blefarite

Blefarite - infiammazione bilaterale ricorrente del bordo ciliare delle palpebre. La blefarite si manifesta con arrossamento e gonfiore dei bordi delle palpebre, sensazione di pesantezza e prurito delle palpebre, maggiore sensibilità alla luce intensa, affaticamento degli occhi, crescita anormale e perdita di ciglia. Nella diagnosi di blefarite, il ruolo principale è svolto dall'esame esterno delle palpebre, dalla determinazione dell'acuità visiva, dalla biomicroscopia, dalla coltura batteriologica e dallo studio delle ciglia per demodex. Il trattamento della blefarite ha lo scopo di eliminare la causa della malattia e, di norma, include misure conservative (servizi igienici, massaggio delle palpebre, instillazione di colliri, unguenti, ecc.).

blefarite

La prevalenza di blefarite nella popolazione è piuttosto alta - circa il 30%. La blefarite può svilupparsi nei bambini, ma il picco massimo di incidenza è tra 40 e 70 anni. In oftalmologia, la blefarite costituisce un ampio gruppo di malattie infiammatorie etiologicamente eterogenee delle palpebre, accompagnate da danni ai loro bordi ciliari, con un decorso recidivante e difficile da trattare. La blefarite severa e persistente può portare alla formazione di un calazio, congiuntivite, cheratite e indebolimento della vista.

Cause di teleparite

Lo sviluppo della blefarite può essere dovuto a molte ragioni. Blefarite infettiva è causata da batteri (epidermico e stafilococco aureo), funghi, zecche; non infettivo - agenti allergici, malattie oftalmiche.

La principale causa di blefarite infettiva è un'infezione da stafilococco che colpisce i follicoli piliferi delle ciglia. La presenza di blefarite predispone la presenza di focolai cronici di infezione nelle tonsille (tonsillite), seni paranasali (sinusite, sinusite frontale), cavità orale (carie), sulla pelle (impetigine), ecc. Spesso la blefarite è causata dai bordi delle palpebre colpite da Demodex (demodex) Per la maggior parte delle persone, gli acari vivono sulla superficie della pelle, nei follicoli piliferi, nelle ghiandole sebacee, e con una diminuzione della reattività generale del corpo possono essere attivati ​​e cadere sulla pelle delle palpebre, causando blefarite. Meno comunemente, gli agenti eziologici per la blefarite sono virus herpes di tipo I, II e III, mollusco contagioso, bacilli emofilici, batteri del gruppo intestinale, funghi simili a lieviti, ecc. Quando la blefarite è combinata con la congiuntivite, si sviluppa la blefarocongiuntivite.

Lo sviluppo di blefarite non infettiva è spesso associato a patologia visiva non corretta (ipermetropia, miopia, astigmatismo), sindrome dell'occhio secco. Le persone con ipersensibilità alle sostanze irritanti (polline, cosmetici, prodotti per l'igiene, droghe) possono sviluppare una forma allergica di blefarite. La sconfitta delle palpebre si verifica spesso con dermatite da contatto. L'allergizzazione endogena del corpo è possibile con infezioni da elminti, gastrite, colite, colecistite, tubercolosi, diabete mellito, in cui la composizione della secrezione delle ghiandole di Meibomio cambia.

L'insorgenza e l'aggravamento di blefarite di qualsiasi eziologia predispongono una diminuzione dello stato immunitario, intossicazione cronica, ipovitaminosi, anemia, fumo eccessivo e polverosità e aria, essendo in un lettino abbronzante, al sole, nel vento.

Classificazione della blefarite

Secondo l'eziologia, la blefarite è divisa in due gruppi: non infettivo e infettivo. Quando solo il bordo ciliato della palpebra è coinvolto nel processo infiammatorio, essi parlano di blefarite marginale anteriore; con la sconfitta delle ghiandole di Meibomio - sulla blefarite marginale posteriore; nel caso della prevalenza di infiammazione agli angoli degli occhi - su blefarite angolare o angolare.

Secondo il decorso clinico, si distinguono diverse forme di blefarite:

  1. Semplice.
  2. Seborroica o squamosa (di solito associata a dermatite seborroica).
  3. Ulcerativo o stafilococco (ostiofollikulit).
  4. Demodectic.
  5. Allergiche.
  6. Blefarite da acne o rosacea (spesso associata a acne rosa).
  7. Misto.

Sintomi di blefarite

Il decorso di qualsiasi forma di blefarite è accompagnato da manifestazioni tipiche: gonfiore e arrossamento delle palpebre, prurito, affaticamento degli occhi e maggiore sensibilità agli stimoli (luce, vento). Un film lacrimale costantemente formato causa una visione offuscata. Lo scarico oftalmico, che accompagna in particolare il corso della blefarite infettiva, porta alla comparsa della placca sulla palpebra, incollando le ciglia. I pazienti che di solito usano le lenti a contatto notano che non possono indossarli fino a quando sono abituati.

La semplice blefarite è caratterizzata da iperemia e ispessimento dei bordi delle palpebre, accumulo di una secrezione biancastra negli angoli delle fessure oculari, arrossamento moderato della congiuntiva e dilatazione delle ghiandole di meybomium.

Quando blefarite squamosa sul bordo ispessito e iperemico della palpebra, si accumulano scaglie di epidermide desquamata e epitelio delle ghiandole sebacee, che sono strettamente collegate alla base delle ciglia. Le squame della pelle sono anche definite sulle sopracciglia e sul cuoio capelluto. Per la blefarite seborroica può essere accompagnata da perdita e ciglia ingrigite.

La forma ulcerosa di blefarite si verifica con la formazione di croste giallastre, quando rimosse, le ulcere si aprono. Dopo la guarigione delle ulcerazioni, si formano cicatrici, a causa delle quali la normale crescita delle ciglia (trichiasi) è disturbata. Nei casi più gravi, le ciglia possono scolorire (poliosi) e cadere (madarosi), e il bordo ciliare anteriore diventa ipertrofico e rugoso.

Blefarite demodectica si verifica con prurito palpebrale insopportabile persistente, più pronunciato dopo il sonno. I bordi delle palpebre si addensano sotto forma di un rullo rossastro. Durante il giorno, c'è dolore agli occhi, la secrezione di una secrezione appiccicosa, che porta all'asciugatura dello scarico e il suo accumulo tra le ciglia, che dà agli occhi uno sguardo disordinato.

I sintomi della blefarite allergica, nella maggior parte dei casi, appaiono improvvisamente e sono chiaramente associati a qualsiasi fattore esogeno. La malattia è accompagnata da gonfiore e prurito persistente delle palpebre, lacrimazione, scarico mucoso dagli occhi, fotofobia e taglio negli occhi. Per la blefarite allergica, l'oscuramento della pelle delle palpebre (il cosiddetto "livido allergico") è tipico.

Quando rosacea blefarite sulla pelle delle palpebre sono visibili piccoli noduli grigio-rossi, sormontati da ascessi.

La blefarite può manifestarsi con sintomi di congiuntivite, sindrome da "occhio secco", cheratite, meybomit acuto, sviluppo di calazio, formazione di orzo, conflitto e ulcere corneali che minacciano la perdita della vista. Quasi sempre, la blefarite segue un decorso cronico, tende a ripetersi per molti anni.

Diagnosi di blefarite

Il riconoscimento della blefarite è effettuato da un oftalmologo sulla base di reclami, dati sull'esame palpebrale, rilevamento di malattie associate e test di laboratorio. Nel corso della diagnosi di blefarite, l'acuità visiva e la biomicroscopia oculare sono utilizzate per valutare la condizione dei margini delle palpebre, della congiuntiva, del bulbo oculare, del film lacrimale, della cornea, ecc. Al fine di identificare ipermetropia, miopia, presbiopia, astigmatismo, stato refrattario e accomodazione precedentemente studiati.

Per confermare la blefarite demodectica, viene eseguito un esame microscopico delle ciglia Demodex. Se si sospetta blefarite infettiva, è indicata la semina batteriologica dello striscio congiuntivale. Se la natura allergica della blefarite è necessaria per consultare un allergologo-immunologo con un test allergico. Per escludere un'infestazione da worm, è consigliabile avere un test delle feci per le uova del verme.

Blefarite a lungo esistente, accompagnata da ipertrofia dei bordi delle palpebre, richiede l'esclusione della ghiandola sebacea, carcinoma a cellule squamose o basali, per il quale viene eseguita una biopsia con esame istologico del tessuto.

Trattamento della blefarite

Il trattamento della blefarite è conservativo, di lunga durata, richiede un approccio integrato locale e sistemico, nonché la considerazione dei fattori eziologici. Spesso, l'eliminazione della blefarite richiede consultazioni di specialisti stretti (otorinolaringoiatra, dentista, dermatologo, allergologo, gastroenterologo), riabilitazione di focolai cronici di infezione e sverminazione, normalizzazione della nutrizione, miglioramento delle condizioni igienico-sanitarie a casa e sul lavoro, miglioramento dell'immunità. Quando si rivelano i disturbi refrattivi, è necessario eseguire il loro spettacolo o correzione laser.

La terapia topica per la blefarite richiede la considerazione della forma della malattia. Quando si trattano blefariti di qualsiasi eziologia, un'attenta iene delle palpebre, la pulizia da croste e scaglie con un tampone bagnato dopo l'applicazione preventiva di penicillina o pomata sulfacilica, l'instillazione della soluzione di sulfacetamide nella cavità, il trattamento dei bordi delle palpebre con la soluzione di verde brillante e il massaggio delle palpebre sono necessari.

Per la blefarite ulcerosa, vengono utilizzati pomate contenenti ormone corticosteroide e antibiotico (desametasone + gentamicina, desametasone + neomicina + polimixina B). Con congiuntivite e keraite integratore di trattamento marginale con colliri simili. In caso di ulcerazione della cornea applicare il gel per gli occhi con dexpantheol.

Per la blefarite seborroica è indicata la lubrificazione delle palpebre con l'unguento oculare con idrocortisone e l'instillazione "lacrima artificiale". Nel trattamento della blefarite demodectica, oltre alle misure igieniche generali, si utilizzano speciali pomate antiparassitarie (metronidazolo, zinco-ittiolo), gocce alcaline; Terapia sistemica con metronidazolo.

La blefarite allergica richiede l'eliminazione del contatto con l'allergene identificato, l'instillazione di gocce antiallergiche (lodoxamide, sodio cromoglicato), il trattamento delle palpebre con pomate oculari corticosteroidi e l'assunzione di antistaminici. Con blefarite di meibomio e acne, è consigliabile somministrare per via orale tetraciclina o doxiciclina nel corso da 2 a 4 settimane.

La terapia sistemica per blefarite comprende vitamine, terapia immunostimolante, autoemoterapia. La combinazione del trattamento locale e generale con la fisioterapia (UHF, magnetoterapia, elettroforesi, darsonvalizzazione, UVR), la radiazione dei raggi di Bucca è efficace.

Per complicate forme di blefarite, può essere richiesto un trattamento chirurgico: rimozione del calazio, trichiasi delle palpebre, correzione della torsione o inversione della palpebra.

Prevenzione e prognosi della blefarite

Con un trattamento tempestivo e persistente della blefarite, la prognosi per la conservazione della vista è favorevole. In alcuni casi, la malattia acquisisce un decorso prolungato, recidivante, che porta alla comparsa di orzo, calazio, deformità dei bordi delle palpebre, sviluppo di trichiasi, blefarocongiuntivite cronica e cheratite, compromissione della vista.

Per la prevenzione della blefarite, il trattamento delle infezioni croniche, l'eliminazione del contatto con gli allergeni, la correzione degli errori di rifrazione, il trattamento tempestivo della disfunzione della ghiandola sebacea, l'osservanza dell'igiene oculare, il miglioramento delle condizioni di lavoro e di vita sanitarie e igieniche sono necessari.

Blefarite che curare

Il trattamento della blefarite è conservativo, di lunga durata, richiede un approccio integrato locale e sistemico, nonché la considerazione dei fattori eziologici. Spesso, l'eliminazione della blefarite richiede consultazioni di specialisti stretti (otorinolaringoiatra, dentista, dermatologo, allergologo, gastroenterologo), riabilitazione di focolai cronici di infezione e sverminazione, normalizzazione della nutrizione, miglioramento delle condizioni igienico-sanitarie a casa e sul lavoro, miglioramento dell'immunità. Quando si rivelano i disturbi refrattivi, è necessario eseguire il loro spettacolo o correzione laser.

La blefarite è una malattia difficile da trattare ed è soggetta a un decorso cronico recidivante. Pertanto, il trattamento della blefarite deve essere testardo e coerente e includere, oltre alle procedure locali, metodi riparativi volti a migliorare l'immunità. Per fare questo, dal farmaco che usa la terapia vitaminica e ricevendo farmaci immunostimolatori di lieve azione, per esempio, "Immunal" -drugs di origine vegetale, che include il succo di echinacea purpurea.

Se viene rilevata una lungimiranza, è necessario adottare misure per eliminarlo con lenti o occhiali correttivi. Anche la sindrome dell'occhio secco deve essere eliminata, per cui è necessario fare delle pause nelle lezioni con un computer ogni mezz'ora, al massimo un'ora. Nel caso della sindrome dell'occhio secco già sviluppata, viene utilizzata l'instillazione di goccioline contenenti adrenalina, ad esempio, Vizina.

Localmente per il trattamento della blefarite farmaci anti-infiammatori sono utilizzati sotto forma di lozioni, unguenti e gocce. Se viene rilevato un agente infettivo specifico sotto forma di stafilococco o demodex, vengono utilizzati antibiotici o rimedi anti-zecca. È necessaria un'attenta igiene oculare e il rifiuto di usare cosmetici per tutto il tempo del trattamento con blefarite.

Complicazioni quando si sostituisce l'obiettivo con una cataratta qui

Come trattare

Gli scienziati hanno ottenuto molto nello sviluppo di metodi di trattamento per la blefarite. Creato farmaci efficaci, metodi sviluppati di fisioterapia.
Tuttavia, il trattamento della blefarite è difficile e richiede tempo. Richiede pazienza e perseveranza sia dal medico che dal paziente. È importante identificare ed eliminare la causa della malattia. Altrimenti, si ripeterà e progredirà, nonostante il trattamento in corso.

E il paziente, se vuole recuperare più velocemente, deve seguire scrupolosamente le istruzioni del medico.

Blefarite ulcerata
È richiesta un'accurata igiene delle palpebre. Le croste e lo scarico vengono rimossi con un batuffolo di cotone umido. Per le croste ruvide, sono pre-ammorbiditi con una lozione bagnata o spalmando i bordi delle palpebre con unguento. Un complesso unguento contenente un corticosteroide e un antibiotico viene applicato ai bordi delle palpebre con un dito o una bacchetta di vetro: dex-gentamicina (desametasone 0,1% + gentamicina 0,3%), e in caso di intolleranza alla gentamicina, maxitrolo unguento complesso (desametasone 1 mg / g, neomicina 3,5 mg / g, polimixina B 6 mila U / g). Con sintomi di congiuntivite o cheratite marginale, vengono addizionalmente instillati anche dex-gentamicina o maxitrol collirio [4]. In caso di epiteliopatia corneale o ulcerazione della cornea, gel d'occhio solcoserilico, colliri Vitasik (contenenti adenosina, timidina, citidina, uridina, guanosina, ecc.) O corneregel (dexpantheol 50 mg / g).

Blefarite seborroica
Un posto importante è il secolo dell'igiene. Ai fini del trattamento, è prescritto: spalmare i bordi delle palpebre con un unguento oftalmico idrocortisone (POS dell'idrocortisone - 1%, e in caso di decorso grave - 2,5%), instillazione di colliri "lacrima artificiale": lacrima naturale o oftagegel. Quando i sintomi della congiuntivite prescritti, l'ossido di desametasone diminuisce dello 0,1% (dexapos o maxidex).

Blefarite demodettica
L'obiettivo principale del trattamento è ridurre il livello di infestazione da zecche. Si raccomanda di prendersi cura delle palpebre per l'igiene: asciugare le palpebre due volte al giorno con un tampone imbevuto di soluzione salina, diluito con shampoo per bambini o una soluzione di alcool etilico al 70% con etere. I bordi delle palpebre imbrattati con un unguento idrocortisone-PIC 2,5%, unguento oftalmico dexta-gentamicina. È importante che prima di andare a letto i bordi delle palpebre siano abbondantemente ricoperti di unguenti, questo sconvolge il ciclo vitale delle zecche. Quando i sintomi della congiuntivite prescritto instillazione di collirio dexapos 1-2 volte al giorno. Si consiglia di massaggiare le palpebre con la successiva lavorazione dei bordi delle palpebre.

Blefarite allergica
L'eliminazione dell'allergia "colpevole", se possibile, è il metodo di trattamento più efficace e sicuro. Il trattamento comprende l'uso combinato a lungo termine di colliri antiallergici (lekrolin, alomid) e lubrificazione dei margini delle palpebre con unguento oculare anti-infiammatorio ai corticosteroidi (idrocortisone-PIC). Nella blefarite infettiva-allergica, i bordi delle palpebre sono imbrattati con dex-gentamicina o pomata oculare maxitrol. Al fine di prevenire la progressione della blefarite, in nessun caso non è possibile praticare l'automedicazione. Ma quanto spesso i pazienti acquistano albucide senza palpebre in farmacia quando hanno crampi, gonfiore delle palpebre e altri sintomi di malessere e spesso iniziano a "farsi curare". Questo è inaccettabile!

È necessario consultare un medico in tempo per l'esame degli occhi, soprattutto dopo 40 anni. A questa età, a causa di una diminuzione della capacità rifrattiva dell'obiettivo, sorgono difficoltà quando si lavora a distanza ravvicinata, gli occhi si stancano rapidamente. In questo contesto, come già accennato, si sviluppa spesso una malattia infiammatoria dei bordi ciliari delle palpebre.

Chi soffre di blefarite allergica deve proteggere gli occhi dalla polvere, indossare occhiali da sole, non usare mascara, ombretti e durante il periodo di fioritura delle piante cerca di non uscire dalla città.

Inutile dire che chi soffre di blefarite è uno dei sintomi del diabete o delle malattie dell'apparato digerente, è necessario prima di tutto trattare questa malattia, seguire rigorosamente la dieta prescritta dal medico. Con altre forme di blefarite non sono richieste raccomandazioni nutrizionali speciali, tranne una: la dieta dovrebbe contenere il maggior numero possibile di alimenti ricchi di vitamine.

Trattamento domiciliare

  • Nella congiuntivite e nella blefarite, sarete aiutati dal seguente rimedio popolare: prendete la stessa quantità di tè verde e nero forte, un cucchiaino di vino secco d'uva (per una tazza), mescolate gli ingredienti di cui sopra.

Lavati gli occhi con questo strumento. Lavare gli occhi spesso. Il corso del trattamento tradizionale della blefarite deve essere continuato fino al recupero. A proposito, questo strumento aiuta non solo con la blefarite, ma anche con la congiuntivite e in generale per qualsiasi infiammazione degli occhi.

  • Per il trattamento della blefarite e dell'infiammazione delle palpebre, utilizzare le seguenti erbe. Avrai bisogno di fiori di camomilla e calendula. Puoi acquistarli in qualsiasi farmacia, prendere un cucchiaino di fiori di camomilla farmaceutica e fiori di calendula, versarli in un bicchiere e versare acqua bollente. Lascia stare per otto minuti, forse di più. Quindi filtrare e bere un terzo del bicchiere tre volte al giorno.

    È anche necessario applicare foglie di basilico fresco sulle palpebre stesse. Naturalmente, basilico secco non è adatto, è necessario raccogliere freschi o andare al mercato e acquistare lì. Il basilico è un'erba piccante, quindi non è difficile trovarlo. Prima dell'uso, la pianta deve essere impastata. Dopo due giorni, i tuoi occhi saranno di nuovo sani.

  • Esistono molti strumenti per il trattamento della blefarite, ma sono molto costosi e difficili da preparare. E questo rimedio popolare per il trattamento della blefarite è molto semplice e accessibile a tutte le persone.

    Ungere le palpebre tre o quattro volte con il linimento della sintomicina (acquistare in farmacia). Questo metodo fu scoperto per caso: era proprio questo rimedio che veniva usato per ungere l'infiammazione intorno all'occhio e allo stesso tempo le palpebre stesse.

    Ma prima di questo incidente, una persona ha sofferto di blefarite per 30 anni! Porta sempre con me roba verde, per ogni evenienza. Come risultato dell'uso di questo strumento si è sbarazzato di blefarite. Questo strumento ha aiutato non solo una persona, ma molte persone.

  • massaggio

    Dopo esserti lavato il viso, massaggia le palpebre. Per fare questo, utilizzare uno strumento speciale che viene venduto in farmacia - un bastone di vetro con una spatola a un'estremità e una lampadina all'altra. Con l'aiuto della palla si posa l'unguento e la scapola è progettata per il massaggio. Mentre si fa il massaggio, premere delicatamente la palpebra con una spatola e spostarla verso il bordo dell'occhio. Se il processo non è ancora andato troppo lontano, piccole bolle di liquido usciranno da sotto la palpebra, e quando la malattia viene trascurata vedrai il bianco, untuoso segreto dei flagelli. Il massaggio viene eseguito in sequenza: prima, ogni palpebra di un occhio, poi l'altro.

    Alla fine del massaggio, applicare la soluzione prescritta dal medico sulle palpebre. Per fare questo, immergere un tampone di cotone con l'agente, rimuovere l'umidità in eccesso, in modo che durante la lavorazione il farmaco non cada sul bulbo oculare. Ora rimuovi la sostanza untuosa che sporge sulla palpebra, spostando la bacchetta dall'angolo interno dell'occhio verso l'esterno.

    Al termine del trattamento, gocce goccia a goccia prescritte da un medico o applicare un unguento. È severamente vietato praticare auto-trattamento durante la blefarite - usare a propria discrezione antibiotici o antisettici. Il problema è che tutti questi farmaci possono provocare irritazioni o allergie e aggravare la malattia.

    Collirio

    Vengono utilizzati anche gli antisettici: Blefarogel, Miramistina, soluzione di calendula, ecc. Le gocce oculari vengono anche utilizzate con antibiotici e componenti antinfiammatori (Tobradex, Maksitrol, ecc.) O fluorochinoloni: soluzione allo 0,3% di gentamicina solfato, soluzione allo 0,3% di norfloxacina, soluzione allo 0,3% di tobramicina.

    Un antibiotico pomata, come la fucidina o il cloramfenicolo, viene usato per il trattamento della follicolite acuta. L'unguento viene sfregato sul bordo anteriore della palpebra con un batuffolo di cotone o un dito pulito. Nei casi cronici, questo trattamento potrebbe non essere efficace.

    Steroidi topici deboli, come il fluorometolone, vengono utilizzati 4 volte al giorno per un breve periodo. Sono utili nel caso di congiuntivite papillare secondaria o cheratite marginale.

    Nella blefarite ulcerosa acuta, un antibiotico viene prescritto come pomata (ad esempio, bacitracina / polimixina B o 0,3% gentamicina 4 volte al giorno per 7-10 giorni).

    blefarite

    Le palpebre formano la fessura palpebrale e appartengono all'apparato accessorio dell'occhio. Fuori sono coperti di pelle, piuttosto sottili e mobili. Il tessuto sottocutaneo è sciolto, motivo per cui si verificano facilmente edemi ed emorragie. Sotto di esso ci sono i muscoli delle palpebre, fornendo la possibilità di chiudere e aprire gli occhi, chiudere gli occhi. Più profondo si trova la piastra del tessuto connettivo, formando lo scheletro del secolo. Nello spessore di esso sono modificate le ghiandole sebacee (ghiandole di Meibomio). I loro dotti si trovano lungo il margine posteriore delle palpebre. Il segreto di queste ghiandole è coinvolto nella formazione del film lacrimale che protegge la cornea dall'asciugarsi. Sul bordo esterno delle palpebre crescono le ciglia. Nei loro bulbi, i dotti escretori delle ghiandole sebacee di Zeiss si aprono, nello spazio tra le ciglia - le ghiandole sudoripare di Moll. È la loro infiammazione che porta alla comparsa di orzo o calazio.

    La blefarite è una malattia infiammatoria delle palpebre. Nella maggior parte dei casi, ha un decorso cronico (persistente). La malattia è di solito bilaterale e colpisce i bordi delle palpebre. Può portare un significativo disagio, ma non è contagioso (contagioso). Di norma, la malattia non porta a disturbi visivi persistenti. La blefarite colpisce prevalentemente le persone anziane, ma può verificarsi anche in altre categorie di età.

    I sintomi della blefarite possono includere sensazione di corpo estraneo o bruciore, prurito, dolore, aumento della fotosensibilità (fotofobia), visione offuscata, arrossamento e gonfiore delle palpebre, arrossamento degli occhi, comparsa di secrezioni schiumose e secrezione patologica agli angoli degli occhi, secchezza in essi o, al contrario, lacrimazione, perdita di ciglia o presenza di croste al mattino.

    Queste manifestazioni non sono necessariamente permanenti, è possibile alternare lunghi periodi di deterioramento e miglioramento. I sintomi possono essere più pronunciati al mattino.

    I sintomi della blefarite sono spesso associati a un'altra malattia chiamata sindrome dell'occhio secco. Questa è una patologia in cui una quantità sufficiente di lacrime non si forma nell'occhio o evapora molto rapidamente. Più della metà dei pazienti con blefarite hanno la sindrome dell'occhio secco.

    Se la malattia è associata a dermatite seborroica (malattia infiammatoria della pelle causata da un particolare tipo di fungo) o rosacea (malattia della pelle accompagnata da arrossamento della pelle, comparsa di tubercoli, pustole e altre eruzioni cutanee sul viso), il paziente mostrerà anche i sintomi corrispondenti a questa patologia.

    Blefarite è divisa per localizzazione in anteriore e posteriore. Nel primo caso, l'infiammazione si concentra principalmente intorno alle ciglia e ai loro follicoli, mentre nel secondo, i dotti escretori delle ghiandole di Meibomio sono coinvolti. La blefarite anteriore è anche divisa in stafilococco e seborroica. Secondo il decorso clinico può essere identificata blefarite acuta e cronica.

    La blefarite anteriore è principalmente causata da batteri (blefarite da stafilococco) o forfora del cuoio capelluto o delle sopracciglia (blefarite seborroica). Può anche verificarsi a causa di una combinazione di questi fattori e, meno comunemente, a causa di allergia o invasione delle ciglia da parte di alcuni microrganismi (demodex, pidocchio pubico).

    La blefarite posteriore è associata ad alterazioni del funzionamento delle ghiandole palpebrali (blefarite da meyomio), quando si creano condizioni favorevoli alla crescita batterica. Altre malattie della pelle come l'acne, la rosacea e la seborrea possono anche causare.

    Spesso la blefarite è associata a trichiasi (crescita anormale delle ciglia), congiuntivite o cheratite.

    La blefarite cronica di solito si verifica a causa di un'esposizione prolungata o regolare a gas chimici, fumo di sigaretta, smog e altre sostanze irritanti.

    Se sospetti che la blefarite possa essere eseguita normalmente per tutti i pazienti, i metodi di ricerca dell'oftalmologo, come la visometria, la biomicroscopia. Inoltre, se necessario, viene eseguita un'analisi di laboratorio del contenuto della congiuntiva, del bordo staccabile delle palpebre e della secrezione delle loro ghiandole.

    Nella sindrome degli occhi "secchi" o della pervietà del dotto nasale alterata, è consigliabile essere sottoposti a screening per la presenza di blefarite, poiché in questa situazione è spesso una malattia concomitante.

    Trattamento della blefarite

    La maggior parte dei regimi di trattamento comprende tre passaggi generali:

    1. L'uso di impacchi caldi, riscaldando le ghiandole del secolo e contribuendo così alla rapida evacuazione delle secrezioni secrete da loro e alla purificazione dei dotti escretori. Per questo, è possibile utilizzare un asciugamano imbevuto di acqua calda, un batuffolo di cotone e un tovagliolo di garza. Compress non dovrebbe bruciare la pelle. Per ottenere l'effetto, è sufficiente eseguire la procedura per 5-10 minuti 3-4 volte al giorno.

    2. Pulire i bordi delle palpebre da forfora, croste e altre secrezioni anormali (igiene delle palpebre). Per fare questo, si consiglia di utilizzare alcune gocce di shampoo per bambini diluiti in una piccola quantità di acqua, non irritando gli occhi. Con l'aiuto di un batuffolo di cotone o di una garza con movimenti leggeri lungo il bordo delle palpebre verso l'angolo interno dell'occhio, vengono pulite.

    3. Applicare un unguento antibatterico sui bordi delle palpebre dopo l'igiene delle palpebre. Erythromycin, unguento di occhio di baciracin o tetratsiklin è più comunemente usato. Gli unguenti combinati contenenti un antibiotico e un preparato a base di corticosteroidi possono essere applicati in breve tempo.

    La base per il trattamento della blefarite è un'adesione sistematica e costante alle regole dell'igiene delle palpebre. Ciò consente di mantenerli puliti dai fiocchi di pelle, dalle secrezioni anormali, dalla secrezione eccessiva delle ghiandole di Meibomio e ridurre il rischio di infezione. Per prevenire la ricomparsa dei sintomi della blefarite, puoi fare i primi due passaggi una volta al giorno.

    In casi prolungati, può richiedere molto tempo (1-2 mesi) per assumere compresse di tetraciclina, che in questa situazione non solo inibiscono la proliferazione dei batteri, ma riducono anche la quantità di secrezione prodotta dalle ghiandole di Meibomio. Attualmente sono in corso studi sulla possibilità di utilizzare metronidazolo per lo stesso scopo.

    La rottura della formazione del film lacrimale può richiedere la nomina di preparazioni di lacrime artificiali e persino la chiusura chirurgica di punti lacrimali (la parte iniziale del canale nasolacrimale, situata negli angoli interni degli occhi, deviando la lacrima dall'occhio). In primo luogo, userai il farmaco prescritto ogni ora durante il giorno. Dopo una settimana o due, potresti sentire di aver bisogno di instillazioni meno frequenti. Una lacrima naturale è scaricata da un medico o acquistata in una farmacia per conto proprio.

    Ai pazienti con blefarite demodex può essere somministrata ivermectina (un farmaco antiparassitario) al fine di ridurre il numero di acari che causano la malattia nei follicoli delle palpebre.

    È necessario astenersi dall'applicare il trucco, poiché questo potrebbe peggiorare il decorso della malattia o il recupero sarà ritardato.

    Di solito, la blefarite non è completamente guarita, ma l'aspetto dei sintomi di cui sopra può essere contenuto applicando questi metodi di trattamento (forse per un lungo periodo) e seguendo continuamente le appropriate regole di igiene.

    Blefarite e lenti a contatto

    La blefarite può causare irritazione e prurito agli occhi. Spesso questo rende difficile o addirittura impossibile indossare lenti a contatto. Se i sintomi sono facilmente pronunciati e non si avvertono dolore o fastidio, è possibile continuare a indossare le lenti a contatto.

    Se l'unguento per l'occhi usato per trattare la blefarite contiene paraffina, si dovrà smettere di usare le lenti a contatto a favore degli occhiali.

    Se si usano lenti a contatto morbide, quindi non usare preparazioni di sostituzione lacrimale contenenti conservanti, in quanto possono irritare gli occhi. La maggior parte di questi colliri è disponibile senza conservanti.

    Se hai altre malattie dell'occhio insieme a blefarite, (ad esempio, patologia corneale), il medico può consigliarti di non indossare le lenti.

    Autore: oftalmologo E. N. Udodov, Minsk, Bielorussia.

    Blefarite è più spesso infiammazione cronica bilaterale delle palpebre di origine infettiva o infiammatoria.

    Cause di blefarite

    Le cause della malattia sono vaste. Sono divisi in locali e generali.

    Malattie croniche oculari (congiuntivite, cheratite), disfunzione delle ghiandole di Meibomio possono essere attribuite a quelle locali. Una delle cause più significative del secolo demodicosi isolato, causata da una zecca del genere Demodex. In tutti i casi sopra elencati, un agente infettivo (virale, batterico, fungino o artropodo) è quasi sempre presente.

    Nella blefarite allergica si verifica un'infiammazione corrispondente. L'ametropia non corretta (deficit visivo) spesso non causa, ma supporta il decorso della malattia a causa di alterazioni degenerative dell'occhio.

    Le cause più comuni di blefarite sono molto maggiori. Questa invasione di vermi. e disordini metabolici (diabete mellito, avitaminosi), malattie del tratto gastrointestinale (gastrite, colite, pancreatite, cirrosi epatica), immunodeficienze (queste includono condizioni dopo l'intervento chirurgico e dopo un trattamento a lungo termine con molti farmaci), varie malattie della pelle (acne Seborrea, psoriasi, eczema), organi ENT (rinite cronica, sinusite) e denti. In queste condizioni, è presente un punto focale dell'infezione, che può diffondersi attraverso il flusso sanguigno e agli occhi o una diminuzione dell'immunità e dell'aderenza dell'agente patogeno.

    Particolarmente spesso osservata blefarite negli anziani a causa di cambiamenti nel corpo, portando a atrofia dell'epitelio e, di conseguenza, una diminuzione dell'immunità locale.

    Sintomi di blefarite

    Esistono diversi tipi di infiammazione delle palpebre: blefarite demoniaca squamosa, ulcerativa, meibomiana e demodettica.

    Quando squamoso (seborroico) l'epitelio è esfoliato e l'immagine assomiglia a forfora, è solo localizzata sulle palpebre.

    Con la formazione di croste ulcerative (stafilococco), la pettinatura provoca ulcere che possono guarire attraverso le cicatrici, il che porta alla deformità della palpebra e alla crescita impropria delle ciglia.

    Quando meybomievom violava il deflusso di secrezione dalle ghiandole, le palpebre iperemiche. Le bocche delle ghiandole dilatate sono visibili nella regione intramarginale.

    La blefarite demodectica è caratterizzata dalla comparsa di squame, ispessimento del bordo della palpebra e formazione di muffole bianche sulle ciglia.

    A seconda della localizzazione del processo, blefarite anteriore, posteriore e angolare (angolare) sono isolate. Il fronte è spesso associato a malattie cutanee comorbili (seborrea, eczema, acne) ed è localizzato sul margine ciliare della palpebra. Il posteriore è causato dalla disfunzione delle ghiandole di Meibomio nello spessore di un secolo e spesso porta a complicanze. Con l'infiammazione angolare è localizzata negli angoli dell'occhio.

    Sintomi per sospettare l'infiammazione delle palpebre:

    - la formazione di squame, con il loro graffio possibile sanguinamento;

    - fragilità e perdita di ciglia;

    - accumulo di secrezioni agli angoli degli occhi;

    - rapido affaticamento visivo.

    Se si verifica uno dei suddetti sintomi, è necessario contattare immediatamente un optometrista nel luogo di residenza o in una clinica privata. L'automedicazione può essere non solo inefficace, ma anche dannosa per la salute.

    Diagnosi di blefarite

    Per una diagnosi specialistica non è difficile. Ciò richiederà solo una storia della malattia e semplici manipolazioni diagnostiche, come l'esame esterno e la biomicroscopia (esame microscopico).

    E per scoprire le cause della malattia e la prescrizione del trattamento, saranno necessari ulteriori metodi di ricerca, come il controllo dell'acuità visiva, dal momento che Le anomalie della rifrazione possono complicare e mantenere il decorso della malattia, lo studio del fondo per escludere malattie concomitanti, possibilmente raschiando le scale dalle aree colpite con la loro ulteriore microscopia con possibile identificazione dell'agente patogeno. La consultazione di specialisti (ENT, dentista, dermatologo, endocrinologo, ecc.) È necessaria per escludere focolai di infezione (se la loro riabilitazione è obbligatoria), immunodeficienza e disordini metabolici che possono causare blefarite.

    Nella diagnosi di demodicosi microscopia delle questioni ciglia. Un normale non è più di 2 zecche in tutta la preparazione (4 ciglia da ciascun secolo - per un totale di 16)

    La diagnostica di laboratorio include test clinici generali, compreso un esame del sangue per lo zucchero, l'individuazione dell'agente causativo di blefarite batterica, virale o parassitaria mediante metodi di coltura su terreni di coltura, saggio immunoenzimatico, ecc.

    Trattamento della blefarite

    Il trattamento dovrebbe essere complesso e preferibilmente eziologicamente diretto, vale a dire È necessario eliminare la causa della malattia. WC richiesto aree danneggiate ogni 2-3 volte.

    Con semplice blefarite, le squame vengono rimosse con un batuffolo di cotone inumidito con soluzione di furatsilina, seguito da un attento trattamento con una soluzione alcolica di verde brillante 1%. L'unguento di desametasone è applicato 2-3 volte al giorno per le palpebre.

    Quando blefarite ulcerosa e ammorbidisce le croste con l'aiuto di unguenti (tetraciclina 1%, eritromicina 1%) e trattata con una soluzione di antisettici. L'unguento ormonale è controindicato.

    In caso di disfunzione delle ghiandole di Meibomio, le palpebre vengono trattate come descritto sopra e massaggiate con una bacchetta di vetro dopo l'instillazione di gocce di anestetico (Dikain, Alkain).

    In tutti i casi, è necessario instillare una soluzione antisettica nel sacco congiuntivale (soluzione di sulfacil-sodio 20%, soluzione di cloramfenicolo 0,25%) per prevenire la diffusione del processo infiammatorio.

    La blefarite demodectica richiede un trattamento a lungo termine (almeno 1,5 mesi). La pelle del viso viene trattata con sapone di catrame. Le aree danneggiate sono trattate con antisettici. 2-3 volte al giorno applicare il metrogel-gel. Se ci sono manifestazioni di allergie (prurito, bruciore), usare gocce con desametasone (Maxidex, Oftan-desametasone).

    I trattamenti di fisioterapia aiutano ad accelerare il processo di guarigione. Quando si usa la blefarite:

    - elettroforesi con antibiotici e vitamine;

    Il cibo dovrebbe essere ricco di proteine, con l'eccezione di possibili allergeni. Non essere superfluo per ricevere preparazioni multivitaminiche. In alcune malattie, come il diabete, è necessaria una dieta rigorosa.

    Forse il trattamento dei rimedi popolari della blefarite, e alcuni di loro hanno tutto il diritto di esistere. Ad esempio, asciuga le palpebre con un decotto di camomilla e calendula, un forte tè verde e nero.

    Prevenzione della blefarite

    La blefarite è una malattia cronica soggetta a recidive. Pertanto, il rispetto delle regole di igiene personale, l'eliminazione delle cause di infiammazione e il rafforzamento del sistema immunitario sono i principali metodi di prevenzione.

    Complicazioni di blefarite

    L'accesso tardivo a un medico può portare a gravi complicazioni, come la cheratite, che richiederà un trattamento ospedaliero. E 'anche possibile cicatrici e deformità delle palpebre, ridotta crescita delle ciglia, presenza di ascessi.

    Medico oculista Letiuk T.Z.

    motivi

    Cause di blefarite possono essere allergie, disturbi refrattivi (miopia, ipermetropia), malattie parassitarie (comprese le palpebre delle zecche), diminuzione generale delle difese immunitarie, beri-beri, disturbi enocrini, farmaci, cattive abitudini, patologia dell'apparato gastrointestinale, stress e così via Spesso, al fine di stabilire la vera causa dello sviluppo della blefarite, il paziente deve sottoporsi a una medicazione completa e consultare diversi specialisti. L'aspetto della blefarite è un segnale allarmante per le difese ridotte del corpo.

    Tipi di blefarite

    A seconda delle condizioni di accadimento e le caratteristiche di questa malattia è divisa in quattro tipi principali.

    Scalare la blefarite. o semplice. È caratterizzato da arrossamento e ispessimento del bordo delle palpebre, notevole fuoriuscita delle ghiandole sebacee, accumulo di epitelio sotto forma di scaglie (da cui il nome), ciglia bloccate.

    Blefarite ulcerata. Caratterizzati dalla formazione di ulcere, i bulbi delle ciglia hanno un contenuto purulento.

    Blefarite rosacea. È caratterizzato dall'apparizione sulla pelle delle palpebre di piccoli noduli grigio-rossi, su cui si trovano le pustole (gli elementi primari dell'eruzione con contenuti purulenti). Spesso è combinato con l'acne rosa.

    Blefarite demodectica - è causata dall'acaro Demodex, che vive nelle lampadine delle ciglia. Allo stesso tempo le "frizioni" si formano sulle ciglia. Altre aree del viso potrebbero essere interessate.

    Anatomicamente, la blefarite è divisa nel marginale anteriore (solo il bordo ciliare della palpebra è interessato), il marginale posteriore (accompagnato dall'infiammazione delle ghiandole di Meibomio) e l'angolare (aree infiammatorie degli angoli degli occhi).

    diagnostica

    La diagnosi di blefarite può essere osservata dalle palpebre con uno speciale microscopio oftalmico - lampada a fessura. In alcuni casi, sono necessari ulteriori test di laboratorio sulla composizione cellulare e microbica del raschiamento congiuntivale. è possibile l'esame microscopico delle ciglia su demodex. Tuttavia, è importante non dimenticare che solo un oftalmologo può fornire la diagnosi corretta (il successo del trattamento dipende dalla determinazione della causa esatta della malattia).

    sintomi

    Blefarite può verificarsi in vari gradi di gravità. Leggera iperemia e gonfiore appena evidente dei bordi delle palpebre, che sono coperti da piccole squame facilmente separabili alle radici delle ciglia, sono caratteristici di un flusso di luce. Le palpebre possono non essere molto pruriginose, a volte le ciglia cadono, si sente la pesantezza delle palpebre. Gli occhi sono lacrimanti e l'affaticamento visivo si manifesta rapidamente, si manifesta la sensibilità a luce intensa, polvere, vento e altre sostanze irritanti. In caso di grave blefarite, il paziente sviluppa croste purulente sul bordo della palpebra. Dopo la separazione di queste croste, appaiono ulcere, con una superficie sanguinante, le cui cicatrici possono portare a una crescita anormale delle ciglia e alla deformazione della palpebra stessa (rotazione o eversione). Le ciglia cadono spesso e le nuove crescono molto debolmente.

    trattamento

    Il trattamento per la blefarite comprende spesso trattamenti con farmaci specifici, a seconda della causa della malattia: con natura demodectica, Blepharogel n. 2, Demalan, ecc. Con un unguento per gli occhi con tetracicline batteriche. se c'è un'allergia, unguento all'idrocortisone. Vengono utilizzati anche gli antisettici: Blefarogel, Miramistina, soluzione di calendula, ecc. Si usano anche gocce oculari - con antibiotici e componenti anti-infiammatori (Tobradex, Maksitrol, ecc.).

    Questa procedura può essere eseguita a casa da sola o con l'aiuto di familiari. In alcuni casi, ad esempio, in violazione della secrezione della secrezione delle ghiandole palpebrali, si consiglia di eseguire un massaggio palpebrale per la blefarite, ma ciò è possibile solo quando si ricevono istruzioni mediche accurate. Il trattamento della blefarite deve essere effettuato in modo completo, con procedure di igiene quotidiana e l'uso di diversi prodotti. La cosa principale è finire il processo (il trattamento di una malattia può richiedere mesi).

    Miglioramento dell'afflusso di sangue nei tessuti circostanti l'occhio, incl. e secoli possono essere e con l'aiuto di dispositivi di fisioterapia. Un buon esempio sono gli occhiali Sidorenko, che a causa del pneumomassage migliorano la microcircolazione e promuovono una pronta guarigione. Il dispositivo ha un effetto complesso, è progettato per l'uso indipendente a casa ed è raccomandato per l'uso in varie malattie dell'occhio.

    Con una diminuzione dell'immunità, è necessario condurre la terapia della vitamina (per esempio, le vitamine per gli occhi del complesso della luteina) e le misure riparatrici. Se ci sono malattie croniche da parte del sistema endocrino o del tratto gastrointestinale, allora è necessario eliminare queste violazioni insieme a uno specialista.

    Dove trattare

    Poiché il trattamento della blefarite, di norma, è un processo lungo e difficile, molte cliniche sono riluttanti a contattare i pazienti con tale diagnosi, spesso semplicemente "spazzolandosi" da loro, non conducono un esame completo, che porti alla progressione della malattia.

    Molte cliniche offrono servizi di cura per questa malattia. Quando si sceglie un istituto medico, è importante considerare non solo il costo del trattamento, ma anche il livello degli specialisti e la reputazione della clinica. Di seguito è riportata la valutazione dei centri oculistici di Mosca:

    La blefarite è un processo patologico che colpisce i bordi delle palpebre.

    Effetti chimici, traumatici e termici possono essere coinvolti nella comparsa di blefarite negli animali. Inoltre, la malattia può verificarsi a causa di parassiti acari. Si tratta di demodicosi e scabbia. Lo sviluppo di blefarite contribuisce alla mancanza di vitamine nel corpo, infezioni microbiche e virali.

    Ci sono due tipi di blefarite nei cani. La forma della superficie è caratterizzata da un'infiammazione dei bordi e della pelle della palpebra. Con blefarite profonda, c'è una sconfitta del tessuto sottocutaneo e dei tessuti profondi.

    Blefarite superficiale nei cani è caratterizzata da arrossamento dei bordi delle palpebre, la comparsa di prurito e accumulo di secrezioni schiumose nella camera anteriore dell'occhio. L'aspetto del graffio sulle palpebre è dovuto al fatto che l'animale esegue una pettinatura forzata degli occhi con le zampe. Il restringimento della fessura palpebrale, associato all'ispessimento dei bordi delle palpebre, è caratteristico. Si nota la formazione di scaglie e croste facilmente rimovibili alla base delle ciglia. Le bilance hanno un colore grigiastro. I sintomi clinici descritti indicano lo sviluppo di blefarite scagliosa superficiale. Inoltre, la malattia si manifesta con lacrimazione e perdita di ciglia.

    In alcuni casi si verifica blefarite ulcerosa. È caratterizzato da un decorso acuto. Di norma, la forma ulcerosa della malattia è associata all'introduzione di stafilococco nell'occhio. Con questa patologia, c'è un arrossamento e gonfiore dei bordi delle palpebre, incollando le ciglia con essudato purulento, coprendo i bordi delle palpebre con ascessi. Un'apertura delle pustole è accompagnata dalla formazione di croste gialle. Nel tempo, le croste sono sostituite da piaghe. Caratterizzato dall'infiammazione della membrana congiuntivale. La blefarite ulcerosa si manifesta con forte lacrimazione e prurito.

    La causa della blefarite profonda è l'infezione di ferite e abrasioni delle palpebre. Quando questa malattia si verifica, il processo flemma viene versato. Caratterizzato dall'infiammazione dei follicoli e delle ciglia.

    Prima di tutto, viene mostrata l'eliminazione della causa della malattia. L'animale deve essere tenuto in una stanza ben ventilata e pulita. Fornisce l'organizzazione di cani da alimentazione completi. Si raccomanda di indossare un collare o una maschera protettiva attorno al collo di un animale. Per ammorbidire scaglie e croste con blefarite squamosa, viene mostrato l'uso di lozioni calde da farmaci come la soluzione di bicarbonato di sodio, paraffina liquida. Il perossido di idrogeno viene utilizzato per rimuovere le croste. L'alta efficacia è caratteristica dell'unguento sulfanilammide, i preparati a base di antibiotici (unguento per la sintomicina), ecc. È anche possibile utilizzare colliri. Usa solfato di zinco e soluzione di novocaina.

    Nel trattamento della blefarite ulcerosa, viene utilizzata la soluzione di acido borico. È necessario per ammorbidire le croste purulente. Utilizzato anche per questo scopo olio di pesce e paraffina liquida. Dopo questo, la rimozione di croste e pus. Per fare questo, utilizzare una pinzetta o un batuffolo di garza di cotone. Per la cauterizzazione della superficie dell'ulcera è prescritto il nitrato d'argento. Quindi l'area interessata dovrebbe essere lavata con una soluzione di cloruro di sodio. Dopo la cauterizzazione, vengono mostrati i bordi delle palpebre con la vernice verde. L'ulteriore terapia è simile al trattamento della blefarite squamosa. Inoltre, viene mostrato l'arricchimento della dieta dell'animale con multivitaminici e olio di pesce.

    Il trattamento della blefarite profonda nei cani è complesso. L'obiettivo principale è prevenire l'insorgenza di sepsi. Per questo è indicato l'uso di farmaci antibatterici e di farmaci sulfa (etazolo).

    Cos'è la blefarite?

    La blefarite è chiamata infiammazione della palpebra. Una varietà di cause può causare questa malattia, che va dalle allergie alle infezioni oculari fino all'irritazione e persino al cancro della pelle. La blefarite è la malattia dell'occhio più comune.

    L'infiammazione della palpebra è più fastidiosa di una malattia, perché è molto ben curabile.

    Ragioni principali

    La blefarite può essere causata da infiammazione, infezione batterica, allergie, tumori. esposizione ambientale o malattia sistemica. Caratteristiche della malattia:

  • La blefarite infiammatoria e allergica porta ad un aumento della desquamazione della pelle delle palpebre.
  • La blefarite allergica può essere causata da sostanze irritanti provenienti dall'ambiente (ad esempio, sostanze chimiche sul lavoro) o singoli farmaci, problemi agli occhi e malattie sistemiche. Per molte persone, questa reazione si verifica sugli allergeni dell'animale domestico.
  • La forma ulcerosa (blefarite infettiva) è il risultato dell'infezione e si manifesta con secrezioni delle palpebre giallastre o verdastre.
  • La blefarite può essere causata da malattie sistemiche o cancro della pelle.

    Segni di infiammazione palpebrale

    Quando una persona ha blefarite, prurito agli occhi, irritazione e una sensazione di corpo estraneo negli occhi sono preoccupanti. Spesso, i pazienti si lamentano di occhi "secchi", che la palpebra "cuoce".

    Le persone che usano le lenti a contatto riferiscono di non poterle indossare per tutto il tempo che potevano prima della malattia. Quando vengono utilizzate, le lenti irritano gli occhi in misura maggiore.

    La palpebra può diventare rossa, ci sono aree di ulcerazione che non guariscono e sanguinano.

  • La visione, di regola, non è compromessa. Ma il film lacrimale offusca ciò che ha visto, causa il frequente verificarsi di una visione sfocata.
  • Rossore, febbre e gonfiore si verificano nella maggior parte dei pazienti.

    Nella blefarite allergica, le palpebre possono diventare scure come un procione. Questa manifestazione è chiamata "livido allergico" ed è molto spesso osservata nei bambini.

  • Esfoliazione della superficie delle sfere della pelle, comparsa di placca sulla palpebra, ciglia adesive - questo è ciò che manifesta la malattia.
  • Nella forma infettiva si osservano scariche giallastre o verdastre, che stanno incollando ciglia, specialmente al mattino.
  • Nella più comune forma seborroica, pezzi di pelle asciutti e esfoliati coprono le palpebre. Scaglie di pelle compaiono sulla testa e sulle sopracciglia.

    La blefarite può essere localizzata sulla pelle delle palpebre come un processo limitato. Questa manifestazione è chiamata calazio e, in caso di inefficacia del trattamento farmacologico, viene aperta per il drenaggio.

    Aumento della lacrimazione quando la blefarite offre sempre un sacco di disagi.

    La blefarite cronica può causare danni alla funzione visiva di diversa gravità. Questa manifestazione avrà un effetto negativo sulla chiarezza della visione, a volte dovrai scrivere occhiali.

    Quando consultare un medico?

    Assicurati di mostrarti a un medico generico o un oculista se l'irritazione della palpebra non passa e il trattamento conservativo con impacchi caldi non aiuta.

    Poiché la blefarite non altera direttamente la vista, allora qualsiasi problema legato alla vista (forse non correlato alla blefarite) deve essere comunicato a un oftalmologo (un medico che si occupa di patologie oculari).

    Un graduale deterioramento della vista che dura diversi giorni richiederà cure mediche immediate. Nella maggior parte dei casi, questi cambiamenti non richiedono cure di emergenza. Molto raramente, deficit visivo associato a blefarite.

    In effetti, è urgente contattare un oculista se ci sono tali sintomi:

    Se per qualche motivo non si è in grado di ottenere un appuntamento con un oftalmologo, ma improvvisamente si è verificato un netto deterioramento della vista, quindi contattare l'ospedale più vicino per cure di emergenza. La visione offuscata improvvisa è un'emergenza. Molto raramente tali cambiamenti sono associati a blefarite, ma sarà necessario un trattamento immediato.

    Verificare con il proprio medico

    Sondaggi e test

    Il vostro oftalmologo o medico generico diagnostica la blefarite sulla base di un accurato anamnesi (anamnesi della malattia) e degli esami oculari e palpebrali.

    L'esame inizia con una visita oculistica, quindi si procede all'esame delle palpebre. Per la diagnosi, utilizzare un oftalmoscopio o oftalmomicroscopio (un dispositivo speciale con una fonte di luce con ingrandimento). Medico generico da fare senza strumenti speciali.

    Oltre alla blefarite, anche altre malattie possono colpire le palpebre o mostrare sintomi simili. Pertanto, le singole domande del medico riguarderanno le diverse parti del corpo, i farmaci (farmaci chemioterapici o antidepressivi), le condizioni di lavoro (ad esempio gli effetti delle sostanze chimiche).

    Occasionalmente, studiano i microrganismi: raschiano le secrezioni delle palpebre e li mandano in un laboratorio per identificare l'agente patogeno. Questo metodo viene utilizzato nei casi in cui il trattamento è inefficace.

    Se si sospetta che si tratti di una malattia sistemica che ha causato blefarite, verrà condotto un esame più completo.

    In alcuni casi, ricorrere a test allergici.

    Trattamento dell'infiammazione delle palpebre

    Come aiutare te stesso a casa?

    Una buona cura della palpebra è una misura sufficiente per il recupero nella stragrande maggioranza dei casi. Fino alla guarigione della blefarite, vale la pena astenersi dall'usare cosmetici e indossare lenti a contatto. Le lenti devono essere collocate in un serbatoio pulito con una soluzione disinfettante pulita. La cura quotidiana delle palpebre richiederà del tempo dopo la scomparsa di tutti i sintomi.

    Cura per secoli a casa:

    In qualsiasi momento quando c'è un punto culminante sulle palpebre, lavarsi le mani con grande cura e frequenza. Non usare gli asciugamani di qualcun altro e non permettere ad altri di usare il tuo. Nella maggior parte dei casi, lo scarico è minimo o assente, quindi la blefarite è considerata non infettiva.

    Trattamento speciale

    L'ostacolo dell'intero corso del trattamento è la cura igienica di qualità delle palpebre.

    In alcuni casi, è necessario assumere un antibiotico se il medico ritiene che la blefarite sia causata da un'infezione. A volte si utilizzavano gocce e pomate antibatteriche con l'aggiunta di cortisone. L'uso di questi farmaci dovrebbe essere breve, perché l'uso a lungo termine può causare il glaucoma in individui sensibili. Tali farmaci sono usati esclusivamente su prescrizione medica.

    Le forme resistenti di blefarite infettiva richiedono l'uso a lungo termine di antibiotici orali (pillole).

    La visione offuscata può essere causata dall'uso di colliri o unguenti, ma i problemi scompaiono rapidamente senza ulteriore trattamento.

    Recentemente, c'è stato un interesse nell'uso di acidi grassi omega-3 in compresse per il trattamento della blefarite e della sindrome dell'occhio secco.

    Cosa aspettarsi?

    Nella maggior parte dei casi, la blefarite risponde molto bene al trattamento. L'oftalmologo monitora periodicamente il corso del trattamento e tutti i cambiamenti dello stato di salute. Avrai bisogno di almeno una visita di follow-up dal medico, a meno che la malattia non sia curabile.

    Se la causa della malattia era un'allergia al lavoro oa casa, dovresti semplicemente evitare l'allergene (ad esempio, gli animali domestici), in modo da non avere problemi in futuro.

    La cura a lungo termine della palpebra può essere necessaria solo per gli individui per prevenire il ripetersi di blefarite.

    Blefarite è un grande gruppo di malattie caratterizzate da infiammazione del bordo della palpebra. La patologia è incline alla ricaduta, è cronica, porta ad una diminuzione dell'efficienza, esaurisce il paziente.

    Le cause del suo verificarsi sono varie. in molti casi non sono nemmeno collegati con gli occhi. La blefarite può essere il risultato di altre malattie molto più gravi. L'infiammazione si sviluppa anche sullo sfondo di una ridotta immunità.

    A seconda della causa dell'evento e della forma di percolazione, esistono diversi tipi di blefarite: squamosa; allergica; cronica; meybomievy; zecche; seborroica; Ulcerosa.

    Secondo un'altra classificazione, la divisione in gruppi viene effettuata a seconda della posizione del processo infiammatorio. Allo stesso tempo, allocare:

    blefarite marginale frontale, in cui l'infiammazione si estende solo al margine della palpebra, lungo la linea delle ciglia; la blefarite marginale posteriore copre anche le ghiandole di Meibomio, che, con il progredire della malattia, possono causare alterazioni patologiche nella congiuntiva o nella cornea; angolare, o angolare - il processo patologico è localizzato negli angoli della rima palpebrale. al contenuto ↑

    Sintomi di blefarite

    I sintomi più comuni della malattia sono:

    sensazione di corpo estraneo; irritazione; prurito; sensazione di bruciore; occhi asciutti; arrossamento; gonfiore della palpebra colpita; aumento della temperatura; indossare le lenti a contatto porta ad un aumento di irritazione e disagio, in alcuni casi può svilupparsi ulcerazione; ciglia di legame; la formazione di placca sulla palpebra; aumento della lacrimazione; scarico giallo o verdastro - appare principalmente al mattino ed è caratteristico della blefarite infettiva.

    Il quadro clinico della malattia può variare in una certa misura a seconda della sua particolare varietà.

    Sintomi di blefarite squamosa

    La pelle alle radici delle ciglia è coperta da piccole squame di un colore grigio-marrone, in apparenza simile a forfora e strettamente attaccato alla pelle. Lungo il bordo della palpebra, c'è un ispessimento e arrossamento, aggravato da affaticamento degli occhi o irritazione. Dopo la rimozione delle squame, viene esposta una pelle rossa significativamente diluita, nei casi più gravi si sviluppano erosioni e ulcere. In alcuni casi, una sottile crosta giallastra. Prurito, peggio di sera. Maggiore sensibilità agli stimoli esterni: luce intensa, vento, calore, polvere, ecc. Affaticamento degli occhi, soprattutto quando si lavora in condizioni di illuminazione artificiale.

    Questa forma si sviluppa a causa dell'effetto sulle palpebre di alcuni allergeni. Tali possono essere prodotti per la cura della pelle, profumi, cosmetici, contatto con sostanze irritanti chimiche, pollini, polvere ordinaria, ecc.

    Sintomi di un tipo allergico della malattia:

    arrossamento e grave irritazione del secolo; gonfiore; forte prurito cutaneo; scarico mucoso; aumento della lacrimazione; ipersensibilità a luce intensa, sole, vento, ecc.; desquamazione della pelle sul bordo delle ciglia; oscuramento delle palpebre, noto come un livido allergico (nella maggior parte dei casi si sviluppa nei bambini, ma può verificarsi anche negli adulti); entrambi gli occhi sono principalmente colpiti; c'è un peggioramento delle manifestazioni durante la fioritura di alberi ed erbe.

    Questa forma è caratterizzata da un lungo percorso e dal verificarsi di ricadute. Fondamentalmente, la malattia provoca lo Staphylococcus aureus. I sintomi principali della forma cronica di blefarite sono:

    deterioramento del benessere generale; diminuzione della capacità lavorativa; funzione visiva compromessa - in particolare, la chiarezza visiva soffre.

    I sintomi di questa varietà sono significativamente diversi da altre forme:

    la linea di crescita delle ciglia o la parte superiore della palpebra è coperta da piccole bolle traslucide che appaiono come risultato del processo infiammatorio nelle ghiandole di Meibomio; la rimozione delle bolle può portare alla formazione di piccole cicatrici puntiformi al loro posto, anche se in alcuni casi non rimangono tracce; c'è iperemia e ispessimento del margine del secolo; visivamente le palpebre diventano lucide, come se fossero oliate; la pressione sulla cartilagine porta al rilascio di secrezione oleosa; vi è un aumento della lacrimazione e della macerazione (gonfiore dovuto all'ammollo della pelle con liquidi).

    Blefarite trasmessa da zecche (demodettica)

    Questa forma si sviluppa a seguito della sconfitta di Demodex da parte della zecca, a seguito della quale si sviluppa l'infiammazione. In alcuni casi, la malattia può essere asintomatica. Quando i segni appaiono, sono come segue:

    mancanza di desquamazione e squame; prurito e fastidio alle palpebre; lieve iperemia del margine ciliare della palpebra; arrossamento della pelle; la presenza di placca untuosa alle radici delle ciglia; l'acaro si trova sul bordo delle palpebre o sulla base delle ciglia; il parassita può portare allo sviluppo della congiuntivite.

    Nella forma seborroica della malattia si può osservare il seguente quadro clinico:

    palpebre coperte da pelle secca esfoliata; le squame sono strettamente attaccate alla pelle; si trovano anche sulle sopracciglia e sul cuoio capelluto; la rimozione delle squame non provoca danni e sanguinamento della pelle; il bordo delle palpebre è coperto di croste giallastre, che si formano a causa dell'asciugamento della sostanza secreta dalle ghiandole sebacee; aumento della lacrimazione; arrossamento e ispessimento della palpebra colpita; se non trattato, il gonfiore aumenta a tal punto che le palpebre non aderiscono più al bulbo oculare; con un lungo corso di patologia, le ciglia possono cadere (si sviluppa alopecia parziale); in forme gravi, si osserva un'inversione del secolo; la diffusione del processo infiammatorio alla congiuntiva porta allo sviluppo della blefarocongiuntivite.

    Questa specie è la più severa. Ha le seguenti caratteristiche:

    arrossamento e gonfiore delle palpebre; la formazione di collinette giallastre e marroncine, strettamente attaccate alla pelle alle radici delle ciglia; ciglia di legame; sviluppo di pustole; la formazione di ulcere sanguinanti; piccole ulcere possono fondersi e formare una superficie dell'ulcera sul bordo della palpebra; un tentativo di rimuovere i dossi porta a strappare le ciglia con loro; anche le ciglia cadono come cicatrici; c'è un'infiammazione dei follicoli piliferi; gli occhi si stancano rapidamente; i pazienti sono in uno stato di tensione nervosa. al contenuto ↑

    Trattamento della blefarite

    Trattamento per blefarite lunga. Viene eseguito in un complesso e include sia l'uso di farmaci che le procedure di igiene quotidiana. Nel trattamento della blefarite, l'eziologia della malattia e il suo tipo specifico sono presi in considerazione. L'area infiammata viene trattata con farmaci.

    Quando la forma batterica viene applicata unguento tetraciclina per gli occhi.

    Nel caso di blefarite demodectica, si usa il blefartrina n. 2.

    In caso di origine allergica e forma squamosa della patologia, l'unguento all'idrocortisone è efficace.

    Si raccomanda anche l'uso di antisettici. miramistina, soluzione di calendula.

    Tra i colliri, i più popolari sono il makritrol, il tobradex e altri agenti antinfiammatori e antimicrobici.

    Se è difficile rimuovere il segreto dalle ghiandole, puoi tenere un massaggio terapeutico per un secolo.

    Per migliorare la circolazione del sangue nella zona degli occhi, si raccomanda l'uso di dispositivi di fisioterapia. Risultati eccellenti possono essere ottenuti con l'uso di punti Sidorenko. La loro azione si basa sul pneumomassage, stimolando i processi di microcircolazione e rigenerazione nella zona interessata.

    Per rafforzare l'immunità prescritti preparati di vitamine e minerali. "Complesso di luteina" ben dimostrato (vitamine per gli occhi).

    Se la blefarite è una conseguenza di altre malattie, contemporaneamente all'eliminazione dei suoi sintomi, è necessario trattare la patologia sottostante.

    Rimedi popolari

      Un cucchiaio di aneto (fresco o secco) preparare un bicchiere di acqua bollente, lasciare per circa un'ora. Dopo il filtraggio, il prodotto viene utilizzato per lozioni. Raccogli i fiori di trifoglio, trita finemente, spremere il succo da loro con una garza. Applicare come collirio una volta al giorno (seppellire 3 gocce). Tre volte al giorno, lubrificare le palpebre colpite con olio di rosa. I petali di rosa possono essere utilizzati per preparare il tè (un cucchiaino di petali essiccati per 200 ml di acqua bollente). Preparare un forte tè nero e verde, mescolare in un rapporto di 1: 1, aggiungere un cucchiaino di vino (secco) d'uva. Applicare per il lavaggio degli occhi.

    Trattamento dei rimedi popolari di blefarite

    Trattamento popolare di blefarite

    Nella congiuntivite e nella blefarite, sarete aiutati dal seguente rimedio popolare: prendete la stessa quantità di tè verde e nero forte, un cucchiaino di vino secco d'uva (per una tazza), mescolate gli ingredienti di cui sopra.

    Lavati gli occhi con questo strumento. Lavare gli occhi spesso. Il corso del trattamento tradizionale della blefarite deve essere continuato fino al recupero. A proposito, questo strumento aiuta non solo con la blefarite, ma anche con la congiuntivite e in generale per qualsiasi infiammazione degli occhi.

    30 anni hanno sofferto di blefarite

    Esistono molti strumenti per il trattamento della blefarite, ma sono molto costosi e difficili da preparare. E questo rimedio popolare per il trattamento della blefarite è molto semplice e accessibile a tutte le persone.

    Ungere le palpebre tre o quattro volte con il linimento della sintomicina (acquistare in farmacia). Questo metodo fu scoperto per caso: era proprio questo rimedio che veniva usato per ungere l'infiammazione intorno all'occhio e allo stesso tempo le palpebre stesse.

    Ma prima di questo incidente, una persona ha sofferto di blefarite per 30 anni! Porta sempre con me roba verde, per ogni evenienza. Come risultato dell'uso di questo strumento si è sbarazzato di blefarite. Questo strumento ha aiutato non solo una persona, ma anche molte persone.

    Trattamento di blefarite alle erbe

    Per il trattamento della blefarite e dell'infiammazione delle palpebre, utilizzare le seguenti erbe. Avrai bisogno di fiori di camomilla e calendula. Puoi acquistarli in qualsiasi farmacia, prendere un cucchiaino di fiori di camomilla farmaceutica e fiori di calendula, versarli in un bicchiere e versare acqua bollente. Lascia stare per otto minuti, forse di più. Quindi filtrare e bere un terzo del bicchiere tre volte al giorno.

  • Google+ Linkedin Pinterest