Collirio Levomicetina: istruzioni per bambini e adulti

Le gocce di cloramfenicolo sono un farmaco antimicrobico con un ampio spettro di azione.

Si riferisce ad antibiotici topici che sono usati in oftalmologia.

Il farmaco è attivo contro batteri gram-positivi e gram-negativi e micoplasma, che ne consente l'uso nel trattamento e nella prevenzione di patologie oculari quali congiuntivite, blefarite, cheratite, ecc.

Gruppo clinico-farmacologico

Antibiotico per uso topico in oftalmologia.

Condizioni di vendita della farmacia

Viene rilasciato senza la prescrizione del medico.

Quanto costa il levomicetinum? Il prezzo medio nelle farmacie è a 25 rubli.

Rilascia forma e composizione

Le gocce di Levomicetina 0,25% sono prodotte in flaconi sterili con una capacità di 10 ml.

Il principio attivo delle gocce è il cloramfenicolo (25 mg in soluzione con una capacità di 1 ml). Le sostanze ausiliarie sono:

  • acido borico
  • acqua purificata.

Effetto farmacologico

Oftalmico cloramfenicolo - un agente antimicrobico con un'azione batteriostatica volta a sopprimere organismi gram-negativi, gram-positivi, ceppi resistenti all'azione della streptomicina, penicillina, sulfanilamide: intestinale

Insensibile ai protozoi oculari levomicetina, clostridi, pseudomonas pungenti, organismi resistenti agli acidi. Droga inefficace in relazione alla dentatura. La resistenza al farmaco si sviluppa lentamente. Dopo aver usato le gocce, c'è un'alta concentrazione di agente nell'iride.

Indicazioni per l'uso

Quando è prescritto? Le gocce di Levomicetina sono indicate per l'uso nel trattamento dei seguenti tipi di infezioni batteriche dell'occhio:

Va ricordato che il cloramfenicolo è efficace per queste infezioni causate da batteri. Se queste infezioni sono innescate da virus, funghi o altri microbi che non sono influenzati da Levomicetina, il suo uso è inefficace.

Controindicazioni

L'uso di cloramfenicolo è inaccettabile per:

  • varie malattie della pelle, tra cui eczema, lesioni fungine e psoriasi;
  • gravidanza e allattamento;
  • oppressione del sangue;
  • insufficienza renale;
  • insufficienza epatica;
  • ipersensibilità al farmaco.

La levomicetina non deve essere prescritta ai neonati e alle donne in gravidanza e in allattamento.

Il farmaco non può essere prescritto per malattie respiratorie acute, mal di gola e forme lievi di malattie infettive.

Dosaggio e modalità d'uso

Le istruzioni per l'uso indicavano: Levomitsetin collirio usato per via topica - instillato uno, due gocce nella sacca congiuntivale ogni 1-4 ore. Le gocce quadrate dovrebbero essere solo una pipetta pulita. Il ciclo di trattamento raccomandato non supera le due settimane.

Le gocce Levomitsetin hanno bisogno di seppellire, seguendo queste regole:

  1. Lavarsi le mani con acqua e sapone;
  2. Apri la bottiglia con le gocce;
  3. Se necessario, prendere una piccola quantità della soluzione nella pipetta (se non c'è contagocce sulla bottiglia);
  4. Getta indietro la testa per guardare il soffitto;
  5. Tirare la palpebra inferiore verso il lato della guancia con un dito in modo che si formi un piccolo "sacchetto" tra la superficie dell'occhio e la pelle;
  6. Metti una goccia di soluzione in questa borsa, senza toccare la superficie dell'occhio o della palpebra con la punta del flacone contagocce o della pipetta;
  7. Premere l'angolo esterno dell'occhio con il dito e non lampeggiare per 30 secondi;
  8. Se è impossibile trattenere l'ammiccamento, dovrebbe essere fatto con attenzione, cercando di impedire alla soluzione di uscire dal sacco congiuntivale;
  9. Abbassare la testa e chiudere la fiala.

Se la punta della pipetta o del contagocce della fiala ha toccato la superficie dell'occhio, delle ciglia o della palpebra mentre si fanno le gocce, questi dispositivi dovrebbero essere eliminati. Per la successiva instillazione di Levomicetina negli occhi, è necessario aprire una nuova bottiglia con un contagocce o prendere un'altra pipetta.

Effetti collaterali

La maggior parte dei pazienti può facilmente tollerare questo farmaco. Un effetto collaterale può verificarsi se:

  • il farmaco viene contemporaneamente assunto con farmaci che inibiscono la funzione ematopoietica (citostatici, sulfamidici),
  • la radioterapia è in corso.

Un frequente effetto collaterale è l'irritazione nella zona degli occhi. I suoi sintomi sono:

  • palpebra pruriginosa
  • arrossamento,
  • sensazione di bruciore
  • aumento della lacrimazione

Con l'uso prolungato di colliri può sviluppare la patologia del sistema circolatorio:

Può anche verificarsi un'infezione fungina secondaria. Con i sintomi indicati, il farmaco viene cancellato.

overdose

Il sovradosaggio è piuttosto raro, soprattutto nei neonati prematuri e nell'appuntamento di grandi dosi. Ciò è dovuto all'immaturità degli enzimi epatici e all'effetto del cloramfenicolo sul miocardio.

Il quadro clinico si manifesta con una diminuzione della temperatura corporea, respirazione irregolare, insufficienza cardiovascolare e un cambiamento nel tono della pelle al grigio bluastro. Nel 40% dei casi si osserva la morte.

La terapia sintomatica e l'emosorbimento sono prescritti come trattamento.

Istruzioni speciali

L'uso a lungo termine del collirio cloramfenicolo deve essere evitato, in quanto vi è la possibilità di ipersensibilità e l'insorgenza di microrganismi resistenti.

Alla reception dell'oculista, i pazienti devono informare il medico su:

  1. il glaucoma;
  2. Sindrome dell'occhio secco;
  3. Lesioni agli occhi precedenti;
  4. Congiuntivite precedente;
  5. Uso corrente di altri colliri o pomate per gli occhi;
  6. Chirurgia oculare o laser terapia negli ultimi 6 mesi;
  7. Durante il corso del trattamento con queste gocce non è possibile indossare lenti a contatto. Inoltre, non devono essere indossati nelle 24 ore successive al completamento del trattamento.

Le goccioline di cloramfenicolo influenzano la capacità di guidare veicoli e macchinari potenzialmente pericolosi e possono causare una visione offuscata temporanea. I pazienti non devono guidare una macchina o spostare macchinari fino al completo recupero della vista.

Interazione farmacologica

Per prevenire il rafforzamento dell'effetto inibitorio sulla formazione del sangue, l'uso concomitante con farmaci sulfa non è raccomandato.

Recensioni

Abbiamo raccolto alcune recensioni di persone che hanno usato gocce di Levomitsetin:

  1. Irina. La levomicetina è stata prescritta a mio figlio da un pediatra quando un piccolo occhio ha iniziato a infastidire il bambino. Il medico consiglia di pulire l'occhio tre volte al giorno con un tampone di cotone imbevuto di soluzione di levomicetina. Hanno fatto tutto come doveva, ma non è migliorato. Dopo diversi giorni di tormento, la medicina è stata cambiata, tutto è andato letteralmente in un giorno!
  2. Peter. Levomitsetin usato nella forma di gocce per occhio. La mia congiuntivite spesso peggiora, quindi mi hanno messo diverse gocce di droga nei miei occhi. Bene aiuta, tutti i sintomi sgradevoli (sensazione di bruciore, sabbia negli occhi, secrezione purulenta) scompaiono rapidamente. Non sento alcun effetto collaterale, il farmaco è provato ed efficace.
  3. Dasha. Trattata con gocce di congiuntivite da Levomicetina. Spesso in una brutta copia, quindi, apparentemente aveva catturato un occhio freddo, ed i suoi occhi erano molto aspri al mattino, mentre si alzava, li mangiavano. Mi faceva male più di una volta, quindi mi asciugai le foglie di tè di camomilla e le gocce gocciolanti, è un peccato che non ci siano istruzioni per le gocce, solo le iscrizioni sulla bottiglia. Dopo 3 giorni, il virus è completamente scomparso, i miei occhi si sentono meglio, anche se i miei occhi erano rossastri, per me, un trattamento efficace ed economico.

analoghi

Tra i farmaci che sono simili in linea di principio, può essere chiamato:

  1. Oftakviks. Gocce da congiuntivite batterica.
  2. Tobrex. Gocce contro le malattie degli occhi che possono essere applicate anche ai neonati.
  3. Normaks. Medicina battericida di un ampio spettro di attività. Viene anche usato per trattare l'infiammazione nelle orecchie.
  4. Sulfacetamide. Disponibile anabiotico Disponibile in diverse concentrazioni per diverse forme di malattie degli occhi.
  5. Floksal. Un altro tipo di collirio. Disponibile sotto forma di unguento.

Prima di usare analoghi, consultare il medico.

Condizioni di conservazione e durata

Immagazzinare in protetto da luce, il posto, inaccessibile per bambini, a una temperatura non al di sopra di 30 ° C. Periodo di validità - 2 anni. Dopo aver aperto la bottiglia, utilizzare la soluzione per 30 giorni.

Levomitsetinovye gocce per gli occhi: caratteristiche dell'applicazione, controindicazioni

La levomicetina è un farmaco antimicrobico. È usato in medicina per eliminare le infiammazioni batteriche. Le gocce di cloramfenicolo sono utilizzate nella pratica oftalmica per l'infiammazione della congiuntiva o della cornea. Il principale vantaggio di questo farmaco è la sua lenta dipendenza. Quali sono le caratteristiche dell'uso di gocce di cloramfenicolo?

Descrizione della droga

Le gocce di cloramfenicolo sono un farmaco antimicrobico con un ampio spettro di azione. Si riferisce agli antibiotici topici in oftalmologia. Il farmaco è attivo contro batteri gram-positivi e gram-negativi e micoplasma, che ne consente l'uso nel trattamento e nella prevenzione di patologie oculari quali congiuntivite, blefarite, cheratite, ecc.

Le gocce di Levomicetina 0,25% sono prodotte in flaconi sterili con una capacità di 10 ml. Il cloramfenicolo (25 mg in soluzione con una capacità di 1 ml) funge da ingrediente attivo delle gocce.

Le sostanze ausiliarie del farmaco sono acido borico e acqua purificata.

Azione farmacologica e gruppo

Il farmaco ha un effetto batteriostatico abbastanza forte. La levomicetina può inibire la sintesi di proteine ​​di microrganismi. La levomicetina è attiva contro molti batteri, così come alcuni ceppi resistenti alla penicillina, ai sulfonamidi e alla streptomicina.

I microrganismi resistenti agli acidi, Pseudomonas aeruginosa, clostridi e protozoi sono insensibili all'azione del farmaco. Allo stesso tempo, lo sviluppo della resistenza al cloramfenicolo è lento.

Dopo applicazione topica di gocce di cloramfenicolo, si notano elevate concentrazioni terapeutiche della sostanza nella cornea, nel corpo vitreo e nell'iride. Il farmaco non penetra nella lente dell'occhio, viene visualizzato principalmente con l'urina sotto forma di metaboliti inattivi.

Indicazioni e controindicazioni per l'uso

Le gocce di cloramfenicolo sono utilizzate nella pratica oftalmica per il trattamento di pazienti affetti da congiuntivite, cheratite e altre malattie infettive causate da microrganismi sensibili all'azione di questo antibiotico.

Lo strumento viene anche utilizzato per il trattamento di malattie infettive in caso di fallimento di altri farmaci.

Metodo di applicazione

Il medico di solito prescrive 1 goccia del farmaco in ciascun occhio 3 volte al giorno. Le gocce vengono raccolte dalla fiala con una pipetta pulita.

La durata del trattamento con gocce di cloramfenicolo è determinata da un oculista individualmente per ciascun paziente. La durata massima del corso del trattamento non deve superare 2 settimane.

Caratteristiche dell'applicazione

L'uso a lungo termine del collirio cloramfenicolo deve essere evitato, in quanto vi è la possibilità di ipersensibilità e l'insorgenza di microrganismi resistenti.

Alla reception dell'oculista, i pazienti devono informare il medico su:

  • Congiuntivite precedente;
  • il glaucoma;
  • Sindrome dell'occhio secco;
  • Chirurgia oculare o laser terapia negli ultimi 6 mesi;
  • Lesioni agli occhi precedenti;
  • Uso corrente di altri colliri o pomate per gli occhi;
  • Indossare lenti a contatto.

Durante il corso del trattamento con queste gocce non è possibile indossare lenti a contatto. Inoltre, non devono essere indossati nelle 24 ore successive al completamento del trattamento.

Le goccioline di cloramfenicolo influenzano la capacità di guidare veicoli e macchinari potenzialmente pericolosi e possono causare una visione offuscata temporanea. I pazienti non devono guidare una macchina o spostare macchinari fino al completo recupero della vista.

Controindicazioni

Le gocce di levomicetina sono controindicate nei seguenti casi:

  • Con una maggiore sensibilità individuale ai componenti del farmaco e di altri farmaci del gruppo levomicetina;
  • Pazienti affetti da psoriasi, eczema e infezioni fungine della pelle;
  • Le donne durante la gravidanza e l'allattamento al seno;
  • I bambini di età inferiore ai 4 mesi.

Possibili complicazioni causate dal farmaco

La maggior parte degli utenti normalmente tollerano questo farmaco. Le complicazioni possono verificarsi se:

  • Il farmaco viene contemporaneamente assunto con farmaci che inibiscono la funzione ematopoietica (citostatici, sulfamidici);
  • Il paziente è sottoposto a radioterapia.

L'effetto collaterale più frequente è l'irritazione degli occhi. I sintomi di tale irritazione:

  • Palpebre prurito;
  • arrossamento;
  • Sensazione di bruciore;
  • Aumento dello strappo.

Con un uso troppo prolungato di gocce di cloramfenicolo, si possono sviluppare le seguenti patologie del sistema circolatorio:

Le complicazioni gravi dal sistema ematopoietico sono associate, di regola, con l'uso di grandi dosi (più di 4 g / die) per molto tempo. Nel processo di trattamento richiede un monitoraggio sistematico del pattern di sangue periferico.

Inoltre, può verificarsi un'infezione fungina secondaria. Con tali manifestazioni, il farmaco viene cancellato.

Le gocce di Levomicetina per i bambini devono essere prese con cautela. Un bambino di questo farmaco può sperimentare:

  • diarrea;
  • vomito;
  • Diminuzione dell'emoglobina;
  • nausea;
  • Possono svilupparsi reazioni allergiche.

Nel feto e nei neonati, il fegato non è sufficientemente sviluppato per legare il cloramfenicolo, quindi il farmaco può accumularsi in concentrazioni tossiche e portare allo sviluppo della "sindrome grigia". Farmaci per lattanti prescritti solo per motivi di salute. I sintomi di questa sindrome sono: colore della pelle grigio-bluastra, bassa temperatura corporea, respiro irregolare, mancanza di reazioni, insufficienza cardiovascolare. Esito fatale: fino al 40%.

Non è raccomandato senza la necessità di utilizzare il farmaco per il trattamento e la prevenzione delle comuni infezioni, raffreddori, influenza, faringite a causa della sua elevata tossicità.

Istruzioni per l'uso

Il regime standard descritto nelle istruzioni comporta la caduta di Levomitsetina goccia a goccia nel sacco congiuntivale dell'occhio ogni 4 ore. Secondo le istruzioni, il trattamento non deve essere superiore a 2 settimane. Con una grave infiammazione, puoi gocciolare ogni ora. Il dosaggio è determinato dall'oculista, in base alle caratteristiche della malattia.

  1. Agitare la bottiglia con gocce.
  2. Tira leggermente indietro la testa e abbassa la palpebra inferiore. È meglio guardare lontano.
  3. Posizionare la fiala sopra l'occhio con l'estremità aperta verso il basso, quindi premere leggermente.
  4. Dopo aver terminato la procedura su un occhio, posiziona il dito indice sul suo angolo interno (più vicino al naso). Tenerlo premuto per alcuni minuti mentre si preme. A causa di ciò, la medicina dura più a lungo negli occhi.
  5. Prima di usare gocce di Levomicetina, rimuovere le lenti a contatto morbide.
  6. A dosi più elevate, se si verifica un danno visivo, gli occhi devono essere accuratamente risciacquati con abbondante acqua.

La durata di conservazione delle gocce di cloramfenicolo è di 2 anni. Dovrebbero essere conservati in un luogo non illuminato ad una temperatura di 8-15 ° C. Nello stato aperto la bottiglia non può essere utilizzata per più di 1 mese.

Qual è l'ernia pericolosa della palpebra inferiore, leggi qui.

video

risultati

I colliri al cloramfenicolo sono un farmaco topico antimicrobico che gli oftalmologi prescrivono ai loro pazienti in caso di danni agli organi della vista con varie infezioni. Nonostante l'ampio spettro di azione di questo agente antimicrobico, non si dovrebbero usare gocce senza previa consultazione con uno specialista (specialmente nei bambini), perché il farmaco ha una serie di controindicazioni.

Che tipo di unguento usato per trattare l'orzo dirà questo articolo, e questo materiale è completamente dedicato al problema della cecità notturna negli esseri umani.

L'uso di colliri e altre forme di cloramfenicolo

Modulo di rilascio di farmaci

Levomitsetin Dia - collirio, che sono usati come uno dei componenti del regime di trattamento per le malattie oftalmiche. Ma, oltre a questa forma di rilascio, ce ne sono altri:

  • Unguento. Ottimale se il centro della malattia si trova sulla pelle degli occhi. La composizione dell'unguento Levomicetina comprende cloramfenicolo, metiluracile e polietilene ossido 400 e 1500. L'analogo dello strumento è Levomekol unguento.
  • Collirio, che include 25 μg di principio attivo cloramfenicolo, acqua per preparazioni iniettabili e acido borico. Questa forma di levomitsetina è ottimale per il trattamento delle patologie oftalmiche nei bambini e negli adulti.
  • Compresse di levomicetina - un farmaco antimicrobico del gruppo amphenicol. principio attivo - cloramfenicolo. Questa forma di rilascio è intesa per uso sistemico, ma è usata raramente per le malattie dell'occhio. Le compresse Levomicetina è severamente vietato durante la gravidanza e durante l'allattamento.
  • La soluzione alcolica di Levomicetina contiene cloramfenicolo ed etanolo (70%). Questa forma di rilascio del farmaco è intesa esclusivamente per uso esterno e non è adatta per il trattamento degli occhi.

Unguento La levomicetina per gli occhi, come le gocce, può essere usata per trattare le malattie degli occhi, ma le compresse e la soluzione alcolica non lo sono. Pertanto, è meglio non auto-medicare, ma cercare l'aiuto di un oftalmologo.

La droga è un antibiotico?

La levomitsetina è un antibiotico o no? Sì, perché contiene cloramfenicolo, che ha un potente effetto antimicrobico.

Indicazioni e controindicazioni per l'uso

Levomitsetin 0,25 collirio ha un numero di indicazioni per l'uso. Questi includono:

Indicazioni per l'uso di unguenti sono ferite, crepe, acne, acne e altri danni alla pelle. Il suo uso è anche giustificato con ustioni di 2 e 3 gradi.

Indicazioni per l'uso di compresse: malattie infettive delle vie respiratorie, così come malattie sessualmente trasmissibili (tricomoniasi, gonorrea, clamidia, ecc.). Non ci sono altri motivi per prescrivere questa forma di droga.

Indicazioni per l'uso di una soluzione alcolica sono associate a lesioni cutanee: ulcere, ulcere, acne, brufoli, ferite e altre lesioni. Non è necessario utilizzare questa forma di farmaco per il trattamento degli occhi.

Controindicazioni

Gocce sulla base di Levomitsetina è severamente vietato utilizzare con intolleranza individuale ai loro componenti, così come eczema, psoriasi e malattie fungine della pelle.

Istruzioni speciali

Le gocce durante la gravidanza sono severamente proibite, così come il loro uso incontrollato per il trattamento degli occhi ai bambini. Inoltre, non devi metterti al volante di un veicolo a motore prima di un'ora dopo aver lasciato gli occhi.

Il cloramfenicolo durante l'allattamento non viene utilizzato in nessuna forma, poiché i suoi componenti sono in grado di penetrare nel latte materno. Se c'è bisogno di terapia con queste gocce, è meglio smettere di nutrire il bambino prima della fine del ciclo di trattamento.

Caratteristiche del farmaco

Prima di usare gocce oftalmiche, è necessario studiare attentamente le istruzioni per l'uso. Solo assicurandosi che il paziente non abbia reazioni allergiche, il medicinale può essere utilizzato per lo scopo previsto.

  • Il cloramfenicolo in congiuntivite viene utilizzato sotto forma di gocce. Modo d'uso: i farmaci compongono una pipetta pulita e seppelliscono 1 goccia in ciascun occhio. La procedura viene eseguita 3 volte al giorno. I colliri per la congiuntivite (o in presenza di altre indicazioni - cheratite, blefarite, ecc.) Devono essere usati per non più di 2 settimane.
  • La levomicetina da orzo è più conveniente da usare sotto forma di pomata, se il tumore si trova sul lato esterno del secolo. Lo strumento deve essere applicato sotto forma di medicazioni o lubrificare i punti dolenti 2-3 volte al giorno. Per un effetto più rapido, è possibile applicare gocce di Levomicetina in parallelo. In questo caso, prima di eseguire l'instillazione dell'occhio e in primo luogo il trattamento con gli unguenti.
  • L'uso di colliri viene effettuato e al calazio - l'orzo interno. In questo caso, non trattare il fuoco dell'infiammazione con l'unguento, quindi l'unica via d'uscita è quella di seppellire gli occhi, osservando la dose descritta in precedenza. L'uso di cloramfenicolo dall'orzo domestico dovrebbe durare dai 5 ai 15 giorni.

Le modalità d'uso del cloramfenicolo e la sua dose sono descritte in dettaglio nelle istruzioni per l'uso. È molto importante farne conoscenza nel caso in cui sia necessaria la terapia per i bambini al di sotto di un anno. L'uso improprio del farmaco può causare gravi danni alla salute del paziente.

Domanda per il trattamento dei bambini

È possibile usare collirio Levomitsetin per i bambini? Le proprietà antimicrobiche del farmaco e il basso rischio di effetti collaterali rendono possibile utilizzarlo nel trattamento di pazienti giovani.

  • blefarite;
  • congiuntiviti;
  • orzo;
  • infiammazione della mucosa degli occhi causata da oggetti estranei su di esso.

Le proprietà batteriostatiche del farmaco aiutano ad alleviare rapidamente prurito, arrossamento e irritazione oculare causata dall'attività della microflora patogena.

Istruzioni per il collirio Levomitsetin ne proibisce l'uso per i bambini al di sotto dei 2 anni, ma se necessario (la cui presenza può essere valutata solo da un medico) il farmaco può essere usato per i neonati. È necessario seppellire gli occhi in ogni sacco congiuntivale, una goccia 3-4 volte al giorno.

La levomitsetina da bambini si applica solo come ultima risorsa, quando non c'è altro modo di curare l'attuale patologia, ed è nominata esclusivamente da un oftalmologo o da un pediatra competente.

Trattamento neonatale

Gocce La levomicetina per i neonati viene utilizzata solo a condizione che il bambino abbia raggiunto le 4 settimane di età. Prima di questo, gli occhi dovrebbero essere trattati con piccoli brodi di piante medicinali o tè, che sopprimono bene i processi infiammatori.

Il cloramfenicolo nei bambini di età inferiore ad un anno viene prescritto al dosaggio di 1 goccia in ogni sacco congiuntivale, 3-4 volte al giorno. In questo caso, i genitori devono osservare rigorosamente la dose giornaliera di cloramfenicolo, che è stata prescritta dal medico curante. Se ha dato consigli per trattare gli occhi di un neonato 3 volte al giorno, non aumentare in modo indipendente il numero di instillazioni a 4 - questo può portare a reazioni indesiderabili.

Le gocce dovrebbero essere applicate ai bambini in conformità con alcune regole del trattamento degli occhi. Prima di tutto, il bambino dovrebbe essere in posizione supina, con la testa leggermente retratta.

È necessario inserire delicatamente una goccia del farmaco in ciascun occhio e tenere la testa con la mano, la lancetta dei secondi, l'indice, premendo leggermente sull'angolo interno dell'organo visivo. Tali azioni possono raggiungere una durata più lunga di Levomitsetina Dia nel sacco congiuntivale.

Anche se un bambino ha solo un occhio infiammato, l'instillazione dovrebbe essere eseguita in entrambi. Ciò contribuirà ad evitare la diffusione del processo patologico e contribuirà al rapido recupero del bambino.

Effetti collaterali e overdose

Se usato impropriamente o in presenza di intolleranza individuale al farmaco da parte del corpo del paziente, c'è un alto rischio di effetti collaterali. Le reazioni negative sono anche possibili con l'uso di cloramfenicolo con HBV - in questo caso, il bambino non si sentirà bene.

  • prurito agli occhi;
  • eruzione cutanea (quando si applica l'unguento);
  • occhi ardenti;
  • pronunciato rossore dell'occhio sclera;
  • lacrimazione intensa.

Overdose di chloramphenicol è un fenomeno raro, ma con l'uso prolungato del farmaco con un eccesso costante della dose giornaliera ammissibile, può verificarsi. È particolarmente importante monitorare lo stato di salute dei bambini durante il trattamento con questo farmaco.

Con un sovradosaggio del farmaco, il funzionamento del sistema di formazione del sangue viene interrotto, a seguito della quale può verificarsi lo sviluppo di leucopenia, trombopenia o anemia aplastica. Aumenta anche la probabilità di patologie fungine. Tali anomalie minacciano la salute del bambino, se si utilizza Levomicetina in HB, perché durante l'allattamento sono proibiti gli antibiotici.

Funzionalità di archiviazione e analoghi della droga

La durata di conservazione del farmaco è di 2 anni. Lo stoccaggio del farmaco deve essere effettuato in un luogo ben isolato dalla luce solare e da altre fonti di calore. Poiché il farmaco contiene un potente antibiotico, è estremamente pericoloso utilizzarlo dopo la data di scadenza.

Si tenga presente che la durata di conservazione di Levomitsetina dopo l'apertura della bottiglia è di soli 14 giorni. Il quindicesimo giorno, il farmaco diventa inadatto all'uso. Se non fosse possibile spendere l'intera bottiglia dopo l'apertura, questa dovrebbe essere scartata e, se necessario, acquistata una nuova.

analoghi

Gli analoghi più efficaci sono Tobrex, Albucid, Floxal, Sulfacil, Ophthalmoferon. Tuttavia, per il prezzo di questo particolare farmaco viene data una preferenza speciale, dal momento che è solo 10-25 rubli.

Quale è meglio - Tobrex o Levomitsetin? Se la secrezione purulenta dagli occhi, caratteristica della congiuntivite batterica, è apparsa, allora i medici raccomandano l'uso di Tobrex. Queste gocce hanno un effetto più potente, ma come il levomicetina, sono proibite durante la gravidanza e HB. Sono usati con cautela per il trattamento di bambini piccoli.

Cosa c'è di meglio - tetraciclina o levomitsetin? Gli unguenti, dai quali vengono applicati gli impacchi agli occhi, non vengono applicati tutte le volte che le gocce, ma non sono meno efficaci. Quindi, se è diventato necessario usarli, allora la Tetraciclina può essere completamente combinata con Levomicetina Dia (sotto forma di gocce). Tale combinazione darà più risultati rispetto all'uso di un farmaco specifico. Tuttavia, non si dovrebbe dimenticare che la Tetraciclina è vietata ai bambini di età inferiore a 8 anni, quindi l'unica opzione in questa situazione è l'uso di Levomicetina.

Un modo semplice per usare cloramfenicolo, basso rischio di effetti collaterali, alta efficienza: tutti questi criteri obbligano i medici e i pazienti a dare la preferenza a questo farmaco. Ma anche lui ha delle carenze che devono essere prese in considerazione per non causare danni irreparabili alla salute degli occhi, soprattutto quando si tratta un bambino.

Collirio Levomitsetina - istruzioni per l'uso. Per il trattamento di malattie infettive

Levomitsetina - antibiotico ad ampio spettro, prodotto sotto forma di collirio.

Questo rimedio efficace e poco costoso è basato sulla sostanza attiva cloramfenicolo e viene usato per trattare le malattie infettive che colpiscono la cornea e le strutture dell'occhio che giacciono più profondamente.

Collirio Levomitsetin: istruzioni per l'uso e informazioni generali

Un tale antibiotico distrugge rapidamente agenti patogeni di malattie infettive e per decine di anni rimane uno dei mezzi più comuni anche se da tempo hanno inventato farmaci più potenti simili.

Azione farmacologica

Lo strumento combatte le infezioni batteriche che colpiscono diversi strati del bulbo oculare.

Spesso il farmaco viene prescritto nei casi in cui gli antibiotici di sulfonamidi, streptomicina e penicillina sono impotenti.

Arrivando sulla mucosa dell'occhio, il farmaco inizia a inibire la produzione di proteine ​​in microrganismi patogeni.

Tuttavia, a causa del basso livello di resistenza dei microrganismi a questo strumento, può essere utilizzato per lunghi cicli di trattamento senza la necessità di sostituirlo con altri farmaci.

Il farmaco penetra rapidamente nella sclera e nel vitreo, ma non influenza la lente, immediatamente assorbita nel flusso sanguigno.

Metodo di applicazione

Secondo le istruzioni sull'uso del cloramfenicolo sepolto tre volte durante il giorno, una goccia, la durata del ciclo di trattamento è in media circa una settimana, ma solo un oftalmologo può determinare le date esatte.

Prima della procedura, è necessario lavarsi le mani con sapone e poi prendere una bottiglia di medicina e agitare bene.

"Levomicetina" è usato localmente in oftalmologia, cioè è sepolto negli occhi.

Non dobbiamo dimenticare che queste gocce sono un antibiotico e dovrebbero essere usate dopo una prescrizione, seguendo rigorosamente le istruzioni.

Il più delle volte, l'oftalmologo prescrive il prossimo ciclo di trattamento: 3 volte durante il giorno, 1 goccia di farmaci viene instillata in ciascun occhio affetto.

Con la mano libera, la palpebra inferiore viene abbassata, mentre l'aspetto deve essere diretto verso l'alto.

La punta della bottiglia viene portata alla vista, ma è impossibile toccare il bulbo oculare, poiché ciò può causare lesioni.

Indicazioni per l'uso

La levomicetina è utilizzata per le seguenti malattie oftalmiche infettive:

Interazione con altri farmaci

Se si seppellisce il cloramfenicolo durante l'uso di farmaci che inibiscono i processi di formazione del sangue, è possibile che si verifichino effetti collaterali ripetutamente migliorati con questi mezzi.

Questo vale anche per la radioterapia, in cui tali effetti saranno più pronunciati.

Non prendere cloramfenicolo contemporaneamente con cefalosporine, penicilline, eritromicina, fenitoina, fenobarbital e lincomicina.

Ciò può portare a una diminuzione reciproca dell'efficacia dei farmaci.

Effetti collaterali e controindicazioni

Ma se prendete il cloramfenicolo e le medicine che sopprimono i meccanismi di formazione del sangue allo stesso tempo, tali conseguenze saranno, e appariranno nella forma:

Se tali segni compaiono, i medici di solito annullano il trattamento con cloramfenicolo, selezionando altri analoghi.

Tra le controindicazioni da usare si notano:

  • ipersensibilità ai componenti cloramfenicolo;
  • rene e insufficienza epatica;
  • disfunzioni della formazione del sangue;
  • gravidanza e allattamento.

Usare nei bambini

Il farmaco è controindicato nei bambini fino a due anni, anche se a volte il cloramfenicolo viene prescritto ai bambini da quattro mesi, ma il trattamento in questi casi deve essere completamente controllato da un medico.

I bambini di età superiore a due anni, il farmaco è prescritto nel dosaggio prescritto nelle istruzioni, ma è necessario preparare per il fatto che l'uso di questo farmaco nei bambini può manifestare effetti collaterali come nausea, vomito e diarrea.

Composizione e caratteristiche del rilascio dalle farmacie

Il prodotto viene venduto in flaconi da 5 e 10 millilitri ed è una soluzione allo 0,25% di cloramfenicolo.

La composizione comprende acqua depurata e acido borico (elementi aggiuntivi), il componente principale è il cloramfenicolo.

Termini e condizioni di conservazione

Le farmacie sigillate con flaconcini di cloramfenicolo possono essere conservate per non più di 24 mesi, dopo di che il lotto invenduto viene smaltito.

Analoghi di cloramfenicolo

La levomicetina ha diversi analoghi che, con differenze nella composizione, hanno un effetto simile.

Questi sono i seguenti farmaci sotto forma di colliri:

  1. Solfato di sodio.
    Il farmaco è topico, che è prescritto per cheratite, ulcerazione della cornea e congiuntivite, indipendentemente dalla natura di origine.
    Lo svantaggio di questo strumento è che l'uso prolungato di microrganismi sviluppa resistenza ad esso e richiede la selezione di un altro antibiotico.
  2. Sulfacetamide.
    Una medicina che ha un effetto batteriostatico e ha lo scopo di trattare entrambe le malattie infettive e di eliminare l'infiammazione del bulbo oculare.
    Fondamentalmente, il farmaco è prescritto per lesioni del segmento anteriore degli organi della visione.
    Spesso nominato come profilattico, che impedisce lo sviluppo di infezioni.
  3. Tobrex.
    Gocce antibiotiche ad ampio spettro che sono ugualmente efficaci nelle malattie infiammatorie e infettive dell'occhio.
    In virtù della particolare composizione, questo delicato rimedio è prescritto sia agli adulti che ai bambini e, se usato correttamente durante il trattamento, queste gocce non causano quasi mai effetti collaterali.
  4. Oftakviks.
    Il cuore di queste gocce oftalmiche è l'agente antimicrobico levofloxacina, che colpisce vari gruppi di batteri patologici e infezioni.
    E poiché molti microrganismi sono sensibili a questo componente, oftakviks rientra nella categoria degli antibiotici ad ampio spettro.
  5. Tsipromed.
    Farmaco del gruppo fluorinolone che può far fronte a una varietà di microrganismi che causano malattie oftalmiche.
    Oltre all'effetto terapeutico, il farmaco ha anche un effetto profilattico a rischio di sviluppare un'infezione secondaria.
    Il farmaco viene raramente prescritto separatamente ed è usato principalmente in trattamenti complessi, specialmente quando si tratta di malattie virali.

Prezzo medio in Russia

Uno dei motivi per cui il cloramfenicolo è molto popolare è il suo basso prezzo.

Nelle farmacie in diverse città della Russia, il suo costo è circa lo stesso e ammonta a 40-50 rubli per bottiglia.

Ulteriori raccomandazioni per l'uso

Il farmaco deve essere usato con cautela nel trattamento dei bambini piccoli.

E alle prime manifestazioni di effetti collaterali nell'idea di arrossamento e irritazione, la medicina è fermata.

Con cura, il cloramfenicolo deve essere somministrato alle persone sopravvissute all'esposizione alle radiazioni, poiché il farmaco può causare ipoplasia del midollo osseo.

Recensioni di droga

A giudicare dalle recensioni, la gente usa il cloramfenicolo non solo per curare le proprie malattie, ma anche per seppellirlo ai bambini e persino agli animali domestici.

In quasi tutti i casi, c'è un rapido recupero, anche se ci sono delle eccezioni quando il farmaco non aiuta o non può essere utilizzato a causa dello sviluppo di effetti collaterali.

"Quando mio figlio aveva la congiuntivite, il dottore ha raccomandato il cloramfenicolo, che abbiamo sotterrato una goccia durante la notte, poco prima di andare a dormire.

I sintomi della malattia cominciarono a scomparire già la terza mattina, e il quarto giorno la caratteristica di scarica di questa malattia scomparve definitivamente.

Dopo che la malattia era completamente scomparsa, ho seppellito la levomicetina su mio figlio due volte al giorno per la prevenzione.

Ho deciso che se non ci fossero stati effetti collaterali, queste precauzioni sarebbero state superflue.

Da allora, tengo a mente il nome di questo farmaco, in modo che la prossima volta che posso iniziare il trattamento, tanto più lo schema è già stato testato e conosco il dosaggio in cui la levomicetina può essere utilizzata per i bambini ".

Svetlana Korkina, Simferopol

"Non molto tempo fa, mi è stata diagnosticata la cheratite e il mio medico mi ha prescritto un trattamento completo, uno dei quali era l'instillazione del cloramfenicolo.

Prima di tutto voglio sottolineare che la medicina ha rapidamente eliminato il dolore, che, sebbene non fosse forte, interferiva ancora con il lavoro, dandogli alla testa.

Si noti inoltre che dopo l'applicazione di questo strumento il secondo giorno il rossore degli occhi è scomparso.

Finora, il trattamento sta andando bene e penso che la levomicetina abbia avuto un ruolo in questo, sebbene non sia la base del trattamento ".

Video utile

Questo video fornisce istruzioni per l'uso del farmaco Levomicetina:

Alcuni pazienti, quando individuano sintomi di malattie infettive degli occhi, acquisiscono gocce antibiotiche in farmacia da soli.

Sfortunatamente, molte catene di farmacie oggi operano sul principio del "vendere di più e più velocemente", così spesso in questi casi i farmacisti raccomandano il cloramfenicolo, citando il fatto che è quasi una droga universale.

In effetti, non lo è, e prima di acquistare questo strumento, devi essere esaminato da un oftalmologo, altrimenti la medicina farà più male che bene.

Collirio al cloramfenicolo: istruzioni per l'uso

Le gocce d'occhio di levomitsetina sono un farmaco per uso esterno. Sono utilizzati in oftalmologia per il trattamento della patologia infettiva degli occhi e delle loro appendici causate da microrganismi patogeni sensibili al farmaco.

Rilascia forma e composizione

Le gocce d'occhio di levomitsetina sono un liquido trasparente incolore. Contengono come principio attivo il cloramfenicolo, il suo contenuto in 1 ml è di 2,5 mg (soluzione allo 0,25%).

Una soluzione di colliri La levomicetina è contenuta in un flacone di plastica con un volume di 5 ml o 10 ml. La confezione contiene un contagocce con una soluzione e le istruzioni per l'uso del farmaco.

Azione farmacologica

Collirio attivo ingrediente Levomitsetina cloramfenicolo (nome generico - Levomicetina) si riferisce ad un ampio spettro di antibiotici. Ha un effetto batteriostatico (inibendo la crescita e la riproduzione delle cellule batteriche) sui batteri interrompendo la sintesi proteica intracellulare. Il cloramfenicolo ha una sufficiente attività contro batteri gram-positivi (E. coli, Shigella, Klebsiella, Proteus, Yersinia), rachitismo, spirochete, microrganismi resistenti al sulcanthiolo resistenti al sulfanilamid e non riesco ad ottenere batteri resistenti alla sulfamidamide, rakeshia, spirochete, splerocheti, shigella, shigella, klebsiella, batteroidi Il farmaco ha un'attività insufficiente contro batteri resistenti agli acidi, clostridi, Pseudomonas aeruginosa e i più semplici microrganismi a singola cellula. Con l'uso prolungato o ripetuto di colliri Levomicetina, la resistenza nei microrganismi patogeni (patogeni) si sviluppa lentamente.

Dopo l'instillazione di Levomicetina nel sacco congiuntivale, il principio attivo del farmaco si accumula nella sclera, nella cornea, nel fluido delle camere oculari. Non penetra nella lente dell'occhio e viene assorbito nella circolazione sistemica in una piccola quantità. Il cloramfenicolo è escreto dal corpo principalmente dai reni nelle urine.

Indicazioni per l'uso

L'uso di collirio La levomicetina è indicata nella patologia infettiva di varie strutture dell'occhio causata da microrganismi patogeni sensibili al cloramfenicolo. Tali malattie infettive-patologiche includono:

  • La congiuntivite è un'infiammazione della congiuntiva degli occhi.
  • La cheratite è un processo infettivo patologico con localizzazione predominante nella cornea.
  • Blefarite - la presenza di un processo infettivo con una reazione infiammatoria nei tessuti delle palpebre.

Inoltre, il farmaco viene utilizzato per prevenire alcune malattie infettive delle strutture oculari.

Controindicazioni

In relazione all'assorbimento parziale di cloramfenicolo nella circolazione sistemica, l'uso di colliri Levomicetina è controindicato in alcune condizioni patologiche e fisiologiche del corpo:

  • Processi patologici che sono accompagnati da una violazione del processo di formazione del sangue nel midollo osseo rosso.
  • Alcune malattie della pelle - psoriasi (patologia degenerativa-distrofica cronica), infezioni fungine.
  • Gravidanza in qualsiasi momento durante il suo corso.
  • Neonati
  • Intolleranza individuale o ipersensibilità al farmaco.

Prima di iniziare a usare le gocce di Levomicetina, è importante assicurarsi che non vi siano controindicazioni.

Dosaggio e somministrazione

Collirio Levomitsetin instillare 1 goccia 3-4 volte al giorno nel sacco congiuntivale. Non è raccomandato l'uso del farmaco per più di 3 giorni senza consultazione e una prescrizione medica appropriata.

Effetti collaterali

In generale, i colliri al cloramfenicolo sono ben tollerati. A volte, dopo l'inizio del loro utilizzo, si sviluppano reazioni allergiche locali che consistono nell'aspetto di prurito e rash cutaneo intorno agli occhi, nonché congiuntivite allergica.

Istruzioni speciali

Prima di iniziare a usare gocce di Levomicetina, dovresti leggere attentamente le istruzioni, dovresti prestare attenzione ad alcune istruzioni speciali, che includono:

  • Elimina l'uso del farmaco per i neonati e le donne in gravidanza.
  • L'auto-uso di Levomitsetina oltre 3 giorni non è raccomandato.Se non c'è alcun effetto, è necessario consultare un medico.
  • L'uso del farmaco non influenza direttamente l'attività funzionale della corteccia cerebrale, la possibilità di concentrazione e la velocità delle reazioni psicomotorie.

Nella rete di farmacie, il collirio Levomitsetin è stato rilasciato senza prescrizione medica. Se hai dei dubbi sul loro uso, dovresti consultare il tuo medico.

overdose

I dati su overdose con gocce di occhio Levomitsetin fin qui là.

Analoghi collirio Levomicetina

Per il principio attivo e l'effetto clinico e terapeutico per le gocce di Levomicetina sono farmaci simili Levovinisol, Levomycetin-DIA, Cloramfenicolo.

Termini e condizioni di conservazione

La durata di conservazione del collirio di levomicetina è di 2 anni. Dopo aver aperto il flacone contagocce, il farmaco può essere utilizzato entro 30 giorni. Mantenere le gocce di Levomicetina deve essere fuori dalla portata dei bambini a temperatura dell'aria non superiore a + 30 ° C.

Prezzo di gocce di cloramfenicolo

Il costo medio di una bottiglia di collirio Levomitsetin nelle farmacie di Mosca varia da 10-15 rubli.

Collirio Levomitsetina: istruzioni per l'uso, prezzi e analoghi

Le infezioni oculari e la congiuntivite sono malattie comuni che colpiscono non solo i bambini, ma anche gli adulti. Scorrendo spiacevolmente, causando un significativo disagio e impedendo la normale attività vitale, le malattie infettive degli occhi sono facilmente curabili se si presta attenzione al problema nel tempo.

Uno dei mezzi più efficaci e sicuri per combatterli è il collirio Levomicetina, la cui efficacia è nota ai maggiori esperti in oftalmologia.

In questo articolo, considereremo perché i medici prescrivono Levomycetin® Eye Drops, comprese le istruzioni per l'uso, analoghi e prezzi per questo farmaco in farmacia. Se hai già usato gocce di Levomitsetin, lascia dei commenti nei commenti.

Composizione e forma di rilascio

Le gocce sono disponibili in flaconi di plastica o vetro con una capacità di 5 e 10 ml.

Il principio attivo del farmaco è l'antibiotico levomicetina (nome internazionale - cloramfenicolo). I farmaci per eccipienti sono acqua purificata e acido borico.

Gruppo clinico-farmacologico: antibiotico per uso locale in oftalmologia.

A cosa servono le gocce di levomicetina?

Collirio Levomitsetin prescritto nella pratica oftalmica:

  1. Per i pazienti che soffrono di congiuntivite, cheratocongiuntivite.
  2. Blefarite.
  3. Cheratite, cheratite neuroparalitica.
  4. Oftalmico cloramfenicolo prescritto per altre malattie, microrganismi sensibili al farmaco.

Inoltre, i colliri sono usati per trattare le malattie infettive in caso di effetti inefficaci di altri medicinali.

Azione farmacologica

La levomicetina è un farmaco antimicrobico ad ampio spettro. È caratterizzato da una spiccata proprietà batteriostatica. Il meccanismo d'azione del principio attivo è dovuto alla sua capacità di inibire la produzione di proteine ​​di microrganismi.

La levomicetina è attiva contro numerosi ceppi di microrganismi gram-positivi e gram-negativi. Quindi questo strumento affronta in modo efficace alcuni ceppi che sono resistenti agli effetti della penicillina, dei sulfonamidi e della streptomicina. Tuttavia, le particelle resistenti agli acidi non sono sensibili alla sua influenza, così come il bastone piocianico, il clostridia e i protozoi.

I batteri producono una resistenza al cloramfenicolo piuttosto lentamente. Dopo aver applicato il farmaco non ha solo un effetto locale, ma penetra anche un po 'nel flusso sanguigno sistemico.

Istruzioni per l'uso

Il farmaco viene instillato nel sacco congiuntivale 1 goccia 3-4 volte al giorno.

Se il paziente applica il farmaco a sua discrezione, non è consigliabile utilizzarlo per più di tre giorni senza consultare un medico.

Trovato un nemico MUSHROOM nemico giurato! Le unghie saranno pulite in 3 giorni! Prendilo

Come normalizzare rapidamente la pressione arteriosa dopo 40 anni? La ricetta è semplice, scriverla.

Stanco di emorroidi? C'è un modo! Può essere curato a casa in pochi giorni, è necessario.

A proposito della presenza di vermi dice un profumo dalla bocca! Una volta al giorno, bevi acqua con una goccia..

Controindicazioni

L'uso di questo farmaco è controindicato nei seguenti casi:

  • ipersensibilità al cloramfenicolo;
  • insufficienza epatica;
  • neonati e lattanti (fino all'età di 4 mesi);
  • gravidanza e allattamento;
  • eczema, psoriasi, malattie della pelle fungine;
  • disfunzione ematopoietica.

Gocce di effetto collaterale

In alcuni casi, dopo l'instillazione negli occhi, il cloramfenicolo può causare irritazione locale, i cui sintomi sono bruciore, prurito, arrossamento degli occhi, aumento della lacrimazione.

Usare durante l'infanzia

analoghi

Analoghi di colliri Levomicetina sono:

  1. Okomistin;
  2. sulfacetamide;
  3. Tsipromed;
  4. Tobrex;
  5. Floksal;
  6. Oftakviks;
  7. Normaks e altri.

Tipicamente, gli analoghi sono usati quando si nota l'intolleranza al cloramfenicolo. Tutti questi sostituti hanno un meccanismo simile di azione ed efficacia terapeutica, ma una diversa composizione chimica (diverso principio attivo).

Il prezzo medio di LEVOMITSETIN scende nelle farmacie (Mosca) 10 rubli.

Termini e condizioni di conservazione

Elenco B. Conservare in un luogo buio inaccessibile ai bambini ad una temperatura non superiore a 30 ° C. Periodo di validità - 2 anni. Dopo aver aperto la bottiglia, utilizzare la soluzione per 30 giorni.

Condizioni di vendita della farmacia

Il farmaco è approvato per l'uso come mezzo di OTC.

Il bambino ha avuto congiuntivite. Niente ha aiutato. L'arrossamento ha raggiunto il punto in cui entrambi gli occhi sono diventati rossi.... la levomicetina è stata gocciolante e il miglioramento è iniziato immediatamente, il rossore è apparso il giorno dopo solo la sera... dopo 3 giorni di trattamento e alla sera non è apparso quasi nulla. Dopo 5 giorni il bambino era completamente sano e, prima, il mese era quasi tormentato.

Levomitsetin notevole farmaco, salvato molte volte non solo dalla congiuntivite, ma anche da altre malattie dell'occhio. Il volume del tubo è grande e dura a lungo, solo un peccato che dopo l'apertura può essere conservato solo per un mese. La tuba ha un naso sottile e confortevole ed è facile da dosare. Pochi minuti dopo l'instillazione, una visione fangosa dovuta all'acqua negli occhi, ma poi tutto diventa normale.

Collirio al cloramfenicolo: istruzioni per l'uso

struttura

descrizione

Azione farmacologica

L'antibiotico a largo spettro batteriostatico interrompe il processo di sintesi proteica nella cellula microbica (che ha solubilità lipidica, penetra nella membrana cellulare batterica e si lega in modo reversibile alla subunità 50S di ribosomi batterici, che ha ritardato il movimento degli aminoacidi alle catene peptidiche in crescita, che porta alla rottura della sintesi proteica). Efficace contro i ceppi batterici resistenti alla penicillina, alle tetracicline, ai sulfonamidi. Attivo contro: Escherichia coli, Haemophilus influenzae, Klebsiella pneumoniae, alcune specie di Enterobacter e Neisseria, Staphylococcus aureus, Streptococcus spp. (incluso Streptococcus pneumoniae, Streptococcus hemolyticus), Moraxella lacunata, rickettsia e micoplasmi. Inefficace contro Pseudomonas aeruginosa, Serratia marcescens.

farmacocinetica

Quando il farmaco viene instillato nel sacco congiuntivale, si creano concentrazioni terapeutiche nella cornea, nell'umore acqueo, nell'iride, nel corpo vitreo; l'obiettivo non penetra nell'obiettivo. Entra parzialmente nella circolazione sistemica. T1/2 il cloramfenicolo dura da 1,5 a 4 ore; prolungato in pazienti con grave insufficienza epatica e neonati. L'insufficienza renale relativamente poco influisce sull'emivita del principio attivo a causa del suo ampio metabolismo, ma può portare ad un accumulo di metaboliti inattivi. Il cloramfenicolo viene escreto principalmente nelle urine, ma solo dal 5 al 10% della dose orale viene escreto immodificato; il residuo è inattivato nel fegato, principalmente mediante coniugazione con acido glucuronico. Circa il 3% viene escreto nella bile. Tuttavia, la maggior parte viene riassorbita e solo circa l'1% (principalmente in una forma inattiva) viene escreta nelle feci.

Indicazioni per l'uso

Infezioni batteriche dell'occhio causate da microflora sensibile: congiuntivite, cheratite, blefarite, blefarocongiuntivite, cheratocongiuntivite.

Controindicazioni

Ipersensibilità a Levomiceti pelle (psoriasi, eczema, lesioni fungine), gravidanza, periodo di allattamento (il rifiuto dell'allattamento al seno è obbligatorio), bambini sotto i 2 anni di età.

Si deve usare cautela durante l'infanzia, nei pazienti che hanno precedentemente ricevuto un trattamento con farmaci citotossici o radioterapia.

Periodo di gravidanza e allattamento

Negli studi sugli animali, è stato dimostrato che il cloramfenicolo ha un effetto embriotossico e teratogeno. Il cloramfenicolo passa attraverso la placenta. La sicurezza dell'uso di colliri durante la gravidanza non è stata stabilita, pertanto l'uso è controindicato. Il cloramfenicolo viene escreto nel latte materno. Durante l'uso di colliri l'assorbimento sistemico del farmaco non è escluso. Pertanto, a causa del rischio di gravi reazioni avverse nei bambini, l'uso durante l'allattamento al seno è controindicato.

Dosaggio e somministrazione

Il farmaco è usato localmente sotto forma di impianti nel sacco congiuntivale, 1-2 gocce 3-4 volte al giorno. Il trattamento dovrebbe durare non più di 5 giorni, anche se la condizione migliora.

Pazienti anziani (oltre i 65 anni). La correzione della dose non è richiesta.

Raccomandazioni per l'uso di flaconi con tappi contagocce: prima di utilizzare il farmaco, rimuovere il tappo di alluminio dal flacone, rimuovere il tappo di gomma e chiudere il flacone con il cappuccio del contagocce precedentemente rilasciato dalla confezione. Quindi rimuovere il cappuccio dal contagocce, girare il flacone, gocciolare il numero richiesto di gocce del farmaco. Dopo l'applicazione, riportare il flacone in posizione verticale e applicare il tappo sul cappuccio del contagocce.

Effetti collaterali

overdose

Interazione con altri farmaci

Uso simultaneo di cloramfenicolo con farmaci che inibiscono la formazione del sangue (sulfonamidi, citostatici), che influenzano il metabolismo nel fegato; con la radioterapia aumenta il rischio di effetti collaterali. Pertanto, tali combinazioni dovrebbero essere evitate.

Con l'uso simultaneo di eritromicina, clindamicina, lincomicina, si nota un mutuo indebolimento dell'azione a causa del fatto che il cloranfenicolo può interferire con il loro legame con la subunità 50S dei ribosomi batterici.

La levomicetina riduce l'effetto antibatterico delle penicilline e delle cefalosporine.

L'uso combinato di cloramfenicolo con farmaci ipoglicemizzanti orali è caratterizzato da un aumento della loro azione a causa della soppressione del metabolismo nel fegato e un aumento della loro concentrazione nel plasma.

Il cloramfenicolo inibisce il sistema enzimatico del citocromo P450, pertanto, se usato contemporaneamente a fenobarbitale, fenitoina e anticoagulanti indiretti, si nota un indebolimento del metabolismo di questi farmaci, rallentando l'escrezione e aumentando la loro concentrazione nel plasma.

Precauzioni di sicurezza

L'uso a lungo termine del collirio cloramfenicolo deve essere evitato, in quanto vi è una probabilità di sviluppare ipersensibilità e la comparsa di microrganismi resistenti.

La composizione del farmaco è acido borico, che può causare reazioni tossiche.

Il cloramfenicolo è suscettibile all'assorbimento sistemico dagli occhi e la tossicità è stata segnalata per esposizione cronica. Vi sono informazioni sull'ipoplasia del midollo osseo, inclusa anemia aplastica e morte, dopo applicazione topica di cloramfenicolo. Sebbene il pericolo sia raro, dovrebbe essere valutato il rapporto tra il rischio atteso e il beneficio dell'uso del farmaco. Nel caso del farmaco a lungo termine o intermittente, è consigliabile eseguire studi di routine sugli esami del sangue prima dell'inizio della terapia e a intervalli appropriati successivamente per rilevare eventuali cambiamenti nella formazione del sangue.

La cautela è prescritta a pazienti che hanno precedentemente ricevuto un trattamento con farmaci citotossici o radioterapia.

I pazienti devono consultare un medico se si verifica una delle seguenti condizioni: disabilità visiva; forte dolore agli occhi; fotofobia; eruzione cutanea su viso e testa; l'occhio sembra opaco; l'alunno sembra inusuale; c'era una sensazione di corpo estraneo negli occhi.

I pazienti devono sempre informare il medico su:

- sindrome dell'occhio secco;

- chirurgia oculistica o laserterapia negli ultimi 6 mesi;

- uso corrente di altri colliri o pomate per gli occhi;

- indossare lenti a contatto.

Le lenti a contatto non devono essere indossate durante il corso del trattamento. Le lenti a contatto morbide non devono essere indossate nelle 24 ore successive al completamento del trattamento.

Influenza sulla capacità di guidare veicoli a motore e macchinari potenzialmente pericolosi. Le gocce oculari possono causare una visione offuscata temporanea. I pazienti non devono guidare una macchina o spostare macchinari fino a quando la vista non viene ripristinata.

Modulo di rilascio

10 ml ciascuno in flaconi nella confezione n. 1, n. 40 o 5 ml ciascuno in flaconi completi di tappi contagocce nell'imballaggio n. 1.

Condizioni di conservazione

Nel posto scuro a una temperatura di non più in alto che 25 ° C. Aprire la fiala conservata al buio a una temperatura compresa tra 15 ° C e 25 ° C per 4 settimane.

Tenere lontano dalla portata dei bambini.

Periodo di validità

Non utilizzare oltre la data di scadenza stampata sulla confezione.

Google+ Linkedin Pinterest