Autorefrattometria

Uno dei metodi moderni per determinare la rifrazione dell'occhio è l'autorefractometria. Nello studio, il dispositivo emette un raggio di luce infrarossa diretto attraverso la pupilla alla retina. Passando attraverso il supporto ottico, viene rifratto e, riflesso dal fondo dell'occhio, ritorna. I sensori registrano i suoi parametri e il programma, confrontandoli con l'originale, calcola la rifrazione clinica dell'occhio.

Quando si effettua una ricerca senza l'uso di dispositivi cycloplegici, viene stimata la rifrazione dinamica, che è la somma della rifrazione statica (rifrazione in uno stato di riposo completo all'alloggio), tono accomodante e / o cosiddetta miopia strumentale (sistemazione involontaria al dispositivo). Questo è il motivo per cui i risultati della rifrattometria non sono una base incondizionata per la nomina della correzione ottica. La decisione sulla sua necessità e la forza delle lenti correttive viene decisa dall'oculista mediante una selezione soggettiva (rifrattometria soggettiva).

La procedura di autorefractometry è estremamente semplice e non richiede molto tempo. Il paziente si siede di fronte al dispositivo nella posizione desiderata. Ogni occhio è esaminato individualmente. Il paziente è invitato a guardare l'oggetto (etichetta di fissazione) situato a una distanza condizionalmente infinita al fine di massimizzare il rilassamento dell'alloggio. Esaminando con l'aiuto di un joystick il dispositivo viene indirizzato al centro della pupilla, quindi la misurazione avviene in modalità automatica o manuale. Alla fine dello studio, i risultati possono essere stampati.

Come nel caso di skiascopy, saranno ottenuti risultati più affidabili dai pazienti dopo la cicloplegia, che aiuteranno a rilassare al massimo la sistemazione.

I dispositivi moderni possono non solo misurare la rifrazione clinica dell'occhio. Con il loro aiuto, puoi valutare la rifrazione della cornea, il suo raggio, il suo diametro. Questi dati sono indispensabili nella selezione della correzione visiva del contatto, chiarendo il tipo di astigmatismo (corneale, lente).

Interpretazione delle indicazioni dell'autorefractometer

Nella pagina del nostro servizio online è possibile decodificare in modo indipendente i dati dell'autorefrattometro (diagnostica del computer).

1) Rif: i risultati della rifrattometria.

A seconda del modello del dispositivo, potrebbe anche apparire S.E. nella stampa dei risultati. (Sferoekvivalent). È calcolato come la somma aritmetica del potere ottico di una lente sferica e di un mezzo cilindrico, determinata durante l'autofractometria.

Il valore indicato come Cyl riflette il grado di astigmatismo presente. È importante notare che quando si prendono decisioni di esperti (idoneità al servizio militare, disabilità, ecc.), Viene preso in considerazione senza tenere conto del segno "+" o "-" indicato di fronte alla stampa dei risultati dell'autorefractometria.

Il motivo è che questa stampa è emessa sotto forma di prescrizione per occhiali e riflette quindi non la vera potenza rifrattiva nei due meridiani principali dell'occhio, ma solo la correzione ottica necessaria per correggerla. Quest'ultimo può essere registrato sia con indicatori negativi ("-") della componente cilindrica, sia con positivi ("+"), nonché trasferiti da una forma all'altra in base alla regola di trasposizione del cilindro (vedi esempio in skiascopy).

Autore: oftalmologo E. N. Udodov, Minsk, Bielorussia.
Data di pubblicazione (aggiornamento): 17/01/2018

Autorefractometry - che cos'è? Indicazioni e recensioni

Spesso avendo sentito il nome non familiare e complesso presso l'ufficio del medico, una persona inizia a preoccuparsi. Questo è particolarmente vero per la visita di un oftalmologo, perché la perdita della vista di una persona è come la perdita di efficienza e una vita piena indipendente. Che cos'è - autorefractometry?

Autorefractometry è un tipo di esame della visione di una persona che utilizza un dispositivo speciale. Il metodo si basa sulla misurazione dell'angolo di rifrazione della luce durante il passaggio del tessuto oculare. Con lo sviluppo della medicina, questi studi high-tech stanno diventando disponibili e di routine per una vasta gamma di pazienti.

Cos'è la rifrazione oculare?

La rifrazione è la caratteristica della rifrazione della luce da parte del sistema ottico dell'occhio. A seconda della potenza di rifrazione, ci sono tre possibili tipi di rifrazione:

  • emmetropia (figura A);
  • miopia (figura B);
  • lungimiranza (figura C).

L'emmetropia è una normale rifrazione dell'occhio, i raggi di luce che entrano nel bulbo oculare si intersecano al centro della retina. Con la miopia, l'immagine è formata al centro dell'attenzione, e con ipermetropia - oltre il punto desiderato della retina. La figura mostra tutti e tre i casi di rifrazione. S è la fonte di luce, P è l'inizio della regione di rifrazione dell'apparato dell'occhio umano, R è il centro della retina.

A cosa serve la ricerca?

Gli studi sulla rifrazione dell'occhio sono necessari per determinare la "Diottra" - l'unità di misura della rifrazione della luce, e la procedura stessa è chiamata "rifrattometria". Oftalmologi utilizzano test convenzionali per determinare la presenza o l'assenza di difetti visivi di una persona. Se disponibili, gli occhi vengono esaminati con un set di lenti professionali o dispositivi speciali - i rifrattometri.

Senza esami appropriati, è impossibile trovare gli obiettivi necessari per la correzione della vista. A volte si osservano vari disturbi refrattivi per entrambi gli occhi. Ad esempio, l'anisometropia è una combinazione della lungimiranza di un occhio e della miopia dell'altro. In altri casi, la visione è possibile con rifrazione a lungo raggio verticale e miope - in orizzontale. Tale violazione è chiamata astigmatismo.

La definizione di rifrazione e esame oculare è necessaria non solo per la selezione di occhiali e lenti correttivi, ma anche prima del trattamento chirurgico delle patologie oculari e dopo il trattamento delle lesioni.

Per condurre tali studi possono essere qualificati solo gli oftalmologi. In uno studio computerizzato con l'ausilio di dispositivi speciali, l'esame stesso può essere effettuato da uno specialista di livello inferiore. Tuttavia, l'interpretazione dei risultati richiederà un parere soggettivo di un medico rispettabile.

Come eseguire l'autorefractometria oculare

Dalle informazioni di cui sopra non è difficile indovinare che l'autorefractometry è un tale studio della rifrazione dell'occhio, in cui vengono utilizzati speciali dispositivi high-tech.

L'essenza del metodo è la seguente: un dispositivo speciale trasmette un raggio di raggi infrarossi attraverso la pupilla dell'occhio. Dopo aver attraversato l'organo ottico umano, la luce viene rifratta, riflessa dal fondo dell'occhio e ritorna. Inoltre, dopo aver ottenuto i dati, con l'aiuto di un software speciale, il computer esegue i calcoli appropriati e fornisce le caratteristiche della rifrazione clinica dell'occhio. Sulla base dei risultati ottenuti dall'autorefractometria, i medici formulano una diagnosi e prescrivono ulteriori trattamenti. Tuttavia, i risultati dello studio non sono motivi incondizionati, vi sono alcuni errori di misurazione e la decisione sulla nomina di lenti correttive e il loro tipo individualmente per ciascun caso.

Esistono controindicazioni all'autofractometria?

Dopo aver studiato la domanda su "cos'è questa autorefractometry", il paziente non deve preoccuparsi del corso dello studio. La procedura è semplice e non richiede molto tempo. Il paziente si siede di fronte al dispositivo ed esamina un certo punto, prima con uno, poi con il secondo occhio per diversi minuti.

Un oftalmologo con un joystick dirige il raggio verso il centro della pupilla e esegue i comandi necessari. Lo studio è assolutamente sicuro e indolore. Le controindicazioni sono disturbi mentali del soggetto, quando la comunicazione con lui è difficile o impossibile. La mancanza di pieno contatto con i bambini fino a 2,5-3 anni rende difficile la diagnosi. Inoltre, la procedura non è possibile quando un vaso sanguigno nell'occhio è rotto o la trasparenza del supporto ottico dell'occhio è disturbata in altro modo. I risultati così ottenuti saranno inaffidabili.

Risultati della ricerca

Le letture dello strumento non possono essere definite assolutamente accurate. Il fatto è che una persona non può controllare completamente i movimenti oculari. Durante l'esame, al soggetto viene chiesto di concentrarsi su una certa figura, potrebbe essere l'immagine di un albero di Natale o di un pallone. Anche le associazioni causate da questi oggetti possono provocare un movimento inconscio del bulbo oculare o pupilla dell'occhio. Risultati più affidabili possono essere ottenuti solo in condizioni di cicloplegia da farmaco.

Il paziente viene instillato negli occhi di una soluzione speciale che causa la paralisi di alcuni muscoli e terminazioni nervose dell'occhio, rendendo così impossibile mettere a fuoco l'occhio e la pupilla si espande notevolmente. Dopo quelli studiati, di regola, non si può leggere nei prossimi 2-3 giorni, concentrando le difficoltà si osservano per altre 2 settimane.

Interpretazione dei risultati di autorefractometry

Esiste un'ampia varietà di dispositivi autorefractometry. A seconda del produttore, del tipo e dell'età del modello dell'apparecchio, il numero di caratteristiche e il tipo di stampa dei risultati della ricerca sono diversi. Un'interpretazione completa e affidabile dell'autorefractometry è possibile solo da un tecnico qualificato.

Un esempio di elenco dei risultati della ricerca è mostrato nell'immagine sopra. La seguente notazione si applica a quasi tutti i modelli di dispositivo:

  • Ref - l'inizio della sezione "rifrattometria" - 1;
  • R / L - occhio destro / sinistro - 2, 3;
  • VD - vertice distance - 8;
  • # - designazione per dati dubbi - 9;
  • SPH e CYL - caratteristiche di lenti sferiche e cilindriche, corrispondenti alla rifrazione dell'occhio - 4, 10;
  • Indicatori asse AX per una lente cilindrica - 11;
  • AVE - raccomandazioni sui dispositivi di ricetta per gli occhiali - 12;
  • PD - distanza tra le pupille - 5;
  • KER - l'inizio della sezione "keratometry" - 13;
  • AVE e CVL - caratteristiche della misurazione della curvatura corneale - 14;
  • R1 e R2 - studi del meridiano massimo e minimo della cornea - 7;
  • D - rifrazione corneale - 15.

È importante! Per determinare se i risultati di autorefractometry la norma, può solo un oftalmologo.

Come ottenere un rinvio per la ricerca

Chiunque può controllare la propria acutezza visiva. Questa procedura è disponibile nella maggior parte delle cliniche e dei centri diagnostici privati. Il costo dell'autorefractometria oscilla intorno ai 500-1000 rubli, a seconda del tipo di dispositivo e delle qualifiche dello specialista che esegue la trascrizione dei risultati della ricerca. Il riferimento alla procedura può anche essere ottenuto secondo la politica OMS da un oftalmologo, ma senza il servizio di cicloplegia.

Dove posso fare una visita oculistica?

Il complesso computerizzato di autorefractometry è disponibile in quasi tutti gli uffici di un oftalmologo. Tuttavia, non tutti i dispositivi misurano in modo altrettanto accurato. I moderni tipi di autorefrattometri ci consentono di escludere l'effetto dell'alloggio (mobilità) dell'occhio sul risultato della ricerca. Inoltre, alcuni tipi di dispositivi misurano le caratteristiche non solo della rifrazione della retina, ma anche della cornea dell'occhio. La cheratometria è estremamente importante prima di qualsiasi intervento chirurgico.

Pertanto, quando si sceglie dove fare autorefractometry, si dovrebbe prestare attenzione alla presenza nell'istituto di un autorefrattometro moderno. Non è un segreto che gli uffici oftalmologici privati ​​non sempre funzionino nel sistema CHI, quindi la ricerca può essere effettuata solo su base retribuita. I grandi centri diagnostici, di norma, forniscono servizi a pagamento e gratuitamente. Le code per gli esami in esse possono essere abbastanza grandi e vale la pena fissare un appuntamento in anticipo usando i servizi del registro o sul sito ufficiale dell'istituto.

Autorefractometry e bambini piccoli

Inizialmente, lo studio non è stato condotto per bambini sotto i 3 anni. I bambini piccoli non capivano cosa fosse questa autofractometria, avevano paura del dispositivo fermo e si rifiutavano di stare fermi, il tempo necessario per lo studio. Ma nel tempo, hanno escogitato un metodo più conveniente per controllare la vista dei bambini. L'autorefrattometro manuale senza contatto è utile non solo per la diagnostica di neonati e bambini sotto i 3 anni, ma anche con successo nelle condizioni degli uffici medici di scuole materne e scolastiche.

Decifrare le risposte dell'autorefractometry

L'autorefractometria è un metodo moderno per la diagnosi della rifrazione oculare. Oggi è attivamente praticato in molti ospedali e cliniche private. La popolarità della diagnostica è che la procedura è molto veloce e la sua efficacia è piuttosto alta.

L'essenza dello studio

Cos'è l'autorefractometria in oftalmologia? Durante la diagnostica, il dispositivo utilizzato emette un raggio di radiazione infrarossa. Passa attraverso la pupilla alla retina. Non appena ha attraversato un mezzo omogeneo trasparente con il valore esatto dell'indice di rifrazione, allora c'è un cambiamento nella sua direzione, riflesso dal fondo dell'occhio e ritorno. A causa dei sensori, è registrato e il programma esegue un'analisi comparativa, analizzando la sorgente e i parametri ricevuti. Di conseguenza, è possibile calcolare la rifrazione clinica del fascio di luce dell'occhio.

L'autorefractometro funziona automaticamente. Indagato durante la manipolazione deve giacere immobile e non aprire la vista dal marchio speciale.

Varietà di rifrattometri

Le caratteristiche progettuali dell'apparato utilizzato presuppongono la presenza di un segno di fissazione. È necessario che il paziente tenga gli occhi su. Nei dispositivi moderni può essere integrato con varie immagini:

  • elegante albero di Natale;
  • pioggia;
  • palla.

Grazie a tali fotografie, è possibile individuare con precisione l'attenzione del ricercato, specialmente se è un bambino. I vecchi dispositivi non hanno tali immagini. Il paziente durante lo studio smette di guardare l'immagine del cerchio.

Molto spesso, un dispositivo contiene un certo insieme di dispositivi, rendendo più semplice il lavoro del diagnostico. Ad esempio, il progetto del rifrattometro include inoltre un apparecchio cheratometrico o cheratopopografico. Pertanto, è possibile condurre un follow-up ausiliario della cornea dell'organo della vista.

Nel 1995, i computer hanno iniziato ad apparire sul mercato, che è diventato conveniente da portare in giro a causa delle loro piccole dimensioni. Grazie a loro, la diagnostica è diventata possibile nella posizione prona. Applicare questo tipo di rifrattometro per i pazienti che hanno difficoltà a fissare la testa in una posizione. Il diagnostico può portare il dispositivo con sé ed eseguire un'ispezione al di fuori dell'ospedale.

Il lavoro dei rifrattometri con un tipo di controllo remoto avviene ad una distanza di 35,5 cm e sono in grado di dare segnali sotto forma di suono e luce. Questo è molto comodo se è necessario diagnosticare bambini piccoli o pazienti con patologia della funzione uditiva. Quando si esegue la diagnostica, il segnale acustico può essere udito quando il dispositivo si avvicina alla pupilla alla distanza richiesta. Per misurare la rifrazione non ci vogliono più di 5 secondi.

Il funzionamento degli autorefrattometri di nuova generazione è effettuato dal principio degli analizzatori di onde. Ti permettono di misurare, correggere, fare un'analisi e visualizzare tutte le violazioni inerenti all'organo visivo. Con l'aiuto di un tale apparato, possono essere identificate anche le più piccole anomalie patologiche.

testimonianza

La diagnostica può essere eseguita secondo le seguenti indicazioni:

  1. Valutazione della capacità dell'occhio di percepire separatamente due punti situati a una certa distanza l'uno dall'altro. Questo è necessario quando si scelgono i dispositivi per la correzione della vista, dopo la chirurgia oculare.
  2. Prima dell'intervento sugli organi visivi.
  3. Come prescritto dal medico per le malattie del sistema nervoso.
  4. Quando ferisce l'apparato visivo.
  5. Dopo aver sofferto patologie degli organi della visione.

Modi per diagnosticare

L'autorefrattometria oggi è utilizzata in quasi tutte le cliniche per valutare la rifrazione clinica del fascio di luce dell'occhio. Per eseguire la manipolazione è necessario un apparato speciale e alcuni secondi di tempo. Durante la diagnostica è possibile determinare il raggio di curvatura.

Per diagnosticare la rifrazione, è necessario bilanciare la funzione accomodativa. Allora l'occhio sarà calmo e nessun movimento dei muscoli oculari non verrà diagnosticato accuratamente. Il soggetto dovrebbe focalizzare il suo sguardo su un'immagine che sembra solitamente distante. Metro schematico usato in precedenza. Ma oggi hanno iniziato a produrre nuovi dispositivi, su cui sono visibili altre immagini. Ciò consente di fissare lo sguardo sul solito contorno, a causa del quale l'errore diagnostico diminuisce.

Quando tutte le misure preparatorie sono finite, il diagnostico avvia il dispositivo. Invia raggi infrarossi all'organo visivo visionato. Lì sono rifratti. E rifrangono più volte il numero di volte fino a raggiungere la retina e il fondo. Quando i raggi riflettono, tornano.

Il dispositivo fissa il valore della rifrazione del raggio di luce all'ingresso e esce dall'organo visivo. Solo una macchina può farlo, perché richiede meno di un secondo tra questi due valori. Quando il rifrattometro funziona, il paziente deve essere fermo e non cambiare la direzione delle sue viste. Con la penetrazione del raggio infrarosso nell'organo visivo, il paziente non avverte disagio, perché dura un istante.

I benefici della diagnostica non possono essere valutati. Per un paio di secondi, è possibile ottenere un'immagine simile dello stato di vista di una persona con numerosi dettagli che non sono comprensibili per una persona comune, e per i medici sono semplicemente necessari nella diagnosi.

Utilizzando tale diagnosi, è possibile confermare la miopia o ipermetropia, nonché calcolare i loro parametri simili. Autorefractometry - un metodo unico di esame, che consente di conoscere l'esatta informazione di anisometropia (malattia dell'occhio, che si esprime in diffrazione diversa degli organi della visione). Questo valore consente di determinare la differenza della rifrazione del fascio di luce tra gli occhi. Se l'astigmatismo è confermato, i dati ottenuti durante la diagnosi aiuteranno a determinare il grado di patologia.

Chiunque abbia una formazione medica è in grado di eseguire la diagnostica. L'importanza è la trascrizione dei risultati. Esegui il suo dottore. E anche se l'errore è probabile in vari studi, poiché il fattore umano non può essere preso in considerazione, non esiste un metodo diagnostico più accurato.
L'autorefractometria completamente sicura sarà se il paziente ha un pugno nell'occhio, una cataratta o una torbidità del corpo vitreo. Il fatto è che per ottenere dati affidabili è necessaria la completa passibilità del raggio di prova.

Benefici della procedura

L'autorefractometria è così popolare nella pratica oftalmica, perché ha i seguenti vantaggi:

  • velocità, in quanto richiede più di 5 secondi;
  • ha commesso una manipolazione sicura;
  • rilevamento accurato della rifrazione del fascio di luce dell'occhio;
  • calcolo della distanza tra gli alunni;
  • calcolo del diametro e della curvatura della cornea;
  • determinazione del tipo di astigmatismo;
  • disponibilità e facilità di implementazione, perché la manipolazione non causa disagio ed è completamente sicura.

Quando è impossibile eseguire la diagnostica

Lontano per sempre permesso di eseguire autorefractometry. La diagnosi è controindicata in qualsiasi opacizzazione del supporto ottico dell'occhio. Questi includono cataratta, emorragie. Non prescrivere un sondaggio per i bambini sotto i 3 anni di età e per i pazienti con una psiche squilibrata.

Interpretazione di autorefractometry

Dopo che il paziente è stato diagnosticato. Il medico esegue l'interpretazione di autorefractometry. Tutti i dati ricevuti possono essere decifrati come:

  1. Ref - risultati diagnostici.
  2. L - letture dell'apparato visivo sinistro.
  3. R - letture dell'apparato visivo giusto.
  4. Sph è una quantità che caratterizza il potere rifrattivo delle lenti sferiche e dei sistemi ottici centrati di una lente sferica. Corrisponde alla rifrazione del fascio di luce dell'organo della vista, misurato in diottrie (D).
  5. PD è la distanza tra gli alunni.
  6. Cyl è una quantità che caratterizza la capacità rifrattiva delle lenti cilindriche e dei sistemi ottici centrati di una lente cilindrica, che mostra la rifrazione del raggio di luce da parte degli organi di visione in un altro meridiano principale. Misurato in diottrie (D), Ax è l'asse della lente cilindrica.

Per capirlo vale la pena considerare i seguenti esempi:

  • Sph -2,5 D cyl 0 D (miopia);
  • Sph +3.25 D cyl 0 D (ipermetropia);
  • Sph -2,0 D cyl-3,0 D ax 95 (forma complessa di miopia);
  • Sph 0 D cyl-3.75 D ax 52 (miopia semplice);
  • Sph +3,75 D cyl +1,75 D ax 39 (patologia in cui il paziente vede gli oggetti contorti);
  • Sph -3,5 D cyl +2.5 D ax 15 (patologia mista, in cui il paziente vede gli oggetti contorti).

Quando decodifica i risultati, viene presa in considerazione la marca dell'apparato di misurazione. Ci sono situazioni in cui una stampa dei risultati mostra S.E. Questo è uno sferoequivalente. Queste forze sono determinate durante la diagnosi.
La designazione di Cyl riflette il grado di astigmatismo presente. Questo parametro viene preso in considerazione quando è richiesta una decisione da parte di un esperto. Il motivo è che risultati simili della procedura sono emessi sotto forma di prescrizione per occhiali.

Se la diagnosi viene eseguita utilizzando un autorefrattore, il prezzo dello studio è di 500 rubli. Diagnosticare la rifrazione in condizioni cicloplegiche costerà 600 rubli.

L'autorefractometria è un metodo popolare ed efficace per diagnosticare gli organi della vista. La particolarità del sondaggio è che consente di determinare anche il più piccolo danno all'organo della vista. Nel processo di manipolazione, possono essere applicati vari modelli di attrezzature, da cui viene formato il costo della diagnosi. Il medico deve inviare per l'esame dopo un esame visivo del paziente.

Che cos'è - autorefractometry? Decodifica risultati

L'autofractometria è un metodo di diagnostica oftalmologica che consente di rilevare vari disturbi refrattivi.

Nel corso dell'indagine vengono utilizzate attrezzature mediche speciali, che consentono di determinare con precisione il grado di tali condizioni patologiche quali ipermetropia, astigmatismo e miopia.

Cos'è l'autorefractometria?

La base di questo metodo di esame è l'effetto direzionale del flusso luminoso, che viene riflesso dalla retina dell'occhio e va ai sensori del rifrattometro.

E il dispositivo rileva automaticamente lo stato dell'occhio, calcolando i valori numerici dell'errore rifrattivo e comunicandoli sullo schermo del monitor e sotto forma di stampa.

Lo specialista che esegue l'esame non esegue calcoli e calcoli autonomamente, il che riduce la probabilità di errori ed errori e migliora l'accuratezza della diagnosi.

Indicazioni per l'applicazione di questo metodo

In generale, questa tecnica è adatta per determinare l'acuità visiva, e se un paziente ha lamentele riguardo la sua riduzione, utilizzando l'autorefractometry, è possibile determinare la causa e la gravità della patologia e determinare la variante ottimale dell'ottica correttiva.

Le indicazioni per la procedura sono:

  • patologie del sistema nervoso che influenzano negativamente la visione;
  • la necessità di selezionare lenti a contatto e occhiali con un certo potere diottrico;
  • lesioni agli occhi, a causa delle quali soffre la qualità della visione;
  • cheratite trasferita;
  • la presenza di patologie oftalmologiche, la cui identificazione è necessaria prima di eseguire interventi sugli occhi.

Cosa può rivelare l'autorefractometry?

Autorefractometry consente di determinare la presenza di miopia e ipermetropia, e anche di determinare se il paziente ha l'astigmatismo, e se è così, che tipo è.

La procedura consente inoltre di identificare varie anomalie patologiche del tessuto oculare e, se rilevate, prescrivere esami stretti più dettagliati.

Metodologia di ricerca

Il requisito principale per la procedura - lo stato più rilassato della cornea e del muscolo ciliare.

Ma poiché una persona non può controllare autonomamente il grado di tensione di questi organi, è necessario indurre tale rilassamento con mezzi artificiali, instillando una soluzione di atropina al paziente prima dell'esame.

In questo caso, l'errore nell'esame è notevolmente ridotto, ma non è completamente escluso, sebbene tale risultato sia sufficiente per assegnare un trattamento efficace.

Per eseguire l'autorefractometry, il paziente deve prendere una posizione seduta di fronte al rifrattometro e mettere il mento sul suo supporto, fissando gli occhi immobili sull'oggetto da dimostrare.

Di solito, questo viene fatto usando la silhouette di un oggetto standard, dal momento che è più facile tenere gli occhi fissi su di esso che su punti.

Soprattutto questo approccio aumenta l'efficienza dell'esame dei bambini che sono più interessati a guardare oggetti che a punti impersonali.

Successivamente, il dispositivo agisce sulla retina dell'occhio attraverso un raggio di luce direzionale, che viene riflesso dal fondo dell'occhio ed è fissato dai sensori.

E sulla base di questi indicatori, il computer calcola un numero di indicatori (compresa la curvatura e il raggio della cornea), fornendo risultati pronti sotto forma di una stampa.

Ad esempio - elemento cheratometrico, che consente contemporaneamente di determinare il grado di rifrazione per esaminare la funzionalità della cornea.

I rifrattometri possono essere fissi o portatili. In termini di funzionalità, tali dispositivi non sono molto diversi tra loro, ma i modelli portatili sono indispensabili quando si tratta di esaminare neonati o pazienti che non riescono a sedersi.

Inoltre, questi dispositivi possono essere utilizzati per esaminare i pazienti al di fuori dell'ospedale.

Oggigiorno, i rifrattometri ad onda, piuttosto che i rifrattometri leggeri, stanno diventando sempre più popolari.

Si distinguono per letture leggermente più accurate e tempi di esame ridotti, mentre tali dispositivi registrano anche errori di rifrazione minori, che non sono caratteristici dei rifrattometri tradizionali.

Decodifica risultati

  • Rif: indica che il risultato della rifrattometria è mostrato sulla stampa;
  • L e R - designazioni delle caratteristiche per gli occhi sinistro e destro, rispettivamente;
  • Cyl e Sph - visualizzazione del potere ottico di una lente cilindrica e sferica, le cui caratteristiche corrispondono agli indici di rifrazione per ciascuno dei due meridiani degli organi di visione (le caratteristiche sono indicate in diottrie);
  • PD - distanza interpupillare;
  • Ax è l'asse della lente cilindrica.

Controindicazioni per

La procedura non è nominata nei seguenti casi:

  1. Il paziente è in stato di intossicazione alcolica o da droghe.
  2. Il paziente soffre di disturbi psicologici, durante l'esacerbazione di cui può danneggiare gli altri o se stesso.
  3. Il contatto verbale con il paziente è difficile a causa di difetti nello sviluppo mentale o nell'età (i bambini al di sotto dei tre anni non eseguono l'autofrinterometria).
  4. La trasparenza della cornea differisce dal normale a causa di emorragia intravitreale, cataratta e altre patologie oftalmiche che portano alla formazione di opacità.

Video utile

In questo video, un oftalmologo parla del metodo automatico per determinare la rifrazione e decodificare i risultati:

In assenza di controindicazioni, questa procedura è raccomandata dagli oftalmologi non solo per la determinazione di vari disturbi refrattivi, ma anche per scopi preventivi al fine di valutare lo stato generale della qualità della visione.

Autorefractometry - interpretazione dei risultati

Gli occhi umani sono un sistema complesso costituito da una massa di elementi, alcuni dei quali hanno trasparenza in modo che i raggi di luce, a causa dei quali una persona vede, possano penetrare nella retina e formare un'immagine di ciò che una persona vede su di essa. Se non ci sono opacità nelle strutture trasparenti e i raggi di luce raggiungono la retina, allora la persona vede bene e chiaramente. Se ci sono delle anomalie, allora l'occhio vede male. Ma per curare l'organo della visione, è necessario comprendere la vera natura del problema, e per questo è necessario condurre una serie di studi. A volte ad una persona viene assegnata l'autorefractometria, l'interpretazione dei cui risultati è a volte molto difficile per una persona ignara.

Autorefractometry - interpretazione dei risultati

Cos'è?

Durante la diagnosi di un certo numero di malattie oftalmologiche, gli oculisti devono controllare e determinare il principale indice di visione, la rifrazione. Questa è la capacità dell'organo della vista di rifrare adeguatamente i raggi di luce necessari per formare un'immagine. Solo questo valore è misurato in diottrie - unità di misura. La cosa principale per un oculista è la definizione della cosiddetta rifrazione clinica, viene calcolata tenendo conto della capacità di entrambi gli occhi di concentrarsi su oggetti che si trovano a diversi gradi di distanza da una persona.

Rifrazione oculare clinica

Lo studio, che consente non solo rapidamente, ma anche di determinare con precisione i valori della rifrazione degli occhi umani, è chiamato autorefractometry. Viene effettuato utilizzando uno speciale apparecchio che agisce sugli organi della visione con raggi infrarossi. Il dispositivo registra e registra parte dei parametri immediatamente durante lo studio e calcola la parte, in base ai dati ottenuti e all'algoritmo specifico. I risultati della ricerca sono pubblicati su carta. Includono la rifrazione degli occhi, la distanza alla quale le pupille si trovano l'una dall'altra, la distanza dei vertici, il raggio di curvatura della cornea e altri indicatori.

L'oftalmologo studia i dati ottenuti e, sulla base di essi, scoprirà facilmente se una persona ha astigmatismo, ipermetropia e miopia. Sarà in grado di determinare il grado di sviluppo delle patologie.

I vantaggi di autorefractometry includono:

  • alta precisione della ricerca;
  • velocità di acquisizione dei dati veloce (lo studio dura in tutto solo pochi minuti);

R1 e R2 - risultati delle misurazioni nei meridiani corneale massimo e minimo

  • sicurezza indolore e paziente;
  • universalità del metodo;
  • la capacità di identificare la curvatura e il diametro della cornea;
  • è un modo semplice per riconoscere il tipo di astigmatismo, sia esso corneale o a forma di lente. Ciò consentirà la corretta selezione di obiettivi speciali per la correzione della patologia.

Suggerimento: Questa tecnologia avanzata è un metodo molto più accurato per determinare una gamma di patologie oculari rispetto a un metodo manuale chiamato retinoscopia.

Ma la tecnica ha i suoi svantaggi, o meglio, solo uno. Il metodo potrebbe non essere sempre utilizzato. Ad esempio, per un numero di pazienti che vogliono chiarire l'acuità visiva, semplicemente non si adatta. Tuttavia, correggere la mancanza è solo una questione di tempo. Inoltre, a volte può essere necessario pre-somministrare gocce speciali che rilassano il muscolo accomodante - viene eseguita la cosiddetta cicloplegia.

Indicazioni per lo studio

Ci sono diversi tipi di indicazioni per questo studio. In alcuni casi può essere assegnato ad adulti e bambini di una certa età:

  • prima dell'intervento chirurgico per determinare precisi indicatori della condizione dell'occhio;
  • nella selezione di occhiali o mezzi di contatto per la correzione della vista;
  • in un certo numero di malattie del sistema nervoso;
  • in caso di deterioramento della qualità della vista dopo lesione dell'occhio o presenza di numerose altre patologie oculari;
  • in caso di improvvisa perdita di chiarezza della vista in assenza di ovvi motivi.

Le principali indicazioni per la procedura

Attenzione! È necessario che l'autorefractometria venga eseguita regolarmente per le persone a rischio di ridurre la qualità della visione, nonché per coloro che sovraccaricano eccessivamente gli occhi o sono più anziani.

Controindicazioni

Ma non è sempre possibile effettuare l'autorefractometry. Quindi, con un certo numero di malattie oftalmiche che possono portare a un deterioramento della trasparenza di parti dell'occhio, il metodo è proibito. Tali malattie includono la cataratta, l'annebbiamento della cornea. Non è possibile eseguire autorefractometry ed emorragie nel bulbo oculare.

Con la cataratta, non è possibile eseguire l'autorefractometria.

La tecnica non sarà efficace e non verrà eseguita se il paziente per qualche motivo non è in grado di fissare il suo sguardo su un punto particolare e non è in grado di non battere le palpebre per un periodo di tempo. Di solito questo vale per coloro che hanno problemi mentali o bambini di età inferiore ai 3 anni.

Attenzione! Non è auspicabile eseguire l'autorefractometria per i bambini piccoli a causa di una serie di caratteristiche del sistema nervoso umano a questa età.

Come è fatto?

Lo studio è condotto utilizzando un apparecchio speciale - un rifrattometro. Durante la diagnostica con il suo aiuto, una persona deve focalizzare il suo sguardo su una determinata etichetta per qualche tempo. Per rendere lo studio più semplice per i bambini, l'etichetta può essere aggiunta a qualsiasi immagine: una palla, un albero di Natale, ecc. Ciò consente di focalizzare gli occhi su un punto il più possibile.

Attenzione! Questi studi non saranno abbastanza accurati se una persona non può fissare fissamente un punto.

Cheratometro retrattore portatile Retinomax K-plus 3

L'autorefractometria viene eseguita come segue: una persona si trova su una sedia di fronte a un rifrattometro e guarda un'etichetta speciale. Il medico esegue un esame di uno e il secondo occhio. Il dispositivo consente di familiarizzare con i risultati raccolti automaticamente o di lavorare con lui in modalità manuale, che consentirà di studiare in modo più dettagliato qualsiasi area dell'occhio.

Agli occhi del paziente, il medico può gocciolare preliminarmente gocce contenenti atropina - espandono le pupille. Ma a volte, se l'uso di gocce è controindicato, l'autorefractometria può essere eseguita nello stato normale della pupilla. Tuttavia, i dati ottenuti durante lo studio possono essere fortemente distorti.

I bambini piccoli sono raramente condotti in questo studio, in quanto possono avere un'iperopia fisiologica, che col passare del tempo. Ma se l'autorefractometry è necessario, allora è meglio scegliere la clinica per questo, dove c'è la più nuova attrezzatura. In questo caso, lo studio degli occhi del bambino viene eseguito da una distanza di 1 me il processo stesso non lo spaventa. Durante la procedura, l'apparato è diretto verso il bambino, e la sua attenzione è attratta dall'uso del suono e delle immagini. Lo studio dura solo pochi secondi e, mentre il bambino guarda l'immagine, il dispositivo riesce a raccogliere tutti i dati permettendo di trarre una conclusione sullo stato di visione.

Norme e decodifica

Dopo aver condotto lo studio, il paziente riceve nelle sue mani una carta in cui saranno disponibili tutti i dati e gli indicatori registrati dal dispositivo. Per la notazione, viene usato un certo tipo di abbreviazione, che solo un oftalmologo può capire in dettaglio. Ma il paziente stesso dovrebbe avere un'idea generale di ciò che lo studio ha mostrato. L'interpretazione della notazione principale degli indicatori è riportata nella tabella seguente.

Un esempio dei risultati di autorefractometry

Tabella. Interpretazione degli indicatori di autorefractometry.

Autorefrattometria

Uno dei metodi moderni per determinare la rifrazione dell'occhio è l'autorefractometria. Nello studio, il dispositivo emette un raggio di luce infrarossa diretto attraverso la pupilla alla retina. Passando attraverso il supporto ottico, viene rifratto e, riflesso dal fondo dell'occhio, ritorna. I sensori registrano i suoi parametri e il programma, confrontandoli con l'originale, calcola la rifrazione clinica dell'occhio.

Quando si effettua una ricerca senza l'uso di dispositivi cycloplegici, viene stimata la rifrazione dinamica, che è la somma della rifrazione statica (rifrazione in uno stato di riposo completo all'alloggio), tono accomodante e / o cosiddetta miopia strumentale (sistemazione involontaria al dispositivo). Questo è il motivo per cui i risultati della rifrattometria non sono una base incondizionata per la nomina della correzione ottica. La decisione sulla sua necessità e la forza delle lenti correttive viene decisa dall'oculista mediante una selezione soggettiva (rifrattometria soggettiva).

La procedura di autorefractometry è estremamente semplice e non richiede molto tempo. Il paziente si siede di fronte al dispositivo nella posizione desiderata. Ogni occhio è esaminato individualmente. Il paziente è invitato a guardare l'oggetto (etichetta di fissazione) situato a una distanza condizionalmente infinita al fine di massimizzare il rilassamento dell'alloggio. Esaminando con l'aiuto di un joystick il dispositivo viene indirizzato al centro della pupilla, quindi la misurazione avviene in modalità automatica o manuale. Alla fine dello studio, i risultati possono essere stampati.

Come nel caso di skiascopy, saranno ottenuti risultati più affidabili dai pazienti dopo la cicloplegia, che aiuteranno a rilassare al massimo la sistemazione.

I dispositivi moderni possono non solo misurare la rifrazione clinica dell'occhio. Con il loro aiuto, puoi valutare la rifrazione della cornea, il suo raggio, il suo diametro. Questi dati sono indispensabili nella selezione della correzione visiva del contatto, chiarendo il tipo di astigmatismo (corneale, lente).

Interpretazione delle indicazioni dell'autorefractometer

1) Rif: i risultati della rifrattometria. 2) R - occhio destro. 3) L - occhio sinistro. 4) Sph è il potere ottico di una lente sferica, corrispondente alla rifrazione dell'occhio in uno dei due meridiani principali dell'occhio. 5) PD - distanza interpupillare. 6) I risultati della misurazione del raggio di curvatura della cornea nel massimo e nel minimo dei suoi meridiani, espressi in millimetri. 7) R1 e R2 - i risultati delle misurazioni nei meridiani massimi e minimi della cornea. 8) VD - distanza del vertice. 9) # - dati, la cui affidabilità è dubbia. 10) Cyl è il potere ottico di una lente cilindrica, la cui aggiunta a una lente sferica con una potenza ottica corrispondente a uno dei due meridiani principali dell'occhio (vedi § 4), riflette la rifrazione dell'occhio nell'altro meridiano principale. Di solito nelle impostazioni di autorefractometer sono preimpostati i cilindri negativi (meno). La dimensione del cilindro indica sempre la differenza nella rifrazione dei due meridiani principali. 11) Ax è l'asse della lente cilindrica (vedere a pagina 10). 12) La misura media della rifrazione nei due meridiani principali dell'occhio, espressa come prescrizione per gli occhiali. 13) Risultati cher - cheratometrici. 14) La media delle misure ottenute del raggio di curvatura corneale (in mm) e del potere rifrattivo nei suoi meridiani minimo e massimo (in D - diottrie). 15) I risultati della misurazione della rifrazione della cornea nei suoi meridiani minimi e massimi, espressi in diottrie (D).

A seconda del modello del dispositivo, potrebbe anche apparire S.E. nella stampa dei risultati. (Sferoekvivalent). È calcolato come la somma aritmetica del potere ottico di una lente sferica e di un mezzo cilindrico, determinata durante l'autofractometria.

Il valore indicato come Cyl riflette il grado di astigmatismo presente. È importante notare che quando si prendono decisioni di esperti (idoneità al servizio militare, disabilità, ecc.), Viene preso in considerazione senza tenere conto del segno "+" o "-" indicato di fronte alla stampa dei risultati dell'autorefractometria.

Il motivo è che questa stampa è emessa sotto forma di prescrizione per occhiali e riflette quindi non la vera potenza rifrattiva nei due meridiani principali dell'occhio, ma solo la correzione ottica necessaria per correggerla. Quest'ultimo può essere registrato sia con indicatori negativi ("-") della componente cilindrica, sia con positivi ("+"), nonché trasferiti da una forma all'altra in base alla regola di trasposizione del cilindro (vedi esempio in skiascopy).

Uno dei metodi moderni per determinare la rifrazione dell'occhio è l'autorefractometria. Nello studio, il dispositivo emette un raggio di luce infrarossa diretto attraverso la pupilla alla retina. Passando attraverso il supporto ottico, viene rifratto e, riflesso dal fondo dell'occhio, ritorna. I sensori registrano i suoi parametri e il programma, confrontandoli con l'originale, calcola la rifrazione clinica dell'occhio.

Quando si effettua una ricerca senza l'uso di dispositivi cycloplegici, viene stimata la rifrazione dinamica, che è la somma della rifrazione statica (rifrazione in uno stato di riposo completo all'alloggio), tono accomodante e / o cosiddetta miopia strumentale (sistemazione involontaria al dispositivo). Questo è il motivo per cui i risultati della rifrattometria non sono una base incondizionata per la nomina della correzione ottica. La decisione sulla sua necessità e la forza delle lenti correttive viene decisa dall'oculista mediante una selezione soggettiva (rifrattometria soggettiva).

La procedura di autorefractometry è estremamente semplice e non richiede molto tempo. Il paziente si siede di fronte al dispositivo nella posizione desiderata. Ogni occhio è esaminato individualmente. Il paziente è invitato a guardare l'oggetto (etichetta di fissazione) situato a una distanza condizionalmente infinita al fine di massimizzare il rilassamento dell'alloggio. Esaminando con l'aiuto di un joystick il dispositivo viene indirizzato al centro della pupilla, quindi la misurazione avviene in modalità automatica o manuale. Alla fine dello studio, i risultati possono essere stampati.

Come nel caso di skiascopy, saranno ottenuti risultati più affidabili dai pazienti dopo la cicloplegia, che aiuteranno a rilassare al massimo la sistemazione.

I dispositivi moderni possono non solo misurare la rifrazione clinica dell'occhio. Con il loro aiuto, puoi valutare la rifrazione della cornea, il suo raggio, il suo diametro. Questi dati sono indispensabili nella selezione della correzione visiva del contatto, chiarendo il tipo di astigmatismo (corneale, lente).

Interpretazione delle indicazioni dell'autorefractometer

1) Rif: i risultati della rifrattometria.

2) R - occhio destro.

3) L - occhio sinistro.

4) Sph è il potere ottico di una lente sferica, corrispondente alla rifrazione dell'occhio in uno dei due meridiani principali dell'occhio.

5) PD - distanza interpupillare.

6) I risultati della misurazione del raggio di curvatura della cornea nel massimo e nel minimo dei suoi meridiani, espressi in millimetri.

7) R1 e R2 - i risultati delle misurazioni nei meridiani massimi e minimi della cornea.

8) VD - distanza del vertice.

9) # - dati, la cui affidabilità è dubbia.

10) Cyl è il potere ottico di una lente cilindrica, la cui aggiunta a una lente sferica con una potenza ottica corrispondente a uno dei due meridiani principali dell'occhio (vedi § 4), riflette la rifrazione dell'occhio nell'altro meridiano principale. Di solito nelle impostazioni di autorefractometer sono preimpostati i cilindri negativi (meno). La dimensione del cilindro indica sempre la differenza nella rifrazione dei due meridiani principali.

11) Ax è l'asse della lente cilindrica (vedere a pagina 10).

12) La misura media della rifrazione nei due meridiani principali dell'occhio, espressa come prescrizione per gli occhiali.

13) Risultati cher - cheratometrici.

14) La media delle misure ottenute del raggio di curvatura corneale (in mm) e del potere rifrattivo nei suoi meridiani minimo e massimo (in D - diottrie).

15) I risultati della misurazione della rifrazione della cornea nei suoi meridiani minimi e massimi, espressi in diottrie (D).

A seconda del modello del dispositivo, potrebbe anche apparire S.E. nella stampa dei risultati. (Sferoekvivalent). È calcolato come la somma aritmetica del potere ottico di una lente sferica e di un mezzo cilindrico, determinata durante l'autofractometria.

Il valore indicato come Cyl riflette il grado di astigmatismo presente. È importante notare che quando si prendono decisioni di esperti (idoneità al servizio militare, disabilità, ecc.), Viene preso in considerazione senza tenere conto del segno "+" o "-" indicato di fronte alla stampa dei risultati dell'autorefractometria.

Il motivo è che questa stampa è emessa sotto forma di prescrizione per occhiali e riflette quindi non la vera potenza rifrattiva nei due meridiani principali dell'occhio, ma solo la correzione ottica necessaria per correggerla. Quest'ultimo può essere registrato sia con indicatori negativi ("-") della componente cilindrica, sia con positivi ("+"), nonché trasferiti da una forma all'altra in base alla regola di trasposizione del cilindro (vedi esempio in skiascopy).

Autorefractometry è un metodo di diagnostica della visione del computer, che consente di condurre uno studio della cornea dell'occhio. Con questa procedura, il medico può diagnosticare anche i più piccoli disturbi refrattivi (astigmatismo, miopia e ipermetropia).

Come viene eseguita l'autofractometria?

Quando si esegue autorefractometry, il rifrattometro emette un raggio di luce a infrarossi. L'immagine di questo raggio viene fissata dai sensori prima e dopo che la luce fuoriesce dall'occhio. Tutti i dati ottenuti vengono analizzati utilizzando programmi per computer. L'intera procedura viene eseguita automaticamente e il paziente deve solo rimanere fermo per un po 'di tempo e focalizzare gli occhi sul segno di fissazione.

Per determinare la rifrazione nel modo più accurato possibile, è necessario completare il rilassamento dell'alloggio. Per questa etichetta di fissazione impostata alla massima distanza. Il principale vantaggio di questa procedura è la possibilità di ottenere i dati più accurati sulla quantità di astigmatismo e la differenza di rifrazione in entrambi gli occhi.

Pro e contro di autorefractometry

Certo, l'autorefractometria non è priva di errori, ma nemmeno loro possono ridurre la popolarità di questo metodo di ricerca. I suoi risultati necessitano di interpretazione medica e possono servire come base per ulteriori ricerche. L'optometrista sarà certamente interessato ai risultati di autorefractometry quando selezionerà lenti o occhiali, ma gli oftalmologi preferiscono non essere limitati solo all'autorefractometry. Va notato che questa procedura non può essere eseguita su pazienti che soffrono di annebbiamento del cristallino, del corpo vitreo o della cornea.

Oggigiorno, l'immagine di un albero di Capodanno, di un palloncino o di una casa viene sempre più utilizzata come punto di fissazione. Tali immagini aiutano ad attirare l'attenzione del paziente e a trattenerlo per un certo tempo. I dispositivi più vecchi utilizzavano un'immagine circolare come punto di fissazione, quindi era piuttosto problematico attirare l'attenzione dei pazienti (soprattutto dei bambini).

Oggi, per verificare la tua visione della presenza di miopia, ipermetropia o astigmatismo, è sufficiente passare a un metodo completamente computerizzato che ti permetta di farlo in pochi minuti. Questa diagnosi si chiama autorefractometry ed è finalizzata allo studio della cornea. Eventuali violazioni della rifrazione vengono registrate in modo molto accurato e la procedura di esame può essere eseguita da adulti e bambini.

L'occhio umano è un organo sensoriale molto complesso, che è un sistema ottico vivente. Il fascio di luce passa alternativamente attraverso la cornea, la camera anteriore, la lente cristallina e il corpo vitreo, rifrange più volte e alla fine si concentra sulla retina dell'occhio. È sorprendente che, come risultato della rifrazione, la retina legga l'immagine in una forma invertita, ma dopo averla trasformata in impulsi elettromagnetici, è riprodotta correttamente dal nostro cervello. Senza questo, vedremmo tutti il ​​mondo intorno a noi a testa in giù.

La parola rifrazione significa la capacità dell'occhio di rifrangere la luce che vi entra. Misura la rifrazione in diottrie. Nel determinare la rifrazione nell'ufficio di un oftalmologo, implicano una rifrazione clinica. Fisico semplicemente caratterizza la capacità dell'occhio di rifrangere la luce, e la clinica prende in considerazione un parametro come l'accomodamento. È attraverso la sistemazione che l'occhio umano ha la capacità di concentrarsi sugli oggetti indipendentemente da quanto lontani dall'occhio essi siano. La rifrazione clinica tiene conto del fattore di accomodazione e di come influisce sulla capacità dell'occhio di svolgere le sue funzioni dirette.

Per valutare la corretta rifrazione clinica, ricorrere all'utilizzo di metodi soggettivi e oggettivi. L'autorefractometria si riferisce a metodi oggettivi, poiché tiene conto non solo delle caratteristiche della cornea, ma anche della capacità della retina di riflettere e assorbire la luce.

Metodi di autorefractometry

Oggigiorno l'autorefractometria viene utilizzata da quasi tutti gli oculisti per valutare la rifrazione clinica dell'occhio. Per la procedura richiede un dispositivo speciale e pochi minuti per tutto il lavoro. Il rifrattometro esegue indipendentemente un esame e fornisce il risultato dell'ampiezza della rifrazione dell'occhio, del diametro e del potere rifrattivo della cornea e calcola il raggio di curvatura.

Per determinare correttamente la rifrazione, è importante livellare la sistemazione in modo che l'occhio rimanga calmo e che nessun movimento dei muscoli intraoculari impedisca la corretta procedura. Per questo, la vista del paziente si concentra su un'immagine che sembra insolitamente distante. Se è stato utilizzato in precedenza un'etichetta schematica, i nuovi dispositivi è sostituita dalla immagine di alberi di Natale o un palloncino - aiuta a cercare di aggrapparsi ai contorni familiari, che riduce notevolmente l'errore.

Test della vista sulla decodifica del dispositivo

Rifrattometria: lo studio del sistema ottico dell'occhio

L'occhio umano è un sofisticato dispositivo ottico con una capacità di rifrazione della luce dovuta a un intero sistema di supporti e superfici rifrangenti.

Il meccanismo dell'installazione ottica dell'occhio, diretto lontano, è chiamato rifrazione. A seconda di come i raggi sono focalizzati sulla retina. ci sono i seguenti tipi di rifrazione:

  • Emmetropia (buona visione).
  • Miopia (miopia).
  • Ipermetropia (ipermetropia).

Il sistema ottico di ciascun occhio è unico. perché ogni persona ha una diversa curvatura della lente e della cornea, così come la distanza tra loro. La differenza di queste caratteristiche causa una diversa rifrazione.

Stai attento

Recentemente, le operazioni di restauro della vista hanno riscosso un enorme successo, ma non tutto è così fluido.

Queste operazioni portano con sé grandi complicazioni, inoltre, nel 70% dei casi, in media un anno dopo l'operazione, la visione ricomincia a cadere.

Il pericolo è che gli occhiali e le lenti non agiscano sugli occhi operati, vale a dire una persona inizia a vedere sempre peggio, ma non può farci niente.

Cosa fanno le persone con ipovedenti? In effetti, nell'era dei computer e dei gadget, la visione al 100% è quasi impossibile, a meno che, naturalmente, non siate geneticamente dotati.

Ma c'è una via d'uscita. Il Centro di Ricerca Oftalmologica dell'Accademia Russa delle Scienze Mediche è riuscito a sviluppare un farmaco che ripristina completamente la vista senza chirurgia (miopia, ipermetropia, astigmatismo e cataratta).

Attualmente è in corso il programma federale "Healthy Nation", in base al quale ogni residente della Federazione Russa e della CSI riceve questo farmaco ad un prezzo preferenziale di 1 rublo. Informazioni dettagliate, guarda il sito ufficiale del Ministero della Salute.

In una persona con una buona visione, il raggio di luce è focalizzato sul centro della retina, cadendo nella rientranza centrale della macula, con la naturale curvatura della lente non cambia. Oculisti dell'occhio ben visti chiamano emmetropici.

Nelle persone miopi, la messa a fuoco del fascio di luce non si verifica nel centro della retina, ma davanti a esso, quindi non vedono un'immagine chiara ma sfocata e sono costretti a ridurre la distanza tra l'occhio e l'oggetto in questione per rendere l'immagine nitida.

Il fuoco del raggio di luce che passa attraverso l'occhio di una persona lungimirante si verifica dietro la cavità centrale della macchia gialla, e l'immagine sfocata si ottiene perché la retina assume un raggio di raggi convergenti.

Cos'è la rifrattometria?

La rifrattometria è un metodo moderno per determinare il potere rifrattivo dell'occhio umano utilizzando una tecnica medica speciale: un rifrattometro. Una nuova generazione di questi dispositivi è apparsa in servizio con moderni oftalmologi: rifrattometri automatizzati da computer.

Con l'aiuto della rifrattometria, è possibile identificare rapidamente la presenza di determinati errori di rifrazione e diagnosticare lo sviluppo della miopia. lungimiranza o astigmatismo nelle prime fasi, che è particolarmente importante nell'oftalmologia pediatrica.

Per molti anni ho studiato il problema della visione povera, cioè miopia, ipermetropia, astigmatismo e cataratta. Fino ad ora, era solo possibile affrontare queste malattie con la chirurgia. Ma le operazioni di restauro della vista sono costose e non sempre efficaci.

Mi affretto ad informare la buona notizia: il Centro scientifico oftalmologico dell'Accademia russa delle scienze mediche è riuscito a sviluppare una medicina che ripristina completamente la visione SENZA OPERARE. Al momento, l'efficacia di questo farmaco si avvicina al 100%!

Un'altra buona notizia: il Ministero della Salute ha fatto l'adozione di un programma speciale che compensa quasi l'intero costo del farmaco. In Russia e nei paesi della CSI prima che questo farmaco possa essere acquistato, solo per 1 rublo!

Prima viene diagnosticata una malattia e viene prescritta una correzione, maggiore è la garanzia che la visione del bambino sarà preservata.

Motivi per:

  • Danno visivo.
  • Esame oftalmologico preoperatorio.
  • Analisi dei risultati della correzione chirurgica o laser.
  • Insufficiente trasparenza del mezzo rifrangente dell'occhio a causa della presenza di una cataratta. un pugno nell'occhio o un annebbiamento del corpo vitreo.
  • La presenza di un disturbo mentale grave in un paziente.
  • Stato di intossicazione da alcol o droghe.

Preparazione per lo studio

Affinché la procedura di rifrattometria dia risultati più accurati, l'oftalmologo prescrive un ciclo di atropinizzazione: una soluzione di atropina viene instillata negli occhi del paziente al mattino e alla sera per tre giorni nel seguente dosaggio:

  • Per i bambini fino a 12 mesi - 0,1%.
  • Bambini fino a tre anni - 0,5%.
  • Bambini dopo tre anni e pazienti adulti - 1%.

L'atropinizzazione può causare una reazione allergica. In caso del suo verificarsi, l'instillazione del farmaco viene immediatamente interrotta e immediatamente segnalata allo specialista.

Il principio di funzionamento del rifrattometro

Durante lo studio, il rifrattometro emette un microbeam di raggi infrarossi. il percorso di cui passa attraverso la pupilla e il mezzo rifrangente dell'occhio alla retina, dopo di che viene riflesso dal fondo dell'occhio e viene eseguito nell'ordine inverso.

I sensori leggono le informazioni ricevute e il programma del computer esegue un'analisi comparativa dei dati originali e recentemente ottenuti, sulla base dei quali viene effettuato il calcolo della rifrazione clinica di ciascun occhio.

I risultati sono riflessi sul monitor e immediatamente stampati.

Storie dei nostri lettori

Visione restaurata al 100% a casa. È passato un mese da quando ho dimenticato gli occhiali. Oh, come soffrivo, sorridevo costantemente, per poter vedere almeno qualcosa, timida di portare gli occhiali, ma non potevo indossare le lenti. La chirurgia di correzione laser è costosa, e dicono che la visione poi cade ancora dopo un po '. Non ci credo, ma ho trovato un modo per ripristinare completamente la visione al 100% a casa. Avevo la miopia -5,5 e letteralmente dopo 2 settimane ho iniziato a vedere il 100%. Chiunque abbia una vista scarsa, sii sicuro di leggere!

Leggi l'articolo completo >>>

Metodologia di ricerca

Oggigiorno, la rifrattometria viene eseguita su dispositivi informatici di ultima generazione. Il paziente è seduto di fronte al dispositivo e si propone di appoggiare il mento su una presa speciale premendo contemporaneamente la fronte contro la barra superiore.

Successivamente, lo specialista fissa la testa del paziente nella posizione richiesta per lo studio: deve rimanere ferma durante l'intera procedura diagnostica. Il lampeggiare è permesso. Ogni occhio è esaminato separatamente.

Il paziente ottiene l'impostazione per fissare l'immagine di fissazione. che gradualmente cambia la sua nitidezza. L'ultima generazione di dispositivi mostra immagini abbastanza complesse che possono interessare anche i pazienti giovani, il che è importante per uno studio di successo.

Usando un joystick, uno specialista dirige il dispositivo fino alla metà della pupilla. quindi esegue una serie di misurazioni in modalità automatica o manuale. I risultati dello studio sono riflessi sul monitor del dispositivo e immediatamente stampati.

La durata della procedura diagnostica è compresa tra uno e due minuti.

Decodifica risultati

La stampa finale contiene tre colonne:

  • La colonna SPH contiene informazioni su quale tipo di rifrazione si trova in un paziente. In altre parole: ha una visione normale, è miope o è lungimirante.
  • Colonna "cilindro" (CYL) contiene informazioni su quali obiettivi sono necessari per correggere la visione.
  • La colonna dell'Asse (AXIS) indica l'angolo richiesto dell'obiettivo.
  • Nella parte inferiore della stampa, viene indicata la distanza tra le pupille (PD).

La rifrazione dell'occhio varia durante la vita di una persona. I neonati di solito sono lungimiranti. All'età di 20 anni, solo un terzo del loro numero è lungimirante. Il 40% dei giovani ha una visione normale, un terzo è miope (miope). Nelle persone anziane, la rifrazione si indebolisce a causa di cambiamenti legati all'età nella lente: si sviluppa una senile lungimiranza.

Ti piace questo articolo? Segui gli aggiornamenti del sito nei nostri gruppi VKontakte. Facebook o Google+.

Condividi questo articolo con i tuoi amici sul social network:

Autorefrattometria

Uno dei metodi moderni per determinare la rifrazione dell'occhio è l'autorefractometria. Nello studio, il dispositivo emette un raggio di luce infrarossa diretto attraverso la pupilla alla retina. Passando attraverso il supporto ottico, viene rifratto e, riflesso dal fondo dell'occhio, ritorna. I sensori registrano i suoi parametri e il programma, confrontandoli con l'originale, calcola la rifrazione clinica dell'occhio.

Quando si effettua una ricerca senza l'uso di dispositivi cycloplegici, viene stimata la rifrazione dinamica, che è la somma della rifrazione statica (rifrazione in uno stato di riposo completo all'alloggio), tono accomodante e / o cosiddetta miopia strumentale (sistemazione involontaria al dispositivo). Questo è il motivo per cui i risultati della rifrattometria non sono una base incondizionata per la nomina della correzione ottica. La decisione sulla sua necessità e la forza delle lenti correttive viene decisa dall'oculista mediante una selezione soggettiva (rifrattometria soggettiva).

La procedura di autorefractometry è estremamente semplice e non richiede molto tempo. Il paziente si siede di fronte al dispositivo nella posizione desiderata. Ogni occhio è esaminato individualmente. Il paziente è invitato a guardare l'oggetto (etichetta di fissazione) situato a una distanza condizionalmente infinita al fine di massimizzare il rilassamento dell'alloggio. Esaminando con l'aiuto di un joystick il dispositivo viene indirizzato al centro della pupilla, quindi la misurazione avviene in modalità automatica o manuale. Alla fine dello studio, i risultati possono essere stampati.

Come nel caso di skiascopy, saranno ottenuti risultati più affidabili dai pazienti dopo la cicloplegia, che aiuteranno a rilassare al massimo la sistemazione.

I dispositivi moderni possono non solo misurare la rifrazione clinica dell'occhio. Con il loro aiuto, puoi valutare la rifrazione della cornea, il suo raggio, il suo diametro. Questi dati sono indispensabili nella selezione della correzione visiva del contatto, chiarendo il tipo di astigmatismo (corneale, lente).

Interpretazione delle indicazioni dell'autorefractometer

1) Rif: i risultati della rifrattometria. 2) R - occhio destro. 3) L - occhio sinistro. 4) Sph è il potere ottico di una lente sferica, corrispondente alla rifrazione dell'occhio in uno dei due meridiani principali dell'occhio. 5) PD - distanza interpupillare. 6) I risultati della misurazione del raggio di curvatura della cornea nel massimo e nel minimo dei suoi meridiani, espressi in millimetri. 7) R1 e R2 - i risultati delle misurazioni nei meridiani massimi e minimi della cornea. 8) VD - distanza del vertice. 9) # - dati, la cui affidabilità è dubbia. 10) Cyl è il potere ottico di una lente cilindrica, la cui aggiunta a una lente sferica con una potenza ottica corrispondente a uno dei due meridiani principali dell'occhio (vedi § 4), riflette la rifrazione dell'occhio nell'altro meridiano principale. Di solito nelle impostazioni di autorefractometer sono preimpostati i cilindri negativi (meno). La dimensione del cilindro indica sempre la differenza nella rifrazione dei due meridiani principali. 11) Ax è l'asse della lente cilindrica (vedere a pagina 10). 12) La misura media della rifrazione nei due meridiani principali dell'occhio, espressa come prescrizione per gli occhiali. 13) Risultati cher - cheratometrici. 14) La media delle misure ottenute del raggio di curvatura corneale (in mm) e del potere rifrattivo nei suoi meridiani minimo e massimo (in D - diottrie). 15) I risultati della misurazione della rifrazione della cornea nei suoi meridiani minimi e massimi, espressi in diottrie (D).

A seconda del modello del dispositivo, potrebbe anche apparire S.E. nella stampa dei risultati. (Sferoekvivalent). È calcolato come la somma aritmetica del potere ottico di una lente sferica e di un mezzo cilindrico, determinata durante l'autofractometria.

Il valore indicato come Cyl riflette il grado di astigmatismo presente. È importante notare che quando si prendono decisioni di esperti (idoneità al servizio militare, disabilità, ecc.), Viene preso in considerazione senza tenere conto del segno "+" o "-" indicato di fronte alla stampa dei risultati dell'autorefractometria.

Il motivo è che questa stampa è emessa sotto forma di prescrizione per occhiali e riflette quindi non la vera potenza rifrattiva nei due meridiani principali dell'occhio, ma solo la correzione ottica necessaria per correggerla. Quest'ultimo può essere registrato sia con indicatori negativi ("-") della componente cilindrica, sia con positivi ("+"), nonché trasferiti da una forma all'altra in base alla regola di trasposizione del cilindro (vedi esempio in skiascopy).

Uno dei metodi moderni per determinare la rifrazione dell'occhio è l'autorefractometria. Nello studio, il dispositivo emette un raggio di luce infrarossa diretto attraverso la pupilla alla retina. Passando attraverso il supporto ottico, viene rifratto e, riflesso dal fondo dell'occhio, ritorna. I sensori registrano i suoi parametri e il programma, confrontandoli con l'originale, calcola la rifrazione clinica dell'occhio.

Quando si effettua una ricerca senza l'uso di dispositivi cycloplegici, viene stimata la rifrazione dinamica, che è la somma della rifrazione statica (rifrazione in uno stato di riposo completo all'alloggio), tono accomodante e / o cosiddetta miopia strumentale (sistemazione involontaria al dispositivo). Questo è il motivo per cui i risultati della rifrattometria non sono una base incondizionata per la nomina della correzione ottica. La decisione sulla sua necessità e la forza delle lenti correttive viene decisa dall'oculista mediante una selezione soggettiva (rifrattometria soggettiva).

La procedura di autorefractometry è estremamente semplice e non richiede molto tempo. Il paziente si siede di fronte al dispositivo nella posizione desiderata. Ogni occhio è esaminato individualmente. Il paziente è invitato a guardare l'oggetto (etichetta di fissazione) situato a una distanza condizionalmente infinita al fine di massimizzare il rilassamento dell'alloggio. Esaminando con l'aiuto di un joystick il dispositivo viene indirizzato al centro della pupilla, quindi la misurazione avviene in modalità automatica o manuale. Alla fine dello studio, i risultati possono essere stampati.

Come nel caso di skiascopy, saranno ottenuti risultati più affidabili dai pazienti dopo la cicloplegia, che aiuteranno a rilassare al massimo la sistemazione.

I dispositivi moderni possono non solo misurare la rifrazione clinica dell'occhio. Con il loro aiuto, puoi valutare la rifrazione della cornea, il suo raggio, il suo diametro. Questi dati sono indispensabili nella selezione della correzione visiva del contatto, chiarendo il tipo di astigmatismo (corneale, lente).

Interpretazione delle indicazioni dell'autorefractometer

1) Rif: i risultati della rifrattometria.

2) R - occhio destro.

3) L - occhio sinistro.

4) Sph è il potere ottico di una lente sferica, corrispondente alla rifrazione dell'occhio in uno dei due meridiani principali dell'occhio.

5) PD - distanza interpupillare.

6) I risultati della misurazione del raggio di curvatura della cornea nel massimo e nel minimo dei suoi meridiani, espressi in millimetri.

7) R1 e R2 - i risultati delle misurazioni nei meridiani massimi e minimi della cornea.

8) VD - distanza del vertice.

9) # - dati, la cui affidabilità è dubbia.

10) Cyl è il potere ottico di una lente cilindrica, la cui aggiunta a una lente sferica con una potenza ottica corrispondente a uno dei due meridiani principali dell'occhio (vedi § 4), riflette la rifrazione dell'occhio nell'altro meridiano principale. Di solito nelle impostazioni di autorefractometer sono preimpostati i cilindri negativi (meno). La dimensione del cilindro indica sempre la differenza nella rifrazione dei due meridiani principali.

11) Ax è l'asse della lente cilindrica (vedere a pagina 10).

12) La misura media della rifrazione nei due meridiani principali dell'occhio, espressa come prescrizione per gli occhiali.

13) Risultati cher - cheratometrici.

14) La media delle misure ottenute del raggio di curvatura corneale (in mm) e del potere rifrattivo nei suoi meridiani minimo e massimo (in D - diottrie).

15) I risultati della misurazione della rifrazione della cornea nei suoi meridiani minimi e massimi, espressi in diottrie (D).

A seconda del modello del dispositivo, potrebbe anche apparire S.E. nella stampa dei risultati. (Sferoekvivalent). È calcolato come la somma aritmetica del potere ottico di una lente sferica e di un mezzo cilindrico, determinata durante l'autofractometria.

Il valore indicato come Cyl riflette il grado di astigmatismo presente. È importante notare che quando si prendono decisioni di esperti (idoneità al servizio militare, disabilità, ecc.), Viene preso in considerazione senza tenere conto del segno "+" o "-" indicato di fronte alla stampa dei risultati dell'autorefractometria.

Il motivo è che questa stampa è emessa sotto forma di prescrizione per occhiali e riflette quindi non la vera potenza rifrattiva nei due meridiani principali dell'occhio, ma solo la correzione ottica necessaria per correggerla. Quest'ultimo può essere registrato sia con indicatori negativi ("-") della componente cilindrica, sia con positivi ("+"), nonché trasferiti da una forma all'altra in base alla regola di trasposizione del cilindro (vedi esempio in skiascopy).

Autorefractometry è un metodo di diagnostica della visione del computer, che consente di condurre uno studio della cornea dell'occhio. Con questa procedura, il medico può diagnosticare anche i più piccoli disturbi refrattivi (astigmatismo, miopia e ipermetropia).

Come viene eseguita l'autofractometria?

Quando si esegue autorefractometry, il rifrattometro emette un raggio di luce a infrarossi. L'immagine di questo raggio viene fissata dai sensori prima e dopo che la luce fuoriesce dall'occhio. Tutti i dati ottenuti vengono analizzati utilizzando programmi per computer. L'intera procedura viene eseguita automaticamente e il paziente deve solo rimanere fermo per un po 'di tempo e focalizzare gli occhi sul segno di fissazione.

Per determinare la rifrazione nel modo più accurato possibile, è necessario completare il rilassamento dell'alloggio. Per questa etichetta di fissazione impostata alla massima distanza. Il principale vantaggio di questa procedura è la possibilità di ottenere i dati più accurati sulla quantità di astigmatismo e la differenza di rifrazione in entrambi gli occhi.

Pro e contro di autorefractometry

Certo, l'autorefractometria non è priva di errori, ma nemmeno loro possono ridurre la popolarità di questo metodo di ricerca. I suoi risultati necessitano di interpretazione medica e possono servire come base per ulteriori ricerche. L'optometrista sarà certamente interessato ai risultati di autorefractometry quando selezionerà lenti o occhiali, ma gli oftalmologi preferiscono non essere limitati solo all'autorefractometry. Va notato che questa procedura non può essere eseguita su pazienti che soffrono di annebbiamento del cristallino, del corpo vitreo o della cornea.

Oggigiorno, l'immagine di un albero di Capodanno, di un palloncino o di una casa viene sempre più utilizzata come punto di fissazione. Tali immagini aiutano ad attirare l'attenzione del paziente e a trattenerlo per un certo tempo. I dispositivi più vecchi utilizzavano un'immagine circolare come punto di fissazione, quindi era piuttosto problematico attirare l'attenzione dei pazienti (soprattutto dei bambini).

Oggi, per verificare la visione della presenza di miopia. lungimiranza o astigmatismo, è sufficiente passare a una tecnica completamente informatizzata che ti permette di farlo in pochi minuti. Questa diagnosi si chiama autorefractometry ed è finalizzata allo studio della cornea. Eventuali violazioni della rifrazione vengono registrate in modo molto accurato e la procedura di esame può essere eseguita da adulti e bambini.

L'occhio umano è un organo sensoriale molto complesso, che è un sistema ottico vivente. Il fascio di luce passa alternativamente attraverso la cornea, la camera anteriore, la lente cristallina e il corpo vitreo, rifrange più volte e alla fine si concentra sulla retina dell'occhio. È sorprendente che, come risultato della rifrazione, la retina legga l'immagine in una forma invertita, ma dopo averla trasformata in impulsi elettromagnetici, è riprodotta correttamente dal nostro cervello. Senza questo, vedremmo tutti il ​​mondo intorno a noi a testa in giù.

La parola rifrazione significa la capacità dell'occhio di rifrangere la luce che vi entra. Misura la rifrazione in diottrie. Nel determinare la rifrazione nell'ufficio di un oftalmologo, implicano una rifrazione clinica. Fisico semplicemente caratterizza la capacità dell'occhio di rifrangere la luce, e la clinica prende in considerazione un parametro come l'accomodamento. È attraverso la sistemazione che l'occhio umano ha la capacità di concentrarsi sugli oggetti indipendentemente da quanto lontani dall'occhio essi siano. La rifrazione clinica tiene conto del fattore di accomodazione e di come influisce sulla capacità dell'occhio di svolgere le sue funzioni dirette.

Per valutare la corretta rifrazione clinica, ricorrere all'utilizzo di metodi soggettivi e oggettivi. L'autorefractometria si riferisce a metodi oggettivi, poiché tiene conto non solo delle caratteristiche della cornea, ma anche della capacità della retina di riflettere e assorbire la luce.

Metodi di autorefractometry

Oggigiorno l'autorefractometria viene utilizzata da quasi tutti gli oculisti per valutare la rifrazione clinica dell'occhio. Per la procedura richiede un dispositivo speciale e pochi minuti per tutto il lavoro. Il rifrattometro esegue indipendentemente un esame e fornisce il risultato dell'ampiezza della rifrazione dell'occhio, del diametro e del potere rifrattivo della cornea e calcola il raggio di curvatura.

Per determinare correttamente la rifrazione, è importante livellare la sistemazione in modo che l'occhio rimanga calmo e che nessun movimento dei muscoli intraoculari impedisca la corretta procedura. Per questo, la vista del paziente si concentra su un'immagine che sembra insolitamente distante. Se è stato utilizzato in precedenza un'etichetta schematica, i nuovi dispositivi è sostituita dalla immagine di alberi di Natale o un palloncino - aiuta a cercare di aggrapparsi ai contorni familiari, che riduce notevolmente l'errore.

I seguenti articoli

Ancora nessun commento!

Perm costo della chirurgia della cataratta

Interpretazione dei dati di rifrazione oculare

In questa pagina è possibile "decifrare" i dati sulla rifrazione degli occhi dai record nella mappa / estratto / stampa dell'autorefractometer (diagnostica del computer).

Per verificare hai bisogno di dati sulla rifrazione degli occhi. La voce standard nella conclusione di un oculista è la seguente:
OD: sph -4,00 cyl -1,75 ax 14
Sistema operativo: sph -3,25 cyl -2,25 ax 179
dove OD - valori per l'occhio destro, OS - per la sinistra.

Maggiori informazioni sulle opzioni di registrazione dei dati.

Nella stampa dell'autorefrattometro, la registrazione ha un aspetto simile, con una differenza: l'occhio destro è indicato dalla lettera R e l'occhio sinistro è indicato da L.

Un'altra opzione per registrare i dati sulla rifrazione è il risultato di uno scascope d'angolo:

1) Entrambi sono più segni:
+4.75
|
|
| _ _ _ _ + 2,50
- Il numero maggiore è sph, cioè 4.75
- Sottrai dal numero più piccolo il più grande: +2,50 - (+ 4,75) = -2,25 è il valore di cyl
La voce finale: sph +4,75 cyl -2,25

2) Entrambi i valori sono negativi
-4.75
|
|
| _ _ _ _-2,50
- Il numero maggiore è sph, cioè -2.50
- Sottrai dal numero più piccolo maggiore: -4.75 - (- 2.50) = -2.25 questo valore è cyl
La voce finale: sph -2,50 cyl -2,25

3) Valori con segni diversi:
+4.75
|
|
| _ _ _ _-2,50
- Il numero maggiore è sph, cioè 4.75
- Sottrai dal numero più piccolo il più grande: -2.50 - (+ 4.75) = -7.25
La voce finale: sph +4,75 cyl-7,25

Immissione ed elaborazione dei dati

• Formato di inserimento dati: x, xx numero con due cifre decimali.
• Il numero deve essere un multiplo di 0,25, ad es. la voce corretta è: x, 25; x, 50; x, 75, x, 00
• Se ai dati manca il valore di sph o cyl, è necessario scrivere 0.00.
• Non dimenticare di mettere un segno "-" o "+" davanti ai numeri.

Fonti: http://www.help-eyes.ru/diagnostika/metody/refraktometriya.html, http://zrenie100.com/izmerenie-refraktsii/avtorefraktometriya-rasshifrovka-pokazaniya-avtorefraktometra.html, http: // www. vseoglazah.ru/online/refraction/

Trarre conclusioni

Se stai leggendo queste righe, si può concludere che tu o i tuoi cari avete ipovisione.

Abbiamo condotto un'indagine, studiato una serie di materiali e, cosa più importante, abbiamo controllato la maggior parte delle tecniche per il ripristino della vista. Il verdetto è:

Diversi esercizi per gli occhi, se hanno dato un leggero risultato, quindi non appena gli esercizi sono stati fermati, la visione si è deteriorata bruscamente.

Le operazioni ripristinano la vista, ma nonostante l'alto costo, un anno dopo, la visione ricomincia a cadere.

Varie vitamine farmaceutiche e integratori alimentari non hanno dato assolutamente alcun risultato, come si è scoperto, tutto questo è il trucco di marketing delle aziende farmaceutiche.

L'unica droga che ha dato significativo
il risultato è Visium.

Al momento, è l'unico farmaco in grado di ripristinare completamente la vista al 100% SENZA OPERARE in 2-4 settimane! Visium ha mostrato effetti particolarmente rapidi nelle prime fasi del deficit visivo.

Abbiamo fatto domanda al Ministero della Salute. E per i lettori del nostro sito, è ora possibile ordinare Visium a un prezzo ridotto - per solo 1 rublo!

Attenzione! La vendita del farmaco contraffatto Visium è diventata più frequente. Effettuando un ordine sul sito ufficiale, si è certi di ottenere un prodotto di qualità dal produttore. Inoltre, acquistando i link di cui sopra, si ottiene una garanzia di rimborso (comprese le spese di spedizione), se il farmaco non ha un effetto terapeutico.

Google+ Linkedin Pinterest