Collirio con un antibiotico ad ampio spettro

Tra una lunga serie di farmaci per il trattamento di antimicrobici oculari rappresentati da diversi gruppi di farmaci: collirio antivirali, antifungini, collirio antibatterica e anti-infiammatori. A seconda della natura delle sostanze attive, preparati sono divisi in antisettici, antibiotici e chemioterapici.

ambito di applicazione

Quando l'infezione nell'occhio penetra prima nella cornea e nella congiuntiva (mucosa). I sintomi di tale lesione sono:

  • Diminuzione dell'acuità visiva;
  • Disagio agli occhi (prurito, bruciore, lacrimazione);
  • Fotofobia e rossore congiuntivale;
  • Secrezione muco-purulenta dagli occhi.

Nel caso di sintomi di un'infezione batterica, viene effettuato un esame di laboratorio delle secrezioni oculari sulla natura dell'agente patogeno e sulla sua sensibilità agli antibiotici. L'uso di gocce con un antibiotico ad ampio spettro è consigliabile nel trattamento delle seguenti infezioni:

  • Dacriocistite. L'infiammazione del sacco lacrimale in età adulta può verificarsi con grave infiammazione della mucosa nasale, quando vi è una violazione del normale deflusso di lacrime. Nell'area dell'angolo interno dell'occhio c'è rossore, gonfiore, dolore, pus viene rilasciato. Tuttavia, molto più spesso tale infiammazione è osservata nei neonati, quando elementi del tessuto embrionale rimangono nel lume del canale nasolacrimale;
  • Meybomit (orzo). La causa più probabile di infezione - il mancato rispetto igiene banale: la penetrazione di polvere a causa di mani sporche o correnti d'aria, indossare prolungato di lenti a contatto, usare il trucco di qualcun altro. La ragione può essere la patologia di carattere interno. Malattia si manifesta nella formazione di bordi ulcera delle palpebre, con sensazioni dolorose e gonfiore;
  • Ulcera corneale strisciante. L'infezione si verifica in caso di lesione oculare o microtrauma corneale. Di conseguenza, un microbo patogeno penetra nel tessuto oculare - più spesso pneumococco (a volte stafilococco o streptococco). Si forma una piccola piaga che, senza un adeguato trattamento, inizia a strisciare sulla superficie della cornea;
  • Blefarite. Il nome generico di una serie di malattie infiammatorie delle palpebre, che può causare lesioni infettive (fungina, batterica), e malattie croniche generale (ipovitaminosi, anemia, diabete, ecc). A volte blefarite si verifica come effetto collaterale con l'astigmatismo, ipermetropia, la sindrome di "occhio secco". A seconda della causa della malattia, i coperchi possono infiammare con sacche purulente formare intorno ai bordi, o la comparsa di seborrea possono essere infiammata congiuntiva o formazione margine coperchio staccabile appiccicoso;
  • Cheratite. Infiammazione della cornea, accompagnata da dolore, arrossamento, annebbiamento e ulcerazione. Può comparire in malattie infettive (influenza, tubercolosi) o lesioni.

Collirio con ampio spettro può essere utilizzato nel trattamento di congiuntivite, uveite, cronica e processi infiammatori acuti dell'occhio e degli annessi, derivanti sia durante l'infezione, e traumi o nel periodo postoperatorio.

Droghe popolari

Tutti i colliri antibatterici sono suddivisi in diversi grandi gruppi. Il più provato di loro sono solfonammidi (gocce sulfacil sodico, albucidum, ecc.). Nonostante il fatto che i farmaci di questi gruppi siano stati usati per molto tempo, sono richiesti e popolari. Gli strumenti più moderni includono i seguenti gruppi:

L'effetto più forte e il più ampio spettro di azione hanno farmaci dal gruppo dei fluorochinoloni. Possono essere assegnati empiricamente, senza microflora batterica, con sintomi forti e la necessità di un'esposizione immediata.

I seguenti farmaci sono i più usati e diffusi:

Collirio antibatterico

I colliri antibatterici sono farmaci efficaci che vengono utilizzati per combattere molte infezioni agli occhi. Questo è il sottogruppo più numeroso di farmaci antimicrobici che possono contenere antibiotici e sulfonamidi. I prodotti possono contenere sostanze di origine naturale e semi-sintetica, che possono neutralizzare i microrganismi patogeni.

Nella maggior parte dei casi, è un'infezione batterica che provoca lo sviluppo di malattie come la dacriocistite, l'orzo, la cheratite, la blefarite, la congiuntivite e altro ancora. Prescrivere farmaci antibatterici per malattie infettive e infiammatorie dell'occhio. Successivamente, prendere in considerazione le caratteristiche dell'uso di colliri.

Istruzioni per l'uso

Per ottenere il massimo effetto terapeutico durante il trattamento, devono essere seguite le seguenti raccomandazioni:

  • lavati accuratamente le mani con acqua e sapone prima di seppellire gli occhi;
  • ispezionare attentamente la punta della pipetta della fiala, non ci dovrebbero essere danni su di essa. Altrimenti, si potrebbe inavvertitamente causare danni;
  • Non toccare la pipetta della mucosa oculare. Questo può portare a un'infezione batterica nel mezzo della bottiglia;
  • inclinare la testa indietro e tirare fuori la palpebra inferiore;
  • avvicinare la pipetta il più vicino possibile all'occhio;
  • mettere le gocce nella sacca congiuntivale e sedersi per alcuni minuti con gli occhi chiusi;
  • spingere la punta delle dita negli angoli interni degli occhi;
  • se il liquido è defluito, basta pulirlo con un tovagliolo di carta;
  • chiudere la bottiglia alla fine, riporla in un posto sicuro e lavarsi accuratamente le mani di nuovo.

L'uso di gocce antibatteriche non è consigliabile nelle fasi iniziali del processo patologico o nel caso in cui la malattia sia lieve. In questo caso, vengono prescritti agenti batteriostatici che rallentano la crescita e la riproduzione dei patogeni.

Nonostante i benefici incondizionati delle gocce con antibiotici, il loro uso è associato al verificarsi di effetti collaterali. Se dopo l'instillazione degli occhi, la vista si è deteriorata e il mal di testa è apparso, l'uso dell'agente deve essere immediatamente interrotto. In alcuni casi, i farmaci antibatterici possono causare reazioni allergiche di tipo locale. Al fine di evitare lo sviluppo di complicazioni spiacevoli prima del trattamento, consultare il proprio medico e seguire le raccomandazioni delle istruzioni.

A seconda delle caratteristiche dell'effetto terapeutico delle gocce antibatteriche sono suddivisi nei seguenti gruppi:

  • farmaci che violano la parete cellulare di un'infezione batterica: Tsiprolet, Tsipromed;
  • agenti che distruggono la membrana protettiva dell'agente patogeno: Polimixina;
  • preparati che influenzano la sintesi di acidi nucleici: la tobramicina.

Elenco di gocce antibatteriche per adulti

Considera i colliri battericidi più popolari.

sulfacetamide

L'agente sulfanilamide ha proprietà antimicrobiche e antibatteriche. Albucid semplicemente non consente agli agenti patogeni di moltiplicarsi. È prescritto un rimedio per blefarite, congiuntivite, cheratite, malattie agli occhi gonorrheal.

Il componente attivo del farmaco è sulfacetamide - una sostanza batteriostatica. Ciò significa che il farmaco arresta la crescita attiva dei patogeni, impedendo il normale funzionamento. Il componente attivo di Albucid blocca la produzione di sostanze vitali in un'infezione batterica, a causa della quale cessa di essere attiva. Staphylococcus, streptococchi, clamidia, gonococchi, E. coli e altri batteri sono sensibili al sulfacetamide.

È importante! Funghi e virus non sono sensibili agli effetti di Albucid.

Seppellire lo strumento in due gocce in ciascun occhio da quattro a sei volte al giorno. Durante la procedura, i pazienti possono avvertire bruciore, disagio e lacrimazione eccessiva.

Azidrop

Il principale ingrediente attivo del farmaco è l'azitromicina, una sostanza medicinale appartenente al gruppo dei macrolidi. Il principio di azione di Azidrop si basa sull'inibizione della sintesi di proteine ​​che sono essenziali per la crescita e la riproduzione dei batteri. Alte concentrazioni della sostanza medicinale possono avere un effetto battericida, in cui i patogeni non hanno possibilità di esistenza.

Le gocce hanno una vasta gamma di azioni terapeutiche. Sono anche prescritti per malattie gravi come il trichomonas e la congiuntivite da clamidia, nonché malattie batteriche purulente.

Si raccomanda di seppellire Azidrop in una goccia nel sacco congiuntivale al mattino e alla sera per tre giorni. Non dimenticare la probabilità di effetti collaterali: prurito, formicolio, arrossamento, lacrimazione, attaccamento delle palpebre, sensazione di presenza di un corpo estraneo.

Tobrex

Questo è un antibiotico ad ampio spettro che viene prescritto per il trattamento di tali malattie: cheratite, cheratocongiuntivite, dacriocistite, blefarite. Inoltre, le gocce sono prescritte per la profilassi dopo l'intervento chirurgico.

Una o due gocce vengono posizionate in Tobrex in ciascun occhio. Nel periodo acuto, potrebbe essere necessario utilizzare gocce ogni ora. Quindi, scegli un mezzo per seppellire a intervalli di quattro ore. È vietato usare Tobrex durante l'allattamento.

Floksal

Il componente attivo dell'agente è ofloxacina - una sostanza del gruppo dei fluorochinoloni. Floksal ha pronunciato proprietà battericide rispetto alla microflora gram-positiva e gram-negativa. Il farmaco viene prescritto anche quando è impossibile determinare con precisione il patogeno batterico. L'ofloxacina inibisce l'attività vitale di stafilococchi, streptococchi, Klebsiell, gonococchi, Shigella.

Le indicazioni per l'uso di gocce sono le seguenti malattie: cheratite, orzo, congiuntivite, ulcera corneale. Floksal è usato per la prevenzione e il trattamento delle infezioni che sono comparse dopo un intervento chirurgico o una lesione. Le gocce vengono instillate due o quattro volte al giorno per una o due settimane nell'occhio colpito.

cloramfenicolo

Il componente principale è il cloramfenicolo. Ha una vasta gamma di azione antibatterica e viene utilizzato per combattere la cheratite, la blefarite, la congiuntivite e altri processi infettivi. Sia la microflora gram-positiva che quella gram-negativa sono sensibili all'azione del cloramfenicolo. Lo strumento è instillato da quattro a dodici az al giorno.

Dexa-gentamicina

Questi colliri anti-infiammatori sono utilizzati non solo per le lesioni batteriche, ma anche per le reazioni allergiche. Nel trattamento delle infezioni virali, le gocce sono impotenti. Durante l'uso di gentamicina, può verificarsi una sensazione di bruciore, prurito e visione offuscata.

Efficacemente significa per congiuntivite, blefarite, cheratite, dacriocistite, nonché lesioni purulente. Bury cade tre o quattro volte al giorno.

Collirio per i bambini

I colliri antibatterici per i bambini sono prescritti per la congiuntivite batterica, l'infiammazione delle palpebre, la borsa per gli occhi, nonché per la prevenzione della congiuntivite purulenta nei neonati.

Considera l'elenco dei farmaci che possono essere somministrati ai bambini:

  • Futsitalmik. Applicato alla lotta contro congiuntivite, cheratite, blefarite, dacriocistite. Il farmaco contiene acido fusidico. Assegna una goccia due volte al giorno per una settimana. Lo strumento non ha praticamente controindicazioni, ad eccezione dei bambini prematuri.
  • Unifloks. Ofloxacin è una sostanza attiva correlata agli antibiotici fluorochinolonici. Assegnato a cheratite, blefarite, ulcere.
  • Floksal. Una parte dell'ontossacina influisce negativamente sull'attività vitale di stafilococchi, gonococchi, salmonella, Escherichia coli e altri batteri. Seppellire le gocce nell'occhio colpito due o quattro volte al giorno.

Non è consentito acquistare da soli gocce per un bambino, il medico dovrebbe essere responsabile della prescrizione di farmaci. Gli agenti antibatterici non hanno solo aspetti positivi, ma sono anche in grado di causare effetti collaterali. Inoltre, solo uno specialista può valutare il grado di danno agli occhi, nonché le possibili conseguenze e rischi.

Prima di seppellire gli occhi del bambino, rimuovere le croste, il pus e altre secrezioni. Per questo è possibile utilizzare acqua bollita, soluzione di furatsilina o un decotto di camomilla debole. Per risciacquare, basta inumidire un batuffolo di cotone e pulire l'occhio. Un tampone di cotone pulito dovrebbe essere usato per ogni occhio. La soluzione di lavaggio dovrebbe essere calda.

Riscaldare la bottiglia con le gocce in mano per evitare il verificarsi di sensazioni spiacevoli. Se si verifica una reazione allergica, le gocce devono essere fermate e riportate al medico.

Collirio antivirale

Tali farmaci sono prescritti, come nelle infezioni virali dell'occhio (congiuntivite adenovirale, danno erpetico o citomegalovirus), e in altre malattie, danni agli occhi in cui è presente solo uno dei sintomi: varicella, rosolia, morbillo.

Il meccanismo d'azione degli agenti antivirali si basa sull'aumento della produzione di interferone. Questa proteina attiva il sistema immunitario nella lotta contro il virus. Per le infezioni batteriche, i colliri antivirali sono inefficaci.

Considera un elenco di gocce efficaci con proprietà antivirali:

  • Oftalmoferon. Lo strumento rimuove contemporaneamente la risposta infiammatoria e combatte il virus. Insieme a questo, le gocce allevia il dolore e la reazione allergica. Sotto l'azione di Ophthalmoferon, il restauro del tessuto corneale danneggiato si verifica più velocemente. In pochi minuti dopo l'instillazione, si riducono lacrimazione, prurito e altre manifestazioni della malattia. L'oftalmoferon a volte causa effetti collaterali sotto forma di sintomi simil-influenzali: brividi, debolezza, dolore, ipertermia;
  • Aktipol. Le gocce hanno forti proprietà antivirali e antiossidanti. Inoltre, Actipol protegge dalle radiazioni. Elimina il rimedio adenovirale e l'infezione da herpes. Actipol è un agente immunomodulatore, quindi, in presenza di processi autoimmuni, il suo uso è vietato;
  • Oftan sto arrivando. Utilizzato nel trattamento dell'herpes, della varicella, della cheratocongiuntivite;
  • Ganciclovir. È prescritto per le malattie oftalmiche causate dal citomegalovirus o dal virus dell'herpes. Il principio attivo è incorporato nel DNA del patogeno, viola la sua sintesi. Le gocce possono essere usate dopo 12 anni, questo è dovuto al rischio di effetti collaterali indesiderati.

Quindi, le gocce anti-infiammatorie combattono efficacemente contro molte malattie degli occhi. Nelle lesioni virali vengono utilizzati farmaci antivirali, ma se la malattia è di natura batterica, vengono prescritti prodotti antibiotici.

Abbiamo esaminato un elenco di farmaci popolari ed efficaci. Tuttavia, possono essere utilizzati solo dopo un appuntamento dal medico e un esame. Non automedicare, specialmente quando i tuoi figli sono malati.

Collirio antibatterico

Tra tutte le malattie oftalmiche, le più frequenti e pericolose sono infettive. Alcuni decenni fa, le persone che dovevano affrontare un'infezione banale potevano completamente perdere la vista. Il rapido sviluppo della medicina e la creazione di farmaci antibatterici hanno permesso ai medici di ottenere un grande successo nel trattamento di gravi patologie. A tale scopo vengono utilizzati colliri antibatterici.

Collirio antibatterico

Principio di funzionamento

L'azione degli antibiotici, principalmente mirata alla lotta contro i microrganismi patogeni che possono causare varie malattie dell'occhio. Tali farmaci non sono utilizzati nel trattamento di colture fungine e virus, in quanto inefficace in questo caso. I medici prescrivono antibiotici per sospette malattie batteriche o infiammatorie.

I farmaci contengono sostanze medicinali, la cui origine può essere sia naturale che sintetica. Dopo aver applicato le gocce oculari, i componenti attivi del farmaco, che hanno un effetto dannoso su alcuni microrganismi, vengono rilasciati. A seconda che i principi attivi influenzino singoli batteri o interi gruppi, i preparati possono avere uno spettro di azione ristretto o ampio.

L'effetto degli antibiotici su una cellula microbica

Indicazioni per l'uso

Di norma, i farmaci oftalmici antibatterici sono prescritti per il trattamento delle malattie infettive degli occhi, che sono accompagnate dai seguenti sintomi:

  • scarico di contenuti purulenti dagli occhi;
  • ipersensibilità alla luce;
  • lacrimazione abbondante;
  • prurito o dolore nella zona degli occhi;
  • gonfiore e arrossamento della mucosa;
  • ridotta acuità visiva.

Diminuzione dell'acuità visiva

Tutti i sintomi di cui sopra si riferiscono a varie malattie infettive, quindi il paziente non è in grado di determinare in modo indipendente il tipo di malattia che deve affrontare. Pertanto, il medico dovrebbe occuparsi della diagnosi e della prescrizione di un corso terapeutico.

Suggerimento: I farmaci antibatterici sono utilizzati non solo nel trattamento, ma anche come agente profilattico per varie infezioni che si sono manifestate dopo un trauma oculare. Sono anche efficaci nel ripristinare dopo le precedenti operazioni sugli organi della vista. Per il trattamento delle patologie virali tali farmaci sono usati molto meno frequentemente.

Dacriocystitis e congiuntivite

Ci sono controindicazioni

In uno stadio precoce di sviluppo della malattia, non è necessario assumere agenti antibatterici, poiché possono essere sostituiti con successo da farmaci batteriostatici, ad esempio Vitabact o Albucidum. Naturalmente, non distruggono i microrganismi patogeni, ma influenzano negativamente il loro sviluppo, il che aiuta il corpo del paziente a far fronte all'infezione stessa.

Gli agenti antibatterici sono potenti, quindi il loro uso può causare varie reazioni. Ad esempio, quando un mal di testa o acuità visiva diminuisce, l'uso di collirio deve essere interrotto. Di regola, tali sintomi compaiono immediatamente dopo l'instillazione, quindi è piuttosto difficile non notarli.

Farmaci per adulti

Esistono gruppi separati di antibiotici - per adulti e per bambini. Differiscono nella composizione chimica e, di conseguenza, nelle proprietà. Prendi in considerazione l'idea di avviare farmaci comuni destinati agli adulti.

Tabella. Collirio antibatterico per adulti.

Esistono molti farmaci con proprietà antibatteriche, quindi durante l'autotrattamento aumenta il rischio che il paziente, avendo erroneamente determinato la malattia, inizi a utilizzare il rimedio sbagliato. Non dimenticare che i colliri antibatterici contengono principi attivi che differiscono tra loro non solo in termini di costo, ma anche di effetti collaterali.

Preparativi per bambini

Non tutti i farmaci antibatterici prescritti ai pazienti adulti sono adatti ai bambini, che è associato a varie reazioni avverse. Di norma, i medici cercano di evitare potenti farmaci nel trattamento dei bambini piccoli, ma se è impossibile fare a meno dell'uso di gocce antibatteriche, allora le soluzioni indicate di seguito sono prescritte.

Tabella. Collirio antibatterico per i bambini.

Suggerimento: Solo il rimedio giusto eliminerà i sintomi della patologia per il periodo più delicato. Inoltre, eviterà gravi complicazioni.

Effetti collaterali

Come accennato in precedenza, i farmaci antibatterici sono potenti, quindi tutti hanno un pronunciato effetto allergenico sul corpo del paziente. Prima di usare gli antibiotici, assicurarsi di consultare il proprio medico. Tra tutti gli effetti collaterali dell'uso di agenti antibatterici è il più comune:

  • eruzione cutanea;
  • prurito agli occhi;
  • gonfiore della mucosa;
  • disagio e bruciore subito dopo l'instillazione.

Effetti collaterali degli antibiotici

Alla prima comparsa dei sintomi di una reazione allergica (rash, prurito), l'uso di colliri deve essere immediatamente interrotto. In questo caso, il medico deve selezionare il corso terapeutico più appropriato. Ma gli effetti collaterali sopra elencati sono solo una parte insignificante di tutte le possibili complicazioni che una persona può incontrare nel trattamento con colliri antibatterici. Pertanto, per prevenire lo sviluppo di gravi complicazioni, il trattamento di malattie degli occhi che sono di natura infiammatoria o infettiva dovrebbe essere affrontato solo da uno specialista qualificato.

Come applicare colliri

I colliri nominali non sono tutto, perché l'efficacia del trattamento dipende non solo dalla qualità della preparazione utilizzata, ma anche dalla correttezza del suo uso. Pertanto, è necessario sapere come seppellire i colliri. Di seguito nelle istruzioni fornite passo passo l'esecuzione di questo processo.

Passaggio 1. Svitare il tappo dalla bottiglia, evitando tutti i possibili contatti della punta del cappuccio con vari oggetti.

Passaggio 2. Premere la bottiglia con due dita: pollice e indice. Quindi sarà molto più conveniente comprimere una goccia di soluzione.

Premi la bottiglia con due dita

Passaggio 3. Sdraiarsi sul letto o inclinare la testa all'indietro in modo che lo sguardo sia rivolto verso l'alto.

Getta indietro la testa

Passaggio 4. Utilizzando le dita, abbassare leggermente la palpebra inferiore, agendo nel modo più attento possibile.

Abbassare la palpebra inferiore

Passaggio 5. Spremere il numero richiesto di gocce dalla bottiglia. Allo stesso tempo, la distanza tra l'occhio e la bottiglia dovrebbe essere media (la punta non dovrebbe toccare l'occhio, ma la bottiglia stessa non dovrebbe essere troppo lontana da essa).

Passaggio 6. Chiudere l'occhio in modo che la soluzione non ruoti sulla guancia. Per una migliore distribuzione sulla superficie dell'occhio, è necessario premere leggermente verso il basso l'angolo interno dell'occhio.

Passaggio 7. Con l'aiuto di un tovagliolo, rimuovere i resti di colliri e lacrime che possono essere emersi quando vengono instillati. Quindi ripetere la procedura con l'altro occhio.

Pulisci il resto del farmaco con un tovagliolo

In oftalmologia, gli agenti antibatterici sono usati molto spesso e nella maggior parte dei casi con successo. Se non sei sicuro del dosaggio o della durata corretta del corso di trattamento, è meglio consultare un medico. Un farmaco efficace in combinazione con il rispetto di tutte le raccomandazioni mediche per il suo uso consentirà il recupero completo nel più breve tempo possibile.

Elenco di efficaci colliri antibatterici

Importante sapere! Se la visione ha cominciato a fallire, aggiungi immediatamente questo professionista alla tua dieta. Leggi di più >>

Le malattie infettive dell'organo della vista sono sempre state un grosso problema nell'oftalmologia. Persino circa 50 anni fa, un gran numero di persone perse la vista a causa di un'infezione banale, e il trachoma occupava un posto speciale tra tali malattie. Il rapido sviluppo della medicina, compresa l'invenzione di antibiotici, può curare malattie così gravi in ​​pochi giorni. Per fare questo, utilizzare colliri antibatterici.

Colliri antibiotici sono usati per trattare e prevenire l'insorgenza delle seguenti malattie oftalmologiche:

  • blefarite batterica acuta;
  • congiuntivite acuta e cronica;
  • malattie infettive e infiammatorie dei dotti lacrimali: dacriocistiti, canaliculite, ecc.
  • cheratite batterica;
  • uveite;
  • corioretinite;
  • lesioni del bulbo oculare;
  • prevenzione delle complicanze postoperatorie durante le operazioni sugli occhi e sulle sue appendici.

È importante! Va ricordato che gli antibiotici, anche per uso topico, sono farmaci molto gravi. Non usarli senza pensieri e senza la prescrizione del medico! Per l'auto-trattamento, è meglio usare soluzioni antisettiche e solo per un breve periodo, prima di una visita dal medico.

Per la prevenzione e il trattamento di malattie infettive (solo batteriche!) Dell'occhio e dei suoi annessi (palpebre, sistema lacrimale, muscoli oculomotori, ecc.), Vengono utilizzate forme speciali di trattamento oculare di farmaci antibatterici appartenenti a diversi gruppi farmacologici.

Elenco dei gruppi di antibiotici utilizzati nel trattamento delle patologie oculari:

  • aminoglicosidi;
  • glicopeptidi;
  • macrolidi;
  • penicilline;
  • polimixina;
  • sulfamidici;
  • tetracicline;
  • fenicoles;
  • fluorochinoloni;
  • fuzidinu;
  • cefalosporine.

I farmaci antimicrobici hanno una bassa tossicità sui tessuti del corpo e influenzano selettivamente solo i batteri. I farmaci di alcuni gruppi distruggono i batteri, cioè sono battericidi, mentre altri inibiscono la loro riproduzione, sono chiamati batteriostatici.

Attenzione! Va ricordato che se l'uso a lungo termine di antibiotici per gli occhi è possibile, lo sviluppo della resistenza (resistenza) dei batteri è possibile non solo per questo farmaco, ma anche per l'intero gruppo che rappresenta.

Scegliere i colliri!

Malysheva: "Quanto è facile ripristinare la vista, un modo comprovato è scrivere una ricetta." Per saperne di più >>

Gli aminoglicosidi hanno un ampio spettro di azione. La maggior parte dei membri di questo gruppo distrugge la flora stafilococcica e streptococcica, che molto spesso causa malattie oculari purulente. Gli aminoglicosidi sono controindicati in caso di intolleranza individuale, malattie dell'orecchio, gravi disturbi dei reni, miastenia, così come durante la gravidanza e l'allattamento.

Tobrex (Tobromycin) è uno dei rappresentanti più brillanti del gruppo aminoglicosidico. Questo farmaco è usato per trattare le malattie infettive sensibili alla tobromicina del segmento anteriore del bulbo oculare. Tobrex è particolarmente attivo contro la microflora gram-negativa e agisce su di esso batteriostatico. Questo farmaco produce sotto forma di colliri - soluzione allo 0,3%. Instillare il farmaco nel sacco congiuntivale 3-4 volte al giorno per 5-7 giorni. Dato il basso costo, rare reazioni avverse, la possibilità di uso nei bambini (la forma dei bambini è rilasciata sotto il nome di Tobriss), oggi è uno dei migliori farmaci antibatterici in oftalmologia.

Nettacin (netilmicina) - collirio antibatterico, un rappresentante del gruppo di aminoglicosidi. Disponibile in flacone contagocce sotto forma di soluzione allo 0,3%. L'efficacia batteriostatica è superiore alla tobromicina, ma il prezzo di questo farmaco è 3 volte superiore. Le indicazioni per l'uso e il dosaggio della nettacina sono le stesse del tobrex.

La gentamicina è la più antica preparazione della famiglia degli aminoglicosidi. Disponibile anche come collirio. Oggi è usato abbastanza raramente a causa di alta nefrotossicità e il verificarsi di complicazioni dell'udito.

I preparativi di questo gruppo di antibiotici sono i primi che le persone hanno iniziato a usare. A causa dello sviluppo attivo della farmacologia, hanno irragionevolmente iniziato a lasciare questo gruppo, prescrivendo farmaci antibatterici più costosi e potenti. Le penicilline sono utilizzate per trattare congiuntivite, blefarite e cheratite. Le penicilline penetrano molto male nell'occhio, quindi non si verificano complicazioni, tranne che per le reazioni allergiche individuali. La combinazione ideale di un'infezione oculare è l'uso di aminoglicoside e penicillina.

Non sono presenti colliri antibatterici preparati contenenti penicilline. Sono preparati in farmacia immediatamente prima dell'uso. È anche possibile farlo a casa. Per fare questo, è necessario prendere una polvere antibiotica (ampicillina, benzilpenicillina, meticillina, oxacillina) e sciogliere in 5 ml di soluzione salina. Per comodità, l'intera procedura viene eseguita in una siringa, con la quale viene poi instillata (ovviamente senza ago). Applicare il farmaco 4-6 volte al giorno per una settimana.

Negli ultimi anni, l'uso di gocce antibatteriche sulfanilammide è diminuito in modo significativo. Ciò è dovuto alla scoperta di nuovi antibiotici altamente efficaci e meno tossici, nonché di frequenti resistenze, a causa del loro uso in oftalmologia per decenni. I farmaci in questo gruppo hanno un ampio spettro di azione. Sono attivi contro streptococchi, escherichia coli, clostridi, stafilococchi, gonococchi, patogeni di peste e antrace, e distruggono anche il toxoplasma, che la maggior parte degli altri antibiotici per gli occhi non può fare.

Sulfacetamide (Sulfacil Sodium 20% o Albucid) è il più noto antibatterico collaterale con un antibiotico sin dall'infanzia. L'uso di questo antibiotico per gli occhi è indicato per malattie come congiuntivite, blefarite, cheratite, infezioni oculari gonococciche nei neonati. Questo farmaco viene spesso lasciato cadere, fino a 6-8 volte al giorno, poiché la sua concentrazione nei tessuti dell'occhio diminuisce rapidamente per 5-7 giorni. L'accettazione di albucide provoca spesso reazioni allergiche locali che si manifestano come prurito, bruciore, irritazione delle mucose. Sulfacil sodico non può essere usato in associazione con farmaci per il diabete mellito, il cloramfenicolo e il metotrexato.

  • vista

Nella moderna pratica oftalmica viene utilizzato l'unico rappresentante del gruppo fenicol: il cloramfenicolo, meglio conosciuto come levomicetina.

Il cloramfenicolo è uno dei primi antibiotici, che è stato aperto nel 1947. A questo proposito, al momento, molti ceppi di batteri hanno una bassa sensibilità ad esso. La levomicetina mostra un effetto batteriostatico sulla maggior parte dei batteri gram-positivi e gram-negativi, sui batteri intracellulari e persino contro i grandi virus. Dal momento che il farmaco è molto vecchio, ha una tossicità abbastanza alta. Il cloramfenicolo è controindicato durante la gravidanza e l'allattamento, di età superiore ai 65 anni e non è raccomandato per l'uso nei bambini di età inferiore a 8 anni. Nei neonati, l'uso di questo farmaco può causare lo sviluppo della sindrome "grigia" - vomito, cianosi, ipotermia, distensione addominale, insufficienza respiratoria - che è associata a deboli funzioni protettive del fegato.

I farmaci in questo gruppo sono ottenuti artificialmente. A causa della sua bassa tossicità, alta biodisponibilità ed eccellente efficacia contro la maggior parte dei batteri, le gocce contenenti fluorochinoloni sono ampiamente utilizzate in oftalmologia. I fluorochinoloni sono usati per le infezioni delle palpebre e degli organi lacrimali, cheratite batterica e uveite.

Normaks (norfloksatsin) - un antibiotico dal gruppo di fluorochinoloni, con un ampio spettro di azione. Ha un forte effetto battericida sulla maggior parte dei batteri gram-negativi e gram-positivi e continua ad agire per diversi giorni anche dopo la cessazione dell'instillazione negli occhi. Normax viene utilizzato 4 volte al giorno per 5-7 giorni.

Floxal (ofloxacina) - collirio antimicrobico, che sono molto popolari in oftalmologia. Mostra un effetto battericida principalmente sulla flora gram-negativa: Escherichia, pseudomonadi, enterobatteri, clamidia, shigella, Salmonella e persino Mycobacterium tuberculosis. Efficace con resistenza ai sulfonamidi e ad altri gruppi di antibiotici. Questo farmaco è usato, come la maggior parte degli altri antibiotici - 4 volte al giorno per non più di 7 giorni.

Cipromed (ciprofloxacina) è uno dei farmaci antibatterici più efficaci e poco costosi utilizzati in oftalmologia nel trattamento delle malattie infettive, nonché per la prevenzione delle complicanze dopo l'intervento chirurgico e lesioni dei bulbi oculari. Tsipromed ha una vasta gamma di azione antibatterica. Ha un effetto battericida su entrambi i batteri gram-negativi e gram-positivi. L'alta permeabilità all'interno del bulbo oculare attraverso la cornea può trattare efficacemente l'iridociclite senza l'uso di somministrazione intravitreale di agenti antibatterici. La ciprofloxacina rimane efficace per 6 ore dopo l'instillazione nel sacco congiuntivale e quindi gocciola 4 volte al giorno.

Lo sviluppo della medicina, inclusa la farmacologia, influenza favorevolmente la qualità e la longevità della popolazione. Molte malattie incurabili e mortali che ora sono trattate con successo con antibiotici sono sparite. Ma gli antibiotici non sono una panacea e certamente non sono un mezzo per l'auto-trattamento. Prima dell'uso, è necessario consultare uno specialista qualificato.

E un po 'sui segreti.

Hai mai sofferto di problemi con EYES? A giudicare dal fatto che stai leggendo questo articolo, la vittoria non è stata dalla tua parte. E ovviamente stai ancora cercando un buon modo per ripristinare la vista!

Poi leggi cosa ne dice Elena Malysheva nella sua intervista sui modi efficaci per ripristinare la vista.

Collirio antibatterico: caratteristiche, tipi, modalità d'uso

Nel caso in cui la malattia dell'occhio sia di natura infettiva, virale o fungina diversa, è impossibile curarla senza l'uso di una terapia antibatterica finalizzata alla rimozione di tutti i microrganismi patogeni. Se non prendi antibiotici, non puoi recuperare completamente e il quadro clinico può solo progredire. I colliri antibatterici sono farmaci che sono più richiesti nella moderna oftalmologia, agiscono in modo delicato e mirato per esattamente un'ora della malattia.

Parleremo dei tipi, dei metodi di trattamento e dell'uso di questi farmaci per gli occhi nell'articolo.

Quali sono i colliri antibatterici?

Nella maggior parte dei casi, i batteri causano lo sviluppo di malattie degli occhi come:
• infiammazione nel sacco lacrimale (dacriocistite);
• orzo;
• sconfitta (ulcerativa) della membrana, che copre la pupilla e l'iride;
• infiammazione delle palpebre (blefarite), cornea (cheratite), mucosa oculare (congiuntivite);
• infezioni croniche.

I batteri contribuiscono anche alla formazione di infiammazioni purulente, sia post-traumatiche che postoperatorie. Sono farmaci destinati alla cura delle infezioni batteriche degli occhi e delle loro appendici.

I colliri antibatterici sono il sottogruppo più numeroso di antimicrobici che possono contenere antibiotici o farmaci sulfa.

Nella foto: collirio antibatterico

Gocce per gli occhi, che comprendono antibiotici - farmaci, il cui principio attivo è composto da semi-sintetici o naturali che possono uccidere microrganismi patogeni.

In medicina, un antibiotico per gli occhi utilizza la capacità di alcuni organismi di secernere sostanze che inibiscono la microflora microbica.

Collirio con antibiotico sono suddivisi in gruppi:
• aminoglicosidi: gocce di Tobramicina (Tobrex, Dilaterol), Gentimicina;
• cloramfenicolo: levomicetina;
• fluorochinoloni (Tsipromed, Tsiloxan, Tsiprolet); Ofloxacina, levofloxacina.

Tipi di colliri antisettici

Se si verifica un'infezione negli occhi, il paziente deve passare un'analisi spettrale per determinare la sua sensibilità agli antibiotici ad ampio spettro per gli occhi e rilevare l'agente eziologico della malattia.

Gli antibiotici che sono usati per trattare gli occhi, a seconda dell'azione sui batteri sono:
1. Violare la struttura della parete cellulare batterica (Tsipromed, Tsiprolet).
2. In grado di interrompere la struttura delle membrane dei patogeni (cellulari) (Polimixina).
3. Prevenire il processo di sintesi (associazione) degli acidi nucleici (unguento tetraciclico, Tobramicina).

Considera i colliri più popolari di questo sottogruppo.

sulfacetamide

Nella foto: collirio Albucid

È considerato un farmaco antimicrobico e antibatterico, il gruppo è sulfamidico. Le gocce di antibiotico albicide impediscono ai microrganismi di moltiplicarsi.

È prescritto per varie malattie dell'occhio infiammatorie o infettive (occhio anteriore):
• blefarite;
• malattie degli occhi gonorrheal;
• congiuntivite.

Prima di usare gocce di antibiotici negli occhi, le lenti a contatto devono essere rimosse per non danneggiare la trasparenza. La soluzione alucdidica al 30% viene assegnata agli adulti, al 20% ai bambini. L'infiammazione acuta viene trattata mediante instillazione di 2-3 gocce 5-6 volte al giorno, quando le condizioni del paziente migliorano, la quantità di farmaco diminuisce.

Il farmaco è usato per prevenire l'infiammazione con contenuto purulento nei neonati, più spesso nominato subito dopo la nascita 2 gocce della soluzione e lo stesso dopo 2 ore.

Collirio antisettico Levomicetina

Nella foto: collirio Levomicetina

Questo farmaco è un antibiotico ampiamente utilizzato in oftalmologia, che ha un ampio spettro di azione, ha un buon effetto batteriostatico ed è in grado di fermare la sintesi proteica nei microrganismi.

Levomicetina è prescritto per:
• congiuntivite e cheratocongiuntivite;
• cheratite;
• blefarite e blefarocongiuntivite.

La durata del trattamento è di 2 settimane, il farmaco deve essere instillato 3 volte al giorno, 1 goccia in ciascun occhio.

Solfato di sodio

Foto: gocce di sodio sulfacilico.

Queste gocce antibatteriche negli occhi hanno un effetto batteriostatico e antisettico, uccidono gli agenti patogeni e impediscono loro di moltiplicarsi.

Il farmaco è indicato per l'uso in:
• blefrite;
• congiuntivite;
• malattie agli occhi di gonorrea e clamidia;
• ulcere corneali (purulente);
• rimozione di processi infiammatori a contatto con gli occhi di un corpo estraneo;
• lesioni agli occhi (infette);
• prevenzione dello sviluppo dell'infiammazione purulenta nei neonati.

La dose è prescritta da un oftalmologo dopo la diagnosi e l'ispezione visiva. Più spesso, il dosaggio è il seguente: 1-2 gocce del farmaco 3-5 volte al giorno.

Collirio per l'infezione da Tobrex

Foto: Tobrex Eye Drops

Il farmaco è un antibiotico ad ampio spettro che appartiene agli aminoglicosidi.

Assegnato a:
• blefarite;
• dacryocystitis;
• iridocita;
• Meibomte;
• cherato e blefarocongiuntivite;
• prevenzione delle infezioni dopo l'intervento chirurgico e lesioni nella zona degli occhi.

A seconda del grado di sviluppo della malattia, Tobrex viene utilizzato in 1-2 gocce con un intervallo da 40 minuti a 4 ore. Non usare il farmaco durante l'allattamento.

Floksal

Foto: gocce d'occhio Floxal.

Questi antibiotici per gli occhi in gocce appartengono al gruppo dei fluorochinoloni, hanno proprietà battericide, sono efficaci nel trattamento dei batteri gram-negativi e gram-positivi.

Gli oftalmologi prescrivono Floksal per:
• trattamento delle malattie infiammatorie e infettive degli occhi (cheratite, orzo, ulcera corneale, congiuntivite);
• prevenire la formazione di infezioni o infiammazioni dopo lesioni o interventi chirurgici;
• cura di un'infezione che si è manifestata dopo un intervento chirurgico (chirurgico) sull'occhio o dopo una lesione al bulbo oculare.

Gocce negli occhi, l'antibiotico Floksal deve essere instillato 2-4 volte al giorno, 1-2 gocce nell'occhio dolorante, la durata è di 10-14 giorni. Nei casi più complessi, è raccomandato l'uso simultaneo di gocce e unguento. Durante il trattamento, si sconsiglia l'uso di lenti a contatto e gli occhi devono essere protetti con occhiali dal sole.

Normaks

Nella foto: collirio Normaks

Questo farmaco è utilizzato nella pratica ORL o come collirio. L'antibiotico incluso nella loro composizione appartiene al gruppo dei fluorochinoloni e ha proprietà antibatteriche.

Gli oftalmologi raccomandano colliri antisettici - Normaks per congiuntivite, bleferiti, ulcere corneali, nonché in presenza di lesioni agli occhi da clamidia. Il trattamento viene effettuato per instillazione del farmaco in 1-2 gocce per un'ora 2-4 volte, con il miglioramento delle condizioni del paziente, il dosaggio è ridotto e gli occhi devono essere gocciolati 3-5 volte al giorno.

Tobradeks

Nella foto: gocce Tobradex

Collirio con desametasone e antibiotico (tobramicina) - un farmaco combinato, contiene corticosteroidi e componenti antimicrobici, ha un effetto battericida e antinfiammatorio.

Thoradex è prescritto a pazienti affetti da malattie degli occhi accompagnate da un'infezione batterica (blefarite, congiuntivite, cheratite).

Tsipromed

Nella foto: collirio Tsipromed

Questi colliri con un antibiotico ad ampio spettro appartengono ai fluorochinoloni e iniziano la loro azione battericida entro 15 minuti dopo l'instillazione, la durata dell'effetto è di 5-6 ore.

Cypromed è nominato da:
• come profilassi dopo l'intervento chirurgico o lesioni agli occhi;
• con congiuntivite; iridotsiklitah; uveite, meibomiti.

Questi colliri da un'infezione oculare vengono usati 5-8 volte al giorno, alcune gocce nell'occhio dolorante, questa frequenza è prescritta in presenza di un processo infiammatorio cronico nell'occhio, nella fase acuta della malattia - 9-12 volte al giorno.

Oftakviks

Nella foto: gocce di Oftakviks

Questi colliri antimicrobici sono fluorochinolonici prescritti per adulti e bambini (più di un anno). Il farmaco è raccomandato per l'uso in varie infezioni dell'occhio: cheratocongiuntivite, cheratite, ulcera corneale (batterica).

È necessario usare Oftakviks non più di 8 volte al giorno (nei primi giorni di trattamento), dopo alcuni giorni il numero di instillazioni è ridotto a 4 volte al giorno.

Collirio, antibiotici, la lista non è completa, abbiamo descritto i farmaci più efficaci e popolari.

Il trattamento antibatterico è efficace?

Nella foto: occhi colpiti da un'infezione batterica

Quando si prescrivono gocce per l'occhio con effetto antibatterico da parte del medico, sia per i bambini sia per gli adulti, viene fornito un effetto terapeutico duraturo.

Le gocce negli occhi dell'infezione agiscono sul focus dello sviluppo della patologia come segue:
• trattare e agire come agente profilattico per le patologie oculari: fungine, infettive, infiammatorie;
• trattamento nella complessa malattia dell'occhio;
• prevenzione dell'infiammazione dopo l'intervento chirurgico sulla zona degli occhi.

Quando vengono prescritti i colliri antimicrobici?

Queste medicine hanno diversi usi principali:
1. Prevenzione e trattamento delle malattie degli occhi, sia infettive che infiammatorie, che sono causate da vari tipi di batteri. Queste malattie includono: ulcera purulenta, blefarite, congiuntivite (per esempio, congiuntivite allergica), cheratite.
2. Prevenzione dell'infezione e dell'infiammazione dopo varie operazioni eseguite sugli occhi. Tali gocce antinfiammatorie dell'occhio con un antibiotico sono anche prescritte prima dell'intervento chirurgico.
3. Terapia (in combinazione) di malattie dell'occhio di natura virale, per il trattamento e la prevenzione della ricorrenza di infezioni batteriche. Queste malattie dell'occhio includono: congiuntivite adenovirale, cheratite erpetica, cheratocongiuntivite adenovirale.
4. Prevenzione dell'infezione dopo lesioni agli occhi.

I colliri con un antibiotico ad ampio spettro devono essere usati dopo aver consultato un oculista, che determinerà accuratamente il dosaggio del farmaco e la durata del trattamento, a seconda del singolo caso della malattia.

Gocce antibatteriche per i bambini

Le gocce oculari con un antibiotico per bambini sono prescritte per congiuntivite batterica, infiammazione delle palpebre o del sacco oculare, per prevenire la congiuntivite purulenta nei neonati.

Le gocce oculari forniscono una buona efficacia contro i microrganismi Gram-positivi (Streptococco e Staphylococcus): Fucitalmic, Tobrex.

Utilizzato anche per il trattamento di farmaci combinati, che includono nella loro composizione: colliri antibatterici per i bambini e corticosteroidi e sono utilizzati dopo la chirurgia oculare (Tobradex, Maxitrol).

Puoi anche selezionare i seguenti farmaci:
• Tobramicina, Tobradex, Floksal - collirio di antibiotici ad ampio spettro che possono essere utilizzati per i neonati. Questo farmaco è resistente alla penicillina, in grado di sconfiggere rapidamente lo stafilococco. Se applicato localmente, c'è un rischio minimo per il bambino.
• Ofloxacina, Uniflox - in grado di eliminare i processi infiammatori e infettivi nelle sezioni anteriori dell'occhio, che sono causati da microrganismi patogeni.

I colliri antibatterici per i bambini possono avere diversi principi attivi e composizione, il loro nome può anche differire, tutto dipende dal produttore. Gli analoghi di preparati medici per il trattamento delle malattie degli occhi dovrebbero essere selezionati solo da un medico, dal momento che Non tutti sono adatti ai bambini.

La condizione più importante è quando si utilizzano antibiotici oculari: un farmaco e un metodo di trattamento correttamente selezionati. Si dovrebbe anche osservare il dosaggio e prendere in considerazione i possibili effetti collaterali derivanti dall'assunzione dei farmaci.

Gli effetti collaterali di prendere gocce antibatteriche possono avere varie manifestazioni:
• allergia oculare;
• sensazione di bruciore dopo l'instillazione;
• leggero pizzicore agli occhi.

In nessun caso non automedicare, perché questo può portare a gravi complicazioni, seguire pienamente tutte le prescrizioni e i consigli del tuo oftalmologo.

Collirio antibatterico

Quando le malattie degli occhi sono infettive, virali o fungine in natura, è difficile fare a meno della terapia antibatterica. Infatti, grazie a tali farmaci possono essere superati i microrganismi patogeni.

Senza l'uso di antibiotici, è difficile ottenere un recupero definitivo, e talvolta la situazione progredita può essere aggravata ancora di più.

Attualmente, i colliri antibatterici agiscono direttamente sul sito della lesione, ma allo stesso tempo tutto avviene in modo delicato e senza manifestazione di reazioni avverse.
Colliri antibatterici possono essere utilizzati solo in alcune situazioni. Questi includono:

  1. Misure terapeutiche e preventive contro malattie infettive e infiammatorie. Questi includono blefarite, ulcera di tipo purulento, cheratite e congiuntivite.
  2. Terapia complessa di malattie dell'occhio di forma virale. Questi includono congiuntivite adenovirale, herpes.
  3. Misure preventive contro l'infezione e processi infiammatori dopo l'intervento chirurgico, che vengono effettuati sull'organo visivo. Inoltre, l'uso di agenti antimicrobici è possibile prima delle procedure chirurgiche.
  4. Misure preventive contro lo sviluppo di infezioni a seguito di lesioni all'organo visivo.

Le gocce antibatteriche dovrebbero essere usate solo dopo aver consultato un medico. Dopotutto, solo un optometrista può determinare i mezzi di dosaggio e la durata del processo terapeutico. Dovresti anche prendere in considerazione l'interazione con altri farmaci, poiché il sovradosaggio del principio attivo o la sua non interazione con altri componenti può causare manifestazioni allergiche o reazioni avverse.

Selezione di gocce antibatteriche per i bambini

Se è necessario scegliere gocce antibatteriche per bambini, allora in una tale situazione è necessario non solo visitare un oftalmologo, ma anche sottoporsi a una diagnosi piena per determinare la natura del processo patologico, l'intolleranza individuale e la suscettibilità a ingredienti attivi. Il rimedio per il bambino dovrebbe essere il più efficace possibile, ma allo stesso tempo morbido e non causa reazioni avverse.

Elenco di gocce antibatteriche popolari per bambini e adulti

Le seguenti gocce appartengono all'elenco dei farmaci antimicrobici che possono essere utilizzati sia per i bambini che per gli adulti.

  1. Tobrex. Collirio antibatterico, indicato per l'orzo, la blefarite, la congiuntivite, l'iridociclite, la meybomite e l'endoftalmite. L'uso del farmaco è possibile non solo per i bambini, ma per le donne in gravidanza e in allattamento. Il corso di trattamento non dura più di dieci giorni. Gli adulti devono gocciolare significa due gocce ogni quattro ore. Se il trattamento riguarda i bambini piccoli e i neonati, il medicinale viene utilizzato una goccia ogni cinque ore. Poiché le reazioni avverse hanno evidenziato irritazione dell'organo visivo, gonfiore e arrossamento della mucosa. In rare situazioni, si verificano dolore e manifestazione della cornea.
  2. Sulfacetamide. Collirio antibatterico, considerato il più popolare ed economico tra medici e pazienti. Hanno un effetto batteriostatico e sono usati per trattare infezioni dell'occhio di natura infettiva: congiuntivite, cheratite, blefarite. Inoltre prescritto dopo l'intervento chirurgico per prevenire ulteriori infezioni. La soluzione del venti percento è usata per l'instillazione dell'occhio nei bambini, il trenta per cento negli adulti. Utilizzare fino a sei volte al giorno per due o tre gocce. Come reazioni collaterali nota lacrimazione, bruciore dopo instillazione, irritazione dell'organo visivo e prurito della pelle intorno agli occhi. Il farmaco non è compatibile con prodotti contenenti sali d'argento. Nel trattamento di processi infiammatori di natura purulenta, l'uso di lenti morbide deve essere interrotto.
  3. Cloramfenicolo. Una delle medicine convenienti e poco costose. Applicato con diversi tipi di congiuntivite, cheratite, blefarite e cheratocongiuntivite nei bambini. Tutte queste malattie sono processi infiammatori batterici che colpiscono la cornea e la congiuntiva. L'azione del farmaco è una violazione della sintesi delle proteine ​​dei microbi. Il farmaco viene rilasciato in due gocce fino a cinque volte al giorno. Quando si migliora il farmaco dovrebbe essere usato fino a tre volte al giorno. La durata del trattamento dipende dal decorso della malattia, ma non più di due settimane. Prescrive il farmaco solo da un medico. Come controindicazione sono la violazione delle funzioni del fegato e dei reni, maggiore suscettibilità ai componenti. Non è consigliabile utilizzare gocce nelle donne nella posizione e durante l'allattamento, poiché una piccola parte del farmaco entra nel flusso sanguigno. Nella maggior parte dei casi, il farmaco non causa effetti collaterali, ma possono verificarsi prurito, bruciore e arrossamento degli occhi.
  4. Floksal. Gocce antibatteriche, indicate per il trattamento della congiuntivite, cheratite, ulcere corneali, blefarite, orzo, infezione da clamidia dell'organo visivo e misure preventive prima e dopo l'intervento chirurgico. Le controindicazioni comprendono l'intolleranza alle sostanze attive, la gravidanza e l'allattamento al seno. Ci sono reazioni avverse sotto forma di arrossamento della congiuntiva, sensazioni di un corpo estraneo nell'occhio, prurito e bruciore, aumento della fotofobia e lacrimazione. In rari casi possono verificarsi capogiri, deterioramento della funzionalità visiva e manifestazioni allergiche. Floksal applica una goccia fino a quattro volte al giorno. Se la lesione è stata causata da un'infezione da clamidia, è necessario gocciolare fino a cinque volte al giorno. La durata del trattamento deve essere non più di due settimane per evitare il verificarsi di reazioni avverse.
  5. Tsipromed. Gocce antibatteriche utilizzate per il trattamento di occhi e orecchie. Il principio attivo è ciprofloxocina. Il farmaco è usato per trattare tutti i tipi di malattie localizzate negli organi visivi e uditivi. Congiuntivite di natura acuta, blefarite, cheratite, uveite, meybomit, dactriocistite, canaliculite sono di solito riferite alle principali indicazioni per l'uso profilattico nel periodo postoperatorio e in caso di lesioni all'organo visivo. Con una miriade di effetti terapeutici, il farmaco può causare reazioni collaterali indesiderate sotto forma di bruciore, prurito, dolore, sensazione della presenza di un corpo estraneo nell'occhio, lacrimazione, arrossamento, comparsa di un velo davanti agli occhi e reazioni allergiche. Questo tipo di gocce porta risultati rapidi ed è conveniente a causa del suo basso costo.

Elenco di colliri antibatterici per adulti

Questi includono quanto segue.

  1. Tobropt. Gocce antibatteriche, la cui sostanza attiva è l'antibiotico dell'azione batteriostatica - tobramicina. Sono utilizzati nei processi infiammatori nell'organo visivo e nelle sue appendici, nonché in misure preventive per prevenire le complicanze nel periodo postoperatorio. Le principali controindicazioni includono la gravidanza, l'allattamento al seno e l'età infantile. Ci possono essere effetti collaterali sotto forma di arrossamento, prurito, bruciore e gonfiore delle palpebre.
  2. Tsiprolet. Collirio antibatterico, a base di ciprofloxacina. Utilizzato per il trattamento di malattie infettive sotto forma di cheratite, blefarite, blefarocongiuntivite, congiuntivite cronica, ulcere corneali e il processo infiammatorio nei dotti lacrimali. Le principali controindicazioni includono l'età dei bambini fino a tre anni, il periodo di trasporto di un bambino, l'allattamento al seno, la presenza di suscettibilità ai principi attivi e la presenza di malattie di natura virale. In rare situazioni, si verificano effetti collaterali. Questi includono gonfiore delle palpebre, fotofobia, reazione allergica, aumento della lacrimazione e della combustione.
  3. Normaks. Collirio antibatterico considerato efficace contro i microbi. Questo strumento è utilizzato nel trattamento dei processi infiammatori nell'organo visivo di natura infettiva. Il principale vantaggio del farmaco è il lento sviluppo della resistenza ai suoi componenti. E significa anche molto ben tollerato dai pazienti.
  4. Vitabakt. Collirio antibatterico, usato per trattare i processi infiammatori. Il farmaco agisce direttamente sul sito dell'infezione, che è stato causato da batteri come la clamidia, E. coli, virus e funghi. Il farmaco è considerato efficace, perché ha la capacità di combattere qualsiasi tipo di microrganismi, pur non avendo reazioni avverse. Ma non è raccomandato l'uso durante il periodo di trasporto di un bambino, l'allattamento al seno e durante l'infanzia. La medicina deve essere gocciolata una goccia da due a sei volte al giorno per dieci giorni. Come misure preventive, le gocce vengono utilizzate tre o quattro volte al giorno prima e dopo l'intervento chirurgico. Può essere combinato con altri mezzi locali, ma è necessario fare una pausa di quindici minuti tra l'instillazione. Vitabact provoca una diminuzione della chiarezza visiva per qualche tempo, quindi è temporaneamente vietato guidare la macchina e lavorare con meccanismi.

La scelta di farmaci antibatterici è abbastanza grande. Ma vale la pena ricordare che solo un medico può prescrivere questo tipo di farmaci, soprattutto quando si tratta di bambini. È inoltre necessario tenere conto del fatto che le gocce antibatteriche possono avere un ingrediente attivo, ma differiscono nel prezzo e nelle reazioni collaterali.

Google+ Linkedin Pinterest