Congiuntivite aciclovir

L'aciclovir da congiuntivite è molto popolare. L'effetto terapeutico è ottenuto grazie alla sostanza attiva, che è un analogo artificiale del nucleoside timidina. Il farmaco è disponibile sotto forma di compresse e sotto forma di un gel. Quando si diagnostica la congiuntivite, si raccomanda di trattare la malattia mediante l'esposizione locale.

effetto

La congiuntivite è una malattia virale che colpisce la mucosa dell'occhio. L'herpes, che è la causa della patologia, può anche provocare un'eruzione cutanea sulle labbra e sulla mucosa orale. In questo caso, usa un farmaco come Zovirax. Dopo la penetrazione nelle cellule del virus, la sostanza attiva viene trasformata e inserita nel DNA. Di conseguenza, la catena responsabile della sintesi del virus viene interrotta. Nel corso del tempo si formano cellule patogene che non sono in grado di riprodursi. A differenza dell'Aciclovir, Virolex non ha un potente effetto antivirale. Le gocce sono più convenienti per il trattamento dei bambini, ma meno efficaci.

L'aciclovir da congiuntivite viene applicato come un unguento contenente il 3% del principio attivo. Il farmaco è efficace nel virus dell'herpes di tipo 1 e 2.

L'agente è combinato con agenti immunomodulanti. Per questo motivo si consiglia l'uso di Acyclovir insieme a farmaci che stimolano la sintesi di interferone.

Come si usa

Unguento L'aciclovir in congiuntivite viene usato non solo per il trattamento degli adulti, ma anche per i bambini.

La procedura per la posa dell'unguento è abbastanza semplice e si compone di diverse fasi:

  • Per prima cosa devi lavarti accuratamente le mani;
  • Applicare una piccola quantità di pomata al dito;
  • Usa una mano pulita per tirare leggermente la palpebra inferiore. Il look dovrebbe essere diretto verso l'alto;
  • Applicare l'unguento con movimenti morbidi dall'angolo esterno dell'occhio al contrario;
  • Copri le palpebre e con un movimento circolare con un batuffolo di cotone per distribuire il farmaco.

La procedura deve essere eseguita ogni 4 ore fino alla scomparsa dei sintomi della malattia. Utilizzare lo strumento dovrebbe essere non più di 6 volte al giorno. L'unguento oculare non influisce negativamente sulle cellule dell'occhio. Una leggera torbidità può essere osservata per diversi minuti.

L'aciclovir è ben assorbito dalle cellule sane e ha effetti antivirali. Per consolidare i risultati, gli esperti raccomandano di applicare l'unguento per altri tre giorni. Il farmaco può essere usato per trattare un bambino dall'età di tre anni.

Effetti collaterali e controindicazioni

L'aciclovir da congiuntivite è ben tollerato dal corpo, gli effetti collaterali sono praticamente assenti. Immediatamente dopo la procedura di applicazione, possono verificarsi sintomi spiacevoli come bruciore o irritazione. Passano da soli.

Gli effetti indesiderati si verificano più spesso nelle persone che hanno una maggiore sensibilità al principio attivo e ad altri componenti dello strumento. In medicina, è stato stabilito il caso di cheratopatia temporanea. Non influisce sul processo di trattamento della congiuntivite e herpes piaghe non richiedono ulteriori procedure, passare rapidamente.

In casi eccezionali, potrebbe verificarsi un peggioramento del decorso della congiuntivite o della blefarite. Si consiglia di contattare uno specialista.

L'aciclovir per il trattamento della congiuntivite virale ha una serie di controindicazioni. Il farmaco non viene utilizzato in presenza di intolleranza individuale, durante la gravidanza e l'allattamento.

Prima di iniziare il trattamento della congiuntivite, si raccomanda di consultare un oftalmologo. Trattare la congiuntivite nei bambini L'unguento di Acyclovir deve essere preso solo dopo aver consultato il medico.

Trovato un errore? Selezionalo e premi Ctrl + Invio

Aciclovir con congiuntivite

La congiuntivite è un gruppo di malattie oftalmiche infiammatorie che si presentano per vari motivi. Si manifestano come infiammazione della membrana trasparente che copre la sclera e la parte interna della palpebra. I sintomi comuni sono l'arrossamento degli occhi, la sensazione di un oggetto estraneo ("sabbia" o sabbia), lacrimazione eccessiva, intolleranza alla luce. Poiché la malattia non rappresenta una minaccia per la vita, è spesso presa alla leggera: la maggior parte delle persone cerca di affrontarla da sola. Applicare lozioni, impacchi o ricette della nonna.

Nel frattempo, gli effetti della congiuntivite possono essere i più tristi - fino a un grave deterioramento della vista. Pertanto, la cosa più ragionevole è consultare un oftalmologo e sottoporsi a un trattamento appropriato, e non mettere esperimenti su di te.

Cos'è la congiuntivite virale

Esistono diversi tipi di congiuntivite: acuta, cronica, batterica, allergica e altre. Ognuno di loro è provocato da vari agenti patogeni o è una conseguenza delle malattie sviluppate. Uno dei più comuni è la congiuntivite virale.

I medici dicono che ogni anno colpisce sempre più persone, a volte causando epidemie, in quanto estremamente contagiosa. Inoltre, questo tipo di malattia oculare è considerata la più pericolosa, in quanto può causare cheratite e, successivamente, perdita della vista.

Gli agenti causali dell'infiammazione congiuntivale sono vari virus, per un totale di circa 150 specie. Molto spesso gli occhi sono affetti da virus dell'herpes e CMV. La malattia dell'occhio si verifica principalmente sullo sfondo di processi infettivi nelle lesioni del tratto respiratorio superiore, freddo, influenza o gola. Come una malattia indipendente si sviluppa molto raramente.

Quando una malattia virale di solito colpisce un occhio: diventa rossa, irritazione, lacrimazione, bruciore, prurito. Quindi l'infezione si diffonde al secondo occhio.

In caso di congiuntivite erpetica, l'eruzione cutanea è localizzata sulle palpebre, che può spostarsi verso la cornea e il bulbo oculare. Spesso si formano ulcere e lesioni erosive.

La diffusione del virus dipende dall'agente patogeno. L'adenovirus viene trasmesso da goccioline trasportate per via aerea, herpes - per via aerea e domestica (attraverso mani sporche, cose, giocattoli, ecc.).

Congiuntivite

Al fine di ripristinare la salute degli occhi e prevenire complicazioni, ai primi segni è necessario consultare un oftalmologo e sottoporsi alla terapia prescritta. Per fare questo, selezionare vari farmaci, principalmente - unguento oculare con azione antivirale.

aciclovir

L'unguento oculare è usato per varie infezioni virali nella cornea. L'effetto curativo è ottenuto grazie allo stesso componente attivo - un analogo creato artificialmente del nucleoside della timidina.

La sostanza dopo la penetrazione nella cellula patogena viene trasformata in aciclovir monofosfato. Viene quindi inserito nel DNA e interrompe la catena garantendo la riproduzione dei virus. Di conseguenza, si formano virus difettosi che non sono in grado di riprodursi ulteriormente.

L'aciclovir sotto forma di unguento oculare contiene il 3% della sostanza attiva. È prodotto sotto forma di una sostanza omogenea bianca, gialla o crema. Elimina attivamente i patogeni dell'herpes 1, 2 tipi, varicella, herpes zoster Epstein-Barr, CMV. Nella pratica oftalmica viene utilizzato per il trattamento della cheratite erpetica. È ben combinato con farmaci immunomodulatori. Pertanto, nel trattamento della congiuntivite, Acyclovir è raccomandato per l'uso in associazione a farmaci che stimolano la produzione di interferone.

L'unguento può essere trattato non solo per gli adulti ma anche per i bambini. È abbastanza semplice applicarlo - è necessario mettere una striscia di unguento (1 cm) 5 volte al giorno nel sacco congiuntivale. Prima della procedura di trattamento, è necessario disinfettare le mani ed eseguire le seguenti azioni:

  • Prendi un batuffolo di cotone o una garza pulita in mano, unguento a un altro
  • Disco con una mano tirare la palpebra inferiore (il paziente deve guardare in alto) e iniettare delicatamente il farmaco dall'angolo esterno dell'occhio al
  • Chiudi le palpebre e fai diversi movimenti rotazionali per distribuire uniformemente l'unguento sulla superficie della congiuntiva.

Le procedure vengono eseguite ogni quattro ore fino alla completa scomparsa dei segni di cheratite. Dopo aver applicato il farmaco è ben assorbito dalle cellule dell'occhio, penetra rapidamente nello spazio intraoculare, si accumula, che fornisce un effetto antivirale. Dopodiché, per correggere l'effetto, applica l'unguento per altri tre giorni.

Il farmaco è generalmente ben tollerato dal corpo, poiché non causa quasi nessun effetto collaterale. Dopo l'applicazione, può verificarsi una sensazione di bruciore, irritazione, che passa rapidamente.

Gli effetti collaterali possono verificarsi in persone con elevata sensibilità al componente principale. Durante il corso terapeutico, lo sviluppo della cheratopatia a breve termine non è escluso. Il sintomo non influenza il trattamento, passa rapidamente, quindi non è richiesta la cessazione delle procedure. È anche possibile il peggioramento della congiuntivite o lo sviluppo di blefarite. In questi casi, il trattamento è meglio interrotto e chiedere consiglio ad un oftalmologo.

Controindicazioni all'uso di aciclovir in congiuntivite è idiosincrasia. L'applicazione durante la gravidanza e l'allattamento è possibile solo dopo aver consultato i medici.

Pomata Oxolinic

L'unguento ha effetto antivirale a causa dell'ossido di principi attivi. La sostanza sintetica penetra facilmente nel tessuto cutaneo o nella membrana mucosa, causando la morte di agenti patogeni al contatto e interrompendo la diffusione dell'infezione. L'ossolina colpisce molti virus: l'influenza, l'herpes (incluso l'herpes zoster), l'adenovirus, l'HPV, il mollusco contagioso.

Il farmaco è disponibile con diversi contenuti del principio attivo. Unguento al 25% è stato sviluppato per trattare gli occhi. In oftalmologia, la medicina ossolinica è prescritta per le malattie degli occhi di origine virale, principalmente per il trattamento della congiuntivite.

Quando applicato a mucose assorbite circa il 20% della sostanza. L'ossolinio non irrita, è ben percepito dai tessuti interessati.

Per il trattamento dell'infiammazione congiuntivale, dietro la palpebra si trova un unguento di dimensioni diverse. Al giorno si consiglia di eseguire le procedure da 3 a 5 volte, l'ultima manipolazione è meglio fare prima di coricarsi. Il corso di trattamento dura 5 giorni.

A causa dell'azione dell'unguento, l'iperemia scompare, il prurito, lo strappo, l'irritazione vengono eliminati. Il trattamento di solito non causa sensazioni negative, ma quando viene applicato per la prima volta, può esserci una sensazione di bruciore che passa rapidamente. È anche possibile la colorazione della pelle blu, che è facilmente rimossa.

Controindicazione all'uso di oxoliner dalla congiuntivite è la reazione individuale del corpo, l'età del bambino fino a due anni. Lo strumento può essere utilizzato per donne in gravidanza e in allattamento.

Nel trattamento di qualsiasi malattia richiede una diagnosi corretta. Pertanto, è necessario applicare pomata solo dopo l'esame da un medico. È impossibile ritardare con questo, poiché la congiuntivite virale può causare gravi complicanze.

Congiuntivite pomata - come usare per adulti e bambini?

Gli unguenti per congiuntivite possono essere suddivisi in questi tipi: antimicrobico, antivirale, antinfiammatorio, battericida, corticosteroide e glucocorticosteroidi.

Tipi di congiuntivite

I medici dividono la malattia in questi tipi:

  1. Batterica. Vari batteri provocano lo sviluppo della congiuntivite, ma più spesso stafilococco e streptococco. I sintomi sono molto caratteristici: un liquido purulento viene rilasciato dalla congiuntiva e appare gonfiore. In alcuni casi, è difficile per il paziente aprire gli occhi dopo il sonno, a causa della grande quantità di tale scarica.
  2. Viral. Il più delle volte si verifica in conseguenza di malattie respiratorie acute. Puoi determinarlo dal forte rossore degli occhi. Allo stesso tempo, c'è irritazione e forte lacrimazione.
  3. Allergiche. Manifestato sotto forma di reazione allergica a una sostanza irritante specifica. Entrambi gli occhi sono solitamente danneggiati. Oltre ai sintomi caratteristici, la congiuntivite allergica è accompagnata da gonfiore delle palpebre.
  4. Fungine. Gli agenti patogeni sono patogeni.
  5. Pin. Appare nelle persone che usano lenti a contatto.

Ogni tipo di malattia richiede un trattamento. Ma vale la pena notare che la congiuntivite batterica e virale è contagiosa. Se la malattia colpisce un occhio, la non conformità con le regole di igiene porta all'infezione del secondo.

Caratteristiche dell'uso di unguenti

Gli unguenti con congiuntivite hanno molte caratteristiche, in quanto vengono applicati agli occhi.

Fatelo prima di andare a letto, e i bambini appena nati possono e durante il sonno.

Se una persona soffre di un tipo di malattia batterica o virale, prima di applicare l'unguento, gli occhi vengono lavati.

Per questa procedura, utilizzare un decotto di soluzione di camomilla o furatsilina.

È importante tenere conto del fatto che in caso di lesione allergica gli occhi non devono essere lavati.

Il metodo di utilizzo è il seguente:

  1. Prima di applicare l'unguento, lavarsi accuratamente le mani con acqua e sapone.
  2. Unguento è conveniente da applicare con un batuffolo di cotone.
  3. Si consiglia di applicare l'unguento direttamente dal tubo.
  4. La quantità necessaria viene schiacciata tra l'occhio e la palpebra, gli occhi sono chiusi e la medicina viene distribuita dalle dita sull'intero occhio.
  5. Unguento in eccesso può essere rimosso con un batuffolo di cotone o un panno pulito. Tali manipolazioni devono essere fatte 3 volte al giorno.

Tutti gli unguenti hanno effetti e caratteristiche farmacologiche diversi. Ognuno è destinato a un tipo specifico di congiuntivite. Pertanto, prima di utilizzarli, è necessario consultare un medico. Dopo la diagnosi verrà assegnato il farmaco necessario.

Unguento contro la congiuntivite batterica

I sintomi caratteristici della congiuntivite batterica sono la secrezione di muco purulenta, il rossore degli occhi, l'edema palpebrale.

Per il trattamento usare un tal unguento:

  • Erythromycin unguento. Aiuta efficacemente con la forma batterica, poiché contiene antibiotici. Resistente a vari microrganismi e batteri. Il principio attivo è l'eritromicina. Non puoi assumere persone che hanno un'intolleranza individuale alla droga nella sua composizione. L'unguento si trova sulla parte inferiore della palpebra 3 volte al giorno. Il trattamento dura almeno 2 settimane. Il farmaco non ha proprietà da assorbire nel sangue. Pertanto, può essere applicato a bambini, donne in gravidanza e in allattamento. Tra gli effetti collaterali, una reazione allergica è molto rara. In questo caso, interrompere il trattamento con questo unguento. Il costo medio del farmaco è di 50 rubli.
  • Unguento alla tetraciclina. L'ingrediente attivo è la tetraciclina. L'unguento è prescritto per il trattamento della congiuntivite negli adulti e nei bambini di età superiore a 8 anni. È vietato alle donne in gravidanza e in allattamento. L'unguento viene applicato alla parte inferiore della palpebra 3-5 volte al giorno. Il corso del trattamento prescritto dal medico, data la complessità della malattia. Non può essere assunto da persone con eccessiva sensibilità al farmaco, con maggiore sensibilità agli antibiotici (ossitetraciclina). Non prescritto per malattie fungine. Deve essere preso con cautela nelle persone con insufficienza renale e livelli ridotti di leucociti nel sangue. Il costo dell'unguento è nel range di 70-100 rubli. Nella medicina moderna, l'unguento tetraciclico è raramente prescritto, dal momento che ci sono più farmaci benigni.
  • Unguento Tobreks. Il farmaco è un antibiotico ad ampio spettro. Ha un'alta attività contro i ceppi che causano malattie degli occhi batteriche. Tra le controindicazioni all'uso di ipersensibilità notato. Inoltre, l'unguento non è prescritto ai bambini. In rarissime reazioni avverse si verificano. Ci può essere un'allergia locale, che è accompagnata da prurito e gonfiore delle palpebre. I casi di overdose non sono risolti. L'unguento è usato secondo le istruzioni e come prescritto dal medico. Va notato che durante il periodo di trattamento le lenti a contatto non possono essere utilizzate. Il trattamento a lungo termine con unguenti antibiotici può provocare la crescita di funghi nel corpo. Pertanto, prima e dopo il trattamento deve essere effettuato per la presenza di funghi. Il prezzo dell'unguento di Tobrex è di 200 rubli.
  • Unguento Colbiotsin. Preparazione combinata di una vasta gamma di azioni. Contiene diversi antibiotici: tetraciclina, cloramfenicolo, sodio colistimetato. Tali antibiotici sono altamente attivi contro vari ceppi. A causa di ciò, l'unguento viene utilizzato per altre malattie dell'occhio. Ad esempio: blefarite, cheratite batterica, dacriocistite. L'unguento giaceva nella parte inferiore del secolo 3-4 volte al giorno. Se il paziente è stato prescritto collirio come trattamento complesso, allora l'unguento viene posto 1 volta (di notte). Gli effetti collaterali sono molto rari. Ci può essere una reazione locale, che è accompagnata da una sensazione di bruciore nella zona degli occhi. Anche raramente sono reazioni allergiche sotto forma di angioedema, rash, dermatite bollosa. In tali casi, il trattamento deve interrompere e mantenere la terapia antiallergica. Se il paziente non si sente sollevato dopo aver applicato l'unguento, è necessario consultare un medico. Il costo del farmaco è di circa 300 rubli. Tra le controindicazioni:
    • ipersensibilità,
    • malattie dei reni e del fegato,
    • periodo di gravidanza e allattamento,
    • bambini sotto gli 8 anni.
  • Unguento Eubetal. La composizione dell'unguento è simile alla Colbiotsina. Oltre al gruppo di antibiotici, contiene anche un glucocorticoide, betametasone disodio fosfato. Nominato per uso locale in oftalmologia. Ha effetti anti-infiammatori e anti-allergici. L'efficienza dopo l'applicazione si avverte gradualmente. L'unguento è prescritto per il trattamento della congiuntivite allergica batterica. Anche prescritto per altre malattie dell'occhio: cheratite, blefarite, sclerite, irite, uveite. Aiuta bene nel periodo postoperatorio e con danni chimici alla cornea. L'unguento viene applicato agli occhi 3-4 volte al giorno. Non consigliare l'uso del farmaco per più di 30 giorni. Si raccomanda l'uso di unguento dopo la prescrizione per evitare conseguenze indesiderabili. I bambini vengono prescritti solo in casi estremi e il trattamento viene effettuato sotto la stretta supervisione di un medico. Le reazioni avverse si verificano molto raramente. Si manifestano come allergie (prurito della pelle) e reazioni locali (bruciore, formicolio). L'unguento costa circa 300 rubli L'unguento Eubetal ha tali controindicazioni da usare:
    • eccessiva sensibilità
    • aumento della pressione intraoculare
    • malattie virali acute dell'occhio,
    • konktivit purulento,
    • blefarite erpetica
    • orzo,
    • tubercolosi oculare.
    • Non applicare unguento per danni alla cornea.

Unguenti per congiuntivite virale

La congiuntivite virale ha alcune caratteristiche del trattamento. Prima di applicare l'unguento, gli occhi lavati con un decotto di camomilla. Successivamente, gocce antivirali con interferone o albucidum devono essere gocciolate in ciascun occhio. Dopo mezz'ora, imporre l'unguento.

Unguento per il trattamento:

  • Unguento Bonafton. Ha un'elevata attività antivirale in varie lesioni della pelle e delle mucose. Il principio attivo è il bromnaftoquinone. Unguento prescritto per le malattie dell'occhio virale. Ad esempio, congiuntivite adenovirale. Indicazioni per l'uso: cheratite erpetica, stomatite, gengivite, malattie della pelle virale, herpes (compresi gli organi genitali). Una striscia di pomata, circa 1 cm, si posa sulla palpebra inferiore 3-4 volte al giorno. La durata del trattamento è di 7-10 giorni. Questo è determinato dal medico, data la complessità della malattia. Tra le reazioni avverse raramente c'è una sensazione di bruciore, che scompare dopo un massimo di 10 minuti, un'allergia, visione offuscata. Se sono sorti, dovresti informare immediatamente il medico e smettere di usare l'unguento. Al momento, l'unguento non è disponibile, può essere trovato in singole farmacie al prezzo di 90-110 rubli. Tra le controindicazioni si noti:
    • ipersensibilità,
    • periodo di gravidanza e allattamento,
    • età fino a 18 anni.
  • Unguento Florenal. Questo farmaco ha un'alta attività contro l'herpes, il virus della varicella-zoster, l'adenovirus. Florenal è usato per: congiuntivite virale, cheratite e cheratocongiuntivite, stomatite, herpes della pelle (incluso fuoco di Sant'Antonio). L'unguento è sicuro e può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento. Assegna i bambini, dato il tipo di malattia. L'unica controindicazione è l'ipersensibilità. In altri casi, l'unguento non causa reazioni allergiche. Non appena si accende l'occhio, può verificarsi una leggera sensazione di bruciore, che scompare dopo pochi minuti. Questo non è il motivo della cancellazione del trattamento con un tal unguento. Imporre sulla palpebra inferiore all'inizio del trattamento 3 volte al giorno. Quindi ridurre gradualmente l'applicazione a due volte al giorno (mattina e sera). Unguento Florenal differisce non solo alta efficienza, ma anche un prezzo ragionevole, ma nelle farmacie della Federazione Russa è assente.
  • Unguento di Tebrofen. Unguento antivirale, principio attivo, che è tebrofen. Indicazioni per l'uso: congiuntivite adenovirale, cheratocongiuntivite, cheratite erpetica. L'unguento è usato per le malattie della pelle virale. I bambini sono prescritti per il trattamento delle verruche. L'unguento oculare è fatto su base di vaselina. Nei miei occhi mi sdraio 3 volte al giorno. Il corso del trattamento dura da 2 a 4 settimane. Tra le controindicazioni nota l'ipersensibilità.

Va tenuto presente che il trattamento della congiuntivite virale dovrebbe essere completo. Oltre all'unguento, il medico prescrive antistaminici sotto forma di gocce per gli occhi. Per evitare la recidiva dell'infezione, applicare un unguento antibiotico: eritromicina o tetraciclina.

La congiuntivite erpetica è trattata in combinazione con unguenti da herpes - Aciclovir, Gerpevir, Zovirax.

Congiuntivite virale

La congiuntivite virale è un processo infiammatorio patologico localizzato sulla congiuntiva, la membrana mucosa esterna che copre la sclera, così come la superficie interna delle palpebre, il cui sviluppo è associato all'ingestione o all'attivazione di un'infezione virale già presente nel corpo.

La congiuntivite virale dell'occhio nella maggior parte delle situazioni è innescata dall'ingresso nel corpo di un adulto o bambino di agenti infettivi che colpiscono il tratto respiratorio superiore dal tipo di adenovirus o herpes, che può anche causare lo sviluppo di un comune raffreddore. Recentemente, la congiuntivite virale acuta, che si registra principalmente nella categoria pediatrica della popolazione, è diventata più frequente.

La congiuntivite virale nei bambini è caratterizzata da un alto livello di contagiosità e, quindi, è spesso di natura epidemica.

La congiuntivite virale negli adulti è innescata da un numero limitato di agenti virali e il più delle volte si sviluppa al contatto con un bambino affetto da questa patologia.

Quando un'infezione di herpes viene attivata nel corpo di un adulto o di un bambino, si sviluppa una congiuntivite virale. Il principale gruppo di rischio per lo sviluppo di questa forma eziologica di congiuntivite è rappresentato dai bambini. La congiuntivite virale erpetica è spesso unilaterale e soggetta allo sviluppo di sintomi clinici pigri e prolungati. Oltre alle manifestazioni caratteristiche, la congiuntivite virale erpetica nei bambini è accompagnata dalla comparsa di elementi caratteristici di un'eruzione cutanea sotto forma di bolle sulla pelle delle palpebre. La congiuntivite virale erpetica si sviluppa con una combinazione di eziologia virale e batterica. Una forma estremamente grave di congiuntivite virale erpetica è vescicolare-ulcerosa, in cui si verifica uno sviluppo di molte erosioni e ulcere sulla congiuntiva delle palpebre.

La congiuntivite virale negli adulti è spesso di natura adenovirale ed è spesso indicata come malattia infettiva da febbre faringocongiuntivale, poiché lo sviluppo del processo infiammatorio nell'orofaringe e la pronunciata reazione febbrile si verificano simultaneamente con la sconfitta della congiuntiva. La congiuntivite virale dell'occhio, innescata dall'adenovirus, nella maggior parte delle situazioni è di natura bilaterale e non è quasi mai complicata dalla componente batterica.

In una situazione in cui la congiuntivite virale acuta si verifica in forma catarrale, vi è una leggera intensità di manifestazioni cliniche, che sono di breve durata. Solo il 25% dei casi di congiuntivite virale è una forma membranosa, caratterizzata dall'apparizione sulla superficie della congiuntiva di pellicole sottili facilmente rimovibili di colore bianco-grigiastro. La congiuntivite allergica virale follicolare è accompagnata dalla comparsa di piccole vescicole sulle mucose dell'occhio.

Cause della congiuntivite virale

Secondo studi scientifici sulla patogenicità di vari tipi di virus in relazione al corpo umano, più di 150 virus hanno tropismo patologico all'organo umano della visione. La prima menzione della congiuntivite virale con un alto livello di pericolo epidemico risale al 1889. La congiuntivite allergica virale scatenata dall'infezione da adenovirus è stata inizialmente stabilita dallo scienziato Paroff W.E. nel 1954. Tale pericolosa forma eziologica di questa patologia, come una congiuntivite emorragica epidemica, fu registrata per la prima volta in Africa nel 1969, e solo un anno dopo gli scienziati furono in grado di identificare il patogeno che era enterovirus-70 appartenente al gruppo dei picornavirus.

Un'ampia percentuale della categoria eziologica della congiuntivite virale è erpetica, che gli infettanti considerano epidemicamente sicura perché il patogeno ha un effetto patologico sugli esseri umani in modo endogeno, a differenza degli adenovirus, ad esempio.

Allo stato attuale, più di 45 diversi tipi di virus che provocano la congiuntivite virale acuta sono stati identificati da specialisti del profilo infettivo. Quindi, i sierotipi A-3 e A-7 provocano la febbre faringocongiuntivale e il sierotipo A-8 causa lo sviluppo di una forma grave della patologia "cheratocongiuntivite epidemica". Gli adenovirus sono virioni di 60 - 86 nm, la cui riproduzione si verifica nei nuclei delle cellule epiteliali, sono virus del DNA. L'inattivazione degli adenovirus può essere ottenuta solo applicando una soluzione allo 0,5% di cloramina o una soluzione al 5% di fenolo, mentre i farmaci standard sotto forma di gocce oculari non hanno un effetto dannoso sull'infezione da adenovirus.

I picornavirus che appartengono ai fattori eziologici della congiuntivite virale sono piccoli e appartengono alla categoria dei virus a RNA.

Sintomi e segni di congiuntivite virale

I segni clinici comuni a tutte le forme eziopatogenetiche della congiuntivite virale includono aumento della lacrimazione, iperemia della sclera e congiuntiva, flusso asimmetrico. Ciascuna delle varianti eziopatogenetiche della congiuntivite virale si distingue per la comparsa di marcatori clinici patognomonici, sapendo che è possibile stabilire correttamente la diagnosi prima di applicare ulteriori tecniche diagnostiche.

La congiuntivite erpetica è caratterizzata dalla diffusione tra la categoria pediatrica della popolazione, la compromissione unilaterale dell'organo della vista e un aumento lento dei sintomi clinici. I suddetti sintomi sono più inerenti alla forma catarrale della congiuntivite erpetica, mentre follicolare o vescicolare-ulcerativa è caratterizzata dalla comparsa di follicoli particolari (vescicole) sulla congiuntiva, la cui apertura è accompagnata da marcata morbilità e dalla formazione di un difetto erosivo-ulceroso della mucosa. Le principali lamentele di un paziente affetto da congiuntivite virale sono aumentate lacrimazione e fotofobia.

L'eziologia adenovirale della congiuntivite virale è stata stabilita abbastanza recentemente e gli specialisti delle malattie infettive hanno determinato le principali caratteristiche cliniche di questa patologia sotto forma di danno simultaneo non solo alla congiuntiva, ma anche alle membrane mucose dell'orofaringe, associate a febbre moderatamente pronunciata. Un esame visivo del paziente può rivelare il gonfiore delle palpebre, l'iperemia della sclera e della mucosa congiuntivale, nonché la presenza di una modesta quantità di scarico mucoso chiaro.

In una situazione in cui la congiuntivite adenovirale del paziente si verifica in forma catarrale, l'intero processo patologico dura non più di una settimana, dopo di che si verifica un recupero completo. Nella vistosa variante clinica della congiuntivite adenovirale, sulla superficie della congiuntiva si formano pellicole sottili, che hanno un colore biancastro e possono essere facilmente rimosse con un batuffolo di cotone. In assenza di trattamento tempestivo, il paziente può sperimentare una saldatura densa dei film, dopo la rimozione dei quali, la superficie sanguinante è esposta, guarendo con la formazione di un difetto cicatriziale non grossolano. La forma follicolare della congiuntivite adenovirale è accompagnata dallo sviluppo degli stessi segni clinici del danno congiuntivale ereditario.

La più pericolosa in relazione alla rapida diffusione da una persona ad un'altra variante eziopatogenetica della congiuntivite virale è "cheratocongiuntivite epidemica", che colpisce principalmente la categoria degli adulti della popolazione. Il provocatore dello sviluppo della cheratocongiuntivite epidemica è uno dei tipi di infezione da adenovirus e la diffusione dell'agente virale avviene, di regola, per contatto. Separatamente, si dovrebbe menzionare la possibilità di diffusione nosocomiale della cheratocongiuntivite epidemica, a condizione che il personale medico non rispetti le norme igienico-sanitarie.

Il periodo di incubazione per la congiuntivite virale è di circa sette giorni. Il debutto delle manifestazioni cliniche è la comparsa di un mal di testa, debolezza lieve, disturbi del sonno in una persona. Successivamente, vi è un danno agli occhi unilaterale, manifestato da una sensazione del suo intasamento, lacrimazione, l'aspetto di scarico dagli occhi. Segni oggettivi di congiuntivite in questa situazione sono gonfiore delle palpebre e iperemia delle mucose.

Inoltre, la congiuntivite virale è caratterizzata da un danno ai linfonodi regionali, accompagnato dalla comparsa di dolore nella regione parotide e sottomandibolare. I sintomi clinici attivi durano circa una settimana, dopo di che un "periodo di benessere immaginario" dura per diversi giorni. Poi c'è un'attivazione inversa del processo patologico sotto forma di aumento della lacrimazione e una sensazione di contaminazione oculare, che sono spesso accompagnate da un deterioramento della funzione visiva, che indica una lesione infiammatoria della cornea nella forma della formazione di opacità a punti multipli.

Il decorso della cheratocongiuntivite virale epidemica può raggiungere due mesi, dopo di che si verificano il pieno recupero del paziente e la formazione di persistenti reazioni immunitarie post-infettive, che impediscono il ripetersi della malattia. In caso di un corso complicato di qualsiasi forma eziopatogenetica della congiuntivite virale, si nota lo sviluppo della cheratite, che necessita di una correzione medica immediata e può portare a una completa perdita della funzione visiva.

Diagnosi di congiuntivite virale

Nella maggior parte delle situazioni, per diagnosticare la congiuntivite virale, è sufficiente utilizzare una tecnica diagnostica standard, come un'ispezione con lampada a fessura. Per identificare in modo affidabile l'agente eziologico di una particolare forma eziopatogenetica della congiuntivite virale, è necessario prendere uno striscio o un residuo dalla congiuntiva del paziente per effettuare ulteriori ricerche di laboratorio nella forma di determinare il tipo di reazione cellulare, effettuare analisi virologiche e seminare in ambienti culturali speciali.

Nella diagnosi della variante adenovirale ed erpetica della congiuntivite virale, si dovrebbe prima di tutto fare affidamento sulla valutazione della specificità delle manifestazioni cliniche e dei dati dell'esame visivo del paziente. Tra le misure diagnostiche di laboratorio, la cui esecuzione richiede un periodo di tempo più lungo rispetto al corso della congiuntivite virale stessa, i test citologici e immunofluorescenti (MFA) e in particolare i test immunoenzimatici (ELISA) devono essere annotati.

Nell'analisi citologica, il compito del tecnico di laboratorio è quello di determinare i cambiamenti specifici caratteristici nelle cellule epiteliali interessate dal virus, precedentemente colorate secondo Romanovsky-Giemsa. Pertanto, la congiuntivite adenovirale è caratterizzata dal rilevamento della degenerazione delle cellule epiteliali con vacuolizzazione dei loro nuclei e dalla disintegrazione della cromatina, nonché dalla presenza di cellule monocitiche e neutrofili contenenti specifiche inclusioni intraplasma nel sacco congiuntivale staccabile.

Trattamento della congiuntivite virale

Data la specificità degli agenti causali della congiuntivite virale, farmaci come gli antivirali, l'interferone e gli unguenti antivirali dovrebbero essere inclusi nello schema principale della terapia farmacologica del paziente. Il compito principale dell'oftalmologo partecipante è l'uso di farmaci che possono migliorare la funzione dell'apparato immunitario del paziente, poiché lo sviluppo della congiuntivite virale si verifica, di regola, nelle persone che soffrono di qualsiasi forma di immunodeficienza. Un buon strumento è l'uso di complessi multivitaminici con la presenza di oligoelementi e di adattogeni vegetali.

L'uso di impacchi caldi e colliri di lacrime artificiali dovrebbe essere considerato come misure terapeutiche sintomatiche da applicare in tutte le varianti eziopatogenetiche della congiuntivite virale. Per ridurre i processi infiammatori localizzati sulla mucosa congiuntivale da oftalmologi, vengono utilizzati brevi corsi con colliri, il cui fattore attivo sono gli ormoni corticosteroidi.

Come farmaco specifico con un effetto antivirale attivo, la congiuntivite virale è autorizzata a utilizzare collirio Ophthalmoferon, la cui sostanza attiva è l'interferone ricombinante. In una situazione complicata dalla componente batterica della congiuntivite virale, la terapia farmacologica principale deve essere completata dall'apposizione di colliri antibiotici. In caso di congiuntivite erpetica, le gocce a base di Aciclovir hanno un buon effetto farmacologico.

Tra le misure terapeutiche non specifiche che dovrebbero essere applicate da tutti i pazienti affetti da congiuntivite virale, si dovrebbe notare l'osservanza delle regole di igiene personale, lavaggio accurato delle mani. La durata della terapia farmacologica per la congiuntivite virale nella maggior parte delle situazioni non supera le due settimane, dopodiché avviene il recupero completo.

Gocce e unguenti per congiuntivite virale

Ad oggi, la maggior parte delle case farmaceutiche offre una vasta gamma di colliri e altre forme di farmaci che vengono utilizzati nel trattamento di una tale patologia come la congiuntivite. L'effetto di ogni farmaco ha le sue caratteristiche e, quindi, è assolutamente inaccettabile usare il farmaco senza la nomina di uno specialista.

Tutti i colliri dell'arsenale di farmacologia usati nel trattamento della congiuntivite possono essere suddivisi in categorie, a seconda dell'etiologia della malattia. Per ottenere un buon effetto terapeutico nella congiuntivite virale, un tale collirio pari allo 0,1% di soluzione di Terbofen viene utilizzato una goccia tre volte al giorno, 0,1% di soluzione di Florenal una goccia sei volte al giorno, soluzione allo 0,3% Floksala "una goccia quattro volte al giorno. Il corso di terapia antivirale quando si utilizza il collirio sopra dovrebbe essere di due settimane.

Inoltre, una soluzione Gludantan allo 0,1% ha un effetto neutralizzante sulla maggior parte dei virus che innescano lo sviluppo della congiuntivite, che viene utilizzato secondo lo schema di una goccia in ogni sacco congiuntivale tre volte al giorno, nei casi più gravi, il dosaggio può essere aumentato fino a sei volte. Le gocce antisettiche della soluzione "Oftadek" allo 0,02% devono essere utilizzate quando c'è una minaccia di complicazione batterica e la dose è cinque volte al giorno. Tale collirio come soluzione al 30% di "Albucid", in possesso di attività antimicrobica può essere utilizzato per la congiuntivite virale solo come rimedio sintomatico che riduce l'infiammazione della congiuntiva. Limitare l'uso di queste gocce nei bambini è lo sviluppo di reazioni avverse sotto forma di una sensazione di bruciore a breve termine immediatamente dopo l'instillazione degli occhi.

Quando si combina la congiuntivite purulento-virale, è consigliabile utilizzare tali colliri come soluzione allo 0,35% di Tobrex, che ha una marcata azione battericida dovuta al contenuto di un antibiotico ad ampio spettro nella sua composizione.

Gli oftalmologi concentrano l'attenzione dei pazienti che soffrono di congiuntivite virale o di altro tipo sulla preparazione dell'occhio prima di usare colliri. Quindi, è necessario prima lavare ogni occhio con estratto di erbe di camomilla, mentre si utilizza un tampone di cotone individuale per ciascun occhio. Quindi è necessario gocciolare gocce oculari antisettiche di tipo Albucid in ogni sacco congiuntivale, dopo di che può essere applicato un unguento antivirale.

Efficaci contro le infezioni da herpes e adenovirus, gli unguenti antivirali per gli occhi sono Bonafton e Florenal, il cui principio attivo è il bisolfito del fluoro nenossale. Nella maggior parte delle situazioni, gli oftalmologi prescrivono una complessa terapia locale per la congiuntivite virale, che include non solo colliri e pomate antivirali, ma anche antistaminici e gocce battericide.

Una caratteristica del trattamento della congiuntivite virale erpetica è l'uso di specifici unguenti antieretici al 3% come Zovirax, Acyclovir, Virolex, che ha lo scopo di prevenire la comparsa di nuovi elementi dell'eruzione cutanea, accelerando la guarigione dei tessuti della palpebra colpita.

L'uso di unguento oculare richiede l'implementazione di successive manipolazioni del paziente. Quindi, prima di usare l'unguento, è necessario lavarsi accuratamente le mani, quindi inclinare la testa all'indietro, staccare la palpebra inferiore e deporre circa 0,5 cm di pomata. La maggior parte delle case farmaceutiche attribuisce una bacchetta di vetro speciale all'unguento oculare antivirale, con il quale è facile deporre l'unguento.

Congiuntivite virale - quale medico aiuterà? In presenza o sospetto dello sviluppo di questa malattia dovrebbe immediatamente chiedere il parere di medici come le malattie infettive, l'oculista.

Metodi di trattamento della congiuntivite virale

Le sensazioni spiacevoli negli occhi possono sorgere inaspettatamente: il disagio del taglio e la sensazione che la sabbia venga versata negli occhi rendono impossibile vedere chiaramente e vivere una vita piena. La causa della malattia gli oftalmologi chiamano una lesione della membrana mucosa (congiuntiva), situata intorno al bulbo oculare.

Il più grande pericolo per i pazienti è la congiuntivite virale, poiché la malattia è altamente contagiosa e si diffonde molto facilmente. Le persone di qualsiasi fascia di età sono soggette alla malattia, anche i neonati.

Per provocare l'insorgere della malattia possono questi fattori:

  • beri-beri;
  • danno alla mucosa nasale;
  • disordini metabolici;
  • danno ai dotti lacrimali.

Come viene trasmessa la congiuntivite virale

A seconda dell'agente patogeno, si possono distinguere due tipi di congiuntivite:

  • congiuntivite isolata - la causa della malattia è un virus specifico: enterovirus, adenovirus, herpes, herpes zoster, virus Coxsackie.
  • congiuntivite causata da una specifica infezione virale - la causa della malattia sono malattie come rosolia, morbillo, varicella, parotite, influenza.

La maggior parte dei pazienti con congiuntivite virale, vale a dire il 70%, ha bisogno di ricovero ospedaliero. Ciò è causato principalmente dal fatto che la malattia è facilmente trasmessa nel processo di contatto delle persone.

Per quanto riguarda l'infezione da goccioline trasportate dall'aria, è meno probabile che per contatto.

È importante ricordare che la malattia colpisce entrambi gli occhi di una persona. Nonostante il fatto che inizialmente i sintomi compaiano solo su un occhio, nel tempo si diffonderanno al secondo.

Una caratteristica distintiva della malattia è la frequenza della sua comparsa: durante il periodo di enterovirus e le epidemie adenovirali. Di conseguenza, l'infezione del tratto respiratorio superiore si verifica in parallelo con la congiuntivite.

Se la causa della congiuntivite virale è l'herpes, la malattia viene trasmessa da goccioline trasportate dall'aria.

I primi sintomi della malattia

Il periodo di incubazione per la congiuntivite virale può variare da quattro a dodici giorni. Di norma, la malattia è preceduta dalla comunicazione tra una persona sana e una persona già infetta.

I sintomi principali degli oftalmologi della malattia chiamano il seguente.

  • Appaiono sulla congiuntiva dei follicoli delle palpebre.
  • Rossore agli occhi, lacrimazione e prurito profusi. Il sintomo è causato dall'espansione dei vasi sanguigni e dall'irritazione delle terminazioni nervose negli occhi.
  • Una scarica sierosa si forma in modo coerente in ciascun occhio.
  • I linfonodi situati di fronte al padiglione auricolare sono ingranditi e si verificano sensazioni dolorose alla palpazione.
  • C'è una paura della luce e c'è una sensazione della presenza di un corpo estraneo, in particolare, sabbia, negli occhi.
  • La cornea dell'occhio perde la sua trasparenza, diventa torbida, di conseguenza l'acuità visiva diminuisce. È importante notare che il pieno ripristino della cornea può verificarsi solo pochi anni dopo l'eliminazione della congiuntivite virale.
  • Affaticamento degli occhi, gonfiore delle palpebre.
  • Ci sono delle secrezioni purulente, per cui al mattino è impossibile aprire gli occhi.

È probabile che i sintomi della malattia scompaiano da soli entro una settimana. Tuttavia, non si dovrebbe trascurare una malattia che può danneggiare la vista di una persona e diventare cronica.

Trattamento di vari tipi di congiuntivite virale

La diagnosi della malattia viene effettuata mediante studi citologici e virologici, nonché sulla base dell'aumento e della sensibilità dei linfonodi parotidei.

Congiuntivite adenovirale

Come trattamento, il medico prescrive colliri antivirali con interferone.

  • "Ophthalmerone" - elimina il processo infiammatorio, rafforza il sistema immunitario e combatte attivamente il virus. Per il trattamento della fase acuta della malattia, è necessario seppellire gli occhi di 1-2 gocce. La frequenza della procedura è almeno sei volte al giorno. Inoltre, la frequenza della procedura può essere ridotta a due volte al giorno.
  • "Poludan": usato per eliminare il virus dell'herpes e l'adenovirus. Instillare il farmaco deve essere 1-2 gocce almeno sei volte al giorno (quando la malattia è in fase attiva), quindi seppellire gli occhi tre volte al giorno. La durata del trattamento va da una settimana a dieci giorni.
  • "Aktipol" - è un farmaco antivirale, antiossidante altamente attivo, ha una proprietà rigenerativa sui tessuti e sulle mucose. La procedura di instillazione viene eseguita almeno otto volte al giorno, due gocce per dieci giorni.

È possibile integrare il trattamento con collirio con unguenti antivirali. Per utilizzare i farmaci dovrebbe essere prescritto esclusivamente da un medico.

Prima di applicare l'unguento, dovresti lavare gli occhi con infuso di salvia, camomilla o tè. Quindi gocciolare l'occhio infetto con gocce. L'unguento deve essere applicato trenta minuti dopo l'instillazione.

  • "Florenal" - è usato per eliminare il virus dell'herpes, adenovirus, nel caso della varicella. Applicare l'unguento dovrebbe essere almeno due volte al giorno. Il farmaco viene deposto per la palpebra inferiore. La durata del trattamento va dai 10 ai 45 giorni.
  • "Unguento di Tebrofen" - ha un ampio spettro di azione. Il farmaco viene deposto sui bordi delle palpebre almeno tre volte al giorno.
  • "Bonafton" - è prescritto per alcuni adenovirus e in caso di danni alla vista da parte del virus dell'herpes. Il corso del trattamento per gli adulti: 0,1 g almeno tre volte al giorno. Durata del trattamento da 15 a 20 giorni. Il corso di trattamento per bambini: 0,025 grammi da 1 a 4 volte al giorno. Durata del trattamento da 10 a 12 giorni.

Per un trattamento più efficace, è possibile prescrivere farmaci antibatterici in combinazione con un antibiotico.

Il trattamento per miopia lieve ha lo scopo di correggere la vista utilizzando occhiali e lenti a contatto.

Le gocce aiutano con la congiuntivite allergica? Troverete la risposta in questo articolo.

Congiuntivite virale erpetica

L'attivazione del virus dell'herpes nel corpo, sia negli adulti che nei bambini, di norma, è accompagnata da lesioni delle mucose e della pelle. Nessuna eccezione e congiuntiva dell'occhio.

Se l'eruzione si sviluppa sulle palpebre, dovrebbero essere trattate con una soluzione verde brillante.

Non fare a meno di unguenti con azione antierpetica, ad esempio "Zovirax", "Acyclovir", "Florenal", "Tebrofen unguento", "Bonafton". I farmaci devono essere posizionati sotto la palpebra inferiore.

Se il virus dell'herpes colpisce non solo la congiuntiva, ma anche la cute intorno all'occhio, è necessario un trattamento con farmaci anti-herpes per via orale. Inoltre, sono richiesti immunomodulatori.

Gli antibiotici da prescrizione possono essere eseguiti con uno scopo preventivo, per evitare lo sviluppo della malattia per la seconda volta.

Metodi popolari

L'uso di metodi tradizionali di trattamento della congiuntivite virale dovrebbe verificarsi in concomitanza con farmaci tradizionali e solo dopo l'approvazione da parte dell'oculista. Il trattamento più efficace per la malattia è il gadget.

  1. Tampona una garza o un pezzetto di stoffa di cotone con succo di aneto appena spremuto e indossa gli occhi per quindici minuti.
  2. Due cucchiaini di bacche tritate di rosa selvatica insistono in un bicchiere d'acqua bollente, filtrano. Inumidisci la garza nell'infusione e tienila per quindici minuti davanti a te.
  3. Come lozioni è possibile utilizzare il succo di patate appena spremute.
  4. Fiori secchi di fiordaliso (2 cucchiai) far bollire per dieci minuti in mezzo litro d'acqua. Insistere per mezz'ora e usare per lozioni.
  5. Puoi sciacquare gli occhi con l'infusione di camomilla o salvia.

Caratteristiche del trattamento della forma acuta della malattia

Prima di tutto, è necessario eliminare lo scarico purulento. Altrimenti, l'occhio sarà favorevole per lo sviluppo dell'ambiente microbi patogeno. Puoi usare la soluzione borica e le gocce antibatteriche per questo.

Il trattamento della forma acuta della congiuntivite virale richiede l'uso di farmaci antivirali, in particolare soluzioni e unguenti realizzati sulla base di componenti come florenal, tebrofen o oxolin.

L'uso di albucide o tetraciclina in questa situazione non dovrebbe avere alcun effetto. Tuttavia, come agenti profilattici, al fine di evitare il ri-sviluppo dell'infezione, possono essere utilizzati.

I metodi di trattamento della cheratite dell'occhio si basano sull'uso di farmaci antivirali.

Perché durante la gravidanza si verifica spesso la distrofia retinica, i dettagli nell'articolo.

prevenzione

Prima di tutto, è necessario escludere la comunicazione di una persona sana con un paziente. Qualsiasi contatto può portare a congiuntivite virale.

Nel periodo in cui le infezioni virali e le epidemie sono più attive, è meglio evitare eventi di massa e cercare di non essere in luoghi affollati.

Durante questo periodo, assicurati di preoccuparti di rafforzare il sistema immunitario.

Non dobbiamo dimenticare l'igiene: assicuratevi di lavarsi le mani, maneggiare con disinfettanti speciali, usare i tovaglioli. Prova a pulire le mani esclusivamente con un asciugamano personale.

Con l'osservanza di tutte le misure precauzionali, non è difficile evitare la malattia e proteggere parenti e amici.

Sintomi e trattamento della congiuntivite virale

Di regola, la congiuntivite virale è associata a una malattia respiratoria acuta: rinite, bronchite, faringite e altri.

L'infezione isolata della congiuntiva da parte del virus è estremamente rara. Come curare rapidamente la congiuntivite virale - imparerai nel nostro articolo.

Cosa scatena la congiuntivite

Alcune malattie causate da questi microrganismi patogeni (come la febbre faringocongiuntivale o la keracongiuntivite) sono note dal 1889, ma il fatto che siano state causate da adenovirus è stato stabilito a metà del 20 ° secolo. Gli adenovirus sono stati studiati dal 1952 e finora sono stati identificati 45 diversi tipi di patogeni. Di questi, 28 possono colpire gli umani.

Le dimensioni degli adenovirus da 60 a 86 nm, si moltiplicano attivamente nei nuclei delle cellule epiteliali. Il loro stesso nucleo è DNA a doppio filamento. I virus di questo tipo non sono molto sensibili, possono anche vivere in collirio.

Altre malattie dell'occhio virale sono comparsi non molto tempo fa. Negli anni '70, in Africa è emersa una pandemia di congiuntivite emorragica, il cui agente causale era Enterovirus-70, appartenente al gruppo dei picornavirus. In precedenza, una tale malattia non era nota alla scienza.

Inoltre, gli agenti causali della congiuntivite sono i virus dell'herpes, ma, a differenza di adeno-e picornovirus, non sono così pericolosi.

Cause e agenti patogeni

Secondo la moderna letteratura medica, ci sono più di 150 tipi di virus che possono causare danni all'organo della vista. Tuttavia, in pratica, i seguenti agenti patogeni sono i più comuni:

  • enterovirus;
  • Virus dell'herpes simplex;
  • adenovirus;
  • Pikornovirus;
  • Virus Coxsackie;
  • Paramyxovirus (agente patogeno del morbillo).

Lo sviluppo della malattia è largamente favorito da una diminuzione dell'immunità.

Malattia infettiva

Come viene trasmessa la congiuntivite virale? Puoi prendere il virus attraverso il contatto diretto con una persona malata, così come attraverso un percorso di contatto domestico - attraverso articoli per la casa.

Va notato che una persona malata è considerata infettiva per tutto il periodo della malattia (in media, è di 10-12 giorni).

Idealmente, il paziente dovrebbe essere il più possibile isolato dagli altri. Altrimenti, la congiuntivite può causare un'epidemia.

I sintomi della congiuntivite virale

La malattia inizia con la comparsa di arrossamento degli occhi, lacrimazione abbondante, fotofobia. Le palpebre si gonfiano e diventano rosse. A volte compaiono emorragie e piccoli follicoli sulla mucosa. Entrambi e entrambi gli occhi possono essere colpiti allo stesso tempo. La condizione generale di una persona soffre:

  • Aumento della temperatura corporea;
  • I linfonodi regionali aumentano;
  • I sintomi di intossicazione virale sono in aumento.

Se l'agente eziologico è il virus dell'herpes, quindi in quasi il 100% dei casi, appariranno bolle caratteristiche a livello delle palpebre. Se il tempo non inizia il trattamento, allora si formeranno piccole erosioni sulla congiuntiva e quindi ulcere.

Come distinguere tra congiuntivite virale e batterica

Distinguere la congiuntivite virale da disturbi causati da batteri può essere abbastanza difficile, e in alcuni casi solo un medico può farlo. Ma una diagnosi accurata è necessaria perché influenza direttamente l'efficacia del trattamento.

Ci sono diversi segni con cui puoi provare a scoprire da te cosa ha causato la malattia:

  • La congiuntivite virale nella maggior parte dei casi colpisce solo 1 occhio, mentre nella forma batterica della malattia si diffonde rapidamente a entrambi i bulbi oculari;
  • Nella congiuntivite batterica, il dolore è più pronunciato rispetto alla forma virale della malattia. Allo stesso tempo, la congiuntivite virale è accompagnata da un prurito più grave;
  • Nella congiuntivite virale, il muco viene secreto dagli occhi, che attacca le ciglia solo in casi molto rari. Con la congiuntivite batterica, il pus viene rilasciato dagli occhi, rispettivamente, le ciglia si incollano insieme dopo il sonno.
  • Nella congiuntivite virale, c'è una lacrimazione abbondante e un grave rossore. Allo stesso tempo, con la congiuntivite batterica, questi sintomi non sono così pronunciati.

Congiuntivite adenovirale

Questa malattia può anche essere trovata sotto il nome di febbre faringo-congiuntivale. La congiuntivite causata da adenovirus è altamente contagiosa (infettiva). Spesso ha luogo sotto forma di focolai epidemici, soprattutto nei periodi primaverili e autunnali.

Il quadro clinico si sviluppa pochi giorni dopo l'invasione del virus.

Progressione della malattia

  1. In primo luogo, la temperatura aumenta, quindi seguono i sintomi di rinite e faringite, mal di testa e debolezza generale.
  2. Poi c'è l'infiammazione della congiuntiva. Di norma, il danno agli occhi all'inizio è unilaterale.
  3. Le palpebre si gonfiano, si arrossano e dagli occhi appare una scarica acquosa o mucosa abbondante. Spesso, le persone si lamentano di una strana sensazione - come se la sabbia avesse nei loro occhi.
  4. Nel tempo, prurito, bruciore e fotofobia.

Forme della malattia

  1. Forma follicolare È caratterizzato dall'apparizione di eruzioni di bolle traslucide sulla membrana mucosa. Molto spesso piccoli follicoli, punto. Localizzazione preferita - negli angoli degli occhi.
  2. Forma catarrale Questa è la variante più favorevole della congiuntivite. Quando l'infiammazione del muco leggero, scarso scarico dagli occhi. Il processo dura non più di una settimana e non causa complicazioni.
  3. Forma membranosa. È caratterizzato dalla formazione di sottili film grigio-bianchi che possono coprire l'intera superficie del bulbo oculare. Non sono saldati ai tessuti circostanti e sono facilmente separati da tamponi di garza. Se non vengono rimossi, si formeranno gradualmente pellicole fibrinose dense, che saranno molto difficili da rimuovere. Dopo di loro, lasceranno una superficie sanguinante. In alcuni casi, i cambiamenti cicatriziali possono rimanere sulla congiuntiva. A volte questa forma di congiuntivite viene erroneamente confusa con la difterite.

Trattamento della congiuntivite virale negli adulti e nei bambini

La terapia complessa della malattia comprende i seguenti componenti:

  • Trattamenti oculistici quotidiani con soluzioni antisettiche;
  • Uso di unguenti antivirali e gocce;
  • Rafforzare l'immunità.

Ad oggi, uno dei mezzi più efficaci per il trattamento della congiuntivite virale sono le gocce oftalmoferon.

Uno dei punti salienti del farmaco è che ha contemporaneamente attività sia antivirale che antibatterica. Ciò consente la prevenzione dell'adesione secondaria di un'infezione batterica. Inoltre, nella pratica oftalmica ampiamente usato gocce poludan, okoferon e aktipol.

Prima di andare a dormire si consiglia di preparare unguenti speciali con attività antivirale per la palpebra. È possibile utilizzare florenal, tebrofen, virolex, zovirax, acyclovir e altri.

Ogni giorno molte volte è necessario effettuare il lavaggio con antisettici. Inoltre, ogni occhio dovrebbe essere massaggiato con un tampone separato. Per alleviare i sintomi sgradevoli (prurito, bruciore), puoi usare lacrime naturali.

Per rafforzare le difese del corpo, inserisci nella tua dieta più frutta e verdura che contengono acido ascorbico. In alternativa, è possibile acquistare in forma di vitamina C compresse farmacia.

Di seguito è riportato il piano di trattamento per la congiuntivite adenovirale.

Congiuntivite virale gocce

Come trattare la congiuntivite virale negli adulti e nei bambini? Il medico ti scriverà un farmaco adatto, una descrizione del possibile può essere trovata sotto.

Oftalmoferon. Questo farmaco ha attività sia antivirale che antibatterica. Quindi, può essere usato per prevenire l'infezione batterica secondaria dell'occhio.

L'oftalmoferon ha un pronunciato effetto immunomodulatore e anti-infiammatorio. La sua capacità di stimolare la rigenerazione del tessuto oculare è stata rivelata. Inoltre, ha una leggera proprietà anestetica che consente di eliminare il dolore, la combustione e altri sintomi della congiuntivite.

Per quanto riguarda gli effetti collaterali, a volte può esserci una breve sensazione di bruciore subito dopo l'instillazione.

Aktipol. Induce la produzione di interferone (un fattore di difesa immunitaria). Fornisce effetto immunomodulatore, antiossidante e radioprotettivo, accelera il processo di guarigione della cornea. A volte può causare rossore congiuntivale.

Poludan. Particolarmente efficace per il trattamento dell'herpes e della congiuntivite adenovirale. Il meccanismo d'azione si basa sull'induzione di fattori di difesa immunitaria nel liquido lacrimale. Dopo l'instillazione viene rapidamente e uniformemente distribuito nei tessuti.

Può causare una serie di reazioni avverse: prurito, bruciore, congestione vascolare sclerale. In alcuni casi, può causare un aumento della pressione intraoculare e piccole emorragie. Tuttavia, tutte le reazioni indesiderabili avvengono entro un paio di giorni.

Okoferon. Uno dei più potenti farmaci antivirali e immunomodulatori. Elimina rapidamente ed efficacemente i principali sintomi della congiuntivite.

Rimedi popolari

Per liberarsi della congiuntivite, puoi usare non solo i farmaci, ma anche i metodi di medicina tradizionale:

  • Il tè nero o verde appena fatto viene usato per lavare gli occhi. L'infusione dovrebbe essere forte. Gli occhi si asciugano con un tampone di cotone intinto nel tè, almeno 3 volte al giorno;
  • Decotto di camomilla Per prepararlo, 2 g di fiori versano 200 ml di acqua e fate sobbollire per 3 minuti. Dopo che lo strumento si è raffreddato, viene accuratamente filtrato e gli occhi vengono lavati. Puoi anche gocciolare nei tuoi occhi 2 gocce, due volte al giorno.
  • Infusione di calendula. È usato per lavare gli occhi. Per preparare lo strumento, è necessario prendere 5 g di materie prime secche, versare un bicchiere di acqua bollente e lasciare fermentare per 40 minuti. Filtrare e applicare come previsto.

Congiuntivite virale erpetica

La congiuntivite erpetica colpisce il virus dell'herpes simplex. Molto spesso, questa malattia si manifesta nei bambini. La malattia è lenta e lunga, nella maggior parte dei casi colpisce 1 occhio.

Esistono diverse forme di congiuntivite erpetica:

  • Forma catarrale In questo caso, la malattia è lieve, i sintomi della malattia sono lievi. Una piccola quantità di muco viene rilasciata dagli occhi. In alcuni casi, si può unire un'infezione batterica, quindi appare il pus;
  • Forma follicolare In questo caso, le bolle appaiono sulla congiuntiva dell'occhio;
  • Forma vescicolare-ulcerosa La malattia è grave, sui bordi delle palpebre e appaiono erosioni e ulcere congiuntivali ricoperti da una pellicola sottile. In questo caso, il paziente si lamenta di fotofobia e lacrimazione.

Nei bambini

Il più delle volte, la congiuntivite virale nei bambini si verifica sullo sfondo del raffreddore. Può anche essere un sintomo di morbillo, rosolia o varicella.

La malattia è contagiosa e si diffonde facilmente nella squadra dei bambini. La congiuntivite virale dell'occhio può essere trasmessa per contatto e meno comunemente per goccioline trasportate dall'aria.

Il periodo di incubazione dura da 4 a 12 giorni. La congiuntivite virale nei bambini si manifesta nei seguenti sintomi:

  • Rossore degli occhi: primo, poi l'infezione può passare ad un altro;
  • Prurito, lacrimazione, fotofobia;
  • Possono verificarsi annebbiamenti corneali, con conseguente riduzione dell'acuità visiva;
  • Le palpebre si gonfiano;
  • I linfonodi possono aumentare.

prevenzione

Ora sai come trattare la congiuntivite virale, ma la malattia può essere prevenuta. Per evitare l'infezione da congiuntivite virale, è necessario seguire semplici regole:

  • Non toccare gli occhi e non strofinarli con le mani sporche;
  • Non usare il trucco di qualcun altro e condividi il tuo;
  • In nessun caso non è possibile utilizzare lenti a contatto o occhiali di altre persone;
  • Prima di indossare le lenti a contatto, è necessario lavarsi le mani con acqua e sapone;
  • Conservare le lenti a contatto in un liquido speciale;
  • Se qualcuno in famiglia ha segni di congiuntivite virale, allora deve selezionare un asciugamano separato;
  • Una bottiglia di collirio non può essere utilizzata per gli occhi colpiti e sani;
  • Se un bambino ha una congiuntivite virale, deve essere isolato dalla società di altri bambini fino a quando i sintomi della malattia scompaiono.
Google+ Linkedin Pinterest