blefarite

Blefarite, che significa "palpebra" nella traduzione, è una malattia degli occhi che si verificano frequentemente con localizzazione del processo infiammatorio ai bordi delle palpebre nella zona ciliare. La patologia procede a lungo, ha caratteri cronici e ricorrenti, è difficile da trattare, a volte provoca perdita della vista.

Un ampio gruppo di malattie, chiamato blefarite, manifesta lo stesso quadro clinico.

La blefarite può verificarsi a causa di malattie non correlate agli occhi che si verificano nel corpo, nonché a causa del livello ridotto delle sue forze protettive.

Importante sapere! Infiammazione delle palpebre, il loro cambiamento è chiamato nosologia. Si verifica su entrambi i lati, osservato nella maggior parte dei casi negli anziani. È caratterizzato da forte disagio visivo, prurito, arrossamento, poiché l'infezione non viene trasmessa da persona a persona.

Cause di blefarite

Le cause della blefarite sono numerose e vengono presentate di seguito nell'elenco:

  • Gli acari demodex che vivono sulla pelle nei follicoli delle cilia e delle ghiandole sebacee nella maggior parte degli abitanti del pianeta. Un corpo sano combatte con successo i parassiti e, con un'immunità ridotta, aumenta l'attività e la capacità degli acari di riprodursi. Una reazione allergica è causata dai prodotti di scarto delle zecche e delle loro larve. La malattia è chiamata blefarite demodectica (le zecche sono localizzate, il segreto si accumula nelle ghiandole delle palpebre, ci sono disagi).
  • Staphylococcus aureus, infezione delle palpebre. Più spesso di altri, i bambini ne soffrono.
  • Diatesi, anemia, patologia del tratto gastrointestinale (GIT).
  • Carenza di vitamine
  • Allergie di varia origine
  • Diabete mellito, altri disturbi endocrini.

Tipi e sintomi di blefarite

La malattia è generalmente considerata da tipi clinici, ognuno dei quali è caratterizzato da sintomi propri.

Blefarite succede:

Semplice, o squamoso. Quando si verifica, un ispessimento delle palpebre, la comparsa di iperemia, aree epiteliali con un numero eccessivo di formazioni squamose. Dopo una notte di sonno le ciglia si uniscono per un segreto secreto dalle ghiandole sebacee. Il tentativo di rimuovere la bilancia da solo non porta a nulla, dal momento che hanno un'alta densità di adattamento. Nel buio aumenta il prurito. Occhi rapidamente stanchi di luce artificiale. L'ipersensibilità a sostanze irritanti come polvere, calore, vento, luce intensa si manifesta anche.

Seborroica. Appare con eczema seborroico del cuoio capelluto, sopracciglia, area sternale. Questo tipo di blefarite è considerato una forma semplice. I bordi delle palpebre sono coperti con le più piccole squame grigie. Sono eliminati semplicemente, lesioni della pelle non si verificano. A volte c'è una perdita di ciglia. I segni principali sono croste giallastre, lacrimazione abbondante. Nei casi più gravi, la palpebra può divincolarsi. In assenza di cure mediche, il gonfiore delle palpebre raggiunge tali limiti che le palpebre non sono adiacenti al bulbo oculare.

Ulcerosa. Spesso tale blefarite è provocata dal decorso cronico di un'infezione da stafilococco. Si formano ulcere dei bulbi, si accumula il pus. Le ulcere guarite lasciano cicatrici dietro. Le forme scatenate della malattia provocano una serie di ciglia, la comparsa di rughe nel secolo anteriore. Il paziente è in costante tensione nervosa, i suoi occhi sono inclini a una rapida stanchezza. La cicatrizzazione porta alla cessazione della crescita delle ciglia. È necessaria un'assistenza medica urgente, perché senza di essa è probabile lo scioglimento dell'occhio.

Meibomio. Quando è rotto scambio secretivo. Il contenuto è scarsamente escreto dall'ipersecrezione delle ghiandole cartilaginee della palpebra. La sua parte superiore lungo la linea di crescita delle ciglia è coperta da piccole bolle semitrasparenti dovute alle infiammate ghiandole di Meibomio. Quando provi a rimuovere le bolle al loro posto, punti piccole cicatrici. Vengono registrati l'ispessimento e il rossore della parte estrema della palpebra, lacrime abbondanti e scariche oleose con pressione sulla cartilagine. Le palpebre sembrano lucide, come se fossero oliate.

Demodectic. Acari Demodex conduce uno stile di vita parassitario nei bulbi ciglia. I muli (grappoli intorno alle ciglia delle squame) si formano come risultato del corso del processo patologico. Sono chiaramente visibili come risultato dell'esame morfologico dei tessuti con un microscopio. Le ciglia sembrano coperte di brina. Il peeling e le squame sono assenti, c'è un leggero arrossamento del bordo delle ciglia, un deposito untuoso. La presenza del parassita può causare congiuntivite.

Allergiche. Si verifica quando una persona è incline alle allergie. Con questo tipo di blefarite, c'è un gonfiore delle palpebre su entrambi i lati, un colore della pelle scura sulle palpebre, chiamato "livido allergico", aumento della lacrimazione, fotofobia, dolore, dolore e prurito agli occhi. Blefarite allergica si verifica non solo da pollini, cosmetici e altri irritanti, ma anche da farmaci, tra cui pomate e colliri a lunga durata.

Cronica. È caratterizzato da un lungo percorso, recidive. La malattia è più spesso provocata da Staphylococcus aureus. I sintomi principali sono una diminuzione delle prestazioni, il deterioramento delle condizioni generali, la perdita di chiarezza visiva.

I sintomi della blefarite devono essere identificati in una fase precoce al fine di evitare complicazioni associate alla malattia: glaucoma, cataratta.

A proposito di blefarite può essere giudicato dalle principali caratteristiche comuni:

  • palpebre gonfie;
  • incollare gli occhi dopo il risveglio mattutino;
  • arrossamento;
  • prurito insopportabile;
  • sensazione di "sabbia" negli occhi;
  • la comparsa di orzo;
  • ciglia più spesse.

I segni secondari di patologia in caso di afflusso di sangue sono:

  • fotofobia;
  • due oggetti;
  • gonfiore;
  • prominente schiumogeno segreto agli angoli degli occhi;
  • ciglia cadenti;
  • lacrime profuse;
  • accumulo di croste infiammatorie.

Al mattino, i sintomi del paziente hanno un'espressione vivida in un grande accumulo di pus, che unisce le palpebre. Aiuta l'apertura delle palpebre può essere solo lavato.

La blefarite è spesso una patologia concomitante della sindrome degli occhi "secchi", che non produce liquido lacrimale. L'impossibilità di lubrificazione porta alla blefarocongiuntivite, che lega un'infezione batterica / virale.

Blefarite differisce in caratteristiche anatomiche:

  • bordo anteriore (si estende fino al bordo delle ciglia);
  • posteriore (l'infiammazione delle ghiandole di Meibomio si verifica nella profondità delle palpebre);
  • angolare (angoli infiammati degli occhi).

Le forme anteriori e posteriori di patologia presentano differenze nei sintomi clinici. Nel primo caso, al mattino ci sono gravi perdite agli angoli degli occhi, il movimento dei globi oculari causa forti dolori. Il processo infiammatorio procede insieme allo stafilococco che si è attaccato, fornendo un'infezione di natura batterica, che causa febbre e abbondante scarico dagli occhi.

Il decorso di questa malattia è acuto e cronico. Il lungo processo è aggravato dall'aggiunta di parassiti: zecche di demodex, pidocchi pubici. Tuttavia, questi ultimi non hanno un effetto distruttivo sulle palpebre. L'insorgenza di blefarite con pidocchi pubici è favorita dall'intossicazione costante e da un aumento della sensibilità reattiva dei tessuti e delle cellule, chiamata sensibilizzazione allergica.

La funzione alterata del sudore e delle ghiandole lacrimali porta alla comparsa della blufarite marginale posteriore. Le secrezioni liquide, le secrezioni di immunocomponenti sono assenti, creando così un ambiente favorevole per i batteri che si uniscono al processo infiammatorio. Le seguenti malattie sono associate alla forma posteriore: rosacea, acne, seborrea.

La blefarite sconvolge la crescita delle ciglia, provoca congiuntivite, cheratite, in quanto non vi sono muco e flusso sanguigno completo.

Diagnosi di blefarite

Il grado della malattia viene determinato durante l'esame del paziente, la diagnosi viene anche confermata e chiarita sulla base di lamentele espresse, test di laboratorio e una valutazione visiva delle condizioni del paziente. In base al decorso patologico e al quadro sintomatico della blefarite, l'oftalmologo può determinare il tipo di malattia.

La diagnostica include l'acuità visiva, la biomicroscopia oculare, che indica lo stato del bordo della palpebra, della cornea, del bulbo oculare, ecc.

Con il raschiamento della cornea, viene determinato il carattere della blefarite: origine virale o batterica. La procedura per la raccolta di materiale biologico necessario per lo studio è indolore e viene effettuata per mezzo di un bastone speciale dal bordo della cornea. Inoltre, il medico esamina la cornea dell'occhio con l'aiuto della soluzione colorante gocciolata negli occhi del paziente e determina i parametri necessari per la diagnosi.

Per confermare la blefarite demodectica, le ciglia sono esaminate al microscopio per la presenza di acaro demodex.

Il tipo infettivo è stabilito prendendo uno striscio dalla congiuntiva sul bacposa.

Allergico - richiede la consultazione con un medico, un allergologo, un immunologo, con l'esecuzione obbligatoria di test allergici.

Nella forma cronica con orli ipertrofici delle palpebre mediante biopsia, istologia tissutale, è necessario assicurarsi che il cancro delle ghiandole sebacee non sia presente, così come l'oncologia delle cellule basali squamose.

Trattamento della blefarite

La blefarite è difficile da curare, richiede un lungo periodo di tempo. La terapia viene effettuata da un approccio integrato con l'uso di droghe e procedure igieniche effettuate quotidianamente.

Il trattamento della blefarite viene effettuato tenendo conto della sua insorgenza, dello sviluppo, del tipo e si basa su tre principi importanti:

  1. L'uso di impacchi caldi per migliorare il deflusso di liquidi dall'area infiammata. I rimedi di erbe, i tovaglioli riscaldati alla temperatura calda e gli asciugamani applicati alle palpebre vengono utilizzati. Si consiglia di fare le compresse tre volte al giorno per ottenere un'efficacia positiva.
  2. Pulizia obbligatoria delle palpebre con poche gocce di shampoo per bambini, senza pizzicare gli occhi, sciolto in acqua. La miscela aiuta ad eliminare l'epitelio desquamato, le croste, la sporcizia. Il risciacquo deve fare attenzione a non esercitare una pressione sulle palpebre e non irritare la mucosa.
  3. Applicazione al bordo della palpebra in caso di infezione batterica di unguenti di azione direzionale. Loro combattono i batteri con tetracicline, eritromicina, unguenti agli occhi alla bacitracina, indicati per l'uso da un oftalmologo.

Il principio principale del trattamento della blefarite è l'igiene delle palpebre. Le particelle di polvere sono i principali fattori scatenanti per le infezioni di caratteri batterici, trasmessi da zecche e virali. Per prevenire le ricadute, è necessario pulire le palpebre ogni giorno lavandole con infusioni fortificate o soluzioni di proprietà immunostimolanti.

La forma demodectica di blefarite richiede l'uso di "Blepharogel numero 2", "Ivermectin", in grado di eliminare le zecche. Spesso, il risultato mancante dell'analisi delle ciglia con un microscopio è la causa del fallimento del trattamento. Pertanto, il metodo diagnostico deve necessariamente includere lo studio del materiale biologico dalle ciglia al microscopio.

Allergico - unguento all'idrocortisone. Anche usato antisettici: "Miramistin", infusione di calendula. Le gocce oculari sono rappresentate dal popolare "Macritrol", "Tobradex" e un numero di altri che hanno azione contro i microbi e l'infiammazione.

Per migliorare la circolazione del sangue negli occhi e nelle aree circostanti, sarà d'aiuto la fisioterapia con l'ausilio di dispositivi speciali. Ad esempio, il dispositivo "Occhiali Sidorenko" con effetti di pneumomassage sui processi di microcircolazione e recupero nelle aree colpite.

L'uso di preparati vitaminici minerali (ad esempio, "Lutein Complex" - una goccia per gli occhi) è progettato per rafforzare il sistema immunitario. Nel caso in cui la blefarite si verifica sullo sfondo di altre patologie, è necessario non solo per eliminare i suoi sintomi, ma anche per trattare la malattia di base. Con lo sviluppo della malattia in combinazione con influenza, raffreddori e altre infezioni, la blefarite è trattata con "Actipol", "Ophthalmoferon", "Poludan" - mezzi, la cui azione è finalizzata alla lotta contro i virus. Come misura preventiva, queste gocce sono necessarie per i pazienti che presentano sintomi di blefarite cronica nei periodi primaverili ed invernali.

Unguento "Sofradex", "desametasone" con azione ormonale antinfiammatoria, non è adatto per il trattamento della blefarite virale. L'infezione da herpes può essere attivata, la replicazione (introduzione di virus in cellule a loro sensibili, "copia" di proteine, materiale genetico delle cellule, raccolta e rilascio di prole che può infettare) di patogeni influenzali a causa del blocco dei mediatori dell'infiammazione.

La blefarite cronica a lungo termine richiede un trattamento con tetraciclina, che inibisce la crescita dei microrganismi a seguito della loro moltiplicazione, prevenendo varie complicanze. Inoltre, il farmaco riduce la quantità di secrezioni di liquidi prodotte dalle ghiandole sebacee, sudori durante l'infiammazione.

Il legame patogenetico della blefarite è la disfunzione della ghiandola lacrimale, con il risultato che la lacrima non viene rilasciata a causa dell'ambiente secco. L'oftalmologo normalizza il processo patologico, prescrivendo la ricezione di una "lacrima artificiale" che impedisce la formazione di un film lacrimale. All'inizio le gocce vengono prese ogni ora, seguite da una diminuzione del dosaggio. Se l'efficacia del farmaco è bassa, è necessario un intervento chirurgico, bloccando il canale nasolacrimale.

Il trattamento completo, sfortunatamente, non porta a una cura definitiva per la blefarite. La terapia farmacologica sopprime la progressione della patologia. Durante il corso del trattamento, le donne dovrebbero proibire a se stesse di usare cosmetici non solo per gli occhi, ma anche per il viso al fine di prevenire l'intossicazione e l'infiammazione allergica delle palpebre.

Importante sapere! La dieta dovrebbe essere fatta in modo che ci sia un grande apporto di vitamine, proteine ​​nel corpo. La combinazione del diabete con blefarite fa richieste molto severe sulla dieta.

Trattamento dei rimedi popolari di blefarite

L'uso di bagni con rimedi erboristici, impacchi con infusi di calendula, camomilla, salvia è raccomandato non solo per la gente, ma anche per la medicina tradizionale.

Tutte le soluzioni hanno lo stesso schema di preparazione:

  • prendere un cucchiaio di materie prime, secco e frantumato;
  • riempito con acqua bollente (200 ml);
  • è filtrato;
  • infuso per due ore;
  • si raffredda;
  • rabboccato con acqua bollita ad un volume di 250 ml;
  • una piccola infusione viene versata in un piatto di misurazione, il vaso viene applicato sull'occhio, capovolto, l'occhio viene "lavato" in una soluzione per 5-7 minuti.

Puoi usare la stessa soluzione per un impacco, bagnandoli con un panno sterile e applicandolo all'occhio per un quarto d'ora. Per il giorno in questo modo è sufficiente fare 2-3 procedure.

Ginseng, echinacea, eleuterococco sotto forma di tinture aiuteranno ad intensificare la protezione locale (migliorare l'immunità), prevenendo il processo infiammatorio sulle palpebre.

Utilizzato anche aneto (fresco o secco) sotto forma di infusione. Un cucchiaio di erbe viene versato con un bicchiere di acqua bollente, infuso per 60 minuti. Lo strumento viene filtrato, raffreddato a temperatura ambiente, usato come lozioni sugli occhi.

Infiorescenze di trifoglio finemente tritate, messe su garza, succo spremuto. Si applica una volta al giorno come collirio (tre gocce).

L'olio di rosa è usato per lubrificare le palpebre colpite.

Puoi usare i metodi collaudati della medicina tradizionale: un forte tè verde e nero fermentato, mescolato da parti uguali. L'uva secca viene aggiunta al mix (un cucchiaino). Questo prodotto è lavato gli occhi.

È necessario fare passeggiate quotidiane, poiché l'afflusso di sangue alla parte superiore del viso è migliorato all'aria aperta.

Prevenzione della blefarite

Prima di tutto, è necessario osservare le regole igieniche: non usare asciugamani e fazzoletti per pulire la prima / non la prima freschezza, toccare gli occhi con le mani, che sono gli habitat di vari agenti patogeni.

Con blefarite demodectica, il paziente dovrebbe usare un asciugamano separato che pende da tutti gli altri. Il suo cuscino non dovrebbe "passare" da un membro della famiglia a un altro, è necessario monitorarlo da vicino. Il paziente stesso deve affrontare consapevolmente il problema di prevenire l'infezione dei suoi familiari, osservando in pratica le regole di igiene, vicino alla procedura di quarantena.

Le misure precauzionali della blefarite consistono nel trattamento obbligatorio delle infezioni croniche, evitando il contatto con sostanze allergiche, il trattamento tempestivo dei disturbi delle ghiandole sebacee, osservando l'igiene visiva, migliorando le condizioni degli standard di salute sul lavoro e nella vita quotidiana.

blefarite

Blefarite - infiammazione bilaterale ricorrente del bordo ciliare delle palpebre. La blefarite si manifesta con arrossamento e gonfiore dei bordi delle palpebre, sensazione di pesantezza e prurito delle palpebre, maggiore sensibilità alla luce intensa, affaticamento degli occhi, crescita anormale e perdita di ciglia. Nella diagnosi di blefarite, il ruolo principale è svolto dall'esame esterno delle palpebre, dalla determinazione dell'acuità visiva, dalla biomicroscopia, dalla coltura batteriologica e dallo studio delle ciglia per demodex. Il trattamento della blefarite ha lo scopo di eliminare la causa della malattia e, di norma, include misure conservative (servizi igienici, massaggio delle palpebre, instillazione di colliri, unguenti, ecc.).

blefarite

La prevalenza di blefarite nella popolazione è piuttosto alta - circa il 30%. La blefarite può svilupparsi nei bambini, ma il picco massimo di incidenza è tra 40 e 70 anni. In oftalmologia, la blefarite costituisce un ampio gruppo di malattie infiammatorie etiologicamente eterogenee delle palpebre, accompagnate da danni ai loro bordi ciliari, con un decorso recidivante e difficile da trattare. La blefarite severa e persistente può portare alla formazione di un calazio, congiuntivite, cheratite e indebolimento della vista.

Cause di teleparite

Lo sviluppo della blefarite può essere dovuto a molte ragioni. Blefarite infettiva è causata da batteri (epidermico e stafilococco aureo), funghi, zecche; non infettivo - agenti allergici, malattie oftalmiche.

La principale causa di blefarite infettiva è un'infezione da stafilococco che colpisce i follicoli piliferi delle ciglia. La presenza di blefarite predispone la presenza di focolai cronici di infezione nelle tonsille (tonsillite), seni paranasali (sinusite, sinusite frontale), cavità orale (carie), sulla pelle (impetigine), ecc. Spesso la blefarite è causata dai bordi delle palpebre colpite da Demodex (demodex) Per la maggior parte delle persone, gli acari vivono sulla superficie della pelle, nei follicoli piliferi, nelle ghiandole sebacee, e con una diminuzione della reattività generale del corpo possono essere attivati ​​e cadere sulla pelle delle palpebre, causando blefarite. Meno comunemente, gli agenti eziologici per la blefarite sono virus herpes di tipo I, II e III, mollusco contagioso, bacilli emofilici, batteri del gruppo intestinale, funghi simili a lieviti, ecc. Quando la blefarite è combinata con la congiuntivite, si sviluppa la blefarocongiuntivite.

Lo sviluppo di blefarite non infettiva è spesso associato a patologia visiva non corretta (ipermetropia, miopia, astigmatismo), sindrome dell'occhio secco. Le persone con ipersensibilità alle sostanze irritanti (polline, cosmetici, prodotti per l'igiene, droghe) possono sviluppare una forma allergica di blefarite. La sconfitta delle palpebre si verifica spesso con dermatite da contatto. L'allergizzazione endogena del corpo è possibile con infezioni da elminti, gastrite, colite, colecistite, tubercolosi, diabete mellito, in cui la composizione della secrezione delle ghiandole di Meibomio cambia.

L'insorgenza e l'aggravamento di blefarite di qualsiasi eziologia predispongono una diminuzione dello stato immunitario, intossicazione cronica, ipovitaminosi, anemia, fumo eccessivo e polverosità e aria, essendo in un lettino abbronzante, al sole, nel vento.

Classificazione della blefarite

Secondo l'eziologia, la blefarite è divisa in due gruppi: non infettivo e infettivo. Quando solo il bordo ciliato della palpebra è coinvolto nel processo infiammatorio, essi parlano di blefarite marginale anteriore; con la sconfitta delle ghiandole di Meibomio - sulla blefarite marginale posteriore; nel caso della prevalenza di infiammazione agli angoli degli occhi - su blefarite angolare o angolare.

Secondo il decorso clinico, si distinguono diverse forme di blefarite:

  1. Semplice.
  2. Seborroica o squamosa (di solito associata a dermatite seborroica).
  3. Ulcerativo o stafilococco (ostiofollikulit).
  4. Demodectic.
  5. Allergiche.
  6. Blefarite da acne o rosacea (spesso associata a acne rosa).
  7. Misto.

Sintomi di blefarite

Il decorso di qualsiasi forma di blefarite è accompagnato da manifestazioni tipiche: gonfiore e arrossamento delle palpebre, prurito, affaticamento degli occhi e maggiore sensibilità agli stimoli (luce, vento). Un film lacrimale costantemente formato causa una visione offuscata. Lo scarico oftalmico, che accompagna in particolare il corso della blefarite infettiva, porta alla comparsa della placca sulla palpebra, incollando le ciglia. I pazienti che di solito usano le lenti a contatto notano che non possono indossarli fino a quando sono abituati.

La semplice blefarite è caratterizzata da iperemia e ispessimento dei bordi delle palpebre, accumulo di una secrezione biancastra negli angoli delle fessure oculari, arrossamento moderato della congiuntiva e dilatazione delle ghiandole di meybomium.

Quando blefarite squamosa sul bordo ispessito e iperemico della palpebra, si accumulano scaglie di epidermide desquamata e epitelio delle ghiandole sebacee, che sono strettamente collegate alla base delle ciglia. Le squame della pelle sono anche definite sulle sopracciglia e sul cuoio capelluto. Per la blefarite seborroica può essere accompagnata da perdita e ciglia ingrigite.

La forma ulcerosa di blefarite si verifica con la formazione di croste giallastre, quando rimosse, le ulcere si aprono. Dopo la guarigione delle ulcerazioni, si formano cicatrici, a causa delle quali la normale crescita delle ciglia (trichiasi) è disturbata. Nei casi più gravi, le ciglia possono scolorire (poliosi) e cadere (madarosi), e il bordo ciliare anteriore diventa ipertrofico e rugoso.

Blefarite demodectica si verifica con prurito palpebrale insopportabile persistente, più pronunciato dopo il sonno. I bordi delle palpebre si addensano sotto forma di un rullo rossastro. Durante il giorno, c'è dolore agli occhi, la secrezione di una secrezione appiccicosa, che porta all'asciugatura dello scarico e il suo accumulo tra le ciglia, che dà agli occhi uno sguardo disordinato.

I sintomi della blefarite allergica, nella maggior parte dei casi, appaiono improvvisamente e sono chiaramente associati a qualsiasi fattore esogeno. La malattia è accompagnata da gonfiore e prurito persistente delle palpebre, lacrimazione, scarico mucoso dagli occhi, fotofobia e taglio negli occhi. Per la blefarite allergica, l'oscuramento della pelle delle palpebre (il cosiddetto "livido allergico") è tipico.

Quando rosacea blefarite sulla pelle delle palpebre sono visibili piccoli noduli grigio-rossi, sormontati da ascessi.

La blefarite può manifestarsi con sintomi di congiuntivite, sindrome da "occhio secco", cheratite, meybomit acuto, sviluppo di calazio, formazione di orzo, conflitto e ulcere corneali che minacciano la perdita della vista. Quasi sempre, la blefarite segue un decorso cronico, tende a ripetersi per molti anni.

Diagnosi di blefarite

Il riconoscimento della blefarite è effettuato da un oftalmologo sulla base di reclami, dati sull'esame palpebrale, rilevamento di malattie associate e test di laboratorio. Nel corso della diagnosi di blefarite, l'acuità visiva e la biomicroscopia oculare sono utilizzate per valutare la condizione dei margini delle palpebre, della congiuntiva, del bulbo oculare, del film lacrimale, della cornea, ecc. Al fine di identificare ipermetropia, miopia, presbiopia, astigmatismo, stato refrattario e accomodazione precedentemente studiati.

Per confermare la blefarite demodectica, viene eseguito un esame microscopico delle ciglia Demodex. Se si sospetta blefarite infettiva, è indicata la semina batteriologica dello striscio congiuntivale. Se la natura allergica della blefarite è necessaria per consultare un allergologo-immunologo con un test allergico. Per escludere un'infestazione da worm, è consigliabile avere un test delle feci per le uova del verme.

Blefarite a lungo esistente, accompagnata da ipertrofia dei bordi delle palpebre, richiede l'esclusione della ghiandola sebacea, carcinoma a cellule squamose o basali, per il quale viene eseguita una biopsia con esame istologico del tessuto.

Trattamento della blefarite

Il trattamento della blefarite è conservativo, di lunga durata, richiede un approccio integrato locale e sistemico, nonché la considerazione dei fattori eziologici. Spesso, l'eliminazione della blefarite richiede consultazioni di specialisti stretti (otorinolaringoiatra, dentista, dermatologo, allergologo, gastroenterologo), riabilitazione di focolai cronici di infezione e sverminazione, normalizzazione della nutrizione, miglioramento delle condizioni igienico-sanitarie a casa e sul lavoro, miglioramento dell'immunità. Quando si rivelano i disturbi refrattivi, è necessario eseguire il loro spettacolo o correzione laser.

La terapia topica per la blefarite richiede la considerazione della forma della malattia. Quando si trattano blefariti di qualsiasi eziologia, un'attenta iene delle palpebre, la pulizia da croste e scaglie con un tampone bagnato dopo l'applicazione preventiva di penicillina o pomata sulfacilica, l'instillazione della soluzione di sulfacetamide nella cavità, il trattamento dei bordi delle palpebre con la soluzione di verde brillante e il massaggio delle palpebre sono necessari.

Per la blefarite ulcerosa, vengono utilizzati pomate contenenti ormone corticosteroide e antibiotico (desametasone + gentamicina, desametasone + neomicina + polimixina B). Con congiuntivite e keraite integratore di trattamento marginale con colliri simili. In caso di ulcerazione della cornea applicare il gel per gli occhi con dexpantheol.

Per la blefarite seborroica è indicata la lubrificazione delle palpebre con l'unguento oculare con idrocortisone e l'instillazione "lacrima artificiale". Nel trattamento della blefarite demodectica, oltre alle misure igieniche generali, si utilizzano speciali pomate antiparassitarie (metronidazolo, zinco-ittiolo), gocce alcaline; Terapia sistemica con metronidazolo.

La blefarite allergica richiede l'eliminazione del contatto con l'allergene identificato, l'instillazione di gocce antiallergiche (lodoxamide, sodio cromoglicato), il trattamento delle palpebre con pomate oculari corticosteroidi e l'assunzione di antistaminici. Con blefarite di meibomio e acne, è consigliabile somministrare per via orale tetraciclina o doxiciclina nel corso da 2 a 4 settimane.

La terapia sistemica per blefarite comprende vitamine, terapia immunostimolante, autoemoterapia. La combinazione del trattamento locale e generale con la fisioterapia (UHF, magnetoterapia, elettroforesi, darsonvalizzazione, UVR), la radiazione dei raggi di Bucca è efficace.

Per complicate forme di blefarite, può essere richiesto un trattamento chirurgico: rimozione del calazio, trichiasi delle palpebre, correzione della torsione o inversione della palpebra.

Prevenzione e prognosi della blefarite

Con un trattamento tempestivo e persistente della blefarite, la prognosi per la conservazione della vista è favorevole. In alcuni casi, la malattia acquisisce un decorso prolungato, recidivante, che porta alla comparsa di orzo, calazio, deformità dei bordi delle palpebre, sviluppo di trichiasi, blefarocongiuntivite cronica e cheratite, compromissione della vista.

Per la prevenzione della blefarite, il trattamento delle infezioni croniche, l'eliminazione del contatto con gli allergeni, la correzione degli errori di rifrazione, il trattamento tempestivo della disfunzione della ghiandola sebacea, l'osservanza dell'igiene oculare, il miglioramento delle condizioni di lavoro e di vita sanitarie e igieniche sono necessari.

Blefarite - che cos'è? Foto, sintomi e trattamento

Blefarite è un gruppo di malattie che sono caratterizzate da infiammazione delle palpebre con danni ai bordi esterni. Di solito la blefarite si sviluppa su entrambi i lati. Il processo infiammatorio è accompagnato da significativo disagio. Questa patologia non appartiene al gruppo dei contagiosi, cioè infettivi.

La malattia è caratterizzata da decorso cronico, sebbene vi siano sia forma cronica che acuta. Nella maggior parte dei casi, la malattia non causa significativi problemi alla vista. L'infiammazione delle palpebre è più comune nei pazienti anziani, ma ci sono frequenti casi di sviluppo della patologia e in persone di altri gruppi di età, compresi i bambini.

Cos'è?

Blefarite è un grande gruppo di varie malattie degli occhi accompagnate da infiammazione cronica dei bordi delle palpebre. Questa malattia ha molte cause che non sono sempre nel campo oftalmico, ma a prescindere da ciò, le manifestazioni di blefarite sono simili.

cause di

Prima di tutto, va notato che non tutti possono avere la blefarite dagli occhi. Per il suo sviluppo richiede la presenza di fattori predisponenti che contribuiscono alla comparsa della malattia. Questi includono:

  1. Eredità gravata. È dimostrato che ogni persona ha una tendenza a determinate patologie. Blefarite non fa eccezione. Indirettamente, si può determinare la propria predisposizione analizzando le malattie esistenti in parenti stretti. Se è stata loro fornita questa diagnosi, o ci sono stati segni di infiammazione nell'area specificata (arrossamento, disagio, dolore, ecc.), La genetica svolge il ruolo di fattore di rischio;
  2. Immunità ridotta. Questa condizione può apparire come risultato della malattia (HIV, diabete, processi oncologici, in misura minore in qualsiasi malattia cronica), nonché durante i normali sovraccarichi fisici / mentali. Stress, mancanza di sonno, superlavoro - tutto ciò indebolisce i nostri meccanismi di protezione;
  3. Cattive abitudini: fumo, abuso di alcool. Queste sostanze non solo influenzano negativamente la funzione immunitaria, ma anche parzialmente interrompono il normale metabolismo nel derma;
  4. La presenza di allergie. Per le persone che reagiscono all'azione di alcune sostanze (polvere, lana, polline, emissioni industriali, ecc.) Con l'infiammazione, c'è sempre la possibilità di danneggiare le palpebre, se un allergene le colpisce o lo sviluppo della dermatite atopica generale.

Se il paziente ha una sola delle suddette condizioni, l'effetto su di lui della causa della blefarite può portare a malattia.

I sintomi della foto blefarite

Il corso di qualsiasi forma di blefarite è accompagnato da sintomi tipici (vedi foto):

  • prurito;
  • sensazione di bruciore;
  • ciglia di legame;
  • la formazione di placca sulla palpebra;
  • occhi asciutti;
  • arrossamento;
  • gonfiore degli affetti;
  • sensazione di corpo estraneo;
  • irritazione;
  • secolo;
  • aumento della temperatura;
  • aumento della lacrimazione;
  • indossare le lenti a contatto porta ad un aumento di irritazione e disagio, in alcuni casi può svilupparsi ulcerazione;
  • scarico giallo o verdastro - appare principalmente al mattino ed è caratteristico della blefarite infettiva.

Il quadro clinico della malattia può variare in una certa misura a seconda della sua particolare varietà.

Blefarite demodectica

Questa forma si sviluppa a seguito della sconfitta di Demodex da parte della zecca, a seguito della quale si sviluppa l'infiammazione. Il sintomo iniziale di blefarite di questo tipo è un forte prurito, peggiorato dopo il sonno. Le ciglia diventano rosse, ispessite, c'è una forte sensazione di dolore negli occhi. Il segreto delle ghiandole sebacee e dei frammenti di cellule si accumula tra le ciglia.

Blefarite allergica

I sintomi della blefarite allergica, nella maggior parte dei casi, appaiono improvvisamente e sono chiaramente associati a qualsiasi fattore esogeno. La malattia è accompagnata da gonfiore e prurito persistente delle palpebre, lacrimazione, scarico mucoso dagli occhi, fotofobia e taglio negli occhi. Per la blefarite allergica, l'oscuramento della pelle delle palpebre (il cosiddetto "livido allergico") è tipico.

Blefarite squamosa

Quando si verifica, un ispessimento delle palpebre, la comparsa di iperemia, aree epiteliali con un numero eccessivo di formazioni squamose. Dopo una notte di sonno le ciglia si uniscono per un segreto secreto dalle ghiandole sebacee. Il tentativo di rimuovere la bilancia da solo non porta a nulla, dal momento che hanno un'alta densità di adattamento. Nel buio aumenta il prurito. Occhi rapidamente stanchi di luce artificiale. L'ipersensibilità a sostanze irritanti come polvere, calore, vento, luce intensa si manifesta anche.

Blefarite ulcerosa

Si verifica con la formazione di croste giallastre, con la rimozione delle quali si aprono le ulcere. Dopo la guarigione delle ulcerazioni, si formano cicatrici, a causa delle quali la normale crescita delle ciglia (trichiasi) è disturbata. Nei casi più gravi, le ciglia possono scolorire (poliosi) e cadere (madarosi), e il bordo ciliare anteriore diventa ipertrofico e rugoso.

Blefarite di Meibomiev

È una malattia delle ghiandole di Meibomio, che si trovano nello spessore della cartilagine palpebrale. Le palpebre del paziente diventano ispessite, ricoperte da croste grigio-gialle. Un sintomo pronunciato di blefarite di questo tipo è il contenuto biancastro che si distingue dalle palpebre quando viene premuto. La congiuntivite è spesso associata a questo tipo di malattia.

diagnostica

La diagnosi di blefarite può essere osservata dalle palpebre con uno speciale microscopio oftalmico - lampada a fessura. In alcuni casi, è necessario un ulteriore esame di laboratorio della composizione cellulare e microbica del raschiamento congiuntivale ed è possibile l'esame microscopico delle ciglia per demodex.

Tuttavia, è importante non dimenticare che solo un oftalmologo può fornire la diagnosi corretta (il successo del trattamento dipende dalla determinazione della causa esatta della malattia).

Trattamento della blefarite

Quando si verifica blefarite, il trattamento deve essere completo e preferibilmente eziologicamente diretto, vale a dire È necessario eliminare la causa della malattia. WC richiesto aree danneggiate ogni 2-3 volte.

  • Con semplice blefarite, le squame vengono rimosse con un batuffolo di cotone inumidito con soluzione di furatsilina, seguito da un attento trattamento con una soluzione alcolica di verde brillante 1%. L'unguento di desametasone è applicato 2-3 volte al giorno per le palpebre.
  • In caso di disfunzione delle ghiandole di Meibomio, le palpebre vengono trattate come descritto sopra e massaggiate con una bacchetta di vetro dopo l'instillazione di gocce di anestetico (Dikain, Alkain). In tutti i casi, è necessario instillare una soluzione antisettica nel sacco congiuntivale (soluzione di sulfacil-sodio 20%, soluzione di cloramfenicolo 0,25%) per prevenire la diffusione del processo infiammatorio.
  • Per la blefarite seborroica è indicata la lubrificazione delle palpebre con l'unguento oculare con idrocortisone e l'instillazione "lacrima artificiale". Nel trattamento della blefarite demodectica, oltre alle misure igieniche generali, si utilizzano speciali pomate antiparassitarie (metronidazolo, zinco-ittiolo), gocce alcaline; Terapia sistemica con metronidazolo.
  • In caso di blefarite ulcerosa, le croste si ammorbidiscono con unguenti (tetraciclina 1%, eritromicina 1%) e trattano con una soluzione antisettica. L'unguento ormonale è controindicato.
  • La blefarite demodectica richiede un trattamento a lungo termine (almeno 1,5 mesi). La pelle del viso viene trattata con sapone di catrame. Le aree danneggiate sono trattate con antisettici. 2-3 volte al giorno applicare il metrogel-gel. Se ci sono manifestazioni di allergie (prurito, bruciore), usare gocce con desametasone (Maxidex, Oftan-desametasone).

La terapia sistemica per blefarite comprende vitamine, terapia immunostimolante, autoemoterapia. La combinazione del trattamento locale e generale con la fisioterapia (UHF, magnetoterapia, elettroforesi, darsonvalizzazione, UVR), la radiazione dei raggi di Bucca è efficace.

Per complicate forme di blefarite, può essere richiesto un trattamento chirurgico: rimozione del calazio, trichiasi delle palpebre, correzione della torsione o inversione della palpebra.

Forse il trattamento dei rimedi popolari della blefarite, e alcuni di loro hanno tutto il diritto di esistere. Ad esempio, asciuga le palpebre con un decotto di camomilla e calendula, un forte tè verde e nero.

Comprime e procedure igieniche

Il primo passo è assicurare il deflusso delle secrezioni delle ghiandole pulendo i loro dotti. A questo scopo, le ghiandole sono riscaldate da impacchi caldi e umidi. Un effetto positivo può essere ottenuto ripetendo la procedura 3-4 volte al giorno. Comprimere da un tovagliolo o un asciugamano bagnato viene applicato per 5-10 minuti.

È necessaria anche un'attenta igiene dei bordi delle palpebre, suggerendo la loro delicata detersione di croste e forfora. Si consiglia di utilizzare shampoo diluito per bambini. Si inumidisce con un batuffolo di cotone pulito e pulisce le palpebre nella direzione dall'angolo esterno dell'occhio verso l'interno. Un alto livello di igiene è una componente indispensabile del trattamento di successo. Regolari procedure di pulizia riducono notevolmente il rischio di infezione e lo sviluppo di complicazioni.

prevenzione

Prima di tutto, è necessario osservare le regole igieniche: non usare asciugamani e fazzoletti per pulire la prima / non la prima freschezza, toccare gli occhi con le mani, che sono gli habitat di vari agenti patogeni.

Con blefarite demodectica, il paziente dovrebbe usare un asciugamano separato che pende da tutti gli altri. Il suo cuscino non dovrebbe "passare" da un membro della famiglia a un altro, è necessario monitorarlo da vicino. Il paziente stesso deve affrontare consapevolmente il problema di prevenire l'infezione dei suoi familiari, osservando in pratica le regole di igiene, vicino alla procedura di quarantena.

Le misure precauzionali della blefarite consistono nel trattamento obbligatorio delle infezioni croniche, evitando il contatto con sostanze allergiche, il trattamento tempestivo dei disturbi delle ghiandole sebacee, osservando l'igiene visiva, migliorando le condizioni degli standard di salute sul lavoro e nella vita quotidiana.

Google+ Linkedin Pinterest