Malattie degli occhi

Le malattie degli occhi si sviluppano a seguito di cambiamenti patologici che si verificano negli organi visivi. Questi possono essere processi patologici indipendenti o le conseguenze di altre malattie. La difficoltà di diagnosticare è spesso associata all'assenza di dolore caratteristico, che causa visite tardive al medico. Il paziente si abitua anche alla graduale perdita della vista.

La miopia è conosciuta fin dall'antichità. Nella letteratura greca antica si menzionava la gente che socchiudeva gli occhi per vedere il soggetto necessario. Il termine myopes, da cui è derivato il nome moderno della miopia della malattia, è menzionato nelle sue opere da Aristotele. Con l'accumulo di conoscenze sull'atto visivo e sulla struttura dell'occhio, apparvero molte teorie sullo sviluppo della miopia.

Congiuntivite - la reazione della mucosa dell'occhio sotto forma di cambiamenti infiammatori, che si sviluppa su vari effetti ed è accompagnata da arrossamento, gonfiore e staccabile dalla congiuntiva. Se le palpebre sono coinvolte nel processo patologico, si manifesta con prurito e sensazioni sgradevoli nella zona degli occhi. Se la cornea è danneggiata, l'acuità visiva diminuisce.

La blefarite è un gruppo di malattie associate all'infiammazione del bordo ciliare delle palpebre, principalmente di origine infettiva o allergica, incline a decorso prolungato e frequenti recidive. La malattia è difficile da trattare, a volte può causare l'infezione dell'occhio e compromissione della vista.

L'esoftalmo e l'enoftalmo sono le anomalie della posizione del bulbo oculare, la sua distanza di fronte, di fronte al piano orbitale o nell'orbita più profonda del normale.

Glaucoma (dal greco antico Γλαύκωμα - blu annebbiamento dell'occhio, letteralmente "acquamarina") - questo è un ampio gruppo di gravi malattie degli organi visivi rispetto a origini diverse e diversamente dal flusso. La principale caratteristica della malattia è un cambiamento costante o periodico della pressione all'interno dell'occhio al di sopra del livello ammissibile per una persona. Come risultato del glaucoma, vari difetti della funzione visiva si sviluppano, l'acuità visiva diminuisce significativamente e le atrofie del nervo ottico.

L'orzo (nome medico - hordeolum) è un processo infiammatorio stafilococco che si verifica all'interno del sacco ciliare del capello, caratterizzato da una forma acuta e abbondante escrezione di liquido purulento, nonché dall'infiammazione con la formazione di pus nelle ghiandole sebacee di Zeis che si trovano vicino alle lampadine ciliari. L'orzo interno come sottotipo della malattia è espresso nel processo infiammatorio di un segmento di una ghiandola sebacea modificata (nome scientifico meibomiano).

La cheratite è un processo infiammatorio nella cornea dell'occhio che causa una diminuzione dell'acuità visiva a causa di annebbiamento della cornea. Spesso il processo è accompagnato da un arrossamento del bulbo oculare dovuto all'espansione della griglia vascolare dell'area pimpica.

Il tracoma è un'infiammazione cronica da clamidia degli occhi, che è caratterizzata da alterazioni infiammatorie delle membrane connettive mucose e sottomucose che, con un decorso complicato della malattia, portano a ipertrofia tissutale e allo sviluppo di cambiamenti cicatriziali nel tessuto congiuntivale, distruzione della cartilagine delle palpebre e della cornea.

Cataratta (dal latino Cataracta e altri, dal greco al αταρράκτης - "cascata") è una malattia oftalmologica comune, caratterizzata da una diminuzione della trasparenza dell'obiettivo dell'occhio, opacizzazione parziale o assoluta. L'acuità visiva diminuisce gradualmente, c'è un deterioramento significativo o una perdita completa.

Una cisti oculare è una piccola neoplasia benigna localizzata sulla membrana mucosa del bulbo oculare o sulla palpebra. L'area interessata appare come una "bolla" (come tradotta dal greco "ciste"), la cui cavità è piena di liquido.

Cheratocono (dal greco cherato - corno e konos - cono) - la degenerazione della cornea non è di natura infiammatoria, in cui i tessuti si assottigliano e la normale forma sferica dell'occhio si trasforma in anomala, conica per diversi anni. Questa configurazione rifrange erroneamente e irregolarmente i raggi, una persona comincia a vedere gli oggetti sfocati, distorti, i loro contorni sono rotti. L'acuità visiva diminuisce gradualmente fino alla completa perdita della vista.

L'episclerite è una malattia degli occhi che è infiammatoria. Il tessuto episclerale (situato tra la sclera e la congiuntiva) è interessato. Nella maggior parte dei casi, la malattia è transitoria e passa da sola, senza trattamento. Allo stesso tempo, c'è il pericolo di ricadute, ma non sono pericolose, perché l'infiammazione si attenua dopo pochi giorni.

Il daltonismo è l'incapacità innata o acquisita dell'apparato visivo a percepire correttamente tutto (raramente) o certi colori.

Astenopia: un certo disagio agli occhi durante il lavoro visivo. Molto spesso, questa condizione si verifica quando gli occhi lavorano a una distanza sufficientemente vicina all'oggetto. Sebbene questa non sia una malattia, ma uno stato peculiare, è necessario affrontare questo problema. Se non lo fai in tempo, l'affaticamento dell'occhio può presto trasformarsi in una malattia molto grave, come lo strabismo.

In alcune persone, specialmente in condizioni di scarsa illuminazione, è possibile osservare diverse dimensioni delle pupille degli occhi, mentre il diametro di uno di essi è più grande. Di conseguenza, l'anisocoria è un disturbo associato all'incapacità di uno degli occhi di cambiare il diametro della pupilla sotto l'influenza della luce. Nella medicina moderna, l'anisocoria non è considerata una malattia indipendente, è attribuita allo stato che accompagna alcuni disturbi e patologie.

L'amaurosi è una patologia oculare caratterizzata da perdita parziale o completa della vista. Questa condizione non è associata al danno e alla malattia degli organi della vista stessa ed è causata dalla disfunzione del nervo ottico o da parti del percorso dell'analizzatore del nervo ottico nel cervello.

L'astigmatismo è il difetto di visione più comune associato alla distorsione della forma della lente dell'occhio o della sua cornea. Il sintomo dell'astigmatismo degli occhi degli occhi di un adulto è che vede gli oggetti intorno a sé in una forma distorta: sfocata, sfocata, con una silhouette contorta.

L'emianopsia è una malattia caratterizzata da menomazione visiva con danno al campo visivo. Quando si verifica, il paziente vede solo una parte dell'immagine che si apre davanti a lui, che è sempre accompagnata da punti scuri nelle aree in cui il nervo ottico è danneggiato.

Malattie dell'occhio - una lista di malattie e infezioni degli occhi

Malattie delle palpebre, percorsi lacrimosi e occhi

Infiammazione locale dell'area nella regione degli organi della visione, accompagnata dalla formazione di una cavità e dalla fusione purulenta dei tessuti.

Patologia, che è una fusione dei bordi delle palpebre in tutto o in parte.

Infiammazione dei bordi delle palpebre. È considerato una malattia molto comune degli organi visivi, mentre è poco adatta alla terapia.

Il blefarospasmo è una contrazione riflessa simmetrica dei muscoli perioculari del viso che trattengono l'occhio, che porta alla chiusura delle palpebre.

La malattia è accompagnata da un giro del bordo ciliare della palpebra verso il bulbo oculare.

Splicing (totale o parziale) dei bordi delle palpebre, a seguito del quale il paziente ha una fessura oculare ristretta o assente.

Difetto del guscio oculare, difetto seminale dello strato intero della palpebra.

Chiusura incompleta delle palpebre. La malattia si manifesta dal fatto che anche in un sogno gli occhi non possono chiudersi completamente o rimanere per niente aperti.

Accumulo anomalo di fluido nel tessuto sottocutaneo nella palpebra. La patologia è estremamente diffusa, può accompagnare non solo malattie e disturbi locali, ma anche essere uno dei segni di malattie sistemiche.

Una malattia caratterizzata da infiammazione delle palpebre, così come la pelle circostante, in avanti dalla fascia orbitale.

Patologia, accompagnata dall'omissione della palpebra superiore. La ptosi può essere leggermente evidente, ma a volte la palpebra copre completamente la fessura dell'occhio.

Patologia, raramente diagnosticata. I sintomi principali della malattia sono ptosi della palpebra superiore in combinazione con synkinesis (sollevando la palpebra colpita da ptosi a causa del movimento della mandibola).

Patologia, in cui vi è una crescita anormale delle ciglia, che provoca irritazione della cornea, congiuntiva e contribuisce alla penetrazione delle infezioni nell'occhio.

Formazione purulenta che appare come risultato dell'infiammazione del follicolo pilifero delle ciglia, meno spesso della ghiandola sebacea, situata vicino al follicolo ciliare.

MALATTIE DEL TRATTAMENTO

Tra le neoplasie dell'apparato lacrimale, i tumori delle ghiandole lacrimali sono più comuni. Esistono diversi tipi di tumori di questa localizzazione.

Infiammazione delle ghiandole lacrimali. La malattia più spesso procede contro lo sfondo di infezione dell'occhio con agenti endogeni. La forma cronica di dacryadenitis è in grado di svilupparsi a causa di malattie del sistema circolatorio.

Bulging in avanti del bulbo oculare. La causa dell'esoftalmo diventa il gonfiore dei tessuti dell'orbita, principalmente nello spazio retrobulbare e il loro aumento di volume.

Nello strappo del sacco lacrimale nell'occhio, che è causato da stenosi (blocco) del canale nasolacrimale.

Stenosi o costrizione patologica del dotto lacrimale. La malattia si sviluppa gradualmente sullo sfondo di un ritardo nel deflusso del liquido lacrimale dal dotto nasolacrimale.

La malattia può svilupparsi in pazienti con una forma cronica di patologia. La condizione acuta si verifica sullo sfondo del blocco completo del dotto lacrimale e dei punti lacrimali.

Malattie congiuntivali

Infiammazione della mucosa dell'occhio. Molto spesso, i fattori eziologici della congiuntivite sono associati alla penetrazione della microflora patogena nell'occhio.

Infiammazione della congiuntiva dell'occhio, che è causata dalla reazione di un individuo a uno specifico allergene oa un gruppo di allergeni.

Infezione della mucosa degli organi visivi con clamidia, causando infiammazione acuta o cronica dei tessuti della congiuntiva.

Sindrome dell'occhio secco o xeroftalmia: alterazione patologica dell'umidità della mucosa oculare e della cornea.

Educazione, localizzata nell'area di contatto della congiuntiva e della cornea dell'occhio, che sovrasta la pelle, di piccole dimensioni e consistenza elastica.

Una formazione anormale, situata nell'angolo interno dell'occhio, a forma triangolare.

Malattie di sclera, cornea, guscio arcobaleno e corpo cilindrico

Infiammazione del tessuto episclerale che si trova tra la sclera e la congiuntiva.

Infiammazione della membrana esterna dell'occhio, compresa la sclera e la cornea.

L'infiammazione della sclera e della cornea dell'occhio, nella maggior parte dei casi, accompagna lo sclerite anteriore.

Il concetto di "cheratite" combina un gruppo di patologie della cornea della natura infiammatoria.

Patologia dei cambiamenti distrofici nella cornea.

Un gruppo di patologie croniche che si sviluppano sullo sfondo di disordini metabolici di natura generale o locale.

Anomalie congenite della struttura e del funzionamento della cornea.

Difetto dell'organo della vista, in cui vi sono diversi fori per la pupilla nell'iride.

Patologia congenita associata all'assenza della parte colorata dell'organo della vista - l'iride.

Patologia, che consiste nel rilevare la differenza tra i parametri degli alunni umani.

MALATTIE CRISTALLI

Informazioni su vari difetti nella struttura della lente dell'occhio, una breve descrizione delle anomalie e delle loro varietà (afachia, cataratta).

Patologia frequente, specialmente tra i pazienti anziani. Con questa malattia, i cambiamenti colpiscono la lente dell'occhio.

Mancanza di lente Con questa patologia, gli occhi sono considerati afachici. Tale anomalia dell'occhio è raramente congenita.

MALATTIE DEL GUSTO VASCOLARE E AL DETTAGLIO

Infiammazione della retina La retinite può svilupparsi sullo sfondo di influenze esterne o interne.

È un'anomalia in cui sono colpiti i vasi della retina, che causa disfunzione della retina dell'occhio a causa della rottura del suo flusso sanguigno.

La progressione della disfunzione visiva, così come i cambiamenti degenerativi-distrofici nella fibra della retina.

Separazione della retina dal tessuto che copre la parte posteriore dell'occhio.

Cambiamenti osservati nella struttura e nella funzione dei vasi sanguigni a causa di fallimenti nella coordinazione nervosa.

glaucoma

Aumento della pressione all'interno dell'occhio, che porta alla comparsa di punti ciechi e altri difetti nello spazio visivo, una diminuzione dell'acuità visiva, a volte per completare la cecità.

MALATTIE DELLE MELE DEL CORPO E DELL'OCCHIO DI VETRO

Malattie secondarie che appaiono sullo sfondo di lesioni, infiammazioni, distrofia vascolare, retina, a seguito della penetrazione di microbi e corpi estranei.

"Volare" - piccoli granelli di qualsiasi forma che appaiono in numeri singoli o grandi nel campo visivo. La causa di questo fenomeno può essere una varietà di patologie e condizioni.

Nella maggior parte dei casi, il paziente avverte i processi come foschia fluttuante davanti ai suoi occhi (sotto forma di "mosche"), così come torce improvvise ("fulmine").

MALATTIE DEL NERVO VISIVO E DEI PERCORSI VISIVI

Infiammazione infiammatoria del nervo ottico. Manifestata dal dolore lungo il nervo interessato, diminuzione della sensibilità, indebolimento del tono muscolare nell'area adiacente al nervo.

Nella maggior parte dei casi, non comprendono una patologia, ma una condizione inerente a una maggiore pressione intracranica.

La patologia del nervo ottico è spesso accompagnata da intossicazione, avvelenamento da varie sostanze chimiche.

Patologia dovuta a alterata circolazione del sangue locale (nella sezione intraorbitale e intrabulbare).

Violazione della conduzione della fibra nervosa sullo sfondo della sua distruzione, a seguito della quale la trasmissione della stimolazione visiva dalla retina al cervello cambia patologicamente.

Doppi oggetti in vista. La patologia provoca una sensazione piuttosto spiacevole agli ammalati.

Affezione dei nervi motori dell'occhio, paralisi dei muscoli oculari o diversi muscoli.

MALATTIE DELL'OCCHIO MUSCOLARE, DISTURBI DEL MOTIVO DELL'OCCHIO, ALLOGGIO E RIFRAZIONE

Deviazione regolare o periodica dell'asse di visione dell'occhio dall'area della sua fissazione. Di conseguenza, ci sono violazioni della visione binoculare.

Rottura della funzione motoria dell'occhio (oscillazione incontrollata dell'occhio, imitazione della traiettoria del pendolo).

DISTURBI DI RIFRAZIONE (AMETROPY)

La miopia è una malattia degli organi visivi, a causa della quale il paziente non vede chiaramente oggetti lontani, ma può vedere oggetti abbastanza vicini.

Iperopropia - una violazione della rifrazione, in cui i raggi di luce dall'immagine degli oggetti sono focalizzati dietro la retina, ma non su di esso, come è normale.

Patologia che porta ad una diminuzione della funzione visiva. Nella stragrande maggioranza dei casi, l'astigmatismo si sviluppa in concomitanza con ipermetropia o miopia.

Cambiamenti patologici nella rifrazione degli organi visivi. Nella maggior parte dei casi, questa è una malattia geneticamente determinata.

ALTRE MALATTIE DELL'OCCHIO E APPARECCHIATURE AGGIUNTIVE

Sindrome occhi pigri - questa è la mancanza di lavoro di uno o entrambi gli occhi. Nella maggior parte dei casi, malattia unilaterale.

La completa assenza del bulbo oculare, la presenza di un organo di visione anormalmente ridotto e talvolta persino la nascita di un occhio indistinguibile, non funzionale (rudimentale).

Un leucoma è la comparsa di tessuto cicatriziale sulla cornea dell'occhio a causa di infiammazione o danni agli occhi.

Congiuntivite con decorso purulento, spesso causato da gonococco. La malattia si manifesta con gonfiore e arrossamento delle palpebre, il rilascio di pus dagli organi della vista.

Violazione della normale percezione di alcuni colori, spesso con una natura geneticamente determinata.

Cecità parzialoide congenita, in cui non vi è percezione del verde.

Uveite anteriore - infiammazione dell'iride e del corpo ciliare.

Una malattia dell'occhio che si verifica in una forma cronica ed è caratterizzata da un'infiammazione bilaterale prolungata della congiuntiva delle palpebre e del bulbo oculare.

Uno dei tipi di funzione visiva compromessa, in cui tutti gli oggetti attorno al paziente sembrano gialli.

Cambiamenti patologici della cornea e della congiuntiva degli organi della vista, secchezza della mucosa e cornea dell'occhio.

Hemeralopia è una violazione dell'adattamento della funzione visiva in condizioni di scarsa illuminazione.

Infiammazione di un occhio sano, che si verifica sullo sfondo di una ferita o di un'altra malattia del secondo occhio

Lesione totale del bulbo oculare con infiammazione purulenta e fusione delle sue strutture.

Indebolimento degli occhi legato all'età, un processo graduale e inevitabile che si svolge sullo sfondo dell'invecchiamento generale del corpo umano.

Patologia, accompagnata da una violazione della normale percezione del colore. È considerato una forma di cecità ai colori parziale.

Una serie di sintomi relativi agli organi della visione, che sono causati dal lavoro al computer

Malattia dell'occhio accompagnata da completa perdita della vista con entrambi gli occhi.

Daltonismo parziale congenito senza percezione del colore blu (viola).

Un gruppo di malattie che si verificano con l'infiammazione della griglia vascolare dell'occhio nelle sue diverse aree - nell'iride, nella coroide, nel corpo ciliare.

La cecità della neve è un'ustione acuta delle membrane cornee e degli occhi dell'occhio a causa del suo danno causato dalla luce solare.

Patologia, espressa nel pendolo del bulbo oculare più in profondità nell'orbita rispetto alla norma.

Recensioni: 8

Grande lista! E tutto in ordine alfabetico!

Da questa lista di malattie, ha affrontato solo la congiuntivite. Sono fortunato) Vero, e con lui non era un piccolo problema. È imbarazzante andare fuori, i miei occhi sono terribilmente a disagio. In generale, sono stato salvato con l'aiuto di un antibiotico oculare. Non so per quanto tempo avrei dovuto soffrire, ma quel giorno per 2, questa infezione si è ritirata. Oh, almeno per la strada senza vergogna ora posso sembrare.

La lista è grande e un po 'confusa! Volevo determinare almeno la diagnosi iniziale (nel senso di cosa preparare) - non esiste una descrizione dei sintomi!

Ciao, Olga. Questa pagina contiene un elenco di tutte le possibili malattie, distribuite per area di trattamento. Per determinare il sintomo iniziale, ti consigliamo di contattare il nostro servizio gratuito - consulta un oftalmologo online

Da un occhio c'è una miopia a gradini deboli, la resbiopia, il kerakit erpetico, la rigenerazione della cornea, quale potrebbe essere?

Mi piacerebbe sapere se ci può essere una cosa del genere su un occhio solo: miopia a passo debole, resbiopia, kerakit erpetico, rigenerazione della cornea.

Ciao, mi chiamo Natalia. Ho un problema con i miei occhi, la miopia è a - 6. Indosso gli occhiali sin dall'infanzia, perché anche i miei genitori indossano gli occhiali. Questa è la mia eredità. Recentemente sono andato da un optometrista e lei mi ha diagnosticato: miopia del 3 ° grado. Per favore dimmi cosa è e come trattarlo, quali misure preventive dovrebbero essere utilizzate? Saluti, Natasha.

Malattie degli occhi negli esseri umani: nomi, foto, informazioni sui sintomi e sul trattamento

Ci sono molte malattie degli occhi negli esseri umani che si manifestano con vari sintomi. Le malattie degli organi della vista possono essere determinate geneticamente e possono essere batteriche e infettive. Avendo notato le più lievi manifestazioni di disagio, si dovrebbe consultare un oculista il prima possibile.

Elenco delle patologie oculari congenite

Le malattie degli occhi negli esseri umani possono essere congenite o acquisite. Le patologie congenite includono:

  • sindrome dell'occhio di gatto;
  • miopia;
  • daltonismo;
  • ipoplasia del nervo ottico.

Sindrome di Cat Eye

La malattia è caratterizzata da un cambiamento nell'iride. La malattia è geneticamente determinata e si sviluppa come conseguenza di una mutazione nel cromosoma 22. In questa malattia, c'è o una deformità o l'assenza di una parte dell'iride.

Oltre al danno agli occhi, questa patologia è spesso accompagnata da una serie di cambiamenti nello sviluppo dell'organismo che sono incompatibili con la vita: difetti del retto e assenza dell'ano, sottosviluppo degli organi genitali, insufficienza renale, difetti cardiaci congeniti.

La prognosi di questa malattia dipende dai sintomi. Con sintomi moderatamente pronunciati di una malattia genetica, la prognosi può essere favorevole, mentre con le malformazioni congenite degli organi interni, la probabilità di un esito fatale precoce è alta.

Circa il tasso di leucociti nelle urine nei bambini, leggi questo articolo.

Da qui imparerai come trattare una tosse a casa.

Daltonismo

Un'altra patologia oculare congenita è daltonismo o daltonismo. Con questa patologia, gli occhi del paziente non possono distinguere tra alcuni colori, il più delle volte tutte le sfumature di rosso e verde.

La malattia è associata ad una anomalia congenita della sensibilità del recettore degli occhi (coni). Il gene che causa lo sviluppo del daltonismo viene trasmesso da madre in figlio (modalità di trasmissione recessiva legata all'X), quindi gli uomini soffrono di questa malattia 20 volte più spesso delle donne. La malattia non è trattata.

Ipoplasia del nervo ottico

Questa è una patologia congenita, che in alcuni casi è accompagnata da una riduzione delle dimensioni del disco ottico. La forma grave di ipoplasia è caratterizzata dalla completa assenza di fibre del nervo ottico. Sintomi della malattia:

  • visione offuscata;
  • indebolimento dei muscoli dell'occhio;
  • "Punti ciechi" nel campo visivo;
  • violazione della percezione del colore;
  • motilità alterata dell'alunno.

L'indebolimento dei muscoli del bulbo oculare può portare allo sviluppo di strabismo pronunciato. L'ipoplasia del nervo ottico può essere corretta in tenera età.

miopia

La miopia o la miopia possono essere sia patologie congenite che acquisite. La miopia congenita è causata da un aumento del bulbo oculare, che provoca una compromissione della formazione dell'immagine.

La "immagine" visiva si forma davanti alla retina e non su di essa, come in una persona sana. I pazienti con questa malattia distinguono male gli oggetti situati a distanza remota. A seconda di quanto è ingrandito il bulbo oculare, la miopia può essere di tre tipi: miopia debole, medio e alto.

Un aumento del bulbo oculare provoca stiramento della retina. Più alto è il grado di miopia, più la retina si allunga e quindi maggiore è la probabilità di sviluppare patologie oculari secondarie sullo sfondo della miopia. Le complicanze della miopia includono:

  • distrofia della retina dovuta al suo eccessivo stiramento;
  • distacco della retina;
  • emorragia retinica;
  • glaucoma.

L'acuità visiva viene corretta con gli occhiali.

I pazienti con miopia di medio e alto grado dovrebbero visitare regolarmente un oculista per controllare lo stato della retina. Le complicazioni di questa malattia possono verificarsi a qualsiasi età, quindi è importante tenere traccia di eventuali cambiamenti della retina e del fondo in modo tempestivo.

Malattie corneali negli esseri umani

Si distinguono le seguenti malattie della cornea:

  • cheratocono;
  • cheratite;
  • annebbiamento della cornea.

Le malattie della cornea possono verificarsi a qualsiasi età. Il cheratocono è caratterizzato da cambiamenti nella struttura della cornea. La cheratite si sviluppa a causa di infezione.

Una malattia diffusa, specialmente nella vecchiaia, è l'annebbiamento della cornea, popolarmente chiamata spina.

cheratocono

Il cheratocono è una malattia dell'occhio non infiammatoria caratterizzata da assottigliamento e deformazione della cornea. Una cornea sana ha una forma sferica, ma a seguito di alterazioni degenerative del cheratocono, si deforma e si allunga, acquisendo contorni conici.

La patologia si sviluppa a causa della violazione dell'elasticità delle fibre di cui è composta la cornea. Nella maggior parte dei casi, la malattia colpisce entrambi gli occhi.

Il cheratocono è una malattia dei giovani, la malattia si sviluppa all'età di 14-30 anni. La degenerazione delle fibre della cornea richiede molto tempo, la malattia progredisce lentamente per 3-5 anni. Cause della malattia: disturbi endocrini e lesioni agli occhi. Inoltre, la degenerazione delle fibre può essere dovuta alla predisposizione genetica.

I sintomi della miopia e dell'astigmatismo sono caratteristici del cheratocono. L'astigmatismo si manifesta con la distorsione della visione. La peculiarità del cheratocono è la difficoltà di correggere la vista con l'aiuto degli occhiali. A causa di segni di astigmatismo, ci sono problemi con nitidezza e messa a fuoco anche quando si indossano gli occhiali.

Il cheratocono progressivo porta a un notevole assottigliamento e protrusione della cornea. In questo caso, la correzione della visione con occhiali e lenti è impossibile, quindi viene eseguito un trapianto di cornea.

cheratite

La cheratite è un'infiammazione della cornea dell'occhio. Ci sono i seguenti tipi di malattia:

  • infettive;
  • traumatica;
  • cheratite allergica.

Nella maggior parte dei casi, viene diagnosticata la cheratite infettiva. Questa malattia si sviluppa a seguito di un'infezione virale, batterica o fungina. La cheratite è caratterizzata da grave infiammazione, arrossamento e gonfiore della cornea.

Una forma traumatica di infiammazione si sviluppa quando viene esposta a sostanze chimiche aggressive o a causa di danni alla cornea.

I fattori che predispongono allo sviluppo della cheratite sono la malattia sistemica (diabete, gotta), la diminuzione dell'immunità, la presenza di un focolaio cronico di infezione.

I pazienti che portano lenti a contatto spesso hanno la malattia. L'installazione incurante della lente o il mancato rispetto delle regole di conservazione possono causare danni alla cornea.

  • annebbiamento della cornea;
  • dilatazione dei vasi sanguigni;
  • lacrimazione;
  • occhi aridi e secchi;
  • fotofobia;
  • dolore negli occhi;
  • blefarospasmo.

Il blefarospasmo è una condizione in cui è impossibile aprire gli occhi.

Il pericolo di cheratite è il rischio di cicatrizzazione e opacizzazione corneale irreversibile. Il trattamento viene eseguito in ospedale. La terapia è selezionata in base alla causa dello sviluppo dell'infiammazione.

In caso di infezione batterica, viene utilizzato il trattamento con gocce e pomate antibiotiche. Per le infezioni fungine, gli antimicotici sono usati per trattare gli occhi.

Per il trattamento della cheratite virale applicare farmaci sotto forma di unguenti e gocce a base di interferone. In caso di una forma grave della malattia, sono inoltre prescritti metodi di trattamento fisioterapeutico. La natura allergica della cheratite è trattata con gocce, bloccando il rilascio di istamina.

Opacità corneale

L'attrazione per gli occhi è l'annebbiamento della cornea. Tra le cause dello sviluppo della patologia:

  • infiammazione della cornea;
  • trasferito malattie infettive e virali;
  • congiuntivite non trattata;
  • ustioni e lesioni corneali;
  • mancanza di vitamine.

Spesso un pugno nell'occhio è dovuto all'uso improprio delle lenti a contatto. Trascurare le regole di pulizia delle lenti porta all'accumulo di microrganismi patogeni che colpiscono la cornea e causano infiammazione.

Una delle complicanze comuni della cheratite diventa l'annebbiamento corneale irreversibile. L'opacità corneale è visibile a occhio nudo. La patologia è caratterizzata dalla formazione di zone torbide. Opacizzazione può occupare una vasta area della cornea.

Un eye-catcher è accompagnato da fotosensibilità, lacrimazione e compromissione dell'acuità visiva.

Il trattamento della torbidità dipende dalla causa dello sviluppo della patologia. Per l'infezione della cornea e della congiuntiva si usano gocce e pomate antibatteriche.

Se la patologia ha una natura virale, il medico determina l'agente eziologico dell'infiammazione e prescrive farmaci antivirali. L'annebbiamento corneale dovuto a lesioni agli occhi è trattato con farmaci che migliorano la circolazione sanguigna locale.

Inoltre, al paziente vengono prescritte vitamine. Il trattamento tempestivo ti consente di eliminare completamente il problema.

Malattie del secolo

Malattie oftalmologiche comprendono anche lesioni palpebrali. Le seguenti patologie si distinguono:

  • ptosi;
  • blefarite;
  • trichiasi ed ectropion;
  • lesioni batteriche.

Le malattie delle palpebre possono essere patologie congenite o acquisite. Una manifestazione comune di allergia è il gonfiore delle palpebre.

Questo disturbo è accompagnato da un rapido aumento delle dimensioni delle palpebre, prurito e dolore, nonché dall'incapacità di aprire l'occhio. Utilizzato per il trattamento di antistaminici.

Ptosi secolare

La ptosi è una patologia caratterizzata dall'omissione della palpebra superiore. Di regola, la malattia è unilaterale. La ptosi può essere congenita e acquisita. La ptosi congenita è causata da disturbi genetici o da un'anomalia dello sviluppo del nervo oculomotore.

La ptosi acquisita nella maggior parte dei casi è di natura neurologica e si sviluppa quando il nervo oculomotore è danneggiato o infiammato.

Un sintomo caratteristico della malattia è la restrizione del movimento della palpebra superiore. Il paziente non può aprire gli occhi e chiudere la palpebra. Ciò causa secchezza e irritazione del bulbo oculare. La ptosi congenita nella maggior parte dei casi è accompagnata da grave strabismo.

La ptosi neurogena viene trattata con fisioterapia. Il ripristino della funzione del nervo oculomotore consente di eliminare l'omissione della palpebra. Tale trattamento non è sempre efficace a causa della particolare struttura del nervo.

blefarite

Una malattia abbastanza comune è la blefarite o l'infiammazione dei bordi delle palpebre. Le cause dell'infiammazione sono varie: da lesioni cutanee con una zecca (demodicosi) a disturbi endocrini.

L'infiammazione è accompagnata dai seguenti sintomi:

  • dolore alla pelle delle palpebre;
  • iperemia della pelle;
  • occhi ardenti;
  • lacrimazione;
  • fotosensibilità e affaticamento degli occhi.

Per la malattia è caratterizzata dallo sviluppo di gonfiore dei bordi delle palpebre. I bambini in età prescolare sviluppano spesso la forma ulcerativa della malattia, in cui si sviluppano croste e erosioni piangenti sulle palpebre.

Il trattamento viene selezionato da un oftalmologo, a seconda della gravità dei sintomi. Antistaminici e glucocorticoidi sono utilizzati in terapia per ridurre l'infiammazione e il gonfiore. In caso di lesione batterica, vengono usati pomate antibiotiche. Inoltre prescritto un corso di preparati vitaminici e immunostimolanti.

Disturbi delle palpebre

Classificare separatamente una serie di malattie caratterizzate da localizzazione compromessa del secolo. Tali malattie includono trichiasi ed ectropion.

I sintomi della trichiasi sono la svolta dei confini del secolo. Le ciglia allo stesso tempo toccano il bulbo oculare, che provoca irritazione, lacrimazione e danni agli occhi. La malattia può essere congenita o acquisita a causa di un infortunio. Distinguere anche la trichiasi senile, che si sviluppa a causa dell'indebolimento dei legamenti venosi e dei muscoli oculari.

Con ectropion, il bordo ciliare della palpebra è rivolto verso l'esterno e si allontana dall'occhio. Questa patologia potrebbe essere dovuta a:

  • danno ai nervi;
  • palpebre cascanti dovute a distorsioni muscolari;
  • ferite e ustioni.

L'incurvamento della palpebra si verifica spesso nei pazienti anziani.

La patologia può apparire come risultato di una lesione infettiva o traumatica del nervo facciale e oculomotore.

Tutte le patologie associate alla posizione sbagliata delle palpebre sono trattate solo chirurgicamente.

Lesione batterica (orzo)

La malattia dell'età più comune è l'orzo. I microrganismi patogeni che infettano i follicoli delle ciglia o le ghiandole sebacee situate sulla palpebra provocano la malattia. Nella maggior parte dei casi, l'agente eziologico dell'infiammazione è lo Staphylococcus aureus.

Orzo sull'occhio almeno una volta nella vita di ogni persona. Riconoscere l'infiammazione è possibile, conoscendo i sintomi caratteristici:

  • gonfiore di una piccola area del secolo;
  • dolore quando lampeggia;
  • arrossamento della pelle.

L'orzo assume la forma di un piccolo tubercolo sulla palpebra. Quando si accumula una lesione batterica nella cavità del follicolo infiammato o del pus della ghiandola sebacea. L'orzo allo stesso tempo sembra un brufolo dolente, al centro del quale è visibile un contenuto verdastro o giallastro.

L'orzo viene trattato con calore secco. L'esposizione al calore viene effettuata solo nella fase iniziale per accelerare il processo di maturazione dell'orzo. Quando si forma il contenuto purulento, l'effetto del calore viene interrotto, il trattamento viene continuato con l'aiuto di unguenti o gocce antibatterici.

Patologia dell'età

Le malattie oculari comuni delle persone anziane sono la cataratta e il glaucoma.

cataratta

Quando una cataratta si sta annebbiando la lente dell'occhio. L'obiettivo si trova all'interno del bulbo oculare e funge da lente, che serve a rifrangere la luce.

Normalmente è completamente trasparente. L'opacizzazione della lente porta a un deterioramento della rifrazione della luce. Ciò influisce negativamente sulla chiarezza della visione. L'opacizzazione completa dell'obiettivo porta alla cecità.

Le più antiche cataratte sono causate da un naturale invecchiamento fisiologico e vengono diagnosticate in pazienti di età superiore ai 65-70 anni. La cataratta dopo i 50 anni di età si sviluppa nei pazienti con diabete mellito.

Un sintomo caratteristico della malattia è la visione offuscata. Il paziente conserva la vista, ma gli oggetti circostanti acquisiscono forme indistinte e il paziente vede come attraverso un velo. Di notte, la disabilità visiva diventa più pronunciata.

glaucoma

Un'altra malattia degli occhi nelle persone anziane è il glaucoma. La patologia è causata da un aumento della pressione intraoculare. Con un aumento prolungato della pressione intraoculare, inizia un processo irreversibile di degenerazione della cellula della retina.

Senza un trattamento tempestivo, il glaucoma provoca atrofia del nervo ottico. Il pericolo della malattia sta nel fatto che progredisce inesorabilmente e alla fine porta alla completa cecità.

Nonostante il fatto che l'età media dei pazienti con glaucoma sia di 65-75 anni, la patologia viene spesso diagnosticata in pazienti con più di 40 anni con un alto grado di miopia.

I fattori che predispongono allo sviluppo della malattia sono:

  • disturbi endocrini;
  • diabete mellito;
  • patologia cardiovascolare;
  • lesioni e infiammazione degli occhi.

Riconoscere il glaucoma in una fase iniziale di sviluppo è problematico. Mentre la malattia progredisce, compaiono i primi sintomi, a cui i pazienti spesso non prestano attenzione: si tratta di un rapido affaticamento degli occhi e di un deterioramento della vista al crepuscolo.

Quando si guarda una lampada luminosa appaiono cerchi multicolori davanti ai suoi occhi. Con il passare del tempo, la vista si deteriora, c'è una violazione della concentrazione della pupilla, c'è dolore e fastidio negli occhi.

Il trattamento della patologia dipende dallo stadio del glaucoma. I primi passi sono presi per normalizzare la pressione intraoculare. Questo risultato è ottenuto con l'aiuto di gocce. L'ulteriore trattamento è effettuato con l'aiuto di preparazioni del gruppo di neuroprotectors e simpaticomimetici.

Varie malattie dell'occhio possono portare a gravi conseguenze, fino alla completa perdita della vista.

Solo un trattamento qualificato e tempestivo aiuterà a fermare la progressione della patologia oculare e preservare la visione del paziente.

Informazioni sulla prevenzione delle malattie infiammatorie dell'occhio possono essere trovate nel seguente video.

Malattie degli occhi

L'oftalmologia ha centinaia di malattie agli occhi. Di seguito troverete una descrizione dettagliata dei sintomi, della diagnosi e del trattamento delle più comuni malattie dell'occhio umano. Se, dopo aver letto queste informazioni, hai ancora domande, puoi chiedere agli oftalmologi nel nostro forum.

ambliopia
Una disfunzione funzionale del sistema visivo, in cui vi è una riduzione della visione che non è suscettibile di correzione con occhiali o lenti a contatto, sensibilità al contrasto alterata e capacità accomodative di uno o meno spesso entrambi gli occhi in assenza di eventuali cambiamenti patologici nell'organo della vista.
Sintomi: visione offuscata di uno o entrambi gli occhi, difficoltà nel percepire oggetti volumetrici, valutazione della loro distanza, difficoltà di apprendimento.
Per saperne di più: Ambliopia: sintomi, diagnosi, trattamento

anisocoria
L'anisocoria è una condizione in cui le pupille degli occhi si differenziano per dimensioni. Questo fenomeno è abbastanza comune nella pratica dei medici e non sempre indica la presenza di qualsiasi patologia nel corpo. Circa il 20% della popolazione ha anisocoria fisiologica.
Sintomi: le pupille degli occhi destro e sinistro differiscono per dimensioni.
Per saperne di più: Anisocoria: sintomi, diagnosi, trattamento

astigmatismo
Un tipo di ametropia in cui i raggi luminosi non possono concentrarsi sulla retina. Nei casi in cui la causa dell'astigmatismo è una forma irregolare della cornea, si chiama corneale, con una forma anormale della lente, è chiamata lenticolare o lenticolare. La loro somma è l'astigmatismo totale.
Sintomi: distorsione, sfocatura, effetto ghosting dell'immagine, affaticamento della vista, costante affaticamento della vista, mal di testa, necessità di socchiudere gli occhi per meglio considerare qualsiasi soggetto.
Per saperne di più: Astigmatismo: sintomi, diagnosi, trattamento

blefarite
Una delle più comuni malattie infiammatorie dell'occhio, manifestata sotto forma di infiammazione ai bordi delle palpebre. Può presentarsi in diverse forme, di solito ha un decorso cronico ed è difficile da trattare. A seconda delle cause di blefarite, ulcerativa, allergica, demodectica e seborroica.
Sintomi: gonfiore e arrossamento delle palpebre, desquamazione dei bordi delle palpebre, sensazione di pesantezza, corpo estraneo, bruciore, prurito, croste sulle ciglia al mattino, perdita delle ciglia, comparsa di segreto schiumoso, secrezioni anomale agli angoli degli occhi, secchezza degli occhi, aumento della sensibilità alla luce, lacrimazione, dolore e affaticamento degli occhi.
Per saperne di più: Blefarite: sintomi, diagnosi, trattamento

Miopia (miopia)
Patologia della rifrazione, in cui una persona scarsamente distingue gli oggetti situati a una distanza lontana. Con la miopia, l'immagine non è focalizzata sulla retina, ma sull'aereo di fronte ad essa. Pertanto, è percepito come confuso. Nella maggior parte dei casi, la miopia è causata dalla discrepanza tra la potenza rifrattiva del sistema ottico dell'occhio e la lunghezza del suo asse.
Sintomi: diminuzione dell'acuità visiva, specialmente in lontananza, visione offuscata, affaticamento degli occhi, disagio, dolore agli occhi, dolore alla fronte, tempie.
Per saperne di più: Miopia: sintomi, diagnosi, trattamento

hemophthalmus
Questa è la penetrazione del sangue nel vitreo o in uno degli spazi formati attorno ad esso.
Sintomi: fluttuazione nel campo delle opacità visive, visione offuscata, fotofobia, comparsa di ombre o ragnatele davanti agli occhi.
Per saperne di più: Hemophthalmus: sintomi, diagnosi, trattamento

glaucoma
Malattia cronica caratterizzata da un aumento costante o periodico della pressione intraoculare (IOP). Provoca danni al nervo ottico e di conseguenza porta a compromissione della vista o cecità. Esistono diverse forme di glaucoma, il più comune dei quali sono il glaucoma ad angolo aperto e ad angolo chiuso. Questa è una malattia irreversibile, quindi è molto importante iniziare il trattamento in tempo. Nel caso di un attacco acuto di glaucoma, è possibile una improvvisa perdita della vista.
Sintomi: deterioramento della visione periferica, punto "oscuro" nel campo visivo, sfocatura, dolore agli occhi, significativo deterioramento della vista al buio, fluttuazioni dell'acuità visiva, "cerchi arcobaleno" davanti agli occhi quando si guarda la luce intensa.
Per saperne di più: Glaucoma: sintomi, diagnosi, trattamento

dacryocystitis
Malattia infiammatoria del sacco lacrimale di natura infettiva. Ci sono forme acute e croniche, così come congenite e acquisite.
Sintomi: comparsa improvvisa di dolore, arrossamento, gonfiore della regione del canale lacrimale, lacrimazione, secrezione purulenta da punture lacrimali.
Per saperne di più: Dacriocystitis: sintomi, diagnosi, trattamento

ipermetropia
Uno dei tipi di rifrazione clinica dell'organo della vista, in cui i raggi di luce che cadono nell'occhio, che è a riposo nell'alloggio, sono focalizzati dietro la retina.
Sintomi: visione offuscata; astenopia; disturbo della sistemazione e visione binoculare; ambliopia; strabismo.
Per saperne di più: Ipermetropia: sintomi, diagnosi, trattamento

Daltonismo
Colour cecità o anomalie della percezione del colore - una violazione delle funzioni visive, espressa in parziale o totale incapacità di distinguere certi colori. Questi disturbi possono essere ereditari e acquisiti in seguito a cambiamenti legati all'età o lesioni agli occhi.
Sintomi: Esistono vari tipi di daltonismo - da una completa mancanza di visione dei colori a una violazione della percezione di una particolare parte dello spettro, di uno o più colori primari.
Per saperne di più: daltonismo e altri disturbi della visione del colore

acne
Malattia dell'occhio delle palpebre e della congiuntiva. La causa della demodicosi sono due tipi di zecche: Demodex folliculorum e brevis. Il primo abita i follicoli dei capelli umani, e il secondo - nelle ghiandole sebacee delle ciglia, dei capelli, dei lobuli delle ghiandole di Meibomio.
Sintomi: arrossamento degli occhi, prurito delle palpebre, squame sulle ciglia.
Per saperne di più: Demodecosi oculare

cataratta
Questa è una malattia associata ad un progressivo appannamento della lente dell'occhio. Una cataratta può svilupparsi in un occhio o entrambi, può interessare l'intero obiettivo o parte di esso. Impedisce il passaggio dei raggi luminosi all'interno dell'occhio alla retina ed è la causa più comune di ridotta acuità visiva, fino a perdita quasi completa, negli anziani. Insieme a questo, una cataratta può anche verificarsi in età più giovane a causa di alcune malattie somatiche, lesioni agli occhi o essere congenita.
Sintomi: visione offuscata, diminuzione progressiva dell'acuità visiva, necessità di frequenti cambi di occhiali con aumento della potenza ottica delle lenti, un significativo deterioramento della visione crepuscolare e notturna, maggiore sensibilità alla luce intensa, ridotta capacità di distinguere i colori, difficoltà di lettura, a volte raddoppio in un occhio con il chiuso il secondo
Per saperne di più: Cataratta: sintomi, diagnosi, trattamento

cheratocono
Malattia degenerativa della cornea, che a causa del diradamento si gonfia sotto l'influenza della pressione intraoculare e assume una forma conica invece di una normale sferica. La malattia si verifica, di regola, in giovane età e porta ad un cambiamento delle proprietà ottiche della cornea, che provoca una progressiva diminuzione dell'acuità visiva. La correzione degli occhiali è efficace solo nelle prime fasi della malattia.
Sintomi: un improvviso deterioramento nella visione di un solo occhio, la curvatura dei contorni degli oggetti, l'apparizione di aloni intorno a fonti di luce intensa, la necessità di una frequente amplificazione del potere ottico degli occhiali, una rapida affaticamento degli occhi, miopia progressiva.
Per saperne di più: Cheratocono: sintomi, diagnosi, trattamento

cheratite
Infiammazione della cornea dell'occhio, che causa la sua torbidità e la formazione di infiltrati. Spesso le cause principali sono infezioni batteriche e virali, lesioni agli occhi. La cheratite può verificarsi in forma lieve, moderata o grave. Il processo infiammatorio si estende spesso ad altre strutture dell'occhio. A seconda delle cause della cheratite, sono classificati come esogeni (la fonte dell'infiammazione è causata da fattori esterni) e endogeni (l'infiammazione è il risultato di cause interne che sono direttamente presenti nel corpo umano).
Sintomi: fotofobia, lacrimazione, arrossamento della membrana mucosa delle palpebre, bulbo oculare, sensazione di corpo estraneo negli occhi, alterata lucentezza e levigatezza della superficie della cornea, blefarospasmo (compressione convulsiva delle palpebre).
Per saperne di più: Cheratite: sintomi, diagnosi, trattamento

Sindrome visiva del computer
Questo è un complesso di sintomi oculari e visivi negativi causati dal lavoro su un computer. Secondo varie fonti, in media circa il 60 percento di tutti gli utenti lamenta la propria visione. Uno dei motivi principali per lo sviluppo della sindrome visiva del computer è la differenza qualitativa tra l'immagine sul monitor e sulla carta. Inoltre, il suo verificarsi è anche associato ad un'ergonomia impropria del luogo di lavoro.
Sintomi: diminuzione dell'acuità visiva e visione offuscata, riduzione delle prestazioni visive, difficoltà di messa a fuoco quando si guarda da oggetti vicini a oggetti distanti e posteriori, fotofobia, raddoppiamento di oggetti visibili, dolore alle orbite e alla fronte, arrossamento degli occhi, sensazione di sabbia sotto le palpebre, lacrimazione, dolore e bruciore agli occhi, occhi "secchi".
Per saperne di più: Sindrome visiva del computer

congiuntivite
Malattia infiammatoria della congiuntiva - una membrana trasparente che copre la sclera dell'occhio e la superficie interna delle palpebre. A seconda della causa dell'evento, la congiuntivite si divide in batteri, virus, clamidia, funghi, allergie. Alcune forme di questa malattia possono essere molto contagiose e facili da diffondere. Sebbene la congiuntivite infettiva di solito non sia considerata una malattia dell'occhio che è pericolosa per la vista, a volte può portare a conseguenze più gravi.
Sintomi: gonfiore e arrossamento delle palpebre, presenza di secrezione mucosa o purulenta, prurito, bruciore agli occhi, lacrimazione. La presenza di determinati sintomi dipende dal tipo di congiuntivite.
Per saperne di più: Congiuntivite: sintomi, diagnosi, trattamento

Distrofia maculare (AMD)
Malattia degenerativa cronica della parte centrale della retina - la macula o la cosiddetta macchia gialla. I processi distrofici nell'area maculare e la coroide determinano una significativa riduzione della vista.
Esistono due forme di AMD: "dry" e "wet". Entrambi sono caratterizzati da un progressivo deterioramento della visione centrale, ma la distrofia maculare "umida" è molto più pericolosa e minaccia con la completa perdita della visione centrale.
Sintomi: visione offuscata, difficoltà di lettura, l'aspetto di un punto opaco al centro del campo visivo, una distorsione dei contorni degli oggetti, una curvatura delle linee rette.
Per saperne di più: Distrofia maculare: sintomi, diagnosi, trattamento

Vola negli occhi
Il nome corretto è la distruzione del corpo vitreo (DST). Questo è un cambiamento nella struttura del corpo vitreo, che si traduce nella formazione di particelle che non hanno trasparenza ottica, che sono percepite dalla vista come "mosche volanti" nell'occhio. Un fenomeno molto comune che non minaccia la visione, ma spesso causa disagio psicologico.
Sintomi: sfocato nel campo visivo sotto forma di macchie, filamenti, mosche. che si vede meglio su uno sfondo chiaro e in buona luce. Si muovono agevolmente con il movimento degli occhi e continuano a muoversi dopo aver fissato lo sguardo.
Per saperne di più: distruzione vetrosa

Distacco della retina
Il distacco della retina è la separazione dei suoi strati interni dall'epitelio pigmentato sottostante e dalla coroide. È una delle malattie oftalmiche più pericolose, senza interventi chirurgici urgenti che minacciano la completa perdita della vista.
Sintomi: l'apparizione di lampi e scintille negli occhi, il velo scuro, ridotta acuità visiva, distorsione della forma e delle dimensioni degli oggetti, la curvatura delle linee rette, campo visivo limitato.
Per saperne di più: Distacco della retina: sintomi, diagnosi, trattamento

Oftalmorozatsea
Oftalmorozatsea è una delle manifestazioni di una comune malattia dermatologica, chiamata rosacea. La natura della rosacea dell'occhio varia da lieve irritazione e secchezza dell'occhio, visione offuscata a gravi disturbi della superficie dell'occhio, inclusa la cheratite.
Sintomi: secchezza degli occhi, irritazione, arrossamento, prurito, bruciore, sensazione di corpo estraneo e fotofobia, gonfiore delle palpebre, forfora sulle ciglia, squame oleose alla radice delle ciglia; orzo e halazion periodici, blefarite, perdita di ciglia; infezioni oculari ricorrenti; visione ridotta; gonfiore delle palpebre.
Per saperne di più: Malattia oftalmologica: sintomi, diagnosi, trattamento

pterigio
Malattia degenerativa manifestata dalla crescita della congiuntiva del bulbo oculare verso il centro della cornea. Con una forma progressiva, la crescente piega triangolare della congiuntiva può raggiungere la zona ottica centrale della cornea, che comporta una diminuzione della vista, a volte sostanziale. Rimosso solo da un intervento chirurgico.
Sintomi: in una fase precoce, i sintomi sono assenti, con progressione - arrossamento dell'occhio, gonfiore, prurito, sensazione di corpo estraneo nell'occhio, visione offuscata, diminuzione non corretta della sua acutezza.
Per saperne di più: Pterigio: sintomi, diagnosi, trattamento

Sindrome dell'occhio secco
Una malattia molto comune causata da lacrime compromesse e dal processo di evaporazione delle lacrime dalla superficie della cornea. La causa più comune di CVD è la lacrimazione insufficiente. Di solito, la sindrome di Sjogren o una serie di altri fattori che influenzano la riduzione della produzione lacrimale a causa di un danno alle ghiandole lacrimali porta a questo. Tali fattori includono, ad esempio, vecchiaia, cancro e malattie infiammatorie, ustioni agli occhi, assunzione di alcuni farmaci e alcuni altri.
Sintomi: sensazione di corpo estraneo, secchezza degli occhi o, al contrario, lacrimazione, arrossamento e irritazione degli occhi, comparsa di perdite mucose, bruciore, fotofobia, fluttuazioni della nitidezza o visione offuscata, dolore quando instillazione di colliri indifferenti.
Per saperne di più: Sindrome dell'occhio secco: sintomi, diagnosi, trattamento

uveite
L'uveite è una malattia infiammatoria della coroide. Allo stesso tempo, le strutture relative a varie parti della coroide, così come i tessuti circostanti (sclera, retina, nervo ottico) possono essere coinvolti nell'infiammazione. È spesso impossibile stabilire la causa dello sviluppo di uveite. Malattie genetiche, immunitarie o infettive, le lesioni possono essere fattori provocatori.
Sintomi: a causa della forma della malattia. Tra i più comuni ci sono la fotofobia, la sfocatura o la diminuzione della visione, le opacità fluttuanti, il rossore dell'occhio, l'uveite anteriore acuta, il dolore sul lato affetto, lo strappo.
Per saperne di più: Uveite: cause, sintomi, diagnosi e trattamento

calazio
Infiammazione tumorale della ghiandola di Meibomio situata all'interno della palpebra. È formato come risultato del suo blocco e dell'edema causato dal segreto accumulato della ghiandola. Una malattia diffusa che si verifica in tutte le fasce d'età. L'halyazi assomiglia a un pisello, se cresce a grandi dimensioni, può esercitare pressione sulla cornea e causare distorsioni della vista.
Sintomi: in una fase iniziale - gonfiore della palpebra, dolore moderato e irritazione, in seguito - gonfiore arrotondato, indolore sulla palpebra, a volte - la formazione di macchie rosse o grigie sul retro della palpebra.
Per saperne di più: Calazio: sintomi, diagnosi, trattamento

Ustioni chimiche agli occhi
Le sostanze chimiche più pericolose tra i danni agli occhi sono ustioni con acidi e alcali forti. La gravità del danno chimico è determinata dal tipo, dal volume, dalla concentrazione, dalla durata dell'esposizione, dal grado di penetrazione e dalla temperatura della sostanza chimica.
Le ustioni chimiche degli occhi, a seconda della gravità, possono causare non solo una diminuzione persistente dell'acuità visiva, ma anche processi che portano a ipovisione e disabilità. Pertanto, è necessario consultare un medico il più presto possibile al fine di preservare la visione il più possibile.
Ulteriori informazioni: ustioni oculari

Elektrooftalmiya
Vi è il rischio di danni agli occhi da radiazioni ultraviolette, se non si utilizzano dispositivi di protezione durante l'osservazione di razzi al sole, eclissi, fulmini, mentre in aree coperte di neve ad alta quota, in mare. La cheratite ultravioletta, o elettroftalmia, può anche causare sorgenti artificiali di radiazioni ultraviolette, come arco elettrico durante la saldatura, lampade per abbronzatura, trattamento al quarzo, fotografia e altro.
Sintomi: sensazione di corpo estraneo, irritazione, dolore, arrossamento dell'occhio, lacrimazione, blefarospasmo e ridotta acuità visiva.
Per saperne di più: Elettrofitali: sintomi, diagnosi, trattamento

Oftalmopatia endocrina
L'oftalmopatia endocrina (oftalmopatia delle tombe) è una malattia autoimmune che porta a lesioni distrofiche dei tessuti orbitali e periorbitali. Spesso è combinato con la disfunzione della ghiandola tiroidea, ma può anche presentarsi come una malattia indipendente.
Sintomi: retrazione (irrigidimento) della palpebra, sensazione di schiacciamento e dolore, secchezza oculare, percezione dei colori, esoftalmo (protrusione del bulbo oculare anteriormente), chemosi (edema congiuntivale), edema periorbitale, restrizione dei movimenti oculari.
Per saperne di più: Graves Ophthalmopathy

episclerite
Malattia infiammatoria che colpisce il tessuto episclerale che si trova tra la congiuntiva e la sclera. Innanzitutto, si verifica un arrossamento della zona sclera, solitamente più vicino alla cornea. Il gonfiore appare nel sito di infiammazione. L'episclerite è semplice e nodulare, di solito procede facilmente, ma spesso ha ricadute. Nella maggior parte dei casi, la cura avviene in modo indipendente.
Sintomi: disagio moderato o grave, arrossamento degli occhi, fotofobia, scarica chiara dalla cavità congiuntivale.
Per saperne di più: Episclerite: sintomi, diagnosi, trattamento

Orzo (gorddeolum)
Infiammazione purulenta della ghiandola di Meibomio, che si trova all'interno del bordo ciliare della palpebra (orzo interno) o del follicolo pilifero delle ciglia (orzo esterno). A differenza del calazio, che è spesso confuso con esso, la causa dell'orzo è un'infezione batterica, il più delle volte - Staphylococcus aureus. A volte l'orzo può portare allo sviluppo di un calazio.
Sintomi: rossore, prurito e gonfiore del bordo della palpebra, tenerezza quando viene toccato. È possibile lacrimazione, sensazione di corpo estraneo negli occhi, in alcuni casi - mal di testa, febbre, malessere generale.
Per saperne di più: Orzo sull'occhio: sintomi, diagnosi, trattamento

Google+ Linkedin Pinterest