Occhi da episclerite Descrizione e trattamento

L'episclerite è un'infiammazione benigna del tessuto connettivo dell'occhio, da cui si forma la sclera dell'occhio.

L'infiammazione stessa è caratterizzata dalla comparsa di iperemia, cioè dalla comparsa di reticoli rosso-violetto sul bulbo oculare e da sensazioni dolorose.

Di solito tale infiammazione non dura a lungo, spesso scompare senza trattamento. Nel 60% dei casi, non richiede la visita di un medico. Molto spesso, questa malattia colpisce gli anziani; più spesso, le donne dopo i 40 anni.

Può essere combinato con una malattia sistemica, quindi può essere un disturbo separato. L'episclerite semplice molto raramente si trasforma in un vero sclerite e non porta complicazioni.

motivi:

  • la tubercolosi;
  • gli effetti di una puntura d'insetto;
  • sarcoidosi;
  • la sifilide;
  • infezioni virali;
  • infezione da streptococco;
  • polmonite pneumococcica;
  • processi infiammatori;
  • gotta;
  • atopia;
  • collagene;
  • reumatismi;
  • poliartrite;
  • livelli elevati di acido urico nel sangue;
  • lesioni chimiche o meccaniche.

La pressione dell'occhio ti disturba? Dovresti guardare - gocce dalla pressione oculare. Selezionate solo le gocce migliori e convenienti.

Le nonne dicono no all'orzo! Nell'articolo su come trattare l'orzo negli occhi con i rimedi popolari.

Sintomi di episclerite

Molto spesso, l'episclerite si sviluppa nelle aree tra le palpebre agli angoli degli occhi. Sensazioni dolorose si verificano improvvisamente, lacrimazione, dolore acuto, bruciore, rossore e fotofobia compaiono. Le aree interessate sono di colore da rosa a rosso acceso. Dopo un po ', prendono una tonalità lilla o viola.

Esistono 2 sottotipi principali: semplice e nodulare. Succede l'episclerite più comune. È più doloroso, più lungo, ma il trattamento è più facile e anche la probabilità di recidiva è molto meno.

Episclerite nodulare:

Questo tipo di malattia è più comune negli anziani.

Episclera gonfia un po ', a causa di ciò che una persona ha la sensazione che la zona è leggermente elevata. Quando viene toccato, c'è un leggero dolore, tuttavia, più il paziente è anziano, più forte è il dolore. Quando le navi episcler si sono notevolmente espanse. Si formano noduli con un diametro di 2-4 millimetri, che possono essere duri e morbidi al tatto. A volte si formano diversi noduli, che potrebbero presto fondersi in uno solo. In media, la malattia dura 2-3 settimane, ma può durare fino a 5 mesi.

L'episclerite nodulare dura più a lungo del normale. Spesso la malattia si diffonde ad entrambi gli occhi. Nel corso del trattamento, i noduli si dissolvono e lasciano dietro di sé una leggera tinta piatta. Con l'episclerite nodulare, non si osserva fotofobia o lacrimazione.

Migrazione episclerite

Informa sul dolore e il gonfiore negli occhi. Nell'occhio vicino al limbus si forma un nido iperemico. Spesso accompagnato da angioedema delle palpebre e mal di testa. L'episclerite migratoria passa molto rapidamente: entro 2-3 giorni non ci sarà traccia sull'occhio.

Episclerite rosacea

Questo tipo di episclerite è molto simile al tipo migratorio: compaiono anche noduli di una tonalità viola sull'occhio. L'unica differenza è che la cornea, chiamata rosacea-cheratite, è colpita. Più spesso combinato con l'aspetto di rosacea sulla pelle del viso.

Le lesioni corneali sono la parte più difficile della malattia, c'è una maggiore tendenza alla ricaduta.

Diagnosi di episclerite

La diagnosi viene effettuata sulla base dell'intero quadro clinico, tutti i pazienti con sospetta episclerite dovrebbero avere una storia. Tuttavia, insieme ai dati di ispezione, è necessario condurre ulteriori test di laboratorio, quali: acido urico, un indicatore del fattore reumatoide di anticorpi antinucleari, ESR, una formula espansa di sangue, fluorografia e un test per la sifilide non è superfluo.

Nota:

  • L'episclerite differisce dallo sclerite per la sua minore gravità e il fatto che la malattia procede senza intaccare il tratto vascolare.
  • Mancanza di vasi superficiali caratteristici, ombra viola. La durata del corso distingue l'episclerite dalla congiuntivite conflittuale.
  • L'episclerite posteriore è difficile da distinguere dalla tenonite sierosa.

Episclerite

Affinché il trattamento sia efficace, è necessario alleviare l'infiammazione prima. È necessario limitare qualsiasi carico sull'occhio, per dargli più riposo e riposo.

Lavati gli occhi con le foglie di tè raffreddate. È meglio prendere il tè alle foglie nere. Ecco come lavare gli occhi 2 volte al giorno. Questo metodo aiuterà ad alleviare l'infiammazione dagli occhi e ridurre il disagio.

Hai ordinato l'effetto visivo di "volare"? Se no, allora continua a leggere - vola davanti agli occhi: cause e metodi di trattamento.

Informazioni sul perché l'occhio si contrae.

Perché i miei occhi mi prudono? Cosa promette e cosa dovrebbe essere pronto? http://moezrenie.com/simptomy/zud-v-glazakh.html

Bury aloe succo negli occhi

Per accelerare il processo di trattamento, gocciolare gli occhi con gocce, che includono il succo di aloe. L'aloe è uno degli stimolatori più efficaci per la rigenerazione dei tessuti.

Puoi fare queste gocce da solo. Per questo è necessario diluire 1 goccia di succo di aloe con 10 gocce d'acqua. Prendi l'acqua solo bollita e a temperatura ambiente.

È necessario seppellire tali gocce negli occhi tre volte al giorno per tre mesi.

Nota: per ogni instillazione è necessaria una nuova porzione di succo di aloe. Cioè, tagliare una piccola parte di una foglia da una pianta e spremere una goccia.

Lavaggio oculare

Oltre all'instillazione di aloe e ai risciacqui del tè, la tintura di guarigione ti aiuterà ad accelerare il corso della guarigione.

Per la sua preparazione è necessario:

  • 20 grammi di camomilla;
  • 20 grammi di fiori di fiordaliso;
  • 20 grammi di radice di bardana;

La raccolta di tutte queste piante dovrebbe essere accuratamente frantumata e miscelata.

Quindi prendi un cucchiaio della raccolta e versa un bicchiere di acqua bollente. Insistere per mezz'ora, coperto con un coperchio, prima che il brodo non diventi la temperatura ambiente.

Dopo questo, il brodo si lava gli occhi. Devi farli il più spesso possibile. Inoltre, dal decotto che ne deriva, puoi creare delle compresse che ti servono per mantenere almeno 15 minuti. Tali compresse possono essere eseguite fino a 5 volte al giorno.

I farmaci anti-infiammatori sono prescritti per il trattamento dell'episclerite. Ad esempio, flurbiprofene con un dosaggio di 100 milligrammi deve essere assunto 3 volte al giorno per 4-5 giorni. Questo tipo di trattamento è raccomandato per recidive gravi o per periodi prolungati.

Complicazioni: Nel sito di infiltrati, il tessuto connettivo è talvolta formato in eccesso, si diffonde all'arto e alla cornea e causa cheratite sclerosante, glaucoma secondario, ridotta acuità visiva. Il processo può concludersi con il fatto che lo sclerale si infiltra in ulcera e si verifica la completa corrugazione dell'occhio, cioè la morte e la cecità irreversibile.

L'articolo ha aiutato? Forse aiuterà anche i tuoi amici! Si prega di cliccare su uno dei pulsanti:

episclerite

Informazioni generali

La sclera è la parte esterna fibrosa della membrana oculare, si distingue per una densità piuttosto grande. La funzione del guscio è protettiva e di supporto (la posizione dei muscoli, terminazioni nervose, vasi è fissa). La parte esterna della sclera è coperta dalla membrana mucosa (congiuntiva) e dalla membrana del tenone (più densa e situata sotto).

La struttura della sclera comprende tre strati:

  • Episclerite. Si trova sotto la membrana del tenone, caratterizzata da notevole scioltezza e abbondanza di vasi sanguigni. È il principale fornitore di nutrienti per la sclera.
  • Sclera. Una conchiglia ad alta densità, che si basa su fibre di collagene. Non esiste un singolo ordine nella loro posizione, e proprio per questo motivo la sclera non è trasparente, ma bianca.
  • Guscio marrone La parte libera sotto la sclera in contatto con la coroide. La nutrizione della sclera è fornita da vasi dallo strato di tenone.

Da quanto precede, si può concludere che l'episclerite è un'infiammazione della parte esterna della sclera (episclera), che è più comune nella mezza età (30-40 anni) ed è irto di recidive periodiche. Allo stesso tempo l'infiammazione non passa mai agli strati situati più profondamente. Più comune nelle donne

motivi

Ad oggi, i medici non sono stati in grado di determinare con precisione le cause dell'episclerite, ma sono state identificate molte cause per l'insorgenza dell'infiammazione. Nella maggior parte dei casi parliamo di patologie sistemiche dei tessuti connettivi.

Le prime cause di episclerite sono:

  • corpo estraneo catturato negli occhi;
  • il risultato dell'azione di sostanze chimiche aggressive sul guscio dell'occhio;
  • alcune malattie allergiche e suscettibilità a loro;
  • la moltiplicazione di funghi, batteri o parassiti catturati negli occhi;
  • alcuni morsi di insetto.

Non è confermato con precisione, ma una tale causa di episclerite come patologia reumatologica, come la policondrite nello stadio ricorrente, la granulomatosi di Wegener, la poliartrite nodulare, è considerata. Inoltre, è possibile la contaminazione batterica dalla cornea o dalla congiuntiva (mucosa oculare).

classificazione

L'episclerite da malattia dell'occhio ha due tipi: nodulare e semplice. Il più comune è l'ultima opzione. Dura più a lungo, è caratterizzato da forti dolori, ma è più facile da trattare. La probabilità di recidiva è estremamente bassa.

Il tipo nodulare di questa malattia si sviluppa più spesso negli anziani. L'episclera è in grado di gonfiarsi, con il risultato che la persona si sente come se la zona fosse leggermente rialzata. Toccare l'occhio avverte un po 'di dolore, ma può essere maggiore man mano che il paziente invecchia. In presenza di episclera, le navi possono espandersi. Ci sono noduli con un diametro da due a quattro millimetri. Al tatto sono entrambi duri e morbidi. In alcuni casi, esiste la probabilità dello sviluppo di diversi noduli, che si fondono in uno solo. La durata media dell'episclerite è di due o tre settimane, anche se in alcuni casi dura anche cinque mesi.

Rispetto alla normale, l'episclerite nodulare dura più a lungo. Spesso la malattia disturba un occhio, anche se entrambi possono essere colpiti.

Nel corso delle procedure mediche, i noduli tendono a dissolversi, lasciando un colore caratteristico. In presenza di episclerite nodulare, non c'è lacrimazione o paura della luce del giorno.

Inoltre, a volte c'è un'episclerite migratoria, che provoca la costante comparsa di dolore e gonfiore doloroso. Non lontano dal limbo possono formarsi lesioni iperinformate negli occhi. Il paziente può lamentarsi di angioedema delle palpebre. Anche preoccupato per il mal di testa. La migrazione del tipo di episclerite è estremamente rapida: tre giorni saranno sufficienti in modo che nessuna traccia della malattia sia lasciata davanti ai nostri occhi.

Un altro tipo è episcleritis-rosacea. Assomiglia a una specie migratrice, ma in questo caso la cornea dell'occhio può essere colpita. Di regola, accompagnato dalla comparsa di acne rosa sul viso.

sintomi

I sintomi possono manifestarsi in forme diverse e dipendono direttamente dalle caratteristiche del paziente. Ma ci sono segni generali con cui si può determinare la presenza di episclerite. Il più ovvio di questi è iperemia. Il sangue trabocca i vasi sanguigni, facendo diventare la sclera marcatamente rossa. Per non confondere la congiuntivite con questa malattia, puoi notare quanto segue. Dal primo giorno una persona sentirà la paura della luce, che è accompagnata da sensazioni dolorose e lacrimazione abbondante. Si esprime sia senza impatto fisico sulla sclera, sia attraverso il contatto diretto. Nel processo di sviluppo dell'episcerite le tonalità possono variare. Episclera si gonfia notevolmente. Tali sintomi compaiono in quattro casi su cinque, il che indica una forma diffusa.

Nel caso dell'episclerite nodulare, le manifestazioni rimangono le stesse, ma qui compaiono anche formazioni nodulari da uno a tre millimetri. Ciò causa il nome del modulo. Quando viene toccata, la congiuntiva sarà mobile e le formazioni saranno rigide o morbide. I noduli, di regola, scompaiono da soli durante 25-30 giorni dal momento della loro apparizione. Non rappresentano alcun pericolo, ma possono causare dolore. In alcuni casi, possono verificarsi emicranie, acne rosa ed edema palpebrale.

diagnostica

Per una diagnosi accurata dell'episclerite, i medici prendono in considerazione non solo le manifestazioni visive e fisiche della malattia, ma intervengono anche al massimo il paziente, osservando i più piccoli dettagli e le lamentele. È necessario accertare non solo la presenza di episclerite, ma anche la possibilità di complicazioni nella forma di infiammazione della sclera.

Al fine di rendere la diagnosi il più accurata possibile e determinare un ulteriore trattamento, gli occhi vengono instillati con gocce con effetto vasocostrittore. Con l'episclerite, i vasi infiammati reagiscono rapidamente a tali farmaci, in conseguenza dei quali l'arrossamento degli occhi scompare quasi completamente, ma ritorna in poche ore. Se, oltre all'episclerite, si infiammano tutti gli strati della sclera, non è possibile eliminare l'arrossamento con l'aiuto di gocce vasocostrittrici.

Per una diagnosi più accurata prescritta:

  • esame e raccolta di informazioni dal paziente;
  • biomicroscopia;
  • Raggi X;
  • ophthalmoscopy;
  • emocromo completo;
  • esame batteriologico;
  • immunogramma.

trattamento

Per il trattamento dell'episclerite, gli occhi nella maggior parte dei casi prescrivono un corso terapeutico anti-infiammatorio, la cui durata può essere fino a due settimane. Questa malattia dell'occhio è ben curabile con i farmaci antinfiammatori non steroidei. L'assunzione di pillole deve essere effettuata in breve, senza dimenticare le controindicazioni. Quindi, in caso di malattie dello stomaco e del duodeno, così come in caso di aggravamento del processo erosivo-ulcerativo nel tratto gastrointestinale nel suo complesso, l'assunzione di questo gruppo di farmaci è controindicata.

Al fine di ridurre i sintomi dell'episclerite, che portano disagio a una persona, possono essere prescritte anche gocce anti-infiammatorie durante l'intero corso della terapia. Anche il succo di aloe ei suoi derivati ​​in vari preparati medici per gli occhi facilitano significativamente il decorso della malattia.

Inoltre, non dimenticare che l'episclerite è una malattia dell'occhio che si sviluppa sullo sfondo della malattia principale, e la causa alla radice dovrebbe essere trattata in questo caso.

Le principali direzioni di trattamento:

  • In caso di natura allergica della malattia, la soluzione corretta sarebbe eliminare le sostanze irritanti che hanno causato una reazione simile.
  • La natura reumatica della malattia comporta l'assunzione di salicilati e butadion.
  • Se la causa dell'episclerite è un'infezione, dovresti prendere delle gocce con antibiotici o farmaci sulfa.
  • Se la malattia si è sviluppata sullo sfondo di condizioni tubercolari e allergiche, è necessario prendere misure appropriate per il trattamento della tubercolosi.

prevenzione

Non esistono misure efficaci per la prevenzione dell'episclerite al momento. Il consiglio principale per le persone che vogliono proteggersi è di rispettare le misure per il trattamento tempestivo delle malattie che possono provocare il verificarsi di patologie. Le persone con malattie autoimmuni dovrebbero essere monitorate regolarmente da un reumatologo. Anche le infezioni da herpes che possono scatenare la malattia dovrebbero essere trattate tempestivamente. Inoltre, non trascurare i mezzi per la protezione degli occhi durante il trauma.

prospettiva

La causa principale dell'episclerite è la presenza di una malattia infettiva in una persona, quindi la malattia rimarrà o si ripresenterà fino a quando la causa principale della malattia non sarà identificata ed eliminata.

In generale, l'episclerite ha un decorso benigno e tutti i suoi sintomi scompaiono da soli o in corso di terapia anti-infiammatoria in 7-14 giorni.

Trovato un errore? Selezionalo e premi Ctrl + Invio

Il daltonismo è l'incapacità innata o acquisita dell'apparato visivo a percepire correttamente tutto (raramente) o certi colori.

episclerite

L'episclerite è un'infiammazione della placca episclerale dell'occhio. È clinicamente manifestato da rossore unilaterale, lieve disagio nella zona degli occhi, dolore locale, lacrimazione. Nel processo di diagnosi, vengono utilizzati l'esame visivo, la visometria, la tonometria, la rifrattometria, la perimetria del computer, la biomicroscopia con lampada a fessura. Utilizzare la diagnostica di laboratorio per identificare la possibile patologia sottostante. Il trattamento di episcleritis conservatore, è la nomina di farmaci anti-infiammatori non steroidei, gocce idratanti e antibatteriche. In assenza di reclami, la terapia non è richiesta. La prognosi è favorevole.

episclerite

L'episclerite è una malattia infiammatoria del bulbo oculare, in cui è interessata la membrana episclerale. Episclera è lo strato superficiale della capsula sclerale dell'occhio, ha una struttura sciolta e un ricco apporto di sangue (contiene due reti vascolari - superficiali e profonde). L'episclerite può manifestarsi in due forme: semplice e nodulare. La forma più semplice che si verifica più spesso nei giovani, nodulare, colpisce solitamente i pazienti di età superiore ai 50 anni. L'episclerite è caratterizzata da un decorso recidivante. La malattia non diventa quasi mai un vero sclerite. Spesso combinato con disturbi autoimmuni nel corpo. La sconfitta è solitamente unilaterale, ma può essere bilaterale. La patologia si trova in pratica oftalmologia ovunque.

Cause di episclerite

La patogenesi dell'episclerite non è completamente compresa. È noto che la reazione infiammatoria si estende a episcler dal sistema circolatorio. I fattori di rischio per lo sviluppo dell'episclerite comprendono l'ingresso di un corpo estraneo nel bulbo oculare, gli effetti di varie sostanze chimiche sugli occhi e la presenza di allergie polivalenti. La malattia si presenta spesso come complicanza oftalmologica nell'artrite reumatoide, nella gotta, nel lupus eritematoso sistemico, nella colite ulcerosa, nella malattia di Crohn, nella malattia di Lyme, nella tubercolosi e in altri. In alcune patologie (morbo di Crohn, colite ulcerosa), una reazione infiammatoria all'episcler può apparire un po 'prima rispetto ai sintomi della malattia di base, il che complica la diagnosi.

Sintomi e diagnosi di episclerite

Quando i pazienti con episclerite si lamentano di rossore unilaterale, una sensazione di pesantezza nella zona degli occhi, dolore, lacrimazione. La diminuzione dell'acuità visiva non è caratteristica. Episclerite semplice - il tipo più comune di patologia, accompagnato da iperemia settoriale, meno diffusa. Di solito passa in modo indipendente entro due settimane. La forma nodulare è caratterizzata da un nodulo iperemico sporgente limitato, che è consentito fino a quattro settimane. Quando si utilizza la biomicroscopia con una lampada a fessura, un oftalmologo non rivela gonfiore sclerale. A causa delle frequenti recidive di episclerite, gli strati superficiali della sclera iniziano a riorganizzarsi in file parallele, di conseguenza la membrana sclerale diventa più trasparente.

Per la diagnosi di episclerite, l'oftalmologo utilizza anche i seguenti metodi di esame: esame visivo, visometria, tonometria, rifrattometria, perimetria informatica. Ulteriori metodi includono esami del sangue di laboratorio: campioni specifici (test di Mantoux, reazione di Wasserman, test dell'HIV), fluorografia e anche determinare lo stato immunitario. Considerando che l'episclerite è una complicazione di varie malattie, la consultazione di altri specialisti, come un reumatologo, uno specialista in malattie infettive, un endocrinologo e un allergologo, è necessaria per un'accurata diagnosi e trattamento.

Trattamento e prevenzione dell'episclerite

Il trattamento di episclerite solo conservatore - droga e fisioterapia. La terapia di base è finalizzata a correggere la patologia sottostante. In assenza di reclami del paziente, non è richiesta una terapia con episclerite speciale. In caso di disturbi, i farmaci antinfiammatori non steroidei vengono generalmente prescritti sotto forma di gocce (si consigliano instillazioni frequenti con cicli intermittenti a breve termine), gocce idratanti. Se necessario, usare antibiotici. Le procedure di fisioterapia comprendono la nomina della terapia UHF nell'area degli occhi. La prognosi dipende dalla malattia di base, spesso favorevole.

Le misure preventive patologiche comportano l'uso di dispositivi di protezione per gli occhi quando si lavora in impianti chimici, il rilevamento tempestivo e la prescrizione di una terapia competente per malattie croniche, controlli regolari, igiene personale e rafforzamento del sistema immunitario.

Episclerite dell'occhio: cause, sintomi e trattamento

L'episclerite dell'occhio è una malattia infiammatoria. Allo stesso tempo, l'infiammazione colpisce il cosiddetto episcler, che è essenzialmente la superficie esterna della sclera, cioè un tessuto situato tra la membrana connettiva (congiuntiva) e la sclera dell'occhio.

Questa malattia di solito è benigna, incline al decorso lieve, ma recidivante, di solito colpisce entrambi gli occhi e nella maggior parte dei casi può essere curata da sola.

L'episclerite è una malattia degli occhi, la cui prevalenza reale è abbastanza difficile da determinare, perché la maggior parte dei pazienti non si applica ai medici. Nella migliore delle ipotesi, i pazienti vengono a un appuntamento per l'episclerite, solo quando lo incontrano per la prima volta, preferendo auto-medicarsi più tardi. E non c'è niente di terribile, a meno che, ovviamente, le manifestazioni non siano espresse per il dolore degli occhi.

Tuttavia, nonostante questa situazione, alcuni ricercatori sono riusciti a identificare una maggiore predisposizione a questa patologia nelle donne con più di 40 anni (sono due volte più probabilità di soffrire di tale infiammazione).

Una caratteristica di questa malattia è l'occhio rosso, che rende l'episclerite simile alla congiuntivite, quindi è importante non confondere queste due malattie nella diagnosi.

Va notato che, nonostante la facilità di episclerite da flusso, non è ancora necessario trattare questa malattia con noncuranza, perché gli occhi umani sono piuttosto fragili e allo stesso tempo un organo estremamente importante.

Cause di episcleritis di malattia di occhio

Molto spesso, la malattia si sviluppa senza una ragione apparente. È vero, questo non significa che non lo siano. Sarebbe più corretto dire che le cause dell'episclerite sono sconosciute.

Secondo studi in un terzo dei casi, si verifica in pazienti con malattie sistemiche, di cui l'11% nel sangue mostra un eccesso di acido urico.

Così come le cause dell'episclerite dell'occhio possono essere tali malattie del tessuto connettivo correlate al sistema sistemico, come l'artrite reumatoide o il LES (nome abbreviato per il lupus eritematoso sistemico). Questo gruppo di cause comprende sia la poliartrite nodulare che la spondilite anchilosante.

Alcune malattie infettive possono scatenare lo sviluppo dell'episclerite. Queste sono malattie fungine, parassitarie e virali (incluso l'herpes), così come la sifilide, la tubercolosi, la malattia di Lyme e altre infezioni batteriche.

La causa della malattia episclerite può essere corpi estranei nell'occhio, esposizione chimica, gotta e alcuni altri casi più rari di malattia (leucemia a cellule T, paraproteinemia, dermatomiosite e xantogranuloma necrobiotico).

Sintomi di episclerite semplice e nodulare in bambini e adulti

Nella pratica clinica, basata sui sintomi caratteristici, l'episclerite è suddivisa in forma semplice e nodulare. Inoltre, la medicina è nota per la migrazione della variante della malattia, così come la rosacea-episclerite.

Il più comune è una semplice forma di episclerite dell'occhio, la foto delle manifestazioni di cui si trova sotto:

In questo caso, l'infiammazione può avere un decorso sia lieve che severo. Attacchi lunghi della malattia sono caratteristici di pazienti affetti da malattie sistemiche.

Un tipico segno di questa forma è il rossore locale o diffuso. A volte è doloroso. Inoltre, la maggior parte dei pazienti lamenta vari gradi di gravità, disagio, fotofobia e una chiara scarica dall'occhio.

In primavera e in autunno, così come dopo stress stressanti o cambiamenti ormonali, l'aspetto dei sintomi è notato più frequentemente.

L'episclerite nodulare è caratterizzata dalla presenza di un nodulo arrotondato. Sono formati vicino al limbus e sono solitamente coperti con congiuntiva iperemica. Questo tipo di malattia si sviluppa più spesso negli anziani e negli anziani e di solito procede più a lungo nel tempo e con dolore più grave rispetto alla versione semplice.

Nel numero travolgente di casi, la lesione cattura entrambi gli occhi. Il flusso di questa forma ha luogo con frequenti ricadute alternate a remissioni. In altre parole, l'episclerite acuta è sostituita da un periodo di sollievo, quando i sintomi scompaiono, ma poi il processo si aggrava di nuovo con l'apparizione di segni caratteristici, ma in posti nuovi. Succede anche che i noduli si formino gradualmente intorno alla cornea e aggirino l'arto, per così dire.

I noduli tendono a muoversi liberamente insieme alla congiuntiva. I cambiamenti sulla cornea sono rari, per esempio nella forma di una depressione a forma di disco ai bordi (dilen), o sotto forma di infiltrati periferici. In circa il 10% dei casi, possono verificarsi segni di uveite anteriore (si tratta di un'infiammazione che colpisce la coroide).

Accompagnare semplici sintomi di episclerite, come fotofobia e lacrimazione, in questo caso non sono tipici. Dopo alcuni mesi, i sintomi scompaiono.

Con la forma migratoria dell'episclerite, un centro piatto e spesso doloroso di rossore si verifica all'improvviso e alternativamente, poi in uno, poi nell'altro occhio. In alcuni casi, questo è accompagnato da emicrania e angioedema delle palpebre. Tuttavia, tali cambiamenti rapidamente (entro pochi giorni) passano.

Le manifestazioni di rosacea-episclerite sono simili ai segni di una forma migratoria. Questi sintomi sono generalmente combinati con danni alla cornea (rosacea-cheratite) e acne rosa della pelle localizzata sul viso. Il grado di danno alla lesione della cornea in questo caso è determinato dalla gravità del processo.

L'episclerite nei bambini ha esattamente le stesse manifestazioni degli adulti.

Diagnosi di episclerite

L'episclerite viene solitamente diagnosticata sulla base dell'intero quadro clinico. Se è difficile per scopi diagnostici, una soluzione di fenilefrina ad una concentrazione del 2,5% può essere applicata localmente, il che consente di distinguere la lesione superficiale della sclera da quella profonda.

Per diagnosticare correttamente l'episclerite, occorre anche intervistare attentamente tutti i pazienti, che, insieme ai dati di ispezione, aiuteranno a stabilire la necessità di ulteriori test di laboratorio speciali.

In una ricerca diagnostica in questo caso, indicatori come la velocità di eritrosedimentazione (ESR) e una formula del sangue, il livello di acido urico, i test della sifilide, così come la determinazione degli anticorpi antinucleari e del fattore reumatoide possono essere molto utili.

Come trattare l'episclerite

In caso di sintomi di episclerite, l'azione migliore sarà un viaggio per l'oftalmologo. Tuttavia, in realtà non c'è motivo per una forte eccitazione, perché questa malattia, come già menzionato sopra, ha un decorso prevalentemente mite e finisce in un risultato completamente favorevole.

Succede anche che le manifestazioni passino quasi inosservate. Di norma, ciò avviene in assenza di sintomi pronunciati e di un decorso lieve della malattia. In questi casi, tutto il trattamento dell'episclerite si riduce a una semplice aspettativa quando la malattia passa da sola. Se lo si desidera, i farmaci anti-infiammatori sono assegnati per accelerare questo punto.

In questo caso, una delle raccomandazioni principali sarà il riposo massimo e l'evitare la sovratensione in modo che la condizione non peggiori.

Se ci sono lamentele di dolore agli occhi, i corticosteroidi e il collirio sono prescritti da un certo numero di farmaci lacrimali artificiali. Gli agenti non steroidei sono ingeriti.

Va anche notato che il trattamento dell'episclerite oculare deve essere accompagnato dal trattamento della malattia di base, contro cui si è sviluppata questa patologia.

È necessario eliminare le sostanze irritanti che possono portare a una reazione allergica (ad esempio, focolai cronici di infezione o disturbi alimentari, ecc.).

L'uso generale e locale di agenti desensibilizzanti come cortisone, dimedrol o cloruro di calcio dà un buon effetto.

Se la malattia di base è di natura reumatica, è indicato l'uso di salicilati e butadion. Per le cause infettive, l'episclerite sarà trattata con gocce con antibiotici o farmaci sulfa.

Un trattamento specifico è necessario anche per l'episclerite sullo sfondo di condizioni tubercolari e allergiche: in particolare, vengono utilizzati ftivazide e altri farmaci anti-tubercolari.

Il calore e le procedure fisioterapeutiche sono usati come trattamento locale.

Oltre ai metodi medici tradizionali sopra descritti per trattare questo disturbo, la risposta alla domanda su come trattare l'episclerite è data dalla medicina tradizionale.

Di solito questi metodi vengono usati con ripetute esacerbazioni. Ad esempio, lozioni, a base di brodo di tè nero o camomilla, sono in grado di alleviare l'infiammazione abbastanza bene. Sono realizzati con tamponi di cotone, che, bagnati in brodo, sono posti sull'occhio dolente almeno 4 volte al giorno. Anche lavare gli occhi va bene.

Rimuovendo l'infiammazione, dovresti pensare alla guarigione del tessuto oculare. Qui è utile succo di aloe fresco. Mescolare in un rapporto di 1:10 con acqua bollita fredda e instillare la miscela risultante nell'occhio colpito 4 volte al giorno. Ripetere questa procedura dovrebbe essere per 2-3 mesi.

Episclerite - cause della malattia e metodi di trattamento

Uno dei problemi più comuni con la vista è considerato come occhi da episclerite. Questa malattia è senza complicazioni gravi, ma ha una tendenza alla ricaduta. Molto spesso, il corpo produce un trattamento per questa deviazione da solo.

Cos'è questa malattia?

Sotto episclerite è comunemente intesa come una forte infiammazione che colpisce gli strati esterni della sclera oftalmica. La sclera è una membrana abbastanza densa e fibrosa del bulbo oculare. Il suo compito principale è proteggere la superficie interna dell'organo ottico. Gioca anche il ruolo di supporto per i muscoli dell'occhio, i vasi sanguigni e le terminazioni nervose. La parte esterna della sclera è coperta da una membrana mucosa protettiva.

La superficie fibrosa dell'occhio è costituita da 3 strati:

  • episclera (strato piuttosto sciolto, che è permeato da numerosi vasi sanguigni);
  • sclera (membrana di collagene costituita da fibre);
  • guscio marrone (parte intermedia, che scorre uniformemente nella membrana dell'occhio vascolare).

Se una persona soffre di episclerite, allora solo la parte esterna del bulbo oculare è infiammata: questo è l'episcler stesso. Questo tipo di patologia spesso colpisce le persone in giovane età. I ricercatori ritengono che le ragazze e le donne siano più suscettibili a questa malattia (il 75% dei casi è stato registrato).

Quali tipi di questa malattia si trovano?

Quando si verifica l'episclerite, la causa potrebbe essere diversa. Sebbene ci sia un certo modello. In 1 caso su 3, questa malattia si manifesta in quei pazienti che soffrono di malattie sistemiche. Circa l'11% di questi pazienti aveva alti livelli di acido urico nel sangue.

Ci sono un certo numero di malattie che possono accompagnare la formazione di infiammazione:

  • artrite reumatoide acuta;
  • lupus sanguinoso sistematico;
  • poliarterite nodosa;
  • reazioni allergiche del corpo;
  • risposta chimica;
  • malattie infettive o microrganismi parassitari.

Le infiammazioni sono solitamente divise in diffuse e nodulari. Nel primo caso, l'infiammazione è espressa in rossore su tutta l'area del bulbo oculare. In un altro caso, la malattia appare come un piccolo nodulo con un chiaro rossore.

Il tipo nodulare di patologia dura molto più a lungo. A volte possono essere necessarie diverse settimane e talvolta anche 5-6 mesi. Può succedere che la malattia si diffonda ad entrambi gli occhi. Dopo il trattamento, i noduli si dissolveranno lasciando un piccolo segno nero e grigio. Con questo tipo di deviazione, la fotofobia e la lacrimazione non appaiono.

Un altro tipo di questa deviazione è considerata l'infiammazione migratoria. È una messa a fuoco infettiva iperemica all'interno dell'occhio. Può essere accompagnato da un gonfiore piuttosto grave della palpebra e frequenti mal di testa. A differenza dei precedenti tipi di malattia, questo passa in un paio di giorni e non ne rimane nemmeno una traccia.

Nell'episclerite, i sintomi possono apparire con diversi gradi di intensità. Tutto dipende da come viene espressa la patologia e da quanto è diffusa. Per questa malattia, l'insorgenza della sindrome del dolore è caratteristica, che può iniziare come lieve disagio e provocare un dolore piuttosto grave. Questo tipo di malattia non è grave come l'infiammazione di tutti i gusci della sclera.

Quando i vasi sanguigni si dilatano, si verificano arrossamenti limitati o diffusi. Dipende dalla forza del processo infiammatorio. Il paziente avrà una scarica intensa di lacrime. Ciò è dovuto al fatto che i recettori nervosi degli occhi sono altamente irritati, quindi il corpo cerca di minimizzare questa irritazione.

Come viene diagnosticata e trattata questa patologia?

Quando si diagnostica l'episclerite, è importante tenere conto di tutti i reclami del paziente e delle manifestazioni locali della malattia. Non perdere di vista le presunte cause, a causa delle quali la malattia ha iniziato a svilupparsi. Lo specialista deve prima di tutto identificare correttamente il tipo di infiammazione. Può essere solo episclerite e talvolta è l'infiammazione di tutti gli strati del bulbo oculare (sclerite).

Il trattamento dipenderà anche dalla diagnosi. Al fine di ridurre l'infiammazione pronunciata in caso di sclerite, il medico prescrive gocce di vasocostrittore. Aiuteranno a rimuovere temporaneamente un così evidente rossore nel bulbo oculare.

L'episclerite è intrinsecamente considerata un tipo benigno di infiammazione che può scomparire da sola entro 7-14 giorni. Al fine di rimuovere rapidamente i sintomi del dolore, disagio e sbarazzarsi di questa malattia, gli esperti raccomandano farmaci anti-infiammatori, che sono solitamente disponibili sotto forma di gocce.

C'è anche l'opportunità di usare medicinali per azione locale, che includono lacrime naturali. Il trattamento con tali farmaci ridurrà significativamente i tempi di recupero.

Se parliamo della recidiva di questa malattia, allora in questo caso è necessario assumere farmaci antinfiammatori non steroidei. Dovrebbero essere sotto forma di compresse.

In nessun caso non è necessario prescrivere autonomamente un trattamento. Solo la consulenza di un oculista esperto, un dermatologo e un'analisi completa aiuteranno a risolvere il problema con un'infiammazione benigna.

Nella lotta contro l'episclerite, la medicina tradizionale può aiutare bene. Prima di iniziare questo trattamento, è necessario assicurarsi che il paziente non abbia reazioni allergiche ai componenti naturali (miele o erbe medicinali).

  1. Non male aiuta il decotto di assenzio. Per la sua preparazione avrà bisogno di 2 cucchiai. assenzio e acqua bollente. L'erba è piena d'acqua e bollita per pochi minuti. Quando il decotto si è raffreddato, puoi iniziare a sciacquarli. Questa procedura viene ripetuta più volte al giorno.
  2. Un altro tipo di medicina utile è il decotto prefabbricato. Per fare questo, hai bisogno di 20 g di radice di bardana, fiori di camomilla e fiordaliso. Tutti questi ingredienti sono schiacciati. Poi avranno bisogno di versare acqua bollente e lasciare in infusione per circa 20 minuti.La tintura risultante è necessaria per fare impacchi sugli occhi. Si raccomanda di eseguire questa azione non più di 5 volte al giorno.
  3. Un trattamento efficace ha olio e baffi d'oro. In primo luogo, entro 60 minuti in olio di girasole sterilizzato a bagnomaria. Dopo di ciò, vengono aggiunte le foglie accuratamente lavate del baffo dorato. Questa tintura deve essere infusa per 14 giorni. Dopo la scadenza di questo periodo, viene filtrato. Una goccia di miscela pre-preparata deve essere gocciolata nell'occhio. Il brodo deve essere conservato in frigorifero. Un massaggio rilassante per un bulbo oculare doloroso sarà utile dopo questa procedura.

Affinché il trattamento sia più efficace, è prima necessario ridurre l'infiammazione. Quindi tutti i carichi oculari dovrebbero essere ridotti al minimo.

L'organo della vista ferito deve riposare di più e riposarsi. In questo stato, in nessun caso non si può sedere al computer o alla TV. Hai bisogno di guardare lo schermo del telefono touchscreen il meno possibile. E poi la malattia si ritirerà molto più velocemente.

5 ricette di episclerite

I processi infiammatori negli occhi si verificano quasi sempre con sintomi spiacevoli, ma l'episclerite è un'eccezione. Questa malattia è caratterizzata da moderato disagio e arrossamento, quindi non è necessario il trattamento dell'infiammazione.

L'episclerite è un processo infiammatorio che interessa la parete episclerale dell'occhio. Episclera è la superficie della capsula sclerale del bulbo oculare. Questo guscio comprende reti vascolari superficiali e profonde, ma ha una struttura piuttosto sciolta.

Il tessuto episclerale si trova tra la sclera e la congiuntiva. Possiamo dire che agisce come parte della sclera - il guscio protettivo dell'occhio. L'episclera è rappresentata da un sottile strato di tessuto connettivo con un gran numero di vasi, collagene, linfociti, fibrociti, mastociti e melanociti stromali.

Varietà di episclerite

L'episclerite è semplice e nodulare. L'infiammazione semplice, di regola, è diagnosticata in pazienti giovani e nodoso - negli anziani. La malattia è caratterizzata da lesioni unilaterali e frequenti recidive, anche se raramente si trasforma in sclerite (ampia infiammazione della sclera). L'infiammazione si verifica spesso sullo sfondo di una malattia autoimmune. Episclerite spesso diagnosticata nelle donne da 30 anni.

C'è un tipo separato di infiammazione - episclerite migratoria. Si distingue per il fatto che si svolge da solo entro 2-3 giorni, causando arrossamento vicino al limbo corneale. Tuttavia, nonostante la rapidità della malattia, i pazienti devono essere monitorati, in quanto durante questo periodo può verificarsi un edema di Quincke o un grave attacco di emicrania.

Questo tipo di episclerite, come la rosacea-episclerite, è molto simile a quella migratoria. Nell'occhio si manifestano noduli violacei, che colpiscono la cornea e provocano la rosacea-cheratite (infiammazione della cornea, che si combina con l'acne sul viso).

Spesso l'infiammazione dell'episclera è l'unico sintomo pronunciato della patologia sistemica (lupus eritematoso sistemico, morbo di Crohn, artrite reumatoide). La prognosi per l'episclerite è per lo più favorevole, ma deve essere considerata la gravità della malattia di base.

Le principali cause di episclerite

Il meccanismo di sviluppo dell'infiammazione nella membrana episclerale non è stato studiato con precisione. Si ritiene che la reazione passi nell'occhio dal sistema circolatorio. Le cause dell'infiammazione non sono identificate, possiamo solo parlare di fattori di rischio. Questi includono l'esposizione a corpi estranei, prodotti chimici e allergie polivalenti.

Malattie che causano l'episclerite:

  • gotta;
  • artrite reumatoide;
  • Malattia di Crohn;
  • la tubercolosi;
  • lupus eritematoso sistemico;
  • Malattia di Lyme;
  • colite ulcerosa.

Alcune patologie compaiono dopo i sintomi dell'episclerite, che complicano in modo significativo la diagnosi differenziale. L'infiammazione standard dura 2-5 settimane, anche se in alcuni casi può svilupparsi entro cinque mesi.

Sintomi di episclerite

Quando si verifica un'infiammazione del rivestimento episclerale, i pazienti lamentano arrossamento degli occhi, dolore, lacrimazione eccessiva, sensazione di pressione o pesantezza. Nella maggior parte dei casi, l'acuità visiva non cambia. La fotofobia e l'escrezione sono sintomi rari di infiammazione dell'episclera.

Il tipo più comune di episclerite è semplice. Per lui, la natura dell'iperemia settoriale, almeno - diffusa. L'infiammazione semplice può andare via da sola in due settimane. La forma nodulare dell'infiammazione ha un nodulo iperemico limitato, che scompare entro un mese. Dopo il riassorbimento dei noduli rimangono macchie di colore grigio-nero.

Come rilevare l'episclerite negli occhi

Poiché l'infiammazione spesso ricorre, gli strati sclera vengono riorganizzati in parallelo. Di conseguenza, la shell diventa più trasparente. La biomicroscopia del bulbo oculare aiuta a identificare questi difetti, così come il fatto di gonfiore sclerale. Alla palpazione, ci può essere un leggero dolore nei punti di rossore. Per determinare la profondità di penetrazione dell'infiammazione, viene utilizzata una soluzione di fenilefrina (2,5%).

L'esame per l'infiammazione dell'occhio comprende:

  1. Visometria (controllo dell'acuità visiva).
  2. Tonometria (misurazione della pressione intraoculare).
  3. Rifrattometria (determinazione della rifrazione oculare).
  4. Perimetria informatica (uno studio completo delle strutture del bulbo oculare).

Altri metodi per diagnosticare l'episclerite:

  1. Esami del sangue, compresi test specifici.
  2. Fluorography.
  3. Determinazione dello stato immunitario.
  4. Test per malattie sessualmente trasmissibili.

Per determinare l'eziologia dell'infiammazione controllare il livello di acido urico, ESR, anticorpi antinucleari, nonché gli indicatori del fattore reumatoide. Poiché l'episclerite è spesso una complicazione della malattia di un altro sistema corporeo, è necessario un esame qualitativo e una diagnosi differenziale. La consultazione di un endocrinologo, un reumatologo, uno specialista di malattie infettive e un allergologo è richiesto per stabilire la diagnosi e identificare la causa.

Diagnosi differenziale di episclerite

Quando si effettua una diagnosi, la sclerite e la congiuntivite dovrebbero essere escluse, poiché sono queste malattie che hanno sintomi simili. A differenza della sclerite, l'episclerite è lieve e l'infiammazione non influisce sul tratto vascolare. Per determinare la natura dell'infiammazione può essere l'assenza di vasi superficiali e il colore viola.

Il rossore osservato nell'episclerite è difficile da distinguere dalla manifestazione della congiuntivite. La congiuntivite e l'episclerite differiscono nella durata del corso. L'infiammazione della mucosa richiede 1-2 settimane.

Trattamento farmacologico dell'episclerite

L'infiammazione della membrana episclerale viene trattata in modo conservativo. Farmaco e fisioterapia raccomandati. L'obiettivo principale è quello di curare la malattia di base e alleviare i sintomi di infiammazione negli occhi. Se i sintomi sono lievi e non interferiscono con il paziente, la terapia con episclerite non è prescritta.

In alcuni casi vengono prescritte gocce anti-infiammatorie e idratanti non steroidei. Consigliato instillazione frequente di corsi brevi. Gli antibiotici sono prescritti secondo necessità. La terapia fisica per l'episclerite è l'esposizione ad altissima frequenza (UHF) agli occhi.

Antinfiammatorio non steroideo:

  1. Diclofenac. Antinfiammatorio e analgesico a base di diclofenac sodico. Gli adulti possono assumere 50-150 mg (2-3 dosi al giorno). La durata del trattamento non deve superare le due settimane.
  2. Naklof. Il principio attivo è diclofenac sodico. Instillare goccia a goccia 4-5 volte al giorno. Usare con cautela quando allergico all'aspirina e durante la gravidanza.
  3. Flurbiprofen. Tre volte al giorno, 100 mg. Continua il trattamento per 4-5 giorni. Tipicamente, il farmaco viene prescritto per un prolungato decorso di infiammazione o grave recidiva.
  4. Meloxicam. Lo strumento è usato per trattare l'artrite reumatoide e l'episclerite concomitante. Meloxicam deve essere assunto con cautela, perché ha molte controindicazioni (disturbi del tratto gastrointestinale, dei reni e del fegato).

La prevenzione dell'infezione secondaria viene effettuata mediante l'uso di gocce antibatteriche e farmaci combinati (Sofradex, Tobradex). Sofradet riduce il disagio e il dolore. Viene spesso prescritto per infiammazioni batteriche con cicli brevi: l'uso prolungato può ridurre l'acuità visiva e causare il glaucoma.

Gocce di episclerite

  1. Floksal. Il farmaco è basato su ofloxacina, che agisce come un antibiotico ad ampio spettro. Si riferisce a un gruppo di fluorochinoloni. Floksal non consente ai batteri di moltiplicarsi, pur avendo un effetto tossico minimo sull'occhio. L'effetto è raggiunto in 10 minuti e dura per 6 ore. È possibile utilizzare il corso di non più di due settimane. Non assegnato a donne in gravidanza e in allattamento. Gli effetti collaterali includono bruciore, secchezza e arrossamento degli occhi.
  2. Kromogeksal. Gocce prescritte per l'episclerite allergica. I risultati diventano evidenti solo pochi giorni dopo l'inizio del trattamento. Il principio attivo è sodio cromoglicato.
  3. Normaks. Il farmaco è basato sulla norfloxacina, che appartiene al gruppo dei fluorochinoloni. Normaks non è prescritto per i bambini sotto i 15 anni e le pazienti in gravidanza. Le gocce sono ben tollerate, quindi possono essere incluse in un lungo ciclo di trattamento. Non è consigliabile combinare Normaks con prodotti che hanno un valore pH acido.
  4. Oftakviks. Il principale ingrediente attivo del farmaco è levofloxacina. Oftakviks appartiene al gruppo dei fluorochinoloni, ha un'azione antibatterica e antimicrobica. Il vantaggio delle gocce è la possibilità di utilizzarle nel trattamento dei bambini dell'anno. Di solito Oftakviks prescritto per 5 giorni. Non può essere usato da donne in gravidanza.
  5. Indokollir. A causa dell'attività dell'indometacina, il farmaco ha effetti antinfiammatori e analgesici. Indocollier rimuove il gonfiore nella camera anteriore dell'occhio e riduce il dolore.

L'episclerite severa viene trattata con glucocorticosteroidi. Questi includono desametasone, che combatte efficacemente contro le infezioni gravi. I preparati con corticosteroidi sono prescritti in breve, perché con il loro uso prolungato aumenta il rischio di glaucoma e cataratta.

Trattamento di episclerite popolare

Per accelerare il recupero, è necessario limitare il carico visivo e riposare gli occhi. Puoi lavare i tuoi occhi preparando un tè alle foglie di qualità, preferibilmente nero. Due risciacqui al giorno possono aiutare ad alleviare i sintomi di infiammazione e alleviare il disagio.

Prima di assumere qualsiasi farmaco, è necessario ottenere l'approvazione del proprio medico. La medicina tradizionale può essere un ulteriore strumento per combattere l'infiammazione oftalmica. È importante chiarire la presenza di allergie, dal momento che molte piante medicinali e prodotti sono potenti allergeni.

Ricette per l'infiammazione

  1. Quando si raccomanda l'episclerite usare gocce con succo di aloe. Questa pianta è considerata uno dei migliori stimolatori naturali per la rigenerazione dei tessuti. Puoi fare queste gocce a casa: aggiungi una goccia di succo di aloe in 10 gocce di acqua bollita. L'acqua avrebbe dovuto essere a temperatura ambiente. Per il trattamento e la prevenzione dei mezzi di episclerite instillati tre volte al giorno per 90 giorni. Ogni volta che hai bisogno di preparare una soluzione fresca, quindi è necessario avere un aloe in crescita a casa.
  2. Puoi aiutare i tuoi occhi nella lotta contro l'infiammazione con l'aiuto della tintura di guarigione. Per prepararlo, è necessario mescolare 20 g di camomilla, radice di bardana e il colore del fiordaliso. Gli ingredienti sono ben macinati. La soluzione per il lavaggio oculare viene preparata da un cucchiaio di questa collezione, invecchiato in un bicchiere di acqua bollente. È necessario lasciarlo per 30 minuti sotto il coperchio, quindi attendere il raffreddamento. Colpisci gli occhi il più spesso possibile. Anche da questa soluzione puoi fare compresse per 15 minuti, 3-5 volte al giorno.
  3. Versare due cucchiai di assenzio in un bicchiere d'acqua bollente. Far bollire per due minuti, filtrare e sciacquare gli occhi infiammati in una forma calda.
  4. È necessario sterilizzare l'olio di girasole in un bagno d'acqua per un'ora, quindi aggiungere le foglie dei baffi d'oro. Lasciare in infusione per 14 giorni e filtrare accuratamente, conservare in frigorifero. Mezzi sepolti negli occhi una volta al giorno. Puoi anche massaggiare le palpebre.
  5. Macinare un pezzo di baffi dorati e versare acqua bollita (150 ml). Difendi la notte, sciacqua l'occhio dolorante più volte al giorno.

Poiché l'infiammazione dell'episclera richiede molto tempo, si può sviluppare la tossicodipendenza. Per combattere efficacemente l'episclerite per diverse settimane, è permesso alternare erbe: un giorno lavare gli occhi con l'estratto di camomilla, un altro usare piantaggine, calendula o timo. Alternando, la terapia infiammatoria può essere estesa e la guarigione dei tessuti può essere accelerata. L'esposizione costante agli occhi aiuterà a prevenire l'episclerite cronica.

La regola principale della medicina tradizionale è la freschezza e la purezza. Quando si fanno le compresse, è necessario prendere una garza pulita ogni volta. Il contenitore per la soluzione di lavaggio deve essere pulito a fondo senza l'uso di detergenti. Durante la caduta gocce, è necessario sciacquare la pipetta ogni volta con acqua calda. Durante il lavaggio oculare, le mani devono essere lavate, altrimenti c'è il rischio di introdurre un'infezione aggiuntiva e di aggravare il corso dell'episclerite.

Conseguenze di grave infiammazione

Le complicanze con episclerite sono possibili solo se non trattate la recidiva grave della malattia. L'infiammazione spesso va via da sola, tuttavia, è necessario tener conto del fatto che l'episclerite ricorre spesso, e il suo corso può essere aggravato. La complicazione più frequente dell'episclerite è la transizione dell'infiammazione alla forma cronica. Nonostante la lieve severità dei sintomi dell'infiammazione, il disagio persistente in un corso cronico ridurrà significativamente la qualità della vita umana.

C'è sempre il rischio che il processo infiammatorio si diffonda alla cornea, alla congiuntiva e alla lente. La sconfitta di questi elementi dell'occhio comporta una diminuzione dell'acuità visiva. Con il coinvolgimento della coroide della camera anteriore del bulbo oculare, la pressione intraoculare può aumentare. A volte l'episclerite è complicata dalla cataratta (opacizzazione della lente).

Frequenti recidive della malattia in un decorso cronico vengono gradualmente diradate all'episclera e alla sclera. Di conseguenza, possono svilupparsi sindrome dell'occhio secco (cheratocongiuntivite secca), stafiloma sclerale (cicatrici e protrusione della superficie dell'occhio).

Dopo l'episclerite, il tessuto connettivo in eccesso può rimanere nelle lesioni. La sua diffusione può causare glaucoma secondario, cheratite sclerosante e deterioramento della funzione visiva. Senza trattamento, gli infiltrati sclerali possono trasformarsi in ulcere, ruga gli occhi e provocare cecità.

Misure preventive

Ci sono un certo numero di regole specifiche che aiutano ad evitare non solo l'episclerite, ma anche altre infiammazioni nel bulbo oculare. È molto importante prestare attenzione a ogni oggetto, altrimenti la prevenzione non sarà completa e, di conseguenza, efficace.

Come evitare l'episclerite:

  • proteggere gli occhi da danni e ingresso di corpi estranei;
  • seguire le regole di igiene, in particolare la cura del viso e del sistema visivo;
  • utilizzare occhiali da sole (questo aiuta a proteggere dalla polvere e dagli insetti);
  • È tempo di rispondere ai sintomi di qualsiasi malattia.

L'infiammazione delle strutture oculari può essere prevenuta proteggendo il viso quando si lavora con sostanze chimiche e apparecchiature potenzialmente pericolose. Se manifesti sintomi spiacevoli, dovresti prontamente consultare un medico e sottoporsi completamente al trattamento. È molto importante controllare le malattie croniche.

Google+ Linkedin Pinterest