da una leggera lesione della cornea, che può scomparire da sola. La localizzazione limitata senza trattamento di qualità provoca una profonda sconfitta, ma con una forte immunità locale il corpo è in grado di affrontare la nosologia da solo.

La cheratite diffusa è una pericolosa infiammazione della cornea con un'alta probabilità di danni ai tessuti profondi. L'infiammazione endogena della cornea si verifica spesso sullo sfondo di infezioni secondarie - herpes, tubercolosi, sifilide. Anche le malattie metaboliche, i reumatismi, la formazione di anticorpi contro i propri tessuti (un processo autoimmune) contribuiscono all'infiammazione endogena della cornea.

Che cosa sono gli occhi della cheratite - sintomi comuni

Sintomi comuni di cheratite:

  • Dolore al bulbo oculare;
  • Perdita di acuità visiva;
  • Forte strappo;
  • Infiltrati, piaghe sulla mucosa dell'occhio;
  • Iperemia corneale, congiuntiva;
  • Scarico purulento e sieroso;
  • blefarospasmo;
  • Contrazione muscolare circolare;
  • Perdita di lucentezza della cornea;
  • l'erosione;
  • Perdita di trasparenza corneale.

I segni di danno al nervo trigemino si sommano ai classici sintomi della cheratite nel caso del decorso avanzato - la sensibilità tattile è persa e vi sono violazioni della contrazione del muscolo ciliare dell'occhio.

Nelle prime fasi, uno dei primi sintomi è la sensazione della presenza di un corpo estraneo nell'occhio, aumento della vascolarizzazione corneale. In alcuni pazienti può essere rintracciato il blefarospasmo. La chiusura patologica delle palpebre contribuisce a una maggiore stimolazione del nervo trigemino dovuta alla stimolazione dei recettori periferici. L'infiammazione delle membrane nervose porta a una "clinica facciale". All'esame esterno viene visualizzata l'asimmetria degli angoli della bocca, la contrazione dei singoli muscoli, la difficoltà di parlare.

Qualsiasi cheratite provoca annebbiamento della cornea. L'aumento della pressione intraoculare provoca il glaucoma.

Come viene trattata la cheratite?

Per scegliere il giusto metodo di trattamento, è necessaria una diagnosi di alta qualità. L'infiammazione del profilo ambulatorio dei medici della cornea viene spesso scambiata per congiuntivite. In assenza di consultazione con un oculista, è possibile una selezione errata di farmaci.

La cheratite allergica è accompagnata da congiuntivite, un processo infiammatorio della sclera. Se viene rilevata una tale nosologia, si consiglia una diagnosi completa:

  • Keratometry computer;
  • biomicroscopia;
  • Cultura batterica;
  • Test di instillazione;
  • topografia corneale;
  • Rimozione di citologia.

A seconda delle caratteristiche morfologiche identificate, viene prescritto un trattamento.

La forma erpetica è trattata con terapia immunostimolante, unguento aciclovirale.

Con la cheratite batterica, gli agenti antibatterici sono prescritti sotto forma di unguenti, collirio.

Analgesici sintomatici sono usati per la sindrome da dolore grave. Gli antidolorifici generali e locali sono prescritti a seconda della gravità del dolore.

La sensazione di "sabbia negli occhi" viene eliminata prendendo una lacrima artificiale.

I tipi allergici di cheratite e congiuntivite vengono trattati in modo simile. Se i regimi farmacologici non sono efficaci, la correzione laser o i mezzi microchirurgici sono razionali.

Nelle forme gravi della malattia, è raccomandata la cheratoplastica con una serie di procedure di riabilitazione. A volte sono necessarie diverse operazioni, poiché le recidive di cheratite sono possibili anche dopo la correzione laser.

Dopo l'insorgenza della cheratite deve essere abbandonato l'uso di lenti intraoculari. Gli esperti raccomandano di proteggere gli occhi dalle particelle estranee.

La cheratite profonda è una lesione infiammatoria dei tessuti interni della cornea. Questo tipo porta ad una diminuzione dell'acuità visiva, l'aspetto di un catcher.

Una corretta prevenzione in una fase precoce consente di evitare gravi complicazioni che coinvolgono la sconfitta di altri supporti ottici: la lente, la retina.

Qualsiasi danno agli occhi in presenza di virus dell'herpes nel corpo richiede la vaccinazione anti-eretica. Il sistema immunitario verrà ripristinato mediante terapia immunostimolante. La presenza di immunoglobuline antivirali nel sangue previene le forme herpetiche, adenovirali e enterovirali della malattia.

Tenere gli occhi lontani da lesioni, danni, esposizione ad ambienti chimici.

Oltre ai metodi sopra citati, il trattamento include metodi aggiuntivi:

  1. cheratoplastica;
  2. elettroforesi;
  3. Terapia antisettica;
  4. Stimolanti biogenici;
  5. Prevenzione dell'ulcerazione con farmaci conservativi.

La cheratite amebica è difficile da curare, quindi questi pazienti possono essere rintracciati grave perdita della vista e completa cecità. Un importante passo preventivo in questa nosologia è un appello tempestivo a un oftalmologo.

Rimedi popolari per gli occhi della cheratite

I rimedi popolari sono usati dopo la consultazione con un oftalmologo. La monoterapia con piante e altri mezzi non elimina completamente l'infiammazione della cornea. Effettivamente la combinazione di gocce di farmaci, unguenti con rimedi popolari.

L'olio di olivello spinoso ha un buon effetto rigenerante. Per le malattie degli occhi, si consiglia di seppellire l'olio in 1 goccia ogni ora.

La molteplicità della procedura diminuisce dopo 3 giorni. Il seguente schema: 1 goccia ogni 3 ore. L'olivello spinoso viene usato per ustioni corneali.

La combinazione di celidonia e propoli è un farmaco efficace utilizzato per migliorare la qualità della visione.

Mescolare l'estratto di propoli con succo spremuto di celidonia nel rapporto di 1 a 3. Per il trattamento deve essere instillata una miscela di 1 goccia durante la notte.

La soluzione è usata per secrezioni pungenti e purulente. Se durante la procedura vi è una sensazione di bruciore, è possibile diluire il farmaco con una miscela acquosa di propoli.

Le proprietà curative di una miscela di mummia e aloe. La pianta contiene molti ingredienti benefici. Per preparare la medicina, è necessario raccogliere erbe oltre i 3 anni.

Prendi 3 fogli di aloe, rimuovi i detriti, avvolgi la carta. Per lo stoccaggio posto in un luogo freddo (frigorifero). Dopo l'infusione, un succo viene estratto dalle foglie in una settimana, a cui viene aggiunta una piccola quantità di mummia.

Tutti i componenti sono posti in un barattolo di vetro. Per il trattamento, è sufficiente seppellire il farmaco in 1 goccia una volta al giorno. Dopo un mese, la terapia viene eseguita con una mummia pulita (non è necessario aggiungere aloe).

In ogni singolo caso, un oftalmologo seleziona un trattamento per la cheratite dell'occhio.

Google+ Linkedin Pinterest